Sei sulla pagina 1di 20
BANDIERA BIANCA Testo e Musica di FRANCO BATTIATO Moderato De ka be Fu Mi-ster Tam-bi- ris no nen ho vo-glia di schereaa- re ris met - wacme- ci be Ba De slun=ne per cam + Da Fa De Sia + mo epi debe le stele te pros + pos di sua_mac- sti il des ow Pe Ba De Wa Te Ka yee ella dimer tur ai_ pre mw -bi- fuemic deo-alos rans ti sigste ey mw sah. bie « De ‘a De sea-ice gid uh uh uh Ce he se mel te deh ne sal De chins Ho daso0 + teoper a= see re pile cts rime oey = mati etm ster Fa be Fa Un cosine epi alee quan te) 16 Ba be F Proprieta per tutto if mondo: Edizioni Musicall BELRIVER ss, - Via C. Ravizza, 43/45 - 20149 MILANO. © Copyright 1981 by Edizioni Musicali BELRIVER sc. - MILANO. “Ture i diritti sone viseevad, ere see-ny ete muurheme imeBian oa ho De Fa De 4 Quan ste squats lide igure che ats tras vers sasno il pas esse Comme mic se stabi so te De be De bu-si di poste re Sul pons te swen= tas fa bun die - 2 Ss Us a te bian ca sul pon te sven te ht oban die a bianca CORE Se poy te De * Fa Sel atrie bos Jet funnediew ra hians ew sud prmete seen = to ba been die Bia - ea va De i Fe Sel Da cape, poi Cnda CODA i Sag ES 9 vipetere sfumuande Mr. Tamburino non ho voglia di Core: Sul ponte sventola bandiera Isoberzare [bianca rimettiamosi la maglia i tempi staan sul porte sventola bandiera {per cambiare {bianca siamo figli delle stlle pronipoti di sua maesta il denaro A Beethoven: ¢ Sinatra preferisco fortuna il mio razzismo non mi fa (insalata = (guardae f Vivaldi Vuva passa che mi 48 pit quel peogrammi demenziali con {calorie (lribune elettorali © svete voglia di mettervi profumi e com’é difficile zestare calmi indifferenti meatre tutti intorno fanno tamore [deodoranti in quest'epoca di pazzi ci mancavano sicte come sabbie mobili trate ait {gli idiot. detorrore fukeany hho sentito degli spart in una via del 8 chi si mette degli occhiali da sole ____fentro per avere pitt carisma e sintomatico quante stupide galline che si azzuffano {mistero per niente ‘uh com’ difficile restere padre quando figli crescono ¢ fe mamme {immbiancano minima immoralia minima immmoralia © sommersi soprattutto da immondizie quante squallide figure che attraversano: Invusicali Ti paese sul a pica ul ponte sventola bandiera bianca Cee ee ee eT che Sul ponte sventola bandiera bianea Coro: Sul ponte sventota bandiera [bianca Sul ponte sventola bandiera bianca sul ponte sventola bandiera sul ponte sventola bandiera bianca (bianca. “CENTRO DI GRAVITA PERMANENTE Testo ¢ Musica di FRANCO BATTIATO Rem Dom Sol Mik — 3s 3 Dom Sol ib Sol U- na vec = chia bre - to-ne on un cap-pe-loeunom = brel-fo di car- ta di Rem Doo Sal Mib soe can- nd di bam - bi Ca - pi-ta = oni Mib Sol Rem c0- rag- gio - si fur- bi con-trab-ban- dic - si macce = do - Dom ‘Sol Mab Sal Ge-su-i- ti cus eli - dei ib Sol Rem Dom ve-sti- ti co- me di per ens tra-fea cor te de> gliim-pe-ra - to- ti Sol Mib Sal Proprieta per tutto il mondo: Edizioni Musieali BELRIVER s+ - Via C. Ravizza, 43/45 - 20149 MILANO. & Copyright 1981 by Ealizioni Musicall BELRIVER sl. - MILANO. "Tutt dived sono riservad. mens te del- la di-na- stia dei Ming x Sal nen + te che non mi fac-cia mai cam- Sol? ote As veel bi + so-gno di Soo Cem Sol? Sol 7 te Ov- er and os er Sol? ‘Una veechia bretone con un cappello & fun ombrelio di carta di riso e canna (di bambi, capitani corageiosi Turbi covtrabbandiest macedoni agesuie! euctidel vestiti come bonzi per entrarc a corte {degli imperatori della dinastia dei [Ming Cerco un centro di gravith permanenie che non mi faccia mai cambiare idea Isulle case salla gente avrei bisogno di eTco un centro di gravita permanente che non mi faccia mai cambiare idea [sulle cose sulla gente Over and over again Cer-cown cen = tro gain Sy gracvi Do Lam reisde+a suleke co - se sul la gen- CORO Cancun com» tro di gra RB