Sei sulla pagina 1di 85

Maria Vacca

Corso di solfeggio per bambini



Illustrazioni dell' autore

22420

I l presente lavoro ha if pregio di avvicinare i bambini alla musica, evitando la noia che ha sempre con traddis tin to intere generazioni verso if solfeggio, fondamentale supporto per fa cultura musicale, ma condanna per i "giovani musicisti " che devono studiare la grammatica della musica.

Maria Vacca riesce nel miracolo, semplificando all' origine Ie regole e porgendole come un gioco, attraverso if topino che fa parte del magico mondo degli animali, affascinante supporto favolistico della nostra cultura mediterranea.

L I Autrice non e nuova ad avvalersi di animali, in quanta nel metodo di pianoforte per bambini" IL MUSIGATTO " ha utilizzato fa complicita di un gatto che non entra assolutamente in un conflitto storico con il topolino, bensi. ne nasce una collaborazione sinergica ed unica.

Analizzando a livello tecnico il volume, sf riscontrano scelte illuminate, basate su esercizi che risolvono gradualmente Ie difficolta della lettura delle note,della loro durata e delle pause, per spingersi verso terri tori piu complicati, quali Ie suddivisioni a la chiave di basso. Ina lire i primi 29 esereizi possono essere anche cantati, unendo fa parte teorica alia parte pratica del canto, prezioso strumento naturale che pUG educare it bimbo ad ascoltarsi.

Non dimentichiamo if [atto che if mondo dei bambini e semplice e formato da una visione serena delle cose. L' Autrice non dimentica questa realta ojJrendo a tutti noi un sorriso unito alla qualita del prado/to presentato.

A driano Bassi

3

" Topin "e un topino simpatico ed intelligentissimo. Ama la musica e sa suonare molti strumenti. Ma cio che Topm preferisce e solfeggiare perche adora il ritmo

e pub cost suonare perfettamente a tempo. .

Topin ti insegnera nel corso di questa libra Ie principali regale del solfeggio affinche anche tu, come lui, possa imparare ad amare il ritrno e la musica.

Buono studio!

4

LA MUSICA

Musica e tutto cia che ti circonda e che giunge piacevolmente al tuo orecchio: il canto degli ucceIli,la voce della mamma, la tua canzone preferita, il suono di uno strurnento.

Gli elementi pill importanti della musica sana il suono e il ritmo.

L' ALFIlBETO DEI SUOHI

I suoru sana rappresentati dalle sette note musicali:

DO RE MI FA SOL LA SI

Proprieia esclusiva per tutti i paesi: CAI{ISCH x.r.l

Via Campania, 12 - Zona Indusrriulc SC~IO Uh~I'i,IIl() - 2011')X S, Giuliano Milanese (MI). © Copyright 1997 by CARISCH s.r.l. - Milano.

5

IL PENTAGRAMMA

Le note musicali si rappresentano con un segno di forma ovale (0 ) e vengono scritte suI" pentagramma " 0 - riga musicale - composto da cinque linee e quattro spazi.

Le note si possono scri vere sulle linee 0 negli spazi, che vengono contati dal basso verso I' alto.

5° linea 4° linea 3° linea

2° linea

NOTE SULLE LINEE

o



00

4° spazio 3° spazio 2° spazio /0 spazio

NOTE NEGLI SPAZI

.)

n

II

n

6

L I ALTEZZA DEI SUOHI

I suoni possono essere piu alti (acuti) 0 pili bassi (gravi).

Ad esempio, sulla tastiera del pianoforte i suoni diventano pili acuti salendo verso destra e pili gravi scendendo verso sinistra.

SUONI GRAVI SUONI ACUTI

L' " altezza "di un suono e determinata dalla posizione della nota sul pentagramma.

I TAGLI ADDIZIONALI

I fI tagli addizionali II sana dei brevi tratti di linea che vengono aggiunti alle note che, non potendo essere contenute nel pentagrarnma, vengono scritte al di sopra a al di sotto di esso.

7

LA CHIAVE

La "chiave" e un segno che si pone all' inizio del pentagramma e serve di base per dare il nome alle note.

II La chiave di violino ..

La " chiave di violino " 0 " chiave di sol" si colloca sulla 2° linea del pentagrarnma per indicate che la nota posta su questa linea si chiama SOL.

-===:::::==-
-===
~ LA SI DO RE ecc .

• •
0 •
• •
SOL • •
FA MI RE DO ecc.
~ 8

II La chiave di basso II



() p

eft

~:

o

La " chiave di basso" 0 "chiave di fa tf si colJoca sulla 40 linea del pentagramma per indicare che 1a nota posta su questa linea si chiama FA.

SOL LA SI DO ecc .
FA • •

~: 0 •
• •


MI RE DO SI ecc.
==
~ Che cos'e il pentagramma ?





Dove si colloco '0 chiave di violino ?



Scrivi L per le note suite linee ed S per queUe negli spazi.

4 I, ()
0 0
0
L S o

o

o

n

,
,
II a

.. ~
I)

?:

0 0
~:

0 0 9

Disegna Ie chiavi.

