Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it - http://twitter.

com/fiscoediritto

LA MAPPA DELLE NUOVE SANZIONI TRIBUTARIE (LEGGE DI STABILITA’ 2011, N.


220 DEL 13 DICEMBRE 2010)

Operative dal prossimo 1 Febbraio 2011 le nuove regole per l’estinzione agevolata delle violazioni
previste dalla Legge di Stabilità 2011, ora più onerose per i contribuenti. Di seguito il dettaglio
completo:

- Ravvedimento Operoso (art. 13 DLGS 472/97): per le violazioni commesse a decorrere


dalla data predetta, le riduzioni si riducono ad un decimo del minimo per l’omesso
versamento regolarizzato entro il trentesimo giorno e per l’omessa presentazione della
dichiarazione annuale sanata entro il novantesimo giorno. Si riducono invece ad un ottavo
del minimo gli omessi versamenti regolarizzati nel c.d. “termine lungo”. Le violazioni
commesse antecedentemente al 1 Febbraio 2011 mantengono le riduzioni precedenti.
- Definizione agevolata delle sanzioni (artt. 16 e 17 DLGS 472/97): riduzione delle sanzioni
da un quarto ad un terzo per gli atti emessi dopo il 1 Febbraio 2011. Nulla rileva che la
violazione sia stata commessa in data anteriore a quella indicata.
- Accertamento con adesione (artt. 2 e 3 DLGS 218/97): riduzione da un quarto ad un terzo
delle sanzioni per accertamenti di imposte dirette, indirette ed IVA. La riduzione, seppur in
assenza di riferimento esplicito, dovrebbe essere applicabile anche alle adesioni ICI di cui
all’art. 59 DLGS 446/97.
- Acquiescenza / Rinuncia all’impugnativa (art. 15 DLGS 218/97): riduzione da un quarto ad
un terzo delle sanzioni per gli atti emessi dopo il 1 Febbraio 2011 e riduzione da un ottavo
ad un sesto delle sanzioni nel caso in cui l’avviso di accertamento non sia stato preceduto
dall’invito a comparire.
- Definizione degli inviti al contraddittorio e PVC (artt. 5 e 5-bis DLGS 218/97): riduzione da
un ottavo ad un sesto delle sanzioni applicabili per gli atti successivi al 1 Febbraio 2011.
- Conciliazione giudiziale (art. 48 DLGS 548/92): per i ricorsi presentati successivamente alla
data del 1 Febbraio, le sanzioni applicate saranno nella misura del 40% dell’irrogato.
Precedentemente erano pari ad un terzo.

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Segui Fisco e Diritto anche su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/fiscoediritto