Sei sulla pagina 1di 116
NDER. [ND PRIVATE bral { Htates. SPECIALE OLIMPIADI | tucu10 2016 430i Ve i 1530: ALFONSO I D’ESTE LE GARE DEI GRECI, DIFENDE COME UN LE “ATLETESSE” DEL ‘900, LEONE LA SUA FERRARA | LE ORIGIN DEI SIMBOLT a GLI STORICI NON SE NE LAVO LE MANI PIACERE DI CONOSCERE DOSSIER: le nuove, rivluzionarie ‘eorie su come & cambiata la vite sulla Tera. Gl studi sula genetica che rinnovana le teorie dawiniane, alla scopett del evoluzone inteligente. SCIENZE SOCIALI: amore ai tempi cele app: chat, incorste poral per ricongiungersi con anima gemell. Ma esiste dawvero un algoriimo par vovare i partner ideale? ‘SPAZIO: la musica che artiva da) cielo. Dalo spario non artva solo luoe ma anche onde radio che permetteranno scoperte sensacional basta saperte ascotare. NATURA: |i metea & soto accusa. Megli fidatsi di chi gid prevede i clima dela prossima estate oppure Convene dubitare una scienza che forse non @ pol cosi esata? QUEST ESTATE => LF Be PREVISIONI METEO NaS 117 © lugio201e sulla base ditestmorianze Me che «osasuccede quando documents uisicasaillavor degli stoic sono ‘opera cn fsa? Pensa ala Deracoreiostantro, con quale siprtendeva che mperatoreavesse sanctola supe del pep, ferro DiCaprio nel 1998) ne hanno rato levicende, Dauger 1a Stato arrestgo nel 1689¢ enutoneliaBastiglaein alte prigion Frances per pid tven‘ani fro ala morte net 1703, Ma perché anti searetie sowveglanza? Oag forsee sap- smo digit. tale, secondo larecente rcostrvlone aveva scoperto chee ncchezze del car- inal Mazzarino reno minsvo Frarceseerano state sotatte Inpartea reeregine igrar. to scandalo andava evtato. Cosi Fuomo sarebbe stato acest e penalavit rasconderlasua dent devo ‘auna maschera, che perb non eadiferomad veluio, em SOTTO LA METRO LA CASERMA DI (ermal) Teneo ceed em Le} our cre ean me al PRY anes Ospitava | ctr ime CLs ‘on motte metropoli- nes Peery) et eect te eer nc eon noe tere eee Peete ted Puc Sey ese ea Pert een ee) Piece ay ey eer eas ee ees Py per stabilire chi alloggiasse nella caserma, anche perché Pe etd Deemer ores ‘completa proprio nella parte ens Cece een ess Pern aos ee eas eee ed epee rts Eee cr ridojo, In aleune zone si so- Pen teens vimentali a disegno geome- Pence an ed eS es Se ess Pee ny Pee en Teen en ete ee ree tr ete Ts Penne ats Peer eee mire nes iss Pecan ee aos eee etn pee ry Peery Perot 5 pra Sudate carte del passato sca Falaka Kawai ne Golfo Prsco, un luogoarrato dag archedlog: 03 abitata ne dl bronzo, venne viata cai Gre H1secoloaC. In sequito | Per ‘Sion| Seleucid vi costr ono ur fortezr pele lor guamigioi. Ma Iasua sraorciasia sto contieud anche in segue Nel'ambia di checiog sovacthi hanno scoperto un edifice nel zona cl a-Kusur fsalenteal VI-K secolo, cob al petiado delloccupazone crstlana nestoriana dels. La true & ‘tedionae (ondamenta plea ‘emun dimattonin tera crus rma.una caratteistcala rence cecceriorae:s acta fat ciuna tote dipieracon un ingegnaso ‘Sistema dicanalie d acquae di aperture pet ata che permetteva daboassae la temperatura del ambien. ‘Oggi comeiet in xiii stem simi permettono cman: tenete una temperature di 25° quando alfestema pud sare fro ‘840°C Sitrata probabilmerte del pibart impianto data condizonata in usolnquesta regione. (bet) esempio conasciutodi NOVITA E SCOPERTE Maya: citta stellare? Upsieeesta ns ssl dubia per gh espet Con ura orgie roti cuin cont! FuMusdlnadaficare 9 0 altsttuto cence dstatstica 1 { ANNI corpito di cerste af tala aia 1 PIU CELEBRI DIVORZI Giulio Cesare e Pompea Sila se- aC) Cesare orzo perinfedet, ma7on test ‘monid contro Pornpes, da qui deta"Esere comela mogle dl Cesare’ dod senza sospetio, "2" Carlo Magno e Desiderata (771) || mauimonio di convenienza per aflozare alleazafencorongobarda dub poco. NelfA- el, Marzon| chiara la spesaErmengard, (3 Lotaro tte Teutberga (52) - Kimomento del maimonio probabimente cy ‘edi Lotaringleaveve G3 unlamante Wale bo, dalla quale aveva avutoanche un fio. AE ¢ {p> Ula Vi ed Eleonora di Aquitania 152 alt / Esto de dssapo ata trp dela second ‘cla (1145-1149) che sfoclarono in una serie di cispettecproci con esti anche tag. '5» Enrico Ville Caterina e’Aragona 533) i: Pc un coro fufannularento dla ; ‘vinono,chiestoaFarcvesconod Canterbury, a apo che papa Clemente ave ia {G John Mion e Mary Powell 1642) ‘Abbandonato dallarnogle dopo un mese cl mavimonig, scsse Doing edscplina de! ror: testo alfavang.ardiasubito cesurato. 7 Napoleone eGiuseppina (10) j / Rpudatauficalment dal so.rno pe ‘px i dagl un eee per aon anagra fiche) | duesimaser in ea in buns rapport "g > Caroline Norton e George Norton 55) / Caroline sl batté per cambiar i legge Inge se, seconde cultut gl aver dalla moglie dopo ZA dori restayano ci proprieta del marta. > Albert Einstein e Mileva Maric (219) / Compagnici stud si erano soosti nl 1903, ala morte del pacte di iste che non aveva i mal accetiato Mileva perché serba enon ebrea, Frida Kahlo Diego Rivera 1°35) FLY causaio principale dalle rpetutein- 3 fece't due da unastora addiitura con|a Sal) sorta diet ne! 194051 isposaron0, q EUCLA TT RC ET e) RU evelarle Lele} ST icoke rks A gerade ie CCT RTL governatore romano Oren CUT (a oe eee a Jduemila anni Ponzio Pilato vie- Pater eats ee es Pn ose he watae rs cee eer pur potendo salvare Gesi,scelse di non prendere posizione, condannandolo alla eee eee et Brey nea ee er te ee ete ziani ebrei) che gli chiedevano la mor- te di quel sedicente e sedizioso Messia. Da qui lo stereotipo dell'uome di poco valor. “Proerirei aver del sangue sulle eae ee) oer SOR a reed Peete Ma che cosa edi vero in questa rap Ree Se Peer retry ingatistoricamente plausibile. Lo possia- Perera ns Rett ESL Net ceste eed vb Ponzio Pilato siera trovato a reprimere rivolte locali persino quando costrui un acquedotto con i fondi raccolti nel Tempio Un libro appena pubblicato dallo stor. 0 Aldo Schiavone, Ponzio Pilato, un enig ‘ma tre sioréa e memoria (Einaudi), prova a rmettere ordine tra le font: i quattro Vange- ieanonici, ma anche gli ert romani, co- ame quello di Flavio Giuseppe o di Tacit Caso crupzianio. Innanzitutto lo stori= co italiano si fa una domanda crucial: chi ordind Varresto di Gesii? Non & pos: sibileipotizzare che Ponzio Pilato, prefet: to (clot governatore) della provincia de! 1a Giudea, fosse all'oscuro della situazio ne, Nella notte in cui il discepolo Pietro Jo rinneg® e Giuda lo tradi, parteciparono alaresto sia Romani sia Gindei. 1 primi non avevano ragioni per arrestario (V'ini- ziativa era partita dai sacerdoti), ma nem- ‘meno per opgots aParresto. Di pi: i Ro- 4 BS Do eT fot eee ‘mani pianificarono quell'azione. of im. pensabile che un significativo contingente ai truppe, guidate dao stesso utficiale re sponsabile della piazza, si muavesse per una delicata missione nottuma senza un preciso ordine», spiega Schiavone. oPos- siamo supporte che Pintera operazione fosse stata concepitae poi realizzata sulla base di un accordo tra il prefeto ele au: toritdreligiose giudaiches. La ragione di questa sinergia possiamo solo ipotizzarla: probabilmente i Faisel avevano interesse a coinvolgere i Romani nelI'eliminazione i Gesit. Volevano la sua morte, ma que- sia poteva essere decretata soltanto da un ‘tibunale romano. nr, Delle fasi dell'arresto sappiamo soltanto dai Vangeli. A mezzanotie, lascia- Ui suoi discepoli, Gest fu condotto al co spetto di Cafa, il sommo sacerdate in ea rica, Pit che di un processo, ricostrusce Sehiavone, si trattd di una concitata as. semblea di notabili. Come richiesto da le leggi romane si doveva formulare uno stato d’accusa che giustiicasse la cattura ed, eventualmente, la condanna, Una so- la strada era praticabile: accusarlo di le sa maestd verso 'autorta romana, il capo ('imputazione pit frequente tra i ribeli di Giudea, Fu allora, quando era ormai giun- ta alba, che entro in seena il personaggio cave: Ponzio Pilato. Uw annuzest wv Grupea. La biografia uf ficiale di Pilato @ searna. Sarebbe nato nel 16... in Abruzzo. Sappiamo poi che si twovd a operare in Giudea in un momen- ey eno a ey Eee rent entry Peer ered Cee eens Incontro alla valont dl Gesu coe te che gli capito tra le to partcolae, in cu la regione risentiva anco ra degti effetti di una re ceente ellenizzazione. Lim patto della presenza greco-roma- ‘na motiplicd i motivi di attritae raffor- 22) Videotita ebraica: la riforma ellenistica della Giudea era percepita come un tenta- vo di abolie la Torah, la Legge ebraica, In questo contesto Pilato provd a rac cogliere consensi per Roma, Senza suc ceesso: dissemind statue e busti delim: peratore Tierio in tutta Gerusalemme ¢ ccostrai un aequedotto con i fondi che si raccoglievano nel Tempio. In tutti ¢ due i casi la popolazione locale reagi com r= volte, La gestione dll'aresta e della com- ddanna di Gesi fu la tezza patata bollen- f0c0 x RUOLO. «ll pri gioniera arrvo alla residenza del gavernatore alle prime ore del ‘mattino», continua Schiavone. “Abbiamo ui che sobillava la nostra gente, ‘impediva di versare{wributi a Cesare e af- jermava di essere lice il Van gelo di Giovanni ‘A questo punto inizid un sottile gioco iplomatico. Pilato propose che fossero i rappresentanti dei Giudei a condannario, Non era vit, ma un'abile mossa. eGli ae ‘eusator si sarebbera travati, in piena gio no, con la Pasqua imminente, a dover ge- ingombrante presenza di Gesi In fece volevano a tutti i cost che il prigio-+>| PAS Crate CRe Gy renee teeny ry Peer I reg tues Pere delforganizzazione Peer i) Peer Ar Se Pe cons oer n is ert Romani ee eee] Pilato esprimevano eri es eee es po ed ery Perens Sens er ero peer) Peary ee fluenza minore es See erie See eet cans Simboli del potere La dorsi Fonzi Pistoa Fora nun dpato el XV seca. Sotto monete ‘emesi In Gudea altempo elt La fine di Pilato é avvolta dal mistero. Per alcune fonti fu fatto uccidere da Caligola, oppure