Sei sulla pagina 1di 16

n° 0 - novembre 2010 House organ di informazioni sportive del Foligno Rugby A.s.D.

Periodico n°4/2010 - Registrato c/o il Tribunale di Spoleto al Registro Giornali e Periodici

TUTTO SULLA NUOVA STAGIONE SPORTIVA 2010 - 2011


EDITORIALE

Tre generazioni dopo l’Umbria è sempre più ovale


Mai così tante squadre iscritte ai campionati Fir,
il nobile sport è un trend in crescita

“Io gioco a rugby”. “E’ quello in cui i giocatori indossano caschi ed enormi pro-
tezioni sulle spalle?”. Per le precedenti due generazioni di giocatori raccontare
l’ebbrezza di una domenica di rugby significava constatare frequentemente non
tanto quanto il proprio sport fosse sconosciuto, ma addirittura che lo si con-
fondeva con il football americano.
Da qualche anno a questa parte, tuttavia, la situazione è mutata radicalmente e la
cronica difficoltà di sviluppo dei cosiddetti “sport minori” non sta interessando il
nobile sport. I media nazionali si sono infatti progressivamente avvicinati ai grandi
eventi rugbistici, tanto dell’emisfero nord, quanto di quello sud, con l’inevitabile
conseguenza prodotta, ossia un esponenziale incremento in termini di società e
tesserati.
Dimenticati i tempi in cui a Pian di Massiano e a Coppiolo confluivano i giocatori
di ogni squadra sciolta qua e là, è evidente che in Umbria manca il punto di riferi-
mento “stampato” del rugby regionale.
Nasce con tali premesse Umbria Rugby Magazine, la prima rivista rivolta al
panorama umbro della palla ovale, una vetrina privilegiata tanto per le società
storiche, quanto per le realtà nascenti. Il mezzo di informazione sportiva dove
ogni mese saranno analizzate le partite, ma anche raccontati i progetti, le mani-
festazioni e quant’altro veda coinvolte a qualsiasi livello le squadre umbre.
Anche perché dieci società iscritte ai campionati della Fir (Serie B – C èlite - Se-
rie C - Under 18 - Under 16 e tutto il settore del minirugby dall’Under 8 fino
all’Under 14), sufficienti a ricoprire un bacino di utenza proveniente da ogni
luogo, fanno del rugby uno degli sport più praticati in regione. Senza dimenticare
le realtà ancora in “fasce”, ossia nate ma non ancora in lizza per un campionato,
quindi Castiglion del Lago e Gualdo-Nocera, che si appoggiano ad altre realtà
fino al raggiungimento di un’autonomia propria. Queste, così come le anziane
Cus Perugia e Gubbio, ma anche le consolidate Terni, Orvietana, Amatori Perugia,
Foligno, Città di Castello, Unione Umbra e la neonata Guardia Martana, troveran-
no il proprio spazio sin da questo primo numero all’interno della rivista. Il punto
di partenza di Umbria Rugby Magazine è infatti un’introduzione nella storia di
ogni società, dalla fondazione al campionato che sta disputando, senza trascurare
le giovanili e i programmi per il futuro. Poi, messi da parte i riti di presentazione,
dal prossimo numero il periodico assumerà connotati di rivista sportiva meglio
definiti, soffermandosi con maggiore attenzione alle partite giocate di domenica
in domenica e aggiungendo dell’altro al reportage dell’attività rugbistica umbra.
Saranno così realizzate nuove rubriche, inoltre ogni mese, fino alla prossima estate,
tutte le società avranno a disposizione un ampio spazio nel quale pubblicizzare
la propria attività. Auspicando nella pronta risposta delle società umbre, ogni ter-
ritorio potrà in tal modo conoscere la realtà rugbistica di riferimento.

Jacopo Bianchi
4

INDICE
In copertina: azione di gioco in touche
Editoriale 3
CUS Perugia Rugby 5
Dal ventennio ai giorni d’oggi, il vivaio più importante dell’Umbria
Foligno Rugby 6
Due squadre per il bacino di utenza più vasto della regione
Gubbio Rugby 7
Dall’Olimpo del rugby alla terra dei ceri, un All Black in maglia Luterana
Terni Rugby 8
Origini anteguerra per una delle realtà umbre più dinamiche
Orvietana Rugby 9
Il rugby nella conca dell’orvietano
Amatori Perugia Rugby 9
L’altro Perugia quale alternativa all’acronimo Cus
Città di Castello 10
Il tifernate scommette anzitutto sui giovani
Guardia Martana Rugby 10
L’ultima nata ha voglia di crescere
Gualdo/Nocera Rugby 11
ANNO I - Novembre 2010 - n° 0 Il rugby che unisce quanti sono divisi da un antico campanilismo
Periodico n°4/2010 - registrato c/o il Tribunale di Castiglione del Lago 11
Spoleto nel Registro Giornali e Periodici Dalla Federazione gli input per diventare una squadra
Calendario Campinato Serie B 12
Direttore responsabile Calendario Campionato Serie C Elite 13
Jacopo Bianchi Calendario Campionato Serie C 14
Comitato di redazione
Jacopo Bianchi, Florent De Sousa,
Alessandro Ruisi
Grafica e impaginazione
Studiografico di A. Ruisi
Foto
Marco Ferretti
Editore
Angelo Borgotti
Stampa
Litostampa 3B
Loc. Madonna di Lugo - 06049 Spoleto (PG)
Proprietario
Alessandro Ruisi
5

