Sei sulla pagina 1di 12

1----.1 -A-.N--N-O--!

O------~--------------------------------~--~----

7 APHILE 1915 N 4

~. ~ .

Sode~a: eScursionjS~j

BflUETTIN0 Leechesj MENSILE :: ::

, ,

I nviato gratuitamente ai Soci u 0 0 :::;====~=:::;:

I SeMM7\R Ie ; G)'fA SocrALE - RESEGONE: Gita e Versi - Daft, I. oot« - TUllISMO, ESCURSIONISMO, '1 I

,ALP]NI6~IO - ,A. S[lSSi - Cl,ASSll'lCA CAMPIONE NA~)ONALE - GRUl?PO, s'r,UDENTI -. G,UtE AI.L,A PRE. SOLANA •

-·R!NGIUZJAMF.N'l'I.GARll CAMPJONATO - scr PAROLA I'ULJANA - a. r, - AGEl. ... - NUOVI seer - ELENCO .

GITE -- BIBLIOGRA);,IA - .PICCOLA POSTA. .

----- ---------. -

" RIl~al:iolle pr-aS6\1 18 S!!de SDcLaie in LEeCO, Via CaiioLlr. 31 " CollaborazlClne Ilbera _ Fotogr~fi9 e m.ar'l{!s(:ritti non S~ restitLJ~saal'o

Quote d' insuizione: VlTAUZI L. 50 una volta tanto - ~NNUALI L. 6, Tassa inglBSfo L. 1 - STUDENTI L. 3'annue - SEzione S[I L.3annue

v.a -nita ~o[iale e La ~el fiRUPPDUUUEHTI.

• Sono cost dotci te ore dt una bell(vgtta fra Imon! amici 'in montagna!, L' anstcieta 'creece cos! sctiietta, cost soda in'st breve tempo j'l'a fa tioerta aet tnonti! • ..

ANTONIO STOPPANI.

~ecc.o .. '3>asso

a.e\ U=-0' .. ~a\oh.\o

D0MENIe,1\·· n

1915'

__________________ ~ __ ~ __ ~~ ~-- I

1\J?RI LE

Ritrovo suI Piazzale della -Stazione; / Partenza per Acquate ;

Arrive Capanna Stoppani - Spimtitro; Partenza;

Passe del Fo';

Arrive Capanna Alpinist] Monzesi

(entrata gratuita gentiImente eoncessa) - Escursioni nei dintorui:

Passaza, Canalone Valnegra, C01'1la Camoesera, ecc. - Colazione a1 sacco , - (presso la Capanna funziona serviaio, d'Alberghetroj ;

» 13. 30 Partenza;'

» 15 -- Erve; .

'i) 16 -- Arrivo a Ca1-iilzio - Ritorno a Leeco a pie.di,~~~fti cia Bergamo e Milano' per"Stanehi e pigri.

"i. ·t

Ore 6. ! 5
» &.30
8 --
» 8.30
" 10 ~
)) 10. 15 II percorso della comoda e facile Gita, del maggior interesse svol!(endosi Ira due. Valli (quella di Acquate equella di Er.ve), offre affidamento d' intervento numeroso,

E una Gita di fa miglia , accessibile a tutti, e saranno ben accetti anche i non Soci.

Agli StudenNparticolare appetlo di partecipare a questa passeggiala, di alienamento a queUe importantz: asroenire, accompagnandovi parens« ed amicz',

Direttori di Gita: ~damo1i Carlo - ~zzoni ~a_g. l.Ui_gi, - ~ola 'Pot.t. :inn.ocenz;o

1IIIIIIIIII'''IIIIIlIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIO_,O 11111111111_IIUIIIIIIIIII;;IIIIIIIII_,IIIIIIII.IIIIIIIIIIII_ullllll'llil1

Ii'REMI0 = Chi dall' fiprile al TIic'ernbre corrente anne p2lrlecipera al ,rnaggiof numere di G.it~ >Gciali aura Indene la ~uida Rile .Vrealpi di Leece offertadal signor filbei'to ~ra,~si.

II'UIIIU,""IIIIIIIIIIIIIIII!nqlllllallllllll._nlilllillllllll[JIUllldlllll!11l1l1llnDlII<'!lllilllilllillllr •• 111II11I1I!IIIIIIIIIYllldinllllJnllill

NB. ~ Siarno .. lieti di annunolae s ·aver assegnato il medesimo Premio di frequenza Gite Sociali del 1914 al signor CAROZZI AMBROGIO

XVI"- G;ita Sociale

RESEGONE (m. 1~72)

IQJ. 19 - 20 9Jieemtlre 191 II !§

Sullo strato nevoso; che rende faticoso il camminare a piede libero, striscia con ritrnico movimento 10 svelte pattino da neve. E sale leggiera la comitiva, mentre per l'aria insistente turbina il nevischio che sferza i volti. Lung'hi cirri di nebhie salgono .dalla, valle, quasi a proteggere, dana decisa violazione, la vetta pili alta,

?:ramonto

suf

2

II gruppo s'assottiglia ; qualcuno preferisce alla saddisfazione del satire quella

delle veloci discese, ':-

:It mezzogiorno; Ravasi, Castelli C., Castelli N., Grassi, Carozzi, Spreafico C., Spreafico G., Figi!ii entrano nellaCapanna Vetta.

Azzorri , 'Sassi, Wiesemann. Bonelli, Spreafico A. sana a Morterone, Nel ritorno, ri torno allegramente rumoroso, e uno scambio di car-e impression! che la g iornata di sani cirnenti ha. offerto. La neve, lentamente, a larghi fiocclri, i rn-

blanca, ammorbidisce l ars.