.. :

II. ' •

... .

. ,- ,

L •• ,

..

Lf NOTE

IM~O

INSIEME

MI

,

-e- ~

DO RE

DO 51 LA

-e- no ~

Leggere pili volte ie seguenti note:

-e- U

u

-e- n

FA

-e- no ~ SOL

Leggere:

-e- no _

-eo- 0

o

11

,

SOL LA

Leggere:

SI DO

Rt: DO

Leggere:

12

RE HI

51 LA

Leggere:

SOL FA

FA SOL

. Leggere_.

-e- n

......

o

00

lUI -

13
..0.. -e- A
II -e- ~
~ ""IT
~
nI'Ii" v-
Iv LA 51 DO MI RE DO
.
7'
~ -r:r *'
Leggere:
-e- ..0.. -e-
..0.. -e-
, -e-
~ ItJ
. -&-
"'0"'"
-e- -r:r -e- -&- LE NOTE

/1

RICOPIA

n
It
]I
tJ -e- ...... ,
III
"'
It.! -e- _o_
.
7
.... ."
J -e- D_
r~
tV n
I~ -
~
7 Riconosci Ie note?

~ 01
I' 0 Q
Q 01
DO SOL n
?: 0 e
e 0
0
, II 0 11
0 I.
!}: 0 0
II II
"
, 49
0
0
0
Q

0 -e-
2:
0
-e- u
, 0 0
II e
II



~: e U
e 0 II
., e
0 15

LE nGURE MUSICAL!

Le note paste suI pentagramma, oltre ad indicare I' altezza dei suoni, devono indicarne la durata.

I suoni possono essere infatti pili a meno lunghi. Le note assumono COS! varie forme, dette " figure ", a secondo della loro durata.

o 0

o 0

o

SEMIBREVE oINTERO

MINIMA 0 META' (dell'intero)

SEMIMINIMA 0 QUARTO (deIl'intero)

CROMA 0 OTTAVO (dell'intero)

16

\ \

I 1

I

\ I

, I

, /

.... ""

...... - ..... ,.

---

-- . -
<, <,
.... "
,
\ ,
\ J \
\ / \
\ J \
t I
\ J \ I
I \ I
\
\ I \ /
/ \ /
\ ,
-, / <, ./
..... ,.., .....
- ..., ....... ./
..... _-_.# -.. - .;.... ...... DENOMINAZIONE FIGURE DURATA
Semibreve 0 intero 0 \
Minima 0 meta J ,
Sem;m;n;ma 0 quarto J t.
4:
Croma 0 ottava » ~
8 17

o

n

Osservando i1 prospetto in alto, potrai notare che 1a semibreve ( intero ) dura il doppio della minima ( meta) e che quindi ci vogliono due minime per fare una semi breve.

La minima ( meta ),a sua volta,dura il doppio della semiminima ( quarto ), per cui ci vogliono due semiminime per formare una minima. E COS! via.

Unendo dunque due figure di eguale durata si ottiene una figura dalla durata immediatamente superiore.

o

22420

18

Scr;v; ; nom'

delle figure I e, la durata qUI sotto .

.P=

19

LIACCEHTO

Pronuncia Ie parole

RO-MA

CA-SA

TA-NA

TO-PO

e osserva come I' accento cade sulla prima sillaba, a cui seguono sillabe pili deboli.

Come nel linguaggio parlato, anche nella musica l' accento e I' appoggio pili a meno rnarcato della voce a del suono sopra una determinata nota.

L' accento pub essere forte 0 debole.

Pon: r accento forte (» sulle sillabe accentate e quello debole ( -) sulle altre.

0°0

o

~INE I PA NI INO I LU IPO I

I RO ITON IDO I I
DA I DO I I GI I FA ITA

MElLA I BAMI I NO I
PI ISTO I LA I I j BI 20

IL RITMO

((

II ritmo, come il suono, e un elemento fondamentale della musica ed e dato dalla successione ordinata dei suoni nel tempo. Nel linguaggio parlato troviamo numerosi esernpi di ritmo. Le poesie popolari, le filastrocche sana costruite infatti sulla successione ordinata dei vari accenti di ogni parola.

Esempio:
> >
GI-RO GI-RO TON DO
> >
CA SCA-IL MON DO
> >
CA SeA-LA TER RA
> >
TUT-TI GIU'-PER TER RA Prova a recitare anche tu questa filastrocca, accompagnando le sill abe accentate con il battito delle mani.

21

Anche nel mondo che ci circonda troviamo molti esempi di ritrno: il battito del cuore, il galoppo di un cavallo, il n tic-tae II di un orologio.

Consideriamo quest' ultimo esempio che potremmo rappresentare COSt:

TIC - TAC TIC - TAC TIC - TAC

Ascoltando questi battiti viene spontaneo raggrupparli due a due, e si ha l' impressione che il primo sia pill forte.

