Sei sulla pagina 1di 56

Che freddolosi 10%

Gli italiani esagerano col riscaldamento SCONTO PER I SOCI


Eppure la legge impone limiti precisi SULL’ACQUISTO DI VINI

9,00 €
18,00 €
20,00 €
29,00 €

242 • Novembre 2010

Gomme al gelo
Ecco i pneumatici invernali che mettono
d’accordo qualità, prezzo e sicurezza

RESPONSABILITÀ SOCIALE

Ananas indigesto
Spedizione in a.p.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - MI

Scarso rispetto
Anno XXXVI - Altroconsumo: via Valassina 22, 20159 Milano - Poste Italiane s.p.a.

per ambiente e lavoratori


In caso di mancato recapito, restituire al Cmp di Milano Roserio

RIFIUTI UMIDI

Viva la differenza
per la restituzione al Mittente previo pagamento resi

Da incoraggiare la raccolta
destinata al compost

CMP MILANO ROSERIO

Test
Novembre 2010

Sommario Risparmi
860 €

Risparmi
16
La coltivazione
2.073 € dell’ananas,
tra inquinanti
e sfruttamento

Risparmi

12
Per affrontare le strade rese
260 €

scivolose dall’inverno,
ecco i pneumatici migliori

DALLA TEST
TUA PARTE INCHIESTE
4 NOTIZIE, INFO, CONSIGLI 12 PNEUMATICI 26 UN SARDO BIONDO 44 SU COL NETBOOK
Inquinano anche i decibel - Il cioc- Alla prova quelli per affron- Molto apprezzati dalla no- Cinque trucchi per miglio-
colato che cambia - Attento a quel tare le strade d’inverno. stra giuria i vini bianchi rarne le prestazioni.
che butti - Il succo della discordia- della Sardegna.
Medicine più sicure - Buon burro 16 ANANAS PULITI 46 OFFERTA TRIPLA
cacao - Bassa la fiducia dei rispar- I marchi che rispettano 32 TV 32”, 40”, 42” Un solo contratto per te-
miatori - Troppa carta l’ambiente e i lavoratori. Ottimi modelli economici. lefono, internet e tv.

4 OSSERVATORIO PREZZI 19 LAVAPIATTI 36 RIFIUTI UMIDI

219
Rc auto: aumenti record. L’Antitrust Grazie al nostro test, sco- Test: farsi il compost in
interviene. prite il modello migliore. casa? La raccolta langue.

7 DAL MONDO 22 RISCALDAMENTO 40 VIDEOCAMERE PRODOTTI


Creme molto idratanti - Petti di pol- Le marche di caldaia più Meno differenze tra i mo- TESTATI
lo al batterio - Lavanderie affidabili e soddisfacenti. delli più cari e meno cari.

INDIPENDENTI
Contatti Ci finanziamo con le quote asso-
ciative e l’abbonamento alle no-
stre riviste, che non contengono
CENTRALINO pubblicità, né informazioni paga-
02 66 89 01 I nostri obiettivi sono l’informazione, la difesa te da produttori o da gruppi di
EMAIL e la rappresentanza dei consumatori. Non ab- interesse politico e finanziario.
altroconsumo.it/contattaci biamo pubblicità. Per i test acquistiamo tutti i L’indipendenza è totale, a garan-
prodotti e ci affidiamo solo a laboratori com- zia della obiettività dei giudizi e
petenti e indipendenti da qualsiasi interesse. dei consigli.

2 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


QUANTO COSTA ABBONARSI
Da gennaio nuovi prezzi per l’abbonamento. La quota associativa, compresa
nell’abbonamento, è pari a 15,40€ all’anno e 3,85€ al trimestre Vestivamo
ABBONAMENTI (quota associativa inclusa) Annuale Trimestrale made
Altroconsumo
Altroconsumo + Soldi&Diritti
80,00 €
115,20€
20,00 €
28,80 € in Italy
Altroconsumo + Test Salute 122,60 € 30,65 €
Altroconsumo + Soldi&Diritti + Test Salute 157,80 € 39,45 €

Abbiamo visto il mese scorso come è ambigua sulla

22 51
qualità e sulla provenienza degli ingredienti l’etichetta
“made in Italy” degli alimentari. Ma l’idea che
comprare italiano aiuti la nostra economia e assicuri
una migliore qualità è ancora radicata, anche per
Dall’esperienza Un’Asl
quanto riguarda tutti gli altri prodotti che tengono alto
pretendeva
di 17.000 di farsi pagare
l’orgoglio nazionale, in primis abiti, scarpe, borse e
salotti. Ebbene, e non dovrebbe essere più un mistero,
persone, una prestazione sempre più questi prodotti, anche quelli dei marchi più
non effettuata
le caldaie famosi, sono realizzati per buona parte in Paesi dove la
manodopera costa pochissimo e con materie prime,
di cui fidarsi come pelli o tessuti, importate. Per fortuna, non si
sono ancora tradotte in legge le recenti proposte che
avrebbero consentito l’indicazione (volontaria) del
“made in Italy” su prodotti per i quali almeno due fasi
di lavorazione si fossero svolte sul territorio nazionale.
Un’assurdità. Pensate che per i jeans, dal cotone di
partenza alla vendita finale, ci sono oltre 20 passaggi.
L’entrata in vigore, prevista per il 1° ottobre, è stata
rinviata, in attesa dei decreti attuativi, che devono
passare il vaglio della Ue. E che probabilmente non lo
ESCLUSIVO VIVA passeranno mai, perché incompatibili con il mercato
unico e con la libera circolazione delle merci. Vogliamo
SOCI VOCE che questo congelamento diventi un’occasione per
rivedere il testo, che non difende, anzi rischia di ledere
10 SIAMO PIENI DI ENERGIA 49 CONDIVIDI UN’ESPERIENZA il “made in Italy”. Così com’è, la legge è un maldestro
Alla pagina altroconsumo.it/con- All’estero quel timbro non piace - tentativo di salvare il marchio Italia, apprezzato nel
mondo per il gusto e la creatività che giustamente
trocorrente scopri consigli e servi- Come liberarsi dal cloro? - Se l’Asl
vengono associati alle nostre produzioni, ma in realtà
zi per alleggerire la bolletta. pretende troppo - Nelle pieghe del- lo svaluta. Inoltre, non è utile ad affrontare la
la crema - Perché la Renault mi ha concorrenza internazionale o il problema delle
11 BEVI POCO, MA BENE deluso - Da dove arrivano i piselli contraffazioni e nemmeno aiuta aziende e artigiani
Solo per i soci: i vini usciti meglio Findus? che operano solo in Italia, che sarebbero parificati a
dalle prove si possono comprare quelli che delocalizzano quasi tutta la produzione.
Di fatto, una legge che vuole difendere interessi
online a prezzo vantaggioso. 50 IL DUBBIO
commerciali e industriali e che non assicura
Si possono detrarre le spese per il trasparenza ai consumatori, anzi li confonde,
altroconsumo.it latte artificiale? convincendoli a pagare prezzi alti per le griffe.
L’origine del prodotto non ha necessariamente a che
A pagina 56, gli articoli più cliccati, 51 DOMANDE TOP DEL MESE fare con la qualità. Ci sono centri di eccellenza in Italia,
i fogli di calcolo più usati, i nostri ma anche in molte altre parti del mondo, così come ci
L’ influenza - Il bisogno calorico
servizi interattivi, gli ultimi video, sono sfruttamento e tentativi di aggirare le leggi su
approfondimenti, aggiornamenti. ambiente e diritti dei lavoratori ovunque, anche da
52 FILO DIRETTO noi. In un mondo globalizzato, occorre insegnare a
superare le barriere geografiche e quelle del
pregiudizio. Dunque quello che pretendiamo, aiutati
EFFICACI DALLA TUA PARTE da leggi che impongano livelli elevati di garanzie, sono
Il nostro metodo di lavoro si basa La nostra missione è esclusiva- informazioni utili sulla qualità, sull’impatto ambientale
su criteri di rigore scientifico, ef- mente orientata a soddisfare le delle produzioni, sul rispetto dei diritti dei lavoratori e
ficienza e competenza. A test e necessità dei consumatori e a sull’impiego di materiali non nocivi per la salute. Non è
inchieste lavorano tecnici quali- tutelare i loro diritti. Per questo rilevante sapere in quale parte del mondo le aziende si
ficati e specialisti di settore che offriamo servizi di consulenza impegnino per garantirci tutto ciò.
mettono la loro professionalità individuale ai nostri soci e por-
al servizio dell’informazione, del- tiamo la voce e le istanze dei
Rosanna Massarenti
la consulenza, della risoluzione consumatori presso gli interlo- Direttore
concreta dei problemi. cutori istituzionali e sociali.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 3


Dalla tua parte R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Inquinano anche i decibel


La nostra inchiesta ha registrato l’esposizione al rumore in due città. Risultato?
SALUTE A RISCHIO

A Roma e Milano siamo tutti cittadini assordati. Eppure esistono leggi che dovrebbero tutelarci.

S
iamo avvolti da un brusio continuo: danno interessa anche l’ambito giorno e di notte. Risultato? Nel capoluogo
il fragore del traffico, il cardiovascolare, neurologico e psichico. lombardo, in tre piazze a intenso
martellamento di un cantiere, la Una nostra inchiesta pubblicata su Test passaggio di veicoli e in due poli della
sirena di un’ambulanza. Salute 88, ottobre 2010, ha documentato movida milanese, i limiti di rumore
Vivere in città significa essere sottoposti a diversi casi di esposizione considerati accettabili vengono superati di
rumori continui. E a soffrirne sono le all’inquinamento acustico a Milano e continuo.
nostre orecchie, ma non solo: quando Roma. Sono 20 i punti strategici in cui La situazione non migliora a Roma: è il
l’esposizione ai rumori è prolungata il abbiamo misurato il livello dei decibel, di rumore notturno a disturbare gli abitanti
della capitale. In alcuni quartieri turistici
è impossibile dormire. Con
l’inquinamento acustico, però, non c’è
proprio da scherzare. Non per nulla
l’Unione Europea mira proprio a una
riduzione del numero di cittadini espositi
a livelli di rumore ritenuti dannosi per la
salute. In Italia il programma della Ue è
stato recepito con un decreto legislativo (il
194 del 2005), che prevede l’introduzione
di nuovi strumenti a tutela dei cittadini.
In realtà è dal 1995 che i Comuni italiani
sono obbligati a classificare il proprio
territorio sulla base dei livelli di rumore
da rispettare.
Peccato che siano in pochissimi ad averlo
fatto: le inadempienze sono numerose e
mancano ovunque piani d’azione mirati.
La legge c’è, dunque, ma nessuno la
applica. Ai nostri amministratori spetta il
compito di intervenire. Subito. ¬

PIÙ INFO
altroconsumo.it/salute

OSSERVATORIO PREZZI
Rc auto: aumenti record dei premi
MILANO
L’ennesima stangata. L’aumento
delle polizze auto peserà - e non
stata ribadita anche dall’Antitrust: a
quasi 17 anni dalla liberalizzazione
Sett 2009 1.984,70€
Sett 2010 2.314,97€ +16.64%
poco - sui bilanci delle famiglie del settore, la concorrenza rimane ROMA
italiane. Si tratta infatti di una
crescita a due cifre, che colpisce tutti
scarsa e - secondo il suo presidente,
Antonio Catricalà - «non si è avuto
Sett 2009 2.558,62€
Sett 2010 3.030,72€ +18.45%
gli automobilisti, ben oltre un riflesso positivo sul NAPOLI
l’inflazione. È questo il risultato della contenimento dei prezzi». Ma non è
nostra inchiesta sulle polizze Rc auto solo questione di costi. Un’altra
Sett 2009 3.454,76€
Sett 2010 4.354,70€ +26.05%
a Milano, Roma, Napoli e Palermo, criticità sottolineata dall’Antitrust PALERMO
nell’ultimo anno. riguarda «i comportamenti
La categoria più colpita è quella dei apertamente collusivi» tra gestori
Sett 2009 2.186,29€
Sett 2010 2.711,71€ +24.03%
neopatentati: da settembre 2009 a che dovrebbero essere concorrenti: Profilo utilizzato: 18enne in classe CU14, auto benzina cilindrata 1.3
settembre 2010, per esempio, i in poche parole, ci sono troppi (15CV - 54 Kw) immatricolata da un anno, prima assicurazione dopo
rincari vanno dal 16,6% di Milano al intrecci tra le società. Una situazione l’acquisto di un veicolo usato, massimale bipartito (2.500.000 euro
per danni a persone + 500.000 euro per danni a cose)
26% di Napoli. La nostra denuncia è che va a discapito dei consumatori.

4 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

Il cioccolato che cambia A PRIMA VISTA

Non ci sono prove che le barrette Kinder aiutino


CLAIM VIETATI

a crescere. E la Ferrero è stata obbligata a modificare lo slogan.

I
l cioccolato Kinder aiuta a crescere? europeo nel Beuc (l’Ufficio europeo delle
Non è vero. Lo spot pubblicitario, associazioni di consumatori), è stato Collutorio inutile
dunque, è stato cambiato e nella creato un nuovo regolamento, che affida
Il collutorio Carrefour Kids al
pubblicità delle barrette ora compare lo all’Efsa (l’Autorità europea per la
gusto di fragola per bambini è
slogan “il gusto di diventare grandi”. Che sicurezza alimentare) il compito di
inutile (bastano spazzolino e
non allude a presunti aiuti alla crescita. Un verificare le prove scientifiche di quanto i
dentifricio). Inoltre, può essere
cambiamento importante, perché è la produttori affermano negli slogan. Così è
scambiato per qualcosa da bere.
prova che le industrie alimentari, stato per il cioccolato Kinder: la Ferrero
Oppure piacere troppo e venire
finalmente, sono obbligate a smettere i ha presentato gli studi a supporto del
ingerito. Sull’etichetta, poi, non
panni di Pinocchio. Per anni i produttori, claim, ma l’Efsa ha concluso che non
viene indicato quanto usarne e
approfittando della sensibilità generale esiste una relazione tra il consumo di
l’avvertenza “non adatto ai
verso gli argomenti salutistici, hanno Kinder cioccolato e l’effetto espresso
bambini di età inferiore ai 6 anni”
lanciato sul mercato alimenti che dalla frase “aiuta a crescere”. Anche la
è scritta in piccolo. Infine, tra gli
vantavano i più svariati effetti benefici Commissione europea ha convalidato la
ingredienti c’è un antibatterico
per la salute, usando slogan fantasiosi. decisione dell’Efsa. E la Ferrero ha dovuto
aggressivo (triclosan), che
Ma ora è finita. Grazie alla nostra sostituire lo slogan bocciato. Una vittoria
sconsigliamo anche agli adulti.
insistente azione, coordinata a livello per la salute dei piccoli consumatori.

Attento a quel che butti A TAVOLA


Altroconsumo aderisce alla settimana europea
INIZIATIVA

per sensibilizzare i cittadini sulla riduzione dei rifiuti.

S
e facciamo la spesa,
portandoci da casa una borsa
riutilizzabile, il risparmio è
Repubblica e dal ministero
dell’Ambiente, pone l’accento
sull’impatto che i nostri consumi e
190
doppio: 40 euro all’anno restano abitudini hanno sull’ambiente e sul
nelle nostre tasche e 6 chili di clima. La settimana per la riduzione
plastica in meno nell’ambiente. Ecco dei rifiuti è articolata in eventi
Sono le calorie
un esempio di atteggiamento nazionali e locali, curati da enti,
fornite da una porzione
virtuoso, che verrà promosso nella istituzioni, amministrazioni,
di castagne di 100 g
“Settimana europea per la riduzione associazioni, organizzazioni no
(circa 10). Per smaltirle
dei rifiuti”, in programma dal 20 al profit, scuole, università e aziende.
vi servirà una camminata
28 novembre 2010 (www. Partecipiamo anche quest’anno,
(4km/h) di almeno un’ora.
menorifiuti.org). L’evento, mettendo a disposizione di tutti
Meglio, quindi, non esagerare.
patrocinato dal Senato della ricchi contenuti sull’argomento. ¬

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 5


Dalla tua parte R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE R

Il succo della discordia


FALSE PROMESSE Abbiamo ricevuto molte segnalazioni sul succo di
NUOVA BEVANDA

mangostano. Nessun potere magico, ma molta strategia di vendita.


Prodotti da sanzionare

C
Impazzano sul web promettendo
i risiamo con l’ennesimo lanciati prodotti, per lo più in
di aiutarci a guarire da tutti i mali.
prodotto miracoloso: il grado di dare qualche piccolo
succo di mangostano, un aiutino al benessere generale,
piccolo frutto tropicale, che sta che promettono la guarigione
ottenendo molto successo grazie al
La pubblicità da malattie gravi? Visto che non
passaparola su internet. A leggere è scorretta siamo prevenuti, per dare la
le informazioni presenti nella rete per l’Fda nostra opinione ogni volta
e a sentire l’opinione di molti suoi andiamo a fondo, leggendo e
fan (che scrivono nei forum, nei americana analizzando tutta la letteratura
blog e in tutti gli spazi di scientifica disponibile. Come in
discussione sul web) questo succo questo caso: ad oggi non esistono
XANGO: APERTA INCHIESTA
sarebbe un toccasana per aiutare a studi sull’uomo che possano
Lo abbiamo denunciato all’Antitrust curare tantissime malattie, dimostrare le capacità vantate dal
perché riteniamo che faccia pubblicità dall’asma al Parkinson. Non vi succo di mangostano. Per questo
ingannevole e perché questo succo suona come qualcosa di già abbiamo denunciato il prodotto
viene venduto secondo uno schema
sentito? Quante volte vengono all’Antitrust, che ora indaga. ¬
“piramidale” vietato. Si entra in una
specie di catena di Sant’Antonio, in cui
ogni mese in automatico vengono
addebitate le forniture.

MANGOSTYN SUPER JUICE


Un fratello gemello del più conosciuto
Xango. Anche qui, a voler credere a
tutto ciò che c’è scritto sul sito, siamo
di fronte a una panacea di tutti i mali.
Ma per lo meno la modalità di vendita
è chiara.

BASSA LA FIDUCIA DEI RISPARMIATORI


RISPARMIARE

2O0 ₤
Ripresa della fiducia negli Ricordiamo ai lettori che l’indice
investimenti incerta, minata da venti oscilla tra un minimo di 0 (lo scenario
di ritorno della crisi e difficoltà delle più cupo in assoluto) a un massimo di
borse: ecco il risultato dell’ultima 200 (indice di sfrenata euforia).
rilevazione dell’indice di Soldi Sette La rilevazione dell’indice di Soldi
È la cifra che una famiglia sulla fiducia dei risparmiatori. Sette viene effettuata
media può risparmiare in Secondo la nostra indagine, l’indice trimestralmente, attraverso un
un anno scegliendo di bere si attesta a quota 98,2, un segno campione di risparmiatori,
l’acqua del rubinetto purtroppo ancora negativo, seppur intervistati telefonicamente
anziché quella in bottiglia. lievemente migliore rispetto a sulle aspettative di evoluzione
Questa scelta alleggerisce quanto registrato a giugno scorso, della propria situazione finanziaria
l’ambiente anche di 30 chili quando ha toccato quota 95,7. nei dodici mesi successivi.
di plastica.

6 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


R SALUTE R DAL MONDO R PRODOTTI R ALIMENTAZIONE R INIZIATIVE R TECNOLOGIA R CAMPAGNE R RISPARMIO R TARIFFE

Medicine più sicure


I cittadini europei potranno denunciare
FARMACOVIGILANZA

direttamente alle autorità gli effetti indesiderati.

F
inalmente a Strasburgo si è sconosciuta alla maggior parte delle
votato perché tutti i cittadini persone. Dunque, inutile. Ogni
europei possano segnalare gli anno sono circa 197mila i cittadini
effetti indesiderati dei farmaci europei che muoiono a causa di
direttamente alle autorità gravi reazioni avverse ai farmaci.
competenti. Una vittoria importante Ecco perché il sì del Parlamento
che ci auguriamo contribuisca a europeo è un grande passo avanti:
smuovere anche la situazione in più il sistema di farmacovigilanza è
Italia, dove la segnalazione dei forte, attivo e trasparente, più
cittadini è permessa da tempo, ma è tutelata è la salute pubblica. ¬

Buon burro cacao


DAL MONDO
Creme
molto idratanti
FRANCIA
È un cosmetico: non può vantare effetti terapeutici.
INGREDIENTI Que Choisir ha testato 12 creme
per le mani specifiche per pelli
Meglio quelli senza conservanti e coloranti. E con poco profumo. secche. Cinque prodotti sono
stati premiati perché hanno

L’
aria secca e il freddo sono nemici delle • Sì a cere (cera alba, candelilla cera, cera fornito un’idratazione superiore a
labbra. Un buon burro cacao funge da carnauba, cera microcristallina, beeswax), quella stabilita come standard
isolante: protegge la superficie delle burro di karitè (butyrospermum parkii), burro dalla rivista francese. Altre
labbra dagli agenti esterni e la mantiene di cacao (theobroma cacao butter). cinque idratano bene, solo due
idratata. Nonostante il nome, gli stick per • Bene anche la vitamina E (tocopherol, non superano le prove: Weleda
labbra non contengono burro cacao, se non in tocopheryl acetate), i filtri solari fisici (zinc all’olivello spinoso e la crema
quantità minime. Per scegliere, leggete bene oxide, titanium dioxide) o i pigmenti scher- riparatrice di Carrefour.
l’etichetta. Gli ingredienti sono sempre manti (talc, mica).
riportati in ordine decrescente: i primi
nell’elenco sono quelli contenuti in quantità
• No ai petrolati (paraffinum liquidum,
petrolatum, paraffin): sono ingredienti a basso
Petti di pollo
maggiori. Ecco cosa cercare: costo, di scarsa qualità. al batterio
• Via i conservanti (paraben, phenoxyethanol): GERMANIA
se la formulazione è buona, non servono. Test ha analizzato 19 petti di pollo
• Meglio evitare i prodotti con antiossidanti confezionati e venduti in negozi e
(Bht, bha) e coloranti: entrambi possono supermercati. Solo 9 hanno
provocare reazioni allergiche. passato la prova di freschezza.
• Il profumo deve essere poco (nell’elenco Gli altri, tra cui due prodotti bio,
degli ingredienti l’indicazione parfum deve non erano freschi e Test ha
essere l’ultima) riscontrato la presenza di diversi
• Meglio senza allergeni (limonene, citral, tipi di batteri.
linalool, benzyl benzoate)
• No ai filtri chimici : il benzophenone-3 è un Lavanderie
frequente allergenizzante. FRANCIA
60 millions de consommateurs
ha verificato che solo il 5% delle
lavanderie in Francia è ecologico,
ossia non vi si usa il
percloroetilene, solvente molto

46% comprati
nocivo. La rivista denuncia il fatto
che la commissione europea non
sia ancora intervenuta per
in farmacia impedire l’uso di questa sostanza,
banché ne siano conosciuti i rischi
per la salute e l’ambiente.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 7


Dalla tua parte R NOTIZIE R INFORMAZIONI R CONSIGLI R PREZZI R SICUREZZA R AMBIENTE

PRIMO SOCCORSO : COSA METTERE IN CASSETTA


Una piccola cassetta di primo soccorso dovrebbe 7
essere presente in ogni casa, anche in quella delle
vacanze. Ecco i prodotti che non devono mai mancare.
6
1 Guanti monouso 9
2 Garze sterili
3 Pinzette 1
4 Forbici
5 Un pacco di cotone idrofilo
6 Acqua ossigenata
11
7 Soluzione fisiologica 5 8 13
8 Cerotti assortiti medicati 2
9 Antisettico non alcolico
10 Termometro 12
11 Rotolo di cerotto
12 Ghiaccio istantaneo 3 4 10
13 Bende elastiche di diverse misure

Troppa carta
I fazzoletti usa e getta sono comodi
QUALI SCEGLIERE

e igienici, ma aumentano i rifiuti. Teniamone conto.

