Sei sulla pagina 1di 36

Elenco delle attività di gestione,

collaborazione e consulenza
con Soggetti esterni

PARTNER:
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

SOMMARIO

1. ESPERIENZE DI ATTIVITA’ DI GESTIONE, COLLABORAZIONE E CONSULENZA ................... 4


1.1. Elaborazione Linee Guida passaggio Tassa-Tariffa per Istituto Per l’Ambiente
di Milano ....................................................................................................................................................................................4
1.2. Progetto di riorganizzazione del servizio di gestione rifiuti urbani e passaggio
Tassa-Tariffa nel Comprensorio C1 della Valle di Fiemme (Trento)..........................................4
1.3. Progetto di gestione e consulenza nella progettazione del servizio e della
Tariffa nel Consorzio Chierese per i Servizi di Chieri (Torino) ......................................................5
1.4. Progetto di consulenza nel passaggio Tassa-Tariffa, avvio gestione Tariffa e
campagna monitoraggio rifiuti nel Consorzio Intercomunale Torino Sud di Carignano
(Torino).......................................................................................................................................................................................5
1.5. Gestione integrata dei rifiuti urbani e applicazione Tariffa con metodo
puntuale nei Comuni di Salgareda e Ponte di Piave (TV).....................................................................6
1.6. Progettazione per la redazione, il monitoraggio, la verifica dell’attuazione e
l’aggiornamento del Piano Industriale dell’Ambito 4 di Livorno relativo alle materie
gestionale, economico/finanziaria e tariffaria...........................................................................................6
1.7. Progetto di gestione del servizio domiciliare e della Tariffa puntuale nel
Comune di Belluno ..............................................................................................................................................................7
1.8. Progetto di gestione del servizio domiciliare e della Tariffa puntuale nei
Comuni dell’Aspromonte (RC) ....................................................................................................................................8
1.9. Analisi dell’applicazione sperimentale della tariffa di igiene urbana (TIA) a
livello nazionale su un campione di Comuni per conto dell’APAT.................................................8
1.10. Oggetto della prestazione: Progetto di gestione del servizio domiciliare e
della Tariffa puntuale nel Comune di Parma (FASE 1)...........................................................................9
1.11. Progetto per la riorganizzazione della gestione dei rifiuti urbani nel
Comune di Serra de’ Conti (AN)................................................................................................................................9
1.12. Progetto per la riorganizzazione della gestione dei rifiuti urbani nel
Comune di Ponte nelle Alpi (BL) ............................................................................................................................ 10
1.13. Progetto per la riorganizzazione della gestione dei rifiuti urbani nel
Comune di Magliano in Toscana (GR)................................................................................................................ 11
1.14. Consulenza per la redazione del Piano per la realizzazione di un ciclo
integrato dei rifiuti per la Regione Campania.......................................................................................... 11
1.15. Progettazione per la redazione del Piano Industriale dell’Ambito di Savona
relativo alle materie gestionale, economico/finanziaria e tariffaria.................................... 11
1.16. Oggetto della prestazione: Progetto di gestione del servizio domiciliare e
della Tariffa premiante nel Comune di Parma (FASE 2).................................................................... 12
1.17. Progetto di gestione integrata del ciclo dei rifiuti per la Comunità Montana
Agordina (BL) ....................................................................................................................................................................... 13
1.18. Progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e l’avvio del
Modello nella Comunità Montana Alta Valmarecchia (PU)............................................................... 14
1.19. Progetto per la costruzione di un Ecocentro (Centro di Raccolta
Differenziata) nel Comune di Magliano in Toscana (GR)................................................................... 14

Pagina 2 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.20. Progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e l’avvio del
Modello nel Comune di Vezzano Ligure (SP)................................................................................................ 15
1.21. Progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e l’avvio del
Modello per i Comuni di Manciano, di Capalbio e di Scansano (GR) ......................................... 16
1.22. Progettazione del Piano Industriale per la Gestione dei Rifiuti Urbani –
sezione raccolte differenziate - per il territorio dei Comuni del Consorzio Unico
Napoli-Caserta ................................................................................................................................................................... 17
1.23. Redazione delle Linee Guida di Sviluppo del Piano Industriale per la
Gestione dei Rifiuti Urbani nel territorio dell’ATO 6 di Ferrara................................................ 18
1.24. Progetto sperimentale del Modello di gestione integrata del ciclo dei rifiuti
per il Comune di Lamon (BL) (FASE 1 e FASE 2) ........................................................................................ 18
1.25. Progettazione di uno studio pilota per un Modello di gestione integrata del
ciclo dei rifiuti per il Comune di Zoldo Alto (BL) (FASE 1) ............................................................... 19
1.26. Piano industriale d’Ambito-Documento preliminare per la gestione
integrata dei Rifiuti Urbani nell’ATO Rifiuti della Provincia di Treviso.............................. 20

2. DOCENZE A CONVEGNI/CORSI ................................................................................................. 21

3. CONVEGNI ORGANIZZATI DAL CONSORZIO PRIULA .............................................................. 31

4. ALTRO ......................................................................................................................................... 32

Pagina 3 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1. ESPERIENZE DI ATTIVITA’ DI GESTIONE, COLLABORAZIONE E CONSULENZA

1.1. Elaborazione Linee Guida passaggio Tassa-Tariffa per Istituto Per l’Ambiente di
Milano

Committente: Istituto Per l’Ambiente di Milano


Importi dei contratti:: 5.800,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2002
Contenuti principali del lavoro:
Per conto di IPA-Servizi di Milano, sono state elaborate le Linee Guida per il passaggio da Tassa a
Tariffa per i servizi di gestione dei rifiuti urbani, pubblicate nel 2003 col titolo “Il passaggio da
Tassa a Tariffa per i rifiuti urbani: linee guida e applicazioni sperimentali” – ottavo quaderno
Assolombarda.

1.2. Progetto di riorganizzazione del servizio di gestione rifiuti urbani e passaggio Tassa-
Tariffa nel Comprensorio C1 della Valle di Fiemme (Trento)

Committente: Comprensorio C1 della Valle di Fiemme (TN)


Importi dei contratti: 208.870,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: (inizio novembre 2002- termine 2005)
Contenuti principali del lavoro:
Il progetto prevede una riorganizzazione complessiva del sistema di gestione dei rifiuti urbani ed
assimilati, con gestione integrata su base comprensoriale in tutti gli 11 Comuni, impostato su
una raccolta domiciliare “secco-umido” e stradale per gli altri materiali riciclabili, con utilizzo
di Ecocentri (custoditi) per le diverse tipologie, applicazione della Tariffa “puntuale” rapportata
alla quantità di rifiuto secco residuo effettivamente conferita al servizio pubblico, approntando
un sistema gestionale delle informazioni collegato ad un sistema informativo cartografico con
individuazione degli immobili e delle attrezzature, comprendente:
1. il progetto del servizio;
2. il progetto di gestione: stesura del Regolamento tecnico di gestione comprensoriale,
stesura del Regolamento della Tariffa comprensoriale, stesura ed elaborazione del Piano
Finanziario e della Relazione di accompagnamento per la determinazione della Tariffa
conformemente al DPR 158/1999, integrazione al Capitolato Speciale d’Appalto per i nuovi
servizi previsti, calcolo delle tariffe da applicare alle specifiche categorie di utenza,
individuazione delle strumentazioni informatiche per la gestione dei dati e delle altre
informazioni (in collaborazione con la società I & S di Trento), riorganizzazione della

Pagina 4 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

struttura organizzativa degli uffici (risorse umane), individuazione e organizzazione degli


sportelli nei rapporti con l’utenza (front-office);
3. l’avvio del progetto: consulenza nell’approntamento del sistema informativo gestionale e
territoriale (software e hardware), nella predisposizione di una rete geografica, formazione
del personale comprensoriale, assistenza nella migrazione e bonifica dei dati da archivi
preesistenti, formazione del personale degli sportelli; assistenza nella distribuzione delle
attrezzature all’utenza, consulenza per la predisposizione del materiale informativo
(opuscoli, calendari, comunicati), consulenza nella rilevazione dei dati per il sistema
gestionale;
4. la gestione a regime: assistenza per la messa a regime del sistema di raccolta.

1.3. Progetto di gestione e consulenza nella progettazione del servizio e della Tariffa nel
Consorzio Chierese per i Servizi di Chieri (Torino)

Committente: Consorzio Chierese per i Servizi di Chieri (Torino)


Importi dei contratti: 43.882,40 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2003
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro, realizzato per il CCS, composto da 19 Comuni, prevedeva:
1. la consulenza nella progettazione dei servizio di gestione della raccolta differenziata
domiciliare per tutte le tipologie di rifiuti;
2. la stesura del progetto del sistema organizzativo consortile per la gestione dei servizi e
della tariffa, scelta delle attrezzature software e hardware, organizzazione delle
risorse umane, definizione dell’interfaccia con gli utenti, definizione della fase di
trattamento dati a e importazione degli archivi informatici;
3. la redazione del progetto di comunicazione a supporto della progettazione del sistema
integrato di raccolta differenziata domiciliare nel Comune di Chieri.

1.4. Progetto di consulenza nel passaggio Tassa-Tariffa, avvio gestione Tariffa e


campagna monitoraggio rifiuti nel Consorzio Intercomunale Torino Sud di
Carignano (Torino)

Committente: Consorzio Intercomunale Torino Sud di Carignano (Torino)


Importi dei contratti: 48.014,72 € oltre all’IVA (importo complessivo con altro soggetto
136.270,00 oltre all’IVA).
Date di espletamento dei servizi: 2003-2004

Pagina 5 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

Contenuti principali del lavoro:


Il lavoro, realizzato insieme a Sintesi Srl – società di servizi del Consorzio Bacino di Padova 1
di Vigonza (PD) per il CITS, composto da 19 Comuni, prevede:
1. la consulenza nel passaggio tassa-tariffa, con supporto tecnico-normativo per redazione
dei piani finanziari, redazione dei piani di copertura dei costi, supporto per
l’aggiornamento delle banche dati comunali, definizione della tariffa e simulazioni
tariffarie nel passaggio tassa-tariffa, supporto per la redazione dei Regolamenti per la
tariffa e del Contratto di servizio con i Comuni;
2. esecuzione campagna di monitoraggio sulle utenze domestiche e non domestiche per la
ridefinizione dei coefficienti di produttività specifica delle diverse utenze con
effettuazione di analisi merceologiche della composizione dei rifiuti urbani ai fini della
progettazione dei nuovi servizi di gestione.

