Sei sulla pagina 1di 1

pag

20 tempi moderni novembre 2009 di Mimmo Attanasii

Marco i versi del poeta spagnolo, naturalizzatosi nella capitale imperiale,

Valerio
Marco Valerio Marziale. Scarso sarebbe stato il successo.
E allora, si riparta dalla gavetta: un appello a Simona Ventura
affinché promuova la candidatura all’Isola dei famosi per tutti quei

Marziale
derelitti del sesso, non già vittime di se stessi, ma di un voyeurismo
cronico che impregna alcuni strati della società.
«Togliere la “dipendenza sessuale” a un italiano è come chiedergli
di evitare la cadenza musicale quando parla» (Celia Walden del
quod pectus Daily Telegraph).
“Quod pectus, quod crura tibi, quod bracchia uellis, quod cincta est

C’
breuibus mentula tonsa pilis: hoc praestas, Labiene, tuae – quis
è chi ha il vizio del fumo e ci sono i fumatori; quelli che nescit? – amicae. Cui praestas, culum quod, Labiene, pilas?”
fanno l’amore e chi si spazza per strada la prima che in- (Se il petto ti radi per bene, e le gambe e le braccia, ed il pene è
contra, che se non respira più va bene pure se è ancora rasato con ottimo taglio, tutti lo sanno, Labieno – non mi sbaglio! –
calda; chi si compiace come parsimonioso e l’avaro che si stringe che lo fai per l’amica del cuore. Ma per chi depili l’ano. Questo, poi
forte al petto la borsa dei denari; da chi è matto nel villaggio a è un arcano). u
chi, colto continuamente da follie pericolose, diviene d’incanto un
singolare, un insolito eccentrico, un simpatico stravagante perché
figlio di professionista facoltoso piuttosto che un signorotto locale
appassionato a dispensare favori dalle segreterie politiche sempre Il libro
affollate. Peccati, sensi di colpa, rampogne e reprimende morali;
allegorie e parabole testamentarie ci fanno compagnia durante il Tratto da
nostro cammino mondano. Se è vero che l’uomo senza vizi è una
minestra senza sale; se, nientemeno, potrebbe bastare l’avvalersi
“Il Miele”
delle prescritte modalità d’espiazione per mezzo di sacrifici di ripa-
razione, dettate da qualche parte, nell’Antico Testamento (Levitico
di Tonino
4 e 5), a questo punto, non ci resta che piangere sul latte versato
e addebitare, com’è in uso da qualche tempo immemore nella
Guerra
penisola italica, le colpe, ancora una volta, alla tradizione D.C. Maggioli Editore
E mo’ che ci azzeccano i Fanfani, gli
Andreotti e compagnia bella? Canto Sedicesimo
Nulla. È che però, nei secoli dei se-
coli, del dopo Cristo, con l’affermarsi Una volta veniva un sacco di gente a fare penitenza
delle confessioni cristiane - cattolici, al ponte delle candele perché domandavano la grazia
protestanti, ortodossi, testimoni di per dei soldati che erano in guerra, per delle storie d’amore,
Geova, mormoni, etc., - i Vizi capitali, delle malattie, per avere dei soldi, la giovinezza, delle voglie nascoste,
definiti da Aristotele come “gli abiti per esempio molti non avevano più un’intesa con l’uccello,
del male”, hanno acquisito una forte se gli dicevano: pronto? Lui rispondeva: no!
caratteristica, un’eccessiva sensibilità Bastava passare sopra il ponte fino alla croce del mulino
al senso di colpa, che inevitabilmente conduce al disagio mentale, con una candela accesa che non si doveva spegnere.
assolutamente prima dell’espiazione del peccato. Però tirava vento, un’arietta che veniva giù
Le cronache politiche sui gusti sessuali degli amministratori dalla montagna e le mani facevano fatica
pubblici in libera uscita hanno suscitato polemiche e sguaiataggini, a tenere coperta la fiamma e allora prova, riprova, un mese, un anno...
come per il Governatore libertino che si è fatto sorprendere in mu- A una vecchia che stava arrivando in fondo
tande, mentre disquisiva di cattedre filosofiche con i trans Brenda le hanno preso fuoco i panni e si è bruciato ranno e sapone.
e Natalie. C’è chi sostiene che nella vita privata uno può fare ciò
Fu da quella disgrazia lì che la gente
che vuole e chi afferma il contrario. Una domanda impertinente ha
ha smesso quella devozione e non arriva più nessuno.
attraversato la rete con blogging a raccogliere pareri ed impres-
sioni di chi si fosse ritrovato all’improvviso in una sala operatoria, La domenica passata ho dato un’occhiata al ponte
per un intervento alle coronarie, dinanzi ai baffoni a manubrio di un e ho visto il figlio sciocco della Filomena
celebre ed illustre chirurgo, che però, per gli amici della notte, si che aveva in mano una candela accesa.
farebbe chiamare Samantha la selvaggia… ‘mbé, non proprio tutti
La fiamma era dritta e non la muoveva neanche la brezza
possono fare quel che gli pare.
che veniva giù lungo il fiume. Quale grazia domanderà?
Lasciva è la mia pagina, ma onesta la vita, è un epigramma che
Una vita normale o andare avanti con la sua testa matta?
mal si adatta ai giorni nostri. Il governatore avrebbe potuto citare
Prima di arrivare alla croce del mulino
che era lì a due passi, si è fermato e ha soffiato sul lume.