Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 10 SETTEMBRE 2010, N. 33471

Motivi della decisione


(...) ricorre avverso la sentenza, in data 3 luglio 2009, della Corte d’appello di ........., con cui è stato
condannato per il reato di truffa, e chiedendone l’annullamento, deduce:
a) Erronea applicazione della legge penale ex art. 606 lett. b) in relazione all’art. 337 c.p.p.
il ricorrente lamenta che l’azione penale erroneamente non è stata dichiarata improcedibile per
difetto di querela, in quanto la stessa, come atto di straordinaria amministrazione doveva essere
sottoscritta congiuntamente da entrambi i soci della società.
Osserva il collegio che il ricorso è manifestamente infondato. Il collegio condivide il principio, già
affermato in sede di legittimità, in base al quale in tema di formalità della querela, il socio di una
società in nome collettivo adempie all’onere di indicazione della fonte dei poteri di rappresentanza
della società con la mera indicazione della qualità di socio, perché è principio generale che la
società in nome collettivo sta in giudizio per mezzo dei soci che ne hanno la rappresentanza (in
questo senso deve considerarsi implicito il riferimento al combinato disposto degli artt. 2257, 2266
e 2293 c.c. quale fonte del potere rappresentativo) e detta rappresentanza, pertanto spetta
disgiuntamente a ciascuno degli stessi soci per tutti gli atti che rientrano nell’oggetto sociale (v.
Cass. sez. II, 10 novembre 2006, 38769, CED 215379; v. anche Cass., n. 54446/1995, CED 201327,
anche perché una eventuale limitazione deve trovare espressa indicazione nell’atto costitutivo,
circostanza che non è emersa nel caso di specie. ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-10-SETTEMBRE-
20102c-N-33471.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

Potrebbero piacerti anche