1.5. Gestione integrata dei rifiuti urbani e applicazione Tariffa con metodo puntuale nei
Comuni di Salgareda e Ponte di Piave (TV)

Committente: Comuni di Salgareda e Ponte di Piave (TV)


Importi dei contratti: 203.718,26 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2003-31/10/2004
Contenuti principali del lavoro:
1. pianificazione complessiva del sistema di gestione dei rifiuti urbani e assimilati;
2. coordinamento per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti;
3. avvio del servizio con distribuzione dei contenitori e delle attrezzature necessarie;
4. gestione dei servizi di raccolta;
5. gestione Centro Raccolta Differenziata;
6. gestione dei rapporti con l’utenza tramite specifici Ecosportelli;
7. gestione della fatturazione per conto soggetto gestore.

1.6. Progettazione per la redazione, il monitoraggio, la verifica dell’attuazione e


l’aggiornamento del Piano Industriale dell’Ambito 4 di Livorno relativo alle
materie gestionale, economico/finanziaria e tariffaria

Committente: ATO4 Rifiuti Livorno (LI)


Importi dei contratti: 39.508,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2004-2005

Pagina 6 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

Contenuti principali del lavoro:


1. redazione della progettazione preliminare degli interventi e dei servizi (comprensivi del
Piano degli investimenti e del Piano di gestione) contenente:
- definizione standard di servizi;
- individuazione e quantificazione dei costi di gestione dei servizi;
- individuazione e valutazione dei possibili obiettivi ed interventi per il superamento delle
criticità (con esame di ipotesi alternative, comparazione dei loro effetti e scelta degli
interventi più appropriati),
- eventuale articolazione degli obiettivi di gestione per le varie aree;
- definizione delle penalità per chi non raggiunge livelli standard e obiettivi di legge o di
piano;
2. redazione dello schema di Contratto di servizio,
3. sviluppo della Tariffa di riferimento;
4. redazione dei Regolamenti d’ambito per la gestione dei rifiuti, sull’assimilazione e per la
disciplina della Tariffa di gestione.

1.7. Progetto di gestione del servizio domiciliare e della Tariffa puntuale nel Comune di
Belluno

Committente: Multibel Srl (Socio Unico del Comune di Belluno)


Importi dei contratti: 50.000,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2004-2005
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede:
1. la progettazione del servizio di gestione della raccolta differenziata domiciliare per
tutte le tipologie di rifiuti;
2. la stesura del progetto del sistema organizzativo per la gestione dei servizi e della
tariffa, scelta delle attrezzature software e hardware, organizzazione delle risorse
umane, definizione dell’interfaccia con gli utenti, definizione della fase di trattamento
dati a e importazione degli archivi informatici;
3. progettazione della Tariffa puntuale.

Pagina 7 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.8. Progetto di gestione del servizio domiciliare e della Tariffa puntuale nei Comuni
dell’Aspromonte (RC)

Committente: Comuni di Cittanova, Varapodio e Cinquefrondi, Parco Nazionale dell’Aspromonte


(RC)
Importi dei contratti: 50.000,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2004-2008
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede una consulenza nei 3 Comuni (per una popolazione di 19.465 abitanti al
01/01/2002):
o la progettazione del servizio di gestione della raccolta differenziata domiciliare per tutte
le tipologie di rifiuti;
o la stesura del progetto del sistema organizzativo per la gestione dei servizi e della tariffa,
scelta delle attrezzature software e hardware, organizzazione delle risorse umane,
definizione dell’interfaccia con gli utenti, definizione della fase di trattamento dati a e
importazione degli archivi informatici;
o progettazione della Tariffa puntuale.

1.9. Analisi dell’applicazione sperimentale della tariffa di igiene urbana (TIA) a livello
nazionale su un campione di Comuni per conto dell’APAT

Committente: Agenzia Nazionale per la Protezione Ambiente e Servizi Tecnici (APAT)


Importi dei contratti: 83.840,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: dic. 2004-2005
Partner:
o Scuola Agraria del Parco di Monza – Monza (MI)
o Sintesi Srl – Vigonza (PD)
Contenuti principali del lavoro:
Prevede il monitoraggio e l’analisi dell’applicazione sperimentale della tariffa di igiene urbana
(TIA) a livello nazionale su un campione rappresentativo di Comuni.

Pagina 8 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.10. Oggetto della prestazione: Progetto di gestione del servizio domiciliare e della
Tariffa puntuale nel Comune di Parma (FASE 1)

Committente: Comune di Parma


Importi dei contratti: 220.000,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2005-2007
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede la progettazione del servizio di gestione della raccolta differenziata
domiciliare per tutte le tipologie di rifiuti, la stesura del progetto del sistema organizzativo
per la gestione dei servizi e della tariffa, scelta delle attrezzature software e hardware,
organizzazione delle risorse umane, definizione dell’interfaccia con gli utenti, definizione
della fase di trattamento dati a e importazione degli archivi informatici, la progettazione
della Tariffa puntuale.
La prima fase ha comportato l’avvio del sistema porta a porta per tutte le frazioni di rifiuto
nella zona più esterna (zona 3), l’introduzione della raccolta domiciliare del vetro-plastica-
lattine nella zona ad edificazione più intensa (zona 2) e l’utilizzo di sacchetti per la raccolta
della plastica-lattine nella zona centro storico.
Per la città di Parma il Consorzio Intercomunale Priula ha collaborato con un produttore per
la realizzazione di un nuovo contenitore impilabile per la raccolta differenziata.

1.11. Progetto per la riorganizzazione della gestione dei rifiuti urbani nel Comune di
Serra de’ Conti (AN)

Committente: Comune di Serra de’ Conti (AN)


Importi dei contratti: 3.000,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2006
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la riorganizzazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per le frazioni del secco non riciclabile e dell’umido, la
stesura del progetto del sistema organizzativo per la gestione dei servizi e della tariffa, la
stesura del piano finanziario relativo, la progettazione della Tariffa puntuale.

Pagina 9 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.12. Progetto per la riorganizzazione della gestione dei rifiuti urbani nel Comune di
Ponte nelle Alpi (BL)

Committente: Comune di Ponte nelle Alpi (BL)


Importi dei contratti: 19.900,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2007-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la riorganizzazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per delle principali frazioni di rifiuto, la stesura del progetto
del sistema organizzativo per la gestione dei servizi e della tariffa, la stesura del piano
finanziario relativo, la progettazione della Tarsu-Tariffa puntuale.
Si è proceduto successivamente a seguire tutta la fase di avvio del nuovo servizio:
o assistenza nella formazione della nuova Società di servizi per la gestione dei rifiuti urbani;
o procedura acquisizione attrezzature necessarie per l’avvio del nuovo sistema;
o procedura acquisizione automezzi;
o procedura acquisizione e adeguamento Hardware e Software;
o bonifica degli archivi e costruzione di un software gestionale delle utenze;
o assistenza nella costruzione dell’ecocentro;
o assistenza nell’avvio e nella gestione dell’ecocentro;
o assistenza nella comunicazione (consulenza sul piano di comunicazione generale,
predisposizione materiale, fornitura lay-out comunicazione base);
o allestimento contenitori (adesivazione, inizializzazione trasponder);
o distribuzione delle attrezzature in tutto il territorio comunale (calcolo necessità, studio del
territorio, organizzazione in squadre, stampa del materiale necessario, caricamento schede
utenti su gestionale);
o procedura di avvio del front office;
o formazione del personale front office (normativa, gestione utenze, utilizzo del gestionale
utenze);
o formazione personale operativo (utilizzo della strumentazione di lettura, regole della
raccolta differenziata, principi di comunicazione);
o redazione Regolamento per la disciplina dei servizi di gestione dei rifiuti urbani;
o redazione Regolamento per la disciplina della Tarsu a commisurazione puntuale;
o elaborazione dei percorsi di raccolta;
o assistenza nella fase operativa di avvio;
o assistenza nella fase amministrativa.

Pagina 10 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.13. Progetto per la riorganizzazione della gestione dei rifiuti urbani nel Comune di
Magliano in Toscana (GR)

Committente: Comune di Magliano in Toscana (GR)


Importi dei contratti: 19.900,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2007-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la riorganizzazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per le frazioni del secco non riciclabile e dell’umido, la
stesura del progetto del sistema organizzativo per la gestione dei servizi e della tariffa, la
stesura del piano finanziario relativo, la predisposizione per l’applicazione della Tariffa
puntuale.

1.14. Consulenza per la redazione del Piano per la realizzazione di un ciclo integrato dei
rifiuti per la Regione Campania

Committente: Commissario delegato per l’emergenza rifiuti nella Regione Campania


Importi dei contratti: 0,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2007
Contenuti principali del lavoro:
Il progetto prevede la consulenza nella redazione del Piano regionale di gestione integrata dei
Rifiuti nella Regione Campania, con predisposizione, in particolare, degli scenari pianificatori
per la raccolta differenziata dei Rifiuti Urbani.

1.15. Progettazione per la redazione del Piano Industriale dell’Ambito di Savona


relativo alle materie gestionale, economico/finanziaria e tariffaria

Committente: ATO Rifiuti Savona (SV)


Importi dei contratti: 90.000,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2007-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
1. inquadramento della normativa vigente e disposizioni provinciali;
2. analisi territoriale;

Pagina 11 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

3. analisi dei sistemi gestionali di raccolta e trasporto dei rifiuti;


4. analisi della produzione di rifiuti per ciascun Comune;
5. analisi della situazione impiantistica, sotto il profilo tecnico-economico, ex artt. 201-203
del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.;
6. analisi dei costi di gestione;
7. analisi delle tariffe praticate all’utenza;
8. analisi complessiva della situazione esistente prima del Piano;
9. valutazione delle criticità della situazione esistente;
10. valutazione delle alternative (in tema di organizzazione, sistemi di raccolta integrata,
impianti, costi e tariffe, investimenti, impatto ambientale, recupero di materiali ed
energia, prevenzione,…);
11. verifica della situazione esistente e delle alternative in funzione del Piano provinciale di
gestione dei rifiuti urbani;
12. proposta dei diversi scenari praticabili, compresa la valutazione sulla gestione integrata a
livello complessivo di ATO;
13. scelta dello scenario ottimale;
14. stima dei quantitativi attesi in funzione delle modalità gestionali e di tariffazione
applicate;
15. pianificazione complessiva degli interventi;
16. costi e piani economico-finanziari;
17. scenari tariffari;
18. riduzione e prevenzione dei rifiuti;
19. comunicazione ed educazione ambientale;
20. tempistica di attuazione;
21. predisposizione dello schema tipo di Regolamento per la gestione e riscossione della
Tariffa.