che nom mi focecia mai com-bia~rei~ de~@ sl+ le co + Re Mid Sol Per le strade di Pechino erano giorni i Imaggio tra noi si scherzava a raccogliere ortiche non sopporto i cori russi la musica Tfinto rock ta new wave italiana il {Gree jazz pank inglese neanche la neta africana ‘Cereo un centro di gravité permanente che non mi faceia mai camibiare idea [sulle gore sulla gente avrei bisogno di sere un contro di gravita permanente che non mi faccia mai cambiare idea {sulle cose sulla gente Over and over again. se mils la gens ripetere sfemando CUCCURUCUCU Testo e Musica di FRANCO BATTIATO Liberamente Cue-eu- tu = ‘eon ; : = ag = pe eee — ee ee pas lo = me fibi-ahi he Oh hi shi ahi ahi + = SS — Miz ie can mesa Le ses rem = taki = sth + tw ma - geste oe pel-Te sora di dives i-go one Mit six Re aur ij per cut ne-wu = te suo- ns vo sorprai girs rh om = shes = i Aveo ve ba h- ba an? Be la wemweU- weno net leo = oe il mas re nel cay stews te ke ait Be Miz mil- le bot- ie blu Da quan-wo sei ans desta vi 4" non ess) = au pid te la MG Re La Mit Se mons doe gris god mon - doe Bi Fe Me ahi ahi cus ey pala = mt ahi ahi ahi Re ta Ma? Re ba tava eueeus tus cuscus cise pus i= oma xe Re at Me Proptieté per tutto il mondo: Edizioni Musicali BELRIVER s.r.» Calleria del Corso, 2 - 20122 MILANO. '® Copyright 1981 by Edizioni Musicali BELRIVER sri. - MILANO. “Turd | disitt riservati per titi i paesi del mondo. iO, 7 ahi ahi shi ahi ahi ahi ahi abi can = tava Re la Miz La - dy Max donna. with a saya Mir Tittle help From my friends Mit Sie Ru- byTus - day Come on baby ets twist again pop aa SS It = =e ite ba MiT Mir Fal? Once upson @_time you dressed s0_fne Mas ry like just @ wa =n da Mir like a rotting stone CODA Cuceurucucu Paloma abi ahi ahi ahi ahi cantava Cuccurucucu Paloma ahi ahi ahi ahi abi cantava Le sercnate all'istituto magistrale nel’ora di ginnastica o di religione per carnevale suonavo soprai curri in maschera avevo gid Ia luna e uranio nel leone il mare nel cassetto le mille bolle blu da quando sei andata via non esisto pit i monde é grigio il mondo é blu Cuccurucucu Paloma ahi ahi ahi ahi ahi cantava, Cuccurucucu Paloma ‘ahi ahi ahi ahi ahi cantava, Lira funesta dei profughi afgani che dal confine si spostarono nell Iran cantami o diva dei pellerassa americani le gesta erotiche di squaw Pelle di Luna lepenne stilografiche con linchiostro blu la barba col rasoio elettrico non la faccie phi il mondo é grigio il mondo é blu Cuccurucucu Paloma ahi abi ahi ahi ahi cantava Cuccurucucu Paloma ahi ahi abi ahi abi cantava Lady Madonna with a little help from my friends goodbye Ruby Tuesday come om baby let's twist again once upon a time you dressed so fine, Mary like just a woman like'a rolling stone Cuccurucucu Paloma ahi ahi abi ahi ahi cantava Cuccurueucu Paloma ahi ahi ahi ahi ahi cantava Lady Madonna with a litte help from my friends goodbye Ruby Tuesday come on baby let's twist again once upon a time you dressed so fine, Mary like just awoman like a rolling stone E TI VENGO A CERCARE Testo ¢ Musica di FRANCO BATTIATO ven — go acer-ca- re an-che 80-10 per ve - der — to par-la—re—_ + perché ho bi-so-gno —— del-ia tua pre-sen-za per ca-pi-re me-glio ta mines Rem Do sib Rem fant sib FT sal x TOT ote Re +et-si per scac-cia-rei lu- pie veceehie cui ros + ai Einstorenot . t a a a t = — i Re Proprit per mn mondo: sion Musical BELRIVER a «Vin C. Ravina 43/45 - 20149 MILANO. ‘ Copyright 1960 by Edizion! Musicali BELRIVER sr. « MILANO. ‘Tutsi i dite sono riservat 27 foo-chi del-fe guar-die ros se ac - ce- si per sce srei lu pie vecthie coi ro- sa - ri Tal Re bel, Re Mi-7 ripetere sfumando Un vento a trenta gradi sotto zero incontrastato sulle piazze vuole © {contro i campanil a tratti come raffiche di mitra (disintegrava i cumuli di neve. E intorno i fuochi delle guardie rosse [aceesi