si suicidd in Gallia. Per altre si converti al cristianesimo niero diventasse un problema romano, Al loro rifuto, la pala tornd nel campo di Ponzio Pilato. Il gavematore interragd Ge. sit senza trovare in Ini alcuna ragione che Elustficasse la crocifissione. Si stava creando una frattura trail potere romano e quello giudaico? In un certo sea- s0 81 Pilato giocd una carta politica cer cando una soluzione che permettesse di salvare Gesil, consentendo al Sinedrio di fare un passo indietro senza compromette- re la propria creibiita. Propose, secondo i Vangeli, uno scambio di prigionier, dicen- do che avrebbe graziato Gesit o Barabba approfittando delle imminent festivita pa- sual. «Barabba era un personaggio coia- volto nella resistenza anticomana», precisa 6 8 Schiavone, «a un inson, forse uno ze Jota (v. riquadro nella pagina precedente). Cersamente na persona lontana da grup. aristocratic sdduce, da moti accusatt Gi sacilega convivenza con lo strain. Masrmeanose. £ qu, per, che Vangel contaddicono la realthstrica. La prima “bufala* ® quella secondo eu, di fronte al palazzo di Pilato, si era radunato il po- polo di Gerusalerme che gridava “lbera ze Barbe 1a soena com efficace ei talmente radiata nelia evita ocidenta- leche pit uno sitios ha sata come immagine per dimostrae che non sempre 4 popoo scegle peril meio. Laltemativa tra Gesd © Barabba, se fu posta, fu presenta slo ai sacerot,n0- Da Rom: alla Gallia? Sota in una stampa dl300, [a presuntatomba diPiato a Vienne, inGallia Francia), dove isto, secondo aleune foi antiche, si saree suiidato. tabilie scribi che avevano accompagnato il prigioniero nel palazzo del governatore. ‘Fuori dal pretorio di Gerusalemme non ’ aleuna evidenza archeologica infati che giustitich lo spazio per la presenza di una folla numerosa», afferma lo storico, Non sole: non c'erano nemmeno le pre- mmesse per una “manifestazione di piazza”, esi era infati stato arrestato in segreto, Ai notte, proprio per evitare disordin ‘Ma le mistificazioni non finiscono qui. | Vangeli proseguono raccontando che al terzo tentativa di lherare Gesi, Plato, sco- raggiato, “‘prese dell'acqua est lava le ma- ni i fronte alla flla dicendo ‘io sono in- nocente di questo sangue, vedetevela wi ‘A questo punto tuto il popolo avrebbe r- suti rast figh’. Osia sl popola ebraico. Cosa c' di vero in questa narrazione! Storicamente non si pud credere a una sola paola di questa parte del racconto», avone. I rituale del lavaggio del- Je mani & tipicamente ebraico: perché un romano lo avrebbe adottato? «A Pilato, ‘me a ogni alto funzionario romano, non sarebbe mai venuta in mente una simile ‘mortficante stravaganza>. E se avesse 1 rnuneiato a giudicare l'imputato, Gesit sa rebbe passata nelle mani dei Giudei, che pet non potevano condannarlo a morte (Questa mistficazione ha la sua logica: la tradizione cristiana, fin dai primissimi se coli (quando presero forma i Vangeli) vol Te accreditare Midea che Gest fosse stato ‘ueciso dagli Ebr, che se ne erano assun: ‘i piena responsabilithe dai quali sogua- della nuova religione volevana sempre pill distinguersi Cowpansa rowana. Come fin lo sappia- ‘mo, Ponzio Pilato condannd a morte Ge- 2, che non si difese: per la legge romana, il silenzio equivaleva a una confessione. In part lo fece per andare inconto ai Gi dei, in uno scenario di “distensione’, Per Ja stessa ragione aveva chiesto a Erode, te trarea della Galilea (terra natale di Ge tun consulta sul caso. Ma seconcio Schia- vvone intul che era l'imputato stesso a vo- Jerlo. Quel che & certo & che furono i Ro- ‘mani a eseguire la condanna, eres att CC ec Ce en ee enter ee ed ey Peete a Pid oscura ®la fine di Ponzio Pilato, Al: fonti (posteriori) so iustizato dallimperatore si suiedd, Altre che trascorse gli ultimi an ni da penitente, convertto al cristianesi ‘mo sotto 'infiuenza della moglie Claudia Procula (venerata dalla Chiesa greco-ort- ssa). Di lui non si senti comungque qua- si pit parlare, Dell'uomo che aveva man- dato sulla Ss MGUERRA MONDIALE | fotografi dell’lstituto Luce seguirono le nostre truppe al fronte dal 1940. Ma molte immagini non erano gradite al regime. E allora scattava la... ENSURA ¥ ~ tappezzata di foto di dive, nel Aica del 1942 era disdcovole. Inaltoasinistra, tale macetiea Mestre el 1984. a dsperaione ‘non andava mai mostrata, ‘dveavierpasteggiano a pescee ving su un drovolante (1942). riltar dovevano appari sempre ‘marta Anche il soldato con i landiafanme, che sembra mort, fucensueato, B IN “AZIONE” Fotograf del Reparto ‘Guerra del stato Lucan azfone dopo un bombardemento (0942). ftoreporters rappresentavanospesso nelle immagink. Ma le foto inci sivedevano ‘eranoaccetate sola sei! fotograteparteipavaa | urvazione miltare. Mussolini controllava direttamente il Luce, organo di stato e del partito. Le foto censurate furono conservate nell'archivio dell'lstituto, nella sezione “riservata” FARE POCO GLI SPIRITOSL Scutal (Albania, Natale 1941 Gat comand!temevano che le ocasionigioisefaccassero gl nimi del combattetie ne iinuisero le vrta querer. A desta soldato in preghiera in tuna chlesa colpta da proline 1942. In questo caso la censura riltare ha forse consideratoilgesto dl preghlra una debolezza. 20 B ele alana del 1961 erat” difsarmoniche, armonicaaboceae voce: poco digntos, “) (1942) fu gudicato impubbliabie Eravietato anche _assocare immagini di macerieal nome di ‘Mussolini (a desta, nel 1961), perche evocava penser ditt. mx & MUSICA Un motocicistasaluta una giovane con un bimbo in bracco nel 1981: troppo sgalante. lat tedesch italian sul fronte russo (1941): le fotografe con gl allesti non eran gradite TROPEO BU! Soldati mimetiaza avanzano nelferba, SS nel 19421 travestimento fugiudicato icola, Sotto un carro ferroviario colpte dalle bomb angloamercane vaafuoco nel 1944 la nota andava data, ma senzafoto. Mussolini era unex giomalsta cesapeva chela| ropganda era Fara pi forte, ea ES “|soldati italiani non devono avere scarpe rotte e barba lunga’, ordinava il ministero della Cultura popolare a fotografi e cineoperatori AVE MARTA ‘Un gruppo di donne rega tale ovine dalla Chiesa Santhnna nel centro Cagis A causa el bombardamertt del febbralo 1948 nel capoluogosardo ‘motion 416 persone e ert | lspest furono varie miglala, OTTIMISMO OBBLIGATORIO ‘Ader, celebrasone i una mess nun campo vation, nel 1941 La propaganda esgeva di non ‘mostrar immagini di funeral cimiter corp soldat ‘lanat o rportatn patria dopo la morte in guora. Sopra, una doccia improwssataal front, nel 1942:i ‘nuda non fu approvato. A sinista,nalla Genova del 1943, gl fet del bombardamentlungo una strada, Anche questa foto fu censurata nonostante mostasse all effet de! bornbardament angloamerican. Asinistra un soldato corr accanto aun cadavere win; La consapevolez za che l'uomo non fosse ‘una creatura privilegiata, ma un animale con ascendenze scimmiesche. Foco per ché gli scienziati evoluzionisti del tem po, con "nica eccezione di Darwin, ma nifestavana una tendenza per lo spiritua- lismo, e alcuni anche per lo spiritismo: speravano nellesistenza di un‘intelligen- za superiore che guidasse l’evoluzion>. 11 pid convinto era il naturalisia galle se Alfred Russel Wallace (u: Focus Storia 1n* 86). «Wallace, di tendenze socialiste € favorevole al’emancipazione femmini: Ie, temeva che il concetto della “soprav vivenza del pit forte” potesse legittimare le ditferenze economiche e socialin,spie- a Scarpeli, «La dottrina dello spirtismo, invece, sembrava garantire una sorta di eT cu ead cectoplasma appare error eo ary ola eed Perse) ere nd pee evoluzione morale della specie umana, suocessiva al’evoluzione biologica» Inalire parle, lo spirtismo permetteva di sperare che ci fosse “qualcos‘alto” che fomisze un senso allesistenza, e che que sto qualeos'altra si potesse vedere e mi- surare. Beco perehé, armati di strumenti per rilevare campi magnetic ed elettrici- 1G, el sclenziati erano tra i frequentatori pil assidui di sedute spirtiche. E spesso smascherarono i trcchi dei presunti me dium, Non nel caso di Eusapia Palladino, Quasi tutti si convinsero di essere di fronte a fatti reali: oltre a Pierre Curie, Richet e Wallace, la medium napoletana (di origine contadina e che aveva spasa- to un prestigiatore ambulante) aveva tra i fan Cesare Lombroso (disse di aver toc- Grande impulso alla moda dello spiritismo fu dato dalla diffusione della fotografia, che “provava’ l'esistenza dei fantasmi cato la mamma defunta) ¢ lo scrittore Arthur Conan Doyle, il “papa” di Sher Jock Holmes. 1 "fati" perd si rivelarono inesistent. il premio di un milione di dllari messo in palio a partire dal 1964 dal prestigiatore James Randi, destinato a chiunque fosse in grado di produrre un fenomeno pars normale in condizioni controlate, non & mai stato incassato. Voct pi poxxa. C’8 infine un ultimo aspetto: i medium erano quasi sempre donne. Perché? Gli anni dello spiritismo coincidevano con le prime lorte femmainili per ottenere la parita dei sessi: era l'epo ca delle manifestazioni, anche violente, delle suffragette. Ed era Vepoca in cui si diagnosticava listeria a moltissime don- ne, “malattia" oggiinterpretata come una CHC OR CHU eUEl ue RUO RBI UISe ed ee ee aC oe aca or ec eae ee 9 controverso vissuto rail'700 _partidel corpo all'mposizione _Ispiratore.Afine Ottocento, __ donneaffette da Istria (sopra, apt EO er ee a ee ee Cee at ee me or rec i ee ee a Ca eri eae eee re Pere ney Pe Ue aT Ce emer car tae Ci err Mae Ce re Ss ee ot lorotuttigliesseriviventieche persone convulsion svenimen-Parigieluminaredelfepoca. forma diitrattenimento, laco- Ce ea CE ree er ce eet PAE og forma di ribellione, inconsapevole, al po tere maschile,«f in effet possibile che la ‘moda dello spiritismo avesse una matrice simile: alcune donne potrebbero aver tro vvato il modo di farsi ascoltare parlando * attraverso gli spirit", potizza Searpel Ii «E molti uomini potrebbera essere sta ti tratt in inganno perché abituati a sot tovalutare Vingegno ferminile». 