Sei sulla pagina 1di 2

Luogo e Data

Spett.le
(INDICARE NOME ED INDIRIZZO DEL GESTORE)

Oggetto: richiesta rimborso tassa di concessione governativa

Il sottoscritto nato a il , e residente in


alla via , titolare dell'utenza n. , con la presente chiede
la restituzione degli importi versati dal ad oggi alla Vs.
società, a titolo di tassa di concessione governativa.
Infatti come dichiarato da alcune recenti sentenze della giustizia tributaria, nonché dal
codice delle comunicazioni elettroniche (d. lgs. 259/2003) la tassa di concessione
governativa va corrisposta là dove la legge imponga come obbligatoria una concessione o
una autorizzazione per l’esercizio di una determinata attività, mentre l’attività di chi detiene
e si serve di un telefono portatile sulla base di un contratto con una società fornitrice di
servizi di telefonia mobile non è sottoposta dalla legge ad alcun tipo di provvedimento
amministrativo concessorio e/o autorizzativo, sia pure implicito.

Pertanto si chiede il rimborso della somma di euro (specificare tenendo presente che il
rimborso è di euro 5,16 al mese per le utenze private ed euro 12,91 per le utenze
professionali), derivante dalle seguenti fatture

1) fattura n. del , importo tassa concessione governativa euro ;


2) fattura n. del , importo tassa concessione governativa euro ;

nel caso tale richiesta non venga accolta entro e non oltre 10 giorni dal ricevimento della
presente, sarò costretto ad adire le competenti sedi giudiziarie con aggravio di spese per la
vostra società.

Distinti saluti

In fede

Si allegano le seguenti fatture