Sei sulla pagina 1di 1

Avvenire 02/17/2011 Copy Reduced to 73% from original to fit letter page Page : A13

Studente in carcere per mafia. Dubbi da Strasburgo Co


Fo
DA MILANO NELLO SCAVO in panne) fece da autista ai familiari di un latitante. scagionerà mai l’amico di un tempo. Non restano COSE
«A mia completa insaputa», va ripetendo il che i pentiti. In questa storia ce ne sono due e assass
U n laureando, un aspirante uomo d’onore, il
guardiano del camposanto, il boss e una
condanna che non torna. I protagonisti del giallo
giovane che sta scontando la pena in carcere. A
questo punto comincia una telenovela giudiziaria
che l’avvocato Augusto Sinagra ha messo nelle
sono fratelli: Beniamino Di Gati, custode del
cimitero nel quale seppelliva quelli che Maurizio
(capomandamento ora collaboratore di giustizia)
del Va
ferito
vente
alla siciliana ci sono tutti. Una trama che nei mani della Corte di Strasburgo. I giudici europei faceva ammazzare. Il primo definirà il giovane c’è an
prossimi giorni sarà esaminata dalla Corte dei hanno deciso per l’ammissibilità del ricorso, Sbalanca come «avvicinato». «In che senso?», gli porta
diritti dell’uomo di Strasburgo, pronta a inserito tra quelli da trattare con urgenza. chiedono i pm. «Dico avvicinato perché era fucile.
bacchettare nuovamente lo Stato italiano per le Sbalanca non è mai appartenuto a famiglie molto amico di Luigi Gagliardo, non perché ha vende
lentezze con cui il sistema giudiziario risponde mafiose. Quattro corti lo hanno messo nero su avuto un ruolo». Poiché il reato di “amicizia cogna
alle istanze dei detenuti. Stavolta il colpevole ha la bianco. Anche la Cassazione ha stabilito la sua sbagliata” non figura ancora nel codice penale, agli che u
faccia perbene di un laureando in Giurisprudenza, «non intraneità» nel sodalizio mafioso, investigatori serviva qualcosa di più. La lite pe
siciliano di Racalmuto. Ignazio Sbalanca era il nonostante questo confermando la condanna per domanderanno direttamente al capocosca, del lat
perfetto insospettabile. Almeno fino a quando favoreggiamento. In apparenza una Maurizio Di Gati: «Sbalanca – assicura il capoclan d’abb
non ha incassato un verdetto a due anni e otto contraddizione su cui Strasburgo intende fare – non c’entra nulla con la mafia e non ha mai due c
Ignazio Sbalanca è in carcere mesi per «favoreggiamento aggravato» di Cosa chiarezza. Per sbrogliare la matassa ci vorrebbe avuto comportamenti mafiosi». Delle due l’una: o titolar
nostra.Tutta colpa – sostiene la difesa – di una Leonardo Sciascia. A cominciare dalla fine. Appena Sbalanca è in galera per sbaglio, o Maurizio Di elettr
per favoreggiamento cortesia fatta all’amico sbagliato: Luigi Gagliardo, Sbalanca verrà a sapere che Luigi Gagliardo puzza Gati non è quel pentito attendibile sulle cui tempo
ma le prove a suo carico ragazzo tranquillo (nipote di due agenti di polizia) di mafia, troncherà con lui ogni rapporto. E lo fa, dichiarazioni si fondano decine di arresti e all’util
ma che in realtà sognava un posto al tavolo dei per un centro piccolo com’è Racalmuto, in condanne. La giustizia italiana non è riuscita a maggi
sono contraddittorie “mammasantissima”. Una volta, con l’auto maniera plateale.Troppo plateale. Gagliardo, nel sciogliere questo nodo. A Strasburgo si chiedono perch
prestatagli da Sbalanca (gli disse di essere rimasto frattempo arrestato, forse per ripicca non se in carcere non ci sia un innocente. gestiv