Esaminiamo adesso il ritmo della danza: nella marcia vi e la successione ordinata di due accenti, uno forte e uno debole, nel valzer invece, di tre, uno forte e due deboli.

MARCIA

> >

Un-due un-due

VALZER

> >

Un-due-tre un-due-tre

II ritmo musicale e determinato dalla diversa successione degli accenti: il ritmo e BINARIO se VI e l' alternarsi di un accento forte can uno debole - come nel caso della marcia -, e TERNARIO se vi e I' alternarsi di un accento forte can due deboli - come nel casa del valzer - .

22

LA BATTUTA

Per ottenere il ritmo in musica e necessaria "ordinare II i suoni. Cio e possibile dividendo il brano musicale in battute - 0 rnisure - attraverso delle stanghette verticali.

Alla fine di ogni esercizio si pone una doppia stanghetta.

Esempio:

BATTUTA

1\ o-j
I ;.
~ o
Ir. " :5
'\.;: V ~
tJ -l
> o 0

" ii

" Ii

23

IL TEMPO

Abbiamo detto che la battuta e 10 spazio che passa tra due stanghette. Ogni battuta pub essere divisa in due, tre 0 quattro parti eguali, Ogni parte corrisponde ad un accento e si chiama II tempo "

- 0 movimento - per cui la battuta pub essere a due, a tre

o a quattro tempi.

BATTUTA A DUE TEMPI

BATTUTA A TRE TEMPI

BATTUTA A QUATTROTEMPI

24

Come avviene per i singoli suoni, cosl ogni battuta deve avere una precisa durata, che viene stabilita da una frazione posta all' inizio del brano musicale, subito dopo la chiave.

II nurnero che sta sopra indica il nurnero dei tempi, il nurnero che sta sotto indica la durata di ogni tempo.

BATTUIA A DUE TEMPI

BATTUIA A IRE TEMPI

1', .~ j j j 1

~~I......I~

BATTUTA A QUATTRO TEMPI

I' tempo 2' tempo 3' tempo

rio tempo 2'" tempo r tempo 4- tempo

2 Ii

Signifiea ehe e; sana due tempi per battuta e che ogni temp a dura una semiminima ( J ),

25

1- , __ ._. __ ~ .,. _ • __ ' _

..... ---.,-----------

. .

(' - ,- - - - - - - -~~. - ~ - - - - ~ - - :'

f- , .. __ ". _

'""'---------------""

3 Ii

Signifiea ehe ci sono tre tempi per battuta e ehe ogni tempo dura una semiminima ( J ).

4: Signifiea che ci sono quattro 4: tempi per battuta e che ogni tempo dura una semiminima 0).

~. signi~ca che:

- "'" - -'- ... _. _."'!' • ,. - - -'- --:-

26

I tempi della battuta, come gli accenti, si dividono in forti e deboli.

II primo tempo di una battuta e sempre forte, gli altri sono 0 deboli 0 mezzoforti.

1'1 J J J 1

L...-.J L...-.J 1.--1

fORTE OEBOLt: DEBOlt:

BATTUTA A DUE TEMPI

BATTUTA A TRE TEMPI

l'lempo 2" tempo

~i J J 1

""'--I ""'--I

F"ORTE OEBOLt:

[" tempo 2' teropc 3" Iompo

BATTUTA A QUATTRO TEMPI

I~t J J J J 1

L........I L......I ""'--I ""'--I

fORTE DEBOIL MEUO DEBOLE FORTE

27

E'importante tenere presente che due 0 pili tempi di una battuta possono essere compresi in una sola figura,

I"tempo 2"tempo

." tempo 2'" tempo

." tempo 2" tempo 3" tempo

I"tempo 2"lempo 3"1empo

I" tempo 2" tempo 3" tempo 4' tempo

." tempo 2'" tempo 3" tempo •• tempo

, Sistema Jestanghettec

i l'i:FlrUJ ~ 1· i3'J~ 141JJr J J F :fWp'J

14l\e ~ ... J . JJ 3 J £Jlld

Comp/eta .'

l~iJJ I·· . ! .. I ·1 II

1* ! j J j .. I II

'fiH j I II

Camp/eta:

I~! J JlI~F FJ ll~j JII~ .. II 1'00 J F fll~F ·11 ~.. ·11 ~J r~ J II

I,~r 1100 ..1100 FJII~F J J II [;J JJ II

29

Ft~:rta ESE~IZ'O DI. •.

~

BATTUTA A DUE TEMPI

Ogni tempo rappresenta la durata di un quarto (J ).