" ")

{{ CJfese:Jone

', ,.~-:,\ \

@]

I-I

1c@:J1

I qy;:; 'I

I

I , "I ,~ ;~

. ,,0

BagHor pitrpuret' san/an,do t'l sole,

scudo d£ fuoco, sparve ad ocddente, ed ecco divampar iubitamente

del Resegone' la tz'tdnea mole.

Mentre nell'ombra profondar lc gole, @gnt' pia-o sembr(p '1nutarst" in dente ,roggi'o -per vivo sanguert'splendente. M£1-abile vision di stran» fole!

Alii, troppo brev( ~,_chi ~'qirJo"'sm()rzando in ttn sorriso t7l'Hgu'idoJ d£ viola,

<:;.0. ,!

it vasto incendio , e,. rapida calando,

t'nlin la notte aooolse la montagna.

Atlora nel sitenzio immenso so/a, aspr« stridette un'aquila grifdgna.

ARNALDO RUGGIERO.

I I 1.0

I ~ I ...

T urisrno ",- eScUrS;onlSJl)o

€\fp;n;sJl)0

Se io domandassi at cortesi lettori -l'intrinseco significato e valore del turisrno, dell'escursionismo e dell'alpinismo, molti certamente rirnarrebbero dubbiosi e titubanti nel darrni risposta. E cio e naturale, poiche comunernente sf confondono Ie attribuzioni proprie di queste hoe forme di moto, variaudo i' Iimiti delle rispetti ve sfere

d'attuazione.

Taluni fanno il «, turismo », sinonimo di escursionismo, ed anche d'alpinisrno. In Francia, ad eserripio, chiallianp « touriste .» tanto il s,e\npl)<>e yhtggiatore per

,. , , • I, "' ... ~ " ' J ~. • ~

istruzione Q di porto come I 'abile asc:~n-

sionista. "

Per i profani 9uaJ,~~;qu~",;p;1,'"~o.na, che . vada sui l~o;ntr.,e, un alpiplsta. '~ 1ll0L escursionismo si, fSt, ,;;i n~:mimo, di .alp inismo, e tale 'i!l'\veFo'~to;merdo S?~e:D:t~ anch'io, .per' .ragioni d'affinita,' nei miei articoli di prop~g<il-nd~. : . J ." '.', J

N?n ~I q~i~d~, ·,fuo~."Ai. l~~~.~, ,~h'r ,.io;

specifichi, ~, chjarispa questa comune .9.Ql1;,

fusione di ,~lgJ;lipc;atk p~f:n91i1', ini~n,~r~Fel critiche e .t;nalil)tesi,· e q1a".cqnforme,at modesto mio cqncetto, 5enz~' in:teI}z,io~j; di offendere l'altrui parere, una breve spiegazione del valore di ciascuno di questi tre termini. e del campo corrispettivo ehe ognuno ha di mira "nella propria esplicazione.

'" * *.

'; • '] J

II Turismo Sf svolge essenzialrnente

al pian~,. in re~i,o.p,iffra loro eollegate da ferrovie 0 da s de, usufruendo di ogni cornodita e mezzo di tras porto ; abbraecia indistinfamente le citta e. Ie campagne; si indugiaad osservare Ie meraviglie della 11 atura, dell'arte, .dell' industria ; si addentra nelle valli pittoresche ed operose; visita i '{ipaggi montani dove arriva l'eeo dell'urbano prpgresso;

~ ~- ------ ~

sosta nelle stazioni clirnatiche fra le salutari pinete ; si spinge fino ai valichi alpini ; ascen de 511 qualche facile Yetta, servendosi, 5e e possibile, di funicolari o di cornodi sentieri; scruta estatico le rocce paurose, i ghiaeciaj crepaceiati, Ie ardue cime, e s'accontenta di superarle col canocchiale, con 10 sguardo, col pensiero,

'Scopo principale pel .turismo e viaggiare perc istruirsi ei godere i,nsieme di . una, vita varia e ricca d'impressioni. Esso ~ dorninato .da'l .Sapricfip,' ,0.. siisc!iplinato da ,itillerari prestaoilit]: cia: apposite a'genz'i'e, cOIl opportun,e: ~ari££;~' ;;:i-,'1r:amel1te \1<il natura solitaria:; t1~cle .,piqr~9S~O verso . ',i l~oghj, abita~i, . in, ~.erc).lI~9(<t~trafioni, di

~Ll:n~"f~z~~ne,:;4,i Gl.~.~j?s~tai I ,> .'~

; ~ ~e rnai.il tUrls~a 51 av-vEfntyrq.ln qualche

t ,. ~ ~ ,I. ., . " "j " t:1. ".' • I \ ~,oJ .... < I

ascerisione eO,n?is!etevo.I.e, ,e ?i" a~zarda a

" .' I ~ '.- I ( ,.f .. ~",' I • '-' • ..,.." I ~ «

visitare un ghia<_;clajo _ OU,I una .cima di

r .. ">-i' \. • .", -." \ I,·L. ,

I' ¥P,<I;. ct~tt i,n:pqr~~i~~, J?er,:;v~Fl;a,gloria 0

:. ~Ptrl}o .\NP}tal~i~~:,:, ,~r?l'<;, .I0j, ~l ',~~de, tar:~. yrin,~~r<!-mente" v;~~ti1:?,.JiJ,;t;. PC?lTWa da un : .~, !]egq'zio";ad .~r{ caft~; .. 4~~~"J,Ul ¥lp'ergo ad i.to Ut1C) ~tabiiiinent\6 b~1n-e~re' dei-Ja' sua meI ~; lensa vanita e sciocchezza ; si arma di l {m equipaggiamento sovrabbondante e

appariscente ; si fa scortare da guide .. prernurose che possano, sostenerlo nei passi un po' meno facili 0 tirarlo su con le corde, come una balla di cotone.

