Sei sulla pagina 1di 1

Il progettare giardini come forma di espressione artistica Page 1 of 1

Il progettare giardini come


forma di espressione
artistica
In questo corto articolo desidero mostrarvi in che modo la
progettazione dei giardini sia simile a quelle che vengono di
norma considerate arti.
Infatti, alla stessa maniera che in diverse forme artistiche,
progettando i giardini chi fa il progetto utilizza anche le sue
emozioni e zone profonde di sé.

Quello che accade è quindi che per giungere al progetto finale,


chi fa il progetto inizia da una sua idea personale e soltanto
abbozzata, per renderla più ricca dopo con risorse che
provengono almeno in parte dalla propria sensiblità.

Prima di andare avanti vi segnalo questo sito


www.progettazionegiardini.info, che si occupa di possibili temi
riguardo appunto alla progettazione di giardini..

Man mano poi che la proggetazione del giardino va avanti e il


progetto si fa maggiormente chiaro e delineato, pure l'idea di
base si esprime di più completandosi e arricchendosi.

Tutto ciò porta infine al progetto finale, nel quale ciascun


elemento è definito pienamente e pronto per venire realizzato
nella realtà.

Un processo paragonabile è quello che si ha ad esempio


quando un architetto fa un progetto. Anche quì si parte da
determinate necessità esterne e si giunge man mano a
definire un'idea che dopo si realizza in maniera completa nel
progetto definitivo. In questo processo l'architetto usa la sua
sensibilità artistica e le sue facoltà, e la stessa cosa fa il
progettista dei giardini con il proprio giardino.

Ma per entrambi l'obbiettivo è la realizzazione di quello che è


stato progettato, in modo che l'idea entri materialmente nella
realtà dove tutti esistiamo nella propria forma compiuta.
Questo esplicito parallelismo tra la progettazione di giardini e
l'architettura è proprio quello che induce a ritenere il
progettista dei giardini un artista alla pari degli altri...

Piè di pagina

file://E:\TEMP\progettazione-giardini-come-arte.html 05/02/2011