N
ei mesi invernali, il consumo (Ecolabel, FSC, PEFC) e le
di fazzoletti di carta subisce confezioni multipack. In casa si
una vera e propria possono usare le “veline”, più
impennata. Come fare per rendere leggere e in scatole di cartone
un po’ più verde il nostro riciclabili. Quando si è fuori, è
raffreddore? La scelta più ecologica sicuramente più comodo optare per
sarebbe quella di usare i fazzoletti il classico pacchetto. Ma fate
di stoffa. Che però sono adatti solo attenzione: non sono tutti uguali.
per i raffreddori allergici: il Esistono i formati “classici” (o
ministero della Salute, infatti, per “regular”) e i “mini” (o “compact” o
minimizzare il contagio, “poket”). Preferendo i compact
raccomanda di usare fazzoletti di (fazzoletti grandi uguali, ma
carta «quando si tossisce e ripiegati, con un risparmio di spazio
starnutisce e gettare il fazzoletto del 25%) contribuirete a ridurre
usato nella spazzatura». Per non l’impatto ambientale in fase di
impattare troppo sull’ambiente, distribuzione e smaltimento degli
dunque, scegliete fazzoletti di carta imballaggi. Per risparmiare
a tre veli (anzichè a quattro veli), i qualcosa sulla spesa, consigliabili i
prodotti con marchi ecologici prodotti a marchio commerciale. ¬

CONFEZIONE INTERA PACCHETTO SINGOLO FAZZOLETTO


KLEENEX Balsam regular
10 pacchetti da 9 fazzoletti 1,45 € 14,5 cent 1,6 cent

KLEENEX compact
15 pacchetti da 7 fazzoletti
2,09 € 14 cent 2 cent

CARREFOUR classic
12 pacchetti da 9 fazzoletti 0,99 € 8,3 cent 0,9 cent
CARREFOUR classic mini
15 pacchetti da 9 fazzoletti 0,99 € 6,6 cent 0,7 cent

8 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


BUONE NOTIZIE
PER I SOCI

Speciale
Soci:
+ 0,20%

Finalmente un conto deposito che conta davvero…


e per i soci Altroconsumo conta ancora di più! Sicurezza e
Nell’attuale situazione di incertezza il modo migliore
prosperità
di investire i tuoi risparmi è un conto deposito, che
dia un rendimento sicuro ed elevato. Per questo
per i tuoi
abbiamo stipulato un accordo con SPARKASSE, la risparmi.
Cassa di Risparmio della Carinzia, che offre a tutti i
soci Altroconsumo un trattamento di maggior favore:
lo 0,20% annuo in più rispetto al tasso base lordo
dell’1,50%.

Cosa aspetti? Aprire un Conto Extra e beneficiare di


questa straordinaria opportunità è facile e rapidissi-
mo:
vai su www.sparkasseitalia.it/altroconsumo e inserisci
il N° di socio Altroconsumo oppure telefona al

[ ]
numero verde 800 378 378 e comunica il tuo codice
Socio Altroconsumo all’operatore. Conto Extra Sparkasse:
Non aspettare, i tuoi risparmi hanno bisogno di certez- la sicurezza di scelte su
ze, adesso!
misura per te.
Esclusivo Soci

Siamo pieni di en
La bolletta della luce pesa sul bilancio familiare. Risparmiate
ogni giorno grazie ai consigli del nostro supereroe e scovate
un fornitore più conveniente confrontando le tariffe.

UN AIUTO
CONCRETO
QUANDO
SERVE

SCOPRI IL MEGLIO PER TE, GRAZIE AI SERVIZI INTERATTIVI


Risparmiare sulla bolletta passa in abitudini, il supereroe protagonista del conviene? E cosa cambia se scelgo un
primo luogo attraverso buone nostro video insegna i sistemi giusti per nuovo operatore? Il mio contatore
abitudini. Gesti semplicissimi portano a rendere più leggera la bolletta. Scoprite rimarrà sempre lo stesso? Verrà
vantaggi consistenti. Anche se non anche quali sono i punti critici della casa. sospesa temporaneamente la fornitura?
sempre ne siamo consapevoli. Vi aiutiamo a trovare la risposta giusta,
Sul nostro sito (altroconsumo.it/ Come scegliere la tariffa migliore con un servizio personalizzato: provate
controcorrente), abbiamo raccolto Un altro ottimo sistema per il nostro calcolatore interattivo,
moltissimi strumenti per aiutarvi a risparmiare è uscire dalla aggiornato in tempo reale. Mette a
rendere più efficienti i consumi: convinzione che chi ci vende elettricità confronto le offerte dei principali
scegliete quelli che si adattano meglio oggi sia automaticamente il fornitore più operatori. Basta qualche dettaglio delle
alla vostra situazione. Per iniziare, conveniente. Si può decidere a che vostre bollette dell’ultimo anno, oppure
calcolate quanto sprecate: spuntando gli prezzo pagare l’elettricità: rimanendo ci raccontate quali elettrodomestici
apparecchi elettrici che avete, con il vecchio fornitore oppure aderendo usate, e vi diremo qual è il contratto più
scoprirete quanto potete risparmiare in a un contratto del mercato libero. La conveniente per voi.
casa vostra, sia in euro sia in emissioni di scelta però non è semplice, il mercato
CO2 evitate all’ambiente. dell’elettricità è complesso e le offerte Condizioni speciali
non sono immediatamente Infine, se per voi risulta
Un supereroe scende in campo comprensibili. Meglio una tariffa a conveniente, il gestore Edison
Avete il condizionatore? Usate “prezzo bloccato” o una tariffa che offre una tariffa speciale e un contratto
molto la lavatrice? A seconda delle propone uno sconto? La bioraria mi concordato con noi per i nostri soci.

10 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


ergia CONTATTACI
PER INFORMAZIONI
ALTRE PUBBLICAZIONI TELEFONO E FAX
02 66 89 01 (centralino)
02 66 89 02 88 (fax)
02 69 61 520 (uff. abbonamenti)
EMAIL
altroconsumo.it/contattaci
POSTA
Altroconsumo, via Valassina 22, 20159 Milano

PER RICEVERE CONSULENZE


GIURIDICA
02 69 61 550 dal lunedì al venerdì h. 9/13 -14/18
FISCALE
02 69 61 570 al lunedì al venerdì h. 14/17
ECONOMICA
02 69 61 580 dal martedì al giovedì h. 9/12
SOLDI & DIRITTI GUIDA PRATICA FARMACI
02 69 61 555 dal lunedì al venerdì h. 9/13 -14/18
La banche hanno imparato Uno strumento completo e
la lezione dagli scandali approfondito, in cui trovare “MIGLIOR ACQUISTO”
recenti? Oggi danno buoni tutte le informazioni utili per 02 69 61 560 dal lunedì al venerdì h. 9/13 -14/18
consigli ai risparmiatori? La orientarsi nella scelta di TARIFFE RC AUTO E MOTO
nostra inchiesta dice di no. banca, mutuo, investimenti. 02 69 61 566
dal lunedì al venerdì h. 9/13 - 14/18
TARIFFE TELEFONICHE
02 69 61 590 dal lunedì al venerdì
h. 9/13 -14/18
BEVI POCO, MA BENE
Sarà successo anche a voi: i vini usciti bene
dai nostri test (quello sui bianchi sardi è a
pagina 26), proprio quelli che avreste più
voglia di mettere in tavola... i supermercati
della vostra zona non li hanno e non avete
tempo di mettervi a cercarli altrove.
Proprio per questo abbiamo stipulato una
96€restituiti
nuova convenzione con la società R2m, che
gestisce un negozio virtuale di vini e liquori.
Qui potete trovare a prezzo vantaggioso i
migliori vini testati su Altroconsumo e sulla
Guida vini e avere uno sconto del 10% su
tutto l’assortimento. Per farlo, collegatevi
al sito www.r2m.it. Il codice promozionale
da inserire è AC10G5. La consegna è
gratuita sopra i 100 euro di spesa. RIMBORSO E SCUSE
PIÙ INFO Non sarà un somma enorme - 96 euro -
altroconsumo.it/vantaggi però al nostro socio Massimo Nobili di
Torrice (FR) ha dato fastidio che, dopo

10%
sconto soci
avergli promesso l’attivazione gratuita della
linea telefonica, la Telecom gli abbia
addebitato il costo in bolletta. Dopo il nostro
intervento ha riavuto i soldi, con le scuse.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 11


Test

IL NOSTRO
TEST
Piloti specializzati
hanno provato
su strada per noi
Gomme e gelo
i pneumatici del test.
Quando la temperatura scende sotto i 7 ˚C i pneumatici invernali
SULLA NEVE diventano indispensabili. Il test vi indica i migliori sul mercato.
Una delle prove cui
abbiamo sottoposto
i pneumatici na volta erano chiamate gomme “da (vedi l’illustrazione nella pagina a fianco), garantendo

U
invernali è sulla neve”, termine con cui si intendevano una notevole sicurezza di guida in più. Questo però
neve: i piloti hanno i i pneumatici con un battistrada parti- succede a basse temperature e sull’asfalto bagnato:
provato i modelli colare, da montare solo in periodi o in in pratica, in tipiche condizionali invernali. Quando
del test su un luoghi soggetti a forti nevicate, quasi arriva la primavera e la temperatura sale, è bene ri-
tracciato innevato. fossero delle catene. Da alcuni anni queste gomme cordarsi di rimontare le gomme estive, che accompa-
sono state sostituite dai pneumatici invernali, model- gneranno la nostra auto fino all’arrivo dell’autunno,
LE PROVE li che garantiscono ottime prestazioni lungo tutta la offrendo durante la bella stagione maggiori garanzie
Abbiamo verificato stagione fredda (in caso di pioggia, fango, brina, ghiac- di sicurezza dei modelli invernali.
l’aderenza e il cio) e non solo quando fiocca. Quando scende il ter-
comportamento mometro, le gomme invernali aderiscono meglio su Uno per ogni stagione
delle gomme alla neve e fango, sfruttando una mescola particolare, che Cambiare i pneumatici ogni sei mesi circa (il tempo di
partenza, in curva, opera alle basse temperature (sotto i 7°C): grazie a ciò utilizzo dipende molto dalle condizioni climatiche del
in accelerazione. permettono alla vettura di muoversi in sicurezza luogo in cui viviamo) all’estero è una misura di sicu-
quando il meteo non ci sorride. Dunque i pneumatici rezza diffusa. In Italia, invece, l’uso delle gomme in-
LE PRESTAZIONI invernali non vanno visti più come un’esigenza solo vernali non è obbligatorio, è un’alternativa alle catene
Sono state valutate per chi percorre abitualmente le strade di montagna a bordo solo in alcune località e in determinati perio-
in particolare o i passi più mozzafiato, ma un fondamentale elemen- di dell’anno. Non dobbiamo pensare che, visto il nostro
la frenata, to di sicurezza per tutti gli automobilisti. clima più mite, non abbiamo bisogno di pneumatici
la maneggevolezza Rispetto a un pneumatico estivo, che erroneamente specifici per il freddo; in inverno, con i pneumatici
dell’auto, la stabilità molti considerano buono per tutte le stagioni, l’inver- estivi, un’automobile può perdere stabilità anche se
della traiettoria. nale permette una riduzione degli spazi d’arresto la strada non è sommersa dalla neve o non si pattina

12 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


MONTARE I PNEUMATICI ADEGUATI ALLA STAGIONE
I pneumatici invernali garantiscono più sicurezza e migliori performance nei mesi più rigidi
PER SAPERNE DI PIÙ dell’anno. Quando la temperatura si alza, però, è bene rimettere le gomme estive.
Lo spazio di frenata di queste ultime, infatti, è più ridotto se la strada è asciutta
e se sull’asfalto il termometro supera i 10 °C. Sul bagnato e sotto i 7 °C, invece,
le prestazioni dei pneumatici invernali sono nettamente migliori, ma si verifica il contrario
se la temperatura sale. Sulla neve, infine, il pneumatico estivo è sempre poco sicuro.

Strada asciutta (20 °C)


Quando metterli frenata
I pneumatici invernali estivi La mescola dei
vanno usati in base al pneumatici estivi
clima. Di solito si utilizzano è vantaggiosa
per 6 mesi l’anno: così si 100 km/h 38 m arresto quando sale la
allunga anche la durata di temperatura. Lo
vita di quelli estivi, che su
ghiaccio e neve si invernali spazio di frenata
è inferiore di
consumano in fretta.
100 km/h 56 m arresto 18 m rispetto alle
+18 m gomme invernali.

Strada bagnata (10 °C)


frenata Se il tracciato
estivi
Dove tenerli in estate
è bagnato
Se non avete spazio in
garage potete lasciare le 80 km/h
43 m arresto
e il clima è freddo
gomme in custodia presso le gomme
il vostro gommista. Per 8 invernali
mesi di deposito il prezzo invernali consentono di
si aggira attorno ai 20
euro. 80 km/h
40 m arresto
frenare meglio
rispetto ai
+3 m modelli estivi.

Strada innevata
frenata Sulla neve
estivi +32 m
Dal gommista il pneumatico
In media per montare e estivo è
smontare un treno di 40 km/h 61 m arresto pericoloso:
gomme, compresa la lunghezza
l’equilibratura, si della frenata è
invernali
spendono 30-40 euro.
quasi doppia
Evitate di cambiare solo
40 km/h
29 m arresto rispetto alle
due ruote per risparmiare,
perché rischiate di gomme invernali.
squilibrare l’auto.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 13


Test
Come riconoscerli
I pneumatici invernali La nostra scelta
sono facilmente
riconoscibili, perché sul Pneumatici invernali
fianco riportano la sigla
M+S, ovvero mud
(fango) e snow (neve).
Controllate anche
185/65 R 15 T
quanto è vecchio: le
ultime due cifre del
numero “dot” indicano
l’anno di produzione.

LE ALTERNATIVE ANTINEVE 62
Con i pneumatici invernali per legge si è esentati dall’uso delle catene, ma a
GOODYEAR UltraGrip 7+
72-100 euro
volte le reali condizioni della strada richiedono il ricorso a questi dispositivi.
Modello ben bilanciato, con buone prestazioni
di guida, merita il doppio titolo di Miglior Acquisto
e Migliore del Test.
CATENE DA NEVE
A partire da 100 euro
Servono per superare le situazioni di
nevicate improvvise, soprattutto in caso
di forti pendenze. Parecchie vetture,
però, oggi hanno ruote di dimensioni
generose e non sono “catenabili”:
andrebbero a sfregare all’interno della
ruota, danneggiando altre parti.
Verificate sul manuale di istruzioni
quanto indicato dal produttore.
60
FULDA Kristall Montero 3
CATENE RAGNO 65-85 euro
A partire da 250 euro Buone prestazioni nella maggior parte dei test
Si tratta di particolari dispositivi ad di sicurezza, ridotta la tenuta sul bagnato.
ancoraggio frontale, che non hanno Anche per il prezzo contenuto ottiene il titolo
parti a contatto con la parete interna di Miglior Acquisto.
del pneumatico e per questo motivo
sono indicate sulle vetture non catenabili
o di tipo sportivo, con gomme ribassate o
battistrada particolarmente largo.
Il costo delle catene ragno, però,
225/45 R 17 H
è piuttosto elevato.

CALZE
A partire da 60 euro
Vengono definite così le reti in materiale
sintetico che si calzano sui pneumatici.
Per il Codice della strada non sono
omologate, quindi non sono equiparate 64
ai pneumatici invernali ( contrassegnati MICHELIN Alpin A4
dalla dicitura Mud+Snow) 160-220 euro
né alle catene da neve. Modello ben bilanciato, molto buone le
Possono aiutare su fondo sdrucciolevole, prestazioni di guida. Buoni risultati in particolare
ma sono utili solo per brevi tragitti. sul bagnato. Miglior Acquisto e Migliore del Test.

14 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


sul ghiaccio. Basta una frenata improvvisa o una ster- temporanea con le nostre prove i produttori hanno
zata più brusca del solito a innescare una reazione messo sul mercato una gamma con mescola diversa.
amplificata della vettura. I dispositivi elettronici di Come potete vedere in tabella, non esiste un pneu-
bordo, che gestiscono la frenata e la stabilità (come matico che eccelle in qualunque condizione. Sul ghiac-
Abs ed Esp), non possano compensare la riduzione cio, per esempio, tutti i modelli raggiungono al mas-
dell’aderenza delle gomme in condizioni limite. simo la sufficienza, anche le marche che sono state
premiate. Va detto, a discolpa dei produttori, che le
Come scegliere il pneumatico giusto prove di sicurezza a cui sottoponiamo i pneumatici
In questo test abbiamo messo a confronto 14 prodot- invernali sono particolarmente severe. Per la prima
ti nella categoria di gomme 185/65 R 15 T, generalmen- volta un modello per ogni stagione, Goodyear Vector
te montate sulle utilitarie (Fiat Grande Punto, Citroën 4Seasons, sta al passo con i modelli invernali. Acqui-
C3...), e 12 modelli nella categoria 225/45 R 17 H, un stare questo pneumatico offre un indubbio vantaggio
po’ più larghi, che si adattano alle vetture di media economico (non bisogna sostenere la spesa per un
grandezza (Fiat Bravo, Audi A4...). Nella prima cate- secondo treno di gomme, per il montaggio e per lo
goria mancano all’appello alcuni modelli di marche stoccaggio), ma non avrete mai la garanzia di ottene-
note (Bridgestone, Michelin e Pirelli), perché in con- re il massimo delle prestazioni in ogni stagione. ¬

TABELLA
PNEUMATICI INVERNALI PREZZI RISULTATI
COME LEGGERLA

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


Marche escluse Nella ca-
tegoria 185/65 R 15 T
Bridgestone, Pirelli e Mi-
gomme
su strada bagnata

su strada asciutta
(settembre 2010)
In euro min - max

Tutto sulle Comportamento

Comportamento

Comportamento

Comportamento

Rumore esterno
chelin non rientrano nel e
nella sezion e

Inquinamento
test perché i produttori lin
dedicata on it/

sul ghiaccio
nel frattempo hanno mo- o.
altroconsum i
sulla neve

Consumi
dificato il proprio prodot-
pneumatic

Durata
to. Due modelli del test,
Goodyear Vector 4Sea-
sons e Vredestein Qua-
trac 3, sono pneumatici 185/65 R 15 T
per ogni stagione messi GOODYEAR UltraGrip 7+ 72 - 100 B B C C B C B A 62
a confronto con i model-
TECAR Super Grip 7 70 - 100 B B C C B B B B 61
li invernali.
DUNLOP SP Winter Sport 3D MO 70 - 110 B B C C B C B B 60
Test sul bagnato La prova FULDA Kristall Montero 3 65 - 85 C B C C B C B A 60
ha verificato diverse pre-
stazioni su strada bagna- SEMPERIT Speed-Grip 65 - 85 C C C C A C C B 59
ta: tenuta delle gomme in CONTINENTAL WinterContact TS830 80 - 100 B B C C A C B B 59
curva, in accelerazione, in
GOODYEAR Vector 4Seasons 80-110 C C C C A C B B 58
frenata. I giudizi si riferi-
scono a maneggevolez- FIRESTONE Winterhawk 2 EVO 70 - 90 C B C C C B B B 57
za, aquaplaning e stabili- VREDESTEIN Snowtrac 3 65 - 93 C B C C B C B B 57
tà della traiettoria.
MALOYA Davos 60 - 65 C B C C C C C B 56
Durata Lo spessore del YOKOHAMA W.drive V903 75 - 100 C B B C B C B B 56
battistrada è stato misu-
rato dopo migliaia di chi- KUMHO I’ZEN KW23 65 - 80 C C C C C D B C 53
lometri percorsi. Ricor- KLEBER Krisalp HP2 68 - 105 C C C C A D B A 48
date, però, che la durata
VREDESTEIN Quatrac 3 95 - 100 C D C C B C C B 40
dipende molto dal vostro
stile di guida e dalla ma- 225/45 R 17 H
nutenzione dell’auto. MICHELIN Alpin A4 160 - 220 B B C C A D C A 64
CONTINENTAL WinterContact TS830P 160 - 220 C B C C B B B A 62
Migliore del Test:
ottiene i migliori risultati DUNLOP SP Winter Sport 3D 150 - 210 B B B C B C C B 59
nelle nostre prove
UNIROYAL MS plus 66 150 - 175 B C C C B C C B 57
Miglior Acquisto:
buona qualità e il miglior SEMPERIT Speed-Grip 110 - 135 C C B C B C C B 56
rapporto con il prezzo FULDA Kristall Control HP 110 - 180 55
C B C C C D C B
Scelta Conveniente:
qualità accettabile, prezzo NOKIAN WR G2 120 - 175 C C B C C D C C 55
molto vantaggioso GOODYEAR UltraGrip Performance 2 150 - 215 C C C C B C C B 55
Ottimo CEAT Formula Winter 120 - 185 C C C C C C C C 52
Buono Qualità buona
PIRELLI Sottozero Winter 210 Serie II 150 - 220 C C C C C D C B 51
Accettabile Non comprare
Mediocre YOKOHAMA W.drive V902A 150 - 220 C D B C B C C A 45
Pessimo INTERSTATE Winter IWT-2 100 - 125 E C D C B C C B 26

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 15


Inchiesta

Esotico
ma poco etico
Dietro il sapore dolce dell’ananas si nascondono
politiche e pratiche scorrette, che piegano i lavoratori.

rrivano sulle nostre tavole J Salute. Molti i rischi per la salute, dovuti

a
dopo aver attraversato soprattutto all’uso di agenti chimici, come
l’oceano su grandi navi, che fungicidi, erbicidi, insetticidi,
approdano nei principali antiparassitari e fertilizzanti. Inoltre le
porti europei. Da lì il viaggio piante di ananas sono spinose, basse e nei
dell’ananas continua verso i supermercati campi non c’è modo di ripararsi dal sole.
di mezza Europa. Ed è proprio Ci sono, poi, pericoli dovuti alla presenza
quest’ultimo tassello della catena ad avere di insetti e serpenti velenosi.
il maggior peso lungo la filiera dell’ananas. J Ambiente. La produzione dell’ananas ha
La grande distribuzione determina una anche un forte impatto ambientale. Alcune
forte pressione per spingere i prezzi al delle sostanze chimiche utilizzate nel
ribasso, abusa del proprio potere settore sono vietate in Europa, perché
contrattuale e spinge i fornitori a spremere rientrano nella “sporca dozzina” di
la parte più debole del processo: i inquinanti a rischio stilata dalla Pesticide
lavoratori delle piantagioni. Qui si Action Network, o sono considerati nocivi
sopportano condizioni di lavoro durissime. dall’Organizzazione mondiale della sanità.

lA NOSTRA INCHIESTA
Questa inchiesta, finanziata dalla
Comunità europea, indaga sull’impatto
che le politiche dei supermercati hanno
su produttori e lavoratori rispetto al
commercio dell’ananas.
L’indagine è realizzata sul lavoro nelle
piantagioni del Costa Rica, dove si
concentra la produzione di ananas
destinata al mercato europeo.
Sono diversi i canali utilizzati:
interviste ai lavoratori delle
piantagioni, ai loro familiari, video online
a produttori, sindacalisti e attivisti Guarda il nostro video sullo sfruttamento
di varie associazioni, da cui emergono dei lavoratori delle piantagioni di ananas.
le difficili condizioni di lavoro nelle altroconsumo.it
piantagioni. alla voce “servizi e società”

16 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


VITA NEllE PIANTAGIONI
I lavoratori delle piantagioni di lAVORO FEMMINIlE
ananas sopportano fatiche e disagi <<Vuoi fare sesso con me?>>. Questo e
durissimi: turni massacranti, sotto altri inviti espliciti sono arrivati a una delle
il sole, circondati da insetti, a lavoratrici, che abbiamo intervistato nelle
contatto con pesticidi dannosi non piantagioni del Costa Rica, da parte del
sempre con idonee protezioni. datore di lavoro Juan. <<Le donne
le donne sono più penalizzate subiscono abusi e insulti - racconta la
rispetto agli uomini, non solo per il donna - Juan è spesso ubriaco, ci tocca il
lavoro, ma anche perché oggetto seno, le gambe e cerca di baciarci>>.
di molestie sessuali.

