Sei sulla pagina 1di 5

Atto 9 : I quattro eserciti....

24 Ottobre ore 14:27


Ormai era passata una settimana dalla fuga del ragazzo dalla DeltaKirl ed
era anche una settimana che combatteva contro persone mutate che
sembravano più Zombie che mutanti e contro mostri orrendi, ma almeno
tutte le volte che tornava a casa trovava sempre il suo Licke ad accoglierlo e
a salutarlo affetuosamente era come dire il suo raggio di sole durante la
tempesta, "Oggi esco provo a vedere se riesco a rendere questa città un po
più pulita da queste cose" disse il ragazzo al cane come se potesse capirlo
chiaramente, ma Licke voleva seguirlo "Eh no caro mio, tu mi dispiace, ma
dovri stare qui non posso badare a tutti e due, già è tanto badarmi da solo mi
dispiace amico" il cane lo guardò con uno sguardo compassionevole "Mi
dispiace, ma oggi va così, domani ne riparleremo ok?" e dandogli un
biscotto e una carezza uscì per riaddentrarsi nel caos distruttivo della città.
Il dottor Crowner ormai era più che compiaciuto del suo operato e il piano
GenesiOmega stava procedendo a gonfie vele e il Governo sembrava che
non desse segno nè di arrendersi e nè tantomeno di provare ad opporsi,
l'unico ostacolo fra loro e il potere assoluto era il progetto Mutilatus079 -
CH1M3RA che era riuscito già ad uccidere Destroyer e anche a riuscire a
tener testa alle Belve Nere, cosa alquanto fuori dal normale, ma Crowner
sapeva benissimo come riuscire a gestire la situazione e già stava dando
direttive per rimettersi in contatto con la Casa Bianca, "Signor Presidente
come andiamo?" chiese il Crowner quasi in tono affettuoso visto che sapeva
che oramai lo aveva in pugno "Dottor Crowner la sua chiamata in questo
momento è stata di un piacere più grande del suo" rispose il Presidente in
tono di sfida "Ah sì? E come mai tanta sfacciataggine?" rispose di rimando il
dottor Crowner "Le mostro un'immagine...." rispose il Presidente come se
fosse lui a gestire la situazione e subito si aprì un video, anzi più che un
video sembrava un collegamento, c'erano un mucchio di persone e veicoli
dell'esercito "...vede questi soldati? Sono gli uomini che ho inviato per
contenere la sua "Epidemia" sono 1.500uomini e sono il meglio del meglio e
hanno già messo la zona in Quarantena, questa volta sono io a farle un
ultimatum dottor Crowner, se lei non ritira la sua arma biologica evitando
che infetti altre aree e che bonifichi le aree ormai già infettate, i miei soldati
faranno irruzione all'interno di Fidget City in massa per cercarla e per
fermarla....che cosa decide quindi?" finì il Presidente con aria di cupida sfida
negli occhi "Signor Presidente purtroppo dei suoi soldati io me ne infischio
altamente ho altri problemi per le mani" "Problemi per le mani? Che cosa si
crede che l'esercito degli Stati Uniti sia un gioco da ragazzi?" lo interruppe
bruscamente il Presidente "Mi lasci finire, mi dispiace doverglielo dire
perchè quest'affermazione rovinerebbe tutto il mio piano, ma purtroppo è
una situazione che non posso tener per me, la mia arma biologica è sfuggita
al nostro controllo..." rispose il dottor Crowner mentre osservava l'aria
incuriosita del presidente "Vede questa persona?" gli chiese mentre gli
inviava un video nel quale si notava un ragazzo che si trasformava in
qualcosa di strano e un uomo disteso su una pozza di sangue e metallo
liquido; "Quel ragazzo era la nostra arma biologica, ma sfortunatamente è
scappata circa una settimana fa e da allora ha seminato morte, distruzione e
pestilenza qui a Fidget City ora che la situazione è diventata ingestibile non
sappiamo più cosa fare e chiedo il suo aiuto per uccidere questo ragazzo, ma
dica ai suoi uomini di stare molto ben attenti, sebbene sia solo un ragazzino
è alquanto pericoloso" spiegò il dottor Crowner rimanendo freddo e
distaccato in modo da non far capire che cosa avesse di preciso in mente
"Perchè mi sta dicendo tutto questo dottor Crowner? Così ha scoperto le sue
carte e senza la sua arma biologica i miei uomini potranno in tutta calma
penetrare in città e distruggere il laboratorio della DeltaKirl, perchè?" chiese
stupito il Presidente che naturalmente non si sarebbe mai aspettato una
confessione di semi-resa e addirittura allo stesso tempo una richiesta di
aiuto; "Perchè questo ragazzo ha già fatto fuori ben 25 delle mie guardie
scelte e non so quante vittime abbia già seminato in città, senza contare di
tutte le persone che avrà già infettato e quindi le chiedo una tregua, io
provvederò a far distribuire il vaccino sia fra i suoi soldati, sia fra le persone
non ancora colpite al 80% dal virus e lei e i suoi uomini provvederete ad
uccidere questa minaccia non solo per gli Stati Uniti, ma anche per il bene
del mondo intero perchè se questa persona esce dai nostri confini.....non
saprei a cosa potremmo andare in contro" disse il dottor Crowner, il
Presidente non sapeva proprio che pesci pigliare, balbettava e indugiava su
una decisione era la prima volta che erano i terroristi a chiedere una tregua
contrattata e non loro e la cosa puzzava alquanto, ma siccome il dottor
Crowner avrebbe distribuito il vaccino non solo ai soldati, ma anche alla
popolazione non ancora toccata accettò speranzoso che non abbia ricevuto il
più grosso bidone della storia americana "Non se ne pentirà, vedrà che
insieme riusciremo a debellare questa minaccia dal mondo" disse Crowner;
era incredibile! In una sola settimana non solo era riuscito ad ottenere una
resa incondizionata, ma addirittura un aiuto prezioso, di sicuro ci sarebbero
volute settimane, se non mesi per trovare una cura a quel virus, ma con i
progetti della DeltaKirl in non più di 3 settimane forse, sarebbero riusciti a
riportare tutto come prima....

