Sei sulla pagina 1di 1
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO. estratto da pag. 18 RISPONDE E SE BASSOLINO RINUNCIASSE Marco Domarca ~ ALLA CANDIDATURA EUROPEA? Y Da «La Stampa» cali, Comune di Napoli e Regione (domenica 27 luglio) (...) «Possibile che il nuovo partito (Democratico) non senta anche sulla propria pelle il bruciore della questione morale? O basta a consolario il fatto che i partiti di centrodestra abbiano ancora pitt inquisiti econdannati? E mai possibile che, anziché prendere solennemente le distanze dalle molte storie di cattiva politica che coinvolgono il Pd, si stia discutendo se salvare Bassolino dai suoi guai giudiziari con un seggio al Parlamento europeo? Possibile che non ci si renda conto che la magistratura tende a esondare dai suoi limiti anche perché ta politica non fa nulla per autocorreggersi?» (...) Luca Ricolfi ungue é di questo che il Parti- to democratico si sta occu- pando nazionalmente? Di come e se salvare Bassolino dalla vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto? Confesso di essere rimasto spiaz- zato, domenica, nel leggero l'edi- toriale di Luca Ricolfi su La Stam- pa. Pensavo che il caso-Bassolino, peraltro lasciato irrisolto da Vel- troni, fosse ormai depennato dal- Yagenda «democratica». E invece no. Ricolfié solitamente ben infor- mato sulle vicende interne del Pd, nella sua Torino avra certamente raccolto indiscrezioni di prima mano, eallora conviene dargli cre- dito. Cid vuol dire che tra Napoli e Roma é in corso una contrattazio- ne, Cosa chiedono i vertici nazio- nali a Bassolino in cambio della candidatura di salvataggio alle prossime europe? E cosa é dispo- sto a cedere il governatore? Ditfici- Te escludere che oggetto della con- trattazione siano Ie istituzioni lo- Campania in primo luogo. E diffi- cile é, a questo punto, trattenere il disagio di fronte ad un simile ne- goziato. Come molti lettori, gia immagino il tira e molla, le telefo- nate concitate, le pressioni e le re- sistenze degli alleati e degli avver- sari interni. Meglio non pensarci. A questo punto mi chiedo perd se non convenga a tutti, anche allo stesso Bassolino, anticipare la di- scussione sulla sua candidatura rendendola quanto pit trasparen- te possibile. Emi chiedo anche se, proprio per evitare sospetti e illa- zioni, non valga la pena valutare Vipotesi di una non-candidatura. Del resto, Bassolino non si & di- messo quando avrebbe dovuto, cio® nel pieno dell’emergenza ri- fiuti, A maggior ragione ora po- trebbe annunciare di fare fare a meno di qualsiasi scialuppa di sal- vataggio per restare al suo posto fino alla fine del suo mandato. Sa- ranno poi le prossime elezioni re- gionali l'occasione per un bilan- cio definitivo di questi ultimi an- ni, ritaglio stampa ad uso esclusivo del cliente, non riproducibile