Sei sulla pagina 1di 20

DIRETTORE: RABIO FOSCALLA

Noi siamo lironica voce del popolo.


Noi siamo la rivalsa degli studenti sullintero istituto scolastico.
Noi siamo i fedeli discepoli della Laura, regina del Pantheon dei collaboratori scolastici.
Noi siamo insensati, anacronistici, irrazionali e incredibilmente stupidi, e questo ci piace tremendamente.
Noi siamo noi e siamo pi belli di voi.
Noi siamo La Zecca.

Cari Foscoliani,
un altro anno passato alla scuola di Magia e Stregoneria di Rochlitzer. Un anno passato e niente pi come un
anno fa. In questo giorno, dodici mesi or sono, Matteo Scianna non era rappresentante d'istituto, Magotti nuotava
come un feto melmoso nel brodo delle Medie e un povero albero nella Foresta Amazzonica viveva felice la sua vita,
ignaro che di l a poco sarebbe diventato quella sottospecie di fetido post-it pseudo-culturale che il Setaccio.
Voi, in questo lunghissimo lasso di tempo, avete fatto un sacco di cose: schifo, avete cambiato classe, avete studiato, vi siete iscritti al corso di zumba, avete stretto amicizie, vi siete innamorati, vi siete lasciati, avete smesso quella
merda di zumba, vi siete sfondati di gelato al Bounty, avete fatto sogni e scritto poesie, ci avete dato dentro. Bravi,
siamo fieri di voi, avete fatto un solo errore: pensavate di essere soli. Invece, se riguardaste con attenzione le foto
del vostro anno passato come sfogliando le pagine di un vecchio album, vi accorgereste che in tutte le immagini c'
sempre un puntino nero. Ma cos'? vi chiedereste. Ebbene, amici, quella la Zecca. Lei sa tutto e vede tutto,
stupida e petulante, non tiene la bocca chiusa, si aggrappa alla pelle con le zampine pelose e non si stacca per nessun motivo, ha sempre ragione e non esita a farvelo sapere. Tutto ci che davvero successo a scuola quest'anno
qua dentro. La Zecca l'ha raccolto per voi. Siete pronti a scoprire perch il Bvsto lo legge solo la Dvca? Girate pagina, buona lettura.
La Redazione

La Zecca si avvale della protezione del Dirigente Scolastico, che per in cambio ci ha chiesto di ospitare
alcune sue comunicazioni. Eccole di seguito:
Circolare n 67/2016

Circolare n 7/2016

Si comunica che, a partire dal prossimo numero, la


redazione de La Zecca sciolta e pertanto confluir
in Il Bvsto. Pertanto, severamente vietato produrre materiale come:
Articoli ortograficamente corretti
Articoli divertenti
Articoli
Vocali

Si comunica che, a partire dalla giornata odierna, la


studentessa Antonella De Cesare adotter il nome
di Filippa. Il Comitato Onomastico di Istituto ringrazia per la proposta Cesare Defilippi (III A).
Il Dirigente Scolastico

Drgnt Sclstc

CITAZIONI - PARTE 1
"Fate le cose a calma con casa." (Calabrese)
"Dovete prestare attenzione, in caso l'insegnante
non me ne riesca ad accorgere." (Calabrese)
"Noto che i vostri fogli sono molto pallidi." (Calabrese)
Clodia se li fatti tutti, insomma, era una puttanaccia! (Aschei traducendo Pro Caelio)
A Castellammare pieno di pusher che ti vogliono vendere la roba, ma sono anche individui sim-

patici! (Aschei)

(ANNA)MARIOLOGIA
La matematica come il vomito; risale e rinasce
come una fenice."

Questi due meno sono compaesani


"Ho dato due indizi, so chi il morto ma non chi
l'assassino."

"Prof, mancano meno di cinque minuti!" "Eh ragazzi, facciamo in tempo a morire; in Nepal durato
meno di dieci minuti!"

"La matematica non una supposta."

"Tennicamente."

Entrate in una melassa aritmetica."

"E una volta trovato questo andiamo a mangiare la


pastasciutta!"

E' la primavera dell'orrore matematico."

"Circonferenzia."

Marinone: P., quante dita abbiamo?


P.: Venti, prof.?
M.: Ecco, due sono particolarmente importanti.
P.: I pollici?
M.: No, non pensavo a quelle...

"Non sono molto afferrata nel Geogebra."


[studiando i grafici in fisica] "Allora ciciu! S1: parte e
sembra un treno; S2: parte dopo; S3: non gli parte Mezza mela pi mezza mela fa una mela e mezza."
la macchinina; S4: non ha molto ben chiaro le cose
e va al contrario!"
Einstein umanamente era un pezzo di materiale
organico.
"La fisica come una bella donna; bisogna toccarla
con massimo rispetto."
Marinone: Avete visto che bello padre natura ieri a
ciao Darwin?
"Vi lascio alle vostre materie noiose bimbi, io vado a A.: Prof ma sembrava Tarzan!
comprare il formaggio."
M.: Ma io non sono mica razzista!

[disegnando un grafico in 3D] Non sono mica Masaccio!


Non fluorescente come i Ges Bambini a Natale!

Da soli non riuscite neanche a fare la pip... Domani


catetere matematico!.

S. Espando la pagina.
Marinone: Eh aspetta, che prima devo espandere il
mio cervello.
"Immaginate di guardare la funzione attraverso un
rotolo di carta igienica."
"Siete come i coniglietti della Duracell, vi mettono le
batterie e brbrbrbr."
Questa esperienza sar per voi il volano della matematica.

INSERZIONI - 1
SMARRITA Matilda Barone. La Redazione.
CERCASI cavie da laboratorio quartini volenterosi. Paga lauta. Contattare prof. Manconi.
CEDESI Scettro, corona e globo d'oro, causa cessata attivit. Contattare Filippo Bordoni.
CERCASI Scorte di camomilla per infusi. Chiedere di Carla.
CERCASI - Barbiere. Richiesta esperienza e professionalit. Contattare Edoardo Maestri (3898859712).
CERCASI Radiatore per Renault Clio, anche usato. Contattare Giorgia Altavilla III C.
CERCASI Microfono per terzetto canoro. Contattare Altavilla-Falcone-Passolungo.
3

GLOSSARIETTO APOCRIFO DEL KROS


Vizi e sfizi del foscoliano dalla A alla Z
S: Sucre
Ah, non te l'aspettavi, vero? Eppure non mi sembra di
aver letto il nome di questa rubrica tra i brevetti italiani o
esteri. Cos ho deciso di intervenire, un po' per par condicio e un po' per democrazia. Chi l'ha detto che solo Sucre
pu scrivere glossarietti? Questa lettera, questo serpentello che vuol sempre andare a capo (come del resto anche Agnese Rossi), per tutti noi che non abbiamo una
rubrica sulla Zecca, ma abbiamo comunque qualcosa da
dire: comincio io. Mi sento frizzantino all'idea che la "S"
sia tra le ultime lettere dell'alfabeto. Se non decider di
infilarci dentro anche qualche altra lettera di derivazione
germanica, slava o qualche digamma o jod, tra poco questo dannato glossarietto sar finito e non dovremo pi
sorbirci queste analisi oggettive della realt con esordio
in medias res che neanche Verga. O ancora struggenti

monologhi sull'indignazione, sulla riconoscenza verso i


secchioni che suggeriscono durante le versioni, ma questa la Zecca, non una pagina di storiografia tragica santo Polibio! Purtroppo non ha scelto uno pseudonimo con
la Z, e quindi avr almeno altre quattro lettere per vendicarsi, ma io ho comunque detto la mia e per questo mi
sento spumeggiante come The Mask (o diceva sfumeggiante? Non ho mai capito). In ogni caso, a parte gli
scherzi, lieto di aver collaborato caro Sucre, ti ringrazio
anticipatamente per questo anno passato ad organizzare
le cose pi inutili mai viste al Foscolo e ti auguro il meglio
per il tuo futuro. Continua pure a sfornare rubriche perch, purtroppo, ti riesce bene.
Divino Rosso Fermentato.