La situazione a Fidget City pareva non migliorare per niente, persone che
avevano un braccio fatto di metallo, altre che avevano la faccia ricoperta da
strana melma, altre ancora che vomitavano un insolito acido, persone
mutilate da questi pazzi e insoliti killer che erano chiaramente stati infettati
da qualcosa e senza contare il fatto che quei dannati mostri continuavano a
perseguitare la gente che per fortuna non era toccata la sorte ormai di molti,
il ragazzo mentre vide un bambino ricoperto di uno strano pus e una donna
che aveva dei tentacoli al posto delle braccia si chiese per quanto ancora
doveva andare avanti questa insolita scia di morte e devastazione in città, le
farmacie erano ormai state prese d'assalto dalle persone che pensavano
invano di trovare un rimedio lì dentro, negozi ormai mezzi sfasciati e privati
di ogni bene si notava che la criminalità era un'altra delle poche attività
ancora rimaste in piedi, ma il ragazzo non era uscito dal suo rifugio solo per
diventare un ripulitore delle strade, lui era uscito per andare a vendicarsi dei
10 mesi di vita che gli erano stati rubati per colpa del dottor Crowner, era
uscito per avere la sua vendetta su di lui, ma quel giorno era più strano del
solito perchè nel cielo degli elicotteri iniziarono a sorvolare la città e strani
mezzi militari attraversavano le vie distrutte della città, era in corso qualcosa
o forse pure l'esercito era alla ricerca della DeltaKirl "Se sono quì per
uccidere il dottor Crowner.....Beh dovranno mettersi in coda" disse il
ragazzo mentre un furgoncino gli sfrecciò di fianco e che subito dopo la sua
folle corsa improvvisamente si fermò, qualcosa lo stava bloccando, subito 4
militari scesero dal retro del furgone armati di fucili automatici e giubetti
anti-proiettili "Tsk, come se quelle cose li potrebbero aiutare qui dentro"
mormorò il ragazzo osservandoli con attenzione; i soldati fecero il giro del
furgone e videro qualcosa che gli fece accapponare la pelle: era un uomo a
fermare il furgoncino, ma non era un semplice uomo, era ricoperto di strani
oggetti circolari neri come se fosse ricoperto da decine di CD neri e dalle
braccia strani spuntoni color sangue erano fuoriusciti dalla carne e la faccia
era un qualcosa di indescrivibile, un misto fra pus, spuntoni e catrame "Oh
merda! Che è questa cosa?" fu la prima cosa che disse uno dei militari
"Presto sparategli!!" rispose di rimando quell'altro al suo fianco, nel giro di
15 secondi lo strano essere era stato crivellato con ben 4 caricatori di M4 e
tutto il suo corpo era pieno di buchi "Ricarico!!" ordinò uno sulla sinistra e
in un lampo tutti e quattro ebbero la propria arma ripronta a sparare, ma lo
strano essere emise uno strano suono, vomitò del sangue e cadde a terra
nello stupore dei soldati "Hey, che cazzo ve ne state lì impalati? Tornate
dentro dobbiamo raggiungere il campo" e ancora un po frastornati i quattro
soldati risalirono sul retro e il furgoncino ripartì a razzo....