INQUINAMENTO
<<Molte persone qui - racconta Aydee
- sono morte di cancro e tanti soffrono di
problemi gastrici cronici e di allergie per
colpa dell’acqua inquinata. Le autorità
dicono che tutto ciò è normale. Abbiamo
bisogno di acqua pulita e in quantità
sufficiente, ma siamo costretti a bere
quella contaminata dai pesticidi>>.

VIOlAZIONI SINDACAlI
<<Ci licenziarono in massa, ma fummo
tranquillizzati: saremmo stati riassunti,
racconta Alfonso. In realtà, solo chi non
faceva parte del sindacato ebbe un
nuovo contratto, anche se con stipendio
ribassato del 40%. Mentre i lavoratori
legati al sindacato diventarono 11 da 90
che erano prima della manovra>>.

Il valore dell’ananas 55%


profitto delle
A guadagnare di più multinazionali
lungo la filiera sono le proprietarie
multinazionali, che 41%
spesso detengono anche supermercati
il margine di guadagno in
qualità di proprietari delle
piantagioni (55%).
Del Monte è l’azienda 4%
leader, che produce più lavoratori
del 50% dell’export di
ananas dal Costa Rica.
La grande distribuzione
ha un margine del 41%,
mentre ai lavoratori 17%
vanno gli spiccioli (4%). proprietari 38%
delle piantagioni multinazionali

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 17


Inchiesta

COME TAGlIARlO Perché mangiarlo


Per capire se l’ananas è maturo,
staccate una delle foglie centrali: deve Una porzione
venire via facilmente. Tagliate gli fornisce la metà
dell’apporto
estremi ed eliminate la buccia passando giornaliero
il coltello intorno al frutto. Gli “occhi” raccomandato
marroni si tolgono incidendo la polpa in (RDA) di
vitamina C.
diagonale. Infine, si elimina la parte Una porzione Le poche calorie Discreto anche
centrale, più legnosa, e si affetta. media di ananas pesa derivano soprattutto il contenuto di
dagli zuccheri potassio

150 g 60 Kcal 50%

Le piantagioni su larga scala ricorrono di frutta tropicale nel 2009 ne sono


all’uso massiccio di pesticidi per arrivate in Italia più di 53 mila tonnellate.
mantenere alta la produttività, inoltre Dunque ci piace e non sarebbe sensato
l’ananas è prodotto con il ricorso rinunciarvi. Il modo per non contribuire,
all’agricoltura intensiva, con il neppure in modo indiretto, alle cattive
conseguente impoverimento del suolo, pratiche legate all’ananas è fare una scelta
l’inquinamento della falda acquifera e etica tutte le volte che è possibile. Come?
l’enorme consumo idrico che ne derivano. Scegliendo ananans con certificati che
J Diritti. Pressoché inesistente la tutela garantiscono qualcosa in più.
sindacale. Solo il 2% dei lavoratori aderisce J Biologico: si usano sostanze naturali al
a un’organizzazione sindacale. Quasi di posto di quelle chimiche.
norma i membri del sindacato subiscono J Rainforest Alliance: l’obiettivo è
discriminazioni, persecuzioni, a volte mantenere la biodiversità attraverso
violenza. Oppure vengono licenziati o l’adozione di un “sistema di produzione
messi a fare lavori degradanti. Chi aderisce sostenibile” nelle aree delle piantagioni.
al sindacato viene incluso in liste condivise J Fair Trade: la certificazione è volontaria
dalle aziende che operano nel settore, per e assicura che l’ananas è coltivato in buone
poi essere escluso e mobbizzato in condizioni di lavoro, inclusa una
qualsiasi piantagione. Il lavoro nei campi è limitazione all’uso di pesticidi. I produttori
condotto senza pausa 24 ore su 24, ricevono un “prezzo minimo garantito”.
organizzato in turni che durano dalle 8 Lo sforzo è minimo, il risultato magari è
alle 14 ore. marginale (nel senso che non avrà un
impatto diretto sulle condizioni di lavoro
Che fare per non essere complici nelle altre piantagioni), ma è un gesto
In Italia l’ananas è un frutto molto importante per favorire piccoli produttori
apprezzato. L’importazione dall’estero è riuniti in cooperative sostenuti dal
consistente: secondo l’Annuario statistico commercio equo e solidale. ¬

COME SCEGlIERE l’ANANAS


L’ananas è esportato in tutto il mondo,
ma è un frutto che soffre il trasporto.
Inoltre spesso arriva da noi acerbo,
Acerba
perché viene raccolto a maturazione
incompleta. Usiamo l’olfatto (l’ananas
deve avere un profumo dolce) e la vista
(se maturo, la sua buccia vira sempre
più al giallo). Non devono esserci
ammaccature, parti molli e marroni.
Si conserva a temperatura ambiente
finché è chiuso, una volta aperto
si mantiene in frigo per una settimana.
Matura

18 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


rIsPArMI
860€

Lavastoviglie
I modelli complessivamente sono stati
promossi. Nuove prove per giudicarle
in modo ancora più vicino all’uso reale.
Le più care battute dai nostri campioni.

IL NOSTRO
TEST
A partire da questo
test migliorano
le procedure
di controllo
in laboratorio,
per rendere le prove
ancora più simili
all’uso quotidiano.

VASCHEttE
DI pLAStICA
Abbiamo messo alla
prova le macchine
su molti più tipi di
stoviglie. In
particolare, anche
vaschette di
plastica. L’aspetto
più problematico,
relativamente a
queste ultime è
l’asciugatura: è
questa infatti la
prova cui abbiamo
sottoposto due
vaschette,
uone notizie e molte novità da questo ve pratiche, in questo caso vi consentono di tenere in
scegliendo la marca

B
test sulle lavastoviglie a libera installa- tasca fino a 860 euro, godendo comunque del pro-
migliore del nostro
zione, vale a dire quelle non fatte per dotto migliore: questa è la differenza di prezzo tra il
ultimo test (AC 233,
essere incassate nei mobili da cucina nostro Miglior Acquisto (che merita anche la palma
gennaio 2010).
(possono però essere infilate sotto il di Migliore del Test) e il modello più caro (che offre
Abbiamo ponderato
piano d’appoggio - il cosiddetto top - quindi prendete una qualità addirittura inferiore). Una bella differen-
il risultato della
le misure prima dell’acquisto). za, insomma, rispetto a quanto era risultato dal nostro
prova, in modo che
Innanzitutto, molti modelli hanno mostrato di avere ultimo test sulle lavastoviglie da incasso (AC 236, apri-
non incida troppo
una buona qualità e nessun prodotto è risultato così le 2010): nessun Miglior Acquisto, perché l’unico mo-
sulla qualità globale.
scarso da renderne sconsigliabile l’acquisto. Ma, so- dello di buona qualità costava ben 1.580 euro. Se do-
Si lavano infatti più
prattutto, è interessante scoprire che non c’è bisogno vete ancora scegliere tra una lavastoviglie da
spesso piatti,
di investire un capitale per avere l’apparecchio Mi- incassare e una libera, dunque, tenetene conto.
posate e bicchieri,
gliore del Test. Al contrario, due modelli (ma in real-
rispetto ai
tà differiscono soltanto per il colore) dal prezzo rela- Proprio come nella nostra cucina contenitori
tivamente contenuto svettano in cima alla classifica. Abbiamo completamente rinnovato il programma di
di plastica.
Le nostre informazioni, come sempre basate su un test, per renderlo sempre più vicino alle condizioni
accurato test di laboratorio e una nutrita serie di pro- autentiche di uso quotidiano. Le novità riguardano

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 19


test
laVaSToVIglIe
PreZZI rISUlTaTI
a lIbera INSTallaZIoNe
programma principale programma eco

QUALItÀ gLobALE (su 100)


Costo annuale medio (euro)

• consumo di acqua (l)

• consumo di acqua (l)


• efficacia di lavaggio

• efficacia di lavaggio
ronto
Metti a conf odelli
tr i m

• consumo (kWh)

• consumo (kWh)
mol ti al

In euro min-max
ù adatto a te

• tracce d’acqua

• tracce d’acqua
e scegli il pi mo.it/

• asciugatura

• asciugatura

Facilità d’uso
altroconsu
(luglio 2010)
selector

Ecoscore
• durata

• durata

Rumore
boSCH SMS53M28EU 650-700 116 C A B C B C B A B D B B B B B 67
boSCH SMS53M22EU 540-620 105 C A B C B C B A B D B B B B B 67
MÌELE G 5500 SC BRWS 1.000-1.100 166 B B B D C C C E C E B B C B B 63
MÌELE G 5500 SC CLST 1.400 201 B B B D C C C E C E B B C B B 63
INDESIt DFP273IT 360-450 98 B A B C C C B B C E B C D C B 63
INDESIt DFP 273 NX 420 98 B A B C C C B B C E B C D C B 63
SANgIoRgIo SGA979X 550 116 B C B C D C B B B E B B D C B 60
WHIRLpooL ADP8302/1 430-560 95 D E C B B C B B B E B B B C B 59
WHIRLpooL ADP8312/1 SL 435 87 D E C B B C B B B E B B B C B 59
WHIRLpooL ADP8322/1 NB 560 101 D E C B B C B B B E B B B C B 59
WHIRLpooL ADP8332/1 IX 620 108 D E C B B C B B B E B B B C B 59
CANDY CDF875E1 530-600 108 C D B C C C C E B E B B C C B 58
INDESIt DFG051 300-400 89 B C C C C C B C C E B C D C B 58
REX-ELECtRoLUX RSF 65040 W 500-550 115 B C B D D D C A C E B B D D B 58
REX-ELECtRoLUX RSF 65040 K 550 115 B C B D D D C A C E B B D D B 58
REX-ELECtRoLUX RSF 65040 S 550 115 B C B D D D C A C E B B D D B 58
REX-ELECtRoLUX RSF 65040 X 600 121 B C B D D D C A C E B B D D B 58

La nostra scelta Lavastoviglie

67 67
BOSCH BOSCH
SMS53M28EU SMS53M22EU
650-700 euro 540-620 euro
Buone tutte le In versione bianca
prestazioni e anche costa meno e diventa
l’impatto ambientale. il Miglior Acquisto

20 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


Tabella
come leggerla lettura dell’acqua: serve davvero?
Marche Molti dei modelli
inclusi nel test, all’interno Quasi tutte le lavastoviglie offrono oggi un programma che regola automaticamente i parametri del
delle stesse marche, sono lavaggio a seconda della torbidità dell’acqua. Ma è usando la macchina a pieno carico che si risparmia.
praticamente identici e
differiscono per partico- Per chi usa spesso la lavastoviglie, anche con pochi
lari ininfluenti sulla quali- Prestazioni comparabili
piatti o con i piatti poco sporchi, può essere utile: una Il nostro test, effettuato a pieno carico,
tà: per esempio il colore. funzione che legge con speciali sensori la torbidità non ha mostrato differenze rilevanti tra
Questo non esclude che
dell’acqua e regola la durata, la temperatura e la programmi automatici e programmi
i prezzi siano diversi: è il normali: prestazioni e consumi sono
caso del Migliore del Test quantità di acqua impiegate. Non si tratta però di un
risultati confrontabili.
e del Miglior Acquisto. vero e proprio meccanismo per valutare il carico
(come lo hanno, ad esempio, le lavatrici). In pratica,
Durata Abbiamo valutato comunque, il programma automatico sostituisce
con un giudizio buono i oggi il programma normale, su molti modelli.
programmi di durata tra
65 e 95 minuti; accetta-
bile tra 95 e 125; mediocre
tra 125 e 155; pessimo ELIMINARE I RESIDUI
oltre 155. Non sempre è necessario risciacquare i
piatti prima del lavaggio, mentre sono
Consumo La nostra scala da rimuovere sempre bene i residui di
di valutazione prevede cibo (che intaserebbero il filtro).
giudizio buono tra 0,9 e Se non usate le tavolette monodose,
1,15 kWh; accettabile tra ricordate che usare troppo detersivo
1,15 e 1,4; scarso tra 1,4 e non migliora i risultati.
1,65. Il programma Eco
ottiene buoni risultati,
perché è quello che i pro-
Meglio utilizzarla piena
duttori sviluppano appo- Per quanto posa essere scomodo,
sitamente per la certifi- soprattutto se in casa non si è in tanti, è
cazione energetica (che meglio utilizzare la macchina soltanto a
quindi vale solo per quel pieno carico: è il modo più sicuro di
programma). risparmiare acqua ed energia.

Ecoscore Questo giudizio


riassume tutti i risultati
relativi ai parametri di
consumo di energia e di
acqua per evidenziare
l’impatto globale dell’ap- più di un aspetto tra quelli che caratterizzano le no- • Partenza differita. Può essere utile, una volta che la
parecchio sull’ambiente, stre prove. lavapiatti è carica, programmare la partenza una o
a prescindere dalle pre- • Vaschette di plastica. Per la prima volta abbiamo ca- più ore dopo. Tutte le lavastoviglie danno questa pos-
stazioni.
ricato le lavastoviglie inserendo anche, oltre al resto sibilità, anche se con flessibilità differenti (da un mas-
Rumore Oltre alla misu- del vasellame consueto, due contenitori di plastica simo di tre ore a 24 ore di dilazione).
razione con apparecchi (vedi il riquadro a pag. 19). • Mezzo carico. Il programma speciale per quando la
che rilevano il livello di • Pentole. Oltre ai piatti, ai bicchieri e alle posate ab- macchina è piena a metà è presente su alcuni model-
decibel, abbiamo giudica- biamo incluso nel carico anche pentole, padelle, cio- li (Bosch, Indesit, Whirlpool), ma non è mai un’opzio-
to la rumorosità anche tole... sporcate e poi esaminate come tutto il resto. ne consigliabile, perché è sempre conveniente far
attraverso un test con-
dotto da un gruppo di • Programma ecologico. Un’altra novità è che questa funzionare la lavastoviglie solo quando è piena.
valutatori, per includere volta abbiamo messo alla prova anche il lavaggio eco, • Detersivo in tavolette. Sono sempre più diffusi i de-
oltre all’intensità del ru- vale a dire il programma - ormai offerto da tutti i prin- tersivi in compresse o tavolette “tre (ma anche quat-
more aspetti come, per cipali modelli - che permette di risparmiare acqua ed tro o cinque) in uno”, che contengono - in porzioni
esempio, le vibrazioni. energia. Non ci siamo limitati, come in precedenza, monodose - detersivo, sale, brillantante e a volte altre
a valutare se il programma eco in effetti consente di sostanze. San Giorgio, Candy e Rex-Electrolux offrono
Migliore del Test: risparmiare: abbiamo verificato anche come lava e un programma speciale per chi usa questi prodotti
ottiene i migliori risultati asciuga i piatti. In tabella trovate i giudizi di entram- (li abbiamo messi alla prova nel nostro ultimo test in
nelle nostre prove
be le prove: programma normale e programma eco- materia, AC 230, ottobre 2009).
Miglior Acquisto:
buona qualità e il miglior logico. • Programmi intelligenti? Nel riquadro in alto trovate
rapporto con il prezzo • Giudizio ecologico. Infine, per chi all’ambiente ci tie- l’analisi di un programma piuttosto recente, che in
Scelta Conveniente: ne, da questa volta abbiamo deciso di dare un giudizio teoria permette di adattare il lavaggio alle condizioni
qualità accettabile, prezzo specifico al comportamento dei modelli dal punto di di pulizia delle stoviglie.
molto vantaggioso
vista ecologico: lo trovate nella colonna “Ecoscore”. • Parti pieghevoli. Infine, da notare che ormai tutti i
Ottimo modelli consentono di scegliere tra tenere ripiegate
Qualità buona
Buono Programmi e accessori speciali o sollevate alcune parti (rastrelliere) del ripiano infe-
Accettabile
In tabella non c’è una parte destinata alle funzioni riore, in modo da poterlo adattare al carico (si posso-
Mediocre
aggiuntive, perché non ci sono grandi differenze tra no abbassare i sostegni quando si caricano oggetti
Pessimo
modelli da questo punto di vista. Tra le principali. grossi o sollevarli per piatti e bicchieri). ¬

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 21


Inchiesta

Agli italiani piace

calda Nessuna concessione


alle basse termperature:
sul riscaldamento non si
risparmia. Eppure la legge
impone precise limitazioni.

22 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


asta un brivido e il primo Ma la notte no continui rifornimenti. Il gas metano arriva

B
pensiero va al riscaldamento. I più indisciplinati sono gli abitanti della direttamente in casa e ha un impatto
Chi poi ha un impianto zona climatica B (nella quale figurano città ambientale contenuto. Sull’efficienza degli
autonomo, cioè l’88% degli calde come Palermo e Reggio Calabria). Per apparecchi, la musica cambia: solo il 29%
italiani, non ci pensa due accendere il riscaldamento dovrebbero dichiara di possedere una caldaia a
volte ad accendere anzitempo i aspettare il 1° dicembre, e ricordarsi di condensazione, cioè del tipo più efficiente
termosifoni. Pochi sanno che anche il spegnerlo entro il 31 marzo. Al contrario, il in quanto recupera anche il calore del
caldo ha le sue regole. La legge limita 42% va ben oltre questi limiti. Sul numero vapor acqueo e dei fumi prodotti durante
l’accensione del riscaldamento a un di ore e sull’accensione notturna i più il funzionamento, con un risparmio sulla
preciso periodo dell’anno e a un numero disattenti sono invece gli abitanti della bolletta almeno del 10%.
massimo di ore al giorno. Questi due zona E (che annovera città come Milano,
termini – periodo e ore – non sono uguali Torino e Bologna): a loro è consentito di Le buone abitudini
per tutti, ma dipendono dalla zona tenere acceso l’impianto di riscaldamento Buona parte dell’energia usata per scaldare
climatica in cui si vive (vedi riquadro sulle ben 14 ore al giorno, ma non sono una casa si disperde tra tetti, muri, solai e
zone climatiche a pag. 26). Non è finita qui: sufficienti per il 14% degli intervistati. Allo finestre, e anche nell’impianto stesso. Serve
di notte c'è l'obbligo di attenuare il stesso modo, il divieto notturno è un investimento iniziale per isolare bene gli
riscaldamendo. Vi state chiedendo se siete rispettato solo da 38 famiglie su 100. ambienti e limitare le fughe d’aria calda
fuorilegge? Per molti di voi la risposta non attraverso le finestre. La differenza la fanno
potrà che essere affermativa. È ciò che L’efficienza è un optional però anche le buone abitudini: si può
emerge dalla nostra inchiesta, alla quale Gli italiani preferiscono gli impianti a gas cominciare abbassando la temperatura di
hanno partecipato 4.400 famiglie italiane, metano rispetto a quelli che vanno a notte, fino a 16 °C , ed evitando di
raccontandoci attraverso un questionario gasolio o a gpl, più scomodi perché hanno riscaldare gli ambienti non utilizzati (lo fa
le loro abitudini d’uso del riscaldamento. bisogno di serbatoio o cisterna e di solo il 26% dei nostri intervistati).

Le più soddisfacenti e affidabili Caldaie


lA NOSTRA INCHIESTA
Nella scelta della caldaia si lascia fare spesso

Soddisfazione
Lo scopo dell’inchiesta è di valutare all’installatore. Un po’ perché è complicato

Affidabilità
preferenze e abitudini dei cittadini orientarsi tra diverse tipologie e modelli, un po’ Marchio
riguardo agli impianti e ai mezzi di perché è considerata quasi un elemento strutturale
riscaldamento. L’indagine, che ha della casa, un’estensione dell’impianto.
coivolto 11.730 persone (4.400 Se dovete sostituire la caldaia o state
italiane), è stata condotta in quattro Vulcano 77 92
ristrutturando la casa, grazie a questa classifica per
Paesi: oltre all’Italia, anche Belgio, marca, costruita sulle esperienze di un numero Weishaupt 82 89
Portogallo e Spagna. Quando non rilevante di persone, finalmente avete in mano una Atag 82 80
diversamente specificato, i risultati bussola.
fanno riferimento all’Italia. Wolf 78 78
Le marche sono state ordinate per indice di
affidabilità, il quale si basa sul numero e sul tipo di Ideal Standard 81 77
Scelte e modi di utilizzo guasti occorsi alle caldaie dei nostri intervistati, De Dietrich 81 77
Attraverso un questionario, gli tenendo conto anche dell’età dell’apparecchio.
intervistati hanno descritto le Sime 80 73
Non tutte le marche sono ugualmente diffuse sul
caratteristiche delle abitazioni, mercato e questo potrebbe poi avere ricadute nel Buderus 81 70
dell’impianto e degli apparecchi trovare con facilità assistenza tecnica. Immergas Vaillant 77 68
utilizzati, oltre ad eventuali guasti e a (leader di mercato), Beretta, Ariston, Riello, Junkers
tempi e modi di riparazione. Grazie Immergas 78 65
e Vaillant sono le più diffuse ma, come si vede, non
alle loro risposte, abbiamo inoltre ai primi posti per affidabilità. L’indice di Saunier Duval 75 65
misurato la soddisfazione e soddisfazione si basa invece su altri aspetti, tra cui il ACV 78 63
l’affidabilità delle caldaie usate. prezzo di acquisto e la facilità di utilizzo. Fagor 80 62
Junkers 78 61

Tabella Baxi 77 58
come leggerla molto superiore alla media Viessman 81 52

Indice di affidabilità e di sod- superiore alla media Ariston 74 41


disfazione Gli indici hanno un Beretta 76 39
massimo di 100 e sono calco- nella media
lati sulla base delle risposte Ferroli 75 38
date dagli intervistati nel no- inferiore alla media
Chaffoteaux 75 36
stro questionario.
molto inferiore alla media Riello 76 19

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 23


Inchiesta

Zone climatiche e abitudini d’uso del riscaldamento


Per contenere i consumi di energia meteorologiche particolarmente difficili. limitazioni di tempo nell’accensione del
necessaria al funzionamento degli impianti Nella nostra inchiesta non è rappresentata riscaldamento gli italiani non sono dei
di riscaldamento, l’Italia è stata idealmente la zona A, per la quale è prevista fuoriclasse - infatti gli sforamenti sono
suddivisa in sei zone climatiche, dalla A alla l’accensione del riscaldamento per un numerosi - sulla temperatura se la cavano
F, cioè dalla più calda alla più fredda. Le città massimo di 6 ore al giorno, dal 1° dicembre egregiamente: di giorno hanno in casa una
che si trovano in una stessa zona non è al 15 marzo: comprende località molto calde temperatura media di 20 °C. Alcuni non
detto che siano vicine dal punto di vista come Lampedusa, Linosa e Porto accendono il riscaldamento di giorno,
geografico: semplicemente condividono Empedocle. Non esiste alcuna limitazione evidentemente perché sono fuori casa.
alcune caratteristiche del clima. La sul riscaldamento nella zona F, la più fredda, Rimane spento di notte più spesso (61%)
classificazione climatica dei comuni italiani in cui figurano Belluno e Cuneo. La legge è nella zona B, non tanto perché in questi
è stata introdotta nel 1993 (D.P.R. n. 412 del molto precisa anche sui valori massimi della comuni si trovino gli abitanti più ligi, quanto
26 agosto) e prevede limiti all’accensione temperatura ambiente: in casa, quando è perché si tratta della seconda zona più
del riscaldamento. A questi limiti si può acceso il riscaldamento, non vanno superati calda. Una cosa è certa: per gli italiani avere
derogare - e sono i sindaci dei comuni a i 20 °C, con una tolleranza di due gradi, in il tepore in casa viene prima di tutto, anche
deciderlo - solo in caso di condizioni eccesso o in difetto. Se sul rispetto delle del caro-bolletta.

