P. 1
Vespa - Manuale D'Uso E Manutenzione Px125-150-200-E

Vespa - Manuale D'Uso E Manutenzione Px125-150-200-E

|Views: 410|Likes:
Published by michys4r

More info:

Published by: michys4r on Oct 21, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/29/2013

pdf

text

original

Presentazione

UI Piaggio des/dera rlngra.ziatLa per aver ecetto una Vespa "mJo'va linea", Mtra oe'rt,Elzza cne t'{l/eveiCQJo sara dj suo pilano gradimento.

In esse sono state trasfusesQluzJo,ni di grande suacesso . chesono cia' sempr« patrimoniQ della Piaggio: carrozzene oottente, trasmissione diretts, tuote int,ercambiab.iN.

So/uzionicne resteno net gusoio oi sccteto deila \f';aspa,. Ed in p7u eerte,zionamenU funllona'/I che tenno delia Vespa un vet/colo tecnofogicamenfe ,SlIanzato nella sicunaz« attiva.,

N nuevo rjisegno deUa carrozz9riae !a eura (lei pfirticoJari rendono ta' V:e~ :2

sPa pi'; aggress/va e Ie conteriscono una piacevole nota di elegaoza.

La nuova s'ospensi,oni permettono una guida phi affidatJile, sleaM, conforte vole.

La teuur« ,a; questa pabbJicazirme', nella Quale sono rlportatfJ ie semptto! norme per I'uso e fa menutenztone del vetooto, Le permetteradi me,gJio conoS'cara /a Su,a Vesp,a "fjIJova Iinee" e dj userie nella manienl (,;riu appropriata,.

Indice degl'.iargomel'llti

Descrtzlone del velcolo .. , .. Pag'. 5

Prestazioni-c3'raUeristiche ,,11

iDati rnatrlcolarl " 14

Norrne per l'uso , .......•.. » 1:5

Presstona pneumatlcl ....15

A.ifornimento rnlscela , '» 15

Rodag'gio ,j 1~6

trnplanto eileUrico »2'~-27

Avvlarnante ......• ", ,.,',.» 26,

Cambio rnarce >.> 28

Arresto raotcre ' ......•.. '> 28;

lManutenzione' , >' 31)

Sostituzlone olio ...••. , ...•.... " 34

Carnolo ruota . ' ' , "

Fasatura , , IJ

Regolaziol1e proiettore »

ManutenZI0l18 periodica "

Lunga i nattivita »

Pulizia del veicolo Pa:g. 45

Tabella per I.alub'rl'ficazionee

marnrtenalone pertodlca ..•.• » 46

Ve-iooli con mlecelatore

automatico ....•.............. » 50

Ricefcagu8s,tj '.' " 52

A:vvertenza sullenorm'E! dl "Usc e M·aJlflut:enzlo:lfleH

Nellie. pag:ilie eNs seguono €I fatto rliferime'-l1I tci alla Vespa PX125.E sia nelle r10rM80he nelle ifigure,

36 Quando nelle descrlzlonl non v.i e attra 38

prectsazlcne, Ie norma valgona arrchs

40 per ra Vespa PX150E e PX.200E;. ill 43'ca50 contrarie sene aggiunte desert- 44 zion! specltlche,

3

II modallo iUustra.to'lleM sostnrtte nel!:e wHslonl PX1:25tE, PX150E lllPX200E 4

1

Motors

II metore (ved. earatteristtche ,8, pag. 119 sezlorie ~ig. a pag. 91)t 'e lncernlerato, a mezzo del bracero del sernlearter lato Irlzione, ·elasfioamente al talala del velcoro,

La. IFIJota posteriors (motrlce] e applicate all'estremit~. dell'albero dl usclta del cambia,

Lubrl~lca'zlo:l'Ie .)

Lubriflcazi,one de,1 rnctore (plstone, clllndro, albero motors, cuaclnetto di banco I,ata iJolan0) esegulita dall'ollo della rnlscela

A!llmentazlone .}

A gravita:, ,eon misoala belilziina-ollo (fig: a pag, 31) .. Carbutr,a[ore con "cas-

setto" parztallazatore dlell'aria carburatao Presad'aria all'il1terno deMa carrezzerla,

.) :Serbat,ol:o mlscel,a di capactta ~B It [cornpresa ta rise-Pia di "":2.1 I:t.) COI'1 rublnetto a 2 poslzlonl {c!l1luso, arper<.. ~o). Comandogas a manepota (Ialo dastre del msnubrle).

A,ccens'iol1l.e

Real'izz,ata per mezzo dl UI1 dlspotlvo elettronlco, de~ tlpo a seartca capacltlva, con boblna A.T. incorporate, alirnentete dlreteamente dal votano altsrnatore ..

.) Per I veicoil do/afl fa rlohlt'sla) dJ mis(lel~fO' rs automalic'Q ved. Ie parlico/fJrita sp,eOlfighe da psg .. 50 /J psg. 51.

5

Avviamenlo

A pedate (Iato destro del velcolo) op[pure tramite motorino elettrtco 00- mandate da apposlto pulsante (late destro del manubrto).

Raffreddamento

lReall~zzato da un ventjlators centrtfugo.

Friz:ione

A disehi rnultipll.

Comando a mezzo leva sull'estremlta slnlstra del manubria e trasmlsslone '~llessilblle registrabi~e.

6

~a ruota dlscorta (a(;c'essorlio) munlta, nella parte interlore, di una proteztone ~1"11 plasttca e alloggiata sotto II cotano sinistro mediante 3 f1..ssaggi (ved, per 10 smontaggio, la fig. a paq. 36).

Freni

A.d espanelene. con trasmlsalcne ;fle5- slblle e reqlstrabne,

- Ant,er~jo'rea:z.ionato a mana (leva sull'estrernlta destra del manubria).

~ Posterlore azlcnatc COil pedals situato sulla pedana (lata destro del vetcolo).

Atlrez:zi di co,rredo

Chisvi: Una chleve a. tuba con apertu- 8

CambIa

A 4 vslocita con ingranaggi sempre in presa,

Comando a mencpoia .gire·vole abblnato atla leva dellafriz.lone, (stnlstra del marrubrio]: per i rappcrf di traamtsslone rnotore-ruota ved. peg. B.

Ma:rmiUa di seance

Inel: tlpo cornbtnato ad eapanslone ed assorblrnentc.

Manubil'io

Fuso in lega leggera. a comandl internl, can faro 121 '130. E predisposto per una pronta apptlcaztone dl un parabrezza (aceessono). Tachtmetro-contacrutornetrl C(}f) segnaiatore livelJo carburante e spie lurnlnosa di funzionarnento luci, indicatori di dlrezlone e di rlserva earburanteo

Telaio

Carro:zzerila portante a guscio in 180- miera di acetate starnpata a forma aperta IS carenata. Sui Jato interne del~Io scudo e fissato un bauletto porta oggeni con portello ad aperture 00- mandata da appoeito pulsante.

S'terz,o e sos.pensio:ni

Tuba stsrzo tulcratn sul mczzetto perta-ruota a nterlore: sospensio nl antertore e posterlore a. rnolla elicoidale ed amrnortlzzatorl idraulici a doppio etfetto.

Sella

Biposto dl tipo ribaltabile con comando a putsante ..

AntlfurtQ

A ch+ave sullo stereo, cornprendente un ercccaeterzo meccanico ad eccentrice e un i nterruttore elettrloo che Interrornpe il clreulto dett'accenslone del motors (ved. pagl. 181.

R'II!JQle

lntercarnbtablll, aventl cerenl da 2. iO" stampetl in lamlera di acclaio, sui quati sana rnontatl pneumatlol del tlpo 3.S0X10"'.