1.16. Oggetto della prestazione: Progetto di gestione del servizio domiciliare e della
Tariffa premiante nel Comune di Parma (FASE 2)

Committente: Comune di Parma


Importi dei contratti: 40.000,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2007-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede la progettazione dell’estensione del servizio di gestione della raccolta
differenziata domiciliare per tutte le tipologie di rifiuti su tutta la città con l’obiettivo di

Pagina 12 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

raggiungere il 65% di raccolta differenziata entro il 2012; la progettazione della Tariffa


puntuale con simulazioni per zone omogenee di raccolta, l’elaborazione del Regolamento del
servizio e del Regolamento della Tariffa, l’individuazione di incentivi premianti per
raggiungere elevate performance nella raccolta differenziata. In particolare sono stati
trattati i seguenti argomenti:
1. verifica dello stato di fatto: analisi del sistema di raccolta dei rifiuti, dei risultati
ottenuti, della qualità del materiale raccolto, dei contenitori consegnati, del rapporto
con l’utenza, della comunicazione e di tutto ciò che può essere utile per la
progettazione futura;
2. elaborazione di uno schema di analisi dove verranno ipotizzati alcuni scenari di
sviluppo, imponendo come primario il raggiungimento dell’obiettivo prefissato e
analizzando le diverse strade possibili per il raggiungimento dello stesso;
3. presentazione all’Amministrazione Comunale degli scenari e scelta delle ipotesi da
sviluppare;
4. elaborazione del progetto e sviluppo ipotesi;
5. sperimentazione su porzione di territorio rappresentativa degli scenari scelti, taratura
degli stessi e raccolta dei dati;
6. elaborazione dei dati;
7. scelta definitiva da parte dell’Amministrazione dello scenario da attuare;
8. impostazione di una Tariffa premiante sui materiali riciclati raccolti e integrazione del
sistema attraverso l’utilizzo degli ecocentri;
9. elaborazione e consegna all’Amministrazione Comunale del Piano pluriennale con
quantificazione degli investimenti e dei costi necessari.

1.17. Progetto di gestione integrata del ciclo dei rifiuti per la Comunità Montana
Agordina (BL)

Committente: Comunità Montana Agordina (BL) – 16 Comuni


Importi dei contratti: 19.900,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2007-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la progettazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per il rifiuto secco non riciclabile e per il rifiuto umido, la
raccolta stradale per le frazioni riciclabili di carta, vetro e plastica-lattine, un servizio dedicato
per la grandi utenze, la stesura del progetto del sistema organizzativo per la gestione dei servizi,
scelta delle attrezzature software e hardware, organizzazione delle risorse umane, definizione
dell’interfaccia con gli utenti, impostazione di gestione unitaria da parte della Comunità
Montana di tutto il ciclo dei rifiuti( comprendendo il rapporto con l’utenze e la gestione dei

Pagina 13 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

Centri di Raccolta); stesura del Capitolato Speciale di appalto per la raccolta ed il trasporto dei
rifiuti urbani relativi alla Comunità Montana.

1.18. Progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e l’avvio del Modello
nella Comunità Montana Alta Valmarecchia (PU)

Committente: Montefeltro Servizi Srl (Novafeltria-PU) – 7 Comuni


Importi dei contratti: 25.000,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: 2008-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la riorganizzazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per le principali frazioni di rifiuto, la stesura del progetto del
sistema organizzativo per la gestione dei servizi, la stesura del piano finanziario relativo, la
predisposizione per l’applicazione della Tariffa puntuale, l’avvio del progetto sia nella parte
gestionale sia nella parte operativa.

1.19. Progetto per la costruzione di un Ecocentro (Centro di Raccolta Differenziata) nel


Comune di Magliano in Toscana (GR)

Committente: Comune di Magliano in Toscana (GR)


Importi dei contratti: 6.100,00 € oltre all’IVA.
Date di espletamento dei servizi: 2008-2009
Contenuti principali del lavoro:
Progettazione di un Centro di raccolta differenziata in un’area di proprietà del Comune di
Magliano in Toscana.
Consegna degli elaborati quali:
1. relazione tecnica generale con descrizione nel dettaglio delle scelte progettuali esecutive
ed dei particolari costruttivi con particolare riferimento alla compatibilità ambientale ed
alla localizzazione dell’opera, precisando eventuali prescrizioni dettate in sede di
approvazione del progetto definitivo;
2. relazione tecnica descrittiva dell’impianto di depurazione ;
3. elaborati grafici contenenti i particolari costruttivi relativi a strutture ed impianti, così
come previsti dal progetto definitivo, redatti nelle scale ammesse o prescritte e integrati
dagli elaborati atti a definire le caratteristiche dei componenti prefabbricati; in
particolare:
o Tav 1 – Inquadramento territoriale e planimetria generale,

Pagina 14 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

o Tav 2 – Pianta quotata con linee di sezione;


o Tav 3 – Sezioni longitudinali;
o Tav 4 – Sezioni trasversali;
o Tav 5 - Planimetria reti tecnologiche ;
o Tav 6 – Strutture in Cemento armato;
4. calcoli esecutivi delle strutture in cemento armato;
5. computo metrico estimativo definitivo;
6. piano di manutenzione schematico dell’opera e delle sue parti che pianifica e programma
l’attività di conservazione dell’opera, comprese le opere di mitigazione ambientale. Tale
piano conterrà le informazioni necessarie alla manutenzione del bene ed in particolare
degli impianti tecnologici e delle opere che possono avere riflessi sulla sicurezza, sulla
salute e sull’ambiente
7. piano di sicurezza e coordinamento ai sensi del D.Lgs 494/1996;
8. cronoprogramma per la realizzazione dell’opera.

1.20. Progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e l’avvio del Modello
nel Comune di Vezzano Ligure (SP)

Committente: Comune di Vezzano Ligure (SP)


Importi dei contratti: 20.000,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: 2008-2009
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la riorganizzazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per le principali frazioni di rifiuto, la stesura del progetto del
sistema organizzativo per la gestione dei servizi, la stesura del piano finanziario relativo, la
predisposizione per l’applicazione della Tariffa puntuale, l’avvio del progetto sia nella parte
gestionale sia nella parte operativa.
Il progetto è stato suddiviso in più fasi:
o FASE 1:
 Elaborazione documenti per partecipazione a Bando Regionale di cui al D.G.R. n. 1023
del 07/08/2008.
o FASE 2:
 Obiettivi generali del progetto;
 Analisi territoriale e socio-economica;
 Analisi della situazione esistente e del contesto generale;

Pagina 15 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Definizione del Modello di gestione integrata dei rifiuti;


 Elaborazione del progetto di servizio;
 Stima dei flussi conseguenti all’applicazione del Modello;
 Calcolo delle risorse umane e materiali da impiegare nella gestione;
 Elaborazione del progetto del sistema di gestione;
 Stima degli investimenti e dei costi di esercizio;
 Predisposizione del Piano Finanziario;
 Cronoprogramma di massima per la realizzazione del sistema di gestione.
o FASE 3:
 Consulenza nell’avvio dei servizi;
 Consulenza nella fase di distribuzione delle attrezzature.
o FASE 4.
 Consulenza nella progettazione del sistema tariffario;
 Assistenza nel passaggio da Tassa a Tariffa;
 Simulazioni tariffarie.

1.21. Progetto per la gestione integrata del ciclo dei rifiuti urbani e l’avvio del Modello
per i Comuni di Manciano, di Capalbio e di Scansano (GR)

Committente: Comuni di Manciano, Capalbio, Scansano (GR)


Importi dei contratti: 33.000,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: 2008-2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
Il lavoro prevede, partendo da un inquadramento della situazione esistente sia dal punto di vista
normativo che dal punto di vista territoriale, la riorganizzazione del servizio di gestione della
raccolta differenziata domiciliare per le principali frazioni di rifiuto, la stesura del progetto del
sistema organizzativo per la gestione dei servizi, la stesura del piano finanziario relativo, la
predisposizione per l’applicazione della Tariffa puntuale, l’avvio del progetto sia nella parte
gestionale sia nella parte operativa.
 Il progetto è in corso di realizzazione in collaborazione con COSECA spa (Massa Marittima
– Grosseto), Società che attualmente gestisce il ciclo dei rifiuti in uno dei Comuni
committenti . Coseca spa intende proporsi come Gestore nell’ambito dell’ATO Sud area
grossetana per superare la frammentarietà attualmente esistente e nell’ottica di
contenere i costi relativi alla gestione operativa del servizio.

Pagina 16 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.22. Progettazione del Piano Industriale per la Gestione dei Rifiuti Urbani – sezione
raccolte differenziate - per il territorio dei Comuni del Consorzio Unico Napoli-
Caserta

Committente: Consorzio Unico di Bacino di Napoli e Caserta


Importi dei contratti: 18,000,00 € oltre all’IVA (oltre a importo da definire per incarico a figure
individuali)
Date di espletamento dei servizi: 2008-2009
Contenuti principali del lavoro:
 obiettivi generali del progetto;
 strategie di riduzione e prevenzione dei rifiuti;
 linee guida sulla comunicazione e l’educazione ambientale;
 inquadramento della normativa vigente e disposizioni provinciali emanate a seguito
dell’Emergenza rifiuti in Campania;
 analisi territoriale dei Comuni facenti parte del Consorzio Unico;
 analisi dei sistemi gestionali di raccolta e trasporto dei rifiuti;
 analisi della produzione di rifiuti per ciascun Comune;
 analisi socio-economica;
 analisi della situazione esistente e del contesto gestionale;
 valutazione delle criticità della situazione esistente;
 definizione del Modello di raccolta e di gestione, con elaborazione della struttura
progettuale e del direttrici strategiche di sviluppo del Piano Industriale;
 stima dei quantitativi attesi in funzione delle modalità gestionali e di tariffazione
applicate;
 organizzazione operativa;
 struttura e definizione del personale operativo e amministrativo;
 definizione della struttura e delle risorse umane da impiegare nella gestione;
 definizione delle risorse materiali;
 costi di gestione e definizione degli investimenti;
 scenari operativi e stima delle necessità di personale a seguito delle modifiche della
normativa.