PERUGIA RUGBY
Dal ventennio ai giorni d’oggi, il vivaio più importante dell’Umbria

E’ nei due capoluoghi che inizia


la storia del rugby in Umbria, assai
tanata dal presidente Tiziano Po-
lenzani, nonché delegato regionale
del comitato umbro della Fir. At-
più antica di quanto con l’acronimo tualmente i grifoni contano oltre
Cus si possa desumere. Nel ven- 450 tesserati, ossia il vivaio numero
tennio fascista infatti si contavano uno della regione, basti pensare che
due squadre, fra cui il Guf Perugia solo con gli under 10 a Perugia si
Rugby, che già negli anni ‘30 susci- contano un centinaio di praticanti.
tava ammirazione in tutto il Paese Sotto il nome di Rugby Perugia as-
grazie ai risultati ottenuti sul cam- seriscono il Liomatic Cus Rugby Pe-
po. A causa della guerra si è dovuto rugia, ossia la prima squadra che
attendere fino al 1969 prima che da anni milita in serie B, poi c’è la
alcuni pionieri, fra cui Egiziano Po- Barton Rugby Perugia, la seconda
lenzani (oggi presidente onorario), formazione ora iscritta in serie C,
riportassero la palla ovale nei con- più il Liomatic Rugby Perugia Junior,
fini regionali, fondando la società cioè tutte le categorie dalla under 6
Rugby Perugia. fino alla 14, infine la Barton Rugby
Di fatto questa è la squadra più Perugia Ragazze, l’unica squadra
vecchia dell’Umbria ed è oggi capi- femminile umbra che gioca in un
campionato ufficiale Fir.
Una struttura quindi pensata per ri-
spondere alle necessità di ogni as-
pirante rugbista. La prima squadra
è allenata da Evelino Aio (aquilano
che ha vestito la maglia azzurra ed
è ora allenatore di serie A e B), che
viene affiancato da Andrea Taglia-
vento (è lui a curare la mischia).
L’età media dei grifoni di serie B
è 23 anni, con nomi provenienti
dal vivaio perugino stesso, a di-
mostrazione della logica compo-
sizione societaria. La quale ha una
seconda squadra iscritta in serie
C, dove confluiscono giovani pro-
mettenti che devono maturare e
ragazzi che in B non troverebbero
spazio.
6

FOLIGNO RUGBY
Due squadre per il bacino di utenza più vasto della regione

un’organizzazione societaria che


andasse oltre la vecchia esperien-
za. Ebbene, il punto di riferimento
per la carica dei 200 è la seniores
del Foligno Rugby (che quest’anno
milita in serie C Elite), allenata da
Angelo Gubbini con il supporto del
direttore tecnico Andrea Arena e
del preparatore atletico Giorgio Flo-
ridi.
Ma se la società rivolge la sua at-
tenzione ad un bacino di utenza
che da Gualco Cattaneo (e frazioni)
arriva a Gualdo Tadino e Nocera
Umbra, da Assisi fino a Spoleto e
alla Valnerina, ecco che occorreva
una sigla unitaria. Sotto il nome
Unione Umbra Rugby confluiscono
così sia i ragazzi delle giovanili non
ancora pronti per la prima squadra

O gni tentativo di consoli-


dare il rugby in città lo si deve
catori in veste di dirigenti e allena-
tori, il presidente ha aperto nuova-
mente i cancelli del campo nel 2006
del Foligno, sia i neorugbisti prove-
nienti da ogni dove. Ad allenare la
seniores dell’Uur (in serie C) è Davide
all’instancabile attività del gioca- e vi si sono riversati una quarantina Luzzi, supportato da Alessandro
tore, allenatore, dirigente e presi- di ragazzi, una cosa mai accaduta in Ruisi, mentre per l’under 18, sempre
dente Luigi Coraggi. E’ stato lui a città. Questi la settimana succes- dell’Uur, c’è Gianluca Bartozzini.
importare la palla ovale da Rieti a siva sono diventati 50, poi 60. Solo Infine, rispondendo da una parte
Foligno nel 1971 e a fondare la pri- nel passaggio fra la stagione 2009- alla sempre crescente domanda
ma vera squadra, il Gruppo Sportivo 2010 e l’attuale il Foligno Rugby del territorio e dall’altra alle diret-
Borroni, nel 1978. Un’esperienza ha registrato più sessanta tesse- tive della federazione, la dirigenza
purtroppo durata solo due anni, rati, che ad oggi sono diventati oltre ha formato tutte le giovanili, il cui
perché si è dovuto attendere l’80 300, guidati da una decina fra al- responsabile tecnico è Alessandro
prima che nascesse il Foligno Rug- Ruisi, non-
by Club, rimasto in attività per ol- ché allena-
tre 15 anni, nonché un progetto tore dell’under
rugbistico per certi versi simile 16. Mentre
all’attuale. Ci sono infatti stati al- a guidare il
lenatori di alto livello, a cominciare minirugby è
dall’australiano Michael James, che Florent De
guidò la squadra al primo posto in Sousa Car-
C2 aggiudicandosi l’accesso in C1, valho, che si
fino all’argentino Guglielmo Loren- occupa anche
zo, che ha alternato stagioni con il dei progetti
Foligno, con il Livorno (serie A) e con con le scuole,
il Perugia (serie B). E c’erano anche come il Ka
i progetti con le scuole, volti ad in- mate Ka ora.
crementare il vivaio delle giovanili. Ultimamente
Tutto ciò fino a metà degli anni ’90, la società ha
quando l’assenza di un impianto aperto rappor-
sportivo di riferimento (il Campo de lenatori ed educatori dalle catego- ti di collaborazione sotto più fronti
li Giochi era stato assegnato esclu- rie senior, passando per l’under 18, con l’Università degli Studi di Peru-
sivamente alla Quintana) costrinse la 16, la 14, più le under 10, la 8 e la gia, sia per quanto concerne stage
il presidente a sciogliere la società. 6. Insomma un trend in progressiva formativi con gli studenti di scienze
Ma non trascorse lunario senza crescita. Così, con il supporto di un motorie e sportive, sia per progetti
che qualche ex avanzasse la stessa team di dirigenti che il Foligno anni di marketing sportivo, scienze
proposta a Coraggi, ossia riformare ’80 e ’90 non vantava si è deciso di della comunicazione, giornalismo
il Foligno Rugby. Così, con gli ex gio- affiancare all’aumento di tesserati e via dicendo.
7

