Sei sulla pagina 1di 72
MANUALE. DI ISTRUZIONI PER L'USO E LA MANUTENZIONE Gru tipo CM 14R SERIE ~RA’ INDICE: caratteristiche funzionali dell'apparecohio: Caratteristiohe dei mecoanismi e delle funi: Caratteristiche generali (diagranma di carico): Preserizioni generali da rispettare durante ‘uso della macchina: Preparazione del cantiere a carico dell'Utente: Disegno blecehi zavorra: Messa a terra - Appoggio stabilizzatori - Zavorra: Montaggio della gru traslante su binari: Istruzioni di montaggio: Consegna della macchina e posizionamento e controllo del senso di rotazione motori s Istruzioni di montaggio: Azionamento del selettore a leva sul riduttore di sollevanento e montaggio: Istruzioni di montaggio © schems: Istruzioni di montaggio dell‘elemento di sopralzo: Saddivisione in zone del territorio nazionale: Schema della taglia fune di montaggio: Schema della taglia fune di sollevamento: Schema della taglia fune di traslazione carrello: Schemi composizione tiranteria braceio e controbraccio: Ubicazione, funzionamento © taratura dei dispositivi di sicurezza: Istruzioni di smontaggio dell'elemento di sopralzo: Pag pag pag. pes paz pag. pag. Pag. Pee. pag. pag paw pag Pag poe Pag » pag pag pag pag Istrugioni di smontaggio della gru: Prescrizioni per le funi: Regolazione dei freni elettromagnetici a dischi: Manutenzione generale: Anonalie di funzionamento pit facilmente riscontrabili: Elenco dei componenti dei riduttort previsti sulla macchina: Impianto elettrico: legenda e schemi: LUIGE-GATTANED sp} Apparecchio | Tipe ” i saml Miah oe (Gian n MAGNAGO ( MI- ITALY) OFFICINE. MECCANICHE, femme Mul | CARATTBRISTICHE FUNZIONALT DELL* APPARECCHTO MODELLO BASE CM 14 R Altezza massima al corrente della gru libera traslante con un elemento di prolunga: (zona 1°-2°-3°-4°) - 22,7 Altezza della gru Libera traslante con torre in due elementi telescopici: m. 17,7 Sbraccio massino dal centro di rotazione: m. 21,04 Portata in punta al braccio: kg 600 Portata massina: kg 1200 Velocita medie di sollevamento: = veloce: alt! 36 = Jenta: n/t 18 (*)- accostamento: m/I* YVelocita 41 rotazione: - g/l Velocita massima di traslazione del carrellino: a/I' YVelocita massima di scorrimento delle gru: (m/z Tempo minimo di frenata e-accelerazione in rotazione in assenza di ventoo . Tempo minimo di frenata ed accelerazione in scorrimento in assenza di vento: Zavorra di volata sul controbraceio (solo inerte) Zavorrra di base: (solo per gru con prolunga in zona 4°) Yavorra di base: (zona 1°=2°-3° a tutte le altezze) CLASSIFICAZIONS DELL' APPARECCHTO ~ Glasse: IV ~ Regime ai carico: 2 ~ Gondiztont di impiego: (*) -fornibile a richiesta MANUALE DI ISTRUZIONI - USO E MANUTENZIONE | reat | ‘Apporecehio tipe gc OFFICINE MECCANICHE st Ic (ene LUIGI CATTANED sp. MAGNAGO (MI- ITALY) ct ns 3 _ CARATTERISTICHE DEL PECCANISHI FUNT € ELLE FUNI Lunghezza | Re etri Tins © rorwaz tone Dianetro an. uniter Ko/an? coef ficiente at stcurezza Carico dt rottura Ko. Sforze ass. per tratto Ka, ststenza | Dlenetro Fillo mag. 100 ite 80 site ‘Sol evaaento cartcht 114 + ate 180 0,53 | 4000 600 | 6,67 Iroennanento 185, Telesconaggte 324 622 7A 0.72 145 Traslaztone correllino a frizione 114 + ate 196 TRASLAZIONE CARRELLO Hotore HP 1 - 1400 9/1 freno a disco