7

re mm.13,21; una leva per chiave a tuba. DUB chiavil platte - doppie con aperture 7-8 e 8.-11 mrn.

Un Icacciaiite.

Gli attrezzl di corredo sono contsnutl in una busta slstemata, unltamente al presents libretto. all'lnterno del bauletto alfl;teriore porta oggetti.

Se,zl·OI·l'€l de'l metere

1. G !UIl"," 1I'~pu ral:Oie c.illO~ratoI6 .. 2. Pi,slone' - 3. "'Ibmo m010 '6 ·4. Fr"lone - 5. Albe." porta rn~ ra n a ~g 1 Co~ Ing'''n~~9; del ~ambi·o· s, Di.p".ili,,, <I'innos,,, maeeu- 7, ""Ia·

Acc'essori

I~I veicoto puo essere dotato di utlll accesscri, qual! Is ruota d~ scorta, 11 pa~ rabrezza, ecc,

Per la loro appncaz.ione rivolgel'"siai Concessionerl PIAGGIO.

no magnole· 8. Lelia aw!~",e~to -,'9; Ilra~cio d~' 5~",lc~'le. lalO rriz!~M ~Incern larM" .,'1 I·~t.jo·)

9

Pr'estazlon ii~caraUelrisUche

!!"I!HalliliHiiilfl!! com,HIt;:!1 e !tOl!lml$$iQf!1

I. Oom~ndo ri'ZiO~~ 11~'!,a:1 ~'~~m'bto If"l\~O~Q'I"] • ~ CQm.· m~talO'~ l~m~8gg1aw'1· 3.. Oommutlllcm luc] - 4.l~I''' r,,,.. no an I",i~ Fa 5. OCili;j~<lc g~~ - 6. P~~~MI.e .wl~:mcnlo 'SOlO Modell "E;JQ.tarl"l ,. 7. CommUl81oro a ~ihi~v. - O. C~ppl'l.en" anle.I"'e - 9. Pe<lale lreno posle,lora· '10, L~.~ ~'''am.n:lo - 11. R;eIlJ$lr8zl~n .. comando carnble ·12,00~· pI Ire no Po~18ri<>r~· '13. Fri.,.,!!.·, ~4. OO~~i.IO'!l~ <f~j)~i1I' ......... -"'=;;:,l!~iiI1<

I .. re - 15'., Pu[."nla af"Hl~," $~II~ - ,~. Comano:!O Il1o:!icaloM H.~lIo ca,1)~,:an;l~ - 17. Ta~~ .. ·del ".,bal<lla ml.c~t" .. l:it Comandc "slnner'" • 19. l'I,i~lMan!O i1li.~j)[",

J

FUl1!zionamento c,l):nmisQela ben:zll:ll'la~ 01101 at 2% .').

Con:sumo(norme CUNA):

Vespa PXt25E = 2,2 It. ogni 100 Km Vespa PX150E = 2',211. ogni 100 Km Vespa PX200E = 3 It. oglni 100 Km

Ve'locit:iI max:

Vespa PXl2SI!;; = oltre 90 Km/h Vespa PX1S0iE = 100 Km/h.

Ves pa PX200E = 110 Km/h.

,Auto:nomi8.:

Vespa PX125E =~ 3701 Km. Vespa PX150E: =-370 Km. Vespa PX200E = ~ 260 Km.

10

.') Capacitaserbatoio (compress ri~ serva - 2.1 tt.): - It. 8.

P,o:rtata: plleta, passegqero e 10 Kg. di baga.glio.

lnterasse ruotec 12,35 mm.

Larghe,zza max. sui ma,nUllrio: 695 mm, Lunghezza max .. : 1760 mm.

Altezza max.; 1110 mrn.

Alite,zza pedana da terral 225 rnrn, Raggl'iio ,01 volta: 1650 mm.

PeSQ totale a vllI:olo: 104 Kg.

.) P!}f I v·eic(Jfi dolal! (a rlchle,sta) di mlsoetatore .wtom!iIi~(J VSQ. 1e pa,Ucglar/la speciliohe ria IJag. 50 Ii' pag. q1.

Motcm<:: rnonccillndrtco a due tempi. con dlistlrlbrlJlzion,e "IrQtante"e con tJl'e C'IJ,ndoUI di travaso,

Carb~ratore:

Vespa. PX125E t Vespa PX150E f Vespa. F"X20QI:

Dell'Orl:o 8112,0/:20 D DeH'Orto 5.1 24124 E

[Ra.pporto ciI:j eompreselcne:

Vespa PX12SE!: 1 :6,5 Vespa PX150E: 1:8 Vespa PX200E: 1 :8,8

.Alesaggio:

Vespa PX125E = 52,5 rnrn. Vespa PX150E = 57,8 mm. Vespa PX2QOE = 66,5 mm.

Ra.pporti di tra:smi$$i'one< motors ruota

PX '125 E: PX 1501 E IF'X 200 E

1:16,430 1:15,88 1[;13,42

1:10,98 1:10,46 1; 9,13

1: 7,60 1; 7,24 1: 6,3.2

1: 5,83 1: 5;39 1: 4,711

.Anticlp!!)' i:ilc'ceirlsione:

Vespa PX125E \.

Vespa IPX150E I 18"::1::1" prlmadsl !',M.s.

Vespa PX200E 23"±1 prlma del P,M-S.

C!;Jndela;

Ves:p.8J P'X125E e iPX150E: MareUi CW6N opptJre lodge 2HN; Bosctl W5A; Charnpicn LB6; AC 43F; NGK 861-16; KLQ F75,

Vespa PX.2010E:. lMatelii CW6,L oppure loage 2iHLN; Bosch W5G; Champion N4; AC 43Xl; NGK 136,1::8.

La vel. 2.a vel. 3.a vel. 4.,,81 vel,

Co,rsa,:

Vespa PX125E Vespa PX150E 'Vespa PX200E

= 57 mm,

Accensione:;

Reaiiz.zata pier mezzo di un dlspositlvo etettrontco. de,l tipo a scarica capecltlva, ICon bobina A.T. incorporate, allimentatodirettamente dal votano alternatore.

Cil i n dra ta:

Vespa PX125E = 123.,40 eml3 Vespa PX150E = 149.,56 em:! Vespa PX20ClE = 197,97 cm:! 1:,2

II slstema oHre notevotl vantaglgi. permettendo traraltro di ottenere una scintilla con valera di tenslone assai etsvato raggilliinto In tempo brevlssirno e con durata della scarlca assai ridotta rispetto a~le aceenelont tradizionall.

[)a: ICio derlva:

11) - Un tunzicnanrentc re·gola.re ancne COil caneela lrnbrattata, ~

2} - Un faoil,!:) avvial1llento a freddo,

3} ~ Un'ottlrna accenelene e cornbustlone della. rnlscela,

4) ,- Una limitata usura degli elettrodl call consegue,nte elevata durata delle eandele.

S} - L'inalterabil[ita della tasature nel tempo'. data la mancanzadei tradlzionaU dlspoeitivl sottopostt ad usura (eccentrlco, pattjno, ruttore, ecc.),

18

Dati m.altriicolarw

Le rnatricole di identlttcaztone sono costttutte da un preflaso stampigliiato sui telalo e sui motore, segruiti da un nurnero, come lndlcato nella tabella sottorjportata,

Ess'e devono essere sernpre indi'cate nelle rtchleste dil parti di rlcambio.