0 a con- siderare le donne ipersensibili, quindi ca paci di “intercettare” gli spici Resta un‘ipotesi, & vero, Ma forse afuta a spiegare il vero “fenomeno paranorma. Je” di quegii anni: i fatto che i pia grand scienziati dell’epoca si siano fattiabbin dolare da una signora semianalfabeta di Napoli e da due ragazzine americane in cerca di attenzioni . Marta B Cc eT al talessia. Da questo genere eee tet ete imc poo ees eee re preaey) ere ‘ ) Ee" STORIA presenta: as, 7 (YEN " j yaa ‘ VLU ALI EDIZIONE eR N/an A Br tae Un percorso appassionante che svela, tra storia e raritd, i capolavori custoditi in uno dei pi grandi musei del mondo. Un volume prestigioso, ricco di immagini mai viste, un racconto affascinante, capace di coinvolgere pagina dopo pagina. IN EDICOLA CON FOC! Porcine PRIMO PIANO Ca FRAUDOLENTI pag. 32 aT) Dysart) [ord MARIA ANTONIETTA j 4 : TENCE j ce j F up rhetti” dell j Nee uh) Dai “furbetti” dell'antichita rearryy a quelli degli Anni Ruggenti; ery fino ai falsari che presero in giro storici e nazisti. PROVA in giro storici e nazisti. rae, ed Teak} Rasen ra) ag. 54 Teles FREGO GORING pag. 60 natal aii fo) PRIMO PIANO PE ny Sa eer a pring rein ie Toe 18816 tafe pean Sih naa een « Crh rae fo pier i an Nell‘antichita il primo falsario era lo Stato, che emetteva monete “taroccate’. Ma anche nell’arte gli imbrogli erano all’ordine del giorno { Sopra mane oro maedod vsecioacile ttufamenearin, relViveclo ac. puntata tore ca sone (ero. wf \y overno ladro. F anche truffatore. Non & uno slogan dell’antipolitica, ¥ ima la realtd degli albo- 1i della storia det fasari, 0 almeno Ja reaka nelt’Atene del V secolo 4G. soto I tiranno di nome Ip | Pia. Fu lu, secondo ali store i primo falsario canclamato, coipe- vole di quella che i Latinichiamavano truf- fe mummaria,ossia la rode monetaria tra le pit diffuse nel'anichit ‘Tosaror ot mower. Una volta al pote, Ippia {impose agli Atenesi di portargli tutte le monete {in circolazione. 1 pretesto era semplice e (come {in ogni imbrogio iuscito) crecibile: sostituirle con ake di muovo can. Non mentiva del tutto, a ben vedere. Inftti fece fondere oro del de- naro raccolto, dal quale per ottenne un nume- 10 doppio di monete, che contenevano quindi la ‘meta dell'oro rispetto alle precedent E pensare che la trufa sulla monetazione (al- ‘meno quella dei falsari comuni) era punita con pene severissime, Lnflessibile legislator Solo- ne (VIF-VL secolo a.C.)aveva previsto, per que: sto reato, la morte. Evidentemente, perb, anche per i Grec il fine giustificava i mezzi, quando erano di mezzo i soldi. Doveva pensarla co- 1 Policrate, altro tino (questa volta dels0- lai Samo) che nel Vi secoloa.C. si prese gioco gi alleati spartani pagandone Iaiuto miltare ccon monete di piombo dorato. Lo racconta E1o- doto, nelle sue Sire. > 1 Romani? Maestri del falso d’arte elaGreciaerala _Alcuni i quest fal erent ae en ae Por Le ieee mm eres eos falsidarte.Dallise- del grande Lisippo, Perr erm rg ead poets ran mm Ee veto eee) PAPC E mere Pech per eam oe Peet are ry Bronzi.Traimedia- NonioVindce. oe er een CSc me TL te Roe ana ere Pr rs Poe re ory oe mmr s Paces mea Paneer ee ieee masippeecolleghi oe) Harr ns onary] coreg ee Peers erred Pec a a Perry Poca (Clee Erwan ey ene ieolore. Imercanticome Card Peery Breer eras Breit es comet Pry poser ens eer reer? Cea Eres Dr n Cee erry eevee) IVsecolo aC. Una versione ery Ce eral pone eC Py i II trucco pitt comune era coniare monete “suberate’: rivestite d’oro o argento, ma con un‘anima in ferro, piombo, rame o stagno Non erano cast isola: le mons fovvero confate con urr'anima di ferro, piom bo, rame o stagno e poi “foderate” con un sot ile strato di metalo prezioso, sono giunte fino noi in molti esemplari. Per non parlare dei fa zaoni della dinastia dei Tolomei che, nel Il seco 10 C.,fecero sostituire tutte le monete dargen- to con altre in xame: gli operai al lavoro sui mo- snumenti di Alessandria 'Egitto non la pres bene e preteseto di essere pagati in natura, con Tsuunocu ROMAN La maggior parte delle mo rete “taroecate™ giunte fino a noi, eomunque, & ‘made in Rome. Quando economia dellimpe comincid ad andare a rotoli, ossia dal Ill se colo 4.C, la frade monetaria sembrd, a funzio nari imperiali, un modo rapido e tutta sommato indolore per compensare le minor entrate cau sate dalla fine delle conguiste e per continuare a pagare lo stipendio ai legionari delle frontier. Devoti all’astuzia ‘ [mmaginatoin un pinto delfOttocenta glo di Giove edi ‘Mata fila ci Alan- te), era chiamato Ermes daiGreci perché tale sue prerogative aveva Ermes, il dio truffaldino a placa la furia del doriflandogl una lira costruita dopo.avere \ciso una tartaruga e tusandone il gusco co- ef ‘quella diinterpretare me cassa di risonanza, wy (hermenevoingrecc) ib grandicelo,conun f lavolontadegidele troccorubole feece trasmetterls agli uo- ‘mint. Latin} invece, fo egalava merci: met- cant, pirat o lade che fossero Imbroglione. A mes liantich atibuirono limroalie ur vari. Net testi antiehisi legge che appena uscito dalla cull rubd cinquanta \ecche ad Apollo. Ruse) aad 1a.C) el simbolo Apollo. €, non content, riuselasottrartea Net ay chiamavano Mercurio, tunoiltridente, a Marte cdamerces,Inquanto _laspada,2Venere la : potettoredichima- _ cntura. Ladro,navige tore, acieree sedute tore, uta ledlvinita preferitedaiGreci.Ea Roma gli soffvano le Tingue dei condannati a morte simbolo della parlantina con a quale Fiuscivaaingannare persinoisignor del Timp, (um) Tees ot deluomo politico Abusodipotere. Otte- ee aa! PO em En CEey Inepoca imperaleil denario comincid aineci- Gi Imbroglt care sempre mena e V'argento nelle monete ca. 4@1 Medioevo Ba vista docehio. Vers il 70 .C. il suo conte- Conta dfusione del nuto in un denario era oltre il 90% del peso di ito de sant nei prim ‘una moneta, poi diminul fino al minimo storico; __$#¢oll del cristianesimo, ‘meno del 10% allepoca dell'imperatore Valeria. mercato dele false is reliquie apc, una no, nel 255 d.C. E quando nelle monete d‘argen to non rimase nulla da gratare via si paso a Proessone cn on 5 ae religuiari in un dipinto quelle oro. Anche eos, attraverso quella che Soo) preset pate il saggio Solone avrebbe considerato una truffa Gi quebovalettanto Po cccine Pa ones Pochifurone rapaci pee Roy il79a.c. mentre era Peele i aes Eyre ny et ey eer rt Sad Pree er Rae) poem Ped Cee acer) Cee rs Par eras ee Peer penne reer ore avvocato emergente Pee ari) cee oney es aidanni dei citain, iso cominciarono a trax femunerat, delle BS e Sanpete mere ret sformars in una forma simbolica di pagamento. statue atibutea pocorn imme treo (Come monete e banconote di og + grand sauitr grec Beer cent eres Aldo cart Lae eraser vam ea Nel 1925, uno scaltro boemo riusci a“vendere” la Tour Eiffel. Ma la lista dei suoiimbrogliélunga: gay inganné anche sceriffi rf e persino gangster i S' 4 TIC [ \ é as come Al Capone ats = Aan esstese ola di “re del trutfato- ni", non pouebbe che andare a Vicor Lustig, Nel corso della sua vita assun- i se 45 identi diverse, ruse a mettere i rel sacco petsino Al Capone e sopratttto en- f tnd nella leggends come Puomo che mise a se- sno il colpo del secolo nel Novecento: vendere la Tour Biffel. Non una, ma ben due volte f- } cendola pure franca. Come ruse) in quest impresa straordinariat [La gigantesca tore dl fer alta 300 met non ra certo un oggettino da tasca. Ebbene, nel 1925 la Franca 8 stava riprendendo dai disa- j str ella Prima guerra mondiale ei giorali pa- ‘ign’ davano motto rilievo ai cos i aruten- zone della Tour Eife:per sino la verniciatura sembrava un onere dif leda sostenere e al governo sarebbe convenuto smontatla e venderne ! pezzi come rottaml. $1 trattava di una battua, ovviamente. Ma Lustig cols la palla al balzo e organiza una macchi- ‘Vexorst Touk EirFEL, Si procurd documen- ti governativi falsi, che lo accreditavano co- ime alto funzionario statale incaricato di ven- dere la torre, € organized un incontro con set del pid grosst commerciant! di material ferro si presso il Iussuoso Hotel de Crilon, in Pla ce de la Concorde, Durante il colloquo after mb che il govemo era davvero intenzionato a smantellae la Tour Eiffel: oltre a essere gia fa tiscente, “stonava" con le chiese gotiche pargine Tnolire, aveva aggiun to, era stata eretta per 'Bsposizione Universa- Je del 1889 come mo- ‘numento temporaneo, Pol, con abi cir na, Vietor individ tra i sel interlocutor a vit tima del possibile rag, ‘iro, Andeé Poisson: gli sembrava il pit ingenuo Impose a tutti i presenti di ‘mantenete i silenzio sulla proposta, spaccian- ola per segreto di Stato, e li conged®. Poisson, insospettito di tanta segretezza € 12 Dita, chiose spiegazionic Lustig gli fece capi helo Stato non gli avevaaffidatoabbastanza soldi per una lunga trattativa e che lui era solo un povero funzionario affitto dab le spese richieste dalla gestione elim- portante affare. Poisson ne dedusse che voleva una bustarellae glila fe ce avere. Un truffatore avrebbe avuio bisogno di chiedere una picola som: ma in pid, sottobanco? Certo che no, quindi si trattava de soto funziona tio corrotto: bastava “ungerio” per vincere. Poisson pag la cifra (mai rivelata)e “compra” la tore DorPio coiz0. A quel punto Lu- spat dalla circolazione. E non siritrovd neppure la polzia alle cal cagna. Quando si acoorse di avere {in mano carta straccia al posto dir ee ud Reed pean Sete Per ironia della sorte Lustig machenin tedesco significa “prendersi gioco di qualcuno” I destino del truffatore era scritto nel nome als ‘un contrato, Poisson non denuncid F'accaduto, probabilmente per vergogna. La strada era di ‘nuovo libera e 6 mes! dopo il truffatore tent il Colpo, bustarella compresa. Ma stavolta il gab- ‘ato di turno lo denunci, la notizia andd in pri- ma pagina e Lustig dovette fuggire in America. 