Sei sulla pagina 1di 46

StaibiUmen10 e AmministrazI01tn,e: A:FtCOIFU!. (IMliilano) tel. 18,=2.0 l78~44 (Vimelrc.

ate)

.,

DireziloneC'o,m:mercial',e: 'MILAN:O -Piiaz.za LeJg;a IL.ll)cmbarda,I, 3' teLilnterc. :95~28'4

850 10.C.

Sport e Tu,.i.",.

I'll Die E '

Avvertenze

'General] t.a

.... _,

Caratteristiche tecniche

Descrizione motore

veicolo

>"

..

,

impianto elettrico

Norme per I'uso

.. '!!

Norme per la manutenzione

Reoistrazione

,0 .

., ,

.' .

Jnconv,enienti e rimedi relativi

..

Varjantipe~r motociclo Nettuno 250 cc.

Turisnlo .' ..

Organiz.zazione com·Jne:rciale .. '

. . ,

4

P'ag. 5

'il,·

»

10 12

»

»

14 20 22 23 25 30 37

»

»

»

»

» 49

L'osservanza delle nOf',n,e: conienute nel. presen te n~anuale., consente: di usare il moiociclo «Nettuno» nelle migliori con'dizioni.

Per l« operazumi di controlLoperiod,iche1 per Ie granili riparazioni. e p,erle· 'revi-si.oni" si consigliadi rivolge1(si esciusivamente ai nostriConcessionari 0 ad offi,cine attrezzate.

Per le eventuali paTti di ricamb'io esigere pezzi originali GILERA.

ao- 'M' .--IE'

, I I '

I •• ELG '

OLIO CASTRIDL

5

o 1.1"\ ("'>]



...-...

t:...;

:;:'

~ ~

'i"",""-

:r.

~~

("\1

7'

8

4

5

1

I

I

6

~::!r-I J .. 7

.....

I

- __j

. ....,._-

10

Fmc. 3 .~ N etnmo 250 « Sport>.) (pianta)

8



I) Pulsante avvisatore elettrico

2) Leva comando Frizione

3) Frenasterzo

4) Interruttore luce

5) Chiavetta Iaro

6) .. Leva comando frena anteriore

7) Leva cornando aria

8) Manopola cornando gas

9) Leva a pedale comando cambin

10) Pedale messa in mota

11) Pedale comando Freno posteriore,

9

GENERAIL,IT A

Motore

.LA l]U"lttro tempi, monocilindrico verticale, con cilindro in ghisc1 e con testa e basamento in lega leggera.

Valvole in, testa incli nate comandate da aste e bilan-

ceri.

Accensione a n"lagnete" Alliimentazione per caduta, Raffreddamento ad aria.' Lu brihcazione Forzata.

,~

Cambio

A 4 velocita con ingranaggi sempre m presa e con preseletrore comandato a pedale,

Tela,io

In tubi di acciaio con sospensioni anteriore e posteriore elastiche, realizzate con ammortizzatori telcscopICI.

Ruote

Del tipo a raggi tangenti COn Ireni ad espanSlone alettati per raffreddamento.



Velocita inpia.no a regime d,ipotenza rnassnna.

In ]a marcia

In 211 »

In 31~i »

In 411 »

Km/h 42

» 65

» 96

» ] 20

Pen d e' nze superabili con i

strade in buone condizioni,

J n 1:1 marcia pendenza 38% In 2U» » 20%

In 3:1

,"

'van

I

rapporti su

» » 12%
» » 7% - velocita K-m/h 35 5'0 60

»

»

»

»

» 75

Auto nomta su strada in buone condizioni ed ana velocita economica di Km/h 70-80, Km~ 550 circa ..

Consumo carburante a velocita economica litri 2,8 per 100 Km.

ICAR'ATT,ERISTICHE TEeNI.IOHE

- - ---

Molope

T ipo «N ettuno Sport» N urnero cilindri

Testa

A1esaggio e corsa CHindrata

RappoIto eli compressione Regime di coppia rnassima Regime di potenza massima Potenza massima del rnotore Potenza massima tassa bile Diametro utile dena valvola

aspirazione

Diametro utile della valvola

- 4 tern pi

1 ve; ticale in ghisa in lega Ieg,&!era

mrn. 68 x 68

seance

Veicolo

Passo Lunghezza Max Larghezza Max Altezza Max

Ahezza minima da terra

12

" ')417

erne. ,...,

6~,8+ 1

giri 5000 a] l' giri 6000 all' ~ HP 14

HP 3

o 32

e 30

Int.

