Sei sulla pagina 1di 7

ESERCIZI TIPO CHIMICA ANALITICA

1) Descrivete in che modo preparereste 7.00L di acido nitrico (HNO3 PM=63.02 g/mol) 0.500 M da una
soluzione concentrata che ha una densità di 1.410 g/ml ed è al 70% di HNO3 (w/w). Calcolate inoltre la
concentrazione normale di HNO3 0.500M.

2) La solubilità molare di Ag2C2O4 è: s = 2.06 10-4 M, calcolare la solubilità dello stesso sale in una
soluzione 0.0400 M di K2C2O4.

3) Quante sono le cifre significative di ciascuno dei seguenti dati: a) 32.01 10-5; b) 5070.02; c)
30,40 103; d) 0.000448; e) 3460000,0.
Sommare il dato b) ed il dato c) ed esprimere il risultato con il numero corretto di cifre significative.
Moltiplicare il dato a) ed il dato e) ed esprimere il risultato con il numero corretto di cifre
significative.

4) Stimare la deviazione standard assoluta e il coefficiente di variazione per il risultato dei seguenti
calcoli. Arrotondare i risultati in modo che contengano solo le cifre significative. I numeri in parentesi
sono le deviazioni standard assolute:

y = 3970 (± 0.001) / 37 (±3) =


y = 7.75 (± 0.03) + 0.943 (± 0.001) + 0.046 (± 0.001) =

Effettuare la seguente somma algebrica riportando il risultato con le cifre significative corrette:
y = 6.1 10-4 + 3.277 10-3 =

5) Considerare il seguente set di misure:


13.16; 13.99; 13.21; 13.72; 13.80.
• Applicare il test Q per determinare se i risultati sospetti debbano essere presi in considerazione o
scartati al livello di fiducia del 95%.
• Applicare anche il test 4d.
• Dopo avere, eventualmente, scartato il dato anomalo (considerare il risultato del Q-test),
calcolare:
• la deviazione standard; , la varianza, il coefficiente di variazione, la mediana, il range;
• i limiti di fiducia al 95%;
• i limiti di fiducia al 99% sapendo che s→ σ .

6) 50 mL di una soluzione di acido benzoico (C6H5COOH ka=6.30 10-5) 0.3500 M vengono titolati con NaOH
0.5000 M. Specificare il pH:

• Iniziale
• Aggiungendo 10 ml di NaOH
• Aggiungendo 20 ml di NaOH
• All’equivalenza
• Aggiungendo 50 ml di NaOH
• Aggiungendo 75 ml di NaOH
Costruire la curva di titolazione. Quale indicatore utilizzereste (vedi tabella allegata).
7) Calcolare quanti ml di acido acetico 8M occorrono per preparare 1.00 l di soluzione avente pH =
3.07. (Ka CH3COOH = 1.76 10-5).

8) Ad una soluzione 3.6 10-1 M di acido acetico CH3COOH (ka=1.76 10-5) viene aggiunta una
goccia di blu di bromofenolo (Kind = 7.9 10-5). Sapendo che la forma acida dell’indicatore è di
colore giallo mentre la forma basica è di colore blu, calcolare il rapporto [Ind-]/[HInd] e dire quale
colore assume la soluzione.
(n.b. la quantità di indicatore aggiunta alla soluzione provoca una variazione di pH trascurabile).

xx) Un campione di 16.24 ml di aceto di densità 1.060 g/ml richiede 48.24 ml di Ca(OH)2 0.3564 N
per la titolazione. Qual è la percentuale (p/p) di acido acetico (PM = 60.05) nell’aceto?

xx) Calcolare il pH di una soluzione 8.58 10-7 M di HNO3. Dimostrare la formula utilizzata per la
risoluzione dell’esercizio.