Palermo, Reggio Calabria, Siracusa, Trapani: È consentito tenere ScHede come leggerle
sono alcune delle città presenti nella zona B acceso il riscaldamento
1° dicembre - 31 marzo
8 ore al giorno
zone climatiche Per definire gli ora-
ri e i periodi di accensione degli im-
pianti di riscaldamento, il territorio
Lo utilizzano oltre i limiti italiano è stato suddiviso conven-
per più giorni: 42% zionalmente in sei zone climatiche
per più ore al giorno: 3% omogenee (A, B, C, D, E, F). Si tratta
di una semplificazione adottata per
Temperatura media individuare delle aree con caratte-
di giorno: 20 °C ristiche climatiche simili tra loro.
di notte: 18,5 °C Alcuni esempi: nella zona C ci sono
Bari, Napoli e Imperia, mentre nella
zona D troviamo città come Genova,
Non lo accendono Firenze, Roma e Matera.
di giorno: 22%
di notte: 61%

Combustibile usato
gas metano: 81%

A
gpl: 10%
gasolio: 5%

B
Bari, Imperia, Latina, Napoli, Ragusa, Sassari: È consentito tenere
sono alcune delle città presenti nella zona C acceso il riscaldamento
15 novembre - 31 marzo
10 ore al giorno

Lo utilizzano oltre i limiti


per più giorni: 31%
C
per più ore al giorno: 5%

Temperatura media
D
di giorno: 20 °C
di notte: 19 °C

Non lo accendono
E
di giorno: 23%
di notte: 57%

Combustibile usato
F
gas metano: 82%
gpl: 7%
gasolio: 7%

24 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


Firenze, Macerata, Matera, Roma, Verona: È consentito tenere
CAlCOlA QUANTO TI COSTA
sono alcune delle città presenti nella zona D acceso il riscaldamento
1° novembre - 15 aprile Il nostro servizio online è il miglior modo
12 ore al giorno per calcolare il sistema di riscaldamento
più conveniente per la tua famiglia.
Lo utilizzano oltre i limiti
per più giorni: 20%
per più ore al giorno: 11%

Temperatura media
di giorno: 20 °C
di notte: 18 °C

Non lo accendono
di giorno: 13%
di notte: 55%

Combustibile usato
gas metano: 84%
gpl: 7%
gasolio: 5%
Tipo di impianto e di combustibile,
1 grado di isolamento della casa e
Bologna, Milano, Rimini, Torino, Trento, Udine: È consentito tenere temperatura esterna (zona climatica)
sono alcune delle città presenti nella zona E acceso il riscaldamento sono tutti fattori da considerare quando
15 ottobre - 15 aprile
14 ore al giorno
si deve scegliere la soluzione di
riscaldamento autonomo che più fa al
caso nostro. Il servizio “Riscaldamento
Lo utilizzano oltre i limiti
per più giorni: 8% caro? Calcola i costi dell’impianto che fa
per più ore al giorno: 14% per te” mette a confronto i costi per le
diverse soluzioni. Quindi se hai una casa
Temperatura media
in costruzione o intendi ristrutturarla,
di giorno: 20 °C questo servizio può rivelarsi molto utile.
di notte: 18 °C
Indica il nome del tuo comune,
Non lo accendono
2 necessario per capire in che zona
di giorno: 6% climatica vivi, e le caratteristiche della
di notte: 38% tua abitazione. Apparirà a quel punto il
confronto tra i cinque impianti
Combustibile usato disponibili: caldaia a condensazione a
gas metano: 90%
gpl: 5%
gas metano, caldaia tradizionale a gas
gasolio: 3% metano, caldaia a gasolio, caldaia a gpl
in bombola, caldaia a gpl in cisterna. Con
i relativi costi annuali.
Belluno e Cuneo sono due delle città presenti
nella zona climatica F È consentito tenere Se clicchi sulla scritta “visualizza
acceso il riscaldamento 3 dettaglio costi” appariranno per
senza limitazioni
ogni soluzione i costi suddivisi per voce,
non solo del combustibile necessario
Lo utilizzano oltre i limiti per acqua calda e riscaldamento, ma
Nessuno sforamento, non
essendo previsti limiti anche i costi fissi e quelli per la
manutenzione. In fondo alla pagina, nel
riepilogo dei dati, troverai anche
Temperatura media
di giorno: 20 °C
l’indicazione della tua zona climatica.
di notte: 17 °C

Non lo accendono
di giorno: 7%
di notte: 36% oNliNe
Per sapere in quale zona climatica si trova la tua
Combustibile usato città e calcolare l’impianto di riscaldamento più
gas metano: 65% conveniente vai su
gasolio: 20%
gpl: 11% altroconsumo.it/casa

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 25


Test

Il nostro
test
Sono 50 i vini bianchi
sardi selezionati per il
test: 35 Vermentino
di Sardegna; 11
Vermentino di Gallura;
2 Nuragus di Cagliari; 1
Alghero Doc; 1 Isola
dei Nuraghi.
Tra le molte analisi
abbiamo verificato il
contenuto di solfiti.

solfiti & co.


Abbiamo calcolato non
solo la quantità di
anidride solforosa nel
vino (usata per
impedire alterazioni
causate dai batteri e
dai lieviti), ma anche il
rapporto tra la
quantità di solforosa
libera (sotto forma di
gas disciolto) e quella
totale. I vini ottenuti
con una tecnologia di
buon livello hanno in
genere un rapporto
superiore a 0,3.

i vini bianchi dell’ isola

Vermentino di Sardegna Vermentino di Gallura Nuragus


Doc Docg Doc
Deve essere ottenuto da uve della varietà Può contenere solo uve della varietà Le uve devono essere della varietà Nuragus
Vermentino, prodotte nell’intero territorio della Vermentino (dal 95 al 100%), che provengano (minimo l’85%), prodotte nel territorio della
regione Sardegna. È ammessa la presenza di dalla Gallura, ovvero una zona a Nord- Est della provincia di Cagliari, Nuoro e Oristano. Anche
uve bianche autorizzate (max 15%). Sardegna) e qui vinificate. L’imbottigliamento la vinificazione deve essere fatta in quest’area.
invece può essere fatto in tutta la Sardegna.
CARATTERISTICHE CARATTERISTICHE
Il colore deve variare dal bianco carta al giallo CARATTERISTICHE Di colore giallo paglierino tenue, con leggeri
paglierino tenue, con leggeri riflessi verdolini; il Il colore è giallo paglierino con leggeri riflessi riflessi verdolini, secco o amabile, è sapido,
profumo è delicato e gradevole. Può risultare verdognoli; il profumo è intenso e delicato; il armonico, leggermente acidulo. La gradazione
secco o amabile: deve essere acidulo e con sapore morbido con retrogusto leggermente alcolica minima deve essere 10,5 % vol. Può
leggero retrogusto amarognolo. Il grado amarognolo. Il grado alcolico minimo deve essere prodotto anche nella versione frizzante.
alcolico minimo è 9,5% vol. essere di 12% vol.
ABBINAMENTI
ABBINAMENTI ABBINAMENTI Con antipasti magri e primi piatti al sugo bianco
Con antipasti di pesce senza salse, ostriche, Con antipasti e piatti di pesce, crostacei anche di pesce, zuppe di conchigliacei, crostacei
pesce alla griglia, primi piatti sardi. alla griglia, carni bianche, pecorino sardo, fave. lessati conditi con olio.

26 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


I bianchi Per SaPerNe DI PIÙ

sardi Controllate
Leggere sempre
l’etichetta. Oltre alle
informazioni
obbligatorie, alcuni
vini riportano
indicazioni su come
servire il vino e con
quale cibo accostarlo.
Piacciono ai nostri giudici. E vanno
piuttosto bene in laboratorio. I migliori?
Non superano i cinque euro di prezzo.
Al fresco e buio
Non acquistare vini
esposti in vetrina o
uanto più una terra è difficile da addo- posti vicino a luci

Q
mesticare, tanto più preziosi sono i suoi forti o fonti di calore.
frutti. In Sardegna, terra ostica alle più Conservare le
comuni coltivazioni agricole, battuta bottiglie al buio e al
dai venti di maestrale, il Vermentino fresco (10-15 °C,
umidità al 70 %).
riesce ad esprimersi con caratteristiche di spiccata
personalità. Questo vitigno, conosciuto e coltivato in
tutta la costa del Mediterraneo - dalla Spagna alla Li-
guria - qui dà vita a un vino bianco dal gusto incon-
fondibile, amato e apprezzato in tutta Italia. Anche i Distese sul legno
risultati del nostro test lo mettono in buona luce: le Le bottiglie vanno
messe in posizione
50 etichette selezionate (tra le più diffuse e facilmen- orizzontale su ripiani
te reperibili nei supermercati) superano le prove a in legno:questo
testa alta. Un successo, dunque, meritato. materiale attutisce
colpi e vibrazioni.

servirli freschi
Alghero isola dei Nuraghi I bianchi secchi
Doc iGt giovani vanno serviti
La denominazione “Alghero” seguita da una I vini con questa indicazione geografica devono a 8 ºC.: quelli del test
specificazione (Torbato, Sauvignon, essere ottenuti da uve provenienti da uno o più tra gli 8 e i 12 °C. Per
Chardonnay...) è riservata ai vini ottenuti per vitigni autorizzati e prodotti nelle province di apprezzarli al meglio,
almeno l’85% dai corrispondenti vitigni. Zona di Cagliari, Nuoro, Oristano e Sassari (esclusi i una volta aperto,
produzione: alcuni comuni in provincia di vitigni Cannonau, Carignano, Girò, Malvasia, beveteli in tempi
Sassari e parte del comune di Sassari. Monica, Moscato, Nasco, Nuragus, Semidano, brevi (due giorni).
Vermentino e Vernaccia).
cARAttERisticHE
Il Sauvignon è di colore giallo paglierino, cARAttERisticHE
tendente inizialmente al verdognolo. Profumo L’unica caratteristica disciplinata per i vini Igt è
gradevole e fruttato; sapore asciutto, pieno, il grado alcolico minimo: per il bianco Isola dei
persistente. Grado alcolico minimo: 11% vol. Nuraghi il grado minimo deve essere 10 %.

ABBiNAMENti ABBiNAMENti
Con zuppa di pesce, primi piatti regionali, pesci Con piatti a base di pesce e carni bianche, Il bicchiere giusto
grigliati, fiore sardo. purché non coperte da condimenti forti. Per esaltare i vini
bianchi giovani e
freschi usate un calice
a tulipano
leggermente svasato:
i profumi si
incanaleranno
verso il naso.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 altroconsumo 27


Test
Perché fidarsi dei sensi
coMe beRe: Poco e bene Quando valutiamo il vino con i nostri test, lo mettia-
mo in mani esperte. Le bottiglie sono state affidate
Perché il vino sia un piacere, va bevuto sempre con moderazione. sia a tecnici di laboratorio, che le analizzano dal pun-
e non a digiuno. Per la vostra salute, e quella degli altri. to di vista chimico, sia a professionisti dell’assaggio.
I vini sardi però non sono stati sottoposti a una sem-
Secondo le linee guida dell’Istituto plice degustazione (stabilisce solo se un prodotto pia-
Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la ce), ma ad una analisi sensoriale, vale a dire una pro-
Nutrizione, l’organismo umano riesce a va completa che dice con metodo e rigore scientifico
tollerare l’alcol etilico senza che ne quanto piace, a chi piace e perché piace, evidenzian-
derivino evidenti danni solo se, durante i do le differenze tra i vini e dipingendo il profilo di
pasti, non superiamo più di 125 ml (2-3 gusto e aroma. Sono 23 i giudici che hanno valutato i
bicchieri per l’uomo; 1-2 per la donna, uno 50 vini del test, serviti in forma anonima in bicchieri
per gli anziani). Il divieto, invece, è assoluto da degustazione a norma Iso.
per bambini e adolescenti. In gravidanza e Per evitare influenze reciproche, a ogni giudice è sta-
in allattamento meglio non concedersi più ta servita una diversa sequenza di vini. Volete un’altra
di un bicchiere alla settimana. garanzia di affidabilità? Un vino veniva sempre pro-
Se si soffre di una malattia, acuta o posto più di una volta a ogni giudice, a sua insaputa:
cronica, se si assumono farmaci o se si se lo stesso vino riceveva voti diversi, la prova incoe-
deve guidare, dovreste astenervi del rente veniva scartata.
tutto. Siete a dieta? Ricordate che l’alcol
etilico fornisce calorie non trascurabili: Bere bene, al giusto prezzo
circa 80 per un bicchiere di vino di 12 gradi. Prima buona notizia. I vini bianchi piacciono ai nostri
giudici: la maggior parte ottiene una valutazione po-

La nostra scelta Vini bianchi di Sardegna

72 71 71 67
MesA CAntInA sAntADI ContInI CArreFoUr
Vermentino di sardegna Vermentino di sardegna Vermentino di sardegna Vermentino di sardegna
Doc Giunco 2009 Doc Villa solais 2009 Doc tyrsos 2009 Doc Al tralcio Antico 2009
9,50 euro al supermercato 4,80 euro al supermercato 5 euro al supermercato 3 euro al supermercato
È il vino Migliore del Test, con Gusto corposo ed equilibrato Miglior Acquisto dal colore Il prezzo competitivo di questo
note floreali, fruttate e vegetali. per questo Miglior Acquisto dai alquanto intenso e profumo vino a marchio commerciale gli
Etichetta da migliorare. riflessi oro piuttosto evidenti. floreale. Solforosa bassa. vale il titolo di Miglior Acquisto.

28 altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


sitiva. Seconda bella notizia. Tra i vini che si colloca- su come e per quanto tempo conservare il vino una
no nella parte alta della nostra tabella, quelli nella volta stappato. Voi non vorreste saperlo?
fascia di più alto livello qualitativo, metà dei prodot-
ti non supera i 6 euro. Guardate le etichette che han- per avere severi con la solforosa
no entusiasmato i nostri assaggiatori: il Vermentino Sulle bottiglie in commercio compare la scritta (spes-
di Sardegna Doc Naeli 2009 Cantina di Dolianova e un buon vino so poco visibile) “contiene solfiti”: che cosa significa?
Vermentino di Sardegna Doc Costamolino 2009 Ar- non occorre Significa che nel vino è presente anidride solforosa,
giolas sono stati particolarmente graditi all’assaggio un additivo molto usato nelle tecniche di produzione,
e costano rispettivamente 5,20 euro e 6,20 euro (al spendere per impedire alterazioni microbiche. Quando è trop-
supermercato). Tutti i nostri Migliori Acquisti hanno
un prezzo che non supera i 5 euro. Per bere bene,
un capitale pa però nuoce alla qualità del vino (odore sgradevole
e irritante) e può causare nausea, mal di testa, pro-
dunque, non occorre spendere un capitale. blemi digestivi. E allergie. I limiti di legge in questo
caso sono un po’ di manica larga: nelle prove noi sia-
etichette da migliorare mo stati più severi. Vi spieghiamo perché: con soglie
Un’etichetta completa è la carta d’identità di ogni pro- così alte sono sufficienti 2 bicchieri per superare in
dotto, vino compreso. Oltre alla denominazione, un adulto (di 70 chili) la dose giornaliera accettabile.
all’annata, al grado alcolico (e ad altre informazioni Non solo. In tutti i nostri test sul vino i tenori di sol-
obbligatorie sempre presenti) alcune indicazioni fa- forosa riscontrati in laboratorio sono sempre più bas-
coltative servirebbero proprio a un consumo più con- si dei limiti ufficiali. Questo significa che è possibile
sapevole. Solo pochi prodotti consigliano, per esem- produrre ottimi vini con quantitativi che si trovano
pio, come e per quanto conservare il vino una volta ben al di sotto dei limiti ufficiali. In laboratorio ab-
acquistato. Se lo facessero tutti si saprebbe sempre biamo anche valutato l’acidità (un chiaro indice qua-
con esattezza entro quando bere una bottiglia, senza litativo), che conferisce vivacità nel gusto e nel colore.
che ne risenta il sapore. Nessuno poi dà indicazioni Tutti i sardi sono stati promossi a pieni voti.

eSclUSIVo SocI
La guida ai vini 2011 mette
alla prova 318 vini
nazionali sotto i 15 euro,
con un dossier speciale
sui vini bianchi di
Sardegna. La guida, con
una nuova veste grafica e
schede tecniche facili da
consultare, contiene
anche buoni sconto per i
vostri acquisti. Per i soci
costa 19,95 euro all’anno;
24,95 per i non soci.
Per informazioni:
02 6961520

65 65
66 CAntInA Del CAntInA soCIAle
Il nUrAGHe VerMentIno DellA VernACCIA
Vermentino di sardegna Vermentino di Gallura Vermentino di sardegna
Doc le Giare 2009 Docg s’éleme 2009 Doc Benas 2009
3,50 euro al supermercato 4 euro al supermercato 4,50 euro al supermercato
Profumo fruttato e note floreali Unico vermentino di Gallura tra i Miglior Acquisto venduto solo
per questo Miglior Acquisto. Migliori Acquisti del test. Vino nei supermercati.
Molto bassa la solforosa. abboccato con riflessi verdi e oro. Vino secco e corposo.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 altroconsumo 29


Test
VINI bIaNcHI DI SarDegNa PreZZI caraTTerISTIcHe rISUlTaTI

solforosa totale (so2)


so2 libera/so2 totale
in base agli zuccheri

QUAlitÀ GloBAlE
liere
Come sceg ppi?

in euro in enoteca

Analisi sensoriale
dichiarato (% vol)

verificato (% vol)
ta

al supermercato
e il cava
e usar iamo

Grado alcolico

Grado alcolico
Te lo mostr o

entro il 2011
in un vide
o.it/

Rapporto
Etichetta
tipologia
altroconsum e

Anidride

(su 100)
Da bere
in euro
alimentazion

tappo
MEsA 10 9,50 13,5 13,24 secco sughero D D B B 72
Vermentino di Sardegna Doc Giunco 2009
cANtiNA sANtADi 5,50 4,80 13 13,4 secco sughero V C D B B 71
Vermentino di Sardegna Doc Villa Solais 2009
coNtiNi 6 5 13 12,74 secco sughero V C D A B 71
Vermentino di Sardegna Doc Tyrsos 2009
cANtiNA Di DoliANoVA 5,60 5,20 13,5 13,68 secco sughero C D C A 70
Vermentino di Sardegna Doc Naeli 2009
pAlA 5,80 - 13 12,75 secco sughero V D D B B 70
Vermentino di Sardegna Doc I Fiori 2009
6 MURA 7,50 - 13 13,36 secco sughero D B A B 69
Vermentino di Sardegna Doc Giba 2009
cApicHERA 21 20 13,5 13,74 secco sughero V D D A B 69
Vermentino di Gallura Docg Vigna’ngena 2009
ARGiolAs 8,50 6,20 13,5 14,04 secco sughero V D D C A 68
Vermentino di Sardegna Doc Costamolino 2009
cARREfoUR - 3 13 12,78 secco sughero C C C B 67
Vermentino di Sardegna Doc Al tralcio Antico 2009
cANtiNA GAllURA 8 8 13,5 13,64 abboccato sughero V D D C B 67
Vermentino di Gallura Docg Canayli 2009
il NURAGHE - 3,50 12 12,07 secco sughero V C D A B 66
Vermentino di Sardegna Doc Le Giare 2009
ANticHi poDERi JERZU 7,30 - 12,5 12,69 secco sughero V D D B B 66
Vermentino di Sardegna Doc Telavè 2009
cANtiNA DEl VERMENtiNo MoNti 4,50 4 12 12,04 abboccato sughero D C C B 65
Vermentino di Gallura Docg S’éleme 2009
cANtiNA sociAlE DEllA VERNAcciA - 4,50 13 12,58 secco sughero C C C B 65
Vermentino di Sardegna Doc Benas 2009
MAsoNE MANNU 10 - 14 14,33 secco sughero D C B B 64
Vermentino di Gallura Docg Petrizza 2009
MEloNi - 3,70 12,5 12,86 secco sughero V C D C B 63
Vermentino di Sardegna Doc Astice 2009
sARDUs pAtER 6,50 5 13,5 14 secco sughero V E D C B 63
Vermentino di Sardegna Doc Terre Fenicie 2009
cANtiNA DEl VERMENtiNo MoNti 8 6,50 12,5 12,5 secco sughero D C B B 63
Vermentino di Gallura Docg Funtanaliras 2009
cARDEDU - 7 13 12,81 secco sughero C D C B 63
Vermentino di Sardegna Doc I Rivoli 2009
cAlAsEttA 9 6 13,5 13,74 secco sughero C C B B 62
Vermentino di Sardegna Doc Cala di seta 2009
cANtiNA Di sANtADi 9 8 14 14,21 secco sughero C D C B 62
Vermentino di Sardegna Doc Cala Silente 2009
GioVANNi cHERcHi 13 13 13,5 13,76 secco sughero V C C A B 62
Vermentino di Sardegna Doc Tuvaoes 2009
MURAlEs 8 - 13,5 12,98 secco sughero D C B B 62
Vermentino di Sardegna Doc Tutti i venti 2009
cAlDiRolA - 5 12,5 12,27 secco sintetico C D C B 60
Vermentino di Sardegna Doc
sEllA & MoscA 12 11 13,5 13,49 secco sughero D C C B 60
Vermentino di Gallura Docg Superiore Monteoro 2009
ARGiolAs 8 4,60 13,5 14,05 secco sughero V D D C B 59
Nuragus di Cagliari Doc S’Elegas 2009
il GAGGio - 5 12,5 12,14 secco sughero V C D C B 59
Vermentino di Sardegna Doc
piERo MANciNi 6,50 5 11,5 11,78 secco sughero C C C B 59
Vermentino di Sardegna Doc 2009
sEllA & MoscA 7,60 6,10 12,5 12,49 secco sughero D C C B 58
Vermentino di Sardegna Doc La Cala 2009
MURA 11,50 - 14 14,02 abboccato sughero D D C B 58
Vermentino di Gallura Docg Superiore Sienda 2009
cANtiNA Di DoliANoVA - 3 12,5 12,31 secco sughero C C C B 57
Nuragus di Cagliari Doc Dolia 2009

30 altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


VINI BIANCHI DI SARDEGNA PREZZI CARATTERISTICHE RISULTATI

solforosa totale (SO2)


