Sei sulla pagina 1di 164

BERCO S.p.

A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

ISTRUZIONI PER LUSO


MACCHINA MODELLO:

SM 2000 A
SPIANATRICE PER TESTATE E GRUPPI CILINDRI
BERCO S. p. A.
Stabilimenti e Uffici : 44034 COPPARO ( Ferrara )
Telex 510089, BERCO ; Tel. 0532 / 864111 ; Telefax 0532 / 864259

E Copyright Berco S.p.A.

E vietato riprodurre o consegnare a terzi questa documentazione o parti di essa salvo


lesplicita autorizzazione delleditore.
Nellunit di controllo possono essere operative ulteriori funzioni non descritte in questa
documentazione. Lutente per non ha il diritto di pretendere queste funzioni in caso di
sostituzione o di assistenza.
Il contenuto di questa documentazione stato verificato circa la sua conformit con
lhardware e il software descritto. Nonostante ci non possono essere escluse delle divergenze, per cui non viene garantita la conformit totale. Le informazioni di questa documentazione vengono in ogni caso controllate regolarmente ed eventuali correzioni
verranno integrate nelle edizioni successive.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche tecniche che non hanno effetto sulla funzione.
In caso di dubbio fa fede la versione originale in lingua italiana.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

1.1

Elenco di configurazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
1 . 1DOMANDE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA . . . . . . . . . . . . . . . .
1 . 2DOCUMENTAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
1 . 2 . 1GENERALIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

1.1
1.2
1.3
1.3

CAPITOLO 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

2.1

Indicazioni per la sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


2 . 1RESPONSABILIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 2SIMBOLI CONCERNENTI LA SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 3 SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 3 . 1 Regole generali di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 4 Misure di sicurezza particolari per lutente ed operatore . . . . . . . . .
2 . 5 Dispositivi di sicurezza della macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 1 Limitazione della zona di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 2 Limitazione del carico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 3 Sistema idropneumatico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 4 Sorveglianza dei motori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 5 Controllo della tensione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 6 Controllo della temperatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 7 Funzione uomo morto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 8 Altri dispositivi di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 5 . 9 Funzioni di sicurezza del comando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 6 Dispositivo di libera movimentazione degli assi manuale. . . . . . . . .
2 . 7 PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE DELLIMPIANTO . . . .
2 . 7 . 1 Fondazione e sottostruttura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 7 . 2 Carichi della macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 7 . 3 Note sulle zone di sicurezza e di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 7 . 4 Cambio degli utensili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 7 . 5 Caratteristiche dellinterfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 7 . 6 Circuito darresto demergenza (EN ISO 18350) . . . . . . . . . . . . .
2 . 7 . 7 Norme di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 INSTALLAZIONE, ESERCIZIO, ALTRI LAVORI . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 1 Condizioni dallacciamento alla rete . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 2 Trasporto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 3 Protezione dai raggi UV e dalla sporcizia . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 4Messa in servizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 5 Sotfware (se presente) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 6 Esercizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 7 Messa fuori servizio della macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 8 Diverse . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 8 . 9 Istruzioni di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 9 CONTRASSEGNI DI SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 9 . 1 Generalit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 9 . 2 Macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 9 . 3 Armadio di comando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 10
RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI DA OSSERVARE
NELLE DIVERSE FASI DI UTILIZZO DELLA MACCHINA
AI FINI DELLA SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 11 SICUREZZA DURANTE LA PREPARAZIONE E LUSO . . . . .
2 . 12 PRIMA DELLA MESSA IN FUNZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 13 PREPARAZIONE DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 14 SICUREZZA DEL LAVORO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

II

2.1
2.2
2.4
2.5
2.5
2.6
2.8
2.8
2.8
2.8
2.8
2.8
2.8
2.8
2.9
2.9
2.9
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 10
2 . 11
2 . 11
2 . 11
2 . 11
2 . 11
2 . 12
2 . 12
2 . 12
2 . 12
2 . 13
2 . 13
2 . 13
2 . 13
2 . 13
2 . 14
2 . 14
2 . 14
2 . 15

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

2 . 15 MANUTENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 16 MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 17 SISTEMA ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 . 18
RIMESSA IN FUNZIONE DOPO MANUTENZIONE,
RIPARAZIONE ECC. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

CAPITOLO 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

2 . 15
2 . 15
2