Sei sulla pagina 1di 3

Scheda narratologica

Dati informativi:
•autore: Alessandro Baricco
•titolo: Novecento Un monologo
•la pubblicazione (anno): 1994
casa editrice: Universale Economica Feltrinelli

Breve riassunto:
Il Virginian è un piroscafo che naviga attraverso l'Oceano Atlantico portando
migliaia di persone in cerca di fortuna dall'Europa all'America. Danny Boodman,
marinaio su quella nave, una sera trova nella sala da ballo un bambino appena
nato, in una scatola, sul pianoforte, forse abbandonato da qualche famiglia di
emigranti per permettergli di avere un vita dignitosa, nella speranza che fosse
stato preso da una ricca famiglia. Danny decide di adottarlo chiamandolo Danny
Boodman T.D. Lemon (poicheè era scritto sulla scatola in cui lo aveva trovato)
Novecento (in quanto lo trova nei primi anni di quel secolo). Passano gli anni,
Danny muore e Novecento, ancora bambino, dimostra una straordinaria capacità
nel suonare il piano. Suona una musica fuori dagli schemi che affascina
chiunque la senta. Diventa un adulto su quella nave e stringe amicizia con un
suonatore di tromba, con cui suona negli spettacoli serali. Ha più di trenta anni,
la sua nascita non è stata dichiarata in nesssuno stato e non è mai sceso da
quella nave. non vi scenderà mai e vi rimarrà sopra anche quando, dopo la
guerra e dopo essere stata usata come ospedale ambulante, viene fatta
esplodere con la dinamite, essendo ormai un rottame, morendo con lei.

Ordine degli eventi: L'ordine temporale della narrazzione non è molto lineare.
Sono presenti alcuni flashback, numerose ellissi e sono pochi i riferimenti
temporali precisi.

Tempo:
•epoca in cui è ambientata la vicenda: primi anni del '900
•durata della vicenda: si possono prendere due punti di partenza: la nascita di
Novecento e l'arrivo sulla nave del narratore. Nel primo caso si parte dai
primi del Novecento fino alla sua morte avvenuta qualche tempo dopo la
2^ guerra mondiale. Nel secondo caso si può prendere come punto di
partenza il Gennaio del 1927.
•tempo della storia e tempo del racconto: il narratore racconta la storia in un
periodo successivo all'avvenire dei fatti essendo tutto un suo ricordo (si
nota che i tempi, all'infuori dei discorsi e delle considerazioni personali,
sono tutti al passato)

Spazio: L'intera vicenda si svolge sul Virginian, un piroscafo descritto non molto
dettagliatamente. Il narratore ci parla solo della sua grandezza, dell'assenze
delle cucine (a causa di un errore del progettista) e della suddivisione in classi.
Tutto lo spazio svolge una funzione di primo piano ed essenziale per buona parte
del racconto.

Personaggi:
Personaggio principale:
•Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, persona dalla strana personalità, mai
sceso dalla nave ed abile suonatore di pianoforte. Come ci racconta il
narratore, ha la capacità di esplorare il mondo a lui sconosciuto attraverso
gli occhi delle persone che passano sulla nave.
Personaggi secondari:
•Danny Boodman, marinaio sul Virginian, adotta Novecento. Gli piace leggere i
nomi dei cavalli delle corse per puro divertimento in quanto non gli
interessava scomettere. Ha uno scarso rispetto per i regolamenti;
•Capitano Smith: claustrofobico, vive in una scialuppa di salvataggio;
•Paul Siezinsky: timoniere cieco (non agisce nella vicenda);
•Bill Joung: marconista balbuziente (non agisce nella vicenda);
•Dott. Klausermanspitzwegensdorfentag: dottore di bordo (non agisce nella
vicenda);
•Neil O'Connor: irlandese, non molto sveglio ma con un gran senso
dell'umorismo.

Narratore: interno, testimone di una parte della vicenda.


Focalizzazione: interna.
Temi trattati: la diversità delle persone, la paura per il mondo sconosciuto, i
problemi delle persone emigranti
Tecniche narrative: soprattutto monologo, essendo il testo concepito come tale
per una rappresentazione teatrale anche se sono presenti alcuni brevi dialoghi.
Sintassi: semplice, formata da solo poche frasi lunghe.
Lessico: molto semplice, comune e spesso anche popolare con espressioni
spesso alquanto colorite.
Stile: chiaro, essenziale, molto semplice e comprensibile.