P. 1
Calcolo Differenziale ed Integrale in più variabili

Calcolo Differenziale ed Integrale in più variabili

4.9

|Views: 6,133|Likes:
Here is a collection of notes taken by my friend Alberto Tibaldi. This document is about advanced mathemathic analysis, with regard to differential and integral operations in n-th variables.
Licence: You can copy and use this document as you like as long as you quote the author (and if you let us know doing so we'll be grateful to you)
Here is a collection of notes taken by my friend Alberto Tibaldi. This document is about advanced mathemathic analysis, with regard to differential and integral operations in n-th variables.
Licence: You can copy and use this document as you like as long as you quote the author (and if you let us know doing so we'll be grateful to you)

More info:

Categories:Types, School Work
Published by: Project Symphony Collection on Sep 29, 2007
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

04/05/2013

pdf

text

original

Una volta introdotto il concetto di derivata direzionale, possiamo meglio dis-

cutere concetto gi`a introdotto di Gradiente. Abbiamo in precedenza definito

la derivata direzionale in un punto P come:

∂f

v

xP; yP

= f

xP; yP

·→

v

21

Notiamo dunque che ∂f
∂→v

dipende da|→

v |; usiamo un’espressione vettoriale

(ossia esprimiamo il tutto con dei versori):

∂f

v

xP; yP

=| f

xP; yP

|·|→

v |

∂f

v

xP; yP

=| f

xP; yP

|·|→

v |cosθ

Ma noi sappiamo che −1 <= cosθ <= 1: quindi, possiamo tranquilla-

mente dire che:

−| f

xP; yP

|<= ∂f

v

xP; yP

<=| f

xP; yP

|

Al variare dell’angolo θ, abbiamo dunque tre fondamentali casistiche

particolari, tre casi estremi:

• Se θ = 0, la derivata direzionale ha la direzione e il verso del gradiente;
• Se θ = π, la derivata direzionale ha direzione parallela e verso opposto
rispetto al gradiente;

• Se θ = Kpi

2 ,K ∈ N, gradiente e derivata sono ortogonali, dunque

avranno prodotto scalare nullo.

Cosa possiamo determinare da ci`o: il gradiente, `e un vettore che sta sul

piano xy; a seconda della direzione del vettore della derivata direzionale,

rispetto al gradiente, la velocit`a del gradiente caler`a man mano che l’angolo

tra retta e gradiente tender`a a π, e aumenter`a con il diminuire dell’angolo.

Si pu`o dunque dire che il gradiente rappresenti la direzione di massimo ac-

crescimento della funzione. Poich`e ortogonalmente al gradiente si ha crescita

0, si avr`a una linea di livello della funzione, ossia una curva sulla quale tutti

i punti hanno crescita nulla. Infine, nel verso del gradiente si avr`a un in-

cremento di valori della funzione, nel verso opposto a quello del gradiente

avremo decremento della funzione.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->