Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it - http://twitter.

com/fiscoediritto

CASSAZIONE – SENTENZA DEL 19 GENNAIO 2011, N. 1549

Svolgimento del processo

Con la sentenza in epigrafe la Corte d'Appello di .......... confermò la sentenza 6.6.2008 del giudice
del tribunale di .........., che aveva dichiarato (..) colpevole del reato di cui all'art. 5 d. lgs. 10 marzo
2000, n. 74 perché, al fine di evadere le imposte su redditi e sul valore aggiunto, non aveva
presentato le dichiarazioni annuali dei redditi e dell'IVA relative all'anno 2001 con conseguente
evasione di imposta pari ad oltre un milione di Euro per l'IRPEG ed a poco meno di un milione di
Euro per l'IVA, condannandolo alla pena di anni 1 e mesi 4 di reclusione, oltre pene accessorie.
L'imputato propone ricorso per cassazione deducendo: 1) violazione e falsa applicazione dell'art. 5
d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74, in relazione all'artt. 2, 3, 4, 5 d.p.R. 322/98 nel testo all'epoca vigente;
2) violazione e falsa applicazione degli artt. 42, 45, 46 cod. pen. ed insufficiente ed illogica
motivazione sul punto. In particolare osserva che il termine per presentare la dichiarazione scadeva
il 31 ottobre 2002; che la società era stata dichiarata fallita il (..) ; che quindi a partire da questa data
l'obbligo di presentare la dichiarazione spettava al curatore fallimentare. Lamenta poi che la Corte
d'Appello non ha considerato la circostanza che egli, secondo quanto dichiarato dal curatore, in quel
periodo si trovava detenuto in Svizzera, il che escludeva lo elemento soggettivo del reato, costituito
dal dolo specifico. In ogni caso la detenzione all'estero costituiva una ipotesi di forza maggiore o di
costringimento fisico, che escludeva il dolo. Su tali circostanze la Corte d'Appello ha omesso di
motivare. ..........

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CASSAZIONE-e28093-SENTENZA-DEL-19-GENNAIO-
20112c-N-1549.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Segui Fisco e Diritto anche su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/fiscoediritto