9) Si consideri la titolazione di 50.0 ml di una miscela di HCl 0.100 M e CH3COOH 0.100 M (Ka =
1,75 10-5) con NaOH 0.100 M. Determinare il pH:

• Iniziale
• 2,00 ml prima del primo punto di equivalenza
• Al primo punto di equivalenza
• 1,00 ml dopo il primo punto di equivalenza
• 1,00 ml prima del secondo punto di equivalenza
• Al secondo punto di equivalenza
• 1,00 ml dopo il secondo punto di equivalenza
Costruire la curva di titolazione. I due acidi sono titolabili singolarmente?
In ogni caso, quale indicatore utilizzereste per evidenziare i due punti di equivalenza? (vedi tabella
allegata).

10) Calcolare il pH di una soluzione acquosa 0.25 M di H2CO3


(ka1=4.2 10-7; ka2= 4.8 10-11). L’acido è titolato con NaOH. Specificare il pH al primo punto di
equivalenza.

11) 20,0 mL di una soluzione di idrogeno carbonato di sodio (ka1=4.45 10-7, ka2=4.69 10-11) 0.200 M
vengono titolati con HCl 0.100 M. Specificare il pH:

• Iniziale
• Aggiungendo 16,00 ml di HCl
• 1.00 ml prima del punto di equivalenza
• Al punto di equivalenza
• 1.00 ml dopo il punto di equivalenza
• Aggiungendo 46,0 ml di HCl

Costruire la curva di titolazione. Quale indicatore utilizzereste per evidenziare il punto di equivalenza?
(vedi tabella allegata).

12) 20,0 mL di una soluzione di acido diprotico (ka1=3.48 10-4, ka2=1,58 10-7) 0.200 M vengono titolati
con NaOH 0.100 M. Specificare il pH:

• Iniziale
• 1,00 ml prima del primo punto di equivalenza
• Al primo punto di equivalenza
• 1,00 ml dopo il primo punto di equivalenza
• 1,00 ml prima del secondo punto di equivalenza
• Al secondo punto di equivalenza
• 1,00 ml dopo il secondo punto di equivalenza
Costruire la curva di titolazione. I due p.e. sono titolabili distintamente?
In ogni caso, quale indicatore utilizzereste per evidenziare i due punti di equivalenza? (vedi tabella
allegata).

13) Un campione di 0.6128 g di farina è stato analizzato col metodo di Kjeldahl. L’ammoniaca
formata è distillata in 25.00 ml di HCl 0.04477 M. L’eccesso di HCl è stato retrotitolato con 3.54
ml di NaOH 0.04012 M. Calcolate la percentuale di proteine nella farina sapendo che il fattore di
conversione azoto-proteina per i cereali è 5,70. (PA azoto = 14.007)

14) Quanti grammi di Fe2O3 si possono ottenere da 3,51 g di Fe3O4?


Qual è il fattore gravimetrico riferito al ferro?

2 Fe3O4 + ½ O2 = 3 Fe2O3

PM (Fe3O4) = 231,5; PM (Fe2O3) = 159,7; PA (Fe) = 55,85.

xx) Il fosforo di un campione da 0.3247 g è stato precipitato come (NH4)3PO4 12MoO3 (PM 1876)
scarsamente solubile. Questo precipitato è stato filtrato, lavato e poi ridisciolto in acido. Trattando la
soluzione risultante con un eccesso di Pb2+ si è avuta la formazione di 0.2752 g di PbMoO4 (PM
366.94). Esprimere i risultati di questa analisi in termini di percentuale di P2O5 (PM 141.945).

15) Una soluzione di nitrato d’argento contiene 16.88 g di AgNO3 standard primario in 1.00 l.
Quale volume di questa soluzione sarà necessario per reagire con
• 0.3457 g di NaCl?
• 0.06587 g di Na2CrO4 ?
(PF AgNO3 = 169.873; PF NaCl = 143.321; PF = Na2CrO4 = 161.98)

16) Calcolare la concentrazione dello ione Ag+ dopo l’aggiunta di 5.00 ml di AgNO3 0.050 M a 50
ml di KBr 0.040 M (Kps AgBr = 5 10-13).

17) Una miscela di 1,4728 g composta esclusivamente da NaCl (PM=58,45) e KCl (PM=74,55), è
sciolta in 200 ml di acqua e titolata con 24,5 ml di una soluzione di AgNO3 0,941 N. Stabilire in che
percentuale i due cloruri si trovano in miscela.

