Sei sulla pagina 1di 1

COMUNICATO MOVISAT

“Che fine ha fatto il Regolamento Urbanistico a Vecchiano?”

All’interno del programma elettorale 2006 – 2011 della coalizione “Insieme per Vecchiano”,
precisamente alla pag. 7, si riporta la necessità di realizzare il Regolamento urbanistico
una volta approvato il Piano strutturale.
Come tutti noi sappiamo, il Piano strutturale del Comune di Vecchiano è stato adottato con
delibera del Consiglio n. 63 del 9.12.2005 e, dopo l'esame delle osservazioni, è stato
definitivamente approvato con delibera n. 25 del 18.06.2007.
Il Regolamento urbanistico è approvato con la stessa procedura adottata per
l'approvazione del Piano Strutturale: adozione, osservazioni e infine approvazione.
Considerata la rilevante incidenza che le scelte fatte con il Regolamento Urbanistico
hanno sul territorio e sui cittadini che lo abitano, la Legge Regionale del 3 gennaio 2005,
n. 1 “Norme per il governo del territorio” prescrive un’approfondita disanima preventiva
degli effetti ambientali, sociali, economici e sulla salute umana delle soluzioni adottate: la
cosiddetta valutazione integrata.
L’Amministrazione Comunale ha effettuato la ricognizione, ha anche attivato gli istituti
della partecipazione nel rispetto delle norme procedurali previste dalla stessa legge
regionale ed in quella occasione abbiamo dato anche noi, come altri soggetti territoriali, il
nostro contributo puntuale. Non abbiamo visto accolte le nostre osservazioni senza alcuna
argomentazione, ma questo è un altro capitolo. Eravamo nel lontano 10 Luglio 2008.
Considerato che siamo giunti alla fine del 2010 e che è prossima la fine del mandato di
questa Giunta, ci domandiamo: come mai il Regolamento urbanistico non è stato ancora
approvato?
E’ nostro fermo convincimento che su questo tema non si può più giocare.
L’assenza di un regolamento, impedisce alla nostra comunità di avere una visione chiara
del suo territorio, del suo assetto e di quello che urbanisticamente è sostenibile proprio in
termini di impatto ambientale, sociale, economico e proprio sulla sua salute.
Approvare il Regolamento Urbanistico, è un segno di civiltà di una comunità e servirà a
ridare slancio positivo alla nostra economia locale: i nostri cittadini non possono più
attendere.
Non vorremmo prefigurare che il silenzio che si è creato attorno a questo importante
strumento, sia direttamente collegato all’ipotetico sviluppo dei terreni agricoli nella zona
dell’Ovaio, tanto desiderata dal CTC e dal Mega Parco Commerciale.
L’atroce quanto indesiderato dubbio che ci sovviene, è quello che questa Giunta, o almeno
certuni componenti, compresi alcuni Partiti che conosciamo bene, voglia effettuare una
variazione d’uso di quei terreni, o comprometterli, prima ancora di approvare il
Regolamento urbanistico.
La valuteremmo come un’azione scellerata, disattendendo le aspettative della maggior
parte dei nostri cittadini, che, di fatto, stravolgerebbe il programma elettorale che questa
coalizione si è data sin dall’inizio della legislatura.