Bisogna poi sentirlo al ritorno, che chiasso, che boria, che sfoggio d'alpinistica erudizione, che profluvio di descrizioni sensazionali, che fronzo!i di sintimentalismo!

L'Escursionismo ha .un progromma meno, vario, un. campo .piu delineato del turismo;' sfugge dall'afa opprirnente e soffocanto del piano, dalle angustie della vita monotona 0 febbrile; sente vivo il

j

bisogno di salire su per gli alpestri sentieri, verso i boschi solitat'i, i verdi pascoli e le cime maestose per godere l'aria pura e frizzante e per estasiarsi delle mutevoli scene ,della natura.

Fini essenziali dell'escursio nisrno sono 10 svago, la quiete, la Iiberta in montagna, come reazione alle quotidiane estenuanti occupazioni, e I'utile fisico e morale della ginnastica ritempratrice dei muscoli nell'aria, nella luce, nel sole dell' alto.

L'escursionista non si preoccupa dell'altezza pili 0 me no considerevole delle montagne su cui sale; cio che gli prerne pili di tutto e il salire, e go de tanto se raggiunge i mille metri come se tocca i tremiia. Non hasmanie di records; ama conoscere bene la tecnica alpin istica e sa, quando occorre, darne buona pro va in ascensioni importanti e difficili, senza presunzioni e spa valderie.

Sente viva, e pura I'attraziorre per le Alpi e Ie coltiva con amore, ma non dimentica mai che si raggiunge 10 scopo di rrgenerazione fisica e morale anche, e meglio anzi, su eime meno elevate e pili accessibili.

Rifugge dalle cornodita eccessive ehe perpetuano in montagna la vita della citta ; s'appassiona della vita semplice e rude, senza raffinatezze personali, senza convenzioni sociali.

Ama avere compagni di gita per dividere le fatiche del sal ire, le ansie dei punti scabrosi, le squisite emozioni dello spirito, le visioni meravigliose di panorami sconfinati, Ie, gioje inebr~anti delle mete raggiunte, le infinite ispirazioni di coraggio, di energia, di 5aggezza, di bonra e d'amore che la montagna con blando iinguaggio prodiga ai suoi cultori.

***

L' Alpinismo e il puro culto dell'excelsior ; e I'attrazione irresistibile dell'alta montagna a cui esso si sente legato in modo indissolubile, per le gioje ineffabili e gIi spasirni intensi che vi si go dono e vi si soffrono,

4

.L'alpinista dai muscoli d'acciajo, dal viso paonazzo, bruciato dal sole, dagli occhi pieni di azzurre immensita, non S1 trova bene che su altezze vertig inose, dove S1 mette a repentagTio la vita, tra i seracchi di ghiaccio infidi e scabrosi 0 alle prese con la tormenta che flagelJa il viso e rende vano il proseguire. Mentre altri che non sa comprendere l'intimo significate e valore dell'alpinismo imprecherebbe contro certe ascensioni che al solo narrarle mettono i brividi, l'excelsiorista calmo e sorridente assapora Ie difficolta pill as pre e gioisce della resistenza de' suoi muscoli e della tranquillita del suo poIso.

Egli gode tacitamente; e avaro d'esclamazioni, lo S1 direbbe la negazione dell'entusiasmo; ma pero sente con tale intensita e arnmira con tale fervore che, Per quanto facondo egli sia, gli pare di non potere trovar parole per esprimere il fascino sovrumano che esercita 'su di lui I'amrnaliatrice sirena montana.

Io ho visto in ascension! di una certa importanza degh alpinisti provetti e 10- quaci al piano che non sapevano profferire parola di fronte a superbi panorami, ad ernozionanti visioni di. bellezza e di luce, e si vedeva nei loro occhi estasiati luccicare una lacrima di effusa tenerezza. Quel 101'0 aspetto silenzioso era pili eloquente d'un poema; io che avevo il eucre gonfio di letizia e non potevo eontenere esclarnazioni di meraviglia e stuporeperche nuovo a sirnili spettacoli della natura, ricevevo col S1- lenzio dei compagni una grande lezione, che e quella d'ammirare ed amare cio che e grandioso e solenne con 10 spirito ' tacito e raccolto come si ama e si adora una divinita l

Tale e la natura dell'alpinismo: l'amore alle Alpi per le araue difficolta chevi si incontrario, per le nuove emozioni che vi S1 provano.

***

Noi pero, pure inchinandoci di fronte

all'alpinismo nel 5~SO pili puro, facciamo plauso all'escursionismo che non

ha come il primo quel carattere di solennita e di grandezza, rita che. e· d'altra parte pill pratico, meno pericoloso, pili proficuo.

Quantunq ue non manchino anche fra noi, come dianzi ho accennato, le ascensioni notevoli per Ie quali sentiamo tutto il trasporto possibile, pur tuttavia erediarno che il campo dell'escursionisrno sia quello da prediligere e favorire, per che non e palestra di prodezze temerarie, non e fonte di seri peri coli ; conseguisce con

5

laginnastica varia e vigorosa del corpo i vantaggi pill lusinghieri; conferisce, quanta l'alpinismo, forza e fermezza al carattere, rende l'animo buono e generoso, balda ed energica la volcnta : abitua con le -gite in comitiva all'ajuto scambievole, alia fatica e resistenza colletti va, alla gioja concorde, all 'unanime ,entusiasmo, alla plena comunione dei sentimenti e degli ideali.