Veicol:o

Sigla te,laio 81gl.::1 motors i

V,espa PX 125 IE: VNX 2T V'NX 1 M

V'8spa P.X 150 IE VLX 1T VlXi M

IV'9spa PX 200 IE VSX1li VSIE 1 MI

La figura a tsto In sito lI'Iustia /01 pooiz.il;me deUa sl,ampigliatl,n<l sui !elaio: qual/a in basso fa posi· . zione del/a stampigl.ialUHI sui motO{\9.

'114

Norme per l'uso

Prima dli mettare inservlzio il velcoto V,I;! rifj ears:

1) - C he i I serbetolc rn iscela sla dtorniito,

2} - II I!iveillo dell'ollo nella scatota del carnblccsvitare il tapoc portante la dieltura "'OILlQ" Ifigl" a paq, 34) e I/erjfi~ care che il llvetto, 11 mote di'ritta,sfiori lltoro.

3)- II fu nzsonarnento del:le I uct dlel prolettore, del fanaunc postertore e degUindiicatori di direzione.

4) -II tunzlo namemo del trenlarrterlore e posterlore,

IPre'ssione pne:llImaific.i

Ruota anteriare: 1,5 atrn.:

AllJiota posterlore: 1,7S.atm. col solo pi-

lota: 3 atm. con 2 person e.. .

fiiiicmnl'me'nto mtsceta .)

Rifornire' llserbatolo con misceJa al 2% (2:0 etc. dli ollio per 1 It. di benzina tipo normals per auto), Implega:re 0110 dl buena qualll:a p,erifl:oto'l'l a 2 templl: ollio consigiiato liP DUE T.

_, Per I v(JiC(JoIi dOlati (<I ricfliGstIJ) dI miscs/alOre !!tiloma'ico v(Jd. aa {Jag. 50 a pag. 61' .

1:5

Durante I prIlTi.~ 2000 Km. non lnslstere col pie:no gas.

Dopa I prlml1 00:0 Km., sostltulre 1'0110 nel cambia (ved.fiquree norma a pag. 34) e cO:Ii1~rolla:tre ehenon sl slane allentall dedi e bullenl: particejarmente I dadil chetlssano Ie ruote,

iPe r accedere al tappa, del serbatolo ribaltare lla sella in avant! prernendo (oopo avers azioneto Ie serratura a chtave) sui pulsante dl sqanclarnsnto postertors irndicato con frecciainfig. a. lato,

16

Ri.i;J.alt(lm'ento' nUa·:

Pr{J(rfen!l II pIJlsante Indl'l;OI.!o dallff treccie In "g. soprtl' quind' rioai1affl J{fJse-lIa In a 'Ia n II.

Cornandi e disp.o,silivi di iIIumin,3Zlione e segnalazione

II vslcolo e prow is-to:

Oi un commutatore prlneipele a chlave "Ali per bloccaggli.o antifurto sterzo, di predisposlzlone allia marcia ed erresto motors lIved. per le posizioni 1<1 fig. a pag,1,6}.

Oi un commutatore '''8'', lato destro del manubrio, per accenstone luce protettore, munito dll levetta di devtazlone lucl (luce abbag.liial1te-anabbagl iante] e dl un pulsan te per awi'satore aoustlco (ved. fig. a pag. 19).

Di un commutatore "E", lata sinistro de.! manubria, per l'azlcnarnento degl1 indlcetorl di dlrezlone (ved. fig. a pag.

20). . .

Nella .fig. /n Oli!O .sonD iliur;tratl ! disposJ'llvl dl eomendo im,'laJJflti !.iul v"ir.:oio:

A = CommUfiJtoNJ prinoipal,e 8 CI1iS1I6 S = Commutator! hic/

C = Puistmte allvlsatorB ac·usrJco

E "" CommuliJtore Indlcaf.orf dJ direzione

F ::;;; S:egneia'tora funzionamenro /ndicatorleJi

direz,iorle

13' = Segna'iatof.l;' liserva club,urs'me H ;:; Imi/oatare livello c!!rburanle

I = Segnii'lato!e !UO' acc!lse

L = Segnii'latoN) luceuoba!}!lanla

Poslzlonl de; commutatort

Co,rnmll.lt:ator,e a c!hia.ve "A" (Ved. fig. a late)

Lock = Accenslone a rnassa, chtave estralblte, antiturto Iaserlto,

Off' = Accenslone a rnassa, chlave estralblte, antifurto dtstnserlto.

On = Posizione di predlsposlzlone all'avvlarnento antiturto dtslnserlto chlave non estraiblle,

A,ntifurlo serratura s,t:eno

Bloccagglo m,anuibri'Q,: ruotare ill rnanubrio a slnistra (a 'fine corea), girare la chiave lin poslzicne "Lock" (vee. 1i9· a latn] ad estrarla,

Sbloccaggio m,anublrio: introdurre ta chiave nella serratura e ruotarla in po- 18

Coml1l11utatore' Il.lIci "B" (Ved!. figl. a lato)

o = Luclspente: 1 :::; Lues di cltta, luce contechtl ornetri, luce dli posl zi 0 ne poster lore accese: 2·:::::: LUGi del prolettore, tanallno posteelore, luce contachllornetrl accese.

D = t.evstta dl osvtazlone (tuce abbag liant8,-anabbagl i ant's).

C = Pulsante avvisatcre acustlco.

P = Pulsante d'avvlamento (s,010 per i mode Iii "EI estart"),

srzione "Off"; in questa posrzrone ll manubria e sbloccato rna ill motore non pub essere avviato perche ll commutator-a "A" tunziona anchs die lnterruttore slettrtcc, co~leg,ando a rnassa iI circuito dell'accenelene.

Per avviare il motors ruotare 181 chlave del comrnutatore ln poslzlone "On" e ag'ire sui peda~e dl avviamento 0 sui pulsante "P" per i mod. "Elestart" (v,ed. a pag. 281'9 norrne di avviamento).

Alryer~e'n:za - Prima di prernere il putsante "'pi' pier i'avviamento dei mcdetll "E~estart''' e necessaria tirare la leva delta 'irizione ("G" in hg. a pag, 20) che eornanda un apposlto pulsante dl consenso avvlarnento.

La figufIJ soor« lIIu6!'fB ii' CQmffl!!lator!l lucl "B" 9 if ,oil/sam!> "p'",pel J'sliltiamemo del modem "EfeiJ!latt". La /igurs dl psg" 18 mUSlf8 1.1 commatatofif1 a ollitwe "A ",

19

Cormmutatori Ilampe,g'giatori "E" (Ve<;1. fig. a lata)

o = tnolcatotl di dlrezione spent! D = Indlcetorl accesi (lata destro) S = lndloatori accesi (Jato smtstro)

G = Leva deilia frlztonee di comando pulsarrte di ccnsenso evvlemento (soIa per ii modeilli "Elestart").

Avver1enza - Pelr l'avviamento lied. le l'1orma riportate a paq. 28. . .

20

Impiall1to elettrico

Provvlsto dlindlcatorl dil dtrezione anterlorl e postericrl a lampeggio non contemporaneo, altrrrentetl a 12V in corrente altarnata, con tensione prattcarnente costante (I'impianto e III tall fine provvisto di unsisterna elettronico di tn;)golaz:ione).

I otsposjttvl utlllzzatorl dell'impianto slettrlco sana i seguenl.li (vsd. ancne 10 schema del coflieg'amenti a p,ag. 23):

La ligura sopra ittustre il commutalofe /ampeggiatori '·E" e /a leva della trtzlon« "G'· cho comende anC'he j{ pulslJnt.e dJ COI1'SBl'lSO' otvviameoto (flO/O p,r;:r I mod'!I!1i "~/e'Staft'').