»

1,41.0 2,115 0,680

,

0',995 0130

.)

»

»

Dati per, I' identificaz'ilone,

Ogni veicolo e conrraddistinto da un nu mero di identiticazione uguale tanto per il motore .quanta per

il telaio, -

Per u. motore e irnpresso sul Iato sinistro del basa" mente del cilindro (fig. 4).. Per il telaio e impressa sulla parte' superiore sinistra del medesimo sotto la sella (fig. S).

Per l'eventuale-richiesta di parti di ricambio si 00- vra sempre far1erif'erimento a detto numero di rnatricola.

F _ 4'

]0 .. _

),3

14

FIG. 5

Monocilindrico, verticale, con cilindro in ghisa e con testa e hasamento in lega leggera.

N,eUa testa trovano sede le valvole inchnate, the unitamente allc melle e bilaneieri, isono facil~e~nte

iSlpezi~n~bn~: e regislltrfi~bni asportando i1 coperchio di a IluIDlnlo situato su I_ aanco .

.

Nella parte inferiore del basarnentoe ricavata la

,coppa deU'olio che contiene 2 Kg. circa di lubrihcante.

Manovellismo

II rnanovellismo e costiruito dai seguenti pezzl:

Alhero a ,gonzito in tte elementi: (due ~'o1a~i ed asse di acccppiamento) uniti con pressatura.

SuI volano destro SOnG ricavati gli ingrcrrlaggi di comando distribuzione e pompa dell'olio,

SuI volano sinistro e calettato I'ingranaggio di comando dena trasmissione con relative parastrappi, BieUa in acciaio ad alta resistenza stalnpato e rrat_tato con bronzine sia nel piede che nella testa in bronzo spcciale.

Spinotto in acciaio trattato, con ariellini Iaterali di Iermo nel pistone in acciaio armonieo,

Pistone in lega di alluminio con due fa see' elastiche e due raschia olio, di cui uno sopra e l'altro sat to L,? spinotto, .nella parte inferiore del manteno.

Distribuzione

La distribuzione e a valvole in testa cornandate da bilancieri. II movimentn dt questi e IJ~go]atQ attraverso U11. sistema di levette oscillanti e aste verticali dalle camme eli aspirazione e di scarico, che ricevono Hmoto dal pignone - ricavato sul . sernialbero destro dell'alberd at gomito.

I] richiamo delle valvole e assicurato da molle a spillo aHoggiate n~natesta del cilindro .

. Lubrificazione

La lu brihcazione avviene per mezzo deUa pompa ad ingranaggi azionata dana vite senza finedcavata sul semialbero destro,

L'illustrazione (:fig. 7) permette di seguire ilpercorso deH'olin attraverso i vari organi del motore.

15

16

't.O ,......

~ . m U)
E a,
... " ~ ~
0.. ''U
<:;l .. ill..
co (0 11.
0 t;-.. e- 0
-'N
0 ~. (t) a.. '13
~ jj£J. 0
t::t:: 0. '"0 <0
« ~ III
<;;> Col
() ai' a) .....
00 0 . "'"
.E;; - E
IV
nS ~ CIJ '0 E
;>. :::I
gj . I!~ ,1:1
s .:e:
...,j' n, (:) o

Ql (J)
co 0
:~ a .
11I .c :"" :i
z Q
0 0 0..,
0 E
m ~
tJ) 0, m ~
m fIJ ."
IJlI til
tX, GI' E 0
0.. 01 U),
:::?! > 0 ,0,
~ a.
0 ~ E
> "0
o c
iD' .f: E
. ....j 'Q,
!IS as
E 'ti, III~
a.. .....
W ""'- '00
z ,01) ,,...,
0 ~ E
- !tI
N '~J
... E
-c Q.
m
Il:: /,1
(II
Il. 0 .
en > m 0')
« ..s . .
> :t ,::I
(II eL, ,
~ (L •

8

Tappa riempimento Filtro olio

! 2 3· Pompa ad ingranaggi Valvol.are.golazione olio Tubetto mandata olio alla

4 5 6

Foro foro Foro

asse spinotto

asse accoppiamento asse bilancieri.