1 conte Lusmic. Negli Stati Unit il truffatore ciera gia stato, atirato dai miraggi di riechez- za dei "Roaring Twenties”, Nel 1922 era arriva- {tonel Missouri esi era presentato in una banca raceontando una triste storia personale. Disse di essere un conte austiaeo, unico sopravvissuto «dfuna nobile famiglia eaduta in rovina a causa ella guerra, approdato negli Sati Uniti nel ten- tativo di rifarsi una vite: aveva scelt di investi: re gl ultimi soldi nell’ acquisto di una vecchia fattoria, guarda caso, di proprita della banca In real Lustig era nato in Boemia nel 1890 dda una famiglia rispetabile, che gli aveva da- {to una buona educazione, conosceva molte lin- gue, ma non era nobile, Alla banca perd now controllarono nulla. Non potevano credere al- Ialoro fortuna: nessuno aveva mat voluto quel: la catapecchia, mentte il “conte” offriva 22mi la dollar in titoli di Stato, chiedendo solo, con Yoceasione, di poter cambiare in contant alu 1Omila dollar di tol, Neleccitazione dal'affa ze banchlere e bancari non si aocorsero neppure che Lustig, con un abileseambio di bust, se ne era andato portandosi via tut itil di Stato e 5 10mila dollar in contanti. Quando scoprirono di essere stati raggirati assoldarono un detecti- ve privato che rintraeci il noble Lustig a New York. Ma il "baro” riusci a persuadere il diret- {ore della banca che gli conveniva perdere quel 10mila dollatt plutosto che far sapere come si era lasciato abbindolare. ‘AL Caroxe Ni. RRO. Insomma, facia tosta ce sangue fredio a Lustig non mancavano di cer- to. Al punto che decise di rivolgere Ie sue “at tenzioni” al mondo dei gangster. E anche Iifece fortuna: riusc a vendere assicurazioni fasulle a ‘malviventi del calibro di “Legs” Diamond, “Big Bll” Dwyer e Nicky Amstein, Senza temere di {are una bruta fine. Come le sue vitime prece- enti, anche loro si vergognavano troppo i es are stati imbrogliat e nessuno si vendico di lui. Trischio maggiore Lustig lo corse quando co: ‘mincid a frequentare il boss mafioso Al Capo ne. Il gangster sapeva bene chi fosse Lustig, ma si convinse ad ascoltario quando il “conte” git propose di partecipare a una grossa truffa che avrebbe fruttalo montagne di soldi. Da bandi- abandito. Per poter partire con I'affare, perb, Lustig dis se di avere bisogno di SOmila dollar: se Capone loli avesse prestati, Lustig prometteva di rad doppiari in poche setimane. Il boss aocettd, ma Jo informa che se non avesse riavuto i sald sa rebbe stata la sua ultima trufa. Cera da ereder- aii. Victor deposit la somma, che non aveva in- tenzione di usare, in una casseta di sicurezza Dopo un paio di mesi tornd da Al Capone, scu- sandosi per non essere riuscto a portare a ter- ‘mine “Vffare” che aveva promesso. I boss, sul punto di esplodere di rabbia, fu preso in contropiede quando Lustig estrasse dalla tasca i SOmila dollar e gic liresitui, chiedendo percono per i suo {allimento. Capone pensd che Lustig fos: se sincero: "Dev'essere un periodo sfort- nato per te", pare gli avesse detto, “ma io ‘mi prendo cura di chi@ corretto con me”. rese Sula dollar eglieli regal® in segno di amicizia. Lustig se ne andd con quei soldi, che eran il vero scopo del suo raggito, e Al Capone non so- spettd mat che era stata tut ta1una manovra per spillar gli dei sold “Auawenicana, Del resto a Montréal, in Canada, ben pri- sma di tutto questo peticoloso af {are Lustig sl era era esecitato a glocare sempre sul fo del rasoio. ‘Aveva per esempio conquistato Y'amicizia di lun banchiere, Linus Merton, restituendoglt il portafoglio che Iui stesso gli aveva fatto ruba- +e, Guadagnata a sua riconoscenza, Lustig rac- contd a Merton che un suo cugino lavorava in ‘una sala scommesse e poteva intercettare le co- ‘municazioni dagliippodromi. In pratica ciusci- vva a sapere | vincitor! delle corse qualche mi- rnuto prima che fossero annunciat, quando era ‘ancora possibile scommettere e vincere in tutta sieurezza, Si tattava della classiea “truffaal’2- ‘mericana”: Ia vittima viene attratta dalla tenta- Zione di un facile guadagno e rende cisponibi Tena certa quantita ci denaro, che invece fini sce nelle tasche del truffatore. Come da copione, allinizio furone fatte ccere a Merton grosse somme. Dopo qualche somo, pero, Lustig anmuncid che doveva patt- re perché la moglie era malata: potevano quindt fare solo un'ulima, grossa, scommessa. Merton ‘mise a disposizione 30mila dollar, Lustig Ii pre se e spar per sempre dalla vita del banchiere. EEvastone. Negli Anni '30, in piena Depressi: ne, la stella di Lustig tramontd Nel 1934 fu ar restato per contraffazione, ma i! giorno prima dol processo riuscl a evadere nella maniera pid classica: legando una al'altra una sere di len- zuola e calandosi dalla finestra di un. bagno. 'Nemmeno un mese dopo fu caturato di nuovo, 4 Pitsburgh. E questa volta fu ultima. Con- dannato a 1S anni per tuffa e stampa di ban cconote false (v. riquadro a destra}, © a4 alti § per la precedente evasione, mori di polmonite in prigione, nel durissimo carcere sullisola di Alcatraz. Erail 9 marzo 1947. Sul suo certfica- to di morte, alla voce professione, c’era scrito “venditore”. . _Massimo Polo e irene Merl Guardie e ladri Satta i polit Robert Goalby «Peter Rubano imterogano Victor Lustig [aleentro) a New Yor. Catturato ne 1934, ruse a evadere ma iu ipreso 27 gli dopo € Finchiuso ad Alara PRIMO PIANO. DELLA COLLANA SE eur) Pet ce ee Se In senso orarie by | ern ae ye cae See Poets ee Stila an Nel ‘700 il tentativo di truffa ai danni di un ielliere e di un cardinale fini per coinvolgere la regina di Francia Maria Antonietta. E alimentd lodio verso di lei lla penombra della stanza, sul ta volo della cucina illuminata da due candele, i tre imbroglioni lavora- vvano con foga. ‘Attento! Non devi scheggiarto non varranno pit ruta”, sibild Je- anne de La Motte vediendo il marito che eon la punta di un eoltelaceio scalzava un diamante ‘g70sso come una noce dalla sua montatura. Ma 2 quella vista non poté tattenere un sorriseio Cree truffadellacollana ea ee ee Cota ree tc Pere eer ‘Alessandro, conte di remit) CConsigliere. Questo “genio fannullone che eco Sette ered reales acd ty Ae ey Ce Cerri Ee) Penney Sel Pees reac Pe ere ele oe Ponener Cea poet Cetra ete Pete eer ester Ceres Cee ena Peers Pe ae ores Perey alisiritorse contro: eee tor Cee free" rer el 668 Mara es ~ Preteen eee eter eee nen ‘rufa, Arrestato, fu Pea Perera nents Pee ay Persad PSs to, di Enrico Ili Valois, re i Francia dal 1547 21 1558, ma nel corso delle ultime generazioni la sua famiglia si era impoverita fino all'estrema indigenza», afferma Benedetta Craver, docen- te di Letteraturafrancese al'Universta Suor Or sola Benincasa di Napol, nel suo saggio Maria Antonieta e io scandaio delta cotta (Adelphi) ‘Con un finto titolo di contessa e una buona dose di facino, la donna ruse aspillare a Rohan ricche elemosine. Ma per man tenere uno stile di vita al livello del | ie sue aspirazion ci voleva altro: Ii J dea le venne da una confidenza del cardinale sulla sua ossessione pert comguistare i favori della regina, Ma ria Antonietta infatt non gli rvolgeva Ja parol da 8 anni, da quando tl princtpe, alfepoca ambasciatore a Vienna, aveva preso in sito sua madre, la regina Mara Teresa d’Austia, inna lettera che aveva fatto i giro della corte. (Con la pazienza di un ragno, Jeanne comincio ‘a tessere la sua tela intomo alla sprovweuta vit- tima: finse di essere riuscita ad avvicinare Matia ‘Antonietta, dl essere entrata nelle sue grazie ed averle chiesto un po’ di inlgenza peril Gran- de Elemosiniere. tI modo migliore per ottenere i peréono inviarle cospicue somme da destinare alla beneficenza, ene et le avrebbe reeaptaco in ‘mada discreo.Lingenuo eardnalesciolse subi to icondoni della borsa, senza sapere che Jean- nell stava usando come un bancomat. ‘Quando il prelato si lament® che la regina continuava a ignorarlo, Maria Antonietta gli serisse tamite la loro comune amica: non vo- leva rendere noo il iavvicinamento per non suseliare l'iovidia della corte. Lidea stavolia cra stata di Rétaux de Villette, commilitone del conte de La Motte, amante di sua moglie¢ fl sario di professione: era lu a serivereefirmare le missive, dettate da Jeanne. Rohan, Insingato, silascid prendre da quella calorosa carispon- denza: forse si invaghi della regina, tanto che la Valois decise di azare la post. ‘La mmareoca. In cambio di una pia oferta di Omila lives (le lire francesi) organizzi un ap- Duntamento segreto trai due amici di pena, la notte del 10 agosto 1784, nel boschetto di Vene- re a Versailles, Rohan arivo puntuale, il cuore che batteva forte: la vide, si gett ai suoi pedi e prese a rosa che lei gli pogeva. “Potete sperare che il passato vengn dimenticato”, gi sussur lei prima che madame de La Motte la portasse via. Luomo, emozionato, non si era accorto che la glovane donna col viso seminascosto dal cap Un cardinale ingenuo, un‘imbrogliona senza scrupoli, una regina ignara: gli elementi della truffa c’erano tutti (eee ce Cromer re i i i é pello di organza non era la regina, ma una sua asia: Marie Nicole Leguay, pescata da Rétaux sulle panchine dei giardini del Palais Royal ad adescare client ‘Ormai il cardinale era cotto a puntino e Jean- ‘ne tovd il piato d’argento su cui servtlo alla propria tavola: la preziosa collana di diaman- Ui creata dal gioiellier della Corona Chatles-Au: guste Bohmer ¢ Paul Bessange, Convinti del Ja sua millantatafamiliarta con la regina, i due “orefici si erano rivoltia lei per convincere la $0 vrana ad acquistae il monile che stava rischian do ci mandarin fallimento, Avevano lavorato anni al collier, incastonando ben 647 diamanti in un appariscente