Pagina 17 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.23. Redazione delle Linee Guida di Sviluppo del Piano Industriale per la Gestione dei
Rifiuti Urbani nel territorio dell’ATO 6 di Ferrara

Committente: ATO 6 Ferrara


Importi dei contratti:: 30.000,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: 2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
 obiettivi delle Linee Guida;
 inquadramento normativo e pianificatorio;
 analisi territoriale e socio-economica;
 analisi della produzione di rifiuti per Comune;
 analisi tecnica dei sistemi di gestione dei rifiuti;
 analisi della situazione impiantistica;
 analisi dei costi di gestione;
 analisi complessiva della situazione esistente;
 valutazione delle criticità gestionali;
 strategie di organizzazione e di gestione integrata;
 raffronto tra realtà analizzata e best practice da altre esperienze gestionali;
 definizione dei modelli di gestione e degli scenari;
 sviluppo di un modello gestionale di riferimento (da concordare con ATO in incontro
specifico);
 stima dei quantitativi attesi in funzione del modello gestionale individuato;
 programmazione di massima degli interventi;
 costi e piani economico-finanziari di massima.

1.24. Progetto sperimentale del Modello di gestione integrata del ciclo dei rifiuti per il
Comune di Lamon (BL) (FASE 1 e FASE 2)

Committente: Comune di Lamon (BL)


Importi dei contratti:: 7.000,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: 2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
 Obiettivi generali del progetto;
 Analisi territoriale e socio-economica;
 Analisi e valutazione della situazione esistente e del contesto generale;

Pagina 18 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Individuazione di strategie per incrementare l’efficienza del sistema di raccolta e per


valorizzare i materiali;
 Definizione del Modello di gestione integrata dei rifiuti.
 Elaborazione del progetto di servizio;
 Stima dei flussi dei rifiuti, conseguenti all’applicazione del Modello;
 Elaborazione del progetto del sistema di gestione;
 Calcolo delle risorse umane e materiali da impiegare nella gestione;
 Elaborazione linee guida generali sul percorso comunicativo necessario per il
coinvolgimento degli utenti;
 Stima degli investimenti e dei costi di esercizio;
 Predisposizione del Piano Finanziario;
 Cronoprogramma di massima per la realizzazione del sistema di gestione.

1.25. Progettazione di uno studio pilota per un Modello di gestione integrata del ciclo
dei rifiuti per il Comune di Zoldo Alto (BL) (FASE 1)

Committente: Comune di Zoldo Alto(BL)


Importi dei contratti:: 6.000,00 € oltre all’IVA
Date di espletamento dei servizi: 2009 (in corso)
Contenuti principali del lavoro:
 Obiettivi generali del progetto;
 Analisi territoriale e socio-economica;
 Analisi e valutazione della situazione esistente e del contesto generale;
 Individuazione di strategie per incrementare l’efficienza del sistema di raccolta e per
valorizzare i materiali;
 Definizione del Modello di gestione integrata dei rifiuti;
 Elaborazione del progetto di servizio;
 Stima dei flussi dei rifiuti conseguenti all’applicazione del Modello;
 Elaborazione del progetto del sistema di gestione;
 Calcolo delle risorse umane e materiali da impiegare nella gestione;
 Linee guida generali sul percorso comunicativo necessario per il coinvolgimento degli
utenti;
 Stima degli investimenti e dei costi di esercizio;
 Cronoprogramma di massima per la realizzazione del sistema di gestione.

Pagina 19 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

1.26. Piano industriale d’Ambito-Documento preliminare per la gestione integrata dei


Rifiuti Urbani nell’ATO Rifiuti della Provincia di Treviso
Committente: Autorità d’Ambito per la gestione dei rifiuti urbani “Marca Ambiente”
Date di espletamento dei servizi: 2009
Contenuti principali del lavoro:
 obiettivi;
 inquadramento normativo;
 analisi situazione esistente;
 strategie di intervento;
 progettazione degli interventi;
 Tariffa di Igiene Ambientale.

Pagina 20 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

2. DOCENZE A CONVEGNI/CORSI

 “L’assimilazione dei rifiuti urbani” – Corso sulla Raccolta Differenziata dei rifiuti urbani
organizzato dall’Osservatorio Regionale Rifiuti ARPA Veneto, Castelfranco Veneto (TV), 12
dicembre 2000;
 “Presentazione dei risultati dell’indagine sulla Tariffa in Veneto” e “Problemi nel
passaggio Tassa-Tariffa e presentazione delle Linee Guida”, Gruppo di Lavoro Tariffa
ARPAV – Convegno “La gestione della tariffa dei Rifiuti Urbani-Analisi delle esperienze in
corso e prospettive” c/o SEP Pollution 2002 – Padova, 21 marzo 2002;
 “L’esperienza del Consorzio Priula nella gestione dei rifiuti”, Convegno organizzato da
Comunità italiana, Capodistria, 1 giugno 2002;
 “Il passaggio da Tariffa presuntiva a Tariffa puntuale” – Convegno “La tariffa dei rifiuti
urbani – esperienze a confronto”, organizzato da ARPA Veneto e Regione del Veneto –
Venezia, 27 settembre 2002;
 “Corso di formazione sulla tariffa dei Rifiuti Urbani” con Gruppo di Lavoro Tariffa ARPAV–
settembre-dicembre 2002;
 “Il passaggio da Tassa a Tariffa puntuale”, Convegno presso CNA di Asolo, Asolo 28 ottobre
2002
 Corso “Dalla Tassa alla Tariffa dei Rifiuti Urbani” – Regione Umbria - Perugia, 3 dicembre
2002;
 Corso “Il regolamento di gestione dei Rifiuti Urbani” –Regione Umbria – Perugia 4 dicembre
2002;
 Convegno “Raccolta Differenziata: esperienze a confronto” – Castiglioncello di Rosignano
M. (LI), 7 dicembre 2002;
 Corso “L’assimilazione dei rifiuti urbani” – Varese, 15 maggio 2003;
 “Le politiche di prevenzione e minimizzazione della produzione di rifiuti: dalle parole ai
fatti” – Convegno Roma, 4 giugno 2003;
 Corso “L’assimilazione dei rifiuti urbani” – Portoferraio, 20 giugno 2003;
 “Gestione della raccolta domiciliare e l’applicazione della tariffa puntuale nei Comuni
del Consorzio Priula” – Roma, 6 novembre 2003;
 “Elementi di progettazione di un modello integrato di gestione dei rifiuti” – Formia (LT),
27 gennaio 2004;
 L’esperienza della raccolta domiciliare nei comuni del Consorzio Priula e l’applicazione
puntuale della tariffa commisurata ai consumi”, Convegno Pisa, 26 febbraio 2004;
 “La raccolta differenziata spinta e l’applicazione della tariffa puntuale nei Comuni del
Consorzio Priula” – Convegno Rimini, 5 marzo 2004;
 “L’esperienza della raccolta domiciliare nei comuni del Consorzio Priula e l’applicazione
puntuale della tariffa commisurata ai consumi” - Tavola rotonda “I rifiuti, un piano
alternativo possibile” – Genova, 6 marzo 2004;

Pagina 21 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 “Gestione della raccolta domiciliare nei Comuni del Consorzio Priula”, Convegno c/o SEP
Pollution 2004 – Padova, 18 marzo 2004;
 “Prevenzione e minimizzazione dei rifiuti”, Convegno c/o SEP Pollution 2004 – Padova, 19
marzo 2004;
 “Gestione della raccolta domiciliare e l’applicazione della tariffa puntuale nei Comuni
del Consorzio Priula” – Alessandria, 6 aprile 2004.
 “Raccolta Differenziata obiettivo 50%”, Convegno organizzato dalla Federazione dei Verdi,
Forlì (FC), 7 maggio 2004
 “Modelli di raccolta e tariffazione dei rifiuti urbani”, Seminario formativo sulle politiche
di prevenzione e minimizzazione dei rifiuti organizzato da Federambiente, Napoli, 18 maggio
2004;
 “Rifiuti: come uscire dall’emergenza”, Convegno organizzato dal Parco nazionale
dell’Aspromonte in collaborazione con Nuova Ecologia, Cittanova (RC), 25 maggio 2004;
 “Esperienze a confronto in alternativa al Piano Regionale Rifiuti della Sicilia”, Convegno
e Tavola Rotonda organizzato da Legambiente, Sala Consiliare Comune di Palermo, 24 giugno
2004;
 “Metodologia di organizzazione informatica dei sistemi di gestione dei rifiuti” – Docenza
a Master per esperti ambientali organizzato da Consorzio Assoform Rimini, Rimini, 12 luglio
2004;
 “Gestione differenziata dei rifiuti da famiglie e attività, riduzione smaltimento,
detassazione rifiuti recuperati” – Convegno Forum ambientalista “Meno rifiuti = meno
aggressioni”, Sala Promoteca in Campidoglio, Roma, 15 luglio 2004;
 “Gestione tariffa a livello consortile rapporti con le imprese” – Convegno “Strumenti
economici utilizzabili per la prevenzione dei rifiuti. Inquadramento concettuale, esperienze,
risultati” organizzato da Camera Commercio di Milano, Milano, 7 settembre 2004;
 Convegno “Non bruciamoci il futuro” organizzato da Nimby Trentino, Trento, 11 settembre
2004;
 Convegno “Tariffa rifiuti: soluzioni”, organizzato da Abaco SpA, Limena (PD), 23 settembre
2004;
 “L’esperienza di RD e Tariffa puntuale nel Consorzio Priula” – Incontro pubblico “Tra
ecoscandali e inceneritori: la raccolta differenziata fa la differenza”, organizzato da Clan-
destino, Forlì, 30 settembre 2004;
 “La gestione sovracomunale dei servizi e della TIA” - Convegno “La gestione integrata dei
rifiuti urbani: costi, appalti, piani d’ambito, strumenti di regolazione e controllo”,
organizzato da SEP e Ente di Bacino PD2, Padova, 1° ottobre 2004;
 “Waste prevention and recycling in the Priula Consortium by PAYT Charge” – Congresso
Mondiale ISWA 2004, Roma, 20 ottobre 2004;
 “La gestione unitaria dei rifiuti nei Comuni del Consorzio Priula” – Convegno “Il sistema
integrato dei rifiuti a livello locale. L’impresa di gestione in ambito territoriale ottimale” –
Ecomondo 2004, Rimini (RN), 04 novembre 2004;

