Sei sulla pagina 1di 1

L’ECO DI BERGAMO

MERCOLEDÌ 4 MAGGIO 2016

25

Hinterland

Seriate, arriva il bando europeo per rilanciare il centro storico

Il concorso. Professionisti potranno inviare le loro proposte di restyling Focus su quattro temi: viabilità, commercio, edilizia e sicurezza urbana

SERIATE

FAUSTA MORANDI

Viabilità, commer- cio, edilizia, sicurezza urbana. Saranno chiamati a proporre una «visione complessiva» su questo poker di temi i parteci- panti al bando europeo per il rilancio del centro storico di Seriate.

Budget da 20 mila euro

L’amministrazione comunale

si appresta a lanciare la sfida, probabilmente già in questo mese di maggio (con scadenza

a fine anno): un budget di 20

mila euro circa per aprire le porte a professionisti di tutto il continente sulla progetta- zione di un restyling dell’area che sta grossomodo tra via De- cò e Canetta, via Tasca, via Molino Vecchio e via Cristofo- ro Colombo. Duemila abitanti, con un’alta presenza di perso- ne di origine straniera, e un di- battito che anche negli ultimi mesi è stato caldo (critiche so- no arrivate ad esempio dalle minoranze sul «coprifuoco» delle 22 per i negozi; mentre il famoso Consiglio comunale aperto aveva fatto discutere anche per gli orari).

comunale aperto aveva fatto discutere anche per gli orari). Una via del centro storico di Seriate:

Una via del centro storico di Seriate: partirà un bando per raccogliere idee sulla riqualificazione

«Sul centro storico siamo sempre molto attenti - affer- ma il sindaco Cristian Vezzoli -. Abbiamo verificato la possi- bilità di partecipare a diversi bandi per reperire fondi per interventi: ora ci stiamo atti- vando per quello, annunciato dalla Regione, relativo ai ne-

gozi sfitti. Inoltre abbiamo

messo in campo degli incenti-

vi sulla riqualificazione degli

edifici privati, azzerando gli oneri e dando un rimborso fi-

no a 4.000 euro per le facciate

(lo scorso anno ne hanno usu- fruito 4 interventi, ndr)». Il provvedimento è stato rifi-

nanziato sul 2016 con 25 mila euro, «ma se arriveranno più

richieste potremo valutare anche un maggiore stanzia- mento», aggiunge Vezzoli. Sulle criticità del centro sono stati sentiti nel tempo anche i cittadini, con due assemblee pubbliche lo scorso anno e con

dei questionari. «I problemi

più avvertiti sono la sicurezza, per cui abbiamo chiesto alla Polizia locale di garantire maggiore presenza, il decoro (per esempio con il rispetto del calendario sulla raccolta differenziata: stiamo pensan- do anche di pubblicarne una versione multilingue) e il de- grado edilizio». Quanto al commercio, «è in sofferenza un po’ ovunque, ora dovremo vedere anche gli effetti del nuovo supermercato previsto alla Celadina». Per contribui-

re a un pensiero complessivo

sulla riqualificazione del cen-

tro, ora arriva il bando. «Pre- mieremo i tre progetti miglio-

ri - spiega Vezzoli -. Mi aspetto

che ne esca un’idea sostenibile dal punto di vista economico, con una visione d’insieme ma anche con la possibilità di svi- luppare lotti distinti».

«Possibili anche abbattimenti»

Il concorso non mette comun-

que limiti alla creatività: «C’è

la facoltà anche, per i parteci-

panti, di prevedere l’esproprio

e l’abbattimento di alcuni vo- lumi: non vogliamo dare vin-

coli eccessivi, bensì raccoglie-

re spunti e proposte». Che ver-

ranno poi presi in considera-

zione nella revisione del Piano

di governo del territorio. Intrecciando pure i ragio-

namenti con il vicino ambito

di trasformazione ex Mazzo-

leni, su cui è aperto un tavolo

di lavoro istituzionale e su cui

«allargheremo poi il confron-

to alla collettività»: dalla ri- qualificazione dei capannoni dovrebbero nascere residen- ze, commercio, una piazza e 1.500 metri quadrati dedicati

a servizi pubblici.

Una mostra e due incontri sul gioco d’azzardo

Seriate

Una mostra fotografi- ca e due incontri per riflettere sul gioco d’azzardo e le ludopa-

tie. Sotto lo slogan «L’importan-

teè(non)partecipare»,leinizia-

tive partono domani a Seriate.