LANGOLO CARDIACO DI JONI


Non vero che solo la primavera la stagione degli amori. Il nostro esperto, Joni Meco, ha ricevuto per
tutto lanno lettere di studenti straziati dalle frecce di Eros che chiedevano il suo saggio consiglio.
Ecco le perle di Joni il sensibile.
- Caro Joni, sono innamorato di una ragazza. Lei bellissima, solo che ha un alito che lascia un po' a desiderare. Come devo fare?
Guarda, o la riempi di mentine oppure fai prima a farti marcire i denti che meno per meno fa pi e allora
siamo tutti contenti. E poi non fare tanto lo schizzinoso che pi che un carro di buoi tira un pel di
- Caro Joni, il mio ragazzo mi ha appena lasciato e sono tre giorni che vado avanti a Titanic e gelato gusto
Oreo. Che faccio? Sto malissimo Joni!1!!
Mi sento in dovere di consigliarti di prendere esempio da quel film e fare come Jack: morire.

- Caro Joni, ho appena lasciato la mia ragazza e lei tre giorni che sta in casa a veder film e mangiare gelato. Che faccio? Dovrei sentirmi in colpa?
Ho come la sensazione di avere avuto a che fare con lei e penso di poterti dire di non preoccuparti troppo.
Piuttosto fossi in te andrei al primo Brico che trovi a prendere qualche asse, un martello e dei chiodi. Tu ti
ricordi quanto alta, vero?
- Caro Joni, sono innamorato di una persona. Scrive sul giornalino satirico della scuola consigli per persone
innamorate. Non l'ho mai visto ma so che sarebbe l'uomo della mia vita. Che faccio?
Il mio cuore appartiene solo alla Ciaccia, effimero adulatore.

MUTATIS MUTANDIS
Mi hanno chiesto molte volte: Ma perch fai il Foscolo?
Ogni volta la risposta stata: Ma perch non continui a imbiancarmi il muro in silenzio?
Questo perch la relazione che ha un Foscoliano con il proprio liceo una questione intima. O per meglio
dire, una questione di intimo.
Le mutande di un Foscoliano, a saperle leggere, ti sanno dire tutto, ma proprio tutto, del loro proprietario.
Il Cassonetto della palestra presenta:
Dammi le tue mutande e ti dir chi sei:
Giallo davanti: Interroga in Greco
Marrone dietro: Interroga Roscalla in Greco
Giallo davanti e marrone dietro: Federico Lazzari
Giallo dietro e marrone davanti: Federico Lazzari, mamma non le ha girate
Giallo davanti, giallo dietro: sei ore con un solo bagno funzionante al primo piano
Marrone davanti, marrone dietro: surprise!
Blu davanti: Enea Giani
Scritta numero di telefono-cuore: Luca Fiori
Scritta numero di Filippo Bordoni-cuore: Riccardo Cassani
Scritta Federico ti aspettiamo: Classe 3^B
Scritta Arrrribo andale andale: Federico Broli
Scritta Restituire a Valentina Foli:Matteo Scianna
Buco dietro: Francesco Grassani
Buco davanti: Gabriele Rosolen
Motivo a cappelli: Aurora Catalfamo
Motivo a palle da calcio: Nicolas Droschi
Motivo a foglie: Costantino Apicella
Motivo a foglie e palle da calcio: Andrea Malcovati
Fatte d'oro: Il divin Codegoni
Fatte di ferro: Corinna Panati
Fatte di legno: Giorgio Rubini
Fatte: Costantino Apicella
Foto di Obama: Filippo Bordoni
Foto di Francesco Costa: Paolo Costa
Foto di Paolo Costa: Francesco Costa
Foto di Federico Bonomi: Federico Bonomi
Scritta Ticinum always in my hart: Guido Bocchiola
*heart: Laura Marchini
Motivo a Bestemmie: Giammarco Tarchiani, Luca Fiori, Davide Civardi, Filippo Capobianco, Davide
Civardi, Marcello Fornari, Saverio Rota, Pietro Chiara, Davide Civardi, Costantino Apicella, Davide
Civardi.
I'm in Jesus:Riccardo Lacquagni
Bandiera Brasiliana: Marcello Fornari, Luned-mercoled
Bandiera Albanese: Marcello Fornari, gioved-domenica (salvo calcetti)
Motivo a bestemmie: Davide Civardi
Autografo di Giovanni Allevi: Saverio Rota
Autografo di Saverio Rota: Giovanni Allevi
N.B.
Il soprascritto principio secondo il quale ogni Foscoliano riconoscibile dalle sue mutande non sempre
corretto, come nel caso di Giovanni Erba che notoriamente NON porta mutande.
Bevanda al Gusto Cioccolato

LAURA NON C
Prova. Prova a scrostare la malta che tiene attaccata
una fila di mattoni grezzi e friabili. Prova a grattare
via limpasto di colla che tiene su limpalcatura. Provaci! Ammesso, naturalmente, che tu voglia vederti
cascare addosso tutto quanto.
No? Daccordo, allora fai un passo indietro e riempiti gli occhi di questo formicaio straordinario e arzigogolato che, compattato dalla malta, se ne sta ancora in piedi.
Ma dipendesse solo da noi Intemperie, precipitazioni senti i tuoni, le vibrazioni che sgretolano la
solidit della malta?
Pian piano, sotto i fuochi e gli scossoni del tempo,
lunit del formicaio viene a mancare. Fino a quando, un giorno, la malta diserta e se ne scivola via
Prometeo che si scoccia e smette di reggere il Cielo,
per intenderci.
Ecco, la nostra malta, la colla che teneva insieme un
cumulo di mattoni rossastri, la nostra Laura che i
capelli ce li ha proprio di quel colore, dallanno
prossimo alzer la sua ala protettrice e ci esporr ai
casi della vita. Dallanno prossimo la nostra Laura

non sar pi al Foscolo.


Niente mezzi termini, ragazzi: una tragedia.
una tragedia per i quartini, per i quali Laura era
lunico rifugio sicuro; una tragedia per i maturandi, per i quali Laura era diventata un surrogato di
mamma; una tragedia per noi e per voi e per i prof
e per la prossima era di questa scuola.
Gi, perch con la partenza della nostra dolcissima
Laura si chiude unepoca e se ne apre unaltra. Gli
anni si divideranno tra avanti Laura, a.L. e dopo
Laura, d.L. Lanno zero, il duemilaesedici, sar sigillato da una frase drammatica: Laura non c.
Eppure, (e qui si passa a Ligabue), posso scrivere
senza ombra di dubbio che i prossimi cinquecento
anni rimbomberanno di una frase soltanto: Laura,
tu ci sei sempre stata!

Con commozione,
Sucre
I pi cari saluti della Redazione e della scuola tutta.

CITAZIONI - 2
Lorini: Basta, vada a posto, oggi troppo agitata!
F: - Ma non vorrei mi desse 4.
L: - Ma no, non le do 4, le metto 2!