GUBBIO RUGBY
Dall’Olimpo del rugby alla terra dei ceri, un All Black in maglia Luterana

ha portato ad un ammodernamento
della struttura sportiva e ad impor-
tanti progetti intrapresi dallo staff
societario. Il più importante dei quali,
nonché destinato con ogni probabilità
a contrassegnare prepotentemente
la storia del Rugby Gubbio, ha un pre-
ludio del tutto simile a quello legato
alla nascita del rugby nella terra dei
ceri. Durante l’estate 2010, sempre
alla stessa persona capita di leggere
un’e-mail inaspettata sì, ma di quelle
che sanno di scherzo: "Vogliamo in-
serire un All Blacks all’interno della
squadra". La reazione è prevedibile e
la risposta sottointesa. Resta il fatto
che proprio come nell’83 dal sarcas-
mo si è passati al concreto, così tra le

A nno 1983, Ostello Club di Gub-


bio. Andrea Alesini propone ad Enrico
quest’anno in lizza in serie C Elite.
Il miglior Gubbio di sempre è stato
quello che si è giocato la qualifica-
fila del Rugby Gubbio ha fatto la sua
comparsa Joseph Michael McDon-
nell, il Joe McDonnell che compare
Agostinelli (oggi presidente) di zione in C1 (quando esisteva la C2) otto volte nella rosa della Nuova Ze-
fondare una squadra cittadina di contro il Calvisano, ma nella sua più landa fra il 2002 e il 2003. Riveste la
rugby. Dall’esclamazione "ma tu sei recente storia ha vinto alcuni cam- carica di capo-allenatore, ma il realtà
matto!" è nata una delle società più pionati di serie C, l’ultimo proprio la rappresenta ben oltre per la squadra.
storiche dell’Umbria, il Rugby Gub- stagione scorsa, quando ai blocchi di Proviene dall’Olimpo della palla ovale
bio, comparsa per la prima volta in partenza la squadra doveva rimon- ed è giustamente considerato da tut-
un campionato nella stagione 1985- tare un meno otto in classifica legato ti i giocatori del Gubbio, compresi gli
1986. Circa una quarantina i primi all’assenza dell’under 16. Infine nel under, un faro. Mentre per i dirigenti
giocatori eugubini, che a distanza di palmares societario ci sono alcune si tratta di un ottimo investimento,
25 anni sono diventati oltre 130 e Coppe Umbre. Attualmente i Lutera- una prospettiva di crescita sotto ogni
ricoprono le categorie under 10, un- ni stanno vivendo una seconda gio- aspetto del rugby; per chi svolge il
der 12, under 14, 16, infine 18. Ol- vinezza, il movimento rugbistico eu- doppio ruolo dirigente/allenatore è
tre, ovviamente, alla prima squadra, gubino è in progressiva crescita, il che entrambe le cose.
8

TERNI RUGBY
Origini anteguerra per una delle realtà umbre più dinamiche

L’ altro volto del


rugby regionale an-
teguerra è quello
ternano, infatti
inscritto al cam-
pionato del 1939-
1940 c’era anche
il Gil Rugby Terni.
Nella conca diversi
sono stati i tentativi
di radicare un mo-
vimento duraturo (il
primo nel ’36, poi nel
’58, ancora nel ’69)
e dopo trent’anni
dall’ultima squadra
rossoverde si è
giunti alla formula
vincente. Nasce
nel 2006, infatti, il
moderno progetto
Rugby Terni, uno
sport, ma anche
un modello e uno
stile di vita per tutti
i ragazzi che vo-
gliono cimentarsi
con la palla ovale,
rivolgendosi anche
qui ad un target a
tutto tondo: dalle
giovanili alle seniores, dalle donne volta, la CentralMotor Rugby Terni è
agli old. Trascorsi i primi tre cam- stata in grado di mandare in campo
pionati in serie C, dove i draghi si l’under 14, la 16, la 18 e la seniores.
sono confrontati fin da subito con Inoltre, il movimento ternano si
società dalle storie pluridecennali, il muove attraverso iniziative col-
Rugby Terni ha centrato l’obiettivo laterali, coinvolgendo molte fasce
dei play off al termine di una sta- sociali della città. Tanto per fare
gione ricca di vittorie. Poi, per evi- qualche esempio, portano la fir-
tare il ripersi di vecchie vicissitudini, ma della gestione Betti il torneo
si è deciso di puntare con decisione nazionale di minirugby, il San-
al futuro e aprire quindi le porte al tOvalentino e il Ka mate Ka ora.
settore giovanile, perché dietro alla
seniores ci doveva essere il sostegno
di un movimento importante. Così
dalla scorsa stagione è iniziata la
seconda fase della giovane storia
del Rugby Terni, che il presidente
Alessandro Betti ha scelto di con-
trassegnare con la presenza di un
tecnico di grande esperienza, l’italo-
argentino Adrian Di Giusto, che gui-
da la prima squadra nel campionato
di serie C Elite. Accanto a lui stanno
crescendo tanti giocatori e tecnici
giovanissimi, tutti ternani. Tanto
che la scorsa stagione, per la prima
9