I" tempo 2° tempo

Ad ogni movimento della mano corrisponde un tempo della battuta,

'CD 1'1
I I j I j I I;) I;) I~ ?l
J j j



I'
J IJ I j I I;) I~ I j I j
J



I' j J IJ IJ
I Ij IJ IF Ir




I' ~ 1%
~ IF .1 I J I j I I II
~ j


30

® I'i j] IJJ IjJ IjJ !;J IJj 13J IJJ 1 I' j J Ij j 1 J j 1 J J I j J 1 j J I j J I j--.t~

I' Jj_IJ~ IrJ IJtTIJ IjJ Jjpm I' fj I J J I r r 1 r r 1 r 1l j J I~ i j j J J

® I'i jJ IjJIjJtJ Ij31 jJI Jj t)j I' ftjj iJib IJJ I;JJJP4t--~ ~ J j I d I r J I j lELlJ FlU I d -~ t~ r J I j ti j I J &i I [;-j.;-j tj I

22420

31

IL PUHTO

II "pun to " e un segno che si pone a destra di una nota e serve a prolungarne il suono. Esso aumenta infatti la nota di meta della sua durata.

0=

0,,=

22420

32

Camp/eta:

f~J JjW j J J j J:J ;J

fl J :J j j Jr J. J 0

~tJ J

22420

BATTUTA A TRE TEMPI

33

Ogni tempo rappresenta la durata di un quarto (j ).

1° tempo 2° tempo 3° tempo
3 .J .J .J
4:
, /
, /
, /
, /
r' Ad ogni rnovimento della mana corrisponde un tempo della battuta.

® ~ I r---I ~ ~.
I I j. I I I I r' 1
J. d. r·

~ .

I' I ~. ~.
I 1 d. 1 j. IJ IJ ~I


J.

~ d. I ~.
j. 1 1 j. 1 1 j. 1 d. 1 1
~. 6J.



I' j. 1 d.
1 j. 1 j. I d. 1 j. 1 I~. II
~.


22420

34

® I' 2 J tj r;r--mJl J- I J lfJf.-g I' JjJ J I j. I j J I q I J lj±~

~ J=id tJ J J I J J J [t. I j J:J I J~

t$--JJJ IJTjJJ IlU~~ 3

® t' I-q-JJTI=-l=rn£Fj-JtiJ=f¥~ t _ -~f J~I-f:l~ f--~~~-=l -~--f r f J r +--~\__-h---~:~-.JJ--~:-~¥-I

- __ '-4£m1TI~-l~

~ f r-F I r-~FJFr1-~tti-JfJ-J;t:=-tj:~-=:~

35

BATTUTA A QUATTRO TEMPI

'Ogni tempo rappresenta la durata di un quarto (.J ).

1° tempo 2° tempo 3° tempo 4° tempo

4 4

Ad ogni movimento della mana corrisponde un tempo della battuta.

(?) I' rg;
i I I) 10 I.) I - I I, 10

0

0
I' I I) 10 10
I I) 10 10 I

0

0
I' I I) Ie 10 ~
10 I I) I I) 10



0
I' 1 II
II) 10 II, 10

0

0 -D e- 12420

36

® ~ I JJa~ 10 I JEJ 1_ 1JJJJ IJJaJ I

I , j J J J I & I j ~ J J I & JJ J J J: I & =

~ jTIJ I jJ aWl j W jJ 10 I J j Ja J,~,: --------j

I' ]Jaw 1-:- - IJJJJ iJjmiiJJJ 1&- ]

® r' j JJJJ rrrttmJ bH I WJJJ IJ J-ffl ~ pair; llJJJjtJ ;j ~ J ~

r' _ IJ J I JJlJ_jj J I JaJ!I;j ;j I I' aJ JJ hI j I wJaJ I ttJi11JJ3 1&11

22420

LA PAUSA

La II pausa II e un segno che indica il silenzio. Ad ogni figura corrisponde un segno di pausa della stessa durata.

37

SfMIBREVE

II

-

MINIMA r= -
SEMIMINIMA r I *
CROMA P I , 22~2()

Disegna Ie pause.

Pausa della semibreve

Pausa della minima:

Pausa della semiminima:

Pausa della croma:

I ,t ]

22420

PAUSA DELLA SEMIBREVE

(I

-

39

@ ~ J I --fB-F5JJJJrt--~ ~J 1----- FjJJ t J;JJ1 .JJ;JJ I;J JJP L-:d=tL-31 d-L.-.------J- ..... - I;J J_$

f)

2242()

-_

40

@ I@i J _~~ 3- IJ-:td:;j ,J ]]- J£-:i=lj ~ 1-

~ _ -J 1 ~ t==P _- Ij J JJ-J11r-r-~

Ef-J-I- - JJ J+rr l%r¥~~d

I' r r IT!

PAUSA DELLA MINIMA

\

\ \

<,

/

/

,/

r

-

--1- --~

--!if OJ d

41

® ~--=tt-=-=~~).ijrft~ I ~ ~~mJ~4f-t~=fJ~~J=J I j - ] ~ .----:: :=t+t=t=i~~/4~1~-eF*-+JW * ~_§

. --~~ ----~._~ -=-~ ~-__ ~ iF .______,-----------------'------

--tI.

