Sei sulla pagina 1di 2

Comunicato Stampa

Rete per la tutela della Valle del Sacco


CIA Frosinone
Coldiretti Frosinone
Sul documento presentato dalla Provincia
per il risanamento agro-ambientale della Valle del Sacco

Il presidente della CIA Frosinone Mario Mancini, il direttore provinciale della Coldiretti Frosinone
Gianni Lisi e, per la Rete Tutela Valle del Sacco, il coordinatore del tavolo tecnico provinciale per
il risanamento agro-ambientale Francesco Bearzi e il presidente Alberto Valleriani, esprimono
grande soddisfazione per il documento presentato dalla Provincia, nella persona dell’assessore
all’Ambiente e vice presidente Fabio De Angelis, nel corso della conferenza stampa Provincia-Arpa
del 7.10.10, dedicata alle emergenze relative al risanamento ambientale del Frusinate.

Tale documento, infatti, accoglie quanto maturato in sei mesi di lavoro del tavolo tecnico
provinciale, grazie in primo luogo al contributo del Dipartimento di Produzioni Animali della
Facoltà di Agraria dell’Un. della Tuscia, del preside della stessa Facoltà Bruno Ronchi e del dott.
Pier Paolo Danieli, dello stesso dipartimento.

Dopo anni in cui le istituzioni di rappresentanza politica hanno sostanzialmente latitato


nell’affrontare l’emergenza della Valle del Sacco, la Provincia di Frosinone, grazie soprattutto
all’instancabile attività del suo assessore all’Ambiente e vice presidente, comincia a inquadrare
correttamente le azioni prioritarie per il risanamento agro-ambientale, con la concreta volontà di
porle in essere. Ci auguriamo che tale atteggiamento responsabile e fattivo sia condiviso da tutte le
altre istituzioni, che spesso appaiono condizionate da logiche estranee a quelle del risanamento
ambientale e della promozione dell’agro-zootecnia, i cui destini sono legati a doppio filo.

Il documento presentato dalla Provincia di Frosinone, pubblicato integralmente su alcuni quotidiani


e on-line, elegge come punto di riferimento per il risanamento agro-ambientale il Programma
presentato dal Dip. di Produzioni Animali dell’Un. della Tuscia al tavolo tecnico provinciale dello
scorso 2 settembre. Tale programma propone tempi ragionevoli per la determinazione scientifica
delle migliori strategie da adottare per accelerare la degradazione del beta-HCH presente nella
fascia contaminata del fiume Sacco, incentrandosi sulle potenzialità offerte dalle colture microbiche
e dalle piante foraggiere, mediante pratiche di phyto-remediation (azione combinata di microbi del
suolo e piante), e da alcuni metodi di lavorazione del terreno. Non viene trascurata la valutazione

RETE PER LA TUTELA DELLA VALLE DEL SACCO

e-mail: retuvasa@gmail.com Ufficio Stampa: Alberto Valleriani e Francesco Bearzi


sito e rassegna stampa: www.retuvasa.org 335.6545313, 320.9653728

Sede legale: Via Ugo Foscolo, 39 00034 Colleferro (Rm) - C.F. 95030250583
delle pratiche già messe in atto (pioppi e girasoli), ma a differenza del passato si intendono
apprezzare tali risultati sulla base delle loro concrete possibilità, non in base a una aprioristica
predilezione per lo sviluppo di filiere agro-energetiche presentanti seri rischi per le tradizionali
attività agro-zootecniche, al contrario dei processi di digestione anaerobica (biogas dal letame).

Ottime anche le proposte di azione immediata avanzate dall’assessore all’Ambiente provinciale, tra
cui sottolineiamo l’estensione dell’area emergenziale fino a Falvaterra; la pressione della Provincia
per lo sblocco immediato dei finanziamenti riconosciuti agli allevatori danneggiati e non ancora
erogati, e per l’adeguatezza dei futuri finanziamenti; l’impegno per la vigilanza del rispetto della
proibizione di attività agro-zootecniche nella fascia interdetta; l’impegno per il corretto
riconoscimento del valore di mercato dei prodotti agro-zootecnici locali e per la promozione delle
eccellenze produttive; la proposta di un coordinamento con la Provincia di Roma per la promozione
degli ecodistretti industriali nell’intera Valle del Sacco.

Anagni/Frosinone, 11.10.10

Francesco Bearzi
Mario Mancini
Gianni Lisi
Alberto Valleriani

RETE PER LA TUTELA DELLA VALLE DEL SACCO

e-mail: retuvasa@gmail.com Ufficio Stampa: Alberto Valleriani e Francesco Bearzi


sito e rassegna stampa: www.retuvasa.org 335.6545313, 320.9653728

Sede legale: Via Ugo Foscolo, 39 00034 Colleferro (Rm) - C.F. 95030250583