IPmiettore' anterlore di forma: clrcolare, rnunito d! lampada da 12V-25/25W labbag'liante-anabb.a.gUante) e da 1 :2V- 5W [lues di cttta].

Fal!l1alino pestertere munito oi larnpada da 12V-5W [luca d,i poslzicne e H-

turnfnazjonetarqa} eda 12V-10W (tuce stop).

Ill!I1dicatori dl dlrezione con lampade ea 12V-21W.

Avvj:sa,lore acustlco

Segn,ala:torl I ul1i1linosl sui tachl metro (lucl accese, lues abbagliante, lampeggiatori, riserva carburante) con tampaoe da 12V-1,,2W.

211

Di.sposiUvi dell'impialnto elettrlee

1. Avvlsators acustl co

2. Gruppo proiettore, call larnpada da 112V-25/25W (abbaqliante-anabbaglnB.nte) e da 12V-5W (luoe di citta).

3. lndtcetorl dii dlrezione anteriori, lampade da 12V~21W.

4. Gruppo segnalatori tumtnosl (1Iu~ ce anebbagllante, I uce ab bagl lsnte, lndlcatorl di dlrezlone e riserva carburants), tampade-da 12V-1,2W.

5. Commutators lndtcatert di direeio-

ne,

6. Commutatore luct proiettore, 7_ Cornrnutatore a chlave,

8. lnterruttora stop.

'9. Dispositivo comando lampeggia-

tori. -

22:

10. Cornando ~ndfcatme ltvello carbu-

rante.

11. Volano alternators.

112. Candela,

113. Centralina elettronlca.

114. Regolalore 12V-80W.

15. I ndioatorl dl direzione pcsterlort, tampade da 12V-21W.

1116. Fanallno posterlore, larnpada da 12V-5'W (tuce di postztone] e da 12V~10W (luce stop).

Avve·l'leltz<J Impo,rlante ~ Neg'/f eventuali intervem! till'impianlO IHettrico, aS$liCUfars.1 In modo palftlcolare del correu» c'oliegamenlO del condu.!Jori cne fanna capo alia cenua/hil'l eJi:Wron!· ca' tlspeuemio te coJoraz;oni fiporlal'e sutte (lenlr-aUna stssse.

Impianto elettrlco per modellii ·'Elestar1"

Provvlste di lindicatori dl dlrezlone anterlorl €I postenorl e dil motorino elettrice d'avvl amento.

L'Implanto elettrlco (vsd. fig. a pag. 27) e' dlspos,to per funzlonare condue diverse alimentazlonf ~ ctreuttl dell'avviarnento, deg'li lindicatori di diraziona e dell'avvlsatore acustlco sono allmentat! lin c.c, trarntte apposite batterla da 12V-7Ah; i circuiti delle lucl dal prolettore e del fanallno postertore sono allmerrtatl in c-a. a 12V. La corrente per la rlcarlca della batteria, fornlta dal volano magnete durante lIa marcia, viens regolartta. da un ,apposH,o reg'ola~ tore etettronrco. Tale reqolatore e CQstltulto dla due diverse sezlonl di rego~ lazlone, Incorporate in un unlco 100111- tenltors: 101 sezlone in e,c, (40W,e.c,)

2'"

per la reqolazlone della currents di ricarlca della batterla; Ilia sezione In c.a. (40VV' C.3.) per la regolaz~one della tensione delle lampade del proiettore e fanalino postariore, Tale regola:done consents di mlqlicrere In modo apprezzablls ~'efficienz'a delll'.im planto d'Htumlnaztone parttcolarrnente a.i bassi raqlrnl di marcia.

B,aUeria

Pell" la massa in s.erlliz:iQ e di essenzlate importanza attenersl aile istruz.ionl riporrate sui cartelllno dl cut '9 dotata ogli'ii batterla, Si ricorda in partlcolare che gl,i elernenti deille batterle "carlche sscche' devono essere rlernpitl con

actdo soltorlco, qualita per accumulatori, di pescspecttlco 1,26 (a temp, 15" C) 'fino ,Ii raggiulrngere il~ llvetlo superiore: la cartca dave essers effenuata per 15..;--20 ore con intensita pari 81 circa 1/10 delta capacita della batteria, nno ache la tanslone aobta raggliunto (8 si sla ben stabillizzata) il valora dii Volts 2,7 clrca per elernento e 181 densita dell'acloo sl aggiiri sui ve10,1'9 1,27.

Pe:r quanta, riigu311'da la manutenztone della ba,ueri,3,-almeno una volta al mese e piu trequentemente nel rnasl estivi, corttrollare II llvallo diell'elemolita nella batterie: lncaae di llvsllo basso', dopo aver svita-to i tappt di chiusura, aggillJr'lgell'e acqua disflllata 'fino a ricoprlra il bordo superlore della pia-

strs. -

ouanoo 181 banerla e completaments scarica 'fl' convenlente staccarla dial clrcuttee rtcarjcarla dall'esterno: tuttavla l'impianto dl rlcarlca ,9 in 'grado dl rlpristlnare la cariea della batterta durante lI'irnplego su strada.

lrrcaso di smontaggio della batterta asstcurarst, al rtrnontaqqlo, dell'esatto colleqamento del cavl elettrici (+ e -): l'inverslone dl tali cavl puo C81UIsare avarle aj dispositiivi dell'irnpiante ,ele't-

tricQ,' .

Avyertenz·.e

P~r ovitilfll una' possJbite ca usa dl scarica delle batl&ria nan las,clare per lungo 'Iern,po I. chla:'18 del com:linlJl:ato~9 "'A" (fig. a ,pllg, 18) In pOlrz-I'one "ON" con II motore IIpen'to, •

25

Di:sposUlvi dell'lmplanto el~enrlico

t. Avvisatme acustico.

2. Prolettore lampadeda 12V-25125W (ablbaglianl~e~anab'bagliali1lte} e da 12V-5W (luce di cttta).

3,. Lamp'eggliatori anterlorl, lampade

da 12V~21W.

4. Gruppo spie, lampade da 12Vpl ,2W.

5. Cornrnutatore lampeggiatori,

6. Ccrnmutatore lucl,

1. Pulsante consenso avvlamento,

8. Pulsante d'avvlamento.

9. Cornmutatore a chiave. 110. tnterruttoretsrmico. ~1. Fusibile da SA.

12. lnterruttore stop".

13. Mo~orino d'8ivviamento.

14. comanno indic, llvello earburante. :26

15. ieleruttore. '1B. Regolatore.

17. Batteria da 12V-7Ah. 18 .. Ce:rnUal i naelettro nlca.

19. Gande~a.

20. Volano magnete.

21, Lampeggiaitori posterlcrl.jarnpade da 12V-21W.

,22. Fanal1iino postericre, lampada da 1i2V-SW (Iuee tarqa) e da 12'V-1 OW Illuce stop}.

AvverlellZl! j,mporla!1'I!e ~ Negli eventuail in!er~ "'lintf a.li"impiarllO eletUi(;(l'.3ssl'clJral'Slln !"odo parncol~a~e detcorreito collegamsnto cf(;J' con .. auttot« c'he {anno' caPI) .t1Uil cenll":8.imaeietl.rom· ell rispetland,o Ie cotorezlon; rlportate eun« crin· !r8l.1no sleSS8.

Avv'iamef110

Eseguire le operazlorn or fig, a pag. 29. Non usars 10 starter a rnotore caldo: adavviament:o avv.enutoriportare' Is il:ev,a della starter i!r! peslzlone nOfllCllale.

AUe,nzione - Per ,effettuare l'avvlamento dei modeilli "EI!estart'· e necessarlo, prima dl aqlre sui pulsantc "F" (fig. dli pag. 29) .. tlrare la leva del~a frlzlone "G'" che agisce su IUIn apposlto putsante di consenso all'avvlamento.

