Sei sulla pagina 1di 18

Matteo Egizio

(1673 - 1745)

Lettera a Paolo Mattia Doria


sul

cavaliere de Folard
e la Disciplina Militare antica e Moderna

3 giugno 1735
EGIZIO, conte Matteo (Napoli 1673 - 1745)
Erudito umanista, Regio Bibliotecario. Salvatore Ussia, L'epistolario di M. E. e la cultura napoletana del primo
Settecento, Liguori, 1977.

Lettera all'Illustrissimo signore D. Paolo-Matteo Doria intorno alla Disciplina militare antica, e moderna, 3 giugno
1735. In Opuscoli volgari, e latini, Napoli, nella Stamperia di Angelo Vocola, 1751, pp. 43-56.

DORIA, Paolo Mattia, dei principi di Angri (Genova 1662 - Napoli 1746)
Matematico, filosofo politico e storico delle istituzioni, neoplatonico, amico di Vico e studioso di Cartesio, autore, fra
l'altro, di saggi Della vita civile e Dell'educazione del Principe. La sua Idea di una perfetta repubblica fu
condannata al rogo nel 1753. Paola Zambelli, "Il rogo postumo di P. M. Doria", in Ricerche sulla cultura
dell'Italia moderna, Toma-Bari, Laterza, 1973.Giulia Belgioioso, Altri manoscritti di P. M. Doria, Congedo,
1979. Paolo Mattia Doria fra rinnovamento e tradizione Atti del convegno di studi Lecce 4-6 nov 1982,
Congedo, 1985. Mario Proto, Guerra e politica nel Mezzogiorno: Doria, Vico, Genovesi, Lacaita, 2004

Comento di P. M. Doria ad una Lettera del Sig. Marescial di Schulemburg al Sig. Cavaliere de Follard, [si tratta di un
parere richiesto dal duca di Berwick, nel 1731, a P. M. Doria sulle idee di Folard, al quale viene rimproverato di
non aver compreso né l'arte della guerra degli antichi né quella dei moderni. V. pure EGIZIO]. [BNN, vol. XI,
ms. 28. Doria, Lettere e Ragionamenti varj, 1741, Rag. VII, p. 719 "tengo ancora inedito un Comento ...". G.
Belgioioso e M. Marangio, Manoscritti napoletani di P. M. Doria, Lecce, Congedo, 1982, V. Franco Cardini,
Quell'antica festa crudele, 1987, p. 317. Jean Chagniot, Le chevalier de Folard: la stratégie de l'incertitude,
1997, p. 287].

Il capitano filosofo, opera divisa in due parti, dedicato a James Fitzgerald, primo duca di Berwick e duca di Liria
(1670-1734), Napoli [in cui contrappone il platonico Onosandro all'Arte della guerra di Machiavelli, giudicato
grande politico ma pessimo trattatista militare], Nella Stamperia di Angelo Vocola, 1739. [Ayala, p. 22]. P.
Lacaita, 2003, pp. 590.

Il commercio mercantile. Ragionamento in cui si da l'idea dell'essenza del Commercio.1741 [BNN, vol. VIII, ms 23.
G. Belgioioso e M. Marangio, Manoscritti napoletani di P. M. Doria, Lecce, Congedo, 1982, IV].