Ji-.

I

8

3

testa

FIG. 7

1'7



I

Alimentazione

Per gravita dal .serbatoio $oprastante~

C,arburatore Den' Otto tipo ReF 25 B inclinato (fig. 16), con Ia seguente regolazione.

Diffusore }2) 25

Getto rnassimo 115

Gettominimo Valvola

Spillo Polverizzatore Cornetta speciale

40

o 45

R 1 - tacca 3 266"B

r '

Il serbatoio del carburante, 'della' capacita .di l, 16

circa, e munito superiormente di bocchettone di riempimento con t~pp~o provvisto dl sliato, e inferiormente di due rubinetti con filtro·the adducono lao, benzina al carburatore mediante tubi Hessibili.

C bi di l "t'

amt 10 ., .ive ocr a

Aquattro rapporti con ingranaggi sempre In presa, comandati da selettore a pedale,

Ra pporto III velocita 2,186/1

» 2n » 1 ,428/1 0,961/1 0,75'0/1

» 31~ »
» 4f1 » Messa in moto

La messa in moto e aredale .. ed e situata sul lato destro della macchina,

18



Erizlone

La Irizione, a secco, 'e composta di nove dischi metallici dei quali quat~ro rivestiti con impasto ad alto coelliciente d'attrito,

T .. rasmrssione

- _". - --- -

La trasmissione tra motore e cambio avviene per lTI,eZZO di ingranaggi con parastrappi interposto (rapporto 1,872/1) e tra cambia Ie ruota, a catena con i'interposizione di paras trap pi in gomma tra tamburo Ireno ed il mozzo della ruota,

Rat ppoIti di trasmissione In 1 It velocita

I;n 28 ».

"

I·-,n" 3'"n



In 4:1 »

(motore _. ruota): 16,647/1 10,869/] 7,305/1 5,769/1

.L' accensione avviene per mezzo del Magnete Marelli MCR/4D con anticipo automatico, a rotazione destra azionato da ingranaggi.

La candela e del tipo Marelli CW 240A 0 similare alloggiata sui lato sinistro della testa del cilindro,

19



VE.COLO'

Telaio

II telaio e del tipo aperto costruito in tubi di acciaio trafilati a freddo e saldati elettricamente 0 ad ossigeno secondo le sollecitazioni e gli spesson.,

Sospensione anter Iore

La sospensione anteriore e del tipo telescopico con ammortizza tore idra ulico di fine corsa.

Sospensione posteriore

La sospensione posteriore e del tipo a foreellone con molle ad elica cilindriche di torsione in astucci teleseopici con ammortizzatore idraulico incorporate,

Sella

La sellae del tipo a sbalzo incernierata anteriormente al telaio e con mollone di richiamo registrabile.

Ruote

Leruote sono a raggi tangenti con cerchio da 19x 2 M. I pneumatici sono : per l'anteriore rigato 2,75 x19 e per il posteriore scolpito 3,OOx19. La pressione' di gon,6aggi,o ,e rispettivamente di Kgle~q. I J25 e 1,5'0.

Freni

Ad espansione agenti su un diametro di mm. 185' COD tamhuri in alluminio alettati e suole .in acciaio,

Comandojneccanico azionato COn leva' a rnano sul lato destro del manubria per l'anteriore, a pedale sui lato sinistro del veicolo per il postcriore,

'.



'.

(

'Ii);

I..,

w
-
z
..:(
d
0
""
c:D -c
ro 0
"" U
'I...i...1 ~ a '.0:::. Q;?
~ z -c -
iI..l.I 0 0 Q t- ~
~ « o- w
'0 _, -c -'
..r. w s 0 ;(;( y.J i,!;!
- '_ ,0<: t- -
..:( 0 1=-:. ,::) 0 -c 0-=<
~ uJ ~' ~~ .... 1..)
52 ::E '~ .... -J ._. ""'" CD ~ \/)
UJ -e a.:: ,::;E -e -c « -c :E co 0.:
~ Z w ~ Z z ,Z 0 <0( .71 Q
!- - '0
~ 25 ~ -<{ « « '" 0::: ~ 2:
u b ,u,. ~ ~. - ...., LL,
oN ,r') <1 .n X) f';., co 0- 9 - N'
~, I

I,

~(-

""l"'~ ;::11

I -

..... '--- - - ~'"-- •.