PAUSA DELLA SEMIMINIMA

\ I

\ /

, /

-- , ...-

- -

F '

22420

42

@ ~ I J J J JIj J j 1 J j J IJ j * 1 I' J j J j IJ J j Jlj J ± I j - I I' J J 3 J U J j I d r r kr J j t~ I' jJjJ IF Jj 1* J*j I;] -~

~ JJJ] IJ JJ HJJJ IjdJsd

I' jJjJ~;] Jj IHlJ IJJ-t=H

I' JJJJ Ij Jj i-~ rr lfJjti I' r J j J I J LJ f I j J j J 1} - AI

22420

43

Sistema Ie stanghette :

I @i r l j ~) J - ~ F

"~

~ I @2 F n j d lhJ - F

I@! - j F F aJ - II

Sistema (e pause dove indicato :

* * * * * *
J I r r I j I J J I j) J J I IT II *

I't J

* * * * *

IFf Ida IJ a IJ

II

22420

*

r I

44

LA LEGATURA DI VALORE

o

o

o

La legatura e una linea curva ~ che puo trovarsi sopra 0 sotto due 0 pili note.

Quando Ja legatura unisce due note della stessa altezza, ossia due note poste nella stesso spazio 0 sulla stessa linea, si chiama " legatura di val ore ",

La legatura di valore unisee le due note e ne somma la durata in un

.

untco suono.

22420

45

@ ~ i t_J) I (J~J lJ~l I j~J J

I , j J I j J Ij J Ij J I J IJ lJ~a I

I' EO J U~R law Ij w lalw

I' a I j J I t1J J I j Ij W I j I J I

, ~ \_ /

' .~ -----

@) ~ I . a m J I J djJ J I j J j I J j j I ~ J J d -I J I;J J J)j J I a WI J ~ I' J j 3J) j J I j J U@· I a go H ~ W UW WI J jl__/FH J IJ~J II

((

22420

46

LE SUDDIVISIONI

Abbiamo detto che la battuta si divide in tempi. Essa si dice " semplice II quando ogni tempo puo essere diviso in due parti dette "suddivisioni ".

BATTUTE SEMPLICI

10 tempo r tempo

I" tempo r tempo r tempo

I" tempo r tempo r tempo 4° tempo

JOs.

I

I

2"s.

I I I
I I I I I
I I I I I
I I I I
I I I I I
I"s. rs. JOs. rs. I"s. 2"s. 22420 .

BATTUTA A DUE TEMPI

Nella battuta a due tempi si ottengono quattro suddivisioni.

@)r~i·nB I] ~ fin IJ

1° tempo r tempo
2 j j
4 /, /,
/ , / -,
/ '\ / '\
/ , / ,
W W
/Csudd. 2Csudd. 3Csudd. 4°sudd. 47

kf8JJ Ij i iffl±J . B

FJ 3 lprtfj J 1;-- *~

I' jJjJ Ij

Inn lEn Ij·· Ij

22420

48

@I&i J tD IF IMJ I; * IJ IJ Ija ill 1& j J I;; kr fi IJ llir n Ij * ]

ttl fil D a I r r I r * I r B I J ;1 I t U J Ij s laj U ; IS J Ij s j

1& R J I; ; 1:;1") J I; s W J I; II

@ ~~1r )_--I Jffl-ij $ l-j4 Ill:n I

rtfftlTJ-----------tpT=-4V * 11) * 4)1 * I

$=--¥T-Jpr---I:FJn 1-i- I flJ; It j~

~J"J=J=-_:_1+~U¥ffF 2Ef==n7Tf=--~-: t± i d

' -

~- f3 bl t- tJ IF] I flU IJ ······IJ 3

- --

~

~ 0

2242()

BATTUTA A TRE TEMPI

49

@ ~ i net n fJ I n et n W-~. =' ===a-m~-ru~·~==:=j:

t 13 n OJ I n fl1ttjt - tB-&!2 t 1 .. 1:::gj

Nella battuta a tre tempi si ottengono sei suddivisioni.

10 tempo ZO tempo 30 tempo
3 j j j
4 /, ,. , /,
,. , / -, ,. "
/ -, / , / "-
,. "- / , ,. ,
W W W
/Osudd. 2°sudd. 3Qsudd. 4°sudd. SOsudd. 6°sudd. ~ ~ fJ----vrn~J-·I2jjdF3l!~ *J

t j t1 n i131lIlI:;= t 4L±j. ....••...... f;F=ft~

'__ ~.-'

22420

50

@ ttl J ] J 119 J1 ] I fJ 1318 US J t I J ~ ~~ 1& HJ * Innn IP] * 18 tt iH_ I

t n ;1 iJ FFJ- I:J :JJ ffi;j ] 13 ~ ~E

'r ~tJrW~-H 1--] II J] t - I * J J I

u

;=l . L tPf t tt !BTI * £a IJ I).

II

22420

41

!1

P p

Q Q

p

BATTUTA A QUATTRO TEMPI

51

Nella battuta a quattro tempi si ottengono otto suddivisioni.