Partenza

Con rnotore 31 muurno, tirare Ia Ileva della trtzlone e ruotare la manopola del camblo in postztone dl 1. velocita (Hg.. a p.ag. 29)1.. iPer avviate II veicolo,. tasclare cot) dolcezza ta ,leva dellafriZiOM e conternocranearnsnte dare 28

g.as (ruotando la manopola destra del rna n ubr! 0)1.

Cs"miblo matte

Toglfere g!IlS, t~irar,e la leva oelll8. iir,jzio' ne e ruotare ,Ie manepola del csrnbto nella peslzlone deJlla: marcia; superlors o Inferiorle (fig. a pag .. 291),

N.B .• Rl'cord[m~ Gilie quando sl d,evB tid!)rre 18 vei,ociia e opportllmn nonlndugiare n(#1 passe,1\9 alfa marc e in 'e,.io,,~

Arre:sto mot,o:r,e

Prima di tsrmare i;I rnotore, portare Is manopola del cambia in pcslzlone "folie": quindi ruotare la chiavs del commutators "A"" in posrzlone "OFF" arresto motcra (ved. fi'9 .. <1) pag. 18} chlsve estraibiile. .

O·I!,elFl~[grl.! pll!lr" a~'!I:1;l!Ir-e I. met,,,

"'= A~"lre II' ru binetto • ~, I'()'re II ca"'~1 ~ In -r~II~' • c: TI","o 18, lava eC'mand'o "~lRrlel· 10 IlWlor,a rr~ddD) • D; T$rtD.rQ: IA m"""J)~la eom~nd(>g~,5.a1 "",Inlmo·ll: H,oeri,.e,'la: a~I .. ~e' noi ':"mmLJI •. lc.". e ructarta n~lI. 1'~"l~lon<' "ON" I,p'odi~po~h· f[~m~ .!I~ i!!.'~I~l'·1') A~;f~' .~yllt W.:a ~I l'vljjm~~IO' Iper 1 mcd. "E:rcsoort" agl."" "U' p~ls.Rntil <Ii "volar:n~~rQ ,~t)gQ ~ver t~I'!l'ID I~ le.a "(3" d~I'la I~Zilo,"~J ..

M a l1utenzione

R,egis,trazione c.arburazlmile

Pe'r regoloue iI minimo', avvltare a. svltare la vlte zigrinata che fuortesce del coperchlo dlel dapuratore (fig . .a pag. 31, n. 3). Sul corpo del cartniratore e appticato iii registro a vite per 181 r·e90- tazlcne del giQCO sulla tresmlsstone cornando gas; effettuare la reqolazlcne 5:010 in case di necessiiita 0 di srnontaggi e rimon1aggl.

SuillaJ parete opposta al sudcetto regiistro il depuratore ha un foro con tappa; smontandc quest'ultlrno sl puc acceders alia vita con molla che parzlallzza II conootto del minima' (fi,g.s pag. 31,11. 111) .. Poe, non lnflulre sul~ funzionemenro del rnotore ai bassi regimi, non e consi'gliiabil'e per il elllente modi- 30

Chiudere il rubinetto rntscela ("A" fig. a p,ag. 29); con chlave.del ccmmutatora in pcslzlone "OFF" e starter "ehluso" dare plene gas e azlonara il pedals della rnessa in moto per 5-.;-6 volte; rlaprtre ill ruolnetto rnlscela ed aqlre sui pedals della rnsssa in moto (con chlave dlel comrnutatore lin pcslzlona '''ON'').

AVlI'er~enz:a - Se nOI1 st rlssce ad avvlare il rnotore neanche OJn i provvedtmenti sop-Ira illdlicati. rilvolgersi aile Stazioni di Servlzlo PIAGGIO.

$montagg!io ,cof,anl

Dopa aver ribaltato la sana mediante l'azlonarnento deJila serratura a chiave, ruotare la levetta "A" (per' II cotano rnotore) e· "8" (per II cotano porta ruo- 32

ficars la poslzione di detta vtte: in caso di necesslta ri,volgersi ai Ooncesslonari P'IAGGIO.

1. Rublo"tIO' A .. ApertO: C~Ch'''.?- 2. D9~umlore arij~ ~'Q" C:Qrburato!re '" 3. V~lc r,egoIOiOT\O fine corsa e.(l:!i&81~~ 'tIDlvcrs

"s-,.~4. Tap po carlCO Olio - 5. Geno ml.nimo - 6. Cahb,glo'6 :ria. d.:1l1·omu!5ionillo,e - T. Gallegglanle " O.SI'II.lo., 9. EMul"looalaro - 10'. Gene m!IJ"'niO - 11. v,m ",gola~lone nus.so mlnlmo·12. Ca.lISIIUo .~lv918 gas -,13. Gallo slane,' 14, V •. lvol~ ~~!I0 s!a,ler-15,.IFIIU", den aria .1~. L~OO.dl amml~$~!>"" -17. L~d dl trav.a'50 ·1,8. Con~OIlQ !Ii $""rl~ ...

A,vviam'en,to,

(in csso di motote ingolfato)

In caso dli diffiicoll'a dovute ad inglol~amentto del motore (presenza nel clllndro di mlscela ilion vapodzzata) si puc provvedere con uno del metodi seguenti:

- Tentare J18 rnanovra a splnta: lnqranare 181 seconds, agire sui lis frizione e spingendo iI vetcolo. prendare una carta vellocUa; lasctars quindl con rapidi18. la leva della trizlone e rlaqlre su di essa appena il rnetore si €I avvtato.

31

ta) lin modo da disimpeqnara il gancio '''e'' daU'ap,posita plastrina del cotano. Spostare q'LIindi il cofano verso I'esterno, fino a. far uselre Iii perne antertore "'0" dal retatlvo foro SiJUs carrozzeria.

Agire eulla parte antertors dell cotano. splnqendolo verso 1;81llto e facendolo ruotareattcmo alia sua estrerreta postsrlore: con cia si llnara ii' gancia dl Hssaggio hE" dal relatlvo colleqarnento

sulla carrozzerla, .

Far ruotare verso l'estsrno il cotano attome a! perno curv,o"F" in modo da far uscira quast'ultirno da] 'rom sulla carrozzerla: con do il coreno viene tol·to del veicolo.

N"B. - Per II rlmontaggl'O .segl.i'ifl3 l'al1alogo pro-

cediiTifiln to lnverso, -

33

Smontaggio candela

Togliere ii~ cofano rnotore (fig. a pa:g, 3~}, slacclarail cava A,I. daUacandela ed aqlre su di essa con Ia chiave a tuboo

N.B .. - AI rimotltaggio avvilare a mano la ,cands'la, imboccandola con la dovut» inctinezione; sBrv!t,si delia: chiavBs% per II bJocr;,aggio.

Sos~itlllz:ione ,oiUo me:1 oambio

Vuotare iI carter del foro ell scarlco (vsd. 'uig. a late, rn~ 2)_

lntroourre un pc' dli olio, nuovo, far '9irare f motors per alcunl secondl e vuotare nuovsrnente il carter. tntroourre dat ~o.ro dl carico (na 1 in fig. a lata) .250 g. di o~lio fresco (fino a stierare i'I foro).

IN.B. - Le opsrazionf elf sDstillJz{one 0110 6'!wono esss'rs eseguUe a motore caldo ..

34

Per srnontare Ie ruote, toqllere i dadl di fissaggio al tamourl pcrtantl (fig. a lato). AJ ri'mOfl'taggio bloecarll aitarnatlvamente (in di,agonale) e prearessivarnente.