INNOCENZO COL.A (SEt. - SUCAI)

00========================

==~=======================ooo

Qo.me

s;

Qampionato

_Naz;onale

"

,

Mi sernbra si poco conosciuto il come si procede alla c1assifica del Campionato N azionale, che credo opportuno bussare alla porta del cortese Direttore del nostro Bollettino, perche veda se e il caso di concedermi della spazio,

Il Regolamento della competente Federazione approvato, rivisto e corretto in pili Assemblee, COSt si spiega:

I

ART 18. - Viene annual mente dichiarato Campione Nazionale quel dilettante che ha riporta to la migliore classifica comoinata nelle gare di fondo e salto.

ART. 35. - I salti da classificare in una gara devono essere almeno due, ed in ogni modo in / numero eguale per ciascun concorrente.

ART 36. -r--' La c1assifica viene fatta separatamente da due giudici di saito.

ART. 37. - La classifica dei giudici deve unicamente considerare 10 stile del con corrente, e doe:

a) Posizione del corpo nei successivi momenti del saito;

b) Sicurezza in tutte Ie fasi del salto.

La c1assifica stessa viene fatta per punti, rt-

tenuto come migliore l'uno e peggiore il sei: possono essere date frazioni di puuto,

ART. 39. - La c1assifica viene migliorata di mezzo punto ogni metro Cli maggiore lunghezza, oltre la minima stabilita.

~RT. 40. - Qua'ndo si faccia luogo alia classifica di campionato, questa risulta dalla media fra la classifica saIto e fonda.

La classifica di fondo si ottiene come segue:

II primo arrivato e classificato con uno: la classifica di un altro cortcorrente €]ualsiasi e I'unita aumentata di tante volte O. 10 (0 frazione di O. 10), quanti minuti in pia del primo arrivato (0 frazione di minuto) il concorrente stesso abbia impiegato nella gara di fondo.

Detto succintamente come si deve classificare, mi si presenta necessario esporre, data l'attualita, come si e classificato nelle Gare del 28 Marzo:

OARA FONDO

[0 FERRERA BENIGNO, Sci Club Forrnazza

2° FERRERA GIUSEPPE,» » ».

3° CASTELLI NINO, S. E. L

4° MATLI DIONISIO, Sci Club Formazza

Ore 0.41 58" » 0.44.41 1/5 » 0·45· 39 4/5 » o. 46. 58 "



6

Quindi, giusto l'Articolo 40 citato Regolamento, abbiamo :

]0 FERRERA BENIGNO' '2° FER'RERA GIUSEPPE 3° CAS.TELL! NINO

4~ MATLI DIONISld

GARA SALTO

Punti ]

» ] 24 3

» r 3~ 1

» 1.50

1° Canali Luigi, S. E.'L. -·C1asS'ificaloSalto:Stile4.50conm.14

20 Matli Dionisio, Formazza -» )))) 3.50 » » 11-

3° Castelli Nino, S. E. L. )) )))) 4 - » )) 12-

4° Ferrera Benigno, Formazza -)) »» 5.50 )) )) 9-

5" Ferrera Gius,eppe,» )) » 5 - )) » 9-

2° Saito: Stile" 4 COil m. 16 -

)) )) 3 » » 12.75

» » 4 )) » 14. 50

» » 2 » )) 9 _.

» » 5 )) » 8-

on concorrendoil Canali al titolo di Campione Nazionale, perche ritiratosi nella Gara Forido ; escluso il Ferrera Giuseppe perche nei ,due salti non raggiunse la lunghezza minima segnata dal Ferrera Benigno, restano in g-ara:

MATL! DIONISIO che.ha nei due salti rrietri 23.75 e punti 6.50 come stile

CASTELLI NINO » » »26. 50 »·8 - »

FERRERA BENIGNO» » »18 - ».7 50 »

,

Risaputo ehe l'Articolo 39 dispone che ogni metro in pili della minima lunghezza migliora la classifica dl mezzo punto ; essendoci noto coll'Articolo 37, comma b), che la migliore c1assifica e uno e peggiore il sei, abbiarno Ia seguente classifica combinata dei due salti (Articolo 18):

MAIL! DIONISIO con punti

CA,ST'ELLI NINO » »

FERRERA BENIGNO» »

I 8 I l I 87)

3· 75

Fatta la media della Gara Fonda e Salta ei risulta 6nalmente:

1° Castelli Nino, - Gara Fondo 1. 34 I + Gara Salto 1. 8.7 5 =,3.216 media 1. 60 8

2° MaW 'Dionisio » » .1.50 + " ,,1.813=·3.313 » 1.656'

30 Ferrera Benigno -» » 1 - + »3.75 = 4.75 » 2,375

In base a queste esatte risultanze il Presidente della Giuria Ing. V. Mezzanotte, l'Ing. A. Molteni della Sci Club Formazza.: A. Sassi della Escursionisti Lecchesi, che coll'Tng Mezzanotte furono i giudici cti Saito: il Rag. L., Azzoni, il Dott. I" /Furrini, Membri della Giuria, i signat:i Motta Gherardo e Riparnouti E.,er6nometristi; apponevano la firma, rendendola cosi ufficiale e couforrne aile reg ole, alia proc1amazione di Castelli Nino a Campione N azionale per il 1915.