1° tempo 2° tempo 3° tempo 4° tempo
4 j j j j
4: /, /, /" /,
/ , / , / , /' -,
/' -, /' , /' -, /' -,
/' -, / , / " / -,
W W W W
IOsudd. 2°sudd. 3°sudd. 4°sudd. 5°sudd. 6°sudd. rsudd. 8Qsudd. @(1j

1&3 tiJntJ

IHJ I]

BJ3JJ J 4 J

Ij

-

-

J

-

2l

n !Jt I ~ £ - tt1
J
J ]
G . 2liJQ It 41 t D:ll

22420

52

@ 1$ I J W J W In n WEI r W W J IS J1 WEI ~ J JJ J 8a I J JJ J::T I _lJJJ3 IfD] J f ~. .~

1$ j JJ 3 3jJJ IJ H£l I j J J fa J J 3 10 ~ I 1$ aWoE IjJjJJ t IJ]3JJJJJ IJ3JJj * ~

I $ J :p 3 * I W . J J E fj j J J W J If';1 I

@ 1$ i * 11 JJ n 8J~~ 1* Jtl1lTI9J. dijp ~~ 1$ m t JJ I n j3 JJ J 3 1&. It J3$8 J I n J j

1 $ * :nJJJJJj1 J 1 J II t B I J fJ * IJI jjjJ JJjJJ 1$ =IE}. .BgfiJ ~Py ·!jJJ#PlAW jj

1& * n IJ 1* B J t 1* EfJ B1Bdg-t jjJjtf 3

22420

- - -

(I

o o

53

PAUSA DELLA CROMA

\

,

\

\ /

, /

JJ j

@~ i ~,;by 1)'1)\'1 I)'~' 1 J * 1 JK~"I 1 J d>£j

I' ), ~ 'I tt * Ip 'I Jl, i~Y~"I ~,J, IJ *

I' J¥}¥ I}'f Ji¥

I l _- Jh
I l. I I J1'f I
l*i ;'1 ~ ~ 7 }'f
I)' ~5 I )' .~ I rt7 Ji' I)
• Jl .-
117 l. I J'! I lY I;) II
J5Y j ~ l. ~
J~ J)
, 22420

54

GH E E' STATA FELl G E DI CONOSGERMI!!

22420

55

LA SCALA DI DO

o (I 0

La scala e una successione di otto suoni dctti "gradi" di cui I' ultimo e la ripetizione del primo.

II primo grado e il piu importante perche da il nome alia scala.

I II III IV V VI VII VIII

Le note che procedono dal grave verso l' acuto formano Ie scale ascendenti, quelle che procedono dall' acuto al grave formano Ie scale discendenti.

22420

56

SCALA ASCENDENTE

I~ -& 0 0 n 0 0 0 n

Scrivi i nom; de,/e note della scala ASCE.NDE.NTE.

E

DISCENDENTE \

SCALA DISCENDENTE

....g..o

0. II 0

I) 0

I,

22420

57

" I I of"

, '

oc * 1'3 * n 1 D JJ F F IJ n J !JiJ F F m

F2 J nJ n IUF £JJ IJ nnr ICUll ~~ I' ; J j J n ~' 1 *1 1 J J J J , jl, P 1 r

J II

22420

58

LA SINCOPE

La "sincope" si veri fica quando in una battuta la prima e I' ultima figura hanno una minore durata rispetto a quella 0 quelle interrnedie. In questa caso si ha uno spostamento dell' accento.

Esempi:

Segna can una crocetta Ie sincopi present; nei seguenti esercizi.

j

I}J]I ~ II

II

II

22420

59

'iO'~ F ;giLa 13 J ~n1j lig) IBE I

~ '0 -. ~. ',-,'

~ 3 ) IRJ IjQJl7 139 g1913IJ J I

<:»

~-IrP I J - n I r IT I P f ) I 1'r ) I J J $ I

~ J)J j It fir f I un LA t I r 91

¢=d"1 ~ j fi J J I J J I J J 1) I 3 J I) * II

..... _--------._ ....

@~§ pjJdJ J 1;;1 n IJ IH P IJlJ j I

~ f]iJ L;p3Jkrr IJ ,JI'Jj, IJ

~ fJ pI) r ,p I j r j I jQ J I J I t ~ I

u J

,au IOJ It J IF t:r IEJ'p I,J 'i I

I' flSll * I p 'i ~3~ 'i EJ I ~ F ~ I r II

22420

60

@ I ~ i ] ]j J I J J) 1 I r neTIc r' I ] J1J ]

1& - j JilIJ J Fir g J I J r r Cit J J~

1& F C ErcrillJ)J IJETlr JJillr--=g It * J * Mn nmr- III * JO 1* J1rffl ~ yJYJ Ii] YJ IJJiJ t_JJd J IG ~

@I~i Jr F 11] IT ] IJ Ed IJ lJJJI* F j ~

1& eM iJlr PJ lJit nyc Icrt F C 12 Et ~ ~ err IcE rJ * J I cr IT IJ d] I i} r tllJ j fl 1& ]jJJJ tiLl II 113 E aler E jJl:l j F j

1& JJJJr F IJ j J IF J ij1J)4J J 3 IG ~

f!IJIIiJ q P

f / P

, .- !!!lIP

61

LA SEMIMIHlMIl CON IL PUNTO

c

...... \ 1/ .......

i

La semmunnna con il punto e eguale a tre crome e quindi a tre suddivisioni.