per scaccfare { iupi fe vecchie coi rosari (2 volte) Seduti sui gradini di una chiesa aspettavamo- che finisse messa e fuscissero le do poi guardavamo con Ie facee assenti 1a {grazia innaturale di Nijinski E poi di lui si fanamor’ perdutamente : [1 suo impresario e del ballet russi (2 voite) Linverno con 1a mia generazione He donne curve sui telai vicine alle Hinestre un giomo sulla prospettiva Nevski per [easo incontrai Tgor Strawinski E pli orinali wessi sotto i letti per a notte un film di Eisenstein sulla rivolusione [2 volrey E studiavamo ehiusi in una stanza 1a Ice floca di candete e lampade a petrelio e quando si trattsva di parlare [aspettavamo sempre con piacere il mio maestro mi insegnd com’ [difficile trovare Valba dentro. imbrunite (2 volte) * SUMMER ON A SOLITARY BEACH Testo e Musica di FRANCO BATTIATO Moderatamente Fe Re- Pas - sam-mo ['e-sta- te su use spiag-gia so- hi - 3S ee PE Re- Fa varia ¢iar- ri-ve-va ('e-co diun ci-ne-ma al-I'a - per-to € sol-la-sab-bia un cal- do tro- pi - ca-le dal mare 1 Orch, t Se Re Fa Re Fe 2. E Ma-rema-rema- re vo-glioanne - ga-re : t + = = — Re- Fa Rew ele ans 0 ind Paden Mae BEL eG, hare ote 70149 MILANO. © Copyright 1981 hy Halton Musial BELRIVER sich ~ MILAN in via da que- ste spon-de = - * 2 ~— = = om f a Re- Por-ta- mi lon- ta - sul-Ie on de rs eo +e» <_@ Da capo tutto senza ritornello, Fa Ree poi Coda CODA —— Re Passammo estate su ona spiaggia solitaria e cl arrivava Feeo di un cinema [all'aperta 4 gla sbbia un ealdo topicale E nel pomeriggio quando il sole ci nutriva i tants in tani ua grido copriva le [distanze e Varia delic cose diventava irreale ‘Mare mare mare voglio annegare portami lontano a naufragare via via via da queste sponde portami lontano sulle onde ‘A. wonderful summer on a solitary beach against the sea le Grand Hotel Cigar Magique ‘Mentre lontano un minatore bruno tornava Mare mare mare voglio annegare portami lontano a naufragare via via via da queste sponde portami lontano sulle onde 40 VOGLIO VEDERTI DANZARE Testo di FRANCO BATTIATO Musica di FRANCO BATTIATO/G. PIO Moderato ‘oreh, be ti ot Solm mb sib Vo-glio veeder ri dan -za~ re Sot Mlb sib ro co-me He zinega-re del devser— to con- cane de=b-briin te Fa Don Soin sib sta 0 coeme le ba = iene me si onei gioreni di fk o= sa 3, 7 sib Sotm mb sib Fe Solm 1: BE giera wuevin-tor-na esti em va merstre sj dan = 2 mib mib ane ue dn =a © ogi- a wreinetoreno fa stan Pa men.tre sidan 24.~ Sol mib sib Re & Raadio Ti+ ae rip.canto Fa De Propree per tuno i mondo Ei! Musial BELRIVER ard. - Via C Revie, 43/43 - 20149 MILANO, © Copyright 1952 by Edizioni Musicali BELRIVER oz] “Tutti i diriti sono riservati. me smetate sis che bal cae ai che men -tre dan 41 aa toe ti Sot bul apie = di mu Lew di wi De bie eee 5 iandens the sol De a Sel Nel = frstaneds del Nord nclele ba. le. reenticve ——— + —— ——— ft I fe 3 De sal Rem Lane 0p oi dim zia-ni che bal - la-no De Sot Lan La Re E gives wtsrinetoreng fa tae eg SS SS ee? SSS a oda poi Coa. rat =a, mb ie Sim Voalio vederti danzare come le zingare de! deierto con candelabri in testa © come le balinesi nei giorni di festa. ‘Vogllo vedert! danzare come i derviches tourners cche glrano sulle spine dorsali ‘© al suono ai cavigliere del Karakali E gira tutt‘intorno fa stanza mentre si danza, danza. E gita tutt’intorno Ia stanza mentre si danza. E Radio Tirana trasmette musiche baleanichs, mentre danzatori bulgari ‘2 piedi mudi sui braceri ardenti. NaPitlanda det Nord nelle balere extive coppie di anziani che ballano al ritmo di sette ottavi, E gita tutt"intorno la stanza mentre si danza, danza. E gira tuttTintorno la stanza mentre si danza, ‘Nei titmi ossessivi la chive dei iti tribali regni di Sciamani ¢ suonator! zingari ribelli Nella Bassa Padana nelle balete estive ‘coppie di anziani che ballano veechi valner viens (ik