Sei sulla pagina 1di 1

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA – II FACOLTÀ DI INGEGNERIA

Esame di ELETTRONICA L-B

PROVA SCRITTA GENERALE – 24 Settembre 2004

Cognome e nome n. matricola

• La durata della prova è di ore 2.00.


• Riportare le risposte su questo stesso foglio, corredandole, ove necessario, dei passaggi matematici
più importanti. Usare, in caso di necessità, il retro del medesimo.

Esercizio 1

Si consideri il circuito a lato, in cui i transistori operano in


regione normale diretta e sono definiti dai seguenti
parametri: β F = 100, VCC = 5V, VCESAT = 0.2V, Vγ = 0.78V,
Va = 5V e Vb = 3V. Assumendo inoltre per il diodo in
conduzione una VD = 0.64V ed utilizzando il modello a
soglia per i transistori si determini:

a. Il valore delle correnti IR1 , IR2 , IR3 ;


b. Il valore delle tensioni Vx , Vy , Vz ;

Considerando un modello a 2 parametri per i transistori:

c. Si determini l’espressione del guadagno ai piccoli


segnali vy/vb (s) nel punto di riposo
precedentemente ricavato indicando esplicitamente
ed utilizzando la scomposizione in stadi elementari.

NB : lasciare i paralleli fra resistenze espressi


nella forma del tipo (RA // RB). B

Esercizio 2

d. Il circuito in figura è caratterizzato da amplificatori


operazionali ideali con VOM = 5V. Ricavare
l’espressione Vo = Vo (Va , Vb) supponendo gli
operazionali funzionanti in regione di alto
guadagno e caratterizzati da un guadagno infinito.

e. Progettare un circuito con operazionali ideali che


presenti un guadagno pari a +5 v/v, una resistenza di
ingresso pari a 10KΩ e che trasli di una quantita`
pari a +2V.