Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

CORTE DI CASSAZIONE - ORDINANZA 13 APRILE 2010, N. 8796

Osserva
1. La controversia ha per oggetto l'impugnazione dell'avviso di mora notificato a (XX) nella qualità
di amm.re della ABC spa e avente ad oggetto le sovrattasse dovute per ritardato pagamento o
omesso pagamento di ritenute alla fonte. Il ricorrente ha opposto la mancata e intempestiva notifica
della cartella di pagamento nei suoi confronti e nei confronti della società;
2. La C.T.P. di (....) ha accolto il ricorso rilevando che l'avviso di mora aveva costituito il primo atto
impositivo nei confronti del ricorrente e pertanto doveva essere notificato nei termini previsti
dall'art. 17 D.P.R. 602/1973;
3. La C.T.R. ha confermato tale decisione rilevando che la notifica della cartella di pagamento era
stata tardiva;
4. Ricorre per cassazione l'Agenzia delle Entrate con un unico motivo di impugnazione con il quale
deduce la violazione e falsa applicazione dell'art. 98 sesto comma del DPR n. 602 del 1973, nel
testo vigente ratione temporis, e dell'art. 1297c.c., in relazione all'art. 360 n. 3 CPC;
5. La Agenzia ricorrente pone alla Corte il seguente quesito di diritto: se il rappresentante di una
società, obbligato solidale ai sensi dell'art. 98, sesto comma del D.P.R. n. 602/1973, nel testo
vigente ratione temporis, per il pagamento delle sovrattasse, possa impugnare l'avviso di mora a lui
notificato deducendo la nullità del medesimo derivante dalla tardiva notificazione della cartella di
pagamento notificata alla società pur dovendosi ritenere tale eccezione quale eccezione personale
sollevabile dal solo contribuente (la società) cui era destinata la notifica della cartella che, per
mancata impugnazione, da parte del suo destinatario è divenuta inoppugnabile; (………….)

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE DELLA SENTENZA E’ DISPONIBILE SU

www.fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it