Cristiani: In aereo.
Bene! Cosi prendiamo un piccione con due fave. (Antonella la bidella)

Mia moglie si lamenta perch ho una protuberanza dalla pancia ma voi siete il miglior antidoto allesuberanza S: Prof, questo apantos per non so dove metterlo
alimentare: mi tenete in allenamento! (Lorini)
Roscalla: Se me lo dici cos mi stimoli a darti una risposta poco appropriata.
Non vi auguro di vedere Erba vestito da ciclista, tra il
vino e la birra. Mia moglie rimasta traumatizzaMouse, appari per favore! *appare* Ecco vedete, a
ta! (Lorini)
volte le preghiere servono! (Cristiani)
Ma ovvio che lunit di misura di peso di un uovo il
grammo! A meno che non sia un uovo di struzzo o di
rinoceronte! (Lorini)

Ho l'impressione che la mattina al posto del caff vi facciate di crack. (Marchini)


Penso che a volte ci diate davvero dentro con l'ecstasy.
(Marchini)

Mettere incinta una donna un esempio della dottrina


di Epicuro: un attimo di piacere per una vita di sofferenze! (Brignoli)

Ma sono delle creature ferine queste che urlano in palestra? (Rizzini)

Rubini girati anche un po verso di me, non solo verso


Foli, altrimenti mi ingelosisco. (Cristiani)
R: Prof, com' andata ad Atene?
6

IL PARTIGIANO GIAMMY
ODE ALLA BANALITA
Sono le sei e mezza e la sveglia suona. Non lo ha voluto
lui, eppure cos . Il partigiano Giammy oggi in orario e
forse potrebbe anche risparmiarsi la strigliata del generale Pelacio. Tuttavia la morbidezza delle coltri e dei cuscini stride con il fango e il puzzo di aoristo e...
Incredibile, ma come ha fatto a non accorgersi dello
scorrere del tempo, forse Bergson non aveva tutti i torti,
ma sta di nuovo perdendo tempo e sono le otto meno
dieci. Scarpe rotte e pur bisogna andar. Corso Cavour
sembra non finire mai, forse quasi meglio cos.
La campana di Canepanova suona le otto e un quarto,
Dilliding Dillidong come on, sembra dire. Il partigiano
pronto, volente o nolente, a difendere gli onori patrii
scendendo in trincea. Ogni giorno le prove da affrontare
sono infinite. Armi chimiche, biologiche, matematiche e
fisiche e ancora genitivi assoluti, domandina di storia e
s, anche il dannato test di educazione fisica sul grande
basket.
Su sottili striscioline di carta, tra una partita a Quizduello
e una raffica di artiglieria pesante sulla simulazione di
terza prova, il partigiano Giammy trova il tempo di incidere i suoi pensieri: "Oggi calcetto". Con maestria appallottola il manoscritto prezioso e lo scaglia dall'altra parte
della classe dove il Capitan Urluck dal ciuffo ribelle sonnecchia durante la sua pausa di otto mesi e mezzo.
Cinque anni di guerra sono lunghi e ormai il partigiano
ha imparato a gestire le forze. Sa di non essere un gran
soldato e sa anche di non essere indispensabile per l'economia del Foscolo. Sa di essere "normale" come tanti
altri nella sua condizione, ma egli continua instancabilmente a resistere, con la tenacia della banalit dalla sua
parte.
Il partigiano Giammy ha poche gioie dalla vita scolastica;
esulta per un sei in filosofia, offre da bere a tutti i camerati per la sufficienza nella versione. Durante le insopportabili veglie diurne, accasciato soffrente sul banco
pieno di rebus disegnati dal sottoscritto in preda ad allucinazioni mistiche, guarda con occhi supplichevoli a compagno Civa, sperando in un suggerimento che non pu
arrivare da chi sa meno di lui o da Lacquagni che sta volando pindaricamente verso lidi pi felici (Cocorico e Gigi
D'Agostino a ferragosto). Vi starete forse chiedendo "Chi
questo partigiano Giammy?" (O forse anche Quando
finir questa interminabile lagna?). La verit che c'
un piccolo partigiano in tanti di noi foscoliani. Questa
un'ode a tutti coloro che arrancano. A tutti i ragazzi che
lottano per non essere rimandati a settembre, che non
sono popolari fashion blogger come Mavi Ricordi o Corinna Panati, maestri del teatro come Capobianco o "IL

SONTUOSO", o grandi talenti come il quartino lirico. La


verit che non tutti possiamo essere Luca Fiori o
scattare la quantit mostruosa di selfie di Edmondo Belisomo. Questa un'ode alla banalit: ricordatevi in quei
giorni grigi dentro e soleggiati fuori, mentre pensate
all'arido vero della vostra media sanza infamia e sanza
lodo e al fatto che nella squadra di calcetto o pallavolo
non ci sar spazio per voi, mentre leggete il copione
dello spettacolo al Fraschini in cui avete meno battute di
Sarah Leonardi o Matteo Scianna, mentre vi rendete
conto di avere la credibilit di Riccardo Cassani il sabato
sera seduto tra Raise e Zam Zam, la pronuncia consonantica di Bordoni o la consistenza dell'intero corso B,
ricordatevi che sono in tanti come voi a scaldare i banchi
di via Defendente Sacchi 15; e tanti lo hanno fatto in
passato o lo faranno in futuro. Credete di non essere
speciali ora perch non avete il sex appeal di Alessandro
Moroni o lo sguardo penetrante di Cesare Defilippi? Vi
sbagliate ancora, oltre il Foscolo c' la vita e sappiate
che un futuro radioso va tingendosi davanti a voi come
un'alba sulle rive del Ticino dopo l'after al Camillo con
Nadia Riccardi. Dovete solo ricordare una cosa: c' un
partigiano Giammy in ognuno di noi e per questo la banalit si trasforma in un concetto piuttosto evanescente
al cospetto della nostra infinita unicit. Continuando ad
essere voi stessi non sarete mai davvero banali.
Divino Rosso Fermentato

CITAZIONI - 3
Una volta ci si sentiva una superpotenza se si usciva in
macchina con un bel vestito e si conquistavano dieci
donne, oggi per sentirti un semidio basta mettere un
link. Io qui uno l'avevo messo ma non parte. (Cristiani)
T.! Le doppie punte te le vai a tagliare in IIIB.
(Nascimbene)
Questa la lode del fancazzismo (Grassani)
Possiamo interrompere la rubrica chiedilo a Enea risponde Leonardo? Grazie. (Nascimbene)
Tu, disgraziatissima, convertiti alla religione del participio. (Rizzini)
7

EPISTOLA DE FOSCOLIANIS GENTIBUS


Vi chiediamo lo sforzo di passare per un attimo dal faceto al serio: pubblichiamo qui la lettera che, com tradizione
da 151 anni, il Decano del Regio Liceo consegna al suo successore. Buona lettura.
Da Lucrezio Ortalo Alighieri
Decano del Foscolo
a Federico Lazzari
Mio Caro,
Se tutto andr bene l'anno prossimo assurgerai al rango di Decano della Scuola, un ruolo che ho (pi o meno) dignitosamente ricoperto per tutto l'anno 2016 di Nostro Signore.
Ora la sfida che ti tocca non banale: sarai il custode della della memoria di tutti e sei gli anni che hai passato qui
dentro; personalmente ricordo ancora quando personaggi del livello di Riganti o Greco o Dondoni percorrevano i
corridoi (ora sostituiti dalla marmaglia ginnasiale). Ricordo l'occupazione del Foscolo e le varie presidenze/reggenze
che si sono susseguite prima dell'illuminato regno di Codegoni.
Tutte queste cose mi permettono di guardare al presente con un misto di rimpianto e disgusto e guardare al futuro
con la speranza tipica di chi sa che un nuovo periodo sta per iniziare.
Nel momento in cui scrivo questa lettera sono sommerso da verifiche/interrogazioni/domande con voto per ripassare, quindi mi riservo per il futuro l'indulgere languidamente ricordando il passato.
Spero che adempirai ai tuoi compiti di Decano col massimo impegno (non che siano molto gravosi a dire il vero) anche se i nostri stili immagino saranno completamente diversi (com' possibile che nessuno abbia ancora capito cos'
la Vaporwave? Io davvero sono allibito).
E Alla fine ti renderai conto che, comunque, gli anni passati qui (anche quello di troppo) sono stati importanti.
Con queste poche righe inauguro il Principato Adottivo dei Decani
e nomino Federico Lazzari Principe-Erede al Trono.
Lunga vita al Decano!
Lucrezio Ortalo Alighieri
2016 A.D.
151 a Foscolo Conditum