Alduttore 9 vite senza fine Irreversibile 5* 30° m. 175 ma, 126 im. 75 a, 458 en, 601 Otavetro puleggta notrice Ca frizione) Dian. prim. carrucole rinvio fune Dianetro rotolamento ruote carrello Interasse ruote carrello Scar tanento rupte carrello ‘SCORRIMENTO DELLA GRU N* 2 aotorl HP 0,75 - 1800 9/1" freno a disco. Ne 2 riduttor! a vite senza fine, Diaretro rotolanento ruote Passo delle ruste Interasse rotate ninino da centro a centro ratale ma. 240 ‘am. 3400 ma. 2000 ARGAKO. SOLLEVAMENTO Hotore HP 6/5 - 2800/1400 9/1‘ freno a dopnio disco (a rleniesta): Hotore HP 6/5/25 - 2800/1400/700 9/1" freno a dopoto disco. Riduttore ‘ad Ingranesat. Dianetro priattivo ergano Diametro orinitivo cerrucole rinvio tune mm, 202 ma. 176 ‘ARGANO DI. HONTAGGIO Motore HP’ 5 - 1400 9/1* freno a dopolo disco. (sezlonato dol notore ¢t sotlevananto) Riduttore ad Ingranaggt - Dienetro primitivo argano Disnetro primitive carrucole rinvio fune mm, 228, an, 198 ROTAZIONE Motore Kaa. 1.25 - 1400 9/1" freno a disco. Riduttore a vite senza fine con precoppla. Nt 2 cinghle di trasmissione tipo A 50, Disnetro primitive della ralla mm. 752 Dienetro intemo della ralla-nn., 736 bienetro Lunghezza mn, Larghezza Coeft¥elente [Gancio solievan. di stcurerza ‘Sforze. | Carico all nassino | rottura 6 2 59 fg, 1,6 UNE 4395 MANUALE DI ISTRUZIONI - USO E MANUTENZIONE | es 2 | Apparecchio CM 16R tipo PS (Gimnen) Given OFFICINE MECCANICHE LUIGI CATTANEO spa, MAGNAGO (MI- ITALY) Caratteristiche generalij della macchina Gru tipo CM N* di fabbrica LITT = WZ TAA WITT LVI TT TI sese tante m (77) He 1200) ‘0 ww Tavorra case variaoile st x x no eI SANTO MANUALE, 01 ISTRUZION! Giang | Macchina tipe CM 14R PER CUSO E LA MANUTENZIONE nu |otsegat-« TaTorsTonl aT praprteta della CATTANED &p-h,_DIvFustare e riproduclone Vette « terine aT Tage PRESCRIZTONI GENERALT DA RISPETTARE DURANTE L'USO DELLA MACCHINA 1) Le persona adibita all‘uso della gru deve aver compiuto 11 18° anno di eta dinostrare particolare attitudine e dotata di adeguate cognizioni tecniche. 2) La gru dovr’ essere tenuta sempre in perfetto stato di manutenzione e dovra essere considerata fuori servizio quando anche uno solo dei dispositivi di sicurezza & inefficiente. La gru dovra essere messa fuori servizio allorch® {1 vento superi la veleci ta dt 72 Km/h. , Jn questo caso si portera 41 bozzello alla massima altezza e il carrellino al piede del braccio; si sblocchera il freno di rotazione onde pernettere al braccio di disporsi sotto vento. Si controllera che il braccio ¢ 1a piattaforma rotante non incontrino osta- coli nel movimento di rotazione Si bloccher’ i1 movimento di scorrimento gru a mezzo delle tenaglie di anco raggio al binario. Controllare regolarnente l'esatto funzionamento dei limitatori. tion tentare il sollevamento di carichi eccedenti la portata della macohina. Non usare la “veloce" per carichi superiori a quelli consentiti. Non usare la gru per tiri inclinati o per traini, {1 gancio deve sempre agi re verticalmente. Non Snvertire mai alcun comando prima che il moto precedente opposto si sia arrestato. Non bisogna usare le contronarcta per arrestare pti rapidamente 12 movinen- to perch? si produrrebbero delle inevitabilt rotture degli: organi di tra~ smissione o seri danni