intreccio di fli, festoni, pen- dag e fasce lunghe fin quas\ alla cintura ‘Comane rare. Duesnllacttocento carati da met tere in mostra sul décolleté, che Maria Antoniet ta aveva pero pit volte rifutato. Fino a quel 1° {ebbraio 1785: ilcontratto di compravendita del Ja collana, un milione e 800mila lores (quasi 20, ‘milion di euro di oggi) da pagare in due anni in tate semestrali, portavainfatt la sua firma. A fa- reda tramitee garante, il cardinale, convinto da Jeanne che la regina volesse comprare a credi- toil gioiello senza informare ile, Ma una volta > B Jeanne de La Motte ebbe l’ergastolo per la truffa. Ma dopo un anno la donna evase e scrisse le sue memorie Er) ee Pret heer hd eerie ‘tra le mani del into messo real alas Rétaun, i contenuto dell'astuccio fu svenduto dal conte de La Motte peta per petra, tra Paigi e Londra. Finaa Fats, Ben sapendo che il cardinale era nllimpossibilita di avere un chiarimento con la regina, la Valois escogtd un sisema per declina- re ogni esponsabilitde costringere Rohan a pa- gare di tasca proptian, scrive Craver, 11 3 ago sto, alla scadenza della prima rata a fantasiosa contessa convoct i gioieller: disse di aver s Dato che la firma della regina era flsa, ma di volgersi al prelato che avrebhe comunque salda toilconto, per evitae scandal, Poi corse da Ro- hhan e piangendo gli raccontd che la regina non intendeva pit pagare la collana. Non poteva immaginare che Bohmes, inve- ce di seguireil suo consiglo, era corso dalla so- vvrana, La regina si infurid, La firma sul contrat- to, "Maria Antonieta di Francia", non poteva essere la sua: chi bazzicava la corte sapeva be- ne che la regina non 3 firma cosi, ma con il so lo nome di battesimo. La colpa, si disse, dove- va essere del cardinale, che aveva usato il suo nome per rubare la collana e appianare i pro- pri debiti. Cos il re Luigi XVI, comportandosi pili da buon marito che da buon re il 15 agosto “ 8 1785 feeearrestate il prelato per difendere Vo- nore della moglie. Ma non valuta impatto po- litico della sua decisione usiaoss esenrtat. Il processo fu istruito di {ronte al Parlamento e venne reso pubblico gra- 2e alle aoe, eartinghe deg avvocatl d- fenson, date alle stampe e lete in tutta Euro- ‘pa. Dapo 9 mes, verdetto: 31 maggio 1786, Jeanne de La Motte, incastrata dalle dichia- razioni del sue cappllano, padre Loth, @ dalle confession: ai Retaux de Vile letee della sosia di Maria Antonieta (seagionata),venne condannata, tra Ura e inglure, alla fustigazione pub- blica, alla marchlatura su entrambe le spalle con la lettera “V" di voeuse, “la- dra’, ¢ allegastolo nella terrible prigio ne di Salpeter. De Villette pagh con Fesilio¢ la contisca det beni, mentre Nicolas de La Motte non fi mai cattrato: a differenza di sua moglie, troppo sicura gi fatla franca, era fuggto in Inghlter- ra prima dellaresto. A salvare Rohan dall'ac- cusa di rua era stata la tenacia del suo fale vicatio, abate Géorge, che aveva tatato con i gioieller, impegnandost a nome del prine!- ‘be a sborsare la somma patuia (In realta solo ail ered riuseirono a ottenere il pagamento del “debito nore, alla fine del XIX secolo, dopo aver intenato casa) ‘Non solo: il parlamento, desideroso di mo- strarsi indipendente dalla Carona, giutie il pre lato innocente anche per la colpa lesa maest cowero per aver creduto che, in quella famosa notte d'estate, la figura velaa e provocante che ai aveva donato una rosa fosse la regina iu dizio poco lusinghioro del tibunale su Maria Antonietta er evidente: gi al centro di una vol gare e violentacampagna difamatora, la sovra na pianse quando udi il werdeto il popolo che inneggiava alla liberta del cardinale. Ire, dissociandasi dalla sentenza, tlse a Ro- ban la carica di Grande Elemosiniere elo eslid nell Abbazia di Chaise-Dieu, Ma fu una magra consolazione: 'affaire della collana aveva mol Uplicato Fodio nel confront della regina, acew sata dai parigin i essere accord con la con tessa de La Motte per mandare in carcere Todia- tocardinale Vantipatia nei confront del re di buona parte dei nail, scherat com la famighia Rohan. La biecatrufas rasformo cosi nel pal co su cui dil a tre anni sarebbe stata montata la ghigliottina della Rivoluzione francese. ‘Marie Lenard Leone Reputazione Aes, laraccohta dll aringhe deal! avvocatidel cardinale Rohan. Ne usc un COLLECTION COMPLETE DES MEMOIRES RELATIPS AU PROCES DE ROHAN, PRIMO PIANO. PELE Veereu ee Reet ee ese CRY UE PMC era a kee} cambiato la Storia (0 che ci hanno provato) FALSE Ur eno Pitre ee ee eu eee oars Sa aad Se ee papi il potere temporale 0 i Protacolli dei Savi di Sion che giustificarono le persceu pore een eee eee Pee ee Sener reer rons Caen tt ee eect che incorond i Borbone ae ee CoE eas oe Ta PS cee eri ee a ee reer eee ens naldi e Francesco Sort, nel loro romanzo eee ener tts accurato esame grafologico secondo cui la Sc ee kee Le conseguenze? La dinastia che per se coli ha regnato sulla Spagna e il Sud ta lia sarebbe illegitima, ee mes Cee eet compiere i pitt semplici gest, cieco, tor- rmentato dalle febbri e dagliattacchi epi- Perce eres ee i cetens td Creme ones set provedere alla stesura e alla firma del te- Se a i ns 0 Carlo, Bancora: nel settembre del 1700 De ann te OTe ee acd Seed een Sct certo c’é che quando quel testamento fu en reer een Ty Pen enc naerny eeccn cert Ciena retcy Fu invece il poeta Francesco Petrarca (1304-1374) a smascherare il Privile- Pee ee er oe Pee reer te eon rs earner renee ty che nel 1361 gli aveva sottoposto fl do- Ce RE Cee WOR ee eee es rie interminabile di incongruenze eindi- Pon irs eee tn en aie Bere er aes Breen eects preeren pee ‘Una delle ani pit Cre Pee Corrs oa) eee) ere piano degli ebrei Eppure quasi cent’anni dopo, nel 1458, quel falsidiplomi furono cetificati come utenti dalmperatore Federico I. Quando Costantino non dond Jo Stato della Chiesa ai papi Un secolo dopo Petrarca, Pumanista La. renzo Valla (1407-1457) dimostrd con tuna dissertazione pubblicata nel 1517, la falsita del documento che da secoli era il fondamento del potere temporale dei pa- pie dell’esistenza det domini della Chie- sa: la Donazione di Costantino. documento reeava la firma dellimpe ratore romano Costantino (274-337) che concedeva al papa di allora, Silvestro I i dominio sullo Stato della Chiesa. Com un rigoroso esame filologico l'umanista sta- bill che quel testo non poteva essere stato | Protocolli dei Savi di Sion rivelavano un presunto er dominare il mondo. Erano falsi ma Hitler li usd per motivare 'Olocausto ‘Un dono mairicevuto Neltatresco delforatori San Sivestro aRoma, Fimperatore Costantino ofrea papa Sivestro! latina imperiae, simbolo del potere tempore. Este un documento di quella concessone, ma éun falso dell IAK sola Sotto, unediione dei Protocol dei Said! ‘Sion del 1940. satitto nel IV secolo. Probabilmente uscd dalla segreteria di un pontefice del'ViNl- 1X secolo, epoca in cut lo Stato pontificio pprese forma. Lfinti verbali che condannarono gli ebrei A pantte dal? Otocento falar si compor- tavano al par di agent segretieagivano nelfombya, ben consapevoli di pote sea- tenare tectemoii politi con le low mani- polazioni. aso pid notoriguarda i Prom. colli dei Savi di Sion, un documento crea- toad arte per dimostrare Vesistenza di un presunto complottoebraco per la congui- sia del mondo. Loriginae fa elizato at tomo al 1897, probabilmente dalla polt za dello zat, in patcoare del capo del- Je spe russe aPargh. Gli stoic nel ulti- ‘mi decenni ne hanno sicostrulto la genes! alla base det Protocollt ci sarebbe un'in- venzione francese risalente allepoca dl [Napoleone Il (1808-1873) e testi minori delt'Ottocento, che riportavano i presunti verbal di un fantomatico consiglio ebrai co che si riuniva nel Cimitero di Praga per do, Hitler usb poi i Protocol nel suo ma- nlfesto politico, il Mein Kazapf, per glust- ficare il progetto di sterminio degli ebrel Cronache da un Meridione mai esistito | falsi storci dimostrano che i manipola tori sguazzano nel vuoto documentario: ‘un vuoto particolarmente proficuo per chi vuole realizzare falsi docummenti me- dioevali El caso det Diurnaii, che st vor rebbero scrtt nel "200 da un certo Mat- {eo Spinelli da Giovinazzo e che narrano cronache del Regno di Napoli ra il 1247 e 411268. Oltrea far Iuee su un perioda po- ‘co documentato del Meridione, i Dturnatt rappresenterehbero una delle prime ope- re in volgare italiano, attrouendo al na: poletano, e non al toscano come insegna Ja storia della lingua, una sorta di primo- Senitura sulla letteratura italiana. Pecca- to chei Diurnal siano opera di Angelo di Costanzo, falsario del Cinquecento. Carte false, ma con una marcia in pitt i fattiecronache delAto Medioevo par Jano anche le Carte di Arborea, apparse per la prima volta nel 1845 per opera di {rate Cosimo Manca del Convento di san- ta Rosalia di Cagliari. E che hanno una ‘marcia in pid: furono serite in un idioma {nventato, il sardo medioevale, ei loro fa scino ® tale che per quanto ne sia stata di ‘mostrata quasi subito la flsita (nel 1870) sono ancora oggi al centro delle rivendi ceazioni sarde © continuano a convincere studiosi e accademici . Pero Pain’ y z ANOS Cronache d’altri tempi ‘Sopra, un rilievo del '200 nel Duomo {i Napoli proclamavano di que! tempo i Diurnal in reste del'S00. Medioevo per finta Satta un pariclare dele Cate ‘bora fs document mediceal resin ceolsionenelfOtocert, Di are ae npagnia d Negli Anni ’60 Frank Abagnale era il truffatore e falsario pit ricercato al mondo. Oggi lavora per |’Fbi “Alla fine mi hanno Luomo dei cieli liver Frank Abagnale con DiCaprio su Set del fm Frovaaprendermi (2002) Inalto, Abagnale Incabinadl pilotaggio Ades, éalfim. ‘ppoggiat t cappetto sul pavimento della cabina presi posto sul sedile a pilotaggio. (...] Inse rit immediatarente i pilota antomatico € spent con tuto