, "

IIIII

I

. .

21

L'irnpianto elettrico (fig. 8) e composto,:

Dana dinamo Marelll tipo ON 19E con regola tore di tensione 6 V _, 30\\l rotazione destra con comando ad ingranaggi (rapporto di trasmissione motore dinamo 1,33:.1).

Dall'avvisa tore elettrico Marelli con pulsante sul Jato sinistro delmanubrio Facente corpo unico col deviatore luce anahbagliante,.

Dall'accumulatore di 6 \'- 12 Amp/h. Oal faro anteriore C'on0 di mm, ISO.,

Dal ·fanalino posteriore (0 di targa) con catarifrangente.

---- ...



22

IIORME PER ~L' uso

Accertarsi

1) che nel serbatoio vi sia benzina,

2) che l'olio sia a1 giusto livello e cioe arrivi al bocchettone di riempimento.

3) che dopa aver aperto i rubinetti situati al disotto del serbatoio, la benzina arrivi al carburatore premendo i1 bottone de~ medesimo (cicchetto),

4) che a cambio sia in posizione di {one.

Messa in moto

Ruotare di circa 1/8 della sua corsa totale la rnanopola del gas e chiudere a fondo il comando dell'aria, Premere energicamente suUa pedivella eli messa in mota. II" motore dovra avviarsi,

In caso contrario, ripetere l' operazione regolan'dosi in base ad una maggiore- o minore apertura di gas, aria a seconda dei casi e dell'ambiente.

E~ consigliabile che q ~esta, o'per'a~]on~ di m.essa in mota, sis fatta ponendo Ia macchina sul cavaHetto.'

'Buona norma per la conservazione del motore e quella di non accelerate subito dopa la messa in moto affinche I' olio abbia potuto compiere il suo giro. di lubrificazione (1/2 minute circa).

A.. t '.

vviamen 0 e marcia

Per avviare la macchina, tirare a fonda Ia leva della frizione~ndi premere sulla parte posteriore della leva del cambia onde innestare la I n marcia. Accelerate progressivamente e contemporaneamente rilassare la leva dena frizione ottenendo COSt uno stacco dolce.

23

Raggiun ta ,Ia veloci t~l di circa Knl/h 20, tirare nuovamente lu hizione chiudendo H gas, pre111ere. suHa parte anteriore de]]a leva del _C:Hl1bio onde innestare Ia 2;1 marcia, rilassare la leva dena. Irizione accelerando

adeguat81nent,e il motore. Raggiunta la velocita di circa Krnzh 30 ripetere Ie operazioni suddetteper passare inl' judi in 4a.,

Passando dane marce alte verso Ie basse, chiudere H gas, tirare 1£1 ftizione, . accelerate rapidarnente IJer un breve istante i1 motore onde smcronizzare gli ingranaggi da innestare, abbassare col tacco il pedale p'osteriore dena leva del cambio, indi allentare la Frizione ed accelerate di nuovo,

Guida



econDDllca

Onde ottenere .usura normale degli. organi, consurno ridotto dei pneulnatici, risparmio di ben"zina ed olio, si eviti in. modo partico:lare la marcia a str.apP'i censervando velocita costante.

Si tenga presente che le huone medie "di marcia si ?ttengono sopratutto riducendo le fermate ed evitan,do continue accelerazioni e rallentamenti.

" "

24



NIORMIE PER LA MANUITENZION,E

La durata e l'efficienza del veicolo sara piu lunga e brillante, se nel suo mantenimento si curera la pulizia, la lubrihcazione e la registrazione di tutti i suoi organi soggetti a lavoro piu 0 meno intense.