POEMETTO
Ogni mattina, nella savana del Foscolo, quando la nebbia
cala minacciosa sull'antico chiostro, una variegata fauna
comincia a popolare quel ramo dei corridoi che volge a
mezzogiorno, in cerca di una luce che illumini d'immenso. Quando s'odono i rintocchi di una campanella, ogni
specie si dirige verso il proprio territorio di caccia. Se la
giornata si riveler nefasta o gloriosa, lo si capisce dagli
sguardi talvolta atterriti, talvolta baldanzosi, delle varie
specie. La popolazione foscoliana pu essere divisa in
due grandi gruppi: i ginnasiali, specie protetta e a rischio
estinzione, e i liceali. I primi, giovani e ingenui, compiono
alcuni riti pagani quali lo svolgimento dei compiti, l'entrata in orario, la presa degli appunti; i secondi invece,
esperti e svezzati, si rivolgono, nelle loro preghiere ,a
potenti divinit quali Zeus, Apollo Fortuna, Laura. I liceali
attuano inoltre alcuni meccanismi di sopravvivenza quali
l'uscita anticipata, il malore fittizio, i sette minuti di studio matto e disperatissimo. Gli abitanti della terra di
mezzo tra la posta e il comune soffrono di alcuni disturbi
neurologici seri: sono contraddistinti innanzitutto da uno

sfrenato narcisismo, in secondo luogo, se la caccia di voti


ha procurato un bottino sostanzioso, vengono colpiti dal
morbo del super Io, e galoppano nei corridoi urlando a
squarciagola il lieto Annunzio. Se invece il canzoniere si
solo arricchito di odi all'ignoranza, essi compilano uno
zibaldone di scuse, si convertono allo stoicismo e attentano alla propria vita ingerendo le velenosissime croccantelle al formaggio. D'improvviso, dopo un mattino
estenuante ,la campanella libera i prigionieri , che si dirigono alle loro abitazioni per nulla rinfrancati dall'idea di
un meriggio problematico. A quel punto una gaziella si
sveglia. Essa sa che dovr correre veloce , perch i suoi
acerrimi nemici, tre fiere diaboliche , sono sempre in
agguato, pronte a sottrarle il carrello, suo unico tesssssoro. Sempre che Bilbo non intervenga.
Divino Rosso Fermentato

SPAZIO PUBBLICITARIO

INSERZIONI 2
VENDESI Bistecche di cavallo, 12 /Kg. Rivolgersi alla
Presidenza, chiedere di Dario.

CEDESI Ultimo banco a sinistra causa cessata attivit.


Andrea Malcovati 3345294756.

VENDESI Miele. Contattare Graziella bidelleria I piano. CERCASI Facolt facile, pochi esami, no obbligo frequenza. Contattare Lacquagni III D (3317352655).
VENDESI Sassi. Ideali come fermaporte, fermacarte,
peluche. Borsari II C.
VENDESI Stupefacenti. 3489300923.

GIOCHI DA
UNISCI I PUNTINI
Chi riuscir a risolvere il gioco qui proposto otterr la chiave per ottenere il premio di pag. 16. (Sucre)

CITAZIONI 4
*Traducendo latino*

E. : "La Britannia era estesa 700.000 miglia "


Tacchini : "E cos', Giove?"
Cristiani: "Arricchirete la ricerca con audio, video e
foto"
F. : "Possiamo usare altri file multimediali?"
Cristiani : "Cosa vuoi usare, i raggi laser?"

All'ingresso di un'alunna in ritardo : "E. da assente


diventa presente attraverso una trasformazione
ontologica" (Cistiani)
"In storia siamo indietro come tartarughe, ma stiamo tranquilli perch Achille non ci raggiunger
mai" (Cristiani)

E. : "Prof non vedo perch c' lei davanti allo scher"Le statue greche erano molto kich, con colori mol- mo ..."
to pacchiani, erano una cafonata" (Votino)
Cristiani : "Lei? Chi lei? Ah, io?"
Pavesi richiama M. : " con noi o contro di noi?"
F. : "Neutrale, come la Svizzera!"

"Non sapevo chi fosse Gabriel Garko, pensavo fosse


uno di Star Wars visto che ne parlano sempre all'Esselunga" (Marchini)

10

ULTIMA ORA
IL CRUCI-ERBA
Abbiamo provato a farvi un cruciverba ma non siamo n Cerliano n Chiara Gazzola, perci sono uscite
sigle che voi quartini non potete neanche immaginare. Buona divertimento, salutatemi Tacchini.
1

3
9

12

13

14
18

22

23

25

26

35
39

7
11
16

19

20

21
24
27

30

31

33

34

36

37

40

38

41

43
46

10

29
32

15

17

28

42

44
47

45
48

ORIZZONTALI
1-Il migliore amico della Mantovani.
4-La spara Malcovati quando non ha
fatto la versione. La scampa sempre.
9-Lei un bell'esemplare lo pu
dire solo lui. 12- L'8 giugno, per gentile concessione di Bordoni, finisce
quello scolastico. 15- Rosticceria
Ambulante. 16- Il Pietro pi nominato da Guido Bocchiola. 17- Quello
che si capisce di chimica organica.
19-Sul registro di Piergiovanna Rocca. 22- Centro Stupefacente Incredibile. 23- La penna della Zecca che
non ci si capisce una minchia. 24Imbarazzante Tarchiani 25- ad facere in culum. 26-Johnny Erba il vino
non lo beve, lo... 28- Armata Rossa.
29-Prime due lettere del codice fiscale di Alessandro Moroni. 30- La-

relli Osteopata. 31- Lo urlano gli spartani in 300. 32- Il miglior aggettivo per descrivere la Zecca. 36Partito di Nelson Mandela e Luigi Filippo Brizzi. 37- non in greco (ah, Taramelliano, ah!). 38-Ornitologi
Intraprendenti Rivoluzionari. 39- Fratello sfigato di Ipparco. 41- Sulla rivista Il Setaccio (ahahah, rivista!)
ne scrive Fabio Sacchi (ahahah, scrive!). 42- Latteria Bonomi. 43-Ne ha fatti troppi Droschi. 44-Lo sono
Zeus, Era e la Fendros. 45-Agenzia federale antidroga Americana.46-Le prime due vocali (Ah, Taramelliano, ah!). 47-Da dove escono le idee di Bordoni. 48-Quando smetterete di fare questo cruci-erba.
VERTICALI
1-La prof di cui ti sei innamorato almeno una volta. 2- Lorenzo Serra, detto... 3- Eriberto Luciano. 4- Lo
scrittore della Zecca a capo di un'armata. 5- Artificenza Intelligiale. 6- Lega Nobili. 7- La Ann protagonista della cronologia di Matteo Scianna. 10- Prime due lettere del cognome di Antonella. 11- Il giornale preferito di Brignoli. 13- Il Divin Codegoni li intreccia nella criniera del suo cavallo. 14- Il famoso mago di un
libro scritto da Rocco Civitarese. 18- Le mangia Alice Torti Maggi in riva al mare a Saint-Tropez. 20- Fa venire gli incubi ai quartini che guardano la Melevisione. 21- La bevanda preferita della Cornara. 24L'aggettivo perfetto per descrivere il Bvsto. 27- Come chiami un quartino molto basso per essere gentile?
29- Quella cosa che quando la suoni colora, e ti piace...No dai, MRNILA, non mi veniva niente. 33- Testa
di... 34- Il Johnny preferito da Apicella 35- Federazione Italiana Ginnastica Artstica. 40- Edgar Allan. 44Magotti lo canta di petto. 45- Dromedari Armonici.