il euore che quell aggeegio funsionasse a dovere, perché io non sarei ‘stato capace i pilotare nemmeno un aqui- lone” Si, perché quel!'uomo al eomando ddl gereo si chlamava Frank Abagnale ¢ ‘nom era un pllota ma uno de criminall pit rercati al mondo, seppur giovanissimo. Quando to decearono in Francia, infat, aveva solo 21 anni e una vera fortuna, ac ccumulata in appena § anni. La sua storia Pha raccontata lui stesso nell autobiogra ce fia Prendirai.. se puoi (1980), da cui Ste -ven Spielberg nel 2002 ha trato il film Pro- vag prendermi. ‘Tatevto precoce. La sua propensione pera truffa si manifest presto, a 15 ann. E la sua prima vitima fu il padre, Frank William Abagnale senior, Luomo aveva 4 figli Frank, nato nel 1948, era il terzo), una cartoleria sulla 40esima a Bronxvil: Te nello Stato di New York e un grasso cruccio: essere stato lascato dalla mogli. Mentre il padre si disperava Frank Aba ‘gnale junior usava la sua carta Mobil (per ali acquisti di carburante e accessori per auto) per fare affari d'or. Acquistava di ‘tutto (gomme, batterie) per rivendere la smeroe eIncassare | contantl In pochi me- si al padre furono addebitat sulla carta, a sua insaputa, oltre 3mila dolla Era solo V'nizio, Negli anni immediata mente successivi fece truffe milionarie in ole 26 Paesi, usando varie identita, Ep. pure Iui non si@ mai sentito un criminale. J eriminali per Frank, che da giovanissimo ‘requentd un gruppo ai teppistel di peri- feria e conobbe il riformatori, era gente senza stile. Lul nvece ambiva a wna vita Della, ammirata © invidiata. Voleva tutto ¢ subito e1 unico modo per ottenerlo era far credere di essere cd che non era, a comin. care dalla, aveva 16 anni ma ne dime strava almeno 10 anni di Mewoni. Lo racconta lui stesso: “Qua che giomo dopo passeggiando sulla 42es: ‘ma Strada, sempre iramerso nelle mie elu- cubrazioni, vidi sbucare ta soluzione del ‘mio problema dale porte girevoli dell Ho- tel Corumodore. Un intero equipaggto di ‘una tinea aerea dela costa oocidenuale,ca- pitano, co-pilota, ingegnere di volo e quat tro hotess, stava uscendio dat abergo. Br ro allegrie sorridentt, presi dalia fro jo- le de vivre. [..] Come sarebbe stato esse ren pilote? Certo non un vero pilot, Non avevo it caratere adatto ad affrontare du: ri anni dé studio edi preparazione (J. Mi sarebbero bastatt'wnijorme ei grad di p- {ota Sei fabbricd in casa, leteralmente Compagnia prescelia: Pan American. Con ‘Yastuzi si fee cucire una divisa dalla sar-+> il iM mh Asoli 21 anni con le sue truffe aveva accumulato 2 milioni e mezzo di dollari tora ula della compogniae con Pin fg9gn0 falsficd il tsscrino da plot eal cenza di volo. Divenne Frank Wiliams, pilota Pan Am, cominei a gia i mon do a sbafo, su aerei ci tutte le compagnie. Mente vittoe alloggio erano sul conta della Pan Am. Dai 16 ai 18 anni Abagnale pateorse un milione di migia utlizzando 250 voli senza ma essere scoperio. Uancro oa. waxsco, Ma viagsiare gra tis non era unico vantaggo, “Le uniform ‘garantiscono wn cert fascino, sopraitato quelle che identifcano cht te indssa co- ‘me una persona di rara abit coraggio 0 accesso". Ora che aveva una divi pote ‘va spacciareassegn asi senza problemi, perché ‘cid che conta non @ tanto la vero simiglianza di un assegno quanto Uaspe to della persona che lo presenta. Per costruirsi un personaggio credibile ‘non si fermava mal: osservava e annotava ‘mentaimente tutto ci che dicevano i col Jeghi per avere pit informazioni possiili dda usare o rivendere al momento giust. Non sarebbe potuto essere altrimenti dal ‘momento che Abagnale non finse solo di essere pilota, negli anni successivi si fin- se pediatra ad Allanta, avvocato nella pro- ‘cura generale della Louisiana e docente di sociologia nello Utah. Millantd esperienze ¢ falsified laure i diverse universta, tra cui la Columbia University e Harvard, Poi perd sostenne davvero esami di abilitazione per avvaca- +i, insegnd sociologia tenendo a veri alun- ni un corso su due libri, gli unici che ave- va lett. Visit pazient! in came e ossae istru veri medieitrocinani A A Belle macchine, vestiti costosi, donne e tuna montagna di soldi, aveva tutto quello che aveva sempre sognato. Riuscl a darla 1 bere a pilot hostess, professori, medic’, infermiere, primari, avvocati ¢ procurato 1 E soprattutto alle banche. FAULE NEA sicunezza. Negli Anni "60 I sistemi di sicurezza degli istitti di ee- dito non erano certo paragonabili a quel- li di oggi e aggirare i controll era, a desta «di Frank, molto pit serplice di quanto si possa immaginare. [Bastava presentarsi bene ed emettere as segni con un numero progressivo molto alto, 11 cassiere si fidava senza controlla re, pensando: "se questo signore ha emes- 0 2.780 assegni vuol dite che ha un con- to da molto tempo” E consegnava i con- ‘anti. Non poteva immaginare che Frank I ee ee oat i I e decise di ritirarsi a Montpellier, in Francia. Dove infine lo arrestarono apriva un conto in una qualsiasi banca, si faceva consegnare il nuove libretto de. gi assegni numerati da 1 a 200, pot con ‘rasferibili¢ pazienza certosina li modi cava. Cosi 'assegno numero 1 diventava i numero 3100. Oppure trasformava bloc- cchetti di assegni in bianco in assegni del- Ja Pan Am, con Faiuto delle decaleama- ale staccate dai modellini di aeromobili. I ccapo della polizia di Housion di lui disse “Frank Abagrale sarebbe capace di stam: pare un assegno sulla carta igienic, (...] tncassarto in qualunque banca di questa citta servendosi di ura patente di guia di Hong Kong come documento di identita”. ‘A 21 anni possedeva la ragguardevole somma di 2 milioni e mezzo di dollari e deci diritrars! in Francia, a Montpelier, LFbilo cercava da anni: all"uomo dei cie |i" i federali avevano dedicato uno det lo To agenti migliori, Sean O'Riley. Era ricer- ato anche dalla polizia di mezza Euro- pa, Un glomo mentre si trovava in um su- [permercato di Montpelier vide 4 uorini armati, pensb a una rapina. Invece erano I per lui, Lo arrestarono e lo rinchiusero nel carcere di Perpignan, mentte alti Pae- si, ta cui Italia, Svezia, Spagna, Inghilter- sa, Libano, ne chiedevano Vestradizione. Fucuit nocamsouscuz, Dopo alcuni mesi di detenzione in Evropa, Frank fu imbar- ato su un aereo diretto a New York per ‘essere consegnato alla polizia americana. 1 earcere duro, l'isolamento e le diffcol- 1 lo avevano segnato, ma non aveva per- s0 le speranze, Cosi durante Vatterraggio and in bagno e quando l'aereo toccd ter- sa smontd il we. Non appena il velivolo si arrest sf cald gi dal buco, dileguandosi nolla stiva. “Nessuno se ne accorse. Seppi che Vequipaggto non riusct a capire dove ppotess essere finito fino @ che O'Riley. as- solutamente fuori sé, non setacc i ve livolo insiere ad alti agent del! Fie non ‘row la tilete smontata”. Ripreso, fu in- ccarcerato ad Atlanta, Evase fingen agente dell’ Fbi sotto copertura in carcere per una missione. Ancora una volta riusc) ‘adarla a bere: prima della fuga, detent e ‘secondini lo chiamavano "007", Arrestato ‘dimuovo fece qualche anno di carcere poi fu assunto da chi lo aveva ricercato pi a lungo, Fb Oggi & uno dei loro pit auto- revoli cacciatori di falsari ed & ttolare di ‘un'agenzia per la sicurezza, la Abagnale and Associates. Un nome, una garanzia. © "Reerca Coccerint B Daimmigrato spiantato amago della finanza: la storia di Charles Ponzi, che nella Boston degli Anni '20 mise in piedi la truffa finanziaria del secolo EO Boston, 1920afolla davand! Beer tees) ene ee) eterna) Cee eid Seon cence infu. BURKE aco. MERCHANT] ‘TAILORS| Lo schema 1a iniziata come il tipico sogno ame ricana, ma in poco tempo la favola di Charles Ponzi si trasform® in un incu- bo per mezza America. La vicenda, in breve, & questa: alla fine del 1919, a trent’anni, Ponzi era un imumigrato italiano squattrinato tra i tanti, pochi mesi dopo si era trasformato in un ‘mago della finanza di Boston, con la gente che coreva a portargli i propri risparmi, la Borsa che ne faceva un idolo e i giornalt che git ded cavano la prima pagina. Ponzi comprava tuto, persina l'stituto di eredito che sei mesi prima gli aveva negato un prestito di 100 dollar. Pee cato che alla base di tutto ci fosse un colossale raggiro, uno dei pid grandi della Storia. Ma tor: siamo indietro, da dove Ponzi era partto ry (Cannio vir. Era nato, Calo il 3 marzo 1882 a Luge di Romagna, ma la famiglia si era trasferita ‘poco dopo nella vicina Parma. Una buona fami- alia, la sua, che gli aveva consentito di frequen- tare prima i collegioe poi 'Universita di Roma, dove per tre anni aveva bazzicato alla facol’ i giurisprudenza. Ma nella capitale non face- ‘va altro che bighellonare da un’ostria al’altra, ‘ra furtarell eassogni fal, fino alla decisione di tentare la fortuna oltreoceano. A Boston artiv il 15 novernbre 1903: in tasca aveva solo due do! Jari e mezzo, il esto se Vera giocato durante la ‘raversata. E questo era sola lesordia, Fece ogni genere di lavoro dal commesso al- Jo stira abit, transitd da Pitsburg a Providen ce passando per New York e un'alta dozzina > B Punizione finale Boston, 1924. Ponal ese dal tribunal accompagnato dalla rmoglie: ha appenaricewto il decreto di expulsione dagh Us. Linchiesta del Boston Post che smascherd il megaimbroglio messo in piedi da Ponzi valse al giornale il premio Pulitzer nel 1920 als di cit, Accumuld solo debiti di gioco fino al- la decisione di cambiare di nuovo aria alla vol- ta del Canada, dove non ebbe miglior fortuna, ‘nai. Fink persino in prigione, prima con I'ae- ccusa di aver falsifcato Fennesimo assegno, pot per aver tentato di introdurre clandestini negli Usa, Il carcere fu una scvola di vita (criminale, per lo pli) ma quando usc si instal di nu 'vo a Boston e “mise la testa aposta”, sposando nel 1918 Rose, una brava ragazza dei paesi suai, [Lwrutzove. Ma Carlo non riusciva a stare