J

______ 1 ,J.

2 ~ nl ~ n I J II
4
U-NO DU-E U-NO DU- E U-NO DU-E
2 ~ nl ~ n I J II
4
....._" ......._"
U-NO DU-E U-NO DU- E U-NO DU-E
2 ~- j)1 J - ~ I J II
4
U-NO DU-E U-NO DU- E U-NO DU-E 22420

2~-U)

63

@~ 1;1+8 Dm- IF IgD Ir-tfd

" '-._.../

'-.__..,.

~ FEll)' iJ 11 I Fij I i1rkj ~

<c.:>

~ D nlll).-} 12- ;\ reF . IJ ~~

* 4. '12- 1'1& tJlllib I~ }JIJ1J g rt 1. .. in··. £ IF I [lFl 8. j IJ AI

@I~; (iJlj3Z IrgluUIF Fjr' ~~ ~ J J jl kfiJ· ~ I F r I r=cJ I r F 4

It if - 1* n IR D I])J. IJd 10111

~~ -----c..-r~ --+----+CJ .---'----------..~_____'_______________L ~ ~___,____"._.. '-----------'---. • .0----------+-. ________,

~ J FI~r· IF 1= IJ. l14;0l§ I

~ j JllJul J. j I r' j I J1 JD U II

22420

64

@ I'll )j I J I J. }lfA OJ. I]. jj II ij I

I' l AI I J I r P r 1Ft Fir· jlJ 3 r ~

I , J r J I J Jd I J P J I IT FIE ¥ J} r f1J Y iIi

I' fl, ~* 1* J P IJ. )1 * IJ JiJ IJJi== )IJ ~J~ * J. l J I r· Ij.)j I J. J; lJ.ij I). 51

@) ~ Il 1 l.At J I n 3a J J g. l F : ~

I' F· .N. ll£P3r * 1* r iJV IF J (A

I' J= J J I J fJ ;J *. -)/]3] IJ J r 'I

I' 'PJJ J] IJ f.jJ !j 13 * J IfjJJUr

I' . l lJ J I JJ 33 t J I j. J1J. j 10 II

Q Q II p

22420

65

LA SEMICROMA

Le figure musicali sono sette e finora tu hai imparato solo lc prime quattro: semibreve, minima, semiminima e croma.

Adesso conoscerai una nuova figura: la "semicroma ".

-
.....
...
...
,
\
\
I \
I I ...... _._
\ ,
\ I
\ I
, I'
"
... /
....
........ __ ..... "'" DENOMINAZIONE FIGURA DURATA PAUSA
Semicroma )1 1 ~
o sedicesimo '16 n -

j J J J

-

-

.J

22420

66

Sistema Ie stanghette:

22420

2 3 4:
4: 4: 4:
n - I suddivisione
-
J J J J
- I tempo
- 67

@~lJJjJ l:n,al IjJnni'll;] tilJOJ A

I' na]J ·1 ffl'5njj 1J'j}jj I r

I' J ... ED J J Dl]ul Efcrr IOn I) ~ I'JJJJA ICEClCJU lt1lHLV TIJ~ I'r J§J]lrnJ}IJnljl) 1)11

~

22420

22420

ews:a ~

~ ~

22420

70

@~I j a 3 1* ttl mY * iftJ /1 fJd

1£ m J J Wit D * 1 3M £~ J I r .. • I

~ , ,

* FQU If FE] I.P_tWsf= C j

~

)i I) JJJjW J

@ ~ I jJa gfFI __ r ! JJjjJ 11JJJ =g

I' _3 * F I_a t 3 .1@JjJjWJnJO#d

I' r i . a In W .1 a J JWUJ@ 1

I' ~Ja R}a I_leAr * r

22~20

71

~ 81 If m at I BfCJfi Me £f I r r r J I

£ '·5 tU P J2 't p' I r= . J II

I~ ~ r p ~ ~_

u

22420

72

@~I J J jJj r IjJJJJ _I/J J j J IJJJJtjj I I $ J :Jl.O j jj W iJ JJ J J 1 fJ j IJj $31 r r i1 j ~

1$ ~ m rgm 13 F In_iJj% p:J. ·1

. J1-

1$ is Q ill J 1* j rttr hJ JZJhJ IJIBE j

~ r * iJj] IbjJ _ldJ J J _Wh· I

@~i J j JJ n InjJ]jJjJ J Ir -=j j J JE ~ fl~JlJjj J I gIn; fji JA _0 r d ~ JEW F U IglfttRtJ j I DE ill1Er (R 1$ 6f1~Jjy-y}jhf]j 1 11 J J J j JV I; L&#tt 2J

. ~ ~ n 7 Jj 7Jj ~ 1U1iD l r I" 231

22420

LA CHOMA COR IL--PUHTO

La croma can il punta e eguale a tre semicrome.