BAMBINE Una nuova ipotesi


investigativa. La lettera
SCOMPARSE di Schepp sottoposta
a un pool di psichiatri

«Le gemelline forse


ancora in Svizzera»
Sull’auto del padre nessuna traccia utile
DA MILANOBICE BENVENUTI repertati fango, terriccio e quanto si pensasse. In definitiva
vegetazione ora all’analisi della l’uomo potrebbe aver affidato le
i infittisce il giallo delle scientifica. Infine, rispondendo a figlie a qualcuno o, nell’ipotesi
S gemelline svizzere scomparse,
anche se resta sempre un
tenue filo di speranza. Ora c’è una
chi gli chiedeva se pensasse che le
gemelle sono già morte, ha
risposto: «Ho la convinzione che le
peggiore, averle uccise o in
Svizzera o anche in Francia. Molto
meno probabile che lo abbia fatto
nuova suggestione: le bambine dobbiamo trovare». in Italia, anche se ieri sera a Chi
«potrebbero non aver mai lasciato La presenza dell’uomo a Marsiglia l’ha visto? una telespettatrice ha
la Svizzera». Lo ha detto ieri il è confermata da molti segnalato di aver visto Schepp in
procuratore di Losanna, Pascal avvistamenti e soprattutto da un fine settimana di metà gennaio
Gillieron, a margine del vertice alcune videoriprese che lo in un paesino del comasco insieme
svoltosi tra polizie italiana, svizzera ritraggono sempre da solo, per alle gemelle e a una donna. In
e francese che si occupano della esempio quando si reca al realtà la parola che ricorre di più,
scomparsa di Alessia e Livia. «È Bancomat a prelevare quella per ora, è «ipotesi» e si torna ad
ovviamente una delle ipotesi – ha somma di denaro, circa 7.500 euro, analizzare la figura dell’ingegnere.
precisato Gillieron – che non che poi invierà da diversi luoghi La lettera con la quale egli ha
dobbiamo escludere. Abbiamo ma soprattutto dalla cittadina informato la ex moglie di aver
effettuato ricerche che sono foggiana. La presenza in Corsica ucciso Alessia e Livia, è stata
risultate vane, ma ripeto che una delle bimbe viene avvalorata solo inviata ad un pool di psicologi che
delle ipotesi è questa». Dal canto dai biglietti per l’imbarco sul dovranno stilare un profilo
suo il procuratore di Marsiglia, traghetto acquistati dal padre psicologico dell’uomo. Anche
(nessuno sembra averle viste questo, ha detto il procuratore
sull’imbarcazione) e da alcune Gillieron, è un tassello importante
Inutilizzabili i frammenti testimonianze oculari che però per capire «cosa si è mosso nel
del satellitare potrebbero essere meno solide di perimetro di Matthias Schepp». Le gemelle Livia e Alessia Schepp

dell’ingegnere suicida
ritrovati a Cerignola
Jacques Dellest, ha aggiunto che
«tutte le ipotesi sono aperte e non
«Strage di Brescia, quadro incoerente»
escludiamo ipotesi sorprendenti».
Secondo il procuratore «diverse DA BRESCIA CARLO CASSAMALI mente schizofrenici. Ed, infatti, struire una verità “processuale” ralmente di quelli per i quali sus-
Copyright (c) Avvenire
sono le ipotesi, così come diverse in base alle regole oggi vigenti, February
per ogni imputato17,
del2011 12:50
medesimo pm
sista/ la
Powered bydiTECNAVIA
impossibilità ripetizio- / HI
sono le chiavi di lettura» della n verdetto “spiegato” in potrebbe giungersi a ricostruire reato, a seconda degli elementi ne). In sostanza il processo pe-
vicenda. Al coro si è aggiunto
Alfredo Fabbrocini, dirigente della U 435 pagine. Sono state
depositate le motivazio-
un fatto differente (sebbene na-
turalisticamente identico) per o-
utilizzabili nei suoi confronti. In
altri termini, anche alla luce del-
nale non serve a stabilire la verità
su un accadimento (costituente