alle strutture. Evitare sianovre che facciano urtare il gancio contro il suolo od impalcatu- re 0 qualsiasi altro ostacolo in genere. Bvitare di far passare il carico su persone che si trovasseré nel raggio di azione della gru. Prima di ogni sollevamento, controllare che l'eventuale imbragatura del ca— rico sia razionale. I fine corsa ed 4 dispositivi di arresto non sono organi di manovra, essi devono solo salvaguardare: organi della gru e persone da eventuali disatten- zioni del gruista. MANUALE DI ISTRUZIONI - USO E MANUTENZIONE | nae | ‘Apporecchio tipo Gi | OFFICINE MECCANICHE LUIGI CATTANEO spa. MAGNAGO (MI- ITALY) CM 14R GiTaNeo ue 13) Garare che le funi si avvolgano seapre regolarmente sui tamburl © pulegge @ che siano sempre mantenute in tensione. 14) Per accedere alle parti alte della macchina & necessario servirsi di un dispositive anticaduta a fune. (Vedi pag. 22 ) PRESCRIZIONI PARTICOLARE PER L' USO DEI COMANDI DELLA MACCHINA - La macchina pid essere dotata di microvelocita di aollevamento. In tal caso per non surriscaldare {1 motore si raccomanda di limitarne l'uso a periodi non superiori a 8 ~ 10 secondi durante le Casi di posa dei carichi. Onde evitare brugchi contraccolpi alla strutture, la frenata del movimento ai "discesa veloce " del carico avviene in modo progressive con il passaggio alle velocita inferiori prima dell'arresto. Pertanto dal momento in cui si lascia {1 pulsante al monento deli‘arresto, il carico percorre ancora un certo spazio del quale occorrrera tenere conto La contromanovea del movimento di rotazione & di regola vietata e impedita da un apposito circuite elettrenico. Lo sblocco del freno di rotazione per la gru fuori esercizio avviene appen- dendo alla apposita funicella un peso di 15-20 kg. MANUALE DI ISTRUZIONI - USO E MANUTENZIONE | es | ‘Apparecchio tipo LE OFFICINE MECCANICHE cM 12 R GMNED) LUIGI CATTANEO sp bse MAGNAGO (MI- ITALY) * PREPARAZTONE DEL CANTTERE A GAILCO PhRESA OK ENERGIA La preaa 1 energia deve essere tale da Cornice una potenza di 16 KUA, ad una tensione di 380 V. trifase © protetita aediante intecruttori a norea di Legge fel caso in cui 1a machina sia dotata di sotori per lo scorrinento su binari aunentare 1a potena ai 3 KVA. Nel caso di tensfone disponibile a 220 V. erifase prevedere un traafermtore 220/380 V. da 20 KVR, non essendo consentita 1'alsmentazione @ 220 ¥. trifase. a variazione di tensione anmesza durante I'esereizio non deve superare + 9% Gel valore noninale. Allo spunto dei motor! & ammessa una cadute di tensione massima del 10% del~ | 1a tensione noninale. CAVO DI ALIMENTAZIONE SOTTOGOMMA 11 cavo sottogomma dave essere a 4 conduttori di cui 3 per 1"alimentazione della macchina ed 1 per la messa a terra, di lunghezza sufficiente per colle- gare Ja gru in qualsiasi punte del cantiere essa si trovi. Si consigliano le seguenti sezioni: SE2JONT DEL CAVO LUNGHEZZA DEL CAVO: "m. 50 = m. 100 =m. 150m. 200 Tensione 380 V. 4x10 x10 Axi Ux 16 Tensione 220V.