SO2 libera/SO2 totale
in base agli zuccheri

QUALITÀ GLOBALE
In euro in enoteca

Analisi sensoriale
dichiarato (% vol)

verificato (% vol)
al supermercato
Grado alcolico

Grado alcolico

entro il 2011

Rapporto
Etichetta
Tipologia

Anidride

(su 100)
Da bere
In euro

Tappo
Sella & Mosca 9 7,50 12,5 12,69 secco sughero D C C C 57
Alghero Doc Le Arenarie 2009
Cantina Dorgali 4 4 12,5 12,51 secco sughero D B D B 56
Vermentino di Sardegna Doc Calaluna 2009
Sapori Mediterranei - 4,20 12 11,45 secco sintetico V C D C C 56
Vermentino di Sardegna Doc 2009
Piero Mancini 6,70 5,30 13 12,68 secco sughero C D C B 56
Vermentino di Gallura Docg Cucaione 2009
Cantina Giogantinu 6,10 4,50 12 12,46 abboccato sughero D B C B 55
Vermentino di Gallura Docg 2009
Ferruccio Deiana 7 4,50 13 13,23 secco sughero V C D A C 55
Vermentino di Sardegna Doc Donnikalia 2009
Sella & Mosca 6,20 4,80 12 12,02 secco sughero B C C B 55
Vermentino di Sardegna Doc 2009
Josto Puddu 6 5,50 13 13,15 secco sughero V C D C C 55
Vermentino di Sardegna Doc Marìs 2009
Surrau 15,50 - 14 14,48 secco sughero V D D C C 55
Vermentino di Gallura Docg Superiore Sciala 2009
Cantina Dorgali - 4,20 13 13,05 secco sughero D C C B 54
Vermentino di Sardegna Doc Isalle 2009
Il Roccolo - 3,30 12,5 12,13 secco sughero V C D C C 53
Vermentino di Sardegna Doc
Cantina Giogantinu 5,50 4,30 12 12,29 secco sughero D C C B 53
Vermentino di Gallura Docg Tancaré 2009
Montespada - 5 12,5 13,05 secco sintetico C C C C 53
Vermentino di Sardegna Doc Giunchizza 2009
Cantina di Dolianova - 3 12 12,11 secco sughero D D C C 52
Isola Dei Nuraghe Igt Santesu 2009
Cantina Sociale Santa Maria La Palma - 4 12 12,19 secco sughero V C D C C 50
Vermentino di Sardegna Doc Aragosta 2009
Meloni - 8,50 12,5 12,98 secco sughero B C B C 50
Vermentino di Sardegna Doc Il Germoglio 2009
Cantina Trexenta 5,80 3,50 12 12,16 secco sughero V C D C C 48
Vermentino di Sardegna Doc Donna Leonora 2009
Cantina di Monserrato 5 - 12,5 12,32 secco 1+1 sintetico C C D C 45
Vermentino di Sardegna Doc Ghineo 2009
Silvio Carta - 4,50 12 12,13 secco sughero D D D C 43
Vermentino di Sardegna Doc Badde Alva 2009

Tabella come leggerla

Etichette Tutti riportano le le Questo rapporto offre


Esclusivo soci informazioni obbligatorie. I indicazioni sulla qualità del-
Volete comprare i migliori Migliore del Test:
voti negativi sono stati dati la tecnologia utilizzata.
vini dei test e della Guida ottiene i migliori risultati
a vini con scarse o senza
vini? I nostri soci ora lo nelle nostre prove
informazioni facoltative, Anidride solforosa totale Il
possono fare online a Miglior Acquisto:
utili per un consumo più limite di legge è 210 mg/l,
prezzi vantaggiosi, grazie buona qualità e il miglior
consapevole. ma nel test siamo stati più
a una nuova convenzione. rapporto con il prezzo
severi: voti negativi per i
Nel catalogo virtuale Scelta Conveniente:
Grado alcolico In tabella tro- vini tra 140 e 170 mg/l; ot-
dell’enoteca online R2m.it, qualità accettabile, prezzo
vate sia il grado alcolico timi per quelli sotto a 80 molto vantaggioso
i soci possono scegliere
indicato in etichetta sia il mg/l.
tra più di 5mila prodotti Ottimo
valore ottenuto dalle ana-
scontati al 10% (vino, birra, Qualità buona
lisi di laboratorio. Tappo Il tappo 1+1 sintetico Buono
distillati e altro ancora).
è un tappo in sughero con Accettabile
Rapporto tra anidride solfo- le basi ricoperte da mate- Mediocre
altroconsumo.it/vantaggi
rosa libera e solforosa tota- riale sintetico. Pessimo

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 31


RISPARMI
Test 2.073€

Televisore nuovo?

il nOsTRO
TEsT
abbiamo sottoposto
i televisori a una
batteria completa
di prove
di laboratorio
e di utilizzo.
i risultati principali
sono sintetizzati
nelle tabelle alle
pagine seguenti.
maggiori dettagli su
altroconsumo.it/tv.

AnGOLO
DI VISIOnE
maggiore è l’angolo
di visione, meglio si Il marketing ci stordisce di sigle, per pompare vantaggi a volte
apprezzano le
immagini e i colori più presunti che reali. Capiamo quali sono le vere e le false novità.
anche senza stare
proprio davanti al
televisore. Questo
consente a più e chiamano “marketing buzzword”, ter- ratteri cubitali: vediamo che cosa offrono realmente.

L
persone di guardare mine che si può tradurre con “tormen- Led TV: la recente introduzione di diodi led a luce
lo stesso toni per vendere”. È una tecnica che si bianca ad alta intensità ha permesso di impiegare que-
programma. basa sull’uso ripetuto di sigle o parole sti dispositivi, nati negli anni ‘60, negli schermi lcd
abbiamo misurato (quasi sempre in inglese), che alludono dei televisori, come sorgente di luce. Ma un tv a led
quanto la qualità a straordinarie qualità e funzioni del televisore. impiega sempre uno schermo a cristalli liquidi e non
della visione è una nuova tecnologia. Qualche vantaggio comunque
influenzata Dopo la rivoluzione dello schermo piatto c’è: la possibilità di controllare individualmente la
dall’angolo Dopo l’addio ai tubi catodici, da qualche tempo nel luminosità dei led dietro lo schermo a seconda dell’im-
(problema tipico mondo della tv non vi sono novità sostanziali. Anche magine permette di migliorare il contrasto e la pro-
degli schermi lcd), questo test - i cui risultati trovate alle pagine seguen- fondità dei neri. Inoltre sono inferiori i consumi.
misurando la ti - lo dimostra: molti dei modelli meno recenti sono Slim design: l’adozione della tecnologia led ha per-
luminosità dello tra i migliori per qualità. E costano meno. Chi lo sa, messo di ridurre lo spessore. Il marketing ha subito
schermo sotto può realizzare notevoli risparmi senza perdere nulla. coniato marchi registrati, destinati alle serie più sot-
diverse angolazioni L’industria, intanto, sta introducendo una serie di tili e naturalmente più care. In realtà però solo chi ha
con un apparecchio funzionalità accessorie: a volte utili, a volte meno, deciso di appendere il tv al muro può trarre vantaggi
che ruota attorno perché in realtà, almeno per il momento, non offrono dal minor spessore. Per gli altri, estetica a parte (che
al televisore. vantaggi particolari. Abbiamo esaminato le sigle e le peraltro è soggettiva), nessun vantaggio. Tra l’altro i
frasi che più spesso si leggono nelle pubblicità a ca- tv più sottili hanno spesso l’audio peggiore.

32 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


COME BUTTARE VIA IL VECCHIO APPARECCHIO. SE VI CONVIENE FARLO
non gettatelo, se funziona: il decoder con poche decine di euro vi consente RAEE: QUALI PRODOTTI cOmPREnDE
di ricevere in digitale. Per chi lo cambia, ecco che cosa fare della vecchia tv.
Ecco i prodotti definiti “Rifiuti di apparecchiature
elettriche ed elettroniche” (Raee): il negoziante è
Ovviamente, il passaggio al digitale terrestre è stato vissuto da molti come tenuto a ritirare senza addebitare alcunché il
un’occasione per sbarazzarsi del vecchio apparecchio tv e comprarne uno prodotto vecchio quando se ne acquista uno nuovo.
nuovo. Vi sconsigliamo caldamente di farvi travolgere dall’entusiasmo. Fatelo
soltanto se davvero il vecchio televisore ha smesso di funzionare o se proprio
non fa più per voi. Il rischio, infatti, è che nel giro di pochi anni lo standard di R1
Apparecchiature
trasmissione del digitale terrestre in Italia si evolva per supportare l’alta refrigeranti: frigoriferi
definizione: questo significa che il televisore appena comprato potrebbe presto e condizionatori.
non essere più in grado di ricevere il digitale con lo standard legato all’alta
definizione. Avreste quindi bisogno di un nuovo decoder. Soldi sprecati (e rifiuti
creati) per nulla. Inoltre, un decoder vi servirà comunque per ricevere la tv R2
Grandi elettrodomenstici
satellitare: a queste scatolette dunque tanto vale rassegnarsi. “bianchi”: lavatrici,
lavastoviglie.

ELETTRONICA
R3
Tv e monitor.

R4
Tutti gli altri apparecchi
ISOLA EcOLOGIcA nEGOZIO RITIRO A cASA elettrici ed elettronici
(telefonini, aspirapolvere,
Il tv non può essere gettato Se comperate un tv nuovo, Molte aziende di nettezza ventilatori, stampanti…).
tra i rifiuti normali né dato che si tratta di un Raee, urbana offrono la possibilità
tantomeno abbandonato (si il negoziante ha l’obbligo di di concordare il ritiro a
rischia come minimo una ritirare in negozio quello domicilio di oggetti R5
multa). Bisogna portarlo vecchio gratis (il contributo ingombranti: informatevi ai Sorgenti luminose:
negli appositi depositi: al ritiro è già compreso nel numeri della società che lampadine fluorescenti
informatevi in Comune. prezzo dei prodotti). opera nella vostra zona. o a incandescenza.

100 Hz (200Hz, 240Hz ecc…): un tempo la sigla una tastiera o di un mouse rendono navigare in inter-
100Hz indicava la capacità del tubo catodico di lavo- net un’esperienza piuttosto frustrante.
rare a una frequenza di aggiornamento dello schermo Pause Live TV: alcuni televisori hanno una memoria
doppia per ridurre il tremolio dell’immagine. Con di massa (hard disk o flash) che permette di “mettere
l’avvento degli lcd è comparso un altro problema: in in pausa” il programma che si sta guardando, nel caso
alcuni filmati le scene in movimento possono appa- si fosse costretti a interrompere la visione per cause
rire non fluide. Da qui la necessità di introdurre siste- di forza maggiore. Valutate se vi può tornare utile.
mi di elaborazione dell’immagine. La sigla dovrebbe
richiamare il numero totale di passi intermedi elabo- Per il 3D è ancora troppo presto
rati dal televisore: maggiore il numero, meglio è. In Sull’onda del ritorno del 3D sul grande schermo, si
realtà il sistema funziona, ma è accompagnato dalla lancia anche in ambito casalingo questa tecnologia.
comparsa di vistose scie dietro agli oggetti che si muo- Che al momento ha enormi limiti. Intanto, l’effetto 3D
vono più velocemente sullo schermo: insomma, biso- si ottiene solo con lettori Bluray e dischi appositi o
gna scegliere il male minore (scatti o scia). I tv al pla- utilizzando una console o un pc con software adatto.
sma sembrano meno toccati dal problema. Inoltre non bastano economici occhialini di plastica
Internet tv: sono tv che si possono connettere a in- come quelli dei cinema, ma ci vogliono costosi (e più
ternet per usufruire di alcuni servizi. Però molto li- pesanti) occhiali “attivi”, sincronizzati specificamen-
mitati: detti “canali” o “widget”, sono pagine interat- te con i televisori dello stesso produttore: così se cam-
tive che mostrano previsioni del tempo, quotazioni bi tv devi ricomprare anche gli occhiali (ce ne vuole
di borsa e simili. Alcune permettono di riprodurre oNliNe un paio per ogni membro della famiglia e costano
video da Youtube: Google sta stringendo accordi com- Ritiro dei Raee: come sta circa 100 euro l’uno). Ancora: la visione prolungata
merciali con i principali produttori di televisori per andando? La nostra di programmi 3D sulla tv può causare fastidi agli occhi
l’integrazione di altri servizi. In realtà tutto ciò non videoinchiesta nei negozi. e nausea. L’elenco degli svantaggi è ancora lungo, ma
sostituisce affatto il pc. Sono ancora pochi i tv che altroconsumo.it/tv anche solo questo basta a far riflettere su come il 3D
integrano un vero e proprio navigatore e l’assenza di sia oggi una tecnologia ancora immatura e carente.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 33


Test
taBella CoMe leGGerla televisori 32’’ prezzo risultati

QUALITà GLOBALE (su 100)


Tipo Nel test abbiamo in- moltissimi lettori dvd e de-
cluso televisori con scher- coder utilizzano ancora

attraverso scart RGB


mo a lcd tradizionali (T), a questa presa. Per la valu-
lcd con retroilluminazione tazione una giuria di utiliz-

(settembre 2010)

Digitale terrestre

Video digitale HD
e più

In euro min-max
I dettagli ch oltre

Video analogico
a led (L) e - solo tra i più zatori ha osservato un video
grandi - al plasma (P). analogico, trasmesso se- te re ss an o e
ti in co nfronto
condo lo standard europeo od el li a
200 m m o. it/tv
Video analogico attraverso pal 576 i (576 linee). altroc on su

Audio
presa scart RGB Questa

Tipo
prova valuta la qualità del- Digitare terrestre In questa
le immagini ricevute in ana- prova abbiamo valutato la
logico attraverso la presa qualità di ricezione dei te- SAmSUnG UE32C6700 L 769 - 842 A B A C 71
scart: è importante perché levisori, simulando un se- PHILIPS 32PFL9604H/12 T 748 - 1.099 B B B B 69
gnale uguale al digitale SOny KDL-32EX500 T 539 - 799 B B A C 69
terrestre nello standard
Migliore del Test: utilizzato oggi in Italia e in SAmSUnG LE32C650 T 517 - 619 B B B C 67
ottiene i migliori risultati gran parte d’Europa (stan- SOny KDL-32E5500 T 649 - 799 B B B B 67
nelle nostre prove dard DVB-T SD). Anche in
questo caso è stata una SAmSUnG UE32C6000 L 640 - 849 C B A C 67
Miglior Acquisto:
buona qualità e il miglior giuria di utilizzatori a valu- SAmSUnG UE32C5100 L 595 - 699 C B B B 66
rapporto con il prezzo tare la qualità delle imma-
SOny KDL-32V5500 T 449 - 699 B C B B 65
Scelta Conveniente: gini ricevute.
qualità accettabile, prezzo LOEwE Xelos A 32 Full-HD+100 T 1.390 - 1.590 B C B B 65
molto vantaggioso Video digitale HD La giuria SOny KDL-32W5500 T 497 - 899 C C B B 65
Ottimo di utilizzatori ha valutato un
Qualità buona segnale in alta definizione PHILIPS 32PFL7404H T 489 - 599 B B B C 65
Buono
Accettabile (1.080 righe), in ingresso PHILIPS 32PFL7605H/12 L 687 - 899 B B B B 64
Mediocre
attraverso la porta digitale
hdmi. SAmSUnG UE32C4000 L 479 - 599 C B B B 64
Pessimo
SOny KDL-32EX700 L 669 - 899 B B B C 64
PHILIPS 32PFL8404H/12 T 499 - 799 B B B C 64
PHILIPS 32PFL5605H/12 T 525 - 698 B B B B 64
ONLINE UNA GUIDA COMPLETA PHILIPS 32PFL5404H T 339 - 599 B C B C 63
SOny KDL-32S5600 T 408 - 549 B C B B 62
se volete capire quale televisore fa davvero per PHILIPS 32PFL5604H/12 T 399 - 499 B C B C 62
voi, confrontate tra loro i modelli sul nostro sito.
LG 32LE5500 L 672 - 729 B B B D 61
SOny KDL-32S5500 T 359 - 499 C B B C 61
LG 32LH5000 T 379 - 649 C C C B 60
TOSHIBA 32RV635DG T 369 - 529 B C B C 59
SAmSUnG LE32C450 T 329 - 409 B C B C 59
LG 32LD450 T 359 - 414 C C B C 59
LG 32LH4000 T 370 - 599 B C C C 59
PAnASOnIc TX-L32X20E T 434 - 498 C C C C 59
LG 32SL8000 T 449 - 749 C C C C 58
SOny KDL-32EX402 T 379 - 699 C C B C 58
Avete già consultato la sezione del nostro sito SOny KDL-32NX500 T 489 - 649 C C B C 58
tutta dedicata ai televisori (altroconsumo.it/tv)? SAmSUnG LE32B550 T 424 - 599 B B B D 58
Vi troverete moltissime informazioni utili, sia per SOny KDL-32EX302 T 367 - 456 C C C B 58
acquistare un modello nuovo (evitando le
PAnASOnIc TX-L32V10E T 699 - 999 C C B D 57
trappole legate ai pagamenti a rate), sia per
utilizzare al meglio quello che avete già. SAmSUnG UE32B7000 L 639 - 899 B B A E 57
Con video che vi mostrano come effettuare PAnASOnIc TX-L32X10E T 379 - 499 C C C C 57
operazioni più o meno complicate: collegare la PAnASOnIc TX-L32S20E T 498 - 654 C C C C 56
videocamera alla tv o installare un home cinema. LG 32LH3000-ZA T 339 - 459 56
C C C C
PAnASOnIc TX-L32G10E T 499 - 749 D C C C 56
PHILIPS 32PFL5405H/12 T 430 - 599 C C C C 55
LG32LH2000 T 295 - 399 C C C C 55
esClusivo soCi
SAmSUnG UE32B6000 L 594 - 799 C B B D 54
Cerca i prodotti promossi centracquisti.it
disponibili a un prezzo telefono 02 99 76 28 29 TOSHIBA 32SL733 L 699 - 759 C C C D 54
e a condizioni speciali su SAmSUnG LE32B350 T 299 - 429 C B B D 53

34 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


televisori 40”-42’’ prezzo risultati
La nostra scelta
Televisori

QUALITà GLOBALE (su 100)


attraverso scart RGB
Schermo 32”

(settembre 2010)

Digitale terrestre
In euro imin-max

Video digitale HD
Video analogico
71

Audio
Samsung
Tipo

UE32C6700
Samsung LE40C750 T 999 - 1.107 A B A B 74 769 - 842
Samsung LE40C650 T 617 - 809 B B A B 71 Ottima qualità
Sony KDL-40HX700 T 959 - 1.299 A B A B 71 d’immagine,
audio un po’
Samsung UE40C6000 L 834 - 1.199 B B A B 70
debole (tallone
Sony KDL-40WE5 T 649 - 990 B B A B 69 d’achille degli
Sony KDL-40EX500 T 706 - 887 B B A B 69 ultrasottili).
Samsung UE40C6700 L 1085 - 1.108 A B A C 69
Sony KDL-40EX700 L 872 - 1.182 B B B C 68
Philips 42PFL7404H T 699 - 1.099 B B B B 67
63
Philips 40PFL9704H/12 L 1.979 - 2.206 C C B B 66 Philips
Sony KDL-40HX800 L 1.554 - 1.899 B C B B 66
32PFL5404H
339 - 599
Philips 42PFL9664H T 1.299 - 1.699 B C B B 66
Modello non
Sony KDL-40V5500 T 649 - 899 B C B B 65 recentissimo,
Philips 42PFL8404H/12 T 739 - 999 B B A C 64 che offre buone
Loewe Art 42 SL Full-HD+100 T 2.499 - 2.690 C B B B 64 prestazioni
e costo
Samsung UE40B8000 L 1.499 - 1.800 B B A C 63
contenuto.
Philips 40PFL8664H/12 L 1.099 - 1.499 B B B C 63
Samsung UE40B6000 L 799 - 1.300 C B A C 62
Philips 40PFL7605H/12
Philips 42PFL5604H
L
T
913 - 1.226
589 - 899
B
B
C
C
B
B
B
B
62
61
Schermo 40” - 42”
LG 42LE8500 L 1.474 C B C D 60
LG 42SL8000 T 699 - 999 C C C B 60 74
LG 42LH3000-ZA T 499 - 749 B C C B 59 Samsung
Samsung LE40B750 T 899 - 1.299 B B B C 59 LE40C750
Sony KDL-40NX500 T 661 - 845 C C B C 59
999 - 1.107
Non è appena
Philips 40PFL5605H/12 L 687 - 899 C C C C 58
uscito, ma la
Sony KDL-40EX402 T 504 - 799 C C B B 58 qualità
Panasonic TX-P42X20E P 549 - 599 C C C C 58 d’immagine è
LG 42LH4000-ZA T 597 - 949 C C C B 57 tra le migliori
mai viste nei
Panasonic TX-L42D25E L 999 - 1.289 C C C B 57
nostri test.
LG 42PQ6000 P 584 - 699 D C C B 57
Samsung LE40B550 T 439 - 799 C C B C 57
Philips 42PFL5405H/12 T 539 - 791 B C B C 56
LG 42LH5000 T 649 - 999 C C C C 56 71
Panasonic TX-P42G20E P 999 - 1.109 C C B B 56 Samsung
Samsung LE40B650 T 679 - 899 C B B D 56 LE40C650
617 - 809
Toshiba 42RV635D T 529 - 749 C C B C 56
Modello non
Sony KDL-40S5500 T 629 - 799 C C B C 56 tra i più nuovi,
LG 42PQ3000 P 469 - 699 C C C B 56 ha buona
Toshiba 40RV733 T 599 - 664 C C C C 55 qualità e buon
LG 42SL9000 L 899 - 1.249 C C B D 55 prezzo: 2.073
euro meno
Panasonic TX-P42S20E P 590 - 782 C C C C 55
del più caro.
Panasonic TX-P42X10E P 499 - 749 C C B C 55

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 35


Inchiesta

Compost
il terriccio dall’umido
La spazzatura può tornare
a nuova vita, grazie agli impianti
di compostaggio, che rigenerano
gli scarti di cucina ottenendo
terreno fertile. Ma a casa...

36 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


adre terra non spreca nulla. l’umido rappresenta il 35% dei rifiuti, e che smaltimento poco sostenibili. In linea con

M
Neanche gli scarti. Da questo ogni abitante in un anno ne produce fino a la normativa che governa la politica dei
principio nasce il compost, il 150 kg. Purtroppo la discarica è ancora il rifiuti, infatti, la prospettiva è di ridurre
fertile terriccio ottenuto destino più comune dei rifiuti organici, ma progressivamente il quantitativo di scarti
dall’umido domestico: una non è la soluzione più efficace: l’umido è biodegradabili che finiscono ancora in
fetta della raccolta differenziata. Solo che ricco di acqua e deve subire trattamenti discarica. La raccolta dell’umido è in
mentre la raccolta del secco (carta, speciali, costosi, altrimenti dà origine a gas crescita rispetto al passato e va di pari
plastica, vetro...) sta diventando una buona e liquami difficili da smaltire. Per lo stesso passo con lo sviluppo della raccolta
abitudine, differenziare l’umido è un motivo brucia con difficoltà in differenziata. Più i cittadini sono coinvolti
compito ancora snobbato dai cittadini. inceneritore. Il compostaggio, operazione in questo meccanismo virtuoso di
Succede solo perché la monnezza puzza e che consente di trasformare l’umido in recupero delle risorse, più sale la
gocciola? Il problema è alla radice, e cioè fertilizzante, tramite impianti specializzati, percentuale di raccolta dell’organico: oggi
che i Comuni che la organizzano sono assicura un miglioramento dell’intero è vicino ai 3 milioni di tonnellate.
pochi. Non è tanto una questione di poca ciclo di gestione dei rifiuti (come spiega Il compost è anche economico e permette
informazione o di distribuzione di l’esperto intervistato a pag. 34). di ridurre l’uso di fertilizzanti chimici.
sacchetti adatti alla raccolta dell’umido; Perché la raccolta differenziata
bisogna che le amministrazioni si attivino Vantaggi per l’ambiente dell’organico possa essere destinata alla
per avviare la raccolta separata della Il compostaggio non serve solo a smaltire la produzione di compost deve essere
frazione organica. Anche perché, se frazione organica dei rifiuti, permette realizzata in modo ottimale. Se i rifiuti
andiamo a guardare i dati dell’ultimo anche di ridurre l’impoverimento dei suoli non vengono selezionati correttamente
Rapporto sui rifiuti urbani scopriamo che e di ricorrere meno a sistemi di l’umido che arriva in stabilimento può

TEST: COMPOST CASALINGO


GLOSSARIO Abbiamo provato NatureMill Composter serie XE, per capire come funziona un
compostatore domestico. Online costa 339 euro, spese di spedizione incluse.
BIODEGRADABILE
Tutte le sostanze che possono essere
decomposte attraverso l’azione naturale RIEMPITO A DOVERE
di batteri e microorganismi presenti Nel contenitore abbiamo inserito scarti di
nell’ambiente.
cibi di diversa natura. Seguendo le
COMPOSTABILE istruzioni, per ridurre la formazione di
Tutte le sostanze che possono essere odore e favorire la giusta consistenza, alla
decomposte attraverso un processo di camera di compostaggio abbiamo
compostaggio guidato, che richiede il controllo aggiunto qualche manciata di segatura e
di specifici parametri (temperatura, umidità...). bicarbonato. L’apparecchio è stato in
DIGESTIONE ANAEROBICA funzione per circa 8 settimane.
Trattamento di rifiuti organici in speciali
reattori, per ricavarne gas naturale, sfruttabile
come risorsa energetica.
PASSANO LE SETTIMANE
COMBUSTIBILE DERIVATO DA RIFIUTI (CDR) Il funzionamento è semplice: l’apparecchio
La frazione indifferenziata dei rifiuti urbani, è alimentato dalla rete elettrica per
ovvero quella non selezionata, attraverso mantenere la ventilazione e per
appositi trattamenti può essere trasformata in rimescolare il compost mentre matura. Il
combustibile destinato agli inceneritori. terriccio ottenuto non può essere
utilizzato subito, perché potrebbe essere
dannoso per le piante. Ci vogliono circa 60
giorni per ottenere il compost desiderato.

