Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it - http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 20 GENNAIO 2011, N. 1806

Rileva

Con sentenza 19 Novembre 2009 il Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di ....... ha
dichiarato non doversi procedere “perché il fatto non costituisce reato” nei confronti del Sig. (...)
quale Legale rappresentante della “(...) Srl”, in ordine al reato ex art. 5 d.lgs. 10 Marzo 2000, n. 74
contestato per gli anni 2003-2005. Accertato che la società aveva omesso di presentare le
dichiarazioni IVA per i tre anni in contestazione ed omesso di versare la relativa imposta, di
importo superiore alla soglia di punibilità fissata dalla legge, il Giudice ha ritenuto che l’assoluta
estraneità del Sig. (...) emerga dalle dichiarazioni del Sig. (...) commercialista incaricato
dall’imputato di curare la contabilità aziendale, il quale, sentito ex art. 210 c.p.p., ha attribuito al
proprio studio professionale la responsabilità dell’omissione; tale versione dei fatti troverebbe
conforto, secondo il Giudice, in alcune circostanze obiettive, puntualmente indicate a pag. 3 della
sentenza. Inoltre, sempre in motivazione si legge che in atti non vi sarebbe per alcuna delle tre
annualità prova certa del superamento della soglia di punibilità. Avverso tale decisione ricorre il
Procuratore Generale presso la Corte di Appello di ........ A parere del ricorrente la sentenza
impugnata è affetta, in primo luogo, da vizio di motivazione apparendo del tutto illogico che una
persona in buona fede circa la mancata presentazione della dichiarazione annuale per più annualità
non avesse consapevolezza quanto meno del mancato versamento dell’imposta dovuta, il cui
ammontare si collocava ogni anno nell’ordine di alcune decine di migliaia di euro. ..........

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-20-GENNAIO-
20112c-N-1806.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Segui Fisco e Diritto anche su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/fiscoediritto