ORVIETANA RUGBY Il rugby nella conca dell’orvietano


volta colti i valori del nobile sport
abbracciò con grande entusiasmo
il rugby. Sorsero le prime giovanili,
che ottennero alcuni risultati parte-
cipando a tornei di livello nazionale,
come a Treviso e Firenze. Poi, come
in altre realtà, un brusco stop alle
attività sportive. La partenza del
tenente, ormai divenuto colonnello,
provocò la fine della società.
Dopo dieci anni però un ragazzo
che aveva militato proprio con la
formazione di Salucci decide di
prendere le redini dell’Orvieto e
il rugby torna nella rupe sotto il
nome di Unione Orvietana Rugby.
Grazie alla guida di Massimiliano
Spirito la squadra fa la sua prima
apparizione nella Coppa Umbra
2004-2005, vincendola. Nella stag-

L a storia del rugby orvietano trae


le sue origini dalla società sportiva
nella rupe con l’intenzione di im-
portare qualcosa che gli orvietani
non conoscevano e che addirittura
ione 2005-2006 si iscrive al campi-
onato di serie C nel girone laziale e
si classifica quarto. Oggi l’Orvietana
Orvieto Rugby, nata negli anni ‘70 consideravano barbaro e violento. milita in serie C (Umbria e Toscana)
grazie alla figura dell’allora tenen- Qualche partecipazione in serie C è e i primi risultati fanno pensare che
te Roberto Salucci. Sportivo e so- servita al movimento locale per far- i giocatori hanno tutta l’intensione
prattutto giocatore di rugby, arrivò si spazio fra la popolazione, che una di aggiudicarsi il torneo.

AMATORI PERUGIA
L’altro Perugia quale alternativa all’acronimo Cus
di rodaggio il presidente Simone
Gabrielli ha iscritto la squadra ad un
campionato ufficiale Fir e con qual-
che stagione necessaria a "farsi le
ossa" il XV dell’Amatori ha tagliato
il primo importante traguardo, vin-
cendo la Coppa Umbra 2006-2007.
Attualmente sono una quarantina
i tesserati, più alcuni dirigenti che
ricoprono un doppio ruolo, facendo
sia parte dello staff societario, che
della rosa che scende in campo,
guidando così i neofiti verso strada
del rugby. Impegnato nel campi-
onato di serie C, l’Amatori vuole ag-
giungere il titolo interregionale alla
sua bacheca, nonostante il meno
otto di penalizzazione attribuitigli

C orreva l’anno 2002 quando


alcuni giocatori provenienti dal
nacque l’Amatori Perugia Rugby,
che si prefiggeva (e lo fa tutt’ora)
l’obiettivo di introdurre nel mondo
per regolamento. E se la causa è la
mancanza del settore giovanile, la
dirigenza è già in moto per garan-
Cus Perugia decisero di separarsi del rugby aspiranti giocatori che la tire un futuro alla società: si sta in-
dalla società di appartenenza per palla ovale non l’avevano mai tenu- fatti creando un vivaio degli under
fondarne una nuova. E’ così che ta in mano. Dopo appena un anno al quale collegare tecnici qualificati.
10

CITTA’ DI CASTELLO Il tifernate scommette anzitutto sui giovani


fisioterapista delle nazionali giovanili
e seniores, con le quali attualmente
gira il mondo. Il grande entusiasmo
di questi personaggi ben presto co-
involge amici e conoscenti e, dopo
un paio di mesi dalla costituzione del
club, sono già una ventina i ragazzi -
meglio, i bambini dai 6 ai 12 anni di
età. Ai primi iscritti ogni settimana
se ne aggiungono di nuovi e sono
sempre di più i neofiti che due volte
alla settimana si allenano nei campi
dell’associazione. Da qualche anno
a questa parte la società ha esteso
i propri orizzonti rivolgendosi anche
alle categorie senior. Inoltre, la soci-
età ambisce alla costituzione di una
rappresentativa femminile tifernate,
nonché terza realtà del gentil sesso

L’ Associazione Sportiva Città di


Castello Rugby é nata grazie alla
militato nelle file del Città di Castello
Calcio e di Alessandro Gori, antico
giocatore con la palla ovale nel Dna,
in Umbria. L’Associazione Sportiva
Città di Castello Rugby si configura
quale punto di riferimento per tutti
passione di Marco Notarianni, che così come Bruno Migliorati, che ave- coloro che vogliono praticare uno
da ragazzo aveva giocato nella natia va praticato il nobile sport in Francia. sport sano e fondato su solidi prin-
Inghilterra, di Dario Ronti, che aveva Si unì a loro anche Giorgio Morvidoni, cipi etici e morali.