Pagina 22 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 “L’esperienza di RD e Tariffa puntuale nel Consorzio Priula” – Premiazione Comuni


Ricicloni Regione Marche 2004, Ancona (AN), 26 novembre 2004;
 “L’esperienza di RD e Tariffa puntuale nel Consorzio Priula” - Incontro pubblico “La
raccolta differenziata per un futuro sostenibile e come alternativa all’inceneritore”,
organizzato dal Comitato per il no all’inceneritore, Faenza (RA), 26 novembre 2004;
 “La gestione dei rifiuti nei Comuni del Consorzio Priula” – Convegno su “La politica dei
rifiuti: da problema ad opportunità”, organizzato dal Consorzio Medio Novarese,
Borgomanero (NO), 18 dicembre 2004;
 “Un’esperienza di raccolta differenziata e riciclaggio” – Convegno “Avanzi tuoi – Stato
dell’arte e prospettive nella gestione dei rifiuti”, organizzato dalla Provincia di Ancona,
Arcevia (AN), 14 gennaio 2005;
 “Smaltimento rifiuti solidi urbani – perchè l’inceneritore?”, dibattito in Consiglio
Comunale organizzato dal Comune di Lavis (TN), 20 gennaio 2005
 “Gestione rifiuti urbani: esperienza a confronto” – Convegno organizzato da Regione
Piemonte, Alessandria, 21 gennaio 2005;
 “La raccolta differenziata dei rifiuti urbani nei Comuni del Consorzio Priula” – Dibattito
organizzato dal Comune di Fonzaso (BL), 11 febbraio 2005;
 Convegno “Partecipazione e discussione sul nuovo Piano provinciale di Gestione –
Un’altra gestione dei rifiuti possibile”, organizzato da Assessorato Ambiente della Provincia
di Bari, Bari 12 febbraio 2005;
 “Procedure e metodi per l’applicazione della tariffa sui rifiuti” – Seminario “Verso la
nuova applicazione della tariffa sui rifiuti”, organizzato da ARPA Marche e Regione Marche,
Ancona, 23 febbraio 2005;
 “Tariffe puntuali: esperienze” . Convegno “Rifiuti: quali prospettive”, organizzato da ANCI
Lazio e Unione Province del Lazio, Fossanova-Priverno (LT), 25 febbraio 2005;
 “Raccolta differenziata domiciliare e tariffa puntuale nei Comuni del Consorzio Priula”,
Convegno “Raccolta differenziata – gli obiettivi possibili – esperienze a confronto”,
organizzato da Gruppo consiliare Verdi Comune di Forlì, Forlì, 28 febbraio 2005;
 audizione del Direttore alla 13ª Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni
ambientali del Senato della Repubblica, Roma, 1° marzo 2005;
 “Presentazione attività del Consorzio Intercomunale Priula di Treviso”, audizione alla
Commissione consiliare permanente “Ambiente, viabilità e sicurezza” del Comune di
Ravenna, 11 marzo 2005;
 “Esperienze di passaggio tassa-tariffa”, docenza al Corso “Manager di impresa per la
tutela dell’ambiente e la gestione dei rifiuti”, organizzato dalla Federazione delle
Associazioni Scientifiche e Tecniche (FAST), Milano, 11 marzo 2005;
 “Raccolta differenziata domiciliare e tariffa puntuale nei Comuni del Consorzio Priula”,
Convegno “L’opportunità delle raccolte differenziate, tra buone pratiche e nuove
prospettive: la sfida per il futuro di Roma e del Lazio”, organizzato da Legambiente Lazio
 “Sistemi di raccolta integrata dei rifiuti urbani”, Workshop nel Convegno “Esperienze e
prospettive nella gestione integrata dei rifiuti nel mediterraneo”, organizzato da AICA

Pagina 23 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

nell’ambito di “Mediterranea – 7ª fiera internazionale dell’ambiente e dello sviluppo


sostenibile dei Paesi del Mediterraneo”, Palermo, 7 aprile 2005;
 “Il sistema di gestione integrata in una realtà consolidata”, Convegno “Ciclo integrato dei
rifiuti – esperienze a confronto”, organizzato dalla Provincia di Parma, Parma, 14 aprile 2005;
 “Sistema di tariffazione del Consorzio Priula – Bacino TV2”, Convegno “La tariffazione del
servizio di gestione dei RSU”, organizzato da Associazione Tecnici Italiani dell’Ambiente –
ATIA, Roma, 21 aprile 2005;
 “L’esperienza del Consorzio Priula del trevigiano”, Convegno “Inceneritore – a che serve –
a chi serve – quanto ci costa?”, organizzato da CeDIP-Coldiretti-Cortili di pace-Il Mosaico-La
Credenza-NIMBY Trentino-Per un’altra Pergine-Sezione SAT di Pergine-Sezioni WWF Altopiano
della Vigolana e Borgo, Levico (TN), 29 aprile 2005;
 “Le modalità di gestione dei rifiuti attivate dal Consorzio Priula – Autorità d’Ambito
Treviso2”, Giornata di studio “Rifiuti virtuosi”, organizzata dalla Comunità Montana del
Casentino, Ponte a Poppi (AR), 4 maggio 2005;
 “L’esperienza del Consorzio Priula e la gestione della tariffa”, Convegno “I sistemi
innovativi di gestione integrata dei rifiuti urbani”, organizzato da Legambiente Ragusa,
Ragusa, 27 maggio 2005;
 “L’esperienza di raccolta domiciliare e di tariffa puntuale”, Convegno “La raccolta
differenziata nel Bacino n. 2: i possibili modelli organizzativo-gestionali”, organizzato da
Consorzio CIR33, Serra De’ Conti (AN), 16 giugno 2005;
 “La gestione unitaria dei rifiuti nei comuni del Consorzio Priula – Treviso”, Convegno
“Rifiuto: quanto mi costi!”, organizzato da Fondazione Nuove Proposte Culturali, Martina
Franca (TA), 24 giugno 2005;
 “Ambiente: oltre l’emergenza per la qualità della vita e per lo sviluppo”, Convegno
organizzato da UIL, Frosinone, 1° luglio 2005;
 “E’ possibile una gestione del ciclo dei rifiuti culturalmente ed ambientalmente
avanzata anche nella Provincia di Arezzo?”, Convegno organizzato da Associazioni varie,
Arezzo, 2 luglio 2005;
 “La gestione integrata dei rifiuti e la politica tariffaria”, Convegno organizzato per
decennale Consorzio COSMARI, Tolentino (MC), 15 luglio 2005;
 "La raccolta differenziata spinta nell'esperienza del trevigiano", nell'ambito della
"Giornata di approfondimento sulla gestione dei rifiuti", organizzata dalla Federazione Verdi
delle Province di Biella-Vercelli-Novara, Candelo (BI), 8 ottobre 2005;
 Incontro-dibattito "Amianto in casa – cosa si può fare", con intervento su "La rimozione dei
manufatti in cemento amianto", organizzato dal Comune di Paese, Paese (TV), 21 ottobre
2005;
 Seminario "Gestione integrata dei rifiuti e passaggio al sistema tariffario", organizzato da
ATO Rifiuti Savonese e Provincia di Savona, Savona, 3 novembre 2005;
 Convegno "Gestione dei rifiuti e tutela dell'ambiente", organizzato da Boma Company Srl
all'interno della manifestazione "Expo Azienda Italia", Timisoara (Romania), 10 novembre
2005;

Pagina 24 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Convegno "Rifiuti solidi urbani dalla cronica emergenza alla gestione", con intervento su
"La raccolta differenziata dei rifiuti urbani nel Consorzio Intercomunale Priula: modello di
gestione integrata; valore e storia di una esperienza fra Comuni", organizzato dalla Provincia
di Chieti, Chieti, 10 novembre 2005;
 Convegno "La raccolta differenziata, Riciclo, Riutilizzo, Recupero", organizzato dal
Comune di Sesto Fiorentino (FI), Sesto Fiorentino, 11 novembre 2005;
 Convegno “Un’altra gestione dei rifiuti è possibile?”, organizzato dl Partito dei Comunisti
Italiani-Gruppo regionale, Vinci (FI), 15 dicembre 2005;
 Convegno “I territori protagonisti della raccolta differenziata spinta dei rifiuti nella
capitale”, con intervento su “I criteri progettuali del Priula nelle città”, organizzato da
Comune di Roma e Rete Regionale Rifiuti del Lazio, Roma, 16 dicembre 2005;
 Convegno “Quale futuro per la gestione dei rifiuti locali”, organizzato da Partito
Rifondazione Comunista e da Provincia Venezia, Portogruaro (VE), 17 dicembre 2005;
 Convegno “Quale soluzione per i rifiuti? Raccolta differenziata o incenerimento?”,
organizzato del Gruppo Regionale Arcobaleno Vallèe d’Aoste, Aosta 13 gennaio 2006;
 Convegno “La gestione integrata dei rifiuti nel Consorzio Priula”, organizzato da
Associazione Rifiuti zero di Follonica, Follonica (GR) 13 gennaio 2006;
 Convegno “Rifiuti e raccolta differenziata – esperienze a confronto”, organizzato da
Assessorato Ambiente Regione Umbria, Perugia 9 febbraio 2006;
 Convegno "Presentazione Rapporto bonifiche Federambiente", con intervento su "La
gestione di un servizio pubblico per la bonifica e la rimozione dei materiali contenenti
amianto (MCA)", organizzato da Federambiente all'interno della Biennale Internazionale di
Comunicazione Ambientale (BICA), Venezia, 17 febbraio 2006;
 Corso presso Università “Sistema Informativo Territoriale per la gestione del ciclo dei
rifiuti urbani”, organizzato da Università IUAV di Venezia Facoltà di Pianificazione Corso di
Laurea in Sistemi Informativi Territoriali, Venezia 10 marzo 2006;
 Convegno “Distinti Rifiuti”, organizzato dai Comuni di Feltre, Belluno, Pedavena, La Valle
Agordina e il Parco delle Dolomiti Bellunesi all’interno del progetto LIFE AgEmas, Ponte nelle
Alpi 11 marzo 2006;
 Convegno alla Scuola di Formazione sociale e politica “Lo Sviluppo Locale”, promosso dalle
Diocesi di Treviso e Vittorio Veneto, l’Associazione Comuni della Marca, Unascom
Confcommercio Treviso, CNA, Confesercenti, Ebicom, Coldiretti, Confcooperative, Lega delle
Cooperative,a Treviso il 13 marzo 2006;
 Convegno “La gestione dei rifiuti – esperienze e proposte a confronto”, organizzato da
E2006 Ambiente – sezione DS di Malo, Malo (VI), 15 marzo 2006;
 Tavolo Permanente di Garanzia :”L’attuazione del Piano Provinciale dei rifiuti in
Provincia di Modena - Seduta plenaria del tavolo Permanente di Garanzia”, organizzata
dal Servizio di Pianificazione Ambientale della Provincia di Modena, Modena , 28 marzo 2006;
 Convegno “Raccolta differenziata: quanto ci costa?”, organizzato da COVAR 14 e Pegaso 03
c/o Centro Sociale “Nicola Grosa”, Nichelino (TO), 21 aprile 2006;
 Workshop: “Gestione dei rifiuti e raccolta differenziata - Modelli a confronto”,
organizzato da ATO 5 Bologna e Provincia di Bologna, Castel Maggiore (BO), 06 luglio 2006;