Non posso e·simermi· dal rendere Ie dovute Icdi al nostro carnpioue, come non so tacerle agli ottimi sciatori della Vane Forrnazza.

Lecco, sr .Mareo r9TS,

ARNALDO SASSI.

GRUPPO STUDENTI

. I

............................... ' ....

I signori Rrarnbilla Carlo, Colombo Antonio e Vaccari, Gesi't so no .stati ci1iamati a dirigere il Gruppo Studenti,

Agli eletti I'aug urif che lao loro attivita sia esplicata per ia'propaganda del l'alpinismo fra le schiere studentesche.

Nuoui Soci:

Cereghioi Mario Fabris Giovanni

- Odobez Giuseppe- Pea Amilcare

- Roncalli Aldo - Roncalli Carlo

Teli Pietro - Todeschini Giosue.

/

Le $ape alia Pres(51ana

> 14 lVIattzo 1915 =

L'ampia conca del Giogo Presolana era appena illuminata dalle prime luci del giomo, e gia I'animazione era grande. Campi silenziosi 51 so no d'un tratto fatti ehiassosi, ed il candide tappeto e so1cato da capricciose seie.

_Alia prima manifestazione dell'annata

s la Societa Escursionisti Leeches] partecipa con entusiasmo, ed i nostri carnpioni attendono con ansia l'inizio delle gare. Un momento di raccoglimento e poi la partenza e regolarmente data a quarantotto concorrenti. Sono nomi noti e nuovi; e Ia lunga fila si snoda suI fianco est della Presolana, in una salita quasi a.lpinistica ed in una discesa dove chi" e abile si assicurera i migliori posti. E prossimo l'arri vo l Taglia prirno il traguardo Castelli Nino partito tredicesirno ; segue a metri il « poco valligiano dalla capigliatura Mascagnana », Ra vasi partito quinto e poco dopo Camagni, partito. quarantesimo, taglia il traguardo, accolto, come gli altri, da applausi.

La Giuria classifica:

r" CASTELLI NINO, Societa Escursionisti Lecchesi, in ore [ 17 23";

2° CAMAGNI EMILIO, Societa Eseursionisti Lecchesi, in ore r 20. 57 " ;

3° CARERA ANGELO, Atalanta dt Bergamo, i [J ore I. 24. r 6 " ;

4° PEROLARI FRANCESCO, Sci Club Bergamo, in are I. 24. 17 "

5° ZOlA PIETRO,Societa Escursionisti Milanesi, in ore t, 25. 'I7" ,

bO RAVAS[ ANNIBALE, Societa Escursionisti Lecchesi, in ore I 25· 39 " Arrivano in tempo massimo altri 20 con correnti , fra i quali i nostri .. CAN-ALI, AUPP1, FIGINI, SASSI, BONELLI G.

Alia Societa Escursionisti Lecchesi viene assegnataIa Grande Coppa Comune di Clusone, per la Societa col maggior numero di arrivati in tempo massimo.

7

Con notevole ritardo nell'ora fissata si svolge la Gara Velocita e Stile; di stile non ha ehe il nome.- Ultimo numero la Gara Salto, che e veramente riuscita. - Diversi i salti ben eseguiti,mighori fra tutti quelli dei nos t r i: CASTELLI NINO e CAN ALl LqIGI, rispettivamente primo e secondo.

Una sci volata ancora, e poi il c amion, fra alte trincee di neve, guidato da mana maestra, corre rasente fitte conifere, passa rombante nelle strette viuzze, attraverso paesi gremiti di folla, sobbalza bruscamente in svelte ardite; sernbra conosea la nostra fretta di portare agli amici I'annuncio della bella vittoria I

----*

ta rele zi on e della Gara di t:ampionato 131 pr o s si m o n am ero .

----*----

'illfte onoreooi! 'illmminilStrazfoni: Gomune ()i .Peceo, eamera af eommercio C])epulasione r;}'ro~ineiafe ai eomo, eomune ()I 9Jarzio, :Yeaerazlone aefto JCi,. "GourinJ es« Jel e(gff :Mifano Jezione Jei S.cursionilSli :MifanelSi, glomafe al .£ecco-, elfe fa :Man;j'e51a.Jione [lnlJernafe In 'Va~a;;si~a, =s=»: "ala aafta nOlS'lra Joefela pe( 28 :Mar."o, ()olarono ci amffw fi:i'remi,'

'illft· 'illUD. .PuiJi 'illrriJoni, eonlSiJt'ter~ fi:i'roDin' eiafe a' [lntroffffio, .iJnori (fratem :MiJfialJacca, p10fi8 giuseppe, 9Jaroz"i guJlie(mo, :Mansonl C])oll. guiao, :Mauri Gado, ai fi:i'roprielati oeJfi 'ill(GerJfji '#1aTzio e Jlefta, efje moetrarono if (oro attaeeamento afta ffeft~ Vatle Ci8ponenao ooni per (e ga?e.-

'illft' [1nJ. 'V. :Mez'Zanolle, rappreeentante (a fleoeraetone aefto Jci e fi:i're8ioente oefta gluTia, "Gurr!ni C])ott. :i?, [lTIJ. 'ill. :Moftenl. :Motta g .. ~afioi eooperalori afto lS~ofJimenlo reao[are oeftJ Jiomala sportioa ;

'ill giornali e eorrisponoenli cfje fe gaTe annunctarono sui /o!Jfi, non sempre o8pitali pur avenoo promeaso if p atroeinio, aa 'illrriJoni 'illne8.ellf .fJ/offerI9, :Man'Zoni C])ott. g.,. qar!Jel1tJ ~., qlje a9, Rn,l~g~~io .. ~