11

UNA NOTTE A TEATRO - LE PAGELLE


Calligari: laedo pavese, il rapsodo del Settentrione,
da poco trasferitosi dalla Grecia, dove viveva in armonia con gli dei, e giunto in quel di Pavia, ha dato
forma al suo Essere ad ogni battuta. Lo smarrimento
iniziale che lo aveva portato ad esibirsi al Foscolos
Got Talent come se fosse alle Panatenee non ha influito sulla sua oral performance sul palco.
Miss G: non ci sono parole per descrivere la sua
prestazione: divide letteralmente il pubblico in due,
tra quelli che la riconoscono e quelli che non ce la
fanno. A questi ultimi d voce la prof. Comini alla
fine dello spettacolo: Ma la Chiara dovera, io non
lho vista...
Erba: sale sul palco con passo pesante il Camionista pavese, che affronta la propria consacrazione ad
idolo dellUgo (no, non vero, lo era gi). Si nasconde come un orso dietro una frasca, lasciando ben in
evidenza la nuova innovativa linea di moda da lui
ideata, che si va ad aggiungere alle molte altre gi
celebri. Salta fuori e facendo locchiolino con fare
rustico e allo stesso tempo apotropaico si carica sulle spalle i compagni quartini, da vero liceale quale
sar.
Rocco: un solo suono: il boato interiore e silenzioso del pubblico quando entra in scena. Una sola parola: CANNONI!. A questo grido si esalta cimentandosi in un passo di danza egiziana degna del miglior
Faraone, mettendo in mostra i bicipiti. Ps: porgiamo
le nostre condoglianze ai parenti del colletto della
sua camicia, strapazzato tutta la serata per il bene
superiore del Dramma.

Scianna: lo One Direction di Pavia, Scianna, o, meglio, Ciuffo Boy. Durante le scene di combattimento,
fa mostra della sua esperienza in fatto di risse e parapiglia, temprata da 9 mesi di rappresentanza dIstituto, e abbatte gli avversari a pugni e colpi di
ciuffo in faccia. Alcuni esponenti del pubblico femminile dichiarano che avrebbero voluto ammirarlo
con un ciuffo color platino; lui ha declinato, optando
in compenso per un tipico gilet metallizzato.
Le quartine e i quartini: i novelli foscoliani (ancora
con la minuscola) hanno dimostrato di saper seguire
celermente le indicazioni fornite dai pi grandi,
muovendosi bene intorno ai due poli filosoficometafisici sul palcoscenico: Ciuffo Boy e White Head
(#Capobianco)
LAntonella: la vera anima del (dopo)spettacolo
sicuramente lei. Entra a tal punto nel ruolo di protagonista da riportarci quasi nella fair Verona di
Shakespeare. Da un palchetto del teatro mette su
una perfetta scena del balcone con lignaro avvocato Comincini, in cui i due si dichiarano amore eterno. Lintervento di un Costa, che ricorda che lo
spettacolo finito, non serve a nulla: il dado
tratto.
Prof. Ciaccia: la grande assente della serata, ha lasciato molti stupefatti per la sua inaspettata rinuncia al Gran Gala del Fraschini. Ma tutti la amano comunque. Voto plebiscitario in contumacia: 10 e lode.
Di JFW e Calvert

INSERZIONI - 3
CERCASI Ultimo romanzo di Fabio Volo. Civitarese I A.

CERCASI Barbiere/giardiniere dotato di grosse cesoie.


Hernandez Nuez III B.

AFFITTASI Posto auto come nuovo. Contattare Monica


Negri.
TRAFFICO Farina 00 alta qualit direttamente da
Santiago. Broli III B (3319155822).
CERCASI Portaluri. Contattare M.R. stanzino palestra.
CERCASI Ginocchia buone. Contattare Larelli V A. Astenersi perditempo e Costa.
.
12

LE GIORNATE TIPO
Lo scritto che vi riportiamo ora ci stato consegnato in una fredda giornata di dicembre, chiuso in una busta fatta
passare sotto la porta della redazione. La dicitura sul lato superiore recitava: TOP SECRET. Abbiamo custodito per
molti mesi, a rischio della nostra stessa vita, questo documento che rivela gli aspetti pi segreti della vita dei vostri
professori. Eccone un breve estratto.
Cristiani
h 6.30 Sveglia, colazione abbondante e una bella doccia tonificante, svegliante, calmante, le ante, al latte, campate
h 7.15 Uscito dal loop infinito di parole che suonano simili, rasata di barba con squadra e goniometro. Poi la partenza verso il Foscolo.
h 8.00 Pronti, attenti, via. Neanche il tempo per i suoi studenti di riprendersi dalla sveglia che si parte subito con
presentazioni PowerPoint, video e lemmi cos aulici che pure Dante talvolta resta perplesso. Certa gente sostiene
sia fatto della stessa sostanza del dizionario.
h 13.00 Finalmente la giornata finita. Ora pu riprendere la sua mansione di agente sotto copertura infiltrato
nella mafia Bielorussa. No non vero, credo torni a casa
h 14.30 Dopo aver consumato un pasto lauto, cauto, flauto, fauno, spauro, Mauro, dinosauro, centauro, ok giuro
che non lo faccio pi, si dedica a quella che probabilmente la sua attivit prediletta: la creazione delle slide. Rinchiuso in una sorte di bunker antiatomico ha accesso illimitato all'intero sapere umano, alieno, divino (e no, non
Rosso Fermentato: quello ha rotto i maroni oramai a tutti) e forse pure canino, con la maggiore raccolta di immagini
a sfondo storico-filosofico del creato. In questo magico luogo il tempo piegato al volere del suo signore: Cristiani
ha deciso che rester l dentro fino alle 18.30, e cos , anche dopo 7 ore.
h 18.30 (Meridiano di Mario) Terminato ci che doveva essere terminato (e grazie al c***o che roba innovativa)
il momento di darsi a qualcosa di meno impegnativo: lettura degli scritti perduti di Epicuro trascritti in Azero alto.
Ne legge tre. Gi. Tre Azero. Scusate.
h 22.30 Mi vergogno troppo dopo l'ultima battuta per proseguire. Credo che pi o meno faccia quello che facciamo tutti tra le 18.30 e le 22.30 e poi vada a dormire, soffrire, lenire, infine, mattine, caprine, estive, Maldive
Ciaccia
h 7.00 Sveglia. Sbatti, altri 5 minuti.
h 7.55 Sveglia effettiva. Incredibile.
h 8.45 Dopo una soddisfacente colazione a base di cappuccino, brioche integrale e peperonata, si prepara e varca
la soglia dell'istituto.
h 8.47 Che palle ma non finisce pi questa mattinata?
h 9.30 La palpebra si fa pesante. Come la peperonata.
h 10.00 Con la scusa di dover far fare il tema riesce a raggranellare altre tre ore di sonno.
h 13.00 Al suono della campana riemerge dalla fase REM e si fionda a magnare in sella alla sua prode bicicletta.
h 13.20 Finalmente se magna! Fritto misto, coda alla vaccinara, anguilla in carpione, tagliata con patate, qualche
13