18) 24.0 mL di una soluzione di bromuro di calcio 0.120 M vengono titolati con AgNO3 0.120 M.
Costruire la curva di titolazione (Kps = 3.3 10-13). In particolare, trovare i punti:
• Iniziale
• Aggiungendo 8.00 ml di AgNO3
• 1.00 ml prima del punto di equivalenza
• All’equivalenza
• 1.00 ml dopo il punto di equivalenza
• Aggiungendo 50.0 ml di AgNO3

19) 24.0 mL di una soluzione di calcio (kst=5.0 1010 pH = 9, vedi tabella 14.2) 0.120 M vengono
titolati con EDTA 0.0900 M. Costruire la curva di titolazione. In particolare, trovare i punti:

• Iniziale
• Aggiungendo 10.0 ml di EDTA
• All’equivalenza
• Aggiungendo 40.0 ml di EDTA
• Aggiungendo 44.0 ml di EDTA

20) L’analisi dell’acqua ha fornito i seguenti risultati: a) 20.00 ml sono stati titolati a pH=10 in
presenza di NET con 30.65 ml di EDTA 0.00985 M; b) altri 20.00 ml sono stati titolati a pH>12 in
presenza di calcon con 27.90 ml di EDTA 0.00985 M. Calcolare i grammi di calcio e magnesio
presenti in 1 l di acqua e la durezza dell’acqua stessa espressa in gradi francesi. (PA Ca = 40,08; PA
Mg = 24,30; PF CaCO3 = 100)

21) 15.0 ml di una soluzione contenente lo ione CN- vengono trattati con 9.60 ml di soluzione 3.0
10-2 M di Ni2+. L’eccesso di Ni2+ viene titolato con 11.5 ml di soluzione 2.37 10-2 M di EDTA.
Determinare la concentrazione di cianuro CN- nel campione.

Ni2+ + 4 CN-  [Ni(CN)4]2-


Ni2+ + EDTA  [Ni(EDTA)]2-

22) L’etichetta di una certa acqua minerale riporta i seguenti valori di sostanze disciolte in mg/l:
bicarbonati 250.0
potassio 21.0
calcio 37.1
magnesio 15.1
cloruri 298.0
Determinare la durezza dell’acqua in °F . (PA Ca = 40,08; PA Mg = 24,30; PF CaCO3 = 100; PA Cl
= 35,45)
22 bis) Quanti ml di AgNO3 0,100 M occorrono per titolare 50,0 ml dell’acqua suddetta?

23) Un campione di acqua ha una durezza di 50 °F. Quanti millilitri di una soluzione di EDTA
0,050 M vengono consumati per titolare 80,0 ml di questo campione fino al viraggio del NET?

24) Un campione del peso esatto di 0,800 g, contenente CaCl2 (PM=110,98), CaSO4 (PM=136,14) e
materiale inerte, viene opportunamente solubilizzato e portato a volume con acqua in un matraccio
da 200,0 ml si prelevano due aliquote da 100,0 ml ciascuna e si effettuano le seguenti
determinazioni:
a. Alla prima aliquota si aggiungono 50,0 ml di AgNO3 0,0500 M e si retrotitola
l’eccesso con 10,0 ml KCNS 0,1000 M
b. Sulla seconda aliquota si effettua una titolazione diretta impiegando 30,0 ml di
EDTA sodico 0,1000 M.
Calcolare la percentuale di CaCl2 e CaSO4 nel campione.