Gli incontri, promossi in colla-

borazioneconigruppiAviseAi-

do, si terranno in biblioteca. «Le serate rientrano nel per- corso di sensibilizzazione che l’AmbitodiSeriatehaintrapreso per contrastare il gioco d’azzar-

do - spiega l’assessore alle Politi- che sociali, Gabriele Cortesi -. Questo itinerario prevede la re-

sponsabilizzazionedituttigliat-

tori». Nel primo incontro, do-

mani alle 20,30, interverranno Luca Biffi, responsabile U. S.

Prevenzione e interventi di prossimità dell’Ats di Bergamo, eGilbertoGiudici,coordinatore

del progetto promosso dall’Am- bitoTerritorialediSeriate,dicui illustrerà i primi risultati. Gio-

vedì 12 interverrà invece il pro- fessor Maurizio Fiasco, mem- bro dell’Osservatorio per il con-

trasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della di-

pendenza grave presso la presi- denzadelConsigliodeiMinistri. Da domani al 18 maggio inoltre in biblioteca sarà visitabile la mostra «Re di picche - Gioca col cuore, libera la mente» promos- sa dall’associazione di fotografia

sociale «imagoMentis».

Un giorno nel parco alla scoperta della differenziata

Un giorno nel parco alla scoperta della differenziata I ragazzi a lezione di raccolta differenziata dei

I ragazzi a lezione di raccolta differenziata dei rifiuti

Stezzano

Gli alunni della primaria hanno seguito un percorso sul riciclo dei rifiuti. Gran finale all’aperto

La cura per l’ambiente

bisogna impararla fin da piccoli.

È

l’istituto comprensivo Caroli di Stezzano, in collaborazione con l’amministrazione comunale ed Ecosviluppo, la cooperativa che gestisce la piazzola ecologi- ca del Comune e si occupa del

quello che hanno pensato al-

conferimento di rifiuti. È nato

così il progetto «Ricicliamoci!»:

un percorso di conoscenza della raccolta differenziata che ha coinvolto le cinque classi delle scuole primarie (Don Minzoni

e Caroli) per un totale di più di

100 bambini. Si è partiti con una serie di interventi nelle classi:

gli alunni hanno realizzato co- struzioni di fantasia con mate- riali di scarto, ma anche disegni

e pitture sul tema del riciclo. Si è proseguito con un incontro al- l’auditorium Moschetti, in cui Polizialocale, amministrazione

e alcuni rappresentanti di Eco-

sviluppo hanno raccontato ai bambini come funziona nel concreto a Stezzano la raccolta dei rifiuti, quanto ci impiega l’ambiente a smaltire la spazza- tura buttata per la strada e cosa vuol dire fare la differenziata. Nei giorni scorsi, al parco di Via

Gerole, la fase finale del percor- so. Una prova pratica (sotto for- ma di gioco) sulla corretta rac- colta differenziata. Nel parco - bonificato il giorno precedente

- sono stati disseminati infatti

rifiuti di diverso genere: plasti-

ca, lattine, cartone ma anche pi-

le e componenti elettronici - co-

me le cuffie - per mettere alla prova gli alunni. Compito dei bambini, muniti di guanti e di-

visi per squadre, provvedere al-

la differenziazione corretta. Il

tutto è durato qualche ora, alla presenza anche dell’assessore all’Ambiente Marco Suardi, che

ha colto l’ occasione per parlare

ai bambini del corretto uso dei

parchi cittadini e per raccoglie-

re le loro impressioni circa i la-

vori di restyling e recupero dei 13 parchi effettuati dall’ammi- nistrazione durante l’anno. «Per l’11 giugno abbiamo poi in programma un’iniziativa per bambini e famiglie per riscopri-

re i parchi del nostro paese -

spiega l’assessore Suardi -. Sa- ranno esposti i 100 e più lavori che i ragazzi delle scuole hanno fatto all’interno di questo pro-

getto sulla raccolta dei rifiuti,

con una serie di fotografie per

far conoscere a tutti i cittadini i

diversi parchi comunali».

Gloria Vitali

far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=
far conoscere a tutti i cittadini i diversi parchi comunali». Gloria Vitali nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=

nQx4Xy1pd+Hg+4An1TowaeKTX9U60+H3zCVDbWhlHC8=