. . .

fJjarsio tennero »ino ( entusiasmo oel Jciatori 'Vaf-

sossinesi e ne curarono (e iscrietcni :

flli ninti eo ai campion i oefto JCi, In moao parlicofafe at fJormaz'Zini /fje !Jentifmente rispoeero afr inoito aoffffarcanoo$i af eostoso e fungo Dia!JJio; 'ill tutti quanti, ricorirati 0 non, contrifful'rono at-

, .,

t ' utife pf@payan'Oa oefro, Jei .neH,i, C()a((e eo af Iloilili8/acen·ie. eeito ilef(a riunione 'ao esse oeOieata. fa Joc/eta S8cur8fonf8ii :!?eceffe8i e fa Jef![one Jci;· (ietis8ime oef risultato ottenuto, yranoe. rieompensa ai 8acrij{ci /alli. porgono nioi e sentiti i-inJr05iamenli.

La S. e. L. e le Sezione Sci.

Sci e non Ski, Sky, Sckyo pengio

Vi sarete accorti che da qualche tempo abbiamo bandito tutte le voci aspre,che mal S1 addicano alle'leggiere ali der nostri piedi, per usarne una sola, dolce e facile:

Sci. - Tanto abbiamo fatto, subito e volontieri, in seguito all'invito di Paolo Monelli della schiera dei Sucaini che, fra altro, scrive:

« ... 1a grafia norvegese della parola e ski {plurale : skier), e la pronuncia e schi.

« Ma Ia piu moLle prommcia sci, venuta a noi forse dalla lingua svedese (che e affine di suoni, ma pill dolce della dario-norvegese, e nella quale il gruppo slot' e pronunciato sci), e adottata ne1 linguaggio regolamentare dell' Esercito Italiano, deve avere le nostre preferenze. La parola set' e fluida e Iimpida, e suscita senz'altro alta mente con i suoi derivati (sciare, sciata e sciatore) l'idea di scivolamento rapido e libero per declivi lisci, che e nella natura del ·nostro sport; e una magnifica parola che dobbiarno fare nostra, pronunciando e seri vendo sci.

« Del verb? « sciare » balza pur fuori l'idea della scia che il pattino traccia con ininterrotto frusciare nella neve ; rna l'aspra sillaba nordica schi non e nell'indole del nostro ·idioma e nou evoca nulla di sipiile alle orecchie ed alla mente ... »

Ora non ci resta che aspettarech'8 tutte le Societa scrivino sci; e, fra non molto la parola : italianizzata vena adottata da tutti, col vantaggio di una voce unica ,e miglior.e, e nostra.

8

Vergine era uno; Angelina per tutti, am anti e indifferenti.

Domato, si fece in tre: Angelina per chi 10 scala primo, Teresita per chi secondo! Angelina 0 Teresita per chi non volle sconteritare nessuno.

E delle tre porzioni cli ago, tre relazioni diverse.

-- Prima, quell a Fasana su Le Prealpi.

- L'ago, dal doppionome, era il piu

bersagliato dagli strali sarcastici del relatore, e la parte tecnica era suggerita da fonte che -precisamente non era quella che si aveva -sollecitata e assicurata di esattezza.

- Secon da, la mia sul primo numero del nostro Bollettino. - Precisa e veridic a sotto ogni rapporto, senza reticenze ne convenienti, ne scouvenienti, - Sollevo una protesta da parte del signor Fasana. - Altra sua. pagina di sbrigliata scherzosita, - Chiarito verbal mente che intenzioni malevoli non avevano provocato il pericolo di una polemica, io miritenni pago, non ternendo smentite. ne facete, ne ser ie.

Terza, quella recentemente apparsa sulla Rivista del Club Alpino. - Vien fatto di chiedere se non sia la relaxione di un altro ago, veramente Teresita. - Dones ha fatto tutto, dimentica di aver trovato ·la porta aperta ed anche di averne approfittato, incurante d'ogni diritto di precedenza. - Questa spiacevole constatazione, so aver provocato protesta e rettifica da parte del primo salitore Carlo Castelli.

Conclusione: Quando non c' 13 moderazione, quando si scorda l'undecimo comandamento: « Non esagerare s , la verita ne soffre, e parecchio ..

a. r.

SOOI! Avele dato ilvostro nome alta S. E. L., date i.I uostro appoggio col procurare nuovi associati.

9

soc; dal1Q ~ennajo al 3' Marzo 191·5

~1\NDI01\TI

Besana Dott. Paolo (Vilalizio), Lierna Confalonieri Enrico (Vitalizio), Mandello Vicini G. B. (Vitalizio), Mandello Aughileri Autonietta Frigerio, Lecco Azzoni Silvio, Leece>

Baruffaldi Giovanni, Laorca

Biffi Carlo, S. Moritz

Bologna Enea Tina, M~lano

Bouacina Ernesto, Lecco

Bonelli Clara, .Lecco

Brugnoni Angelo, Milano

Cima Juvalta Alba, Acquate

Cima Rag. Adelchi, Acquate

Colombo Renzo Lucio, l.ecco

Cortesi Luigi, Vercurago

Franzoni Silvestro, Lecco

Galbiati Giovanni, Castello

Gargenti Giovanni, Barzio

Gerosa Angelo, Lecco

Gerosa Bonaiti Gina, Lecco

Ghiringhelli Adriano, Lecco

Guazzooi Gaspare, Lecco

Lazzari Giuseppe, Lecco

Magnani. Dott. Aldo, Lecco

Magni prof. Fenno, Lecco

Manzoni Dott. Guido, Barzio

Marni Pino, Leeco

Menni Angelo, Ballabio Superiore Menni Giovanni, Ballabio Superiore Minoretti Marco, Introbio Monterumici Dott. Rinaldo, Calolzio Morlotti Piero, Leece.

