Sei sulla pagina 1di 2

100

80

60
Est
40 Ovest
20 Nord
0
1° 2° 3° 4°
Trim . Trim . Trim . Trim .

Combattere l'eiaculazione precoce


E' il metodo più usato al mondo perchè funziona: start & stop, il metodo ideato da Masters e Johnson basa i
suoi principi sul controllo diretto dell'eiaculazione. Tentare non costa nulla!

L'eiaculazione precoce consiste nel venire prima di quando si voglia e lascia un senso di frustrazione. Non e'
una questione di venire in un certo numero di secondi o minuti, o addirittura prima che lei sia pronta. Nei fatti,
non si tratta di superare l'eiaculazione precoce, ma di imparare a controllarla.

La coppia deve agire insieme: e' molto piu' facile intervenire in un rapporto stabile.
E' necessario, se non indispensabile che sia lui a desiderare di acquisire la capacita' di controllare l'eiaculazione.
E' inoltre necessario che anche lei desideri che ci sia questo miglioramento nella loro reciproca vita sessuale
altrimenti l'uno o l'altro potrebbero sviluppare una forma di avversione nei confronti degli esercizi e trovare un
modo per sabotarli. Perche' e' importante la collaborazione della donna? Puo' trovare umiliante dover lavorare
tanto per indurlo a fare l'amore come si deve, potrebbe annoiarsi perche' per lei il sesso non e' poi cosi'
importante, potrebbe aver paura che una volta che lui ha assunto il controllo dei propri orgasmi si metta a
correre dietro tutte le donne e altro ancora.

Gli esercizi:
Per due settimane la coppia evitera' di avere rapporti completi. L'uomo
dovra' starsene tranquillo per un po'. Sdraiato sulla schiena, lascera'
che lei giochi con il pene, pensando a nient'altro che alle sensazioni
che prova. Prima deve avere un'erezione, che la coppia puo' ottenere
con il sistema che preferisce. Poi lui si deve sdraiare con gli occhi
chiusi e lasciare che lei lo stimoli manualmente .
Lei lo deve masturbare lentamente, dolcemente e lui deve aspettare
quell'attimo prima che sia troppo tardi. Deve aspettare quella
sensazione che gli comunica: ancora un colpo e non si puo' piu'
tornare indietro. E' importante che impari a riconoscere questa
sensazione premonitoria. Allora e solo allora deve chiederle di
fermarsi. Possibilmente dolcemente e senza urlare, si sta lavorando
per stare meglio.
Presto la sensazione di essere vicino a eiaculare scomparira'. Allora lei
ricomincera' a masturbarlo. Questo si chiama tecnica stop-start.
A questo punto lui puo' aver perso parzialmente l'erezione, ma
bastera' poco per ristabilirla. Se lo ritiene opportuno, puo' suggerire
alla compagna cosa e come farlo, nonche' la velocita' e quanto altro vorra'.
Quando sentira' di nuovo la sensazione premonitoria, di nuovo dira' di fermarsi.
Lui faccia sentire la sua compagna orgogliosa di quello che sta facendo, la faccia sentire abile terapeuta
sessuale, esperta cortigiana, versione erotica di Florence Nightingale.
Una, due, tre volte, lei lo portera' fino alla soglia dell'orgasmo e la si fermera'. La quarta volta continuera' fino
in fondo. Lui puo' eiaculare. E' importante dire che non sempre lui riuscira' a riconoscere il punto di non ritorno.
E se verra' prima della quarta volta, non fatene un dramma. Non si puo' avere tutto e subito.
La sera seguente potra' occuparsi lui di lei, fara' tutto cio' che quella capricciosa creatura gli imporra'. Ma niente
coito. Usi tutto quello che vuole, ma non il coito completo.
Quando e' l'uomo a dover ricevere piacere, dovrebbe lasciar fare tutto a lei senza spingere. Se proprio dovete,
fatelo. Esercizi si', ma con intelligenza!
La coppia continua in questo esercizio per un paio di settimane o comunque finche' lui non sara' riuscito a
resistere fino alla quarta sensazione premonitoria in almeno quattro occasioni. Dopodiche' si richiede che lei usi
vaselina o qualche altro lubrificante sulla mano per simulare la vagina lubrificata ed e' molto piu' eccitante della
mano asciutta, ragione per la quale non si ricorre a questo accorgimento fin dal principio. Continueranno con la
mano lubrificata finche' lui avra' resistito fino alla quarta sensazione premonitoria in quattro occasioni.

Coito stop-start:
Dopo che sarete riusciti a controllare l'orgasmo con la masturbazione da parte di lei, e' il momento di provare a
impiegare questa tecnica durante il rapporto vaginale. Quando lui e' in erezione e lei e' ben lubrificata, la donna
gli si mette a cavalcioni (posizione con la donna sopra) e si fa penetrare. Lui le posa le mani sui fianchi e guida i
suoi movimenti per farla fermare in tempo. Di nuovo si richiede che attenda tre segnali premonitori e che
eiaculi la quarta volta.
Questa posizione si usa perche' da' alla donna un controllo eccellente dei propri movimenti.
Dopo tre o quattro sessioni positive di questa posizione, si puo' passare alla posizione laterale, a faccia a faccia.

Continuano cosi' finche' non ottengono risultati soddisfacenti, quindi passano alla posizione del missionario.
Nel corso di tutti questi esercizi, che possono a volte sembrare lunghi e interminabile, ma che non dovrebbero
essere lasciati a meta' volontariamente, l'uomo impara a controllare l'eiaculazione per un tempo quasi
indeterminato, sebbene non sia raccomandabile o sempre desiderabile. L'uomo ritrova fiducia e nei mesi che
seguono impara a fermarsi e ripartire in maniera cosi' fluida che le sue prestazioni appaiono a tutti gli effetti
come prolungate azioni ininterrotte.

Tempi:

Dovrebbe ottenere un buon controllo in un periodo variabile da


qualche settimana a un paio di mesi e un controllo eccellente entro
sei mesi dopo il primo esercizio.
Una volta la settimana, dopo che la coppia e' passata a includere il coito
nei suoi rapporti sessuali, e' bene che riprovi la stimolazione manuale stop-
start.
Durante questo periodo lei non deve mai ricorrere alla stimolazione orale
(troppo scatenante).

Un altro adattamento e' necessario nel caso in cui l'uomo non abbia una
partner fissa: nel quadro della stessa serie di esercizi, cominciando con la
mano asciutta e passando a suo tempo all'impiego di un lubrificante, puo'
compiere da se' quello di cui solitamente nella coppia viene incaricata la
donna. Non e' l'ideale, ma in questo modo un uomo puo' comunque
imparare a ottenere un buon controllo da utilizzare in seguito in un
rapporta sessuale.

Altro metodo
Originariamente, il metodo ideato da Masters e Johnson prevedeva che la
donna non smettesse di accarezzare il pene, ma che lo stringesse
saldamente subito sotto il glande. Funzionava, ma spesso le donne ne
erano intimidite per paura di far del male e a volte facevano male davvero.