Pagina 25 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Convegno “Come e perché dire no al raddoppio dell’inceneritore”, organizzato dal


Coordinamento provinciale Rifiuti Zero di Modena, Modena 07 settembre 2006;
 Incontro-dibattito ”Quali politiche di gestione dei rifiuti? Limiti e potenzialità dei
possibili scenari, tra incenerimento totale e rifiuti zero”, organizzato da L’Isola che c’è,
rete comasca di economia solidale, Villa Guardia (CO) 16 settembre 2006;
 Incontro-dibattito “Raccolta differenziata ed inceneritore in Alto Adige. Esperienze di
raccolta differenziata e strategia rifiuti zero”, organizzato da Associazione Ambiente e
Salute e Gruppo Ambientalisti di Bolzano, Bolzano 23 settembre 2006;
 Convegno “Verso la prospettiva Rifiuti Zero. Oltre lo spreco, nuove strategie per una
saggia politica di governo”, organizzato da Forum Ambientalista, Brescia 20 ottobre 2006;
 Partecipazione a Ecomondo 2006 con la relazione ”La funzione della raccolta
multimateriale nella raccolta porta a porta del Consorzio Priula”, organizzato da Assosele
in occasione della ri-premiazione dei Comuni Ricicloni 2006, Rimini 8 novembre 2006;
 Incontro di studio su “Il nuovo Codice dell’Ambiente – D.Lgs. 152/2006, VAS,VIA”,
organizzato da Centri Studi Amministrativi della Marca Trevigiana, Preganziol 16 novembre
2006;
 Giornata di studio “Differenziare perché? Sistemi avanzati di raccolta differenziata dei
rifiuti. Esperienze positive nazionali e locali”, organizzato da Provincia di Lucca e Scuola
Agraria del Parco di Monza, Lucca 01 dicembre 2006;
 “La gestione integrata dei rifiuti nei Comuni del Consorzio Priula”, docenza al Corso
“Tecniche per la gestione integrata dei rifiuti”, organizzato da IAL Friuli Venezia Giulia –
Centro di Udine, Villorba 05 dicembre 2006;
 Convegno “Programmi sul ciclo integrato dei rifiuti. Modelli a confronto per una gestione
efficiente ed economica, “Il ciclo integrato dei rifiuti. Confronto fra il Modello gestionale
della Dedalo Ambiente AG3 spa e il Consorzio Priula“ organizzato da Dedalo Ambiente AG3
spa di Licata, Licata 19/12/2006;
 Corso presso Università, “Waste management in Consorzio Intercomunale Priula”,
organizzato da Venice International University, che in collaborazione con il REC (Regional
Environmental Centre for Central and Eastern Europe), coordina il “Course for sustainability:
strategies, methodologies, policies and actions for Central and Eastern Europe" (questo corso
si inserisce nel programma "Sustainable Development and Environmental Management"
promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e' dedicato a
funzionari ministeriali (per l’ambiente, lo sviluppo, l’energia, etc.), di undici paesi
dell’Europa Centrale e dell’Est: Albania, Bulgaria, Croazia, Ungheria, FYROM, Montenegro,
Polonia, Romania, Serbia, Slovenia e Turchia), Villorba 07 marzo 2007
 Convegno “Esperienze a confronto nel campo del ciclo intergrato dei rifiuti”, organizzato
da SOGEIR spa– ATO AG1, Sciacca (AG) 09 marzo 2007;
 Incontro – dibattito “Raccolta differenziata: esperienze di successo e proposte concrete”,
organizzato dal Comitato “Non bruciamoci la Garfagnana”, Castelnuovo di Garfagnana (LU) 30
marzo 2007;
 Tavola rotonda “I rifiuti da problema a risorsa. Alcuni casi di gestione “intelligente”,
organizzato da Comune di Coccaglio (BS), Coccaglio 13 aprile 2007;

Pagina 26 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Convegno “L’ottimizzazione del servizio di raccolta differenziata – Percorsi di


innalzamento delle prestazioni in un sistema di raccolta consolidato. La Tariffazione
puntuale: applicazioni a confronto” , c/o SEP 2007, Padova 18 aprile 2007;
 Convegno “International Conference on Waste prevention”, organizzato da Gipuzkoako
Foru Aldundia (Head of Enviroment Service), San Sebastian – Gipuzkoa, Contea Basca, Spagna
18-20 aprile 2007;
 Forum sui rifiuti “Un mondo senza rifiuti”, organizzato da Associazione culturale Il Ginepro,
Orvieto (TR) 04 maggio 2007;
 Incontro-dibattito “Rifiuti, come uscire dalla crisi”, organizzato da Legambiente, Città di
Caltanisetta, ATO CL1, Regione Siciliana, Caltanisetta 18 maggio 2007;
 Incontro-dibattito “Rifiuti, cosa sta succedendo? Informazione, opinioni a confronto,
dibattito”, organizzato da Associazione culturale Pense e Maravee, Gemona del Friuli (UD) 08
giugno 2007;
 Convegno “Come organizzare una sagra paesana o una festa rispettosa dell'ambiente”
c/o 3^ edizione Fiera Quattro Passi verso un mondo migliore, Maserada sul Piave (TV) 22
settembre 2007;
 “Seminario su ATO e Gestione Rifiuti Provincia di La Spezia”, organizzato dalla Provincia
di La Spezia, La Spezia 23 ottobre 2007;
 Convegno “La Raccolta differenziata: esperienze a confronto”, c/o Ecomondo 2007,
organizzato da Federambiente, Rimini 08 novembre 2007;
 Convegno regionale “Esperienze a confronto per un nuovo Piano dei Rifiuti in Sicilia”,
organizzato dai Comitati Civici della Valle del Simeto e da CGIL, Paternò (CT) 14 dicembre
2007;
 Tavola rotonda “Un nuovo Piano dei rifiuti in Sicilia”, Paternò (CT) 14 dicembre 2007;
 Incontro pubblico “Siracusa Rifiuti Zero”, organizzato dalla Città di Siracusa, da Ente Fauna
Siracusa e I Grilli Aretusei, Siracusa 17 dicembre 2007;
 Convegno: “La società dei rifiuti – raccolta differenziata: esperienze, idee, proposte”,
organizzato da Comune di Muggia (TR) e circoli legambiente di Muggia eTrieste, Muggia (TR)
18 gennaio 2008;
 63° Corso di Aggiornamento in Ingegneria Sanitaria-Ambientale, “Il passaggio da Tarsu a
tariffazione dei servizi di igiene ambientale: progettazione integrata del modello
operativo e del modello tariffario” c/o “La gestione integrata dei rifiuti”, formazione
permanente organizzato da Dipartimento IIAR – Sezione Ambientale Politecnico di Milano,
Milano 28-31 gennaio 2008;
 63° Corso di Aggiornamento in Ingegneria Sanitaria-Ambientale, “Tavola rotonda”
Esperienze di gestione”” c/o “La gestione integrata dei rifiuti”, formazione permanente
organizzato da Dipartimento IIAR – Sezione Ambientale Politecnico di Milano, Milano 28-31
gennaio 2008;
 Incontro pubblico “Il futuro non si butta – Le buone pratiche del ciclo dei rifiuti” ,
organizzato da Ecoistituto della Valle del Ticino in collaborazione con il circolo culturale Il
Gelso, Buscate (MI) 16 febbraio 2008;

Pagina 27 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Convegno “L’insostenibile pesantezza dei rifiuti – Una gestione dei rifiuti efficace e
sostenibile è possibile – Le prossime sfide della Provincia di Milano”, organizzato da
Provincia di Milano e La sinistra Arcobaleno, Milano 23 febbraio 2008;
 Assemblea Regionale Coonfcooperative Veneto Federsolidarietà, “Verso le vie della
sussidiarietà: strumenti legislativi e nuovi mercati – la cooperazione sociale veneta per
le sfide di domani”, organizzato da Federsolidarietà, Padova 28-29 febbraio 2008;
 Convegno “Dall’emergenza all’efficienza: il modello Polesine nella gestione dei rifiuti
urbani”, organizzato da Ecogest srl Polesine – Gestione RSU, Villadose (RO) 28 e 29 marzo
2008;
 Convegno “Il ciclo del rifiuto – Riciclare e non sprecare”, con la relazione “Lo start up
della raccolta differenziata porta a porta. Il Caso del Consorzio Priula”, organizzato da I&S –
Informatica e servizi (Trento), Aci Castello (CT) 15 aprile 2008;
 Convegno “E’ davvero così lontana l’emergenza Campania? Davvero S. Francisco attua un
piano rifiuti zero? E noi?”, organizzato da “Nonsolonoi per una società equa e solidale” e
“Naturalmente per l’educazione ambientale” con il patrocinio dei Comuni di Rezzato e
Mazzano, Rezzato (Bs) 23 aprile 2008;
 Convegno “Porta a porta integrale con tariffazione puntuale. Esperienze a confronto”,
organizzato da Publiambiente S.p.A. e Comune di Montespertoli, Montespertoli (FI) 26 giugno
2008;
 VII Sessione convegnistica “Casa sostenibile casa - Percorso evolutivo – La gestione dei
rifiuti”, organizzato dall’Assessorato Urbanistica e Assessorato Ambiente del Comune di
Urbani (PU), Urbania (PU) 25 ottobre 2008;
 VI Seminario “Verso il Programma Nazionale di Prevenzione dei rifiuti: partire dalle
esperienze locali”, nell’ambito della Settimana UNESCO DESS sui rifiuti, con la relazione
“Strumenti per il contenimento della produzione dei rifiuti: politiche tariffarie e attività di
comunicazione”, organizzato da FederAmbiente in collaborazione con Legambiente, Verona
11 novembre 2008;
 Incontro di studio e approfondimento sulle buone pratiche verso “Rifiuti Zero”, “Non
chiamiamoli più rifiuti”, organizzato dal Forum risorse e territorio Cuggiono, Assessorato
all’ecologia del Comune di Cuggiono e Ecoistituto della Valle del Ticino, con il patrocinio
della Provincia di Milano e del Parco del Ticino, Cuggiono (MI) 15 novembre 2008;
 Incontro – dibattito “I rifiuti possono essere una risorsa” , organizzato dal G.A.S.
decrescita, Giavera del Montello (TV) 21 novembre 2008;
 Convegno Nazionale “Obiettivo Ambiente, i grandi risultati si ottengono insieme”, con la
relazione “La gestione dei rifiuti urbani nel Consorzio Intercomunale Priula”, organizzato
dalla Provincia di Ascoli Piceno, dalla Regione Marche e dalla Città Porto Sant’Elpidio, Porto
Sant’Elpidio (AP) 27 novembre 2008;
 Incontro presso Comune di Montebelluna, con la relazione “La gestione integrata dei rifiuti:
situazione attuale e prospettive concrete”, organizzato dal Comune di Montebelluna (TV),
Montebelluna 20 febbraio 2009;
 V incontro internazionale Zero Waste, con la relazione “Esperienze di gestione dei rifiuti
urbani per la minimizzazione dello smaltimento”, organizzato da Movimento Campano Per