Odobez Giovanni, Rancio

Ornati Felice, Monza

Paroli Renzo, Barzio

Peroni. Dott. Pietro, Lecco

Pini Virginio, Sesto S. Giovanni Pollaroli Melloni Franco, Milano Quartaroli Ing Emilio, Milano Ravasi Luigi, Lissooe

'Redaelli Ermellina, Lecco

Ri volta Vittorio, Castello Rusconi Ing Guido, Germanedo Turrini Dott. Leonida, Introbbio Vassena Duilio, Leece

Wilhelm Alessandro, Lecco Kornann Alberto, Milano

Soci Proponent!

UREMIC!); Chi' dall'aprile a1 dicembre corrente anno presented il maggior numer o di nuovi SCSi avra in dono una Spilla Argento foggiata a Piccozza, offerta dal signor cRrnaldo 8as.si.

Balbiani Antonio

Sassi Arnalda e Ravasi Annibale Sassi Arnaldo

Carozzi Ambrogio

Azzoni Rag. Luigi

Sassi Arnaldo

Figini Emilio

Can ali Luigi

Pirovano Giuseppe

Bonelli Gianni

Ravasi Annibale

Besta Avv. Luigi e Ravasi Annibale Sassi Arnaldo e Ravasi Annibale Ripamonti E. e Castelli C.

Ravasi Annibale

Bonelli Gianni.

Ravasi Annibale

Ravasi Annibale e Sassi Arnaldo Sassi Luigi

Sassi Arnalda e Ravasi Annibale Wilhelm Pietro

Ravasi Annibale e Sassi Arnaldo Bonelli Gianni e Sassi Arnaldo Sassi Arnaldo

Sassi Arnaldo

Sassi Arnaldo

Ravasi Annibale

Ravasi Annibale

. Ravasi Annibale

Sassi Arnaldo e 'Ravas'i Annibale Dott. Innocenzo Cola

Sassi Arnaldo

Sassi Arnaldo e Ravasi Annibale Sassi Arnaldo

Rava si Annibale e Sassi Arnaldo Grassi Alberto e Sassi. Arnaldo Grassi Alb.erto

Sassi Arnaldo e Grassi Alberto Fig ini Emilio e Sassi Arnaldo Ravasi Annibale

Ravasi Annibale,

Ravasi Annibale

Sassi Arnaldo

Sassi Arnaldo

Bonelli Gianni e Ravasi Annibale Wilhelm Pietro . Rjparnonti E. e Castelli C.

r

E necessario~ perche si' fossa auere esaito concetto della nosh:", at#vita alpinistica. c:he flitti -i SvC£ -invtz'no sollecitamente I' elenco gile ed ascensioni compiute l1(!gii an-ni decorsi.

Brookes F,ranco (ANNO 19(3) - Traversata due .• Grigne,2184-2410 - Resegone (2 volte) - Pizzo Forato, 2968 - Pizzo Quadro, 3013 - Pizzo Sevino, 3021 - Pizzo tre Signori, 2554 (2 : volte) - Torrioni Magnaghi, 2000 t2 v olte) -Torrione Cinquantenario - Cresra Segantini (2 volte) - Zuccone Campelli, 2170 (3 volte) - Grigna Settentrionale, 2410 (5 volte) - Cirnone di Margno - Grigna Meridionale, 2184 (2' volte) - Monte Galbiga - Monte Muggio - Torre 'Costanza - Corni di Canzo - Monte Tesoro - Monte Palagia: ~ Zucco del Pertusio - Monte :S. Primo - Monte Croce - Monte Pallanzone - Pizzo Porcellizzo, 3076 - Monte Legnone, 2610

- Pizzo A'lf6, 250'8. - 'Tutte senza guide.

Brookes. Franco (AN,NO 1914) - Corni di Canzo .-. Zucco del Pertusio - La Grona -

. : r -I ").

-Moregallo _:_ Resegone (3 volte) - Grigna Me-

ridionale, 2184 (2' volte) - Sasso Canale, 2400 - lUCCQ}1.b Carnpelli, 2170, (2 yolte) - Monte Muggio..2:',Gi-igna Settentrionale, 2410 (3 vplte) - Pizzo Scali no ; 3323 - Cresta' Segantini (2 volte) ~'·Torri0ne Cecilia _. Pizzo Ligoncio, '31)32 - Pizzo Cavregasco, 2536 - Pizzo Stella,' 3 [62.- Cima di Castello, 3393 - Torrione Palma - Casati ::__, Pizzo Redorta , 3037 Torrieni 'l\f,agn,,!ghi.' (tutti) - Guglia Angelina, Cinqu'ailten~ri<? . - .Torre Mongolfiera (I" ascension~))- Sasso Manduino, Bocchetta del Sereno, '28158 .. (trav.) r: Torrione Colonna Occ. (1" ascensiorie). :_: Tutte senza guide.

,

. ~ ;

P!tEMIATA T~po.- LITO,GRAFIA F, LLI G'RA.SSI ~ ~ECCO

·~Dttl Edelweiss · j\1tule$pluga

Altezza' metri 1908 sui livello del mare

pr:~,~ri~t"a',riOt-' B. '13 U ::p,Z!E ':(' T;I > I i:.

