Sei sulla pagina 1di 1

“SEQUERI…”

O gran Santo dei miracoli, amorosissimo S. Antonio, eccoci prostrati ai piedi vostri, per
riprotestarci più che mai umili servi ed affettuosi devoti. Voi ben vedete le spirituali e temporali
nostre indigenze. Proseguite adunque, o nostro zelante avvocato e protettore, ad inpetrarci da
Dio tutte quelle grazie, che gadireste assai se vi imitassimo nella pazienza, nella umiltà, nella
purità, nell’amore di Dio, ed in tutte quelle virtù, che nel corso di questi tredici giorni
considerammo: ma per pietà, dolcissimo S. Antonio, sia questa una delle particolari grazie che
nella ricorrenza della vostra festività ci otterrete da Dio, cioè maggior amore alle cristiane virtù,
maggior distacco dai beni e dai piaceri del mondo.
Sì, gloriosissimo protettore nostro, fateci la grazia di vivere bene e salvare l’anima, senza di cui
niun altro bene potrebbe giovarci, ed ogni cosa sarebbe perduta.

RESPONSORIO

Si qaeris miracula,
Mors, error, calamitas,
Daemon, lepra fugiunt
Aegri surgunt sani.

Cedunt mare vincula,


Membra, resque perditas
Petunt et accipiunt,
Juvenes et cani.

Pereunt pericula,
Cessat et necessitas;
Narrent hi, qui sentiut,
Dicant Paduani.

Cedunt mare vincula,


Membra, resque perditas,
Petunt et accipiunt,
Jiuvenes et cani.

Gloria Patri, et Figlio,


Et Spiritui Sancto ecc.

Cedunt mare vincula,


Membra, resque perditas,
Petunt et accipiunt,
Jiuvenes et cani.

V. Ora pro nobis, beate Antoni.


R. Ut digni efficiamur prmissionibus Christi.

OREMUS

Ecclesiam tuam, Deus, beati Antoni Confessoris tui commemoratio (vel solemnitas) votiva
laetificet, ut spiritualibus semper muniatur auxiliis, et gaudiis perfrui mereatur aeternis. Per
Christum Dominum nostrum. Amen.