Se 5i vuote .liberare il pneurnatlco sqonfiarto ,e dJsaccop'piare J c9,rchioni, svltendo i dad! che U unlscono,

Srnontagglo rueta diil seerta ( ACC~S50riO)

Tog.Here il cotano porta ruota con procedlmento analogo a quello del cotano motors I(pag. 32), Per togiliere la ruota svitare il butloneche netlsea in basso ta prctezione in plastlca qulnd] i due dadi "D" che fissano la ruota alll'a parte superlore (fig:. a late) del supperto,

36

Fig. lio'pia: 1 = Foro di certco 0110 ne! oembio; 2 = Foro di JOo<lfioo olio del cambia.

Smonta.ggio tlltro 31l'ila

Per srnontare il fiitm arta "A" (fig, a late, in alto] togliere il cotano rnotore (figl.a pag. 33) ed il coperchio dell d'epuratore,

Svitareinfiine le due, viti dllfissaggio "'8", vlslbill in fiigura_ <! ~Iato, in alto ed estrarre il flltro,

Smontag:gio cuUla e testa

Tog;lie:re il cotano rnotore (fig. a pag. 33), slacclare dlalla candela i I cava A.T. e srnontare la"cuffia dl rattreddarnemto" (fissagg,i "A", "8", "C", fig, a lato, In basso): con la chlave a.tubo smcntare i 4 dadl ehe flssano latesta al clllndro.

Fig. a tiestr«, in eno: smol'l!aggr~ fill(O aria, . Fig. In' basso: smol'llaggio cuffu], d! raffredd-IJman!o.

35

Ag i re SIJ i reg,ist:d i rid loatl can treecla in 1Iig. a Iato tene;rrndO presente ch,e,Cvrl leva 0 pedals dl comando I~n POsl,zlone di rtposo lia rueta deve Qlrare liberamen t&.

N,S. ~ L"aziofH3' fmnan!e dave Inlzi<!re appena si agiSc9 sui cemtindl de! kenl.

Fig'ura ,apag., 36, in 9"0; smonlaggio r(lota ant,s,fore; p,ei' ttl niota poster/olEl pto.r;r;lders Tn mOdO analogo•

In Qi!SSO; smontagflio' ruola d.1 scorta, .'

In questa pagina, In alto: rsgi:S!N) fran,o antenete; in basso; tegisiw fnmo pOS'lam:m~,

N.B. - L,e ruote sono iflttJt-oa,mblabllr; per I'a .r!.res~ SiOrHil' del fJll-e,(Imatl,cJ aUMBrs! aile Ilorme di pag: 15.

31'

Fasatura

Non eslstende 1;11 questa tipo di aoeen·si:one la prssenza di organi meccanlel sortopostl ad IIJSUra, lafasatura rlmana pratlcamente ilU!aUerata net tempo. Oualera si rends necesaarto precedere alia rsmozlone (per eventuali sostltuztonl) delle statore, la tacca eontrassegnata con II.T. suuo stetore steese deveessere perfettaments allinea[s, ai' rimontaggio, con lacorrisporiden1,e racca rleavata sul carter rnotore {come lndlcato con Ireccia in ·fig.a: lato) ..

Atlenzione: La ta.satura can 181 tacca II. T. e valida per la Vespa PX '25 E e PX 150 E: per ta Ves,pa PX 200 E I'operazlone socra dese ritta deve essere ese~ 9'l.lita prsndendo come rltertmeoto Ia tacca contrassegnata con "A".

3B

ouetora sl rlscontrassero anornalie ~l fUlIl!zionamento del motors [prasumibltrnenta imputabilll all'accensione) e necessarto procedere al controllo del~ la tasatura: tale taseturs risulta c?rret~ ta quando la sclntttla scocea nell'lStan·~ te in cui Il plolo "P" ricavato sull rotore e alllneato can la traccla punzonata sul coperchlo chiocciola;~anche lin q uesto caso per la V'Bspa PX 125 E.e PX 150 E dovra essere presa come nferilmento la traocta oontressecnata con "I.T:', rnentre per la Vespa PX ::200 E quelta eontrasseqnata can "A'" tV"ed. fi.g., a lato).

Pet eff"eltuare queSIQ coriIN.)!Io .(cha ,ichi6'de _I~ disp i:m ibmt~r:il{)~fliCOi8ria l.'ti!J~ ralure, c.0m~ PI: stoia stofobascopu;a ecc.)e m(irs,pr:ms<ib,/e rive! gersj alte .$leziO(l"1 111 SIl.rvizio PIAGGIO.

T

39

Porre il velcolo sea rico su terrane piano a 10 m, di distanza. da uno scharrno bianco sltl.latoin penombra e asstcurarsi ehe t'assa del veicolo sla parpendicolsre aile schermo jveo. fig. a. p,ag. 4-1). Tracciere SUllo schermo una linea orjzzontale'"b~b" la cui altezza "8" da terra: cernsponda a O,9)(C; avvlare il motore e bloecare la mancpote gas a cl rca 1/3 della. sua corsa, acc€lndere il pro i,ettor'€l , insertre iI tascto turntnoso ,anabba;gliiante e orientarlo in mode) che la lInea di dernareazrcne orizzontaJe tra la zona oscura ad Hlurnlnata non vada al d~ sopra della linea orlzzontats "b-e" tracclata sunc schermo,

40

N.B .. - Per SPOf,Ulr(J /1 prolenoro. aging "Ul1!a "lte posta solio di esso'. Prima df effel".uare' ropers .• ziQnt;l 01 orlenlamanto pro/etta/c. ·control/a'ri cfle I pf!lJumati(;j alf1</'sfloro e poslarion;! eieno gonfiaU rispsWllaman·/e aile pression, irltj/ca/·'J a ptl{}. 15.

. . I II 8 - ella 9 • C == Aliez~<! dB' terra del (J,Mim pfIJiel'I"cHe

Schema, orieliltamenl·o pro e ore _... -,. .41

Sostituzione ~a.mp.ade

Per acc,~dere allie larnpace del proiettote tog'le~e_!! coperchlo supertors del ma~~bno . C . (v~d. fig. a late] eperando come dl segwto descritto: ~stra;nele 4 viti "V" paste nella parte mfeliiore del manubria. Alzare iii CO~ perchio "C" 'Ieoma reppresentato in fig; a lato) e' s,ganciare le due mellette che perrnsttonc l'estraziuns del portaIampads dal suo a,lloggio.

Perestrarrs .Is l~mrPade dal portal arm - pade e neDe~san~ premarte e ruotarts II") se~'so aln~lotarloin modo da sg.anGllare I relati"'l fermi.

Per so~tituir,e la .Iampada del tanallno posterlore ~. sufficients toqllere Il traspar~nte sflland? lie due viti di tlssaq-

glO'. flno a scoprtre la lampadlina. -

4.2

1)1 - Verificare il llvello dell'ollo nella ecatota del cambio.

2) - Disincrostare il motors (testa del, motore, del plstonee lucl del clllndro), facendo attenzleneche resldui carbontosi Imndmangano nel suo interno.

Nonostante che l'accensione elettronica assicuri un n3golare funzjonamente de,1 ITINore anche can candela imbrattata 0 COil e·~eWodil non pertettarnente reglis.t:rati" S8 sl avvertono difeni di accensione verHh:::are subito 11':1 ca:ndeI1a: punrecon benzlna pura e spazzollno metstllco (0 tela smerlqliatal gli slettrodl: registrare la dlstanza di quasti a 0,6 mm, Se sl rtscontreno crepe 0 rotture sull'lsolante, sostltuire 101 candela: $1 consllQ;l.ia dl noncamblare il tlpe mont:atQ dalla Ca.si3.