(*) 4x10 4x 16 Wx 16 4x 20 (*) Con autotrasformatore a valle del cavo. FUSIBILI Lapparecehiatura elettrica comprepde i seguenti fusibils: NO 3x 254 - Linea Ne 3x 25.4 = Sollevamento Ne 3x 16 A ~ Rotazione (motore) Ne 3x 104 - Carrello r Ne 3x 16 A = Traslazione (a richiesta) Ne 2x MA - Circuito ausillario Ne 2x 104 - Frenata della rotazione \ fusibi11 sono di tipo ritardato in grado di sopportare Je correnti 41 spunto i aét motors. : Apperecchio tipo OFFICINE MECCANICHE | CATTANEO Spa! | ZAVORRA DI DASE m Gbl soem, [EAVORRA PER GRU IaLta maz ZONA 123 le PER GRU ALTA lr? ZONA 234 { 9 diocchi sp 15cm > Jolo|ofm|~falz|-|-|z|z|o|wlo|. DIMENSION! em fiOTALE i246 Ks] ESEMPO 0 ARWATORA DET GLOCEHT PER Lr ZAVORRA DI BASE frorate] 16054 Ka] ATTANEG| tL UIG!t CATTANEO sos. cM 14R sll MAGNAGO (MI- ITALY) Apporecchio tipo ( OFFICINE MECCANICHE A TERRA DELLA GRU IN POSTAZIONE PISSA Predisporre la mess @ terra seconde quanto previste dall'articole 324 del D.P.R. del 27/04/55 - N. SUT. 2 Servirsi di una treccla di rame nudo di sezione 50 mm. YT dispersori in numero non inferiore a 2 in grado di realizzare in parallelo una impedenza verso terra non superiore a 20 Cha! devono esse re infisei in un terreno non di riporto ¢ in posizione diametralmente ‘opposta rispetto al basanento. HL terreno deve essere mantenuto umido versando acqua nei pressi dei dispersori. MESSA A TERRA DELLA’GRU TRASLANTE SU BINARI Per la messa a terra della gru traslante su binari, vedi pag. 10. APPOGGIO PER STABILTZZATORI La gru in posizione fissa deve appoggiare tranite gli stabilizzateri a vite "S" su adeguate bast di appoggio. Si consiglia di utilizzare delle tavole di legno duro seconde le indi- cazioni della pagina a lato. Ti carico massiso sul piedino vale cirea Kg. 12519 per gru in,esercizio. Assurendo una pressione anmissibile sul tgrreno di 1,95 Ke/on’, 1a base di appoggio dovra avere una sezione di cn’ 6400 pari a un quadrato di lato 0,8 metri. La vite dello stabilizzatore deve lavorare su tutti i filetti della nadrevite. ZAVORRA DI. VOLATA Ltapposito contenitore deve esgere rienpito-con Kg- 1300 di inerte avente un peso specifico si 1850 kg/m”. ZAVORRA DI BASE la zavorra di base deve essere costituita da lastre in ealcestruzzo auto portant’ , armate cone indicate alla pagina 2 fianco. Ivalori richiesti sono 4 seguenti: = Gru alta m. 22 senza ancoraggi in zona di vento IV secondo 1a suddivi- sione del territorio nazionale riportata nell'estratte delle norne UNI~CNR allegato a pag. 31: Kg. 16000 Gru installata a tutte le altezze in zona di vento I - II - I0i: kg. 11000 J, , OFFICINE MECCANICHE LUIG! CATTANEO spa. MAGNAGO [ MI- ITALY) ICM 14k, ATTANED: Apporecchio tipo \ ine Morsetlo per collegamento fe di messa a Stabilizzatore a vile ‘S” = NL. SS = Fondo in terreno consislente 0 calcesiruzzo “Lesepasere Carico max. Kg 12819 ca. MANUALE 1 ISTRUZIONI - USO E MANUTENZIONE Apparecchio tipo vaimiimlyy OFFICINE MECCANICHE cM 148 ( ATTANEO. fuuics CATTANEO Spa. ec EA MAGNAGO (MI- ITALY} MONTAGGIO DELLA GRU TRASLANTE SU BINARI INSTALLAZIONE DELLE VIE DI CORSA Il binario di scorrimento deve essere costituito da 2 rotaie di tipo fer- roviario da 28 kg/m. con fungo da 55 mm. preferendo rotaie poco usate per offrire una buona superficie di appoggic : Al binario si richiedono { seguenti requisiti = Perfetta linearita e orizzontalita longitudinale ¢ trasversale (errore 0,1 %). Appoggi € traversine adeguati per una reazione trasmessa dalle ruote alla rotaia pari a Kg. 12500. Massicciata in ghiaia di spessore tanto maggiore