10

DeW Oro' Francesco (ANNO 1:91·4) - Piani Resinelli (2 volte) -" Pian Ciresa - Vetta Resegone . -r- .• Sorgenti de1,La$br-o;- Zuccone Campelli (Cresta Ongania) - Alpe Turati ~ Pizzo Scalino (3"323) - Pizzo Pelato - Croce di Rai Grigna - S. Genesio j, - .. Monte Barro -

Monte Moregallo ,~

Dott.'lnnocenzo Cola ,(ANNO 1913) -. Gran Sasso, d:Italia, 2921 .-~ Resegoue ('2 volte) - Grignetra {Canalone Porta) - Pertils (3 volte) Monte Tesoro ('2 volte) ...

Dott. Innocenzo 'Cola _(ANNO 1914) ___.:, Resegone (3. volte) Valnegr«, Val Comera.i=. 'Monte Tesoro - Grigua-Meridlonale (4'volte) Canalone Porta, Sentiero Cecilia, 'Cresta Cerrnenati - Grona - Punta Torelli {3137) - Pizzo Cengalo (337.[) - Pizzo Por.cell'izzo (3076) - Piz~o Badile {3308).'

- '

............................... ,.. ',.".:.H , .........

BIBLIOGRAFIA

Vive espressioni di ringraziamento ,porgiamo all'onorevole Prof. Mario, Cermenati per la gentile offerta in doppio esernplare di tutte le sue pubblicazioni.

***

A tutti, ai nostri -Soci in par ticolare, raccomandiamo vivamente di voler cooperare COil of ferte.od omaggi ad arriccliire laBiblioteca; della quale, ()ra che e costituito il, Gruppo Studenti, 'maggiorm'ente '5i serite la necessita e la preci-

pua opportunita, '

/. ,

....... , ••••• t .......

PICCC)~~ .POS-r~

E. Sala. __;, Grazie; - Abbiamodovuto tagliare, Rag. A. Porri. - Causa rita-rdo click/'; al prossimo. ~umero. __:,,_ eic inviF it seguito, _:_. 'Grazle.

Direttore responsabile: 1lNNIBllLE Rll'V1lSI

, ~,~--~

Ser~izio Vetture':: :: :::: \f 1 pelizioso soggtOrno -ln~ernale d Esti10

posta e :Td'tgrafo :::z .:: ;:: WI ·Campi, di Sports ln~ernall ,==' =, .=--

~is(aldamento a Termosifone -;11\ punto. di- padenza p~r i\suns,ioni In-

:L""CIV'0mV\' ....... ortVl V\m ....... odtVuV\nJ\o_0 "..,_,:: ........ : ...... : ~::'VV\.:: AJ'V'Jo.A\ AJ'V'o.A1~e~rnV\oal~i iV'tdVV\o,ESl'V\.ti~

.. .._.

r"'"'''''' ._"". " " " "".,," "." '--'r"'" " " .. "" ~ ..

· ~ ~rol~eria l VI~un ~ ~ Vir gil i 0 ~ Mazzoleni

Via 1\ntonio Stoppani I Via. earlo eattaneo S S

;,vvv'VVV'V'V'VVVVVV~~

i c@:J11c@:J1 1 c@:JJIc@:J1 1 c@:J1 1 c@:J"cQP'·1

Arnaldo Sassi

detto G1lRIB1\LOI

NEG0Z1llNTE in TESSUTI

TELEFeN0 N.2 = 57

(!_.!)
APPAR[[[HI
fOTDGRAfI[l
di Primarie
i Marthe :: :: LASTHE - CARTE - PELLI[OLE - ACCESSORI - UNICO DIPOSITO ARTltDU HODAK - FURNITURE GENERAL! PER FOTOGRAFIA - PRom [ PERFETTR ESECUllOHE Dr QUALSIASI LAVOHO FOTO- 6RAFICO - 51 SVllUPPA TUTTI I 610RHl - SI STAMPAHO PROVE SU QUALUHQUE CARTA - SI RI[[VONO COMMISSlonl 1M PLA[CHE

DI FERRO SMALTATO - PffOfUM~HIE - DEPOSITO MIELE D.I HOHMIO i ~

~ r.aeee = Via Fratelli Cairoli 5 ~

l t1perto nei giorni {os/ivi sino a merzoetorno .

'V"V"V":;

L E CCO . Via Cavour 17

PlrOllf OftOlOfil

II I ~ 9

SP.ILLE ORO 18 Karati con riparti Platina ~(I

Lavor-azione acour-aba il

LONGINES - CYRUS - OMEGA .;,._ ~~~-SVEGUE TASCABILI E DA VIAGGIO

PENDOLE REGOLATORI CON SUONERIE

-- "WESTMINSTER" ORE E QUARTI

per POLSI NI con AGGANCI AM ENTO BREVETTATO

O[(HIALI PER ALPINISTI • AUTOMOBILISTI

1r::6? I. I..~ I. 1 cG? 1 I c(i):] I 'I.C:([PJ I ~ II dYP L

-- etlNFEZlle)NE 1leeUR1lTll -SVEeH\LITii 1\BITI 01\ MeNT1\GN1\

Via Azzone Visconti "13- = L E <2-<2e = Via 1izzQ'ne Visconti 13

~=========================~~==========================~-@

I I



•••••••• ,., II'" ••••••••••••••••••••••••••••••• II •••• 1 ••••••••••• "1" II II II , • •••••••••••• t ••••••••••• ~ ••••••••••