Sei sulla pagina 1di 10

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TRE

FACOLTA’ DI ARCHITETTURA – CORSO DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI


Prof. Silvia Santini

LE STRUTTURE IN C.A.
Elementi strutturali e particolari costruttivi
dal progetto all’esecuzione

Ing. Patrizio Ansovini

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.
LE FONDAZIONI
Per fondazione si intende l’unità tecnologica che funge da collegamento statico
tra edificio e suolo e che ha il compito di trasmettere a terra i carichi imposti alla
costruzione

TERRENO
FONDAZIONE
STRUTTURA PORTANTE IN ELEVAZIONE

Le fondazioni saranno quindi progettate in funzione di:


1) CARATTERISTICHE TENOLOGICHE E COSTRUTTIVE
DELL’ORGANISMO EDILIZIO
2) CARATTERISTICHE MECCANICHE DEL TERRENO DI
FONDAZIONE

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


LE FONDAZIONI : classificazione
Fondazioni superficiali (o dirette): plinto, trave di fondazione, piastra di fond. (platea)

Fondazioni profonde (o indirette): palo di fondazione, micropalo


Nelle fond. dirette, i carichi sono trasmessi al terreno prevalentemente attraverso le superfici
d’appoggio di strutture in calcestruzzo, in c.a. e c.a.p.;
Nelle fond. indirette, i carichi sono trasmessi al terreno mediante pali o diaframmi immersi; in
questo caso l’attrito laterale gioca in genere un ruolo essenziale.

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.
IL SOLAIO: tipologie
RESISTENZA MECCANICA – LIMITATA DEFORMABILITA’ – FACILITA’ DI POSA IN OPERA –
ISOLAMENTO TERMICO E ACUSTICO - RESISTENZA AL FUOCO

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


IL SOLAIO: modellazione
RIGIDEZZA MAGGIORE NELLA DIREZIONE DEI
TRAVETTI

STRUTTURA MONOASSIALE (TRAVE CONTINUA)

n.b. MOMENTO TORCENTE DI ESTREMITA’ (SEMINCASTRO)

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


LE TRAVI: classificazione in base alla loro funzione

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


LE TRAVI : tipologie

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.


I PILASTRI
Per ogni pilastro si individua un’area
di influenza cui corrisponde un peso
formato da carichi permanenti ed
accidentali. In base a tale peso si
progettano i pilastri.

Per esigenze architettoniche e risultanze progettuali i pilastri possono avere sezioni


diverse nei vari piani di un edificio (rastremazione).

Tecnica delle costruzioni – Le strutture in c.a.