La pulizia del motociclo, anche se pill 0 meno cornpleta e minuziosa, consente oltreche di mantenere sempre in perfetto stato di conservazione la macchina, di rilevare talora jnancanze di registrazioni 0 delicienze, che in generale, se subito ovviate con giusti rimedi, evitano complicazioni talvolta gravi,

_I ,_ I

Per eseguire una buona pulizia servirsi di petrolio e pennello ed asciugare bene con stracci puliti. P'eI' .Je parti vemiciate usare acqua cd asciugare con pelle di

daino, .

Man,utelizione Lubrfficazione. motore

La lubrihcazione delmotore e del carnbio di velocita e autornatica (Eg. 7). Bisognera quindi soltanto controllare il livello dell' olio nel basamento che dovra sempre essere colma £no al bocchettone di riempimento'situato suI lato sinistro de] basamento "stesso.

Quando trattasi di macchina nueva, l'olio dovra essere sostituito do po aver peIcorso i prim] 500 KIn.

Per fare q uesto si dovra:

1) svitare il tappa £.It;:o olio che trovasi sul lato sinistro del basamento, indi togliere il nItro onde facilitare 10 scarico completodeH'oHo.

25

2) rimettere il Iiltro can relative tappo ed immettere mezzo litro di olio fresco, indi avviare il motore tenendolo in mota per cinque minuti circa.

3) scaricare nuovarnente I'olio, che avra ripulito a fando ogni possibile residue dovuto a rodaggio.

4)~ immettere olio fresco sino al riempimento totale del basamento.

In seguito il cambia dcll'olio dovra essere efFettuato ogni 2000 Km. percorsi, Si consiglia I'uso dell'olio Castrol, tipo XXL 0 GP per la stagione estiva, X,L per quella invernale,

La catena. di trasmissione dovra essere sen1pre ben lubrihcata e, ogni 3000 I<m. percorsi, smontata, lavata con petrolia, e immersa in bagno di olio caldo ondeIar penetrare n lubrilicante in tutte le sue articolazioni.

Manutenzione veicolo

Nel cornplesso del veicolo richiedono una particolare manutenzione le sole parti in movimento e precisamente:

Forcel1aanteriore

, La forcella telescopica anteriore non necessita di speciale rnanutenzione. 11 contenuto di olio e di erne. 250 per gamba e la verifies di questa dovra essere Iatta ogni 5000 Km, circa, Se all' esarne i dell' olio giacente nell' arnmortizzatore, questorisulta in buone condiziorri, ei si limitera ad una eventuale aggiunta di olio Ca-

strolite onde ripristinare iI. livello richiesto. In caso contrario, trovandovi olio sfruttato si provvedera alla sostituzione mediante 10 svuotamento totale delle gam,~ be dena forcella attraverso i tappi di scarico situati

26



nella parte inferiorc delle stesse e quindialla immissione di olio Castrolite attraversoi tappi superiori

(lig. 9).

I

.'

FIG. 9

27



1 •

Nessuna manutenzionc e dovuta ana Iorcella }10-

steriore ad eccezione del IJerno di oscillazione if q uale dovra essere luhrH~cato ogn:n 1000 Km, circa ; per gH ammortizzatori che sono ermctici, in caso di avaria S1 dovra procedere alla sostituzione dei pczzi rivolgendosi ad oHicine attrezzate 0 ConceSSiOnaI[ diretti ..

Runte - i rnozzi delle ruote non sono provvisti di ingrassatori in qu?nto; essendo abbondantemente Tubrihcari all'atto delm.ont.aggio, non necessitano di lubri6cazioni. periodiche.

Una' periodica tubri6.c3Z]One dovra essere .fatta pure

ai seguenti particolari,

Perno del,pedale fieno Perno del .ca1?alleUo

U scua dei cavi' di comando dalle rispettive gualD e ..

Manutenzione Impianto elettrico

Nessuna manutenzione e dovuta al magnete ed al1~.d]namo essen do questi organ] ermeticamenre chiusi,

Nel solo caso che, dopa Iungo esercizio o. 'per condizioni stradali pessime, vi possa esserc infiltrazione di pol vere od acq ua, si dovra procedere alla pulizia nel 1110do seguente:-

Magnete- non essendo possibile accedere ad altri particolari in ·guanto ermeticamente chills], Ie operazioni di pulizia e lubrihcazione saranno ridotte aI ruttore, Smontato il coperchietto laterale, si svitera il bulloncino centrale per pater estrarre n gruppo complete del rutrore e procedere cosi alla pulizia richiesta ..