Pagina 28 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

Rifiuti Zero e la Rete Italiana Rifiuti Zero, ZWIA_Zero Waste International Alliance e
GAIA_Global Anti-Incinerator Alliance; Napoli 18-21 febbraio 2009;
 Corso presso Università, con la relazione “Urban waste management in Consorzio
Intercomunale Priula”, organizzato da Venice International University in collaborazione con
AGROINNOVA-Università di Torino e l’Accademia Cinese di Scienze Sociali nell’ambito di
“Advanced Training Program on Waste Management” (programma promosso dal Ministero
dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dedicato a professori ed esperti di
differenti organizzazioni della Repubblica Popolare Cinese), Villorba (TV) 02 marzo 2009;
 Corso presso Università, con la relazione “Waste collection and recycling: the case study of
Consorzio Intercomunale Priula”, organizzato da Venice International University, in
collaborazione con AGROINNOVA-Università di Torino e la Municipalità di Pechino nell’ambito
di “Advanced Training Program on Solid Waste Management” (programma promosso dal
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dedicato a professori ed
esperti di differenti organizzazioni della Repubblica Popolare Cinese), Venezia 27 marzo 2009;
 Incontro-conferenza “Quando il pubblico è efficiente: Un’esperienza pubblica di gestione dei
rifiuti all’avanguardia in Italia”, Spresiano 30 marzo 2009.
 Convegno “Il futuro dei rifiuti a Tortona: Come fare proprio il modello del Veneto –
Risparmiando si può ottimizzare, con le relazioni “L’esperienza della raccolta differenziata
in 24 comuni del Trevigiano” e “La raccolta differenziata in un Centro storico: l’esperienza
di Asolo”, organizzato da ANCI Piemonte, Tortona 20 aprile 2009;
 Dibattito televisivo sulla gestione dei rifiuti e la raccolta differenziata presso TRIVENETA di
Padova, insieme a Iris Ambiente Srl e Associazione Cittadinanzattiva regionale, 4 giugno 2009;
 Convegno Regionale “Politiche e gli interventi per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile
della Calabria nel periodo 2007-2013”, con la relazione “Soluzioni gestionali ed
impiantistiche per i rifiuti urbani: l’esperienza del Consorzio Priula”, organizzato da
Assessorato Ambiente e Tutela delle Acque della Regione Calabria, Gizzeria Lido (CZ) 25 e 26
giugno 2009.
 Incontro presso Comune di Montebelluna, con la relazione “La gestione integrata dei rifiuti:
situazione attuale e prospettive concrete”, organizzato dal Comune di Montebelluna (TV),
Montebelluna 29 giugno 2009;
 Corso presso Università, con la relazione “Waste collection and recycling:in Italy: Treviso
Case study," organizzato da Venice International University, in collaborazione con
AGROINNOVA-Università di Torino e la Municipalità di Pechino nell’ambito di “Advanced
Training Program on Green Cities” (programma promosso dal Ministero dell’Ambiente e della
Tutela del Territorio e del Mare e dedicato a professori ed esperti di differenti organizzazioni
della Repubblica Popolare Cinese), Venezia 17 luglio 2009.
 Convegno “Raccolta differenziata dei rifiuti: i Vantaggi per l’ambiente ed i vantaggi
economici per gli utenti”, nell’ambito delle “Giornate Provinciali dell’Ambiente 2009”,
organizzato dal Comune di Susegana, Susegana (TV) 25 settembre 2009.
 Convegno “Sistemi e tecnologie per la gestione integrata dei rifiuti urbani” con la
relazione “Raccolta differenziata, tariffa e riduzione: l’esperienza del Consorzio Priula”,
organizzato da Regione Marche, Servizio Ambiente e Paesaggio, Ancona 1-2 ottobre 2009.

Pagina 29 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 Incontro informativo presso Comune di Caerano San Marco (TV) nell’ambito della riduzione
dei rifiuti con la relazione “La gestione dei rifiuti urbani nel Consorzio TV3 e la questione
presidi sanitari (“pannoloni”), organizzato dal Comune di Caerano San Marco in
collaborazione con il Gruppo Priula- Contarina-TV3, Caerano San Marco (TV) 07 ottobre 2009.
 Giornata seminariale con la relazione “La gestione dei rifiuti urbani: l’esperienza del Gruppo
Consorzio Priula-Contarina-Consorzio TV3” nell’ambito dell’acquisizione di notizie ed
esperienze, ed il confronto fra le strutture organizzative, le strategie, la contabilità
industriale della Società Canavesana Servizi, il Consorzio Priula e Enìa-Reggio Emilia,
organizzato da Società Canavesana Servizi di Ivrea, Ivrea 15 ottobre 2009.
 Green days - Giornate della sostenibilità in Toscana, “XIV Conferenza regionale
dell’ambiente” con la relazione “La gestione integrata e sostenibile dei rifiuti – L’esperienza
del gruppo a favore del territorio”, organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con
Fondazione culturale Responsabilità etica e Adescop – Agenzia dell’economia sociale , Firenze
25-27 novembre 2009.

Pagina 30 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

3. CONVEGNI ORGANIZZATI DAL CONSORZIO PRIULA

 Convegno “La gestione dei rifiuti urbani per Ambiti territoriali Ottimali. Ordinamento,
organizzazione e prospettive alla luce della pianificazione regionale e provinciale”,
Villorba 21 maggio 2005
 Convegno “Dai rifiuti agli altri servizi comunali. Il Sistema Informativo Territoriale (SIT)
come strumento di pianificazione e gestione”, Villorba 01 luglio 2005;
 Convegno “La cultura dei cittadini: il segreto del successo del Priula. La via
dell’educazione ambientale efficace”, Maserada sul Piave 01 dicembre 2007;
 Convegno “La gestione dei rifiuti nelle strutture complesse”, Monastier di Treviso 15
maggio 2009.

Pagina 31 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

4. ALTRO

ANNO 2003:
 2 aprile 2003: visita, presso la sede consortile, di delegazione dei Comuni del Comprensorio
del Primiero (TN);
 10-13 giugno 2003: visita, con visione sistema raccolta, centri raccolta differenziata,
impianto di trattamento, di delegazione tecnici e amministratori Comuni e aziende gestione
rifiuti dalla Provincia di Livorno.

ANNO 2004:
 5 febbraio 2004: visita, presso la sede consortile, di delegazioni della Regione Sardegna e del
Comune di Gela;
 25 marzo 2004: visita, presso la sede consortile, di delegazioni della Regione Marche, del
Comune di Clès (TN) e di A.S.I. SpA di San Donà di Piave (VE);
 25 maggio 2004: visita, presso la sede consortile, di delegazione del Comprensorio di Borgo
Valsugana (TN);
 03 giugno 2004: visita, presso la sede consortile, di delegazioni della azienda pubblica Ecogest
di Rovigo, della azienda pubblica SEA SpA di Campobasso e della azienda pubblica
Quadrifoglio di Firenze;
 18 giugno 2004: visita presso la sede consortile e visita dell’impianto di Spresiano del sig.
Cheng, responsabile gestione termovalorizzazione di Hong Kong;
 19 giugno 2004: visita presso la sede consortile e visita dell’impianto di Spresiano, di
delegazione del Consell Comarcal de la Selva, Consorzio di 26 Comuni dalla Spagna (in
collaborazione con il Comune di Breda di Piave);
 24 giugno 2004: visita presso la sede consortile di delegazione AMIA Verona per passaggio
tassa-tariffa (con I & S );
 27 agosto 2004: visita presso la sede consortile di delegazione del Comune di San Dorligo della
Valle (TS);
 08 ottobre 2004: visita presso la sede consortile di delegazione della Società Cremasca Servizi
SpA e della Società Cremasca Reti e Patrimonio SpA del Comune di Crema (CR).

ANNO 2005:
 17 maggio 2005: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione dell’ATO 9 di Grosseto, dell’ATENA
Trading srl (Azienda Territoriale Energia e Ambiente - gestione della raccolta rifiuti nel

Pagina 32 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

Comune di Vercelli), dell’Amministrazione Comunale di Rivoli (TO) e dell’Amministrazione


Comunale di Campi Bisenzio (FI);
 07 ottobre 2005: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione della III Commissione Ambiente del
Comune di Roma, dell’Assessorato Ambiente di Roma, della Provincia di Roma, della Regione
Lazio, del Comune di Anguillara (RM), del WWF e del Forum Ambientalista della Regione
Lazio;
 13 dicembre 2005: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione dell’ATO 4 di Modena, del Centro
Agricoltura Ambiente srl – Crevalcore (BO), di Hera Bologna, dell’Amministrazione Comunale
di Crespellano (BO), dell’Amministrazione Comunale di Monteveglio (BO) e
dell’Amministrazione Comunale di Montesanpietro (BO);
 14 dicembre 2005: visita presso la sede consortile dell’Università Aperta Auser di Conegliano
(TV).