arancino, un po'di cassata e un bel Bonardino tanto per gradire. Ma magari anche due.
h 13.40 Riposino digestivo guardando la replica dell'ultima puntata di Crozza nel paese delle Meraviglie. Leggendo Crozza le viene in mente la parola cozza e allora vai di impepatona che fa solo bene.
h 16.00 Uscita improvvisamente dal delirante letargo dovuto alla guerra civile in atto nel suo stomaco si rende
conto di dover correggere ancora i compiti di due settimane prima. Nessun problema. Fuori i dadi e vai con i numeri
del lotto che qua la legge uguale per tutti, la fortuna cieca e le regole le faccio io.
h 18.00 Terminata la correzione dei compiti niente di meglio di un bel aperitivino in piazza. Uno per bar.
h 22.30 Distrutta nel profondo dalla maratona di tutti i bar pavesi che servono aperitivo si butta sul divano a vedere la tele. Porca vacca becca Crozza e allora vai di impepata che concilia il sonno.
Roscalla
h 6.00 Sveglia. Ogni mattina un leone si sveglia e sa che dovr correre.
Ogni mattina una gazzella si sveglia e sa che dovr correre pi veloce del leone.
Ogni mattina Roscalla sa che correr pi veloce del leone, della gazzella e del proiettile che li sta raggiungendo.
h 6.10 Flessioni sotto la doccia. 30x12. Su una mano. Senza piedi.
h 6.25 Colazione. Frittata di chiare duovo, petto di pollo e Lucilio come se piovesse.
h 6.45 Da casa sua al Foscolo ci vanno 10 minuti. 2 per lui. Comunque fa Pavia-Milano-Voghera-Pavia in bici prima
di entrare a scuola.
h 8.00-13.00 Stare a scuola lo uccide. Fra unora e laltra fa addominali sulle scale e allintervallo fa 8 giri di chiostro sulle mani. Attende la campana della fine pi dei suoi alunni, e quando suona parte come un ghepardo. No,
davvero, fa pure il verso.
h 13.30 Pranzo a colpi di frullati energetici e barrette proteiche. Suda Gatorade.
h 14.00-15.30 Correzione dei compiti in classe. Tutti. Passati, presenti, futuri, presunti e condizionali.
h 15.30-? Corsetta ristoratrice. Milano-Napoli con passaggio per Venezia. Lascia dietro di s una scia di fuoco e
distici elegiaci e i McDonald cominciano a mettere carne vera nei panini.
h ? Ritorno a casa, cena con broccoli bolliti e tacchino ai ferri, poi a letto. Dicono sia nottambulo: lo hanno visto
andare in cyclette nel sonno.
Rochlitzer (o come diavolo si scrive)
h 13.00 Sveglia.
h 13.15 Colazione/pranzo e poi via in bagno ad infighettarsi.
h 13.15-14.30 Bagno, doccia, shampoo, balsamo, cera, feto umano e risvoltino.
h 14.31 Chiamata al parrucchiere perch Ho un ciuffo fuori posto e cio zio nel senso non posso farmi vedere in
queste condizioni.
h 14.35 Entrata trionfale dal parrucchiere, un paio di saluti e poi via coi pettegolezzi.
h 15.45 Parte la vera maratona: tour di tutti i bar di Pavia a fare ape con gli zii. Entra in crisi quando gli calpestano le Adidas bianche nuove, ma si riprende davanti alla salsa rosa del Lux.
14

h 19.00 Distrutto per il pomeriggio tremendo (Mi si e sciolto un risvoltino annuncia scioccato ai suoi fra)
si butta a letto sconvolto.
h 19.30 Riavutosi dallo shock, chiama la Laura, la sua best, per proporle un apericena per festeggiare il risvoltino riottenuto.
h 21.00 Terminato lapericena, e il momento di andare a sbocciare come non ci fosse un domani.
h 01.55 Distrutto dai 3 chupiti di acqua tonica, si butta a letto per non riemergerne prima delle 12 ore successive. Col risvoltino.
S maprima delle 13.00 perche lo vediamo lo stesso?
Cyborg Roqualcosa
h 07.30 Riavviamento automatico, e ora di svolgere le attivita del padrone.
h 8.00 Entra nello stanzino dal quale non riemergera piu. Mai piu. Fino a quando il padrone non avra bisogno
di una sistematina ai capelli.
h 13.00 Unaltra emozionante giornata e trascorsa, fra Tuttosport e lo streaming di Gossip Girl vietnamita
sottotitolato uzbeco e riuscito a non far notare la sua robotica essenza. Ora pero basta gongolare, bisogna
svegliare la controparte vivente.
Pavesi
h 2,34s104 Sveglia. Sorriso sulle labbra, e contemporaneamente no, poiche, grazie alla fisica quantistica, in
quel preciso istante potrebbe essere o meno il giorno migliore della sua vita.
h 7.00 Dopo una rapida doccia (passata ad analizzare la dinamica dei fluidi) e il momento della colazione:
2,5102ml di latte con 1,5102g di cornflakes e gocce di cioccolato. Calcola le probabilita che in una sola cucchiaiata le capitino solo gocce di cioccolato, tenendo conto del fatto che compongono della tazza, che il cucchiaio ha una superficie di 5,14cm2 e che la luna e in Orione.
h 7.30 Non da da mangiare al suo gatto Schroedinger poiche, essendo nella cuccetta, in quel momento e sia
vivo che morto.
h 7.45 Dopo essersi auto-concessa il permesso di uscire di casa, in virtu del fatto che conosce la Costante di
Planck, si avvia in bici verso la scuola con una velocita media (s/t) di 1,3510 Km/h. Gli ultimi 326 metri li
percorre a piedi perche ha forato lungo il tragitto. Quanto il tempo di percorrenza totale?
h 8.00 Pronti, partenza, via. Entra sorridente in classe. Uno stolto studente le fa notare che ha lasciato la porta aperta. 2 per commento inappropriato. Il sorriso si allarga.
h 10.55 Arriva a meta mattinata totalmente sfiancata. Dopo aver inutilmente tentato di infilare della fisica
nelle menti a tenuta stagna dei suoi studenti, decide di affogare i dispiaceri nel caffe. 2,48333333333
(continua per un po)% di zucchero, mescolato con moto circolare uniforme da un cucchiaino la cui massa e
pari a 8/10 (semplifica se possibile) di quella del cucchiaio della colazione.
h 13.00 Il volto esprime amarezza: ancora una volta la fisica quantistica lha beffata. Giornata schifosa, seppur rischiarata da alcuni commenti inappropriati (tra i quali si contano 2 starnuti, 3 soffiate di naso, un attacco
di epistassi e un cane che abbaiava alla finestra). Nonostante cio, le sue speranze nei confronti delle generazioni future diminuiscono sempre piu.
h 13.30 Giunta a casa calcola la distanza fra lentrata e la cucina grazie a seno, coseno, e altre cose che mi
sono perso perche cera lestrazione delle urne di Champions e ho delle priorita nella vita. Forza Juve.
h 14.50 Il momento della verita: la correzione dei compiti in classe. A parte qualche illuminato, la maggior
15

parte dei suoi alunni sembra non aver ancora capito cosa centrino le lettere con la matematica. Le
parentesi men che meno. Alcuni sul foglio protocollo hanno scritto che i problemi sono suoi e spetta a lei
risolverseli. Davanti a una domanda sulla velocit di fuga si sono cronometrati per vedere quanto tempo
impiegavano a scappare dalla verifica. Lapice viene toccato quando dopo una domanda sulla forza lavoro
(L=Fscos visto che studio prof?) dove uno studente esce e va a zappare la terra.
h 18.50 Terminato larduo compito, spossata e sullorlo di un attacco psicotico, si rannicchia in posizione
fetale e con moto ondulatorio inizia ad andare avanti e indietro. Non neanche in grado di calcolare il
proprio momento angolare (L=I) a causa delle sinapsi sopraffatte dallignoranza dei suoi studenti.
h 20.30 Riavutasi da tutto ci, con moto rettilineo uniforme, si dirige in cucina.
h 21.15 Consumato un pasto a base di pasta, e Xanax, si lancia sul letto con moto parabolico, e si addormenta sperando che la fisica quantistica non la tradisca nuovamente.