con le mani in mano e ricomincid i suo waffci. S'in- vventd la Cuida del commerciante, una sorta di Pagine Gialle piene di inserzioni pubblicitarie, La propose a uomini d'affari di mezzo mondo ‘ma nessuno cap), Visto 'insuecesso, Ponzi ac canton la faccenda e se ne dimenticd. Ma fu la chiave di volta di tutta la faccenda, Tempo do- po, dalla Spagna, gli arivé la lettera del respon sabile di una piccola azienda che chiedeva no- tizie della Guida. Nella busta, insieme al foglio battuto a macchina, c'erano dei quadsatini co- Jorati con su seitto “tagliando internazionale di risposta": Ponzi non ne aveva mai vist. Erano it ideati negli anni del boom del- chi scriveva a casa allegava un buono che il ricevente scambiava nel suo Pac se con un francobollo per la lettera di risposta ‘Ma che cosa sarebbe accaduto se sifosse messo ad acquistare coupon postali a basso prezzo in Europa per poi convert altreoceano? Ci pro- vv e, con le variazioni dei prezzi dovute all'in- flazione, scopri che un tagliando acquistato in lala poteva essere cambiato negli Usa con un smargine di quadagno del 230 per cento, Il tutto eta, all'inizio, perfetiamente legale. Fondd una societd e convinse amici e conoscenti a investi re garantendo utili da capogiroa breve termine LEA prrawmne. In quello che sarebbe diventa too "schema Ponzi, pero, i soldi afidati dai client alla societa a un certo punto non veniva- xno piitreinvestt, Chi chiedeva il rimborso del- Je proprie quote e degli interessi veniva pagato con i versamenti dei nuovi investiori. A Ponzi ent bbastd mantenere limpegno con i primi per gua- ddagnarsi la fiducia def secondi. La gente gli af- flava in massa i propti soldi e a lui era suff- lente avere{ contanti per pagare chi riscatava t ‘coupon, cosa che facevano in pochi data la pro spettiva (ilusoria) di grandi guadagni. Quell’- ‘ino non piit alto di un metro e 60 ~ sicurezza cche trasudava da tutti por: e carisma da vende re ~abbindold cosi 40mila persone (Cow Le Mast NEL. saeco. [primi a sentire puz- za di bruciato furono i giomalisti, che comin- Clarono a farglj conti in tasca: il 26 luglio 1920 Ja prima pagina det Boston Post titolava a lite re cubitali “Dubbi sug scopi nascosti dietro il plano Ponzi” Nell'articolo si leggeva che in ba se ai rendimenti promessi avrebbero dovuto esi stere 160 milioni di coupon, mentre in circola zine non ce n'erano pit di 27mila: Ponzi era insolvente. Lindagine valse al giornale il pre- ‘mio Pulitzer peril miglir servizio giomalistico dell'anno e a Ponzi un soggiomo a spese dello Stato, in galera. vont cioco, Luomo fu condannato per frode postale e usc dal carcere solo nel 1934: fuori, ad aspeitarlo,c’era un decreto di espulsione da- ali Usa, Sarebbe morto senza un solde a Rio de Janeiro, 15 anni dopo. In Brasilec'era ativato grazie a un cugino che nel 1939 gli ayeva propo: sto un impiego: Attilio Biseo. Comandante della squadriglia aerea dei Sorci Verdi pilota perso nale di Benito Mussolini, Biseo aveva avuto V'n- carico di avviare un servizio di linea Italia-Brasi- lee Ponziera diventato il dettore commerciale ella Lat (Linee aevee transatlantche italiane) Durante la guerra gi aereitrasportavano spie, dossier segreti, diamanti e materiali per I'indu stria belica dell'Asse. Quando gli Usa entraro: rn in guerra la Lat fu sciolta e Ponzi liquidato Gli rimase il tempo per lanciarsi in qualche al: tra impresa strampalata, finché nel gennaio de! 1948 fu fermato da un'ischemia cerebrale che gli paralizzd meta corpo. II suo ultimo istante lo affront, si dice, col sorts sulle labbra. # ‘Ania Rabin Indesiderato Imato, Poa! in una foro segnaletiascattatain sloventic fu arestao ia Canada per aver favorito 'Nmmigraroneilegale rnegl Stat Unit. Qui sopra, ladisperarione di Ponzi rimpatriat in tli nel 1934, ‘dopo 14 anni passat in gelera. als GRANDI PERSONAGGI E AVVENIMENTI DEL PASSATO. See eed ricostruire gli avvenimenti, conoscere i cee ee ee eed POST i teu roa eee ee ee Se EU eee a oe —==2000 ANNIE-— di grandi truf a Sean EESRLLLUSAON NET TTT DAWA L Use M eM eL TiC eEy 1 ANNO DI EXSTSTORIA »12 numeri pedizione digitale inclusa ppartecipi al concorso vate 98 ane 999 “Vinci con gli abbonamenti” 2 ANNI DI EXTESTORIA >24 numeri »edizione digitale inclusa see690 ppartecipi al concorso “Vinci con gli abbonamenti” pug aru 8 pine ‘ro tle 60h ds seh 11750 > SCEGLI COME ABBONARTI INTERNET Vai su: www.abbonamenti.it/concorsostoria TELEFONO Chiara it numero: 199.111.999 At Galhredal verde 1200 Ceci a POSTA Spedisc a cartoina. gi afancata FAX Invi a crtolina al numero di fax 030/7772385. La storia di Han van Meegeren, che riusci a rifilare aHermann Géring un falso quadro di Vermeer. Accusato di collaborazionismo, si scagiond dipingendo od Ceeeeetien cen ater raat meyers F INGANNO I NAZISTI msterdam, maggio 1945. Do oa iberazione dell Olanda aj nazisti, de ufc in visa si presentano nello star Gio det pitore Han van Meegeren. Buna vista di routine, vogliono sapere da ehi avesse comprat il quadro Cristo e Fa daltera dell asta del Seiceno olandese Jan Vermeer, per rettirlo al legitimo ropnetano, Durante la gers, ifat, ilexpolavo- ro era firito a casa Hermann Goring, numero due de regime nazista e colle: onisa senza serupoli.Esiocome i tele chi avevano tenuto un repstro detagia to della collezione, era stato facile risaire a Van Meegeren. Inspiegabilmente, per®, i pittore si rifutd i dare informazioni sui passagei di mano del dipinto. lL 29 mag- gio 1945 la polzia lo arresta con Paccusa ai essere stato Jui a vendere ai tedeschi il uaciro, parte del patrimonio nazionale ‘Traniwexro? L'accusa é di tradimento ce Van Meegeren rischia la pena ai more. Presto si scoprira che nom & cos: il quadro lo aveva dipinto Ini. Van Meegeren era un falsario, ed era ruscito a truffare i nazist Dopo sei setimane in cella, Van Meegeren si decise a rivelare la vert, consapevole ai scatenare un terremoto; “Trabeili! Sie--> a B Inmostra Cenain Emmaus di Van Meegeren, esposta ‘come opera diVermeer Rotterdam nel 1939, 6 Se Ce ee ee eas Piette snes I dipinti di Van Meegeren ingannarono anche alcuni storici dell’arte. Un suo te un braneo i imbecill, voi come gti altri! Géring, Qualeuno si prese pure la briga didi tenersi proprio Cristo e Vadultera, ciod Pensate che io abbia verduto un preziosis- informare il gerarca, detenuto a Norimber- un falso. Ma poteva consolarsi: pare che simo Vermeer a Giring? Non c nessun ga. Céring si rifiut) di eredere che il suo anche a Heintich Himmler, capo delle Ss, Vermeer, it quadro V'ko dipinto io”. Igiudi- aoquisto non fosse autentico. I!"mecenate _fossero state ifllate alcune “croste”. i pensavano di aver ache fare con un col-nazista” che sispirava al grand del Rina- IWTERMDIARL. Come ci era tiuscito? Lo laborazionistae invece si rovavano tra le scimento non poteva ammmettere di essere ricostrl il processo. Van Meegeren, du- ‘mani un maestro della rufa, Sul momen- stato preso peril nas0. Anche perché gli rante I'eccupazione tedesca dei Paesi to non gli credettero: ritenevano che fos- bruciava aver resttuito al governo olan- Bassi, non aveva voluto comprometter- se uno stratagemma per salvarsi, Del re- dese ben 200 quar, tra itantirubati du- si direttamente con i nazisti. Era stato i sto, molt enti d’arte avevana conferma- ante 'oecupazione dell‘Olanda, cercando suo intermediario di fiducia, Riensta Van to che il quadro era un autentico Vermeer. AULA pRovA. Per rsolvere si propose a ‘Van Meegeren di realizzare una copia di un altro quadro det pitore olandese, una (Cona in Emmaus (senza sapere che anche quello era di Van Meegeren), Lui riffut) “In-euta la mia carrera non ho mai dipin: to una copia! fo dipingerd un nuow Ver ‘meer. Vi dipingerd un eapolavoro” Im effetti Van Meegeren, che si conside- rava un genio incompreso, dipingeva sog- gett inediti, ma nelo stile dell'atista pre- scelt E per discolparsifece lo stesso "mi- racolo” che aveva ingannato Garing e gli storici dellarte, ‘Nella sua bella casa di Amsterdam, rior nito di alcool e morfina (non poteva farne ‘@ meno), sotto gli occhi attenti di alcuni gent dei servizi di sicurezza, in due mesi dipinse un Vermeer: il Cristo ta i dation. SRNR Limpatto mediatico fu enorme, il “tra- ditore dela patria, come lo avevano bol- lato i giomali, si trasformd in eroe, Puo- smo che era riuscto a siflare una patacea a oe Pee ree eed @ BS errr ee ‘uello det fal. Joni avevane! Dna arte de- liantichiptto dela sua tera. Slispirava allostiledi Ducco di ‘sue mativazione sulla suaetica Tral molt ‘che Joniinganné cfu anche un note cco darte fo statunitense Icilio Federico Joni, il principe dei falsari clio Federico Joni divers.Soprattutto,_ancoraconservatl alla (1856-1946) fuuno —_Jenisapeva, come nes- Fondazione Berensona ddefpidscaltifalsaridi —sunaltroinvecchiate Firenze. sempre specializzato pigment, oriestucch Mina vagante, Nella nelfarteanticatoscana. era quasiimpossibile _vecchaia,ormal ricco, TraOttoeNovecento _smascherare suolfals. si tolselasoddlsfazione lariscopertadepittor’ Trofeionierancto —discrivere auto- delTrecentosenese _anchecol nomignolo —_bografa. che tenne favoriinascere diun _diPaicap(actonimo del__colfiato sospeso,fino ricomercatoantiqua- svomotte."Per Andare alla pubblicazione, riointemazionale.E —InCuloAIProssimo"),l__mercantecollezionist rmiseinmotoanche —_cheladicelunga sulle _dellspoca. Menriond, per soltant als pid evident, mantenendo ilsegreto sui meglio usc i sain Buoninsegna,Pietro Bernard Berenson,da__innghiera, con pid lorenzetiFrancescodi luichiamatocol suo _particalar. Ma qual- Giorgio Martini,Beato_anagramma,Sonbe-__cun che aveva molto ‘Angelico, muovendosi ten. Duequadrifals’ —_ danasconderelfece condisinvlturatrastit dipintidajonisono spare dalllibrerie. dipinto nel 1939 andé in mostra come un Vermeer autentico, a Rotterdam Strjvesande, ainformarlo