25)10ml di Fe2+ 0.300M (?? N) vengono titolati con Ce4+ 0.150M (??N) calcolare il potenziale
(E°Fe = 0.77V, E°Ce = 1,44V):
• Al punto iniziale
• Aggiungendo 10 ml di Ce4+
• Aggiungendo 15 ml di Ce4+
• Aggiungendo 20 ml di Ce4+
• Aggiungendo 25 ml di Ce4+

26) Una soluzione di acqua ossigenata (30,0 ml) viene titolata con 14,05 ml di KMnO4. Sapendo
che 1,00 ml della soluzione di permanganato ossida 0,00840 g di ferro ferroso a ferrico
(PAFe=55,85), calcolare i grammi di acqua ossigenata e i volumi di ossigeno. (PMCaCO3=100,09)

27) Sono stati necessari 35 ml di soluzione di KMnO4 per titolare una soluzione contenente 0.14 g
di Na2C2O4 (PM = 134 g/mol). Calcolare la molarità e la normalità della soluzione di KMnO4.
La reazione di ossido-riduzione è la seguente (non bilanciata!!!)
… MnO4- + … H2C2O4 + … H+  …. CO2 + …. Mn2+ + … H2O

28) L’acido ascorbico (vitamina C) (PM = 176.126 g/mol) reagisce con I3- nel modo seguente:
acido ascorbico + I3-  acido diedroascorbico + 3 I- + 2 H+
Una compressa contenente acido ascorbico più eccipienti è stata macinata, quindi se ne sono
disciolti 0.4242 g in acqua; la soluzione così ottenuta è stata titolata con 31.63 ml di una soluzione
di I3- 0.03803 M.
Calcolare la % in peso di acido ascorbico nella compressa.

29) Lo iodio prodotto per aggiunta di un eccesso di KI ad una soluzione contenente 0,1923 g di
K2Cr2O7 (PM=294,2) ha richiesto una titolazione con 75,26 ml di una soluzione di Na2S2O3.
Calcolare la concentrazione normale della soluzione di tiosolfato. Scrivere le reazioni coinvolte.

xx) Una soluzione di cloroformio contiene un analita in concentrazione pari a 0.200 M. La


soluzione a 301nm presenta un’assorbanza di 0.850 in una cella da 1.00 mm. Qual è la
concentrazione dello stesso analita in una soluzione che mostra alla stessa lunghezza d’onda
un’assorbanza pari a 1.250 in una cella da 1.00 cm?

30) Una soluzione di benzene contiene due analiti: il primo mostra a 301nm un caratteristico
assorbimento con ε1 = 1.1 104; il secondo ha una concentrazione 6.70 10-6M e mostra a 301nm un
caratteristico assorbimento con ε2 = 1.6 103. La soluzione presenta un’assorbanza di 0.850 in una
cella da 1.00 cm, qual è la concentrazione del primo analita?

31) In una determinazione spettrofotometrica di un certo analita si ottiene una retta di calibratura
(assorbanza in funzione della concentrazione) con i seguenti parametri: coefficiente angolare a=8.0,
intercetta b=0.4. Misurando l’assorbanza di un campione a concentrazione incognita dello stesso
analita si ottiene A=2.0. Calcolare la concentrazione dell’analita nella soluzione a titolo incognito.
32) Calcolare la percentuale di un composto farmaceutico con PM = 708 in un campione impuro
che alla concentrazione di 6,2 mg/mL presenta a 303 nm un’assorbanza di 0,61 per una cella da
1.00 cm. (ε = 8,3 104 L cm-1 mol-1).

xx) Un cromatogramma di una miscela delle specie A e B ha dato i seguenti dati:


tM: 1.1 min
(tR)A = 5.6 min; WA = 0.38 min
(tR)B = 12.3 min; WB = 1.02 min
tM = tempo morto; (tR)i = tempo di ritenzione; Wi = larghezza picco alla base.
Calcolare: a) il fattore di capacità per i componenti A e B: b) il fattore di selettività; c) il numero di
piatti teorici rispetto al componente B; d) la risoluzione della colonna.

33) Quale dei seguenti acidi: H2SO4, HCl, HNO3 può essere usato (a) nelle titolazioni
permanganometriche; (b) nelle titolazioni cerimetriche. Perché?

34) Lo studente descriva i principi basilari della tecnica cromatografia ad esclusione molecolare.

35) Descrivere la determinazione quantitativa del diclorofeniltricloroetano (DDT).

36) a) Descrivere la procedura per la determinazione del C.O.D. Quali reazioni sono coinvolte?
b) Descrivere la procedura per la determinazione del B.O.D. Quali reazioni sono coinvolte?