28

Rimontandc it pezzo si dovra fare caso particolare aUe pun tine platinate che dovranno essere distanziate fra loro Idi 4/,~O di rnrn. a puntine aperte.Pet fare detto controllo si fara giraIe il .motore pe~ mezzo della pedivella di rnessa in mota e" nel caso. che l'interspazio fra Ie puntine sia maggiofie 0 minore della quota sopradetta, ,si agira sulla puntina registrabile,

Dinamo - ]8. pulizia della dinamo si Iitrritera al collettore ed alle spazzole, Per fare questo" togliere i1 eoperchio onde potere ~on uno smaccio pulito imbevuto di benzinac asportare COn cura la polvere di gra6.te depositata delle spazzole suI cotpo di Tame del collet .. tore.

Nel rimontare il collettore stesso bisognera regolare Ie spazzole attraverso _la registrazione delle moltette",. albne di ... assicurarsi che vi siano delle buone super~ 6ci di contatto.

Ba tteria - evitare che rirnanga lungo tempo searica e Iarla ricaricare 'quando il veicolo e staro fermo per piiI di due settimane. ControUare mensilrnente ,lID Iivello dell'elettroliro e, quando Jo esige, aggiungere acqUH distillataattraverso gli appositi tappi, Conservare puliti ':i morsetti togliendo le incrostazioni e pro .. teggendoli con grasso. Hicaricarla una volta al rnese onde evitare la solfatazione.

29 ~



Punterie

Per Iegistrar1e le punteriee. necessario togHere il coperchietto laterale destro sulla testa del cilindro, lndi con la chiave n. 6 51 terra ferma l'asta de] bilanciere e, con altra chiave analoga, si allentera il controdado onde poter regolare H gioco della punteria

FIG. 10



FIG. II

che per Ia valvola di aspirazione dovra .essere di mm. 0,1 S -e, per quella di scarico, di mm, 0,25 a motore cal ~ do (fig. 10), Dopo d:i;cio si blocchera nuovamente it coutrodadoe si chiudera il cop'.' erchietto latera le.

_L

F ' ... rrzrone

La registrazioned~l cornando Irizione si ottiene operando sul tirahlo del cavo e tenendo canto che .per il buon Iunzionamento della medesima, .sulla leva _ di comando posta sul manubrio ci devono -essere 4 mm. di gioco.

Neill caso che il tirafilo Iosse giunto at fine COIsa, si

operera neI modo seguente':' ~'IfJ



31



"

o

......

u,



,3·2

·

t)

-

u,

1) togliere il tappo situate al centro del ccperchio trasmissione rendendo , COS1 aecessibile la vite eli,

, i'

registro.

2) con la chiave a tubo n. 19 sbloccare H dado.

3) introdurre il cacciavite entro "'la chiave a' 'tubo . e, tenendo :fenllo il .dado, manovrare con esso sulla vite fino al~ ottenimento dena :registrazl<?ne

vo]uta,.' , ,

4) tenere Ierma Ia vite nella posizione ottenuta mentre con la chiave a tubo si blocchera nuevamente i1 dado.

. .

La catena di trasmissione si registra mediante ap-

positi 'tendicatena, dopo aver allentato _i dadi eke hSsano Ie ruote. Ouenuta 18: giusta tensione (e cioe una possibilita di Ireccia contenuta tra i ]0 e j 20 mm.), bloccare nuovamente i dadi controllando la perfetta

ceritratura della ruota, ' '

Freni.

La :r,egi.strazione de], cornando freno anteriore (fig. l4) 51 effettua operando sul tirahlo si tua to. , sul portaceppi del frena .. Tenere conto che la leva di comando dev.e avere una corsa fane di mm. 4+

'Per iI. freno posteriore (fig. 15)" Ia registrazione si ~ffettua agendo sul dado g~droQatQ dell'asta reg.olabile considerando che sul pedale di cornando .si dovra lasciare una corsa Iolle di mm. 10.

