Sei sulla pagina 1di 2

Feng Shui Ambiente e Benessere Psicofisico

Le antiche culture concordano nel rispetto per le energie della terra

L’osservazione empirica dei fenomeni naturali ha suggerito alle antiche culture l’esistenza di
campi energetici con influsso positivo e negativo. Le piante ed animali soggiacciono alle regole
della Natura a cui nemmeno l’uomo si può sottrarre nonostante i grandi passi compiuti nel
campo tecnico-scientifico. Oggi scopriamo come, utilizzando elementi naturali e la bellezza
dell’arte, sia possibile ristabilire l’equilibrio che noi stessi abbiamo contribuito a scardinare.

Secondo lo “Sheng Fui”, ’antica disciplina che la rivoluzione Maoista ha inutilmente cercato di
cancellare e che oggi è tornata ad essere estremamente attuale, le energie nello spazio,
indifferentemente sia esso aperto o chiuso, devono essere in armonia affinché possano
garantire dell'uomo il benessere psicofisico.

Per dare un’idea dell’attualità di questa disciplina basti pensare che la città di Hong Kong è
nata, e si è sviluppata, secondo i principi del Feng Shui applicati anche alle più moderne e
avveniristiche costruzioni che caratterizzano questa enorme città.

Il Feng Shui, è il principio a cui si sono ispirati architetti del calibro di Sir Norman Foster e I.M.
Pei nella progettazione degli edifici sedi della Hong Kong Bank e della Bank of China
rispettivamente.

Tra i cultori del Feng Shui, in Occidente, troviamo uomini politici quali Tony Blair, Bill Clinton e
il principe Carlo d'Inghilterra; manager come Richard Branson detto Mr. Virgin, Donald Trump
altri personaggi meno noti e artisti quali Richard Gere, Madonna, Sting, Boy George, Robert
Redford, Rob Lowe e Quentin Tarantino.

Anche in Italia, a Milano, abbiamo esempi di realizzazioni ispirate all’antica disciplina Cinese
quali, la sede dell'agenzia pubblicitaria Walter Thompson, la sede della Royal Insurance a
Cinisello, il ristorante Jumé, il Feng Café "Volo", la casa del cantante Zucchero in Lunigiana e
innumerevoli abitazioni private, negozi e atelier.

Non di esoterismo di tratta ma di energie reali che tutti noi tutti possiamo visualizzare nel
nostro immaginario perché trattasi di energie che troviamo nel cielo, sotto forma di fenomeni
atmosferici visibili e tangibili come le radiazioni, i campi elettromagnetici e il campo
gravitazionale esercitato dalla luna sulle maree e sulla biologia terrestre.

Purtroppo la frenetica crescita economica, che la nostra sociètà ha vissuto a partire dalla
seconda metà dello scorso secolo, ha introdotto nell’ambiente elementi di turbativa che
sembrano distorcere l’armonia di queste energie che sono di particolare rilevanza per il nostro
benessere psicofisico.

La distribuzione dell’energia attraverso imponenti reti di elettrodotti, l’iperbolica crescita delle


trasmissioni radiotelevisive attraverso l’etere e il diffuso utilizzo di apparecchiature ed utensili
elettrici all’interno delle nostre abitazioni hanno fatto crescere a dismisura quella che è stata
definita la nuova fonte di inquinamento: l’elettrosmog.

Nell’incipit del rapporto dell’organizzazione Mondiale della Sanità, risalente al 1998, si esprime
preoccupazione per questa nuova fonte di inquinamento nelle società industrializzate a causa
delle possibili ripercussioni sulla salute della popolazione e, ispirandosi ad un principio di
precauzione, si invitano gli stati all’adozione di misure preventive contro le emissioni
elettromagnetiche a bassa frequenza come quelle delle linee elettriche ad alta tensione.
Uno studio organico, su causa ed effetto, è ben lungi dall’essere concluso (anche a causa degli
enormi interessi in gioco) ma il buon senso suggerisce che ciascuno di noi deve fare qualcosa
per evitare la sovraesposizione alla nuova fonte di inquinamento e la lunga permanenza in quei
particolari luoghi definiti con il termine “geopatogenici”.

Per offrire un breve squarcio sul significato del termine geopatogenici, ben conosciuto nel Feng
Shui, basti ricordare che nel passato, per analizzare il luogo dove fondare una città,gli antichi
romani osservavano con attenzione le greggi di pecore e ne studiavano l’eventuale presenza di
anomalie negli organi interni.

Un similare metodo empirico era utilizzato anche dalle popolazioni nomadi che, per stabilire il
luogo in cui accamparsi, osservavano il comportamento degli animali e tra le curiosità vale la
pena di ricordare l’anomalo comportamento delle api, uno dei più importanti indicatori
biologici, che in presenza di un nodo geopatologico sciamano via sfinite dopo avere prodotto
un’ insolita quantità di miele.

I sintomi causati dall’elettrosmog si possono presentare inspiegabilmente in modo improvviso


e in particolar modo si possono manifestare con insonnia, emicrania, inquietudine, stanchezza,
mancanza di iniziativa, problemi di concentrazioni, perdita di memoria e con tensioni
improvvise.

Altri tipi di disturbi più severi spaziano dall’alta pressione del sangue, tachicardia, difficoltà di
respirazione, disturbi della vista e dell'udito oppure uno stato d'animo che cambia secondo il
luogo di permanenza.

In definitiva il nuovo fattore inquinante porta al suo fianco un nemico invisibile che nella nostra
epoca abbiamo imparato ad identificare con il nome di “stress”. Lo stress è in grado, pian
piano, di erodere e minacciare l’equilibrio dei nostri organi e sistemi sino a sfociare, nei casi più
gravi, in vere e proprie patologie.

Da molti anni nei paesi di origine del Feng Shui, in Giappone e in America si utilizzano dei
semplici dispositivi individuali per riequilibrare il magnetismo corporeo compromesso o distorto
dal diffuso inquinamento elettromagnetico: i Gioielli Magnetici Antistress.

I gioielli o monili magnetici includono al loro interno dei piccoli magneti che possono espletare
un effetti rilassante e, secondo recenti studi effettuati in Europa nella presso la Scuola British
Medical Association (BMA) a Plymouth (UK), le ricerche hanno dato esito positivo “sull’effetto
benefico provocato dai braccialetti magnetici da polso sull'anca e del ginocchio".

Negli U.S.A. il 70 % degli appassionati del golf utilizza qualche sorta di monile o gioiello
magnetico per raggiungere lo stato di calma e per c lo stress e oltre cinque milioni di
Americani, tra cui Bill Clinton e Sir Anthony Hopkins, si affidano agli effetti della
magnetoterapia.

Sebbene in ritardo rispetto a paesi quali gli U.S.A. anche l’Italia può orgogliosamente vantare
una produzione di Gioielli Magnetici con effetto antistress; la rinomata arte orafa di Vicenza
propone un elegante e raffinato Gioiello Magnetico Antistress che unisce i noti benefici del
magnetismo a magneti permanenti alla raffinatezza e al buon gusto italico.

A differenza delle proposte dei produttori americani, la produzione dei Gioielli Magnetici
Antistress “Made in Italy” si differenzia per la raffinata esecuzione in materiali nobili quali
l’argento e l’oro rosso lavorati a sbalzo che includono, al loro interno, un biomagnete
perfettamente calibrato per riequilibrare il magnetismo corporeo.

Ulteriori informazioni sui Gioielli Antistress “Made in Italy” visita http://aruna.webnode.com.