GUARDIA MARTANA L’ultima nata ha voglia di crescere


che del rugby, della squadra stessa:
con il termine "Guardia" si intende
un’organizzazione a tutela dei gio-
vani, mentre "Martana" definisce
il territorio di riferimento, ossia la
media valle del Tevere e i bacini di
utenza limitrofi ai Monti Martani. In
questa prima stagione i cinghiali (cioè
i giocatori del Guardia Martana) se la
dovranno vedere con compagini di
maggiore esperienza, quindi il loro
impegno sarà inizialmente volto a
compare il gap tecnico rispetto alle
rivali. Ma l’entusiasmo fra i giocatori
è evidente, il numero di neofiti è in
progressiva crescita e le premesse
per un futuro roseo ci sono tutte. Il
Comune di Massa Martana purtrop-
po non dispone di un campo rego-

E’ qui che l’Umbria del rugby segna


una tappa molto importante della
mente inscritta ad un campionato
Fir. Si tratta dell’associazione Guar-
dia Martana Rugby, guidata dal tec-
lamentare per lo svolgimento delle
partite, per questo alla squadra è
stato concesso di dividersi con la
propria vita. E’ infatti a Massa Marta- nico ex serie B del Cus Perugia Filip- Polisportiva di Baschi il velodromo
na che proprio quest’anno fa la sua po Calzolari. Il nome assegnato alla municipale e di utilizzarlo per gli al-
comparsa la decima realtà regolar- società incarna i valori guida, oltre lenamenti.
11

GUALDO-NOCERA
Il rugby che unisce quanti sono divisi da un antico campanilismo
rare l’idea di portare il rugby sotto
una bandiera univoca, separate da
pochi chilometri e soprattutto da
un antico campanilismo. Con pochi
aspiranti al seguito si è disputata
un’amichevole nell’ambito de "La
Settimana dello Sport", al cui in-
vito a partecipare hanno risposto
Foligno Rugby, Fabriano Rugby e
Gubbio Rugby. E se questa prima
iniziativa si è tenuta a Nocera, la
seconda è caduta in occasione de
"La Notte Bianca" di Gualdo Tadi-
no. Anche qui un successo, che ha
lanciato il Gualdo e Nocera verso
importanti ambizioni. Non avendo
tuttavia un’autonomia sufficiente,
la squadra fa giocare i propri atleti

L’ ultima palla ovale nata nel cuor


verde d’Italia è il Gualdo e Nocera
a dare respiro a questo territorio. Il
tutto è nato dall’idea di due amici,
uno di Nocera Umbra, nonché gioca-
con i colori biancoazzurri del Foli-
gno e rossoblu dell’Unione Umbra;
ci sono ragazzi nell’under 16, altri
Rugby. Un progetto tuttora in fasce tore dell’Unione Umbra Rugby, ossia nella 18, circa una ventina con la
che sta muovendo i suoi primi passi Andrea Stefani, l’altro è Francesco seniores. Riconoscendo il valore
attraverso la preziosa collaborazione Cioli, gualdese ed ex tesserato del del contributo della società folig-
con il Foligno Rugby, anche se in Fabriano Rugby. Seduti di fronte ad nate, il Gualdo e Nocera ambisce ad
realtà molte sono state le realtà una birra in una calda sera d’estate una vita propria, possibilmente già
rugbistiche che hanno contribuito i due hanno cominciato a matu- dall’anno prossimo.

CASTIGLIONE DEL LAGO Dalla Federazione gli input per diventare una squadra
dicembre 2007 del Foligno Rugby.
hanno comin- A luglio 2008 il primo impeg-
ciato la propria no a livello regionale, ossia
attività insieme l’organizzazione del primo (e tuttora
al tecnico del unico) beach rugby umbro, ripetuto
comitato um- per tutte le stagioni fino all’estate
bro della Feder- scorsa. In questo periodo di tempo
azione Italiana molti ragazzi sono passati tra le file
Rugby Gianluca della squadra, ma a tutt’oggi, dopo
Gamboni. Lui, aver ripetutamente cambiato impi-
tartassato di anto sportivo di riferimento (dalla
telefonate per spiaggia del lago, ai giardini pubbli-
essere sem- ci), la società rimane in piedi nonos-
pre presente in tante l’impossibilità di giocare un
campo, non ha campionato con una maglia propria

L a palla ovale intorno al lago


giunge grazie all’ambizione di al-
potuto esimersi
dall’impegno di guidare i ragazzi
fino all’acquisizione di una certa
e l’assenza di un campo con le H.
Attualmente i più volenterosi sono
in prestito all’Amatori Perugia
cuni ragazzi del territorio, smaniosi autonomia. Rugby, piuttosto che al Gubbio
di diventare giocatori di rugby. Così, Inizialmente, infatti, erano appena Rugby. Di conseguenza l’obbiettivo
sotto il nome Rugby Castiglione del una decina i giocatori, ma poco dopo della società sta nel portare avanti
Lago confluiscono tutti gli aspiranti si è disputata la prima partita dove il progetto rugby nel Lago Trasi-
giocatori provenienti dai comuni che il Castiglione è stato tenuto a bat- meno e creare una realtà dove non
si affacciano sul Trasimeno, che da tesimo dagli old e da alcuni ragazzi esistono precedenti esperienze.
12

SERIE B: CAMPIONATO NAZIONALE


CALENDARIO 2010-2011 - GIRONE B
GIRONE DI ANDATA GIRONE DI RITORNO
1 A
3/10/2010 ore 15.30 1 A
16/01/2011 ore 14.30 REGOLAMENTO

La Commissione Organizzatrice
Gare della FIR ha reso noto il calen-
dario del Campionato Nazionale di
Serie B per la stagione sportiva
2010-2011.
2 A
10/10/2010 ore 15.30 2 A
23/01/2011 ore 14.30
Quarantotto le squadre in corsa dal
prossimo 3 ottobre per aggiudicarsi
le quattro promozioni al Girone B
della Serie A.