Carburatore

II carburarore DeU'Orto (fig., 16) e gia regolato dalla Casa per il migliore rendimento, Dovendo pero

34

FIG. 16

1) Astuccto guida tegolo arta - 2) Mona p~r tegolo aria - .3) T'egolo aria - 4) Cornetto presa aria. - 5) Pol verfzzatore portagetto - 16) Valvola gas - 7) Coperchfo complete eU agrtatore - 8) .MoHa per agltatore centrale ~ 9) Agitatore centrale per vaschetta con P.1. - 10) Corpo coperchto vasehetta can presa mrertore > 11) Vlte bloccaggto coperchto vasehetta - 12) AnelUno dl rttegno pel' agttatore centrale ~ :13) Astma a eono ~ 1.4) Ga1Ieggiante - 15) Dado di bloecaggto sede asttna e eono - 16) Oetto del mmtmo - 17) Pipetta arr'Ivo benzina a due vi.e- 18) Sede astma a conn P.I. eon prpetta e filtro ~ 19) VUe regolaztone aria mtmmo ~ 20) Mella per vlte aria mindmo - 21) Guarnfztone per getto mmimo ~ 22) Tappa fise saggto pipetta ~ 23) Guarniz.ione per pipetta arr-ivo benzma - 24) FUtl'o benzma - 2.5) Corpo vasehetta Inclinata a 120 - 26) Tappo untone corpo vaschetta - 27) Getto del massimo - 28) Guarmzione per tappo unione corpo e vaschetta - 29) Spino. contco _. 30) VUe· "arresto valvota gas - 3,1) Dado di bloecaggto per detta ~ 32) Chiavella per sptllo conico - 33) Nipplo a vtte pel" cava. comando gas ~ 34) Vite gulda valvola gas - 35) Mella valvola gas- 3.6) Corpo carburatore ~ .3,7) Ghiera per coperchlo camera. mlscela - 38) Coperehin per camera miscela - 39') VUe tendifllo.

15





procedere ad una regolazione specihca dovuta ,(1,. cause occasionali, quando H motore aceusa sintomi di carburazione troppo ricca oppure troppo povera." si procede-

fa secondo le norrne seguenti: _.

Regolazione del 1Jzini1no ~ agire sulla vite (19) che regola il patssaggio dell'aria 311 getto minirno (16) chiudere a fondo 1a medesima e poi. aprire gradatamente fino a. regolazione a vvenu ta .La posizione normale e

eli V2 giro di vite, '

Regolazione del massimo ~. svitare a controdado del registro chiusura valvola del ~as (6) regolandone l'a-

pertura di queSta a motore caldo, -

Eff~ttuat~ questa operazione, serrare a fondo il controdado (31).

36

Catl'se pili prab,a\lliU d:el cal,livD fllln~ ,z.iana,lm'ent(J~ dell matare e lorD rim,e,di

Si possono dividere in' tre gruppi:

a) Inconvenient;' che dipendono da cattiva carburaztone:

]'11 Scoppiettii ripetuti specie ad alta velocita e a pieno carico, L'inconveniente puo essere dovuto a: condotti del earburatore sporchi od ostruiti: smontare e rip ulire :

"

presenza di acq,ua nella benzina: verihcare la ben-

zina nel serbatoio ed in caso di presenza d'acqua svuotare cornpletamente serbatoio e carburatore, asciugare bene. e rifornire con benzina nuova : getti del carburatore parzialmente 0_ totalnlente

"ost'ruiti; smontarli e puHrli soffiandovi dentro.

2° Mancanza di regolarita, negli scoppi e Furno nero allo scarico, L'inconveniente e dovuto a miscela troppo ricca .causata da:

irrrperietto Iunzionamenro del gaHeggiante e relative ago che provoca l'aumcnto del livello della benzina (galleggiante fora to" ago Fuori posto, sede di tenuta dell' ago detcriorara) :

getti allentati 0 starati, astina di regolazione non in, posizione prescritta,

3" Riscaldaluen,to anormale del motore, L'inconveniente pUD essere dovu to a miscela trappo ricca (cause come per j] caso 2) 0 troppopovera cau-

.sata da:

livello henzina nella vaschetta troppo basso; inhltrazione aria irregolare -nel condotto aspirazione :

- ,

getti non adeguati;

1 ubrilicazione difettosa,

b') Lncon pe~l ienti ch e dipendono tin fleet! n S1'o'I1.e iriegolore:

] CI ACCe"J1Sione troppo :anuClpata (battiro metallico dovuto alle sollecitazioni .irregolari sul pistone}: o troppo ritardata (riscaldamento anorrnale del motore, scoppi allo scarico),

2!! Autoaccensioni dovute ad eccessivo riscalda mento 0 ad incrostazioni carboniose sulla testa del pistone 0 nella camera di scoppio (H motore ba rte in testa) .