Di Brancaleone

SOLUZIONE DEL GIOCO DI PAG. 10: Complimenti! Sei davvero stato cos imbecille da non capire che il
gioco non aveva soluzione. Abbiamo letteralmente sistemato i puntini a caso. La prossima volta, se vuoi
unire dei puntini, compra la Settimana Enigmistica.
P.S.: Andrea Malcovati ha risolto lo schema ed attualmente in viaggio verso Bali, destinazione del nostro viaggio-premio.

16

MAGNIFICI ET GAUDENTISSIMI PREMI LICEO


FOSCOLO 2016
Come ogni anno, la Redazione della Zecca, per gli alti poteri a lei conferiti dal Divin Codegoni, dallASUF e
da Exodia, si arroga deliberatamente il diritto di perculare ogni membro della comunit scolastica premiandolo per i suoi meriti sportivi, morali e sessuali. Ecce premia!

Premio Bill Cosby per pedofilia volontariato allasilo: Riccardo Cassani.


Si segnalano per lottima stagione Federico Lazzari, Filippo Capobianco e Guido Bocchiola (ah no...
Ah s!)
Premio Sapientino per il miglior cruciverba: Giovanni Cerliano.
Premio Rutto liquido 2016 per la ricchezza lessicale: Giovanni Erba.
Premio Spogliatoio 2016 (non lanno): Gabriele Rosolen.
Premio Bistecca per la prepotenza del bicipite: Giulio Paoli.
Premio XXX per lambiguit anagrafica: Giulio Paoli.
Premio Ada Negri: Luigi Filippo Brizzi.
Premio Pennello Cinghiale per la capigliatura consona: Ibrahim Ben Othman.
Premio Pillolarossapillolabl: Enea Giani
Premio Swarovski per la condizione fisica: Federico Lazzari.
Premio Strega alla miglior penna (al sugo): Rocco Civitarese.
Premio Fiori per Luca Fiori: Luca Fiori.
Premio My Little Pony allallegria: Benedetta Bona.
Premio Zio Tobia per i muggiti al torneo di basket: Filippo Rognoni.
Premio Samsung Printer LCX-T50 per somiglianza a parenti noti: Giovanni Poma.
Ordine di Mara Aschei, I classe per sobriet nel vestiario: Matteo Scianna.

E ora, i premi pi ambiti. Come tradizione da secoli e secoli, il Calice di Fuoco ha designato i due quartini
che si distinguono per non essere (troppo) imbarazzanti, i quali verranno offerti al Minotauro in cambio di
un altro anno di sopravvivenza per la scuola. Complimenti!

QUARTINA DELLANNO
Ci hanno conquistato il sorriso facile e la battuta pronta. Ci hanno stupito limpegno profuso nellattivit
teatrale come in quella letteraria. Ma soprattutto ci ha fatto innamorare il nome (ch per un po pensavamo ci prendesse per il culo). Un canto risuona nei cieli:
Come rugiada, dea, o dea Giada, dea della rugiada, dea. Giada.

l premio Quartina dellanno 2016 va alla fantastica Giadadea Canobbio.

QUARTINO DELLANNO
Per la maestosit dello sguardo. Per la meraviglia con cui il capello defluisce. Per la solidit della posa plastica alla Capitan America. Per il savoir-faire che Leonardo di Caprio chi? Per il mento alzato che illumina
linfinito. Per il petto gonfio di orgoglio puberale. Perch si chiama Francesco Venni ma voi non lo sapete.
Il premio Quartino dellanno 2016 va a lui. Semplicemente Il Sontuoso.

17

LA SALUBRIT DELLARIA
Oh beato pian terreno
Del vago Foscolo mio
Ecco alfin nel tuo seno
M'accogli; e dello stantio
Are mi circondi;
E il petto avido inondi
Gi nel polmon capace
Urta se stesso e scende
Quest'etere vivace
Che Cocco lieto accende.
E le forze rintegra
E l'animo rallegra..

La presenza dell'infaticabile Lazzari ci regala una punta


acre, rilevabile anche in altre zone del piano superiore
(la III A, a titolo di esempio).
Se l'annusatore, ormai a suo agio in questo prodigioso
museo olfattivo, vuole proseguire la sua visita, il nostro
consiglio di lasciarsi guidare dal fumo di sigaretta verso
il cortile posteriore. Basilica del Tabagista fino all'anno II
dell'Impero di Fergonzi, i fedeli non si sono piegati agli
editti dei presidi successivi e ancora possibile trovarne
gruppi sparuti intenti a ossequiare le pratiche religiose.
La pietas di liceali, cairoliani e perfino dipendenti del Regio Liceo Ginnasio encomiabile, almeno a giudicare
dall'aroma che penetra nelle classi sovrastanti e risveglia
torme di alunni dal loro sonno mattutino; le persecuzioni
del Roscalla e del Cristiani non sembrano spaventare i
pi ortodossi tra i credenti.
Tenendo dietro all'effluvio, che ha ormai raggiunto il piano nobile dell'edificio, ci trasferiamo in un luogo avvolto
dal mistero: il laboratorio di Fisica. Essendovi ammessi
solo i discepoli di Lorini, il nostro resoconto si potr basare esclusivamente su testimonianze di pochi fortunati.
La linea invisibile che separa docente e discente si fa qui,
se non altro, percepibile.
Pare infatti che dalle file posteriori provenga un penetrante odore di Fonzies e Croccantelle, prodotti della pi
raffinata arte culinaria di cui il mite, ignaro foscoliano va
ghiotto. Dal banco degli esperimenti, invece, il bruciato
infernale che la collega Annamaria giornalmente produce nei suoi esperimenti falliti in compagnia della fida Daniela; l'umore tipico della fiera famelica pronta a lanciarsi sulla sua preda; la naftalina che allontana tarme (e
Zecche) dalla collezione di cappellini. Uno scontro impari, una mattanza, una Canne moderna.
Ma il lettore di sicuro non vorr lasciare il Foscolo con le
narici impregnate delle esalazioni putrescenti di tale
campo di battaglia. E allora, consigliamo di unire l'utile al
dilettevole e di rinfrancar lanimo con una bevanda gusto
cioccolato all'ombra del bvsto del nostro patrono.
L'effluvio che sale dal bicchiere, nettare e ambrosia, si
unir al tocco di primavera portato dai fiori che incorniciano il simulacro del patrono della scuola. Se poi vorrete
aggiungere una nota dolce al vostro fluido revitalizzante,
sar sufficiente un breve movimento del braccio per raggiungere una riserva di ottimo miele di rosa sempre
che non siate allergici alle punture di ape; in quel caso la
prossima rubrica potrebbe occuparsi degli odori dellospedale.