3) - l.ubnficare Ie levette dloomando freno e il setters cambio.

4) - Disincrostare ll tuba dl searico della marrnitta con un fila di ferro piegato ad uncino.

43

Oglilli 8000 Km ..

1} - Sostjtu~r,e "olio del cambia (psg 3~. . ..

21) ~ Lubrlftoarels trasrnisslonl fllessibilI,

3)- Sm<?ntare' !Ifiltro .a.ria (ved, pag .. 35)e.pullrla, ag.llandolo In un bagno di benzina; ascluqare possibilrnente con ana. ccmeressa.

4) _~ ,In ~a~o di irreg,o:lal"ita del motors 0 dlmlnuizlene delle prestazlon! i'ivo:lgersl a:1 rConcesslolllarI IPJAGGIO.

44

Fig. sop~a: smon!a,ggi(J i;ope(cMo d:el manub,io per sosutiuton« ,/8mpade del prOiettore.

lllJnga inattivital

Si co,nsiglia di ,etfettua.re le seguentii opsrazi ani:

Per J'esterno del motors usere petrolio (servlrsl di pennello e straccl pulrti per ascluqare). l.avara lnvececon acqua, come iindicato al seguente paragrafo" le parti varnlctate usando una spugna per detergere e pelle scamosclata per ascluqare,

Per ammorbldlra 10 sporco e i~1 iang.o d'eposi'tato SIJ lie superficl vernlclate, usare un getto di aoqua a bassa presstone,

1) - Pullzla generale del \lelo,ollo.

2) .~ A motors fe'rmo e con ptstone al pun to. morto infefiore, smontare la Icanae:la,immetter,e dal tore di essa 10:'~ G(:;, di oliolP DUE 1'. Azionare qulndl 3"7-4 volte ta leva di avviarnento.

3.) - Togliere llcarburante dal velcoto: ~pal!l1~re dig rass,oantJruggine le p,art! metalhcihe non vernlclete; tenere soltevate Ie ruots da terra appoglgia.ndola pedana SIJI due tacchettt eli ilegno.

Una volta arnmorbldltt, tanqoe sporclzla devono essers tottl con una. spu- 9 na softi ce per carrozzerla i mbevuts in malta acqua e "shampoo" (ln comrnerclo aslstono molti shampoo cne vengol1o usaf ln sotuzione acquosa ai, 375%, in peso).

soccessivamerrte SI sclacqui corn mal-

ta .acqua llmptde. .

A lavaggio finito si passl sulla superflcia: una. pelle scamosotata ben pulita per asciugarla e perevitars che sutla vernl ciatura sl torrnln 0 rnacch i e lasclate dall'acqua.

Ma,cchie: con il solo ~avaggio non 5j possonotoqllere rnacchle di catrama, dl grasso, di 01'10. gil lnsetti sec. IE Inceca opportune toqllere quests macchis al [pili presto, perche possono corrcdere Is ve.mice.

Dopa aver lavato e ascluqato la carrozzeria coma rlporteto sopra, eventuall macchle di catrame, grasso, olio

45

RlepUoglo norme dli manutenztone periodica e lubrificaziione II
PRINCIIPALI OPERAZIONIDA EFFETlUARE:
OGNI 4000 Km. Cambia I rip rlstl n a re II !l;venol I IF' DUE T
A.rtlco:lazionl comandll frenl e
frlzlol'lIi~ (ingrassagglo ). FIAT Z 2:
p"lielia marmltta. testa clllndro e pl.sl.ome,
candela (e registrazIone elleltrodi).
OGNI SDDOIKm. Camblo (sosti!u:zlone lctale ollo), II' OUET
Trasmlssll0.ni fieuililill ('rizioJlle; fmno
anteriore, gas, starter - !'ubr~fica:zio.n8), IF! DUE T
TrssmlsslQnl fless!blili (cambia e 'frefilo
postertore - Inglrassagg.lo). IF" ATHESIA GIQHS a
Filiro aria (p:ulire. :IiI1 benzlna)
S·eUore c'smblo e Gamera rl,n ... lo
co:ni.8cl1l1 ome!rl (ingrassaggio) . IF' ATHES!A G,.",." 3
Motors:. ad ogni ritornlmantc (lubrificaz.i'lln.e e'ffettuata
dalla mtscela ved, pag. 15). IP OUE T.
*j Per I v'sicoll con mJ:sM/a lore aUIOrrl'alico 'led. pag, 50 11151'.
I 46

Oglili 4·000 1(1111

Pulizi;; rn.arrnHta, testa, ei'l!ndlto, pistone a candela

V'erHic!! livello olio nel cambio

Ingrassaggio trasmisslonl lIessibUi

Sostituzlona l.otaleoliO del camblc

IngrassaggiQ tsvette frenc e settere carnblo

o

o

ecc, rtrnaste sulla vernlce possono essere rimossa rnedlante uno stracclo morbido 0 cotcne legg1ermente imbevutl in petrolia 0 acqua ragis e sfre= gaJlldo dolcernente sulte Macchia fin·-· che non slano state el.iminate ..

Le zone cosl trattate devono poi essere lrnrnadlatamente sclacquats can acqua abbondante.

Gil Insettl cha vanno a scttlacciarsl in grande quanttta sui paratanqo, sullo scudo, sui faro ecc., se seccatl, non sl posscno togliere Con acqua sempllce, rna occorrs una soluzlone leggermen~ te tteplda df acqua e shampoo.

LUI:cida~ura: qualora ! trattarnentl sopra 49

cltati non rlportino 10 smalto ana sua normale brlllantezza 0 qualora la superflcle verniclata, inl sequlto a lnsutflctents cura, 5i sla sclupata per effetto del sole, dena polvsre a della pioggia, si dovra procedare ailia lucldatura.

Per essa occorre Impl,eg<ue II polish 0 preparatl analoqhl eslstentl in cornmsrclo, purche di buena quallta,

II polish sl adopera lmbevsndo un panna sottlce 0 dell'ovatta puiltl e strofinando leggermente Ie superficl tn modo unltorme, con un rnovirnento atternato non circotare.

Si rlcorda che 13 tucldatura dave essere sernpre praeeduta dal lavaggio.

EventuaU macchle dl rnlsceia lmorno al foro di rltomlrnento del seroatoio e sulla carrezzerla devono essere aseiogate al pill presto e la parte ma.cehiata deve poi essers tavata accuratamente per evttare che, per ef'ietto, de!,a corr?: alone, sl formlno maccnle mdelebll! s'UllacarrolzeriiBl.

Avvertenze

1I1.avaggio e I,a IUG~d,atl1(a non devo:l'lo mal essere Ifl'seguUIB,j sole, speo.lal-· merl,rs se di estate .quando fa aeaozzeria' e ancora carda. Non uesre mai streccl im1J.evutl di benz/fla <0 naila per u lel/a'ggio delle eooetuo! verntctet« '~ in materia p'la~stica, per evita're,.Ia perdita d,eiia toro brUJantelza.

49

Veicoli con mtscetatore autornatiico

Partii'co!llalrlhillspec.iifichle

Le Vespa provvlste, a rlcbiesta, di rnlsoelators autcrnatlcc sono dotats di due serbetol separatl: per la benztna (capacita lt, 8, compress rtsarva ~ lit 2.1) e per 1'01 io (cepaclta It. 1,6 compresa rlserva - I,t 0,45).

N.B .. ~ Prima dJ metiers in ssrvlzi() II veiooJo verl''iC8re c/jt) i serbat,ol "A .- benzil'la" e "S - olio" (fig. a lata) sieno rnomit).