311 Perdita di colpi in conseguenza di scintilla mancata ; candela imhrattata 0 con isolante rotto ; puntine del ruttore magr.::ete imbrattate od ossidare , cavo dena candela [otto scaricante a massa , carboncino del collettore rotto 0 con moHa insuffi_ciente.

,

c) 1 nconvenienii che dipe-n.dono dal caitivo funziona~

mente degU organi: ,

It1 I[ motore non da la potenza- regolare, PlIQ essere causate da compressione insufliciente (eccessivo gioco tra pistone e cilindro in~eguito a forte usura -,: tenuta delle valvole imperfetta dovuta all'usura delle sedi :valvole puntate per mancanza del gioco prescritto tra bi]ancie.ri e punterie).

2° Battito eccessivo sulla testa del motore e stridore metallico. PUD- essere causate: il primo da gioco eecessivo tra astina, hilanciere e valvole, dalle : moUe deUe valvole rotte 0 indebohte, ed it secondo da deficiente lubrjhcazione ai bilancien e alle valvo]e causata di. ostruzioni ai condotti del, l'olio -0 da cattivo Funzionamento dena pompa.

38

,

"IIiETTIUN0250 ·C,C.I TUlrislmo"

. -

~



3.'

40



C .....: ~.

,._.

..__".



41, ~



42

2.

1 i

4

5, .6

7

FIG, 20 ~ NET'T"UNO «Turismo» (pitnita)

9 1,0

DISPO'SIZIIONE COMANDI

] ) Pulsante avvisatore elertrico 2) Leva comando Irizione 3)F renasterzo

4) Chiavetta faro

5) Interru ttore luce

6) Leva comando Ircno anreriore

7) Leva comando aria

8) Manopola coman do gas

9) Leva a pedale comandocambio

10) Pedale messa in moto

11) Pedale cornando freno posteriore,

43

Generatita

Corrispondenti ,(;1 queUe illustrate. per il «Nettuno Sport» a pag. ]0 ad eccezione di quanta r~gua:rda_ ~e sospensioni, Infatti il rnodello ,« T urisrnos ha la forcella anteriore del tipo a paraUelogramma deformabile in Iamiera stampata e sespensione posteriore del tipo a Forcellone oscillante con moUe a spirale cilindriche eel ammortizzatori a Frizione.

La sella anziche a sbalzo e del tipo normale con molle verticali (6g. 17').

FIG. 17

44

Rapporto di compressione Regime di potenza rnassima Potenza massima

1/6

5 200 gi:r~ all' HP 11

Attmentazlone Car buratore Valvola

Spillo

Getto max. Getto min.

'Pol v erizza tore

Dell!Orto RCF25 70

3, alla 411 tacca

105

50

270

P t .. .' restaziom

Velocita massima delle singole marce a 5200 gIrl

al I':

In l81 marcia Kmh. 35

~ 2a » » 55

:-) 3a » » 81

» 48 ~> » 1 0'3

Autonomia

Su strade in buone condizioni ed alla velocita economica di Kmh. 70-8'0, Km. 450 circa, con serbatoio da Htri 13.

Consumo carburante

A velocita econornica litri 2,8 per 100 Km.



Corne per il tipo «Sport» ad eccezione di quanto riguarda Ie sospensioni e precisarnente:

Forcella anteriore

Ingrassare ogni LOOO .KJTI. circa attraverso gli appositi ingIas~atori disposti sui perni del parallelogramma e della sterzo,

Forcella poster+ore

Pure ogni I .000 Km, lpgrassare i perni di oscillazione del Iorccllone.

46

Ci

o IW

i.

r;;l I

~

II: ~ 01 e U) I&..

t.n

o

rl::.

FIG., 21