RISULTATI COSÌ COSÌ


In due mesi di prova il compostatore non è
riuscito a smaltire l’umido di un single, a
maggior ragione neppure quelli di una
famiglia come indicato nelle istruzioni.
I tempi di maturazione del compost sono
lunghi e per la formazione di odore
sgradevole è meglio che l’apparecchio stia
sul balcone, se possibile riparato.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 37


Inchiesta

INTERVISTA
L’umido segue la raccolta differenziata
Nelle regioni in cui storicamente la raccolta differenziata è avviata meglio e da più
tempo anche la gestione dell’umido dà i risultati migliori. Veneto e Lombardia la fanno
da padrone, con una percentuale di rifiuti organici trattati superiore al 20% del totale
nazionale. Il divario tra regioni è confermato anche rispetto alla raccolta differenziata
dell’organico: 89 kg per abitante al Nord, contro i 21 kg pro capite al Sud.

NORD
1,7
2,1

“Il compost è una risorsa”


0,2
22,3
21,7
89
Massimo Centemero è direttore tecnico 10
del Cic, Consorzio italiano compostatori.
Gli abbiamo chiesto qual è il segreto per 12,2 CENTRO
raccogliere bene l’umido. 0,7
Il modo più semplice è ricordare una
parola: naturale. Tutte le sostanze che
6.4
2,2 38
non hanno a che fare con madre natura
sono da scartare. Comunque il compito 2,7
di informare i cittadini su come operare SUD E ISOLE
spetta alle amministrazioni, ed è 1,6
fondamentale che ci sia un
0,1 21
coinvolgimento attivo della popolazione. 3,6
Se poi il cittadino decide di fare il
compost domestico, il segreto è
garantire una buona aerazione del
4.5
materiale, che non deve essere troppo
0,8 0
compatto. Per farlo respirare, dobbiamo 2,7
mescolare i nostri scarti domestici con
rami e legnetti: l’aria in circolo ridurrà
anche l’odore di fermentazione. 1,3
Su larga scala, quali sono i vantaggi del
compostaggio realizzato dagli impianti? 3
Trasformare gli scarti organici in raccolta differenziata dei rifiuti
compost favorisce l’uso sostenibile delle organici (kg per abitante)
risorse. Innanzitutto si riduce la quantità
% di rifiuti trattati in ciascuna
di rifiuti da incenerire o da smaltire in regione
discarica. Inoltre il compost è benefico
per l’agricoltura, perché mantiene la
fertilità dei terreni (non dimentichiamo
che siamo un Paese a rischio di COME AVVIENE IN NATURA
desertificazione) e riduce il ricorso a
risorse non rinnovabili per la produzione Il compostaggio è un processo biologico di
di fertilizzanti, come i derivati del decomposizione dei materiali per effetto di
petrolio. Purtroppo spesso gli agricoltori microorganismi naturalmente presenti
credono di poter sfruttare al meglio i nell’ambiente. Avviene comunemente anche
terreni ricorrendo solo alla chimica. in natura, dove gli organismi producono
“humus” a partire dalla decomposizione di
Qual è la situazione degli impianti di sostanze organiche (accade nei boschi, per
compostaggio in Italia? esempio). Il trattamento industriale rende il
Complessa e diversificata per aree processo più rapido ed efficiente e migliora la
geografiche. Su 229 impianti autorizzati qualità del compost ottenuto. Ma anche negli
quelli operativi si riducono a 120. Ma il stabilimenti resta in qualche modo la mano di
problema è l’efficienza a macchia di madre natura: l’emissione di cattivi odori è
leopardo. Gli impianti del Centro-Sud abbattuta quasi per intero da un letto di
sono ampiamente sottoutilizzati. cortecce d’albero (foto).

38 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


contenere sostanze inquinanti, che
INFORMAZIONE NEL SACCO rendono difficile il trattamento. Per questi
motivi, va sfatata l’idea che l’umido sia la
Non tutti i materiali raccolta di tutto quello che avanza in
biodegradabili sono cucina: per esempio, i vasetti di yogurt, la
compostabili: è il caso dei carta oleosa o le vaschette sono esclusi. I
sacchetti della spesa. Per materiali che devono essere messi nel
essere compostabile un sacco dell’umido sono quasi solo di origine
materiale deve rispettare la naturale. Il nostro contributo di cittadini
norma europea UNI 13432, che in questa prima fase di selezione è
fissa in 6 mesi il tempo di importante. Alcuni Comuni hanno capito
biodegradabilità del prodotto. l’importanza del recupero della frazione
Se il sacchetto non riporta organica. Ci sono città che fanno questa
questa sigla non è utilizzabile raccolta differenziata con ottimi risultati,
per la raccolta differenziata ma il divario tra le regioni è elevato. Per
dell’umido. La dicitura molte amministrazioni l’umido fa parte di
biodegradabile, insomma, non quella fetta di raccolta differenziata
basta: attenzione alle buste trascurata. Invece permette di recuperare
come quella della foto. risorse, restituendo alla natura qualcosa
che avevamo solo preso in prestito. ¬

CONSIGLI PER RACCOGLIERE L’UMIDO A CASA


In linea di massima tutto ciò che è creato dalla natura può finire nel sacco dell’umido.
Qui sotto trovate le quattro principali categorie di materiali da raccogliere.
Tutti i derivati del petrolio (quindi le plastiche), le sostanze chimiche e i metalli sono banditi.

SCARTI DI VARI ALIMENTI PIANTE, FIORI, RAMI, BUSTINE DI TÈ, TISANE E RESTI DI CARTA,
COME VERDURA E FRUTTA FOGLIAME E SEGATURA FONDI DI CAFFÈ TOVAGLIOLI, FAZZOLETTI

Quello che sì Quello che no


J Scarti e avanzi di cucina, crudi o cotti J Liquidi in genere
J Alimenti avariati J Metalli (per esempio contenitori per alimenti)
J Tovaglioli o fazzoletti di carta purché non stampati né colorati J Vaschette di plastica o di polistirolo
J Pezzi di carta bagnati o unti J Prodotti chimici
J Bustine di tè, tisane e fondi di caffè J Carta per uso alimentare (tetrapak, pellicole)
J Resti di frutta ortaggi e legumi J Tessuti e vestiti
J Avanzi di carne e pesce, gusci d’uovo J Medicinali, garze, cerotti
J Foglie, fiori, erba, rametti J Mozziconi di sigaretta
J Legnetti, segatura e paglia J Pannolini e assorbenti igienici
J Ceneri di caminetto e stufa J Sacchetti di plastica e cellophane
J Pasta, pane, riso, farine, cereali J Carta o tessuti intrisi di sostanze chimiche (alcool, vernici,
J Piume, peli di animali, capelli detersivi, smacchiatori)
J Plastica compostabile J Tutti i rifiuti di cui non si è sicuri

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 39


Test RISPARMI
260€

Record, si gira
Memorie più capienti, ma batterie sempre meno all’altezza.
Meno differenze fra videocamere costose e più economiche.

e siete appassionati delle riprese e non Supporti di registrazione

S
potete tornare dalle vacanze senza un Il panorama dei supporti di registrazione per le vide-
video da condividere davanti alla tv, sul ocamere si è drasticamente ridotto a tre tipi: tutti i
mercato trovate un’ampia gamma di 40 modelli testati sono dotati di una scheda di me-
videocamere (ad alta definizione e non), moria (SD) e in più alcune hanno una memoria flash
talvolta anche dotate di funzioni professionali. Abbia- (integrata e non rimovibile) o un hard disk interno.
mo provato 40 modelli con prezzi molto diversi, ma Il tempo a disposizione per filmare varia in base alla
con differenze che si vanno assottigliando sempre più capacità del supporto, alla definizione (alta o stan-
fra prodotti di alta e bassa fascia. dard) offerta dalla videocamera e alla possibilità di
L’evoluzione principale dei nuovi modelli rispetto a comprimere i filmati. Una videocamera con una nor-
quelli testati lo scorso anno sta nei nuovi supporti di male scheda SD da 4 GB in definizione standard per-
registrazione digitali, che hanno definitivamente sop- mette di registrare per 50/60 minuti (fino a 90 minu-
IL NOSTRO piantato gli analogici Mini-Dv, ma anche i Dvd e i Blu ti se i video sono molto compressi, a discapito della
ray, mai veramente decollati. A questa evoluzione loro qualità), mentre in alta definizione non si supe-
TEST però purtroppo non è ancora corrisposto un miglio- rano i 20/30 minuti. Se si considera, però, la possibi-
ramento della durata delle batterie, vero punto debo- lità di utilizzare supporti aggiuntivi, i tempi aumen-
Tra le prove che
le dei dispositivi testati. tano notevolmente: per esempio con un hard disk da
svolgiamo su questi
apparecchi testiamo
anche la visibilità
dello schermo in
presenza di luce
forte.

IN LABORATORIO
Abbiamo simulato
in laboratorio
l’intensità della luce
solare per evitare
che i risultati di
prove ripetute in
giorni diversi
fossero influenzati
dalle condizioni
atmosferiche.
Un esperto, dopo
aver adattato la
vista alla luce
simulata, giudica il
grado di visibilità sul
display. In alcuni casi
si percepiscono solo
i contorni e si ha
solo un’idea vaga di
ciò che si riprende.
Specie nei modelli
senza mirino,
questa mancanza è
penalizzante.

40 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


3D HOMEMADE
Il 3D ha fatto il suo ingresso anche nel campo dei finale delle immagini 3D, fruibili attraverso appositi PREZZO
video fatti in casa, ma i risultati delle nostre prove tv e occhialini, non entusiasma: i video stereoscopici COMPLESSIVO
deludono le aspettative: la Panasonic HDC- non possono essere girati in alta definizione e la DEL SISTEMA
SDT750EG, prima videocamera stereoscopica, è un differenza qualitativa in termini di luminosità e
modello standard, simile ai prodotti del nostro test, contrasto, rispetto alle normali riprese, è lampante. 3D Conversion Lens
venduto però con una ingombrante lente di Si tratta di un dispositivo ancora caro (circa 1.300 lente focale fissa
(no zoom) trasmette
conversione. La procedura di regolazione della lente euro) e sperimentale, in controtendenza rispetto un’immagine side-by-side
(da fare ogni volta) è lunga e laboriosa e la qualità alle nuove proposte del settore. alla fotocamera
(circa 1.300 euro)

COME FUNZUIONA
1. La lente riprende due
immagini distinte (da 1 2 3 Tv abilitati al 3D
angolature diverse).
prezzo medio 1.500 euro
2. Il risultato a video è
un’immagine sdoppiata in
formato side by side.
3. Speciali occhiali
collegati alla tv, Occhiali attivi
permettono al cervello di funzionamento elettronico,
“vedere” in 3D. a batteria (circa 100 euro)

+ = = 3.000 €
considerando almeno tre
inquadratura inquadratura immagini paia di occhialini (uno in
destra sinistra sdoppiate immagine 3D dotazione con la tv e due
acquistati separatamente)

VIDEO ONLINE? MEGLIO ALTRI DISPOSITIVI


Volete girare video da condividere su
ECCO LE ALTERNATIVE:
Youtube? Una videocamera tradizionale è
(ordinate per qualità delle immagini visualizzate su un pc)
forse troppo: sul mercato si trovano
dispositivi validi e più semplici da usare.
Videocamere tascabili
Le videocamere del nostro test sono a partire da 100 euro
pensate soprattutto per gli appassionati del
settore che amano guardare video di qualità
sullo schermo della tv. Ma se la parola Fotocamere reflex
d’ordine è condividere subito i contenuti sul da 500 a 1.600 euro
web oppure creare brevi filmati da guardare
sul monitor di un computer, sul mercato si
trovano altri dispositivi (a prezzi Fotocamere
decisamente meno impegnativi), in grado di semiprofessionali
produrre video di una qualità non solo da 300 a 800 euro
sufficiente ma a volte addirittura
equiparabile a quella di una tradizionale
videocamera: prime fra tutte le pocketcam, Fotocamere compatte
videocamere tascabili che stanno nel palmo da 60 a 350 euro
della mano (vedi il test su HT 20, luglio 2010),
la maggior parte delle macchine
Smartphone
fotografiche digitali (compatte, da 150 euro in su
semiprofessionali e reflex), alcuni dei
cellulari più recenti; infine, si possono girare
brevi video anche con alcuni modelli di iPod.
iPod
A destra i prezzi per le categorie di prodotti da 169 euro a 199 euro
alternativi alla videocamera tradizionale.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 41


Test
VIDEOCAMERE PREZZI CARATTERISTICHE RISULTATI

Qualità di immagine (all’aperto)

Qualità di immagine (al chiuso)


aggiuntivo (oltre alla scheda

QUALITÀ GLOBALE (su 100)


Supporto di memoria

Durata della batteria


Alta definizione (Hd)
ondo delle
Tutto sul m deo su

(settembre 2010)

Qualità dell’audio

Qualità delle foto


immag vi o.it/
in i
altroconsum e

Facilità d’uso
Zoom ottico
di memoria)
videocamer

Versatilità
min - max

Peso (g)
In euro

Mirino
CANON Legria HF S21 1.109 - 1.400 V memoria flash 64GB 508 10x V B A B B B E B 71
PANASONIC HDC-TM700EGK 1.099 - 1.199 V memoria flash 32 GB 440 12x V B B C C B D B 65
SONY HDR-XR550VE 1.300 - 1.600 V hard disk 240GB 550 10x V B B C B B D B 65
PANASONIC HDC-SD700 999 V 440 12x V B B C C B D B 64
SONY HDR-CX350VE 1.149 - 1.199 V memoria flash 32GB 370 12x B B C B B C C 63
SONY HDR-CX305E 799 - 899 V memoria flash 16GB 360 12x B B C B B C C 62
CANON Legria HF M31 729 V memoria flash 32GB 372 15x B B C C B D B 61
CANON Legria HF M36 640 - 750 V memoria flash 8GB 372 15x B B C C B D B 61
PANASONIC HDC-SD60 439 - 499 V 300 25x B C B B B D C 61
CANON Legria HF M306 599 - 699 V 372 15x B B C C B D B 61
JVC GZ-HM1 999 V memoria flash 64GB 485 10x B C C C B B B 59
JVC GZ-HM330BEUM 279 - 399 V memoria flash 8 GB 260 30x B B C C B D C 57
SONY HDR-CX155E 459 - 639 V memoria flash 16GB 260 25x B B C C B C C 56
SONY HDR-XR155E 689 - 699 V hard disk 120GB 354 25x B B C C B D C 56
SONY HDR-CX116E 459 - 549 V memoria flash 8GB 260 25x B B C C B C D 56
SONY HDR-CX115E 398 - 499 V 260 25x B B C C B C D 56
JVC GZ-HD500SEU 499 V hard disk 80GB 305 20x C C C C B D C 55
JVC GZ-HM300 249 - 389 V 258 20x C C C C B D C 55
CANON Legria HF R18 499 - 619 V memoria flash 32GB 320 20x C B C C C E C 54
CANON Legria HF R16 399 - 519 V memoria flash 8GB 320 20x C B C C C E C 54
PANASONIC SDR-H85EG-K 349 - 400 hard disk 80GB 320 70x D D B C B B D 54
CANON Legria HF R106 349 - 499 V 320 20x C B C C C E C 53
SAMSUNG HMX-H204 449 - 500 V memoria flash 16GB 323 20x B B D C B C C 53
CANON Legria FS37 329 - 389 memoria flash 16GB 278 37x C C C C C A D 53
CANON Legria FS36 250 - 329 memoria flash 8GB 278 37x C C C C C A D 53
SAMSUNG HMX-H200 349 - 399 V 323 20x B B D C B C C 53
CANON Legria FS305 229 - 299 278 37x C C C C C A D 53
CANON Legria FS306 229 - 299 278 37x C C C C C A D 53
CANON Legria FS307 239 - 279 278 37x C C C C C A D 53
JVC GZ-MS230BEU 229 - 259 memoria flash 8GB 230 39x C C C C B D D 52
JVC GZ-MS215AEU 189 - 229 230 39x C C C C B D D 52
JVC GZ-MG750BEU 329 - 359 hard disk 80GB 280 39x C C C C B E C 51
PANASONIC SDR-T50EG-K 229 - 279 memoria flash 4 GB 240 70x D D B C B E D 51
PANASONIC SDR-S50EG-K 165 - 259 240 70x D D B C B E D 51
SAMSUNG SMX-F44 249 - 300 memoria flash 16GB 266 52x C C C B B A D 49
SAMSUNG SMX-F40 129 - 219 266 52x C C C B B A D 49
SONY DCR-SX53E 249 - 319 memoria flash 16GB 230 60x D C C C B D D 48
SONY DCR-SX34E 219 - 270 memoria flash 4GB 230 60x D C C C B D D 48
SONY DCR-SR58E 369 - 429 hard disk 80GB 323 60x D C C C B D D 48
SAMSUNG SMX-C20 139 - 189 179 10x D D C C C C D 44

42 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


120 GB si può girare per 30 ore in definizione stan- porti di memoria esterni diventa quasi necessario.
dard, e per 10 ore in alta. La durata delle registrazio- Per avere un’idea della spesa da affrontare, un hard
ni non è più limitata dalla capienza delle memorie, disk esterno da 1 TB ha un prezzo medio fra 60 e 150
ESCLUSIVO SOCI piuttosto lo stop è ora imposto dalle batterie. euro, mentre uno da 2 Terabite (ovvero 1.000 Giga)
Cerca i prodotti promossi vi costerò fra i 110 e i 250 euro.
disponibili a un prezzo
e a condizioni speciali su
Batterie e archiviazione Per scegliere la videocamera che fa per voi, potete
Anche la Canon Legria HF S21, sebbene sia stata tito- consultare la banca dati sul nostro sito, aggiornata
centracquisti.it lata come migliore prodotto del nostro test, ha una regolarmente con i nuovi modelli, l’elenco delle fun-
telefono 02 99762829 batteria che dura 80 minuti, non molto di più di quel- zioni e i prezzi più convenienti. In ogni caso, consi-
le dei modelli usciti peggio dalle nostre prove, che derate che la qualità dei video prodotti da queste vi-
non superano l’ora di autonomia. Davvero limitante deocamere è apprezzabile soprattutto attraverso la
rispetto ai tempi di registrazione che offrono i nuovi visualizzazione sullo schermo della tv; se invece la
supporti. vostra intenzione è vederli sul monitor di un pc o
La maggiore quantità di memoria a disposizione com- condividere i contenuti video in rete, potete optare
plica poi anche la questione dell’archiviazione dei per altri dispositivi più tascabili e versatili (vedi riqua-
contenuti: i video, specialmente quelli ad alta defini- dro “Video per internet? Meglio altri dispositivi” a
zione, sono molto pesanti, perciò riversare periodi- pagina 41), alcuni dei quali decisamente meno costo-
camente tutto il registrato della videocamera su sup- si e utilizzabili anche per altri scopi. ¬

TABELLA COME LEGGERLA


La nostra scelta Videocamere
Supporto di memoria Tutti i per una migliore qualità
modelli di questo test regi- delle riprese è necessario
strano su schede di memo- avere ottime ottiche, gran-
ria (SD), in più alcune sono di e pesanti.
dotate di memorie flash
integrate e non removibili Durata della batteria. È sta- 71
e di hard disk interni. ta calcolata in fase di regi- Canon Legria HF S21
strazione, riprendendo un 1.109-1.400 euro
Mirino. Diminuiscono sem- soggetto da varie distanze
pre più i modelli dotati di senza usare lo zoom. Ab- È la videocamera Migliore del Test
mirino. Una caratteristica biamo considerato insuffi- per l’ottima qualità d’immagine. È
tecnica da non sottovalu- ciente una durata inferiore una delle poche con il mirino;
tare, perché in alcune con- alle due ore: le migliori vi- peccato solo per la batteria che
dizioni di forte luminosità deocamere superano 3 ore dura appena 80 minuti.
(vedi Il nostro test), lo e mezza di autonomia, men-
schermo LCD non consen- tre le peggiori raggiungono
te di vedere perfettamen- appena l’ora di registrazio-
te l’oggetto della ripresa. ne. Davvero poco in con-
fronto ai tempi di registra-
Zoom ottico. I migliori mo- zione garantiti dai
delli del test hanno uno
zoom “poco” potente (10-
supporti di memoria. 61
15x) rispetto ai 25-30x Giudizio globale. I giudizi Panasonic HDC-SD60
delle videocamere HD e ai globali in questo test sono 439-499 euro
70x di quelle a definizione inferiori rispetto a quelli Buona qualità delle immagini.
standard. Questo è un dello scorso anno, ma ciò
aspetto piuttosto comune: non significa che i prodotti
Migliore Acquisto, costa circa
infatti, per un ingrandimen- attualmente in commercio un terzo rispetto al modello
to elevato è necessario siano di peggiore qualità, Migliore del Test.
avere lenti leggere, mentre piuttosto dipende dalla se-
verità delle nostre prove.
Facendo test periodici sul-
Migliore del Test: le videocamere abbiamo
ottiene i migliori risultati usato parametri di valuta-
nelle nostre prove zione più severi, perché ci
Miglior Acquisto: aspettiamo sempre qual-
buona qualità e il miglior
rapporto con il prezzo
cosa di meglio da questi 52
dispositivi tecnologici. Sia-
Scelta Conveniente: mo stati più rigorosi nel JVC GZ-MS215AEU
qualità accettabile, prezzo giudicare, per esempio, la 189-229 euro
molto vantaggioso qualità delle riprese: per La batteria dura poco, ma la
Ottimo questo motivo in tabella qualità dei video è accettabile
Qualità buona diminuiscono le votazioni
Buono anche se è a definizione standard.
Accettabile ottime, e quindi anche il li-
vello generale dei risultati. Il prezzo basso ne fa la nostra
Mediocre
Scelta Conveniente.
Pessimo

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 43


Guida pratica

Più di un netbook
n un mercato, quello informatico, or- Piccoli e poco costosi

I
mai in calo da qualche anno, i netbook I motivi di questo successo sono sostanzialmente due:
sembrano essere un’isola felice: nel se- da una parte le ridotte dimensioni, dall’altra i bassi
condo trimestre di quest’anno sono sta- prezzi. I netbook, in genere, sono computer piuttosto
ti venduti quasi 400.000 pezzi, molti economici: con una spesa che spesso non va oltre i
dei quali all’interno di offerte e sottocosto sempre più 250/300 euro si può portare a casa un discreto mo-
numerosi nei vari punti vendita. dello (contro ad esempio i 500 euro di un desktop o
Si tratta infatti della tipologia di computer oggi più di un buon notebook).
venduta. Con una crescita tra aprile, maggio e giugno Inoltre, peso e dimensioni assai ridotti li rendono non
di quest’anno di quasi il 30% i netbook consolidano solo “portatili” ma realmente trasportabili (a diffe-
la loro supremazia (il sorpasso è ormai storia antica) renza di molti modelli di notebook piuttosto pesanti
anche nei confronti dei pc desktop (fermi a quota e ingombranti). Una miniaturizzazione che però spes-
113.000 esemplari venduti negli stessi tre mesi). so va a discapito di potenza, prestazioni, spazio di

hard disk esterno


I più recenti netbook sul mercato - potete scegliere un hard disk
oramai vengono venduti con veri guardando il nostro ultimo test
e propri hard disk, con una (su Hi_Test n.20, luglio 2010);
capacità di circa 160 GB. - se non volete però dipendere da
Tuttavia, potrebbe essere utile una presa di corrente, optate per
avere maggiore memoria per hard disk esterni da 2,5 pollici,
archiviare file e documenti o meno ingombranti \e in grado di
avere un supporto esterno per alimentarsi via porta usb;
fare il backup dei dati. La - considerate infine che anche
soluzione è collegare un hard disk un hard disk esterno collegato
esterno: farlo è puttosto alla porta usb riduce la
semplice. Ecco alcuni consigli: durata della batteria.