II rifornimento die I serbatoto per ~a benzine. 'A()n deve essere ef":ettual'o con rnlscsla benzlna-ouo rna con benzina pura del ~ipo normale per autoveloof (ved. fig. a lata, "'A"}.

50

III serbatoio deu'otio (ved, fig. sotto, 0'8") deve essere rlempito COIIl1I olio IP' DU.E T.

La benzlna viena lnvlata al carburetors COn il norrnate sistema a gravita; rotto ViSll'Ile invil;lto nel condotto dli asplrazione a mezzo di UIT11 dlspcsltivo ""Mil,

(~~

.>

fig. a late, ln alto), costltulto da ,iJ.na pompa a. piston,9, a ccrsa v:8nabllle" comeneata dall allbero. motore. per mezzo dl una trasmlsslone ad Inglra-

na.ggi. .

II serbatolo olio e: rnunlto di. unasl?:!8 ("S", in tnlg. a late, rn basso) dl ma.t~flaIe trasparents (norma,llmel'lte pIEH'~ d'ollo) che perrnatte dl ~sservare !! tormarsl di una bolla d'aria qu.and_9 I'I livello del serbatoto si abbassa all valere dl rlserva (It. O,.4S).

N.B. - Prima di a vviafe !' n:?I/?r~ assicur8;Si' ebe' if tubo d,; add<Jzlone ono (. T !,g. a fato. If! alto) del sarba'l,%al misCIlial'ore sla comp/aUlmenle

. _,' 0-/'''' qua/ora si nOraSS9fO d,e/le b ... olle

plena UI'I. ...... "/' J I -e ter

o'aria. stacoa,r6 II tubo 'T' 'Ug ri~De a ~r _:

d,efi,l.lire un po' dl olio' fino ad elrm/flsrJe· Ie nCO/· legare il wb 0.

!51

/

Ricerca' Quas,.,i e ine'Qolarita di tunzlonernente

Oualora sl presentinoirregolarita di tunzlonamento cccorre essqulre ,i seglUtenti controltl e provveders COme sotto indlcato:

Dilf~ic,ollila di. ,awiamento Allmentakione-c,arburaziolil,e-acc,e,nalone.

Mancanza di rnlscela nel serbatolo: tnsertr« Ja rtservee rttomire appena' poss/bile.

Chiav,e del commutators ~11I posrztona "lOCK" oppure "OFF''',

Buotere te chiave nella. posizione "ON".

52

Filtro, gatti, corpo del earburatore ostrultl ospcrchl:

SmonMre e tevsre ill ben.zine: asoiugat:e con o« getto (Ji ,aria ootnpress«.

Comando starter In poslzlone di "chtuse":

Porterio nella giusta posiztone.

Isolante della candela rotto:

Verificare la candela e sostltuirla.

Dlstanza de'glli elettrool delta candela non reg 0 lata- correttemente:

vettttcere cbe g# etettroa! sieno reoo{aU alla distanza di -0,6' mm.

Avarls dell dlspoettlvo ~gelleratore; otstecoer« il cavo della cande'la ,e controttere (con' iI commutstore a cn';ave

iii poslzi'one "ON") ,sa azionando la leva di aV'viamanto motors, scocca La sci.ntma Ira I~estremlta d'el cava e rs masse. (Rivotgersi aile' _Officina ~utorlzzate per Je'ri,pBr8z1o(l! evemustt).

Messa in tase non corretta:

VerUiclife la fasa.t.ur,a (\led'. norma di p.ag.38).

Conslqltarno fair esegu.irequ,este op~ razloni presso Ie stazton) dll Servtzio PIAGGIO,

Motore ingO!fato:

Ved. pag. 30.

Irr,egolarlta. dl ,'unzio,nament,o 1_ ._ $carsi:I comp:ressicme:

Control/are lIli:ssaggio d,fj/'la' candela e deil./i testa.

2. " Con'sumo elevallo e scarso rendl .. menta::

Cornandc starter in poslzlone dl chluso 0 bloccato:

sbtocosre 113 iavetta deH comenoosterte e tuorutcett«

Fil1roarilB ctturato 0 sporco: .

Lavare con benzin« pU.ra,asclugare con ari,iil' comprees«.

S. _ Disillilnesto spontan.eo dell~ maree:

Registrarie iI comsndo cembto. (81,,1.zior:J,j ,di Servizio).

53

4. - DI~ettoso funzioil!'larlllient·Q de:11 COrol811di

Oavettii oaaldatl nellequaine:

Lutnitiesre ad eventuetment« sostiiutre:

Ecc:essivQ gioc'o;

R,egistrare. (Rivoig,ersi aOe Stezioni di Serviz/o PIAGG10).

S •. - F'ren,atIJra Insuffi(;ile:nt:e

Hegistrare i trent (1IIed. notme a pag. 37).

6. - I'rregolarilla. dellla~rasmission:e Dlfettoso 'ffunz:ionamento friizione; Rumo.ro.sita ingranaggi: - . ~ ..

Ripristinare ttveuo olio (lied.. Tabella iubrific8z1one ).

54

7. ~ Inefficier!il1za s(lspen:sl:oni Rivo/gersi a'lie' stezton: ,df Servizio PiA osro.

8.-lneUicilienza Implanto elettrlce Mancato funzronernenro dell'evvlamente elettrtco:

Control/are if :fus.ibiJe' (nQ11 in fig. a pa:g. 27) e, se fufminato, soeututrto.

Lampadiine bructate:

Sostituire ..

Terrnlnall del cavl distaccati 0 male allacclatl:

.RltlIi8solare'correitame.nte ..

Errato orlentarnento del proletrore:

Rsgolare correttamente {v. pag. 40).

Piagglo 3; C. S,.p.A.

Pontedera

S;A,T. - UtI. Pubbl, Tecnlcna !Dis. n~2HS50

1.8 6.dizto,ne 101149/8403

Afli Grillid,,, C. MORI • Vi~ C~VOUI. 21 .. Tel. ~fG.65.!i, - 2%.2'-"7 • 5(1129 FIREN:Z~

Avarialampada:

Vedere pag. 42 per te aVv8rtenze neu« sostiruzione.

AIUe cause:

Bivolgersiai Concessionari PIAGGlo.

N .. B. - In case 01'113' pur Ilvando .,utuOI!O i pnJwedj'menli indica!i finr;on'veni9nle persis!a. coasigliamo il Clienle a rNo/gefs/aUe Stazioni di Se-tvitk: P./A I3G /0 te q.l)fJfi dispong on 0 delle snrezza!ure necessarie pl'Jr l'~pproprliJl,a 9secuzione cij qUl)lsiasl rlp.atazion6 e rlHal./"I8 messa a punta.

III..e desc,rizi:onii ad Ullllstirazioni fornife lTIe~lla ptr@$elillfepubbUca.ziio:ne s'in~en_dono. non il1l'lpegnaliiivej. la PIAGGIO percii:o, si ti'iserv,a II dir'itto.ferme rastalndD Ie earatterisflche essenalall dle:1 tlpe qui deseritto, e iIIustrato, di aiplpolrtare in Iqlllla'IIII'.l'Ique mom,ento, senza impegnarsii ad agsiurI'IIare tell'lflpes~i~ vamlent.e questa pubblij'c;;azione"Ie eventual! modiUche di argall'li, partlcolalri ,of,o:rn'I;{ure di. aeeeseert, che essa ritenga c'o·nveniel'illte per sco'pO di mtgUo'ramento 0 Iper quailsiasil eslg;erlilla di oarattere cQstrut:livo 0 commerciale.

155

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->