Sei sulla pagina 1di 2

Kublai coaching finale.

odt

ATTIVITÀ PILOTA DI COACHING, LUGLIO 2008


Pubblicato con licenza Creative Commons 2.5, attribuzione, non commerciale

PREMESSA
Il coaching pilota vuole essere soprattutto un'occasione di imparare. Crediamo che lo sarà: partire
da idee e cercare di trasformarle in progetti solleva una grande quantità di problemi interessanti. E'
molto importante che l'apprendimento sia sociale, cioè che tutti condividiamo le lezioni che il
lavoro su questa prima tornata di progetti ci insegnerà. Il coaching pilota è rivolto a TUTTI i
kublaiani, non soltanto a chi ha proposto le idee selezionate.

Per questo motivo i due incontri in sincrono si terranno al Porto dei Creativi in Second Life e
saranno aperti a tutti. Ciascun incontro approfondirà alcuni aspetti di tutti i progetti discussi nel
pilota. Tutti i materiali generati saranno resi scaricabili e visibili dal sito internet, e le discussioni
pubbliche sul forum di Kublai. Questo processo sarà accettato e potrà funzionare solo se i
partecipanti si convinceranno del fatto che le loro idee possono solo essere rafforzate dal
confronto e dallo scambio, e non “rubate”. In questo mondo le idee sono radicate nei territori, e
possono avere successo solo se i loro proponenti se li intestano e li portano avanti nonostante
tutte le difficoltà. Più saranno gli scambi all'interno della rete, più questa genererà nuove energie e
collaborazioni. Alcuni kublaiani ne sono già convinti: tra loro i proponenti delle idee pilota, che
hanno accettato volentieri di discutere le loro idee davanti a tutti.

I PROGETTI SELEZIONATI
I progetti che prenderanno parte al coaching pilota di Kublai sono quattro.

Festival letterario sul mare (proposto da) Navarra Editore

Festival della tradizione orale in Basilicata (proposto da Lorenza Colicigno)

Caffè letterario storico in Sicilia (proposto da Antonino Galante in collaborazione con


http://progettokublai.ning.com/profile/RobertaGreenfield e Yorick Editore)

Radicazioni World Music Festival (proposto da Radicazioni)

Li abbiamo selezionati su criteri di diversità. Diversi sono gli ambiti di attività (musica, editoria,
cultura); diverso il grado di sviluppo dell'iniziativa (dalla proposta che parte da zero all'iniziativa che
ha già una storia e vuole crescere); diverso il grado di dimestichezza dei proponenti con internet, e
con Second Life in particolare (dagli esperti ai principianti).

Ci sono stati proposti altri quattro progetti, che abbiamo deciso di non discutere in questa fase.
Due (Percorsi culturali, proposto da Philosophia; Valorizzazione del borgo di Castelpoggio,
proposto da Castelpoggio) ci sembrano ancora un po' vaghi circa il “che fare”, e forse troppo
complessi per un pilota; un altro (Informatica in Sicilia, proposto da Pico) ci sembra troppo lontano
dalle industrie creative, e quindi non molto nelle corde di Kublai; il quarto (Premio letterario
Nebrodi, proposto da YorickEditore) andrebbe benissimo ma insiste sullo stesso settore (editoria)
e sulla stessa regione (Sicilia) del progetto di Navarra editore. Chi volesse ulteriori chiarimenti su
queste scelte può ovviamente chiederceli, facendo riferimento anzitutto a Marco.

Pubblicato con licenza Creative Commons 2.5, attribuzione, non commerciale


Kublai coaching finale.odt

AGENDA
Primo incontro: il cuore dell'idea (Tutti, Second Life). Seconda settimana di luglio

Un progetto è cosa assai più complessa di un'idea, e comporta attività diverse. In quali di esse è
l'elemento caratterizzante, unico, irrinunciabile, delle idee presentate? L'idea trova delle risonanze
nella cultura del luogo in cui l'idea viene situata? I proponenti sono consapevoli di questa
caratterizzazione? Vi è accordo tra loro, ovvero vedono il progetto allo stesso modo? E' possibile
ripensare le attività non centrali in modo che rafforzino quelle centrali? In questa analisi possono
essere utili le dieci mosse di Kublai, pensate come una specie di checklist.

Da fare dopo l'incontro: riscrivere in una-due pagina la propria idea progetto distinguendo
chiaramente tra attività centrali e non centrali.

Secondo incontro: le energie disponibili ( Tutti, Second Life). Terza settimana di


luglio

Chi sono i proponenti? Cosa sanno fare, cosa li appassiona? Le idee-progetto riescono a
valorizzare al massimo le loro competenze? Quante risorse (lavoro, denaro, contributi di altro tipo)
servono per realizzare il progetto? Quante di queste sono già nelle mani dei proponenti? Quali
alleati si possono mobilitare sul territorio? Quali al di fuori del territorio stesso? E che contributi
possono portare costoro?

Da fare dopo l'incontro: scrivere una-due pagine sulle risorse in campo, in particolare quelle
umane, e sugli alleati attuali e potenziali del progetto.

Terzo incontro: Discussione su timeline e aspetti economico-finanziari (separati, in


luoghi e con modalità da decidere progetto per progetto)

La classica “botta di conti” o, se preferite, il business plan.

Dopo l'incontro: scrivere il progetto, compreso un prospetto economico-finanziario.

IDEE PROGETTO PRESENTATE FIN QUI


Festival letterario sul mare

Lo Cunto de li Cunti – Festival della cultura orale

Percorsi culturali nelle regioni italiane

Caffé letterario storico

Valorizzazione del borgo di Castelpoggio

Informatica in Sicilia

Radicazioni World Music Festival

Premio letterario Nebrodi

Pagina 2 di 2

Interessi correlati