Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

CORTE DI CASSAZIONE - ORDINANZA 21 MAGGIO 2010, N. 12476

Fatto e diritto
Rilevato che in data 12 marzo stata depositata una relazione che, con alcuni emendamenti
destinati a una migliore esposizione dei fatti o alla correzione di errori materiali, qui si riporta:
Il relatore Cons. Dott. (AB), letti gli atti depositati, osserva:
1. La controversia ha per oggetto l'impugnazione da parte del contribuente (XX) del rigetto
dell'istanza di rimborso IRAP versata per gli anni dal 1998 al 2001. Il contribuente, esercente la
professione di medico pediatra, contesta di essere soggetto all'imposizione IRAP in quanto svolge la
sua attivit senza l'ausilio di dipendenti e senza alcun cespite estraneo alla sua prestazione d'opera
professionale che difetta quindi del requisito dell'autonoma organizzazione;
2. La C.T.P. di (........) ha accolto il ricorso e la C.T.R. ha confermato tale decisione;
3. Ricorre per cassazione l'Agenzia delle Entrate con due motivi di impugnazione: a) violazione e
falsa applicazione della L. n. 289 del 2002, articoli 1 e 9; b) violazione e falsa applicazione
dell'articolo 1742 c.c., articolo 2082 c.c., e segg., articolo 2195 c.c., della L. n. 662 del 1996,
articolo 3, comma 144, del D.lgs.. n. 446 del 1997, articoli 2, 3, 8, 27, 36. Con il primo motivo
l'Agenzia ricorrente intende far affermare che la definizione automatica degli imponibili ai sensi
della L. n. 289 del 2002, articoli 7 e 9, comporti rinuncia tacita alla richiesta di rimborso dell'IRAP
con conseguente estinzione del giudizio. Con il secondo motivo l'Agenzia vuole invece fare
affermare che onere del contribuente, che chieda il rimborso dell'IRAP allegare la prova
dell'assenza delle condizioni costituenti il presupposto impositivo e quindi del fatto costitutivo del
diritto al rimborso; (.)


LA VERSIONE INTEGRALE DELLA SENTENZA E DISPONIBILE SU

www.fiscoediritto.it

Tutto il materiale contenuto nel presente documento reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, cos come gratuito tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it