Eppure non tutta l'aria dello stabile di via Sacchi 15


propriamente stantia. Anzi, un attento osservatore (o
meglio ancora annusatore) si accorger in fretta che solo
una piccola parte degli ambienti del Regio Liceo Ginnasio
si possono inserire senza tema di querela nella categoria
dell'antico, del polveroso, del libresco. Si tratta di ambienti tetri e angusti, perlopi popolati da creature studiose e diligenti, categoria cui senza dubbio non si pu
ricondurre il lettore medio della Zecca, digiuno di poemi
omerici, claudicante nella lettura in versi, disarmato di
fronte al trimetro scazonte.
Procediamo dunque sul terreno meno impervio degli
aromi ben pi noti al comune mortale.
Prima di tutto, la portineria.
Il foscoliano esperto suppergi assimilabile al liceale
non pu aver fatto a meno, nella sua carriera, di apprezzarne il confortevole, avvolgente odore di fumo stantio.
Non che qualcuno ci fumi davvero: sarebbe bastato un
fiato di un improvvido occupante di istituti-anni-'90 per
dare origine al bouquet che oggi accoglie i pi mattinieri
tra noi: infatti risaputa la ritrosia bidellare ad esporsi ai
rigori dell'inverno, senza considerare che le finestre stanno, effettivamente, molto in alto.
Non ne sia spaventato il ginnasiale; che l'infermeria sia
collocata in un ambiente tanto accogliente una scelta
ben ragionata, avvalorata dalla Statistica sulla Prevenzione degli Infortuni Foscoliani: nessuno, da quanto emerge, se n' mai servito.
Ora, se i nostri bravi alunni in tutti questi anni hanno deciso di non sondare le doti taumaturgiche del Comparto
Bidelle del pianterreno, anche grazie alla vigile presenza della Laura essere divino.
Il suo regno, come noto, la palestra, i cui spogliatoi la
salutano nume tutelare. Ma, nonostante tutta la sua solerzia, entrare nel vestiaire maschile dopo l'ora della II B Albertino Statuto.
i cui alunni, a quanto pare, si dedicano anima e corpo
alle lezioni di M.me Duca si riveler un'esperienza difficile da dimenticare. Il naso, organo principe del nostro
vademecum, non potr evitare di essere trascinato in un
vortice di Intesa Uomo, Felce Azzurra e Neutro Roberts.
18

BILANCIO 2015-2016

ENTRATE

Biglietti spettacolo del gruppo di teatro: 0


Specchio per le allodole:
48,17
Contributi dello stato: 2
Concerto di Magotti:
3481,50
Vendita di torte: 4,00
Fondi ASUF per studenti meritevoli dirottati sulla Zecca:
8100,00
Sfruttamento del Condensatore e del cesto di frutta:
210.580,00
Contributo volontario quarte
ginnasio: 40.000,00
Bottino guerra contro il Taramelli: 34.067,00 + un lavabo di medie dimensioni
Sfoggio di cultura classica al
bar: -3,00
Versioni per i taramelliani:
compiti di matematica per
un anno.
Bistrot Chez Isabella in aula professori: 9838,90
Taralli: 1.257.900,00

Carta igienica trafugata ai


bagni: 2395,00
Cachet Luca Fiori feste teenager: 2.999,99
Testamenti anziane adescate: 89.415,00
Estorsioni: 18.400,00
Illeciti vari: 420,00

Totale: 1.677.646,56

Liquidazione Enrico Stivella:


3,50
Costumi gruppo di teatro:
0,99
Ficus Beniamino per l'ufficio
del caporedattore:
9.800,00
Acquisto, trasporto e installazione specchio per le allodole: 35.200
Prestazioni sportive Filippo
Capobianco: 2,89
Abbonamenti a riviste pornografiche: 805,99
Droghe leggere: 7.080,00
Droghe pesanti: 5.013,00
Biglietti per Cancn: 3.150
Bistecche per Bordoni:
549,99

Totale uscite: 1.677.646,55


Totale cassa: 0,01

CONGEDO

CITAZIONI - 5
Alcuni guardano al greco come a un mistero di Fatima.
(Rizzini)

Rolex d'oro: 8.650,00


Completi d'alta moda:
11.980,00
Ceramiche arcaiche:
104.984,00
Caccia grossa in Namibia:
35.999,99
Go-kart: 4.600,00
Cene in ristoranti di lusso:
23.891,30
Festini Matteo Scianna:
96.730,00
Alcolici pregiati: 12.020,90
Passeggiatrici: 72.700,00
Proteine Lazzari: 4.900,00
Proteine Giani: 305.613,00
Sviluppo selfie Belisomo:
855,00
Taglia su Giovanni Erba:
20,00
Buchi di bilancio:
933.096,00

USCITE

Cristiani: "Cosa vuoi usare, i


raggi laser?"

L'Epiro era uno stato con un


"Le statue greche erano molto
re molto gasato, oh! ho fatto la kitsch, con colori molto pacrima! (Comini)
chiani, erano una cafonata" (Votino)
Alla fine di questa ora ho bisogno di uno spogliatoio con una In storia siamo indietro come
doccia, faccio pi fatica a fare tartarughe, ma stiamo tranlezione con voi che a correquilli perch Achille non ci ragre (Roscalla)
giunger mai" (Cristiani)
Mi prosciugate, mi fate venire E.: "Prof non vedo perch c' lei
anche le mani secdavanti allo schermo ..."
che (Roscalla)
Cristiani: "Lei? Chi lei? Ah,
Il paradigma di proficiscor vi
io?"
fa sputare come i vecchietti
con la dentiera (Rizzini)
"Lord Byron era un picila, va
in Grecia per combattere per la
dei popoli e muore per
Cristiani: "Arricchirete la ricer- libert
un
cous
cous avariaca con audio, video e foto"
to!" (Marchini)
F: "Possiamo usare altri file
multimediali?"

Ci ha lasciati
FRANCESCO RUBICONTO,
stimato preside.
Ora in un posto migliore.
"Seconda stella a destra, questo il cammino".
19

Non son Stivella, Magnifico Enrico,


Mirabile maestro di quartina.
Con un sonetto piango pianto antico:
Lineffabil patir della tesina.
Sullo scrittoio, esangue foglio bianco
Giace, e pur io da Zecca punto
Invoco, nel delirio, il Capobianco,
Nuovo duca da Redazion assunto.
Di cinque anni il fin ora vedo
Non Aristotele, n Cicerone
Ma sorrisi, lacrime, volti amici;
Sotto casa le molte ammiratrici.
Questo il momento della commozione:
Da voi, pii lettori, prendo congedo!
Filippo Bordoni

LA REDAZIONE E FORMATA DA: Albertino Statuto (Federico Bonomi), Bernie (Federico Bonomi), Bevanda Gusto
Cioccolato (Federico Bonomi), Brancaleone (Federico Bonomi), Calvert (Federico Bonomi), Divino Rosso Fermentato
(Federico Bonomi), Il Dottor Sottile (Federico Bonomi), JFW (Federico Bonomi), Maasticabrodo (Federico Bonomi),
Rumo (Federico Bonomi), Sucre (Federico Bonomi).

SI RINGRAZIANO:

Il Preside, che ha sostenuto la realizzazione del giornalino che avete in mano in ogni sua fase e che ha
contribuito sotto il falso nome di "Filippo Bordoni";
Bianca Lissi, che ha realizzato la nostra copertina (un caro saluto a Stefano).
Adriano Cotta Ramusino e Pepep che hanno aggiunto al Numero Unico inutili orpelli e frivole decorazioni;
La redazione de Il Bvsto per la correzione delle bozze;
I professori Marinone e Cristiani per la mole inimmaginabile di perle regalate;
Johann Gutenberg di Magonza per la stampa a caratteri mobili;
Altres, linventore della forma ad elenco, bench ignoto;
LASUF, senza il cui contributo economico saremmo costretti a chiedervi un euro a copia;
LUniversit di Pavia, Facolt di Lettere Moderne, per i numerosi premi conferiti;
Luomo delle macchinette, silenzioso di tutte le nostre mattinate sui banchi;
I nostri innumerevoli lettori, e soprattutto le nostre incantevoli lettrici;

DEL VOSTRO LIKE NON CI INTERESSA NULLA.


BASTA CHE PAGHIATE LEURO CHE CI DOVETE.
20