deVinteresse di Giring peril presunto Vermeer. ‘Ma come era venuto a sapere, Goring, delesistenza di questi “Vermeer”? Da- il stotic dell'arte, che ne avevano patla- {to come di uno splendide esempio dear te del pittore olandese. Anche loro era- no stati giocati da Van Meegeren. Tutta la ‘rufa era nata proprio per questo: vendi carsi dei grandi espert. L’olandese sapeva bene quanti quadrifalsi, compres i suoi, ferano appesi nei musei grazie ad attrbu- Zioni strampalate,E soprattutto disprezza- ‘va 'intera categoria che aveva stroncato la sua carrera di antista Ii glovane Van Meegeren, dopo un esor dio incoraggiante da rtratista, era stato {nfattligquidato sulle riviste specializzate ‘come un pittore “con tutte le vara tranne Voriginalita”. Dipingeva in stile tradizio- nale in un'epoca in cui tutti cercavano il “nuovo” delle avanguardie. Da allora non cera pit riuscito a vendere un quadro. Eda allora Van Meegeren decise distal Puxincato, Per meitere a punto il suo ragairo nel 1932. Van Meegeren si taste ‘nel Sud della Francia, Scelse Vermeer: il pittore pit adatto al suo seopo. Di ui si conoscevano a quel tempo 28 opere, i cui solo tna di soggettareligioso. ext co Abraham Bredius, un‘autorita in mate- ria, era convinto che ci fossero in giro altri quadri di tema religioso, non ancora sco- pert. El geniale Van Meegeren decise di {ornirgliei. Scelse la Cena te Emmaus pee assecondare Bredius: secondo lo studioso, ‘Vermeer aveva subito "influenza di Cara- ‘vaggio. I falsario studio la tecnica del pit ‘ore olandese, po! si procurd una tela sen- za valore del XVII seco}o sulla quale dipin- gore © utilizzd gli stessi pigment dellepo- 2 di Vermeer: biacea a base di piombo per il bianco, lapislazzulo per il blu, ci nabro peril rosso, un pennello in pelo di tasso,Infine appose la firma di Vermeer. Nel 1937 presenta il suo quadro a Bre- dius, che, dopo averlo analizzato, con en- tusiasmo ne confermd Pautenticta. Era Cuca Ly eee ey Coy cea fatta: grazie a questa autorevole attribu: zione Van Meegeren vendette la tela per Vequivalente di 4 milioni di dollar. Negi ‘anni seguenti durante la guerra I ptto- re “scopri" e piazad alti cinque Vermeer, Incluso il falso fnito a Goring ‘Alla fine del processo, Van Meegeren fu condannato a un solo anno di rectusione che, per question’ di salute, non scont® ‘mai, Mori poco dopo la sentenza, il 30 di ccembre 1947, a 58 anni. Lasciancio in ere- dit una memorabile truffae una monta- {gna di dubbi per glistoricidel'arte. ‘Sita ets | Memorabili_ Dai falsi Nerone alla burla dei Modigliani, dai “furbetti” della finanza alle finte eredita es ee et i) er eee ey Dee ete Cleat act) tre 7omila pensionati americant dello Stato dell owa:tantefurono Pera aoe Perrone? ete ‘meno che del corsaroinglese Francis eee en ee Poe entra Pee et ee alr Ce ee eae! fo Tries eas Says Sen Ec in America aumentavano la mole dei er cr Perot at Roa eoo Te eer UueeueLL od Phere eat) di alcuna proprieta di Drake indebita- pete try eens eee Seal te’ Promeerreenr rarer] ule eee So eo Continuarono a credere alla sua buona co a Cassie Chadwick, la “regina dell’Ohio” [!22yemnanecr tab Bley ede atl 10 ottobre 1857in Canada (Gsinistra un sup tratt). Ma le cronache la ricordano come Casie Chadwick la donna. the iusd a farsi passa per faillgitima rano ea nascar No- milonidi dala Piccola peste. Figlia iunfenover, Betsy comincida renders gioco delle banche a ‘anni,quando Si presentd a una ile d Woodstock nelfOntario, con unafinta leterache ladichiarava unica erede di un cco parente inglese Idiettore della banca deased leap unconto, rma quandosiaccorse ce glassegniche Betsy depostave erano int laro- .gazza fu denunciata. Qualche anno dopo la rove in Oro, Stati Uniti con unarivova identita: Lydia DeVere, veagente. ‘Capolavore. Ne! 1891, dopo due mation, un figlio e una condanna per frode, Betsy sci prigone siinvent6 una nuova identi 18, quela di Cassie Hoover, esposo un ispet- tabllevedovo conosciuto nel bordel dove levorava:i dottor leroy Chadwick. Gracie a Tui comincldafequentare alta socetd un giomo fu invtata a NewYork, nella residenza di Andrew Camegie, magnate dell'acciaio nonché uno degli uomini it ich del mondo Da quella visita tornd fon una cambiale da 2 millon daa: alla banca disse di essere la figliaillegittima di Carnegie, e che quella soma le era stata. da propioperteneela baa chi ed ‘Vita da regina. Nessuno osb chiedere con- {ferme al milardari ein questo mado Besty (alias Cassie Chadwick) si fece pagare false ambi pe alte 10 mifon a doler.con (quel sold si diede alla bela via edventd ‘famosa come a regina delf Oho’ Finch, nel 1904, un furzionario di unedele banche ‘tufae, nsospertto da quel spese fol, scope che la donna aveva accumulato debit per milion’ di dolar. Cuando a artestarono a New York aveva con sé, nascostsoto il vestto, 100m dolla in ‘contanti. Condannata a 14 anni di carcere, torn cella 50 anni, ccondata da gue ‘poco che le restava della sua vita da “regina aelOhict ao uno solo, Anzi, no categoria “mbrogl politi” Sane ees Porerer nr ed ed Peery Pe cera) Pan peered Coes rato Pee on ceied ee eee Sener Pree yc Pee yr cte ea ony erie ets Cee eer Toren poeerre tree Pr Oe ed eee ee De crete Peres ree rt rrp cess Pea ea Peet armen et iscumeet pepe Ca ey ec Peete en ees Peat = slracconta larista gettnelFosso Mediceo nel 1909, exasperato da commenti malevol dei suoiconcitta- din. I24 luglio emerge una testa con Finconfoneibile stile di Moi, Stupore, Perplesst,infine entusiasmo ci mot) critic anche famosé: la scultura& auteniica Peccato ce non fosse cos). Inolre dl anal ieergon ate jue teste. certo seguito nella remota Mesopo- ‘amia, Da guid® una rivolta contro Penni ect nae ee) Pee eee ROL eet rrr yy peer eer) Fe uC Per ere erry prea ea) Modigliani: le teste della burla pores ee Miracolo! A settembre tre studenti ese di luglio del 1984, A Livorno, _livornes|, Pletro Luridiana, Pierfran- citi natledelfarsta Amedeo Mo-_cesco Femicele Michele Guarducc, digliani, si celebra il centenario della -confessarono al settimanale Panorarna nascita esidraganoii canali della citta di essere gli autori di una delle teste, vecthia incereadialaune testeche,_realizatacon un trapane Mostarono Ie foto conf Modi scatate prima dl gettare fa tsta sopra) ma dovete- roanche rigetereFoperain levisione Lealtre due teste inveceerano dl una trolvomese ji portualee artista Ange- Ic Foglia cheavevauna motiazone meno scherzosa:volevasmascherare i"sistemadelfarte’capace dfs condijonare da espert poco attent sloraliet. eo ° or Nel 900 gli scandali di falsari e truffatori travolsero non solo politica e finanza | progetto era potenzia- mente explosvo.presertare tuna biografia atorizzata dt Howard Hughes, produttore inemarogratic, regista, avia- tore, da tempo lontano dei rfletor,cheraccontasse lt InediteInsospettail della sua ita gia molto chlecchie rata (nla foto, con Fttice Ide Lupino nel 1935}. Peccato cheilmagnate americano non avesse autonzzato nessun bioarafia Clfford ving, scit- toreambizioso s'documentd Una biografia molto credibile ‘perd minuziosamente su di Ji. Quando ne! 1971 pro- pose progetto a una casa ceditrice diNew York tutti alt ‘ederter. € per fugare ogni dulbbio fece vedere una alsa) ‘utorizazione frmata dallo stesso Hughes presentando ‘numeroseletere autografe ‘chemimavano una lors lunga corispondenva. Limbroglo. La truffaruse! cela rvistaLifechiose alu: toreaddritura uriesclusiva, Lecitore.a momenta di con ‘segnate i secondo assegnoa Hughes (inrealta ala mogledlirvng), pers insospett eassoldo un de- tective Fu lo stesso Hughes [poco dopoa smascherare ppubblicamente intigo in Lrfintervsta. Nel 1972 ving fucos!condannato a due ann Bipaestereeh peony o = SAPERNE DI PIU / A CACCIA DI TRUFFE Alla scoperta di imbrogli, Taggiri e frodi finanziarie: ecco i casi pit clamorosi e avvincenti, ricostruiti dagli storici. {signori della truffa Domenico Vecchiont (Editoriale Olimpia) VielorLustg, uoma chevendette a - Tour fel @sotanto unodet procagonist diquesiacareliata talepu ncredibifstoredi impostor. questepagine non rmancalfscina defawvertura:| protagonist sono vet criminal, Seppur autor (quest sempre) ctr senza sangue genio criminale C Lucareli M.Picozzi (Mondadori) Un galt speciatzato nel Indagin sul castinsoluie wn iiineloge difame cost uscoro akuni cas cronaca neva. Tra assassin serial rmaest de futo lespiespuntano anche le storie ai alcui wifetor celeb Come Han van Meegerencapece i ipingeree vendere fl Vermeer persinoal gerarcanaaista Herman Gorn. False faleari ‘Arthur Giry (@onanno) DaiMerovingt aOttacento ia Tse rsa storia deifas stor chehanno attibito pve) eprerogatvea tartecasate Europ Testament atta, leer, pom che fn daltAto Mecioev, sono stat ceat ad ate per sestenerela legitimita i questa o quel cinastiaE chesoltanto unianals score & sclenfca ha mostra essere Frutto dl unafasifeazione. Maria Antonietta elo scandalo della collana Benedetta Craver (Adelphi) Lastorea dela lerteraturafancese, ctendeesperta dela socetde elle vitaci cor delfAncien régime, recsrusce Ff che convokelareginad Fanciin un ‘aggio che assunseleproporzoni ello scardalo politico. Tix si ‘asa suglat del processo sulle ‘umerosetestimaniane relative ‘aque at al cenivo,uns colana Costosssima, un cardnalee une came tufaldira, ‘Alcoo Dossena Marco Horak (i) ‘Alceo Dossena (1878-1937) fu secondo malt pi ale Hasaricarteltalon. red presunt cepolevri dla scultre rinascimentaie che furono| atrbuit dagistudos ec eto dl muse’ galleie a grandi romidel recente det Quattocentc sun lavor avevano lastesso qualita dun ongnale {enon etano semplic copie, ma ‘pete chest ats dl passzio avrebbero potutoeetinarnente realzzae, Per questo sual ingarn funzionarona. epparenza inganna Franco Paliogo (Campisano} Usa trade sion fk oe Siero repos nei iImereto setartecomindd a cinetateedatinoenelquve