3 A
17/10/2010 ore 15.30 3 A
30/01/2011 ore 14.30 Quattro i gironi da dodici squadre
ciascuno. La prima fase che si
concluderà, dopo ventidue giornate
di gara, l’8 maggio (formula
all’italiana e partite di andata e
ritorno), decreterà il passaggio di
4 A
24/10/2010 ore 14.30 4 A
20/02/2011 ore 14.30 otto squadre - le prime e seconde
classificate di ciascun girone - alla
fase finale.
Le finaliste si affronteranno tra di loro
con formula ad eliminazione diretta e
partite di andata e ritorno il 22 e 29
5 A
31/10/2010 ore 14.30 5 A
6/03/2011 ore 14.30 maggio, secondo il seguente
schema:

2° classificata Girone 1
vs
1° classificata Girone 4
6 A
7/11/2010 ore 14.30 6 A
27/03/2011 ore 14.30
2° classificata Girone 4
vs
1° classificata Girone 1

2° classificata Girone 3
vs
7 28/11/2010 ore 14.30 7 3/04/2011 ore 15.30
A

1° classificata Girone 2
A

2° classificata Girone 2
vs
1° classificata Girone 3

8 A
5/12/2010 ore 14.30 8 A
10/04/2011 ore 15.30 Le vincenti saranno promosse alla
serie superiore e disputeranno la
stagione successiva inserite nel
Girone B della Serie A.

La Serie B decreterà otto retroces-


9 A
12/12/2010 ore 14.30 9 A
17/04/2011 ore 15.30 sioni alla Serie C: l’undicesima e
dodicesima classificata di ciascun
girone al termine della regular
season.

10 A
19/12/2010 ore 14.30 10 A
1/05/2011 ore 15.30
Le finali si svolgeranno nei giorni:
22 e 29 maggio 2011

11 9/01/2010 ore 14.30 11 8/05/2011 ore 15.30


A A
13

SERIE C ELITE : CAMPIONATO INTERREGIONALE


CALENDARIO 2010-2011- ZONA 3: UMBRIA-EMILIA-TOSCANA-MARCHE
GIRONE DI ANDATA GIRONE DI RITORNO DOVE SI GIOCA
1 A
03/10/2010 ore 14.30 1 A
09/01/2011 ore 14.30 CAMPI DI GIOCO
Rugby Jesi 70 Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby Rugby Jesi 70 RUGBY JESI 70
Rugby Formigine Cus Ferrara Rugby Cus Siena Rugby Rugby Terni Campo Latini, via Mazzagrugno, 1
Rugby Forlì 1979 Foligno Rugby Foligno Rugby Rugby Forlì 1979 Jesi (AN)
Rugby Terni Cus Siena Rugby Cus Ferrara Rugby Rugby Formigine CUS SIENA RUGBY
Rugby Gubbio Amatori Rugby Ascoli Amatori Rugby Ascoli Rugby Gubbio campo Acquacalda, Via Coppi, snc
Rugby Noceto FC RIPOSO Rugby Noceto FC RIPOSO Siena
RUGBY TERNI
2 A
10/10/2010 ore 14.30 2 A
16/01/2011 ore 14.30 Impianto sportivo zona industriale
Cus Ferrara Rugby Rugby Jesi 70 Rugby Jesi 70 Cus Ferrara Rugby Via Francesco Malvetani, snc
Amatori Rugby Ascoli Rugby Forlì 1979 Rugby Forlì 1979 Amatori Rugby Ascoli Stroncone (TR)
Cus Siena Rugby Rugby Noceto FC Rugby Noceto FC Cus Siena Rugby RUGBY GUBBIO
Amatori Parma Rugby Rugby Terni Rugby Formigine Foligno Rugby campo Coppiolo, Loc. Coppiolo
Foligno Rugby Rugby Formigine Rugby Terni Amatori Parma Rugby Gubbio (PG)
Rugby Gubbio RIPOSO Rugby Gubbio RIPOSO AMATORI RUGBY ASCOLI
campo Aurini Castagneti, Via della Canara,
3 A
17/10/2010 ore 14.30 3 A
23/01/2011 ore 14.30 snc Ascoli Piceno
RUGBY FORLI’ 1979
Rugby Formigine Amatori Rugby Ascoli Rugby Jesi 70 Rugby Terni
Campo Monti, viale della Libertà
Rugby Terni Rugby Jesi 70 Amatori Rugby Ascoli Rugby Formigine
Forlì (FC)
Rugby Noceto FC Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby Rugby Noceto FC
RUGBY FORMIGINE
Rugby Gubbio Cus Siena Rugby Cus Siena Rugby Rugby Gubbio
Campo Comunale, via Mons. Cavazzuti
Foligno Rugby Cus Ferrara Rugby Cus Ferrara Rugby Foligno Rugby
Formigine (MO)
Rugby Forlì 1979 RIPOSO Rugby Forlì 1797 RIPOSO
AMATORI PARMA RUGBY
4 A
24/10/2010 ore 14.30 4 A
30/01/2011 ore 14.30 campo Moletolo, Via Moletolo, 61
Parma
Cus Ferrara Rugby Rugby Terni Rugby Terni Cus Ferrara Rugby CUS FERRARA RUGBY
Rugby Jesi 70 Rugby Noceto FC Rugby Noceto FC Rugby Jesi 70 Campo Trevisani, via Gramicia
Amatori Rugby Ascoli Foligno Rugby Foligno Rugby Amatori Rugby Ascoli Ferrara (FE)
Cus Siena Rugby Rugby Forlì 1979 Rugby Forlì 1979 Cus Siena Rugby FOLIGNO RUGBY
Amatori Parma Rugby Rugby Gubbio Rugby Gubbio Amatori Parma Rugby campo Hotel della Torre, Via Ellera, 10
Rugby Formigine RIPOSO Rugby Formigine RIPOSO Trevi (PG)
RUGBY NOCETO FC
5 A
07/11/2010m ore 14.30 5 A
13/02/2011 ore 14.30 campo Craviari, Via Toti, 1 – Fidenza (PR)
Amatori Rugby Ascoli Cus Ferrara Rugby Cus Ferrara Rugby Amatori Rugby Ascoli
Rugby Forlì 1979 Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby Rugby Forlì 1979
Rugby Formigine Cus Siena Rugby Cus Siena Rugby Rugby Formigine
Rugby Noceto FC Rugby Terni Rugby Terni Rugby Noceto FC
Rugby Gubbio Rugby Jesi 70 Rugby Jesi 70 Rugby Gubbio
Foligno Rugby RIPOSO Foligno Rugby RIPOSA

