Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 28 GENNAIO 2010, N. 1817

Svolgimento del processo

Con ricorso notificato al Ministero dell'Economia e delle Finanze e all'Agenzia delle Entrate il 3
gennaio 2002 (depositato il 27 gennaio 2002), ha premesso che con quattro atti “di rettifica”
notificati il 20 ottobre 1997 il competente Ufficio dell'imposta sul Valore Aggiunto (IVA), in base
alle risultanze del processo verbale di constatazione redatto in data 3 luglio 1997 dalla Guardia di
Finanza, aveva contestato ad essa, per gli anni 1990, 1992, 1993 e 1994 U) “l'omessa fatturazione di
operazioni imponibili” e (2) “l'omessa auto fatturazione di acquisti imponibili” nonché, per gli
ultimi anni, (3) “l'indebita detrazione di imposta relativa a fatture per operazioni inesistenti” e, per il
solo 1993, anche (4) “l'annotazione di acquisti effettuati presso operatori intracomunitari in tutto o
in parte non fatturati” -,in forza di quattro motivi, chiedeva di cassare (“con ogni consequenziale...
statuizione anche in ordine alle spese di ogni grado” e con declaratoria (a) di “illegittimità e/o
comunque... nullità integrale della pretesa tributaria” o, “in via subordinata”, (b) di non debenza
dell'“imposta e... relative sanzioni sulle operazioni... in acquisto... in applicazione dello jus
superveniens ex art. 6, comma 8, del D. Lgs. 471/1997 e dell'art. 3, comma 3, del D. Lgs.
472/2937”), la sentenza n. 375/14/00 della Commissione Tributaria Regionale della Lombardia
(depositata il 21 novembre 2000) che, previa riunione degli stessi, in parziale accoglimento dei suoi
appelli avverso le decisioni (195/05/98, 196/05/98, 197/05/98 e 198/05/98) della Commissione
Tributaria Provinciale di (.....) - la quale aveva respinto i sui ricorsi - “ritenuta la continuazione
degli illeciti contestati”, aveva rideterminato “le sanzioni in applicazione dei D. Lgs. 411 e 472 del
1997”.
Nel controricorso notificato il 1° febbraio 2002 (depositato il 15 febbraio 2002) il Ministero e
l'Agenzia, con il “favore delle spese”, instavano per il rigetto dell'avversa impugnazione.
Il xx ottobre 2009 la società depositava memorie ex art. 378 c.p.c. (………….)

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-28-GENNAIO-
20102c-N-1817.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it