Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it - http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - ORDINANZA 16 NOVEMBRE 2010, N. 23155

La Corte, ritenuto che è stata depositata in cancelleria la seguente relazione a sensi dell'art.380 bis
c.p.c.: "La CTR della Puglia ha rigettato l'appello dell'Avv. (...) nei confronti dell'Agenzia delle
Entrate di (...). Ha motivato la decisione ritenendo che una pur minima struttura organizzativa,
costituita da uno studio di circa 100 mq., accresce la capacità di guadagno di un lavoratore
autonomo e costituisce pertanto presupposto per l'applicazione dell'IRAP.
Ha proposto ricorso per cassazione affidato a due motivi, si è costituita con controricorso l'Agenzia
delle Entrate.
Con il primo motivo il ricorrente invoca, formulando idoneo quesito, il giudicato esterno costituito
da sentenza della CTP di (...) che giudicando sulla medesima situazione e per l’anno 2001 ha
ritenuto l'insussistenza dei presupposti per l'applicazione dell'IRAP.
Il motivo è infondato dall'esame della sentenza dedotta come giudicato non risultano gli elementi
fattuali dell'autonoma organizzazione sulla quale essa si fonda, consegue che non può ritenersi che
essi siano i medesimi sui quali ha giudicato la sentenza oggi impugnata.
Con il secondo motivo, denunciando violazione dell'art.2 del d.l.vo n.446/97 e vizio di motivazione
e formulando idoneo quesito di diritto, il ricorrente contesta che il solo possesso di uno studio di
100 mq costituisca quell'autonoma organizzazione che possa fondare la pretesa impositiva.
La censura di vizio della motivazione è infondata in quanto non è contestato l'accertamento di fatto
della sentenza ma le sue motivazioni in diritto, che non rilevano ai fini del vizio di cui all'art.360 n.5
c.p.c. ..............

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---ORDINANZA-16-
NOVEMBRE-20102c-N-23155.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Segui Fisco e Diritto anche su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/fiscoediritto