Sei sulla pagina 1di 2

Nato nell'aprile del 1922 dall'enorme capacità creativa di Mikao Usui, il metodo Reiki ha trovato

vasta e capillare diffusione nel mondo dal 1988. Oggi tra i vari metodi di guarigione naturale è il
più noto e divulgato, in quanto è semplice, rapido, e dai sorprendenti risultati a vari livelli.Fino alla
fine degli anni '90 di Mikao Usui si conosceva molto poco e quel poco consisteva in una sorta di
leggenda trasmessa da maestro ad allievo a livello orale, a partire dalla signora Hawajo
Takata.Frank Arjava Petter è un insegnante di Reiki tedesco che ha vissuto per sette anni a Sapporo,
in Giappone (dal 1993 al 2000) in Giappone, e che dedicandosi alla ricerca della verità storica
intorno alla figura di Usui ha rinvenuto la tomba del Maestro Usui stesso e una copia della dispensa
didattica che egli era solito dare agli studenti dei suoi seminari di Reiki. Si tratta in sostanza del
Manuale Reiki Originale del dr. Mikao Usui.Grazie a quel ritrovamento, per la prima volta, gli
operatori Reiki sparsi per il mondo possono avere accesso alla vera storia del Reiki e del suo
creatore e poosono usufruire di validissimo materiale scritto originale per rendere più completo e
pertinente il proprio lavoro energetico attraverso il metodo Reiki.Dario Canil e Frank Arjava Petter
illustrano le nuove scoperte dell'insegnante tedesco nel libro La Vera Storia del Reiki, 1999,
Edizioni Gb, Padova. In uno dei 4 cimiteri Saihoji, a Tokyo, c'è la tomba di Mikao Usui e, accanto
ad essa, è stata eretta una lapide (Usui Memorial) in pietra naturale incisa con ideogrammi (Kanji)
di giapponese antico per onorare nel tempo la storia di Mikao Usui. LA VERA STORIA DEL
DOTTOR MIKAO USUIIn Giappone, nella prefettura di Gifu, il villaggio di Taniai (oggi
conosciuto come Miyama Cho) ha visto nascere Mikao Usui il 15 agosto del 1865.Suo Padre si
chiamava Uzaemon Usui e sua madre Kawaii. Creativo e dotato di vari talenti, il giovane Mikao si
interessò di molte cose e imparò diverse arti. Cresciuto ebbe la possibilità, a scopo didattico, di
visitare alcuni Paesi occidentali e la anche la Cina. La sua famiglia era impegnata religiosamente
nel buddhismo Tendai ed egli, onorando la tradizione, da bambino studiò proprio in un monastero
Tendai (era davvero improbabile ritenere che egli fosse cristiano come la leggenda della Takata ci
ha voluto far credere!)Sin da piccolo (aveva appena dodici anni) si scoprì assai appassionato delle
diverse arti marziali diventandone rapidamente egli stesso esperto praticante. In particolare si
dedico al Kiko, una variante del più noto Qi Gong. Era amico di Morihei Ueshiba, (il Maestro che
ha creato il sistema noto come Aikido), conosceva Gichin Funakoshi (padre del moderno Karate) e
Gigoro Kano (padre dello Judo).Mikao Usui ebbe successo e fu molto rispettato negli affari affari.
Per un periodo venne assunto come consulente speciale da un potente personaggio politico
dell'epoca, Shinpei Goto; questo gli diede la possibilità di viaggiare molto e di conoscere diversi usi
e costumi in Giappone, ma anche all'estero. Ne guadagnò sia la sua cultura che la sua esperienza e
nel contempo fama e rispetto. La sua vasta cultura lo portò a ricevere l'onorifico titolo di "dottore".
Usui aveva ottime cognizioni di medicina e di pratiche tradizionali di guarigione, si dilettava di
filosofia e psicologia, era amante della lettura e spesso si cimentava nella poesia. La famiglia ...
Mostra tuttodi Mikao Usui era formata da sua moglie Sadako Suzuki, dalla figlia Toshiko e dal