Cambiare la Ram
I netbook più recenti con Windows 7 vengono
generalmente venduti con 1GB di RAM. Nella maggior
parte dei casi è sufficiente. Ma può essere utile
aumentare un po’ le prestazioni aggiungendo una
nuova scheda. Ecco cosa fare:
- innanzitutto va detto che gli alloggiamenti della Ram
si trovano di solito sotto uno sportellino nella parte
inferiore del pc (nel peggiore dei casi, però, occorre
svitare tutta la parte inferiore o rimuovere la tastiera);
- verificate quanti slot avete: se ci sono 2 slot si può
semplicemente aggiungere una scheda simile, Batteria più longeva
altrimenti dovrete rimuovere prima la vecchia Ram; I netbook non hanno autonomia che il computer impiega per
- con un piccolo software gratuito (www.speccy.com) sufficiente per usarli un’intera andare in standby;
potrete sapere l’esatto tipo di scheda Ram presente nel giornata. Comprare una batteria - regolate la luminosità dello
vostro netbook per acquistarne una dello stesso tipo. di riserva è inutile e costoso: per schermo (usato al buio basta una
Una Ram da 1GB di ultima generazione può costare prodotti che costano 300 euro luminosità del 20%);
circa 25 euro (si sale a circa 40 per una da 2GB); spenderne 100 per una batteria è - disattivate il wifi se non dovete
- per installarla, scollegate prima l’alimentatore e uno spreco. Risparmiare batteria restare sempre collegati;
rimuovete la batteria. Quindi inserite la nuova scheda e, invece è possibile. Ecco come: - anche hard disk e lettori dvd
dopo aver riavviato il netbook, controllate che la - andate nel “pannello di esterni consumano batteria:
quantità di Ram sia corretta. controllo” e diminuite il tempo scollegateli se non li usate.

44 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


Si può chiedere di più al proprio netbook: una batteria più longeva,
prestazioni più elevate e maggior spazio per archiviare documenti.
Ecco cosa si può fare per migliorare il proprio portatile.

archiviazione dati e soprattutto facilità di utilizzo.


Nei netbook mancano lettori o masterizzatori cd/dvd
e il touchpad è troppo piccolo, soprattutto per chi non
ha mani esili. Le memorie interne non contengono Esclusivo soci
certo la stessa quantità di dati degli hard disk di de- Sul sito l’ultimo test
interattivo per mettere a
sktop e notebook e la memoria Ram in dotazione su
confronto i più recenti
molti modelli fatica a gestire diversi programmi aper- modelli delle nostre prove.
ti contemporaneamente. Infine, su questi dispositivi altroconsumo.it/selector
(ma è così anche per i notebook), incombe sempre il
rischio di scaricare la batteria velocemente. A tutti
questi problemi c’è comunque un rimedio. Nelle sche-
de vi spieghiamo quali soluzioni adottare per miglio-
rare prestazioni e dotazioni del vostro netbook. ¬

aggiungere un lettore cd/dvd


Le ridotte dimensioni dei netbook non consentono
di integrare un lettore o un registratore cd e dvd.
Tuttavia può capitare:
- di dover installare software direttamente da cd (o
perché non si possono scaricare da internet o
perché scaricarli richiederebbe troppo tempo);
- di voler guardare un film senza doverlo
comprimere in formati fruibili su una chiavetta.
Per questo esistono unità cd/dvd esterne,
collegabili via usb; il loro costo non è esorbitante (da
45 euro in su per un masterizzatore dvd), ma
considerate che, anche solo collegandoli,
aumenterà il consumo della batteria.

Collegare un mouse
Forse la cosa più scomoda nell’utilizzo di più comodi comunque sono i mouse
un netbook è il touchpad. La soluzione è senza fili (da 10 - 15 euro in su). Se non è
collegare un mouse esterno a una porta necessario, il touchpad si può
usb. Di mouse ne esistono anche di disattivare; oppure si può lasciarlo
molto piccoli, detti mini mouse. Quelli attivo e usarlo combinato al mouse.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 45


Proposte a confronto

un tris
di servizi in un’offerta

Un solo contratto per avere telefono, internet


e televisione Iptv. È l’offerta Triple Play
degli operatori di telefonia fissa.

envenuti nell’era della Iptv, L’evoluzione della televisione tecnologia che permette di accorpare tutto

B
cioè della televisione che Fino a non molto tempo fa eravamo ciò che ora è visibile con numerosi
passa attraverso la rete abituati a vedere il televisore come un apparecchi dedicati - decoder, parabole...-
internet. oggetto a sé e l’offerta di contenuti era in un unico sistema.
Per lanciare questa nuova soltanto quella dei canali analogici (Rai,
tecnologia, il cui vantaggio più evidente è Mediaset e le televisioni locali). Poi è I contenuti dell’Iptv
quello di poter vedere tutto ciò che si arrivato il satellite, finestra sul mondo L’Iptv fornisce contenuti televisivi in presa
vuole con un modem e un decoder, gli delle televisioni straniere e della prima diretta (i canali gratuiti del digitale
operatori di telefonia propongono i Pay Tv in Italia (Sky). Adesso si è aggiunto terrestre) e un catalogo di film, telefilm,
contratti Triple Play. Come si può intuire il digitale terrestre, grazie al quale l’offerta cartoni animati, eventi sportivi, visibili sia
dal nome, in un unico pacchetto vengono di contenuti video si è ulteriormente on demand (preregistrati e resi disponibili
offerti contemporaneamente i tre servizi: ampliata, sia di canali visibili al singolo utente che ne fa domanda), sia
telefono, internet e, appunto, la gratuitamente, sia di altri canali a pay per view (a pagamento). Grazie
televisione. Per ora gli operatori che pagamento, in diretta concorrenza con il all’Iptv, volendo, si può sottoscrivere un
forniscono questo tipo di pacchetti sono colosso di Murdoch. Il futuro, c’è da contratto con Sky senza installare la
solo Telecom, Fastweb e Infostrada. scommetterci, è appunto l’Iptv: una parabola e con Mediaset Premium senza

46 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


Ecco che cosa serve Il pacchetto
Per utilizzare il Triple Play bisogna installare un decoder specifico e un modem,
entrambi forniti dall’operatore con cui si sottoscrive il contratto. Telecom e Fastweb
mandano un tecnico a domicilio, mentre Infostrada fornisce un kit “fai da te”.

Televisore Antenna Telefono


Collegata al decoder
per vedere i canali
TELEVISIONE
del digitale terrestre.
L’offerta Triple Play prevede la
visione dei canali del digitale
terrestre; contenuti televisivi
specifici come film, telefilm,
cartoni animati eventi
sportivi... sia on demand sia in
pay per view; la possibilità di
abbonarsi a Sky e Mediaset
Premium (escluso Infostrada).

INTERNET
Nel pacchetto Triple Play
l’offerta è flat, vale a dire
che si paga una somma fissa,
indipendentemente
dalle ore di navigazione.

Modem wireless TELEFONO


Deve essere Le telefonate nazionali
posizionato vicino possono essere flat o con il
al televisore e pagamento del solo scatto alla
collegato al decoder Decoder Computer risposta.
per poter vedere Il decoder va Il computer Le chiamate verso i cellulari
i contenuti televisivi collegato al modem, si collega a internet sono a consumo.
della Iptv. alla Tv e all’antenna. senza fili.

QUANTO VI COSTA?
in euro in euro in euro
Abbiamo calcolato quanto
costa il servizio Triple Play dei
tre gestori che attualmente lo
• 75 chiamate
nazionali al mese
(durata: 4’ e 24’’ )
Costo totale mensile *
62.27 64.17 59.70
propongono, tenendo conto
non solo dei costi fissi del • 23 chiamate
al mese verso
Costo di attivazione 0 38.90 20
contratto, ma anche dei costi
i cellulari
delle telefonate, secondo il (durata: 1‘e 48’’) Costo mensile
profilo che vedete qui a telefonia+internet 56.32 58.14 52.14
fianco. Sono esclusi da
questo conteggio i costi degli
altri abbonamenti accessori
Costo mensile Iptv 5.95 4.95 7
(Sky, Mediaset Premium).
* nel calcolo del costo totale il costo di attivazione è ammortizzato in 36 mesi

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 47


Proposte a confronto

LENTI COME LUMACHE


I nuovi servizi attraverso la rete a banda
larga si moltiplicano. L’Iptv ne è un Portogallo 1 GB
esempio. Le potenzialità sono enormi: Repubblica Slovacca 1 GB
peccato che l’Italia sia ancora indietro sul Giappone 205
fronte della velocità di connessione,
Ungheria 123
fondamentale per lo sviluppo di queste
tecnologie. Olanda 123
Polonia 123
Nel mondo siamo i penultimi per velocità di
Finlandia 113
connessione. A batterci in lentezza, solo il
Messico. Le ragioni? Una rete ancora in Austria 102
rame, che ha seri problemi tecnici. Canada 102
La soluzione? Lo sviluppo di una nuova Repubblica Ceca 102
rete in fibra ottica, promessa dal Governo Francia 102
nel 2008 e mai realizzata, perché la crisi ha
Svizzera 102
spinto a tagliare anche su questo
investimento fondamentale per lo Spagna 51
sviluppo del Paese. Per sollecitare lo Regno Unito 51
sblocco dei fondi (800 milioni di euro) Stati Uniti 51
destinati allo sviluppo della banda larga in Germania 31
Italia, Altroconsumo ha sottoscritto un
Belgio 26
appello alla Presidenza del Consiglio, con le In questo grafico la classifica dei Paesi europei
associazioni delle principali aziende del Grecia 25 e di alcuni grandi Stati extraeuropei, in base
Irlandia 20 alla velocità massima dichiarata di connessione
settore della comunicazione. Da pochi a internet. L’Italia è al penultimo posto, con una
mesi Fastweb ha lanciato la connessione a Italia 20 velocità di connessione di 20 MB.
100 MB. Un piccolo segnale che forse Messico 10 * dati Ocse, ottobre 2009
qualcosa si muove.

installare il decoder del digitale terrestre


VI AIUTIAMO A SCEGLIERE LA SOLUZIONE PIÙ ADATTA A VOI (questo servizio non è fornito da
Infostrada). Tutto viene “accentrato”
Quanto vi costa navigare in internet? Quanto, invece, il telefono? Vi conviene di più un dall’operatore telefonico sulla rete
contratto flat o uno a consumo? Volete sapere se cambiando provider potete riuscire a internet. I costi degli abbonamenti alle
pagare di meno? Sul nostro sito trovate una risposta ritagliata su misura per voi. singole televisioni a pagamento restano
però identici a quelli di tutti gli altri utenti.

Non tutto è oro


Fate attenzione ai costi. Il servizio Iptv ha
un costo base mensile che va dai circa 5
euro di Fastweb ai 7 euro di Infostrada. Ma
a questo vanno aggiunti: il canone mensile
del contratto combinato telefonia-internet,
i costi delle chiamate, i costi dei contenuti
televisivi in pay per view. Prima di firmare
il contratto è bene fare due conti. Per
aiutarvi, abbiamo sviluppato un’ipotesi dei
costi per un utente tipo che trovate nella
tabella a pagina 47 e un servizio di
confronto delle tariffe telefoniche e
internet che trovate sul nostro sito.
Infine, le questioni tecniche: per avere
l’Iptv bisogna dotarsi di una connessione a
banda larga di uno dei tre gestori che la
Per risparmiare potete utilizzare i nostri immediatamente una classifica di tutte le forniscono. Ma questa non è una
programmi di calcolo interattivo, che offerte per navigare in internet e condizione sufficiente, perché il servizio
trovate su altroconsumo.it nella sezione telefonare presenti sul mercato, a partire non è ancora molto diffuso. Prima di farvi
“confronta e risparmia”. da quella più conveniente, calcolata in invogliare da queste proposte, sentite
Con pochi passaggi avrete base alle vostre abitudini di uso. l’operatore, per sapere se il servizio è
attivo nella vostra zona. ¬

48 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


Viva voce Condividi le tue esperienze. le tue domande, i nostri consigli

nuoVe reGole per il rinnoVo bACHeCA


facebook.com/
Attenti: alcuni Paesi respingono altroconsumo
gli italiani che hanno la carta
d’identità rinnovata con un marchio. Maria
Cenci
Ecco cosa fare. È da tanto che
sono socia e

All’estero
cerco di seguire i
consigli che date.
Nella mia classe
d’infanzia ho
anche istituito
una bacheca

quel timbro
Altroconsumo su
molti argomenti
e prodotti per
l’infanzia. Perché
i bambini sono
i soggetti che

non piace
vanno più tutelati.

Corrado
Giulietti
Chissà perché
per richiedere
l’attivazione di
un servizio è
sufficiente il
silenzio assenso,
la parola via
telefono o
vendo la carta d’identità in sca- che non hanno con sé il passaporto. un’email, mentre
A denza, sono andata negli uffici Mi sembra una cosa assurda: cosa per la disdetta la
procedura è
dell’anagrafe del mio Comune per consiglia di fare Altroconsumo? complicata:
rinnovarla. Invece di darmi un nuovo rita z., Udine raccomandate
documento, come è successo in pas- a/r, firma
sato, hanno semplicemente apposto Portare con sé il passaporto originale e ben
leggibile, fax ecc.
un timbro sul retro della vecchia tes- Quel timbro di proroga non piace a
Non importa che
sera, estendendone la validità per al- molti Stati. L’Egitto ha persino notifi- sia legale, è
tri cinque anni. cato formalmente la sua decisione di sempre un’offesa
non accettare l’estensione di validità all’intelligenza
in CiFRe il rischio di essere respinti con timbro. Casi di respingimenti e del consumatore.

5,42
Alcune persone in coda mi hanno av- disagi si sono verificati in molti paesi:
visato di stare attenta, perché potrei Bulgaria, Croazia, Egitto, Guadalupa,
avere problemi all’estero. Diversi Pa- Macedonia, Martinica, Mauritius, Ro- CoNT@TTi
esi europei (Romania, Ungheria, Re- mania, Svizzera, Tunisia, Turchia, Per porre
pubblica Ceca, Croazia, Svizzera...), Bosnia Erzegovina. Il consiglio, per chi domande
È il costo in euro per il che hanno ancora controlli alle fron- è diretto in una di queste destinazioni, o raccontare
rinnovo della carta d’identità. tiere perché sono fuori dall’area è portare con sé il passaporto. Oppu- le tue esperienze
ad Altroconsumo
il timbro è invece gratuito. Schengen, rifiutano di riconoscere re chiedere, specificando il motivo,
questa estensione di validità con tim- agli uffici del Comune di emettere un EMAIL
bro e respingono i cittadini italiani nuovo documento d’identità. ¬ Sul sito
altroconsumo.it
clicca su
CONTATTACI
e segui le
se il digiTAle NoN si AFFrANCA dAllA CArTA istruzioni
TELEFONO
il rinnovo della carta d’identità elettronica avviene con un certificato rilasciato E FAX
dal Comune. il “pezzo di carta” va esibito per dimostrare la validità della carta Centralino
elettronica. Così gutenberg si fa beffe del digitale. Non stupisce che sia 02 66.890.1
Fax
proprio la card accompagnata da un foglio a creare più problemi all’estero. 02 66.890.288

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 49


Viva voce
acqua del rubinetto

Come liberarsi del cloro?


n famiglia, beviamo abitualmen- metani (sottoprodotti della disinfezio-
I te l’acqua del rubinetto, tanto ne con cloro). Questi possono avere
più che l’acqua della nostra città (Ve- effetti negativi per la salute, in parti-
nezia) risulta dalla vostra ultima in- colare per le vie respiratorie (irrita-
chiesta una delle più buone. zione, asma...), solo ad alte concentra-
Seguendo i consigli di Altroconsumo, zioni: per esempio a più di 100
prima di bere l’acqua, la faccio ripo- microgrammi per litro.
sare in una brocca per qualche ora e La legge italiana scongiura questa
poi la metto in frigo: l’acqua perde possibilità. Infatti, il legislatore rece-
così ogni retrogusto di cloro. pendo la direttiva Ue sulla qualità
Vorrei però capire se con questa ac- delle acque potabili, che fissa a 100
cortezza mi sto liberando del cloro al microgrammi per litro il limite per i
100% o solo del suo retrogusto. trialometani, ha deciso di adottare
Esistono altri metodi per ridurre o una soglia ancora più cautelativa (30
eliminare il cloro dall’acqua? microgrammi per litro). E gli acque-
Alessia F., Venezia dotti si sono gradualmente adeguati
a questo nuovo limite.
Tracce di cloro potrebbero rimanere
nell’acqua, anche se non sono perce- Perché sconsigliamo i filtri
pibili al gusto. Non si tratta comunque Esistono altri metodi per eliminare il
di residui tossici, ma di quantità che cloro dall’acqua: per esempio i filtri
al nostro organismo, bevendo circa 2 a carbone attivo, quelli da installare
litri di quell’acqua al giorno, non reca sotto il lavello o avvitare direttamen-
alcun danno. te al rubinetto. Sono tuttavia sistemi
che non consigliamo, perché se la loro
Una soglia che cautela manutenzione non è impeccabile
In Italia è allo stato dei fatti una pau- espongono l’acqua al rischio di colo-
ra infondata anche quella dei trialo- nizzazione batterica. ¬

analisi dell’acqua. E sai cosa bevi


Ricordiamo che i soci di Altroconsumo possono far controllare l’acqua di
casa da un laboratorio specializzato in analisi ambientali, che effettuerà
analisi chimico-fisiche sul campione che gli sarà inviato. Per richiedere
le analisi basta seguire una procedura guidata, semplice e intuitiva, che
trovate all’indirizzo altroconsumo.it/acqua-potabile. La richiesta di
preventivo non vincola all’acquisto del pacchetto di analisi.

il dubbio

Si possono detrarre le spese per il latte artificiale?


Nicola artico, che abita a Cappella ministero della Salute, per i quali è
Maggiore (TV), ci scrive: «Il pediatra ha riconosciuta la detraibilità delle spese.
prescritto a mio figlio appena nato del latte
in polvere ipoallergenico (Althera della ■ Oltre a rientrare in questa lista, il latte
Nestlé), perché quello normale non è deve essere prescritto dal medico. Si può
tollerato dal bambino. Le spese per detrarre il 19% della spesa che supera
l’acquisto di questo latte sono detraibili?». i 129,11 euro. La lista di questi alimenti è
contenuta nel “Registro nazionale dei
■ Sì, il latte Althera è incluso fra «gli prodotti destinati ad un’alimentazione
alimenti destinati a fini medici speciali», una particolare”, consultabile nel sito del Nicola Artico
lista di prodotti farmaceutici stilata dal Ministero (www.salute.gov.it). di Cappella Maggiore (TV)

50 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


contorno occhi

Nelle pieghe
della crema
o acquisto la crema contorno occhi Cohéren-
H ce di Lierac. Il prodotto è caro: per 15 ml ho
speso la bellezza di 42,50 euro. Analizzando gli
ingredienti si può capire se ne è valsa la pena?
Lucio T., Treviso

Il massaggio che tonifica


Il costo delle materie prime influisce pochissimo
sul prezzo finale dei cosmetici. Ciò che paghiamo
è soprattutto il raffinato packaging, la marca, la
Sara Costantino, Parma pubblicità, lo studio sugli ingredienti, i test di
efficacia e quelli di sicurezza. Gli slogan utilizza-
ti dalle case cosmetiche promettono effetti mira-
colosi, in realtà conta di più il massaggio quoti-
prestazioni sanitarie
diano necessario a spalmarle. Anche una crema
meno costosa è utile a compattare e levigare la

Se l’Asl pretende troppo pelle. Purtroppo a tutt’oggi non esiste una rego-
lamentazione degli slogan sui cosmetici, ma a
partire dal 2013 un regolamento europeo impor-
rà di fornire una documentazione a supporto di
uel giorno una bufera di neve alle 7:50), chi avrebbe potuto prende- quanto si promette ai consumatori. ¬
Q aveva colpito Parma e provincia, re il mio posto se tutta Parma e pro-
e nel mio quartiere c’era stata l’inter- vincia era nella morsa del gelo? Ho
ruzione dell’energia elettrica. Impos- chiamato l’Asl e poi inviato la copia
sibile andare al laboratorio dell’Asl, del ticket pagato, spiegando che in
distante 20 km da casa, per fare le ragione di quel che è avvenuto non
analisi del sangue che avevo prenota- avrei pagato un centesimo in più di
to. Il giorno dopo sono ritornata per quanto già versato.
una nuova prenotazione, fissando la
data per il prelievo, questa volta rego- L’archiviazione della pratica
larmente effettuato. Senonché dopo Per tutta risposta, mi invitano a pa-
qualche tempo l’Asl di Fidenza mi gare, altrimenti verranno attivate le
chiede di ripagare le analisi per man- procedure per il recupero del credito.
cata disdetta. Chiedo ad Altroconsumo di interve-
nire, solo allora la direzione dell’Asl
Nella morsa del gelo accoglie le mie ragioni, archiviando
Ammesso che io abbia potuto chia- la pratica aperta a mio nome.
mare quella mattina (i prelievi erano Sara Costantino, Parma

domande top del mese


Le influenze di questo inverno primo luogo da quante persone sono ancora
L’influenza A/H1N1 sarà di nuovo in suscettibili al virus. Non è il caso di allarmarsi.
circolazione questo autunno-inverno?
Come sempre alla fine di una epidemia, le calorie di cui ciascuno ha bisogno
anche il virus della suina tornerà a circolare. Come faccio a stabilire il mio fabbisogno
Insieme a lui circolerà un ceppo influenzale di calorico?
tipo A/H3N2 e a un ceppo di tipo B, Dipende da molti fattori: che vanno dal
già noto perché presente nella stagione sesso alla conformazione del corpo (peso,
2009/2010 (e incluso nel vaccino altezza, costituzione...), dall’età al tipo di
anti-influenzale dell’anno scorso). lavoro e attività fisica. Sul nostro sito, nella
Non si parla più di pandemia, ma di sezione “mettiti alla prova”, potrai scoprirlo
classica stagione influenzale: l’evoluzione con il servizio: “Qual è il tuo indice di massa
della situazione dipenderà da vari fattori, in corporea? Di quante calorie hai bisogno?”.