ANNO 2006:
 17 gennaio 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione di Solidarietà Manerbiese – Società
Cooperativa Sociale Onlus- Manerbio (BS); dell’Amministrazione Comunale della Città di
Nocera Inferiore (SA), del Consorzio di Bacino Salerno 1 e della Facoltà di architettura –
Dipartimento di Progettazione Urbana – Università degli studi di Napoli 1;
 28 aprile 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione del Consorzio della Comunità di Ambito
– Area metropolitana fiorentina ATO 6, dell’AER - Ambiente Energia Risorse spa di Firenze,
della SAFI spa di Greve in Chianti (FI), di Pubbliambiente di Empoli (FI);
 17 maggio 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione dell’Amministrazione Comunale di
Porto Sant’Elpidio (AP) e dell’Eco Elpidiense srl;
 10 ottobre 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di Cooperativa sociale Ecosphera di Forlimpopoli (FC),
Cooperativa Trasformazione di Forlimpopoli, Associazione Clan-Destino di Forlì;
 12 ottobre 2006: visita presso sede consortile di Eunomia-research & consulting from Bristol
(UK), Technisches Buro fur Umweltschutz di Innsbuck (A);
 13 ottobre 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento della Comunità Montana Alta Valmarecchia,
Montefeltro Servizi srl e Sindaci e Assessori comunali dei Comuni della Valmarecchia (PS);
 05 dicembre 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di studenti del Corso “Tecniche per la gestione
integrata dei rifiuti”, organizzato da IAL Friuli Venezia Giulia – Centro di Udine;
 18 dicembre 2006: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di delegazione dell’Amministrazione Comunale

Pagina 33 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

(Sindaco e Vicesindaco) del Comune di Buja (UD) e delegazione della Società di gestione dei
rifiuti urbani SO.GE.I.R. AG1 spa di Sciacca (AG).

ANNO 2007:
 27 gennaio 2007: visita presso sede consortile e presentazione del Modella Priula (sistema
raccolta, centri raccolta differenziata, impianto di trattamento) di delegazione proveniente
dalla Contea di Sisak (Croazia) in occasione del progetto ADL (Ambasciata della Democrazia
Locale), volto a favorire le condizioni per la ricostruzione del tessuto sociale e civile nei Paesi
Balcanici, trasferendo le “buone pratiche” italiane dell’amministrazione, della politica e dei
servizi alla comunità;
 22 febbraio 2007: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di Contarina spa del Consell Comarcal del Ripollès, una
Comunità di 19 Comuni della Catalogna vicino a Girona, Spagna;
 13 e 14 aprile 2007: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento del rifiuto secco non riciclabile e produzione CDR di
Contarina spa e visita all’impianto di compostaggio del Consorzio Azienda TV3 di una troupe
di TG2 Dossier – storico settimanale di approfondimento della testata RAI 2 in onda ogni
domenica;
 14 maggio 2007: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di Contarina spa di AISA spa (Arezzo Impianti e Servizi
Ambientali spa), di Arezzo;
 25 maggio 2007: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di Contarina spa di SE.VER.A SpA (Serchio Verde
Ambiente Società per Azioni) di Castelnuovo Garfagnana (LU);
 28 maggio 2007: visita presso sede consortile con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento del rifiuto secco non riciclabile e produzione CDR di
Contarina spa e visita all’impianto di compostaggio del Consorzio Azienda TV3 di una troupe
della trasmissione “Porta a porta” condotta da Bruno Vespa;
 07 agosto 2007: visita presso nostra sede in Contarina spa con visione sistema raccolta, centri
raccolta differenziata, di una delegazione di tecnici del gruppo Cogeme spa di Rovato (BS);
 28 novembre 2007: visita presso nostra sede in Contarina spa con visione sistema raccolta del
Direttore di DITEK (Diseňo y Tecnologia Ambiental S.A. de C.V.) di Puebla , Mexico.

ANNO 2008:
 10 e 11 gennaio 2008: visita presso sede consortile - con visione degli impianti di proprietà di
Contarina spa (impianto di trattamento del rifiuto secco non riciclabile a Spresiano e impianto
di trattamento della frazione biodegradabile a Trevignano) - del Consorzio Bim Taloro (NU);
 8 febbraio 2008: visita presso sede consortile - con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento del rifiuto secco non riciclabile e produzione CDR di

Pagina 34 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

Contarina spa - di una troupe di Terzo Pianeta – settimanale di approfondimento in onda su


Rai 3 il cui principio ispiratore è salvare il pianeta, indicare soluzioni possibili per il futuro di
Gaia, il terzo pianeta del sistema solare: la Terra;
 4 marzo 2008: visita presso sede consortile - con visione degli impianti di proprietà di
Contarina spa (impianto di trattamento del rifiuto secco non riciclabile a Spresiano e impianto
di trattamento della frazione biodegradabile a Trevignano) - del Comitato Tecnico del
Comune di Campi Bisenzio (FI) in occasione dello studio sui percorsi alternativi
all’incenerimento;
 Marzo 2008: incontro con un fotografo del National Geografic Italia per la pubblicazione
(numero di maggio 2008) di un servizio sulla raccolta differenziata: il Consorzio Priula quale
esempio di buona gestione del sistema integrato di gestione dei rifiuti;
 19 settembre 2008: visita presso sede consortile - con visione degli impianti di proprietà di
Contarina spa (impianto di trattamento del rifiuto secco non riciclabile a Spresiano e impianto
di trattamento della frazione biodegradabile a Trevignano) - di un gruppo di tecnici e di
Sindaci del Consorzio Intercomunale di Servizi per l’Ambiente (CISA) di Ciriè (TO);
 Settembre 2008: passeggiata ecologico- educativa con gli studenti lungo le sorgenti del fiume
Ruio, (Comune di Susegana) con guida di un esperto del Consorzio Priula;
 24 ottobre 2008: realizzazione da parte di una troupe della BBC London di un servizio sul
sistema di raccolta differenziata nel Consorzio Priula, in particolare nel Comune di Roncade.
Il servizio televisivo è stato inserito all’interno di un programma sulle migliori pratiche
esistenti al mondo per la valorizzazione dei rifiuti urbani, che confronta i diversi sistemi
adottati nelle Fiandre, a Seattle, a Maastricht e in Inghilterra;
 11 novembre 2008: visita presso sede consortile con visione degli impianti di proprietà di
Contarina spa di un gruppo di tecnici di Amsa spa (MI), con lo scopo di studiare le applicazioni
del sistema RFID nel territorio e il successivo trattamento dei dati attraverso gli applicativi
gestionali.

ANNO 2009:
 27 marzo 2009: visita presso sede Contarina spa - con visione delle raccolte e degli impianti di
proprietà di Contarina spa, con spiegazione del sistema di gestione integrato dei rifiuti nel
Consorzio Priula - del Consiglio di Amministrazione di ATO ME 5 “Eolie per l’Ambiente” per
una possibile progettazione del sistema porta a porta nelle Isole Eolie.
 07 maggio 2009: visita presso sede Contarina spa - con spiegazione del sistema di gestione
integrato dei rifiuti nel Consorzio Priula - del Comitato Cittadini di Mediglia (MI) per
l’Ambiente.
 15 maggio 2009: visita presso sede Contarina spa - con spiegazione del sistema di gestione
integrato dei rifiuti nel Consorzio Priula - dell’Amministrazione Comunale di Lamon (BL).
 20 maggio 2009: visita presso sede Contarina spa - con spiegazione del sistema di gestione
integrato dei rifiuti nel Consorzio Priula - del Direttore di COINGER – Consorzio Intercomunale
Gestione Rifiuti, che gestisce 22 Comuni in provincia di Varese.

Pagina 35 di 36
Elenco delle attività di gestione, collaborazione e consulenza con soggetti esterni

 10 giugno 2009: visita presso sede consortile - con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di Contarina spa - del Consell Comarcal de la Selva,
una Comunità di 26 Comuni della Catalogna fra Girona e Barcellona, Spagna (in collaborazione
con il Comune di Breda di Piave).
 2 luglio 2009: visita presso sede consortile - con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento del rifiuto secco di Spresiano e del rifiuto umido e
vegetale di Trevignano di proprietà di Contarina spa - di una troupe di “Falò”, settimanale
d’approfondimento dell’informazione in onda ogni giovedì in prima serata su RSI
Radiotelevisione Svizzera.
 3 luglio 2009: visita presso sede Contarina spa - con spiegazione del sistema di gestione
integrato dei rifiuti nel Consorzio Priula - dell’Amministrazione Comunale di Zoldo Alto (BL).
 21 agosto 2009: visita presso sede consortile - con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento del rifiuto secco di Spresiano e del rifiuto umido e
vegetale di Trevignano di proprietà di Contarina spa - di una delegazione composta dal
Direttore tecnico e dal Direttore commerciale della società BRU.IMPIANTI group srl, con i
Manager della NMT C.o - di Teheran (Iran) (Mr. Behzad Bakhtiyari - Manager Director, Mr.
Hamed Mazandarani Zadeh - member of board, Mr. Farshad Raofiyan - sale manager).
 26 settembre 2009: passeggiata ecologico- educativa con gli studenti lungo le sorgenti del
fiume Ruio, (Comune di Susegana) con guida di un esperto del Consorzio Priula.
 28 settembre 2009: visita presso sede consortile - con visione sistema raccolta, centri
raccolta differenziata, impianto di trattamento del rifiuto secco di Spresiano e del rifiuto
umido e vegetale di Trevignano di proprietà di Contarina spa – della Commissione d’inchiesta
sul ciclo dei rifiuti urbani del Consiglio Regionale della Toscana.
 12 ottobre 2009: visita presso sede consortile - con presentazione del Gruppo Consorzio
Priula-Contarina_consorzio TV3 e del sistema completo di gestione integrata dei rifiuti del
Presidente della Società Canavesana Servizi.
 19 ottobre 2009: visita presso sede consortile - con visione sistema raccolta, centri raccolta
differenziata, impianto di trattamento di Contarina spa – di una delegazione rumena
rappresentante circa 100 Comuni della zona di Arad.

Fontane di Villorba, 29/12/2009

Pagina 36 di 36