quanto pill cedevole 41 terreno. Rotaie con lo stesso profilo con giunzioni sfalsate. Interasse delle rotate costante ( * 3 mm.). Al fine di effettuare una posa perfetta delle rotaie & sempre raccomandabile definire in modo preciso la misura dell'interasse delle rotaie con la " CATTANEO SPA * all'atto dell'ordine det meccanismi di scorrimento della ru. Tale misura pud infattd essere influenzata dalle normali tolleranze di lavorazione della carpenteria del basamento oltre che dal tipo di scatola di scorrimento prescelto. Respingenti elastici in grado di assorbire L‘urto, posti a 1 metre dalla Cine delle rotaie. Dispositivi di Cinecorsa posti ad una distanza tale dat respingenti da evitare l'urto. Generalmente la distanza minima @ di 1 metro. Measa a terra di ogni tronco 1 binario a norma dell‘articolo 324 del D.P.R. 587 e collegamento elettrico con treccia in rame di sezione 50 m2 tra gli spezzoni di rotaia INSTALLAZIONE DEL BINARTO SU CORDOLI DI CALCESTRUZZO In luogo delle traversine pud essere preferita una posa delle rotate su cordoli in cemento armato seguendo lo schema di pag. 13 € realizzando le giunzionl e 1 fissaggio con gli appostti accessor di tipo ferroviarlo. ANCORAGGIO DELLA GRU FUORI ESERCIZIO La gru allorohé @ installata su binart e viene lasciata fuori servizio deve essere ancorata serrando a fondo le viti delle ganasce di ancoraggio ai binari di cui sono dotate le scatole di scorrimento. {Apporecchio tie CAT TANED 5. MAGNAGO (MI- ITALY) poco usala molto usata sconsigliabile ADATTA inadatta - gaan | nterasse_rotaie_em 240 Sie toile earizo | Detinire con ta “CATTANEO spo‘, il_valore esatto della poss, dispersore Installazione della stitta per if fine corsa di scorrimento ‘Apparecchio tipo a =iemmng] OFFICINE “TIECOANICHE LUIGI CATTANEO Spa] CM UR eT MAGNAGO (MI- ITALY) MESSA_A TERRA DELLA GRU TRASLANTE SU ROTATE La nessa a terra della gru traslante su rotaie deve essere effettuata a norma del D.P.R, SAT del 27/08/55 © D.P.R. 320 del 20/03/56. Alltimpianto di messa a terra si richiedono i seguenti requisiti: ‘Tutti gli spezzont di rotaia devono essere tra loro collegati elettricanen- te a mezzo di treceia in rane con appositi capicorda. Le superfici di contatte tra la rotaia e 11 capocorda devono garantire la continuita elettrica, pertanto al momento del collegamento devono essere perfettamente raschiate ¢ pulite. Le due rotaie devono essere tra loro collegate e far capo allo stesso tn- piante di messa a terra. I dispersori devono essere in numero proporzionato alla lunghezza del bina rio e garantire una resistenza verso terra non superiore a 20 Ohm. T econduttord devono avere una sezione minima di 50 won, cespingenti + supporti_per_tenaglie di_ancoraggic cotais of ai en ad pees “TT all + AL vatore esutto della pore. lore redo teorleo, aftnire con La TCATIMNED 8.74 3 pS _____sasso. delle cuote em 349 _______-] MANUALE D1 ISTRUZIONI - USO E MANUTENZIONG ATTANEGULUIG! CATTANED Spa. CM 14R jem Apporecchio tipo Ge zy OFFICINE MECCANICHE } MAGNAGO (MI- ITALY) cntaie em, 260 vio mle torte, [Tt a al ane rrovetto_n ieqno are A+B =Quote da definire in funzione delle consistenza del terreno. ‘Apparecchio tipo, isnt OFFICINE MECCANICHE CM 14k NEQILUIG! CATTANEO sop.. soe MAGNAGO (MI- ITALY)