altroconsumo.it Novembre 2010 • 242 Altroconsumo 51


Viva voce
il MirAGGio dei ricAMbi
Filo diRetto
PNeUMATiCi: lA MisUrA CoNTA
Ho notato che nel test
Perché la Renault mi ha deluso
riguardante i pneumatici del
marzo 2009 e maggio 2010 lo
stesso pneumatico (Kumho solus
KH17) la prima volta viene
giudicato Miglior Acquisto, la
seconda tra i peggiori. la
differenza è solo nelle misure del
pneumatico.
gennaro iacobbe
Casalnuovo di Napoli
Sebbene il nome commerciale sia il
medesimo, non è detto che la
qualità costruttiva e soprattutto le
performance debbano essere
uguali. La taglia del pneumatico è
fondamentale: infatti la
dimensione fisica del pneumatico Claudio Ascari, Milano
può influenzare significativamente
le prestazioni. I risultati non si
possono quindi estendere a tutti i
modelli della stessa marca, ma cinque mesi dall’acquisto (da un senz’auto per troppo tempo
riguardano solo quello verificato. A privato) di una Renault Clio Vi- Gli iniettori sarebbero dovuti arrivare
taminic 3p 1200 cc 16v ho cominciato in capo a tre giorni, che poi sono di-
PUbbliCiTÀ NoN AUTorizzATA a riscontrare un problema di sobbal- La mia ventati una settimana, dieci giorni, tre
Negli ultimi mesi, sono tanti zi, come se il motore si bloccasse per settimane. Intanto io e i miei familia-
i soci che ci hanno segnalato qualche istante. Il mio meccanico, esperienza ri restavamo senza macchina, con tut-
la comparsa, in diversi dopo un controllo computerizzato di negativa ti i disagi che ciò comporta. Rientro
supermercati, di pubblicità che diagnosi e un intervento diretto di in possesso dell’auto dopo 23 giorni,
fanno riferimento ai risultati della oltre un’ora, ha concluso che bisogna-
con grazie al mio meccanico, che riesce a
nostra grande inchiesta sui prezzi va cambiare i quattro iniettori. l’assistenza trovare iniettori seminuovi tramite un
di ottobre. Nel ringraziarli,
ricambi suo collega. Annullo l’ordine a Re-
assicuriamo che queste pubblicità la richiesta degli iniettori nault, ma resta tutta la mia delusione
non sono mai autorizzate da noi e Purtroppo non riesce a trovarli tra i verso l’assistenza clienti di una casa
sono fatte contro la nostra suoi consueti ricambisti e fa quindi automobilistica di cui mi fidavo. Ora
volontà. Purtroppo, non sempre l’ordine al magazzino ricambi della sono preoccupato per cosa potrà suc-
riusciamo a impedirlo. Renault, filiale di Milano (a Baranza- cedere in caso di altri guasti.
te). Inizia così l’odissea con Renault. Claudio Ascari, Milano

l’oriGine non c’È

Da dove arrivano
i piselli Findus?
ulla confezione dei Piselli Prima- riportare l’origine:
S vera di Findus non è riportato il frutta e verdura fre-
luogo di coltivazione o di provenienza sche, carne bovina, carne di pollo, olio
eTiCHeTTA CAMbiATA del prodotto. L’espressione «distribu- extravergine d’oliva, latte fresco, pas-
ito da Findus», seguito dall’indirizzo sata di pomodoro, miele e uova (la sigla
dopo la nostra segnalazione di dello stabilimento, lascia intendere della nazione stampata sul guscio).
presenza di mandorle non che lo stabilimento ne curi solo la di-
indicate sulla confezione della stribuzione o al massimo il confezio- Mistero sui surgelati
Nocciolata (AC 241, ottobre namento. È corretto? Sui prodotti già puliti, tagliati e pron-
2010), rigoni ha modificato Arturo F., segrate (Mi) ti al consumo, come i surgelati, pur-
l’etichetta, avvisando sul sito e troppo non vige quest’obbligo. Per-
con cartelli nei punti vendita. Solo per alcune categorie di alimenti tanto il comportamento di Findus è
i produttori sono obbligati per legge a formalmente corretto. ¬

52 Altroconsumo 242 • Novembre 2010 altroconsumo.it


esame che fai, A ChE COSA SErVE?
Capisci per quale motivo
informazione che hai! ti viene prescritto un
accertamento diagnostico
“A che cosa serve? E’ doloroso? Devo stare a digiuno?”
Ecco la Guida Pratica di Altroconsumo che ti aiuta ad COME SI FA?
indicazioni di preparazione
affrontare con serenità tutti i più comuni esami e modalità di esecuzione
diagnostici. Angiografia, biopsia, analisi del sangue, dei più comuni esami medici
ecodoppler... Per ogni esame troverai una dettagliata
scheda tecnica illustrata che ti spiega perché viene
prescritto, in che cosa consiste, come ti devi preparare

E
PrEZZO
-20%
e quali sono gli eventuali rischi.
SPECIALE SOCI

19,95
€URO
Formato: cm 19 x 24,5 - pagine: 208
prezzo al pubblico: € 24,95
PREZZO SOCI SOLO € 19,95
INVECE DI
€ 24,95

mal di testa? CliCCa Sintomi


identificazione
e sCopri Come passa! immediata e primo
intervento
Creato da una qualificata équipe medica, questo CD-ROM
è uno strumento di consultazione rapida per identifi- emergenze
care i sintomi ed intervenire nei casi di emergenza. guardi e impari
Inoltre, potrai compilare le cartelle cliniche di famiglia, subito i gesti
salvavita
avere indicazioni sui prodotti farmaceutici da tenere in
casa, consultare il glossario con i termini medici e la
rubrica di indirizzi utili. Contiene anche un quizzario di

E
PrEZZO
verifica e un elenco dei principali esami diagnostici.
SPECIALE SOCI -20%
19,95
€URO
Cd-rom per Windows 95, 98, me, nt4, 2000, Xp
prezzo al pubblico: € 24,95
PREZZO SOCI SOLO € 19,95 INVECE DI
€ 24,95

la bellezza? VITA SANA


nasCe dal benessere.
Consigli pratici
per dare solide basi
alla tua vera bellezza!
Un corretto stile di vita, una dieta equilibrata, il giu-
sto esercizio fisico: queste le regole di base della LA COSMESI
bellezza da cui parte la Guida che ti offre i consigli Composizione, principi,
giusti per curare il corpo e stare bene e ti insegna a efficacia e bugie
valutare la reale efficacia dei prodotti cosmetici dei prodotti cosmetici
offrendoti un’analisi precisa di creme, shampoo,
cosmetici per il make-up e trattamenti estetici.
E

Perché la vera bellezza viene dal benessere. PrEZZO


SPECIALE SOCI -20%
19,95
€URO
Formato: cm 18,9 x 24,6 - pagine: 224
prezzo al pubblico: € 24,95
PREZZO SOCI SOLO € 19,95 INVECE DI
€ 24,95

>
Compila il tagliando sulla pagina seguente
e ordina subito le guide pratiChe di altroConsumo
AC-1110
LE puLiziE sEnza fatica...
DaLL’aRMaDiO aLLO zERbinO!
Una Guida Pratica davvero preziosissima che
ti insegna tutte le regole e i segreti per PRODOTTI
impostare i lavori di casa in modo efficien- Il dettagliato elenco dei
te, senza spreco di tempo, energie e denaro prodotti di pulizia giusti
e ti offre la certezza di vivere in un ambiente per ogni situazione
sano e confortevole!
Saprai come pulire ogni locale della tua MAccHIE
casa, come lavare e smacchiare i capi del Frutta, caffé, cioccolato...
tuo guardaroba senza correre il rischio di ecco come fare sparire le
macchie da ogni superficie!
rovinarli, imparerai ad aver cura dei tuoi
mobili e a liberarti dagli insetti sgraditi e
avrai a disposizione un dettagliato elenco PROnTO sOccORsO
ragionato dei prodotti necessari per far Che cosa è indispensabile
brillare ogni cosa. tenere nell’armadietto?
Inoltre, poiché pulizia è anche sinonimo di
igiene e sicurezza, saprai cosa tenere nell’ar-
madietto del pronto soccorso e quali sono i

E
centri antiveleni di tutta Italia... proprio per

-20%
i casi d’emergenza!
PREZZO
sPEcIALE sOcI
OcI

14,45
€URO
Formato: cm 16 x 23,5 - Pagine: 224
Prezzo al pubblico: € 18,45
PREZZO SOCI SOLO € 14,45
InVEcE DI
€ 18,45

Rispondi! Questa offerta è valida fino al 31-01-2011


TAGLIANDO DI RIchIESTA PRIvILEGIATA
Sì inviatemi n.______copie Cognome Nome

di “Guida agli esami medici”. Via N. Civico CAP


Per ogni copia pago solo € 19,95. Località Provincia
TOTALE €...................................... Telefono E-mail

Sì inviatemi n.______copie Numero di Socio (lo trovi sulla fascetta che accompagna la rivista)

di “La salute per tutti”. Per ogni Effettuerò il pagamento con le stesse modalità con cui pago il mio abbonamento ad Altroconsumo:
copia pago solo € 19,95. tramite domiciliazione bancaria tramite domiciliazione postale (Bancoposta) con carta di credito

TOTALE €...................................... con bollettino di conto corrente postale intestato al conto n. 20311205 a nome di Euroconsumers Servizi S.r.L.
(In questo caso, non spedire questo tagliando. Indica sul bollettino, sotto “Causale del versamento”: n° di copie, titolo della Guida e il tuo numero di Socio).

Le spese di spedizione delle Guide sono a carico dell’editore.


Sì inviatemi n.______copie Autorizzo l’uso dei miei dati per i fini indicati nel riquadro qui sotto (fino a diverso avviso da parte mia).
di “Prodotti per la cura del corpo”. Se non desideri ricevere future proposte di acquisto e/o ricerche di mercato, barra la casella qui a fianco.
Per ogni copia pago solo € 19,95. FIrMA
TOTALE €...................................... Telefona allo 02 6961520 Spedisci in busta chiusa a:
Vai sul sito www.altroconsumo.it
da lunedì a venerdì 9-13 e 14-17 clicca CONTATTACI e seleziona Altroconsumo C.P. 10608
Sì inviatemi n.______copie (solo pagamenti con carta di credito, “Desidero acquistare una Guida Pratica” 20110 Milano
domiciliazione bancaria e domiciliazione postale)
di “Il manuale delle pulizie”. Per
Garanzia di Riservatezza: I tuoi dati personali verranno utilizzati da acquisto o ricerche di mercato. Se non sei interessato a queste iniziative
ogni copia pago solo € 14,45. Altroconsumo Nuove Edizioni s.r.l. e dall’Associazione Altroconsumo ti preghiamo di barrare l’apposita casella sul tagliando. In ogni caso,
(titolari dei dati) per l’invio delle pubblicazioni e per il perseguimento potrai in qualunque momento e del tutto gratuitamente opporti all’uti-
TOTALE €...................................... degli scopi statutari dell’associazione. I dati verranno trattati con mezzi lizzo dei dati per le suddette finalità scrivendo a: Altroconsumo - Ufficio
informatici, anche da parte di terzi che svolgono attività strumentali Abbonamenti - Via Valassina 22, 20159 Milano
(etichettatura, spedizione, incasso quote, etc), e potranno essere da te Garanzia di Soddisfazione. Ordinando le tue Guide, non corri alcun
consultati, modificati, integrati o cancellati, in base al D. Lgs 196/2003. rischio. Se, dopo averle esaminate, non saranno di tuo gradimento, hai
AC-1110

Se acconsenti, i dati potranno inoltre essere utilizzati per proporti altre 15 giorni di tempo per restituircele, alla tariffa postale in vigore e nell’im-
TOTALE ORDINE €...................................... pubblicazioni o servizi di Altroconsumo e/o comunicati ad altri soggetti ballo originale, all’indirizzo: Altroconsumo, Via Valassina 22, 20159
di comprovata serietà e professionalità al fine di inviarti proposte di Milano, senza doverci nulla.
INDICE
Test e inchieste degli ultimi mesi
ARGOMENTO NUM. ANNO
A N
Airbag da moto 236 4/2010 Navigatori satellitari 237 5/2010
Ambiente Netbook, come potenziarli 242 11/2010
Associazione Presidente: Paolo Martinello comportamenti quotidiani 236 4/2010 Notebook 238 7;8/2010
Altroconsumo è un’associazione senza fini Vicepresidente: Marino Melissano Analisi dell’acqua di casa 241 10/2010
di lucro fondata a Milano nel 1973. Direttore: Luisa Crisigiovanni Ananas p
Altroconsumo, in piena autonomia e Tesoriere: Giovanni Pessina responsabilità sociale 242 11/2010 Pannelli solari 238 6/2010
indipendenza, si pone come scopo Consiglio: Claudia Bacchi, Franca Braga, Giulia Antivirus per pc 236 4/2010 Piani cottura 237 5/2010
l’informazione, la difesa e la Candiani, Liliana Cantone, Silvia Castronovi, Aspirapolvere 238 6/2010 Pitture lavabili 240 9/2010
rappresentanza dei consumatori. È Michele Cavuoti, Luisa Crisigiovanni, Graziella Automobili Pneumatici
membro della CI (Consumers’ De Faveri, Andrea Doneda, Letizia Ghizzi test compatte 236 4/2010 estivi 237 5/2010
International), di ICRT (International Panizza, Paolo Martinello, Rosanna test monovolume 239 7;8/2010 invernali 242 11/2010
Consumers’ Research and Testing) ed è Massarenti, Francesco Mattana, Marino Prenotazioni alberghi 240 9/2010
l’unico organismo italiano riconosciuto dal Melissano, Daniela Nocchieri, Enzo Passaro, Programmi gratuiti 240 9/2010
B
BEUC (Ufficio europeo delle associazioni di Valeria Riccardi, Vincenzo Somma, Lorena Benzina, inquinamento 239 7;8/2010
consumatori). Altroconsumo si finanzia Valdicelli, Pietro Vitelli. Birra 238 6/2010 R
esclusivamente attraverso le quote Sede nazionale Rifiuti umidi 242 11/2010
associative e l’abbonamento alle proprie via Valassina 22 - 20159 Milano. Riscaldamento di casa 242 11/2010
C
riviste. Tel 02/66.89.01 - Fax 02/66.89.02.88 Codice della strada 239 7;8/2010 Riso Basmati 241 10/2010
Colazione al bar 237 5/2010
Compagnie aeree e aeroporti S
inchiesta soddisfazione 237 5/2010 Scooter 238 6/2010
Altroconsumo produttori e da qualsiasi tipo di interesse responsabiltà sociale 237 5/2010 Seggiolini auto 238 6/2010
Nuove Edizioni s.r.l. commerciale. Compost 242 11/2010 Shampo antiforfora 237 5/2010
Il mensile Altroconsumo, i bimestrali Soldi Tutti i campioni utilizzati per la Condizionatori a parete 236 4/2010 Sicurezza delle strade 238 6/2010
& Diritti, Test Salute e Hi_Test, così come le realizzazione dei test vengono acquistati Confezioni alimentari Sistemi di irrigazione 236 4/2010
guide pratiche hanno come unico obiettivo anonimamente e inviati direttamente ai migrazione inquinanti 240 9/2010 Smartphone 237 5/2010
l’informazione e la difesa dei consumatori. laboratori per l’esame. I campioni gratuiti Crash test 241 10/2010 Stampanti multifunzione 236 4/2010
Le riviste non contengono una sola riga di vengono rifiutati. Creme alla nocciola 241 10/2010 Stampa di foto online 239 7;8/2010
pubblicità, né informazioni pagate o I risultati delle prove condotte da Stampanti laser 241 10/2010
ispirate da produttori e venditori o da Altroconsumo, Soldi & Diritti, Test Salute e Supermercati
D
gruppi di interesse politico e finanziario, a Hi_Test riguardano esclusivamente i Dentifrici 241 10/2010 prezzi 241 10/2010
garanzia della trasparenze e dell’obiettività prodotti presi in esame, anche se è Detergenti responsabilità sociale 236 4/2010
dei giudizi. possibile trarne valutazioni di carattere per parquet e legno 238 6/2010
I test comparativi su beni di consumo e generale e consigli utili per gli acquisti. Elettricità T
servizi finanziari e assicurativi sono Direttore editoriale: Andrea Doneda bioraria 239 7;8/2010 Tariffe
l’elemento che contraddistingue le riviste. Direttore responsabile: Rosanna tariffe “verdi” 239 7;8/2010 elettriche “verdi” 239 7;8/2010
Per la realizzazione di test comparativi e Massarenti elettriche: bioraria 239 7;8/2010
inchieste Altroconsumo si avvale di Redazione: Natalia Milazzo, Alessandro Telefoni cellulari 240 9/2010
f
Euroconsumers Servizi srl. Le informazioni Sessa (caporedattori), Marzio Tosi Ferri da stiro 237 5/2010 Tonno
di carattere finanziario sono fornite da (vicecaporedattore), Luca Cartapatti, Forni a microonde 241 10/2010 test comparativo 239 7;8/2010
Altroconsumo Edizioni Finanziarie. Manuela Cervilli, Matteo Metta, Beba Frigoriferi 240 9/2010 aspetti etici e ambientali 239 7;8/2010
I laboratori e gli esperti incaricati di Minna, Simona Ovadia, Adelia Piva, Sonia Frutta e verdura 236 4/2010 Trasporti pubblici urbani 240 9/2010
svolgere le prove sono indipendenti dai Sartori. Funghi 240 9/2010 Triple play 242 11/2010
Televisione 3D 238 6/2010
I Televisori 32” e 40-42” 242 11/2010
Inquinamento da benzina 239 7;8/2010 Videocamere 242 11/2010
ABBONAMENTo e quota associativa Internet mobile, qualità reti 241 10/2010 Videoregistrare 240 9/2010
Altroconsumo, Soldi & Diritti e Test Salute sono diffusi solo in abbonamento. Vino bianco della Sardegna 242 11/2010
L’importo dell’abbonamento comprende anche la quota di associazione. Sono soci solo le L
persone fisiche. Le persone giuridiche possono abbonarsi e accedere ai servizi individuali Lampadine a basso consumo 240 9/2010
forniti dall’associazione. Lavastoviglie
Per abbonarsi è sufficiente inviare una lettera indirizzata a Altroconsumo Nuove Edizioni da incasso 236 4/2010 archivio online
srl - Casella postale 10608 - 20110 Milano oppure collegarsi al sito altroconsumo.it a libera installazione 242 11/2010 Trovi l’archivio completo di tutti
cliccando alla sezione “contattaci”. Lavatrici 241 10/2010
Pagamento a mezzo domiciliazione bancaria o carta di credito: questa forma di pagamento gli articoli di Altroconsumo degli anni
è indispensabile quando si sceglie la rata trimestrale. In ogni caso, la durata m passati, oltre a quelli delle riviste
dell’abbonamento è a tempo indeterminato e le future variazioni di costo verranno Macchine fotografiche Test Salute, Soldi&Diritti e Hi_Test, su
comunicate anticipatamente sulla rivista. test kit reflex digitali 238 6/2010
Garanzia di soddisfazione: Se entro 15 giorni dal ricevimento del primo numero della rivista Mountain bike 238 7;8/2010 altroconsumo.it
lei cambia idea e non vuole più essere abbonato alle riviste e Socio Altroconsumo, lei ha
diritto di recedere e nulla sarà da lei dovuto. Per esercitare il diritto di recesso basta
scrivere una lettera a: Altroconsumo - Ufficio Abbonamenti - Via Valassina, 22 - 20159
Milano o collegarsi al sito altroconsumo.it (cliccando sulla voce “contattaci”). Inoltre, in
qualsiasi momento lei può recedere dall’abbonamento e dall’associazione con una lettera
all’ufficio Abbonamenti, le sarà restituito quanto eventualmente già pagato per il periodo tutti i diritti sono riservati
successivo al recesso. Altroconsumo Nuove Edizioni vieta espressamente la riproduzione anche parziale degli
Per ricevere i numeri arretrati è sufficiente telefonare o scrivere all’Ufficio Abbonamenti articoli e dei risultati dei test per fini commerciali e pubblicitari.
Altroconsumo. Il costo è pari al doppio del prezzo di copertina. Non è possibile richiedere Anche la riproduzione degli articoli per fini non pubblicitari deve essere autorizzata per
più di due esemplari dello stesso numero. iscritto dal direttore. Qualsiasi uso e/o riproduzione delle illustrazioni è vietato senza
I suoi dati personali saranno utilizzati da Altroconsumo e/o da terzi da esso incaricati per la l’accordo scritto dell’editore.
gestione dell’abbonamento, nonché per gli scopi associativi. Essi verranno trattati con
mezzi informatici e potranno essere, a termini di legge, da lei consultati, modificati,
integrati o cancellati.
QUANTO COSTA Annuale Trimestrale
Altroconsumo 78,00€ 19,50€ ALTROCONSUMO NUOVE EDIZIONI SRL
Altroconsumo + Soldi&Diritti 111,00€ 27,75€ Sede legale, direzione, redazione e amministrazione: via Valassina 22 - 20159 Milano
Altroconsumo + Test Salute 119,40€ 29,85€ Tel. 02/66.89.01 - Fax 02/66.89.02.88 - Reg. Trib. Milano n. 116 del 8/3/1985
Altroconsumo + Soldi&Diritti + Test Salute 152,40€ 38,10€ Copyright© Altroconsumo - n. 291252 del 30/6/1987
la quota associativa, compresa nell’abbonamento,
Stampa: Amilcare Pizzi - via Pizzi 14, Cinisello Balsamo
è pari a 15,40€ all’anno e 3,85€ al trimestre
DIRETTORE RESPONSABILE: Rosanna Massarenti

altroconsumo.it Ottobre 2010 • 241 Altroconsumo 55


Esclusivo Soci
ltroconsumo.it
www.a
Entra nell’area del nostro sito riservata ai soci, basta inserire user name
e password. Troverai molti contenuti in più: approfondimenti, archivio
delle riviste, fogli di calcolo personalizzati e molto altro ancora.

RI
I NOSTIZI
GIUD
Scopri l’auto
Quanto costano, quali sono le dotazioni che le caratterizzano e
le differenziano dai modelli precedenti, come sono valutabili le
prestazioni, in che misura possono rappresentare un buon acquisto.
Quando escono nuovi modelli di auto vi presentiamo le nostre prime
impressioni in una pagina web, che trovate all’indirizzo altroconsumo.
it/auto. Per ciascuno dei modelli presi in esame trovate un testo che
ne sintetizza le caratteristiche e le nostre valutazioni. Queste ultime
vengono quindi tradotte in giudizi (con l’utilizzo dei nostri tradizionali
simboli), divisi in vantaggi e svantaggi.
Alcune foto significative ci permettono inoltre di mettere in evidenza
le peculiarità di ognuna delle nuove auto lanciate sul mercato.

I PIÙ CLICCATI QUIZ: ALCOL E SALUTE


Trova il farmaco
1 meno caro Quanto alcol è in grado di sopportare
altroconsumo.it/farmaci senza danni il corpo umano? Quando
è meglio consumare vino e altre
Risparmia bevande alcoliche? In quanto tempo
2 sulla bolletta si smaltisce? E le calorie? E ancora:
altroconsumo.it/controcorrente l’alcol aiuta davvero a digerire? Metti
alla prova le tue conoscenze sulle

3 Controlla
interazioni fra alcol e salute con il
le scadenze fiscali nostro quiz. Lo puoi trovare alla pagina
altroconsumo.it/soldi altroconsumo.it/alimentazione.