6 A
14/11/2010 ore 14.30 6 A
20/02/2011 ore 14.30
Cus Ferrara Rugby Rugby Noceto FC Rugby Noceto FC Cus Ferrara Rugby
Rugby Jesi 70 Rugby Forlì 1979 Rugby Forlì 1979 Rugby Jesi 70
Rugby Terni Rugby Gubbio Rugby Gubbio Rugby Terni
Cus Siena Rugby Foligno Rugby Foligno Rugby Cus Siena Rugby
Amatori Parma Rugby Rugby Formigine Rugby Formigine Amatori Parma Rugby
Amatori Rugby Ascoli RIPOSO Amatori Rugby Ascoli RIPOSO

7 A
21/11/2010 ore 14.30 7 A
06/03/2011 ore 14.30
Amatori Rugby Ascoli Cus Siena Rugby Cus Siena Rugby Amatori Rugby Ascoli
Rugby Forlì 1979 Rugby Terni Rugby Terni Rugby Forlì 1979
Rugby Formigine Rugby Jesi 70 Rugby Jesi 70 Rugby Formigine
Rugby Gubbio Rugby Noceto FC Rugby Noceto FC Rugby Gubbio
Foligno Rugby Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby Foligno Rugby
Cus Ferrara Rugby RIPOSO Cus Ferrara Rugby RIPOSO

8 A
28/11/2010 ore 14.30 8 A
20/03/2011 ore 14.30
Cus Ferrara Rugby Rugby Gubbio Rugby Gubbio Cus Ferrara Rugby
Rugby Jesi 70 Rugby Foligno Foligno Rugby Rugby Jesi 70
Rugby Terni Rugby Formigine Rugby Formigine Rugby Terni
Rugby Noceto FC Rugby Forlì 1979 Rugby Forlì 1979 Rugby Noceto FC
Amatori Parma Rugby Amatori Rugby Ascoli Amatori Rugby Ascoli Amatori Parma Rugby
Cus Siena Rugby RIPOSO Cus Siena Rugby RIPOSO

9 A
05/12/2010 ore 14.30 9 A
27/03/2011 ore 14.30
Amatori Rugby Ascoli Rugby Jesi 70 Rugby Jesi 70 Amatori Rugby Ascoli
Rugby Forlì 1979 Rugby Gubbio Rugby Gubbio Rugby Forlì 1979
Cus Siena Rugby Cus Ferrara Rugby Cus Ferrara Rugby Cus Siena Rugby
Rugby Formigine Rugby Noceto FC Rugby Noceto FC Rugby Formigine
Foligno Rugby Rugby Terni Rugby Terni Foligno Rugby
Amatori Parma Rugby RIPOSO Amatori Parma Rugby RIPOSO

10 A
12/12/2010 ore 14.30 10 A
10/04/2011 ore 14.30
Rugby Terni Amatori Rugby Ascoli Cus Ferrara Rugby Rugby Forlì 1979
Rugby Forlì 1979 Cus Ferrara Rugby Foligno Rugby Rugby Noceto FC
Rugby Noceto FC Foligno Rugby Rugby Formigine Rugby Gubbio
Amatori Parma Rugby Cus Siena Rugby Cus Siena Rugby Amatori Parma Rugby
Rugby Gubbio Rugby Formigine Amatori Rugby Ascoli Rugby Terni
Rugby Jesi 70 RIPOSO Rugby Jesi 70 RIPOSO

11 A
19/12/2010 ore 14.30 11 A
17/04/2011 ore 14.30
Amatori Rugby Ascoli Rugby Noceto FC Rugby Jesi 70 Cus Siena Rugby
Cus Ferrara Rugby Amatori Parma Rugby Rugby Gubbio Foligno Rugby
Cus Siena Rugby Rugby Jesi 70 Amatori Parma Rugby Cus Ferrara Rugby
Rugby Formigine Rugby Forlì 1979 Rugby Noceto FC Amatori Rugby Ascoli
Foligno Rugby Rugby Gubbio Rugby Forlì 1979 Rugby Formigine
Rugby Terni RIPOSO Rugby Terni RIPOSO
14