figlio Fuji, il quale diresse l’attività commerciale della famiglia dopo la rinuncia di Mikao e fu un
anche docente presso l'Università di Tokyo.Di indole cordiale e affabile, Mikao Usui manifestava
anche i caratteri della semplicità e dell'umiltà, ma in caso di bisogno sapeva sfoggiare grinta e
temperamento marziale, sia sul piano del carattere sia sul piano del fisico, che era robusto e
sano.Uomo riflessivo, sensibile, vigile e presente a se stesso Usui poteva essere definito come
anima assai virtuosa. Queste doti e un'intera vita dedita allo studio dell'essere umano lo portarono a
sviluppare quell'arte che un giorno sarebbe diventata famosa in tutto il mondo prendendo il nome
Reiki.Ben lungi dall'essere utile solo per la guarigione, il suo originale metodo Reiki mirava al
rafforzamento del senso della presenza, della consapevolezza, del riconoscimento della natura
spirituale dell'uomo. Per Usui l'armonia, l'equilibrio, la disciplina interiore favorite dal Reiki, così
come il contatto con i propri talenti naturali e il benessere psico-fisico avevano lo scopo spirituale di
avvicinare l'uomo alla sua autorealizzazione.Dopo essere stato un monaco viandante Unsui
dell'ordine di Mikkyo, nel 1914 Mikao Usui diventò un monaco laico Tendai (definito Zaike);
questo gli consentì di vivere nella sua casa in stretto contatto con la famiglia.Un giorno volle
sperimentare un ritiro spirituale prolungato in cui poter digiunare e meditare: scelse il sacro monte
Kurama per questo e dopo 21 giorni, percepì nettamente in sé la presenza dell'Energia Universale e
la possibilità di poterla ritrasmetere. Nacque così il Metodo Reiki che Mikao Usui sperimentò
dapprima su se stesso e poi su amici e familiari. Avendo trovato in esso grande riscontro sia in
termini di accelerazione della guarigione di moltissimi disturbi e avendone riscontrato l'enorme
valenza spirituale, volle renderlo accessibile e diffonderlo al pubblico.Nel 1922 a Harajuku,
Aoyama, Tokyo, Mikao Usui aprì a questo scopo una clinica in cui condusse insieme a dei
collaboratori molte sessioni di guarigione e tenne seminari per l'apprendimento dei vari livelli in cui
aveva suddiviso didatticamente il Metodo Reiki. Ad aprile del 1922 diede vita all'Organizzazione
del Metodo Reiki di Usui chiamato Usui Reiki Ryoho Gakkai di cui fu anche il primo
presidente.Molti furono coloro che vollero sottoporsi ai suoi trattamenti e, compiendo anche lunghi
viaggi, erano disposti ad aspettare parecchio tempo il loro turno per poter beneficiare dell'Energia
Reiki.Il terribile terremoto di Kanto del settembre 1923 portò grande devastazione nella città di
Tokyo. Ci furono moltissime vittime e ancora più feriti. Il dr. Usui e i suoi collaboratori, si fecero
coraggio e cominciarono a curare moltissime persone, sia nella sua clinica sia in molti altri luoghi di
Tokyo. Quando nel febbraio del 1925 la clinica di Usui divenne troppo piccola egli si trasferì fuori
città, a Nakano, dove realizzò una clinica più capiente.Mikao Usui diventò rapidamente noto e
ricevette inviti da numerose città del Giappone. Per i suoi indubbi meriti il governo gli conferì la
rara onorificenza Kun San To.Mentre si trovava a Fukuyama Mikao Usui si ammalò (ebbe il suo
terzo ictus) e, il 9 marzo del 1926, morì ad appena 61 anni.
Di: Michele Gramazio
Inizio modulo
€,´,€,´,水,? ,? 6ad22382e6f514 P2cRy {

18 ore fa
1




{

Fine modulo


Teresa Calabrese Laura Conticelli eruè??? Per appoggiarsi nelle ore di lezione soprattutto in quelle di FILOSOFIA E PSICOLOGIA!!!! Cm s

Interessi correlati