John era molto preoccupato, certo il campione di antidoto era stato


analizzato e i medici erano riusciti a recuperare tutti i materiali, ma i
volontari che erano riusciti ad arruolare erano troppo pochi e la loro potenza
di fuoco e le loro esperienza belliche erano alquanto scarse da entrambe le
parti "Comandante Striker, che cosa succede?" una voce femminile
interruppe il turbinio dei pensieri di John "Succede che siamo nella merda
Susy!" rispose bruscamente, la ragazza lo guardò strano certo il comandante
John Striker aveva sempre quell'aria un po' da duro e freddo, ma in genere è
sempre molto simpatico e socievole, era la prima volta che lo vedeva così
perplesso "Quanti uomini siamo riusciti a reclutare oggi Susy?" chiese
ritornando al suo ragionamento Striker, "Purtroppo non molti, tutti vogliono
avere il vaccino e poi scappare via perciò abbiamo cambiato metodo di
richiesta" rispose Susy circospetta "In che senso 'avete cambiato metodo' che
cosa mi nascondi?" chiese Striker voltandosi verso di lei, certo non era un
uomo tutto muscoli, ma quando voleva far spaventare una persona gli
bastava solamente uno sguardo e in genere quasi tutti si sono sciolti davanti
a lui e Susy non era da meno, "Stiamo dando il vaccino solo a coloro che
non hanno già visibili segni di infettazione e solo a coloro che vogliono
arruolarsi nella Legione Talpa comandante" rispose alquanto impaurita e la
reazione di Striker parve molto ovvia sbattendo un pugno contro il bancone
disse "Non sto facendo produrre questo antidoto per prendere soldati la
Legione Talpa è libera, può entrare e uscire chi vuole non ho mai obbligato
nessuno a rimanere!" "Sì, ma fra i 51 che sono arrivati ieri, solo 4 si sono
arruolati, mentre invece dei 34 che abbiamo trovato oggi 30 si sono
arruolati, c'è un margine di ben 26 persone Comandante, non possiamo fare
le finanze di tutti se a noi non entra niente in tasca" gli rispose Susy, certo
Striker sapeva fare paura quando voleva, ma Susy Striker era alquanto
testarda quanto il fratello inoltre era brava con le parole, se non fosse
accaduto tutto questo sarebbe stata un'ottima diplomatica; John non sapeva
che pesci pigliare dopotutto aveva pur ragione il giorno prima era stato un
tremendo fallimento tutte quelle brave persone che all'ultimo dopo aver
preso il vaccino sono scappate a gambe levate, cavolo servivano soldati non
codardi "A che numero di soldati siamo arrivati Susy?" le chiese un po più
calmo "Dunque con i 4 di ieri e i 30 di oggi siamo arrivati ad un totale di 203
soldati Comandante, stiamo iniziando a diventare una vera e propria
resistenza" gli rispose Susy di rimando "Quante persone ci sono in questa
città?" incalzò John "Ve l'ho già detto una miriade di volte Comandante che
ci sono 1milione e mezzo di abitanti in questa città" rispose alterata Susy,
oramai pensava solo a questo alle persone che c'erano in questa città ormai
mezza devastata "Quante ne pensi che possiamo salvare e arruolare ancora?"
chiese con un piccolo segno di sconforto John "Temo solo poche
centinaia..." rispose con la stessa aria Susy "Molto bene! Ordinate alla
Squadra d'Esplorazione di portare qui altre persone oggi si fanno gli
straordinari!" ordinò immediatamente John "D'accordo Comandante, allora
avvertirò anche i medici di aumentare la produzione di vaccini" rispose con
un sorriso Susy, lei e i suoi sorrisi mettevano sempre di buon umore tutti
anche John che finalmente divenne un po' più speranzoso di 5 minuti
prima....