SERIE C: CAMPIONATO INTERREGIONALE


CALENDARIO GIRONE: UMBRIA-TOSCANA

GIRONE DI ANDATA GIRONE DI RITORNO


1 A
09/10/2010 ore 16.00 1 A
16/01/2011 ore 14.30
Rugby Perugia Senior Città di Castello Rugby Città di Castello Rugby Rugby Perugia Senior
Unione Umbra Rugby Guardia Martana Rugby
1 A
10/10/2010 ore 15.30 Amatori Perugia Rugby Arieti Arezzo
Siena Rugby Club Unione Orvietana
Guardia Martana Rugby Unione Umbra Rugby
Arieti Arezzo Amatori Perugia Rugby 2 A
23/01/2011 ore 14.30
Unione Orvietana Siena Rugby Club
Guardia Martana Rugby Città di Castello Rugby
2 A
17/10/2010 ore 15.30 Arieti Arezzo Unione Umbra Rugby
Unione Orvietana Amatori Perugia Rugby
Città di Castello Rugby Guardia Martana Rugby Rugby Perugia Senior Siena Rugby Club
Unione Umbra Rugby Arieti Arezzo
Amatori Perugia Rugby Unione Orvietana 3 A
6/02/2011 ore 14.30
Siena Rugby Club Rugby Perugia Senior
Città di Castello Rugby Arieti Arezzo
3 A
31/10/2010 ore 14.30 Unione Umbra Rugby Unione Orvietana
Amatori Perugia Rugby Rugby Perugia Senior
Arieti Arezzo Città di Castello Rugby Siena Rugby Club Guardia Martana Rugby
Unione Orvietana Unione Umbra Rugby
Rugby Perugia Senior Amatori Perugia Rugby 4 A
20/02/2011 ore 14.30
Guardia Martana Rugby Siena Rugby Club
Unione Orvietana Città di Castello Rugby
4 A
14/11/2010 ore 14.30 Rugby Perugia Senior Unione Umbra Rugby
Guardia Martana Rugby Amatori Perugia Rugby
Città di Castello Rugby Unione Orvietana Arieti Arezzo Siena Rugby Club
Unione Umbra Rugby Rugby Perugia Senior
Amatori Perugia Rugby Guardia Martana Rugby 5 A
13/03/2011 ore 14.30
Siena Rugby Club Arieti Arezzo
Città di Castello Rugby Unione Umbra Rugby
5 A
21/11/2010 ore 14.30 Amatori Perugia Rugby Siena Rugby Club
Unione Orvietana Rugby Perugia Senior
Unione Umbra Rugby Città di Castello Rugby Guardia Martana Rugby Arieti Arezzo
Siena Rugby Club Amatori Perugia Rugby
Rugby Perugia Senior Unione Orvietana 6 A
20/03/2011 ore 14.30
Arieti Arezzo Guardia Martana Rugby
Unione Umbra Rugby Amatori Perugia Rugby
6 A
28/11/2010 ore 14.30 Siena Rugby Club Città di Castello Rugby
Rugby Perugia Senior Guardia Martana Rugby
Amatori Perugia Rugby Unione Umbra Rugby Arieti Arezzo Unione Orvietana
Città di Castello Rugby Siena Rugby Club
Guardia Martana Rugby Rugby Perugia Senior 7 A
27/03/2011 ore 14.30
Unione Orvietana Arieti Arezzo
Amatori Perugia Rugby Città di Castello Rugby
7 A
12/12/2010 ore 14.30 Siena Rugby Club Unione Umbra Rugby
Guardia Martana Rugby Unione Orvietana
Città di Castello Rugby Amatori Perugia Rugby Arieti Arezzo Rugby Perugia Senior
Unione Umbra Rugby Siena Rugby Club
Unione Orvietana Guardia Martana Rugby
Rugby Perugia Senior Arieti Arezzo

CAMPI DI GIOCO
RUGBY JESI 70: Campo Latini, via Mazzagrugno, 1 - Jesi (AN)
CUS SIENA RUGBY: campo Acquacalda, Via Coppi, snc - Siena
RUGBY TERNI: Impianto sportivo zona industriale, Via Francesco Malvetani, snc - Stroncone (TR)
RUGBY GUBBIO: campo Coppiolo, Loc. Coppiolo, Gubbio (PG)
AMATORI RUGBY ASCOLI: campo Aurini Castagneti, Via della Canara, snc Ascoli Piceno
RUGBY FORLI’ 1979: Campo Monti, viale della Libertà - Forlì (FC)
RUGBY FORMIGINE: Campo Comunale, via Mons. Cavazzuti Formigine (MO)
AMATORI PARMA RUGBY: campo Moletolo, Via Moletolo, 61 - Parma
CUS FERRARA RUGBY: Campo Trevisani, via Gramicia - Ferrara (FE)
FOLIGNO RUGBY: campo Hotel della Torre, Via Ellera, 10 - Trevi (PG)
RUGBY NOCETO FC: campo Craviari, Via Toti, 1 – Fidenza (PR)
RUGBY SANA IN CORPORE SANO.

Una scelta di vita.


www.folignorugby.it