73

2 4

2 4

2 4

rn rn I rn rn I

nnl

II II II

22420

Trascrivi nel rigo di sotto Ie seguenti battute sostituendo la legatura can if punto.

II

22420

75

~I&i r OIJalJ £JllJ Id@]IUU I

~ U', \J \_)

~OnlJ Imi~lj lJ4y IP=tJl

t'W- If }IJ fJl £1£11 or; I flU 1 I' ·rmJ211lJJtJ} jt If Ji. fit OJ.] I £1gl 1& £1Jh.@I[J[f Irg.JTI li]flljl

U

@ 1'1 J]8Rj1J mlfr r .IJ.· j J I{Dr ~~ r' rto n I JJ1 p I J tf I P r I U Hi J I I' rJJTI au r IJ i3 19' I r [P I fj ~ I ij ctrUEJIHU 8lIft'IUE.1llJ. ~ijl ~ J. ) J Tf 1)}DIJ0 J I fttli 1;1. ~

22420

76

® ~*8 an rl J r/ Ubi earn Jjj5J 1,£100 J Ij. }j.J5lnnr; J ~

I' J. _tn I) jtf5a .. ··QlbfiDR ~j I' 1 P n 13 [11 f L 1!j J ~ ffl jt. oi2J a I is J fIlm-- [ JIG F-l'1 J. ..• tBS!lfL_dd_·.n __ J]

u - w= G

@~I L J1 tIO 17J€) rl1J It r i-·· JdTITI I' ~)j. a r f : IE 01=-$"# *t[t1 rUt I I' J tap·].·; I JJ3rJ .. * .. g PfjJ·r·

l'rutfJjJjS=IJ. jMlfttn JfJ- -I Ii n * J J. 01 fj1 J JjJ J I· II

'----" G

00 00 0 ° 0 0

O 0 0 0 0

ooooao C

000 "'Jr 0°.

o ~ 0

~ 0_0 ..-

~-

E AIJESSO, UNA

t!mJI RI PAS SATI NA AL SOLFEGGIO ...

22420

o

ESERCIZI IN CHIAVE DI BASSO

• •

77

@Wi j Ij IJ r Ir s Ir Ir Ir r If S

19: r LE, IF r IF , +r If If r Ir t

t2L r Ir IF r IF t If If If F IF *

If): r It IF r If t IF IF IF r IF *

I;): r If If F If s IF F IF f IF f lIT

15): J r IF F IF F IF r Ir* IF r IF r IJ II 22420

78

@1~):If" if * It IF * IF" 4r r tr- IJ I

19: J . I r * I r", I IF * IE" I rr r I Fr r I J ?l I~: -et IFF In IF J MifF I*IT IEFr]

f% Frrlr- / nit F IF F If M-r Jlr r I

[2: t r IJ Inrc liffJfrr pi If" IJ:gj

@W19 0 1° I" 1ft Iff Ff IrsLJ

w f t IF F 1° ·1- F IF r IF Alo J- F 1

[2: r i ; j J;.. # - I F - ; r - I r - I " ~

I~l f t IF NF r IF ;j jo I.. 10 1- J d

~ ---1 Q t(~

j2= J ;j I <J - d l1_ d ¥ r ItJ f-=t TIL£ I _Ell

SEI UN TAPPETTO COME H~ H~

LA CHIAVE 01 BASSO!; 1"1"- 1"1"-

22420

79

@)WI t FE If FF I r r Fir - I r Fr I r F r I w j r Sf -I * r d It F sri s F * r 1* r J . I

[?: JrFF IFrJ :tfi:te f#rlsJr* Isert I [9: s r r r I r J J r I r r r r I J * r I F J r Nt r :l r I

w rlJJ IjJjj IJJJJ WJJJ l:fJJJ 1& I

® 53i r ~ I r ~ I J. ~ I r IS J I r r

w sri r r I r IT Irs I cr U If I

W U UattEf If I U C1 I EJ U I a u I

t% EJ E1 IJ 13..; IJ. Jllr ~ IF

w= n a Inn I £J sl I:J~ n I J J I j II

22420

80

22420

81

Che coste la chiave ?

........................... " ..

Cosa sana Ie figure ?

Che coste I'accento ?

" III " " " " " " ,.. " " ..

Che coste if ritmo ?

....................... ,. " " .. " " " " ,.. " " .. " ,. .. III ..

Che coste 10 battuta ?

.... " " .. III " " " " " " " " III " " ..

Che coste la pauso ?

.. " " " " " .. " " .. " " " " " .. " .. " " " " " ..

" " " .. " " .. " .. III '* • " .. " " " " " .. " " .. " " " ...

22420

82

Che cos'e if punta?

.. 110 " " III III 110 III II ..

,,_ /i

/

-._-----

Che cos'e /0 /egatura di va/ore ?

..................................................... III '" III III ,. ..

Che cos'e /0 sincope ?

............................ "" .

Che cos'e 10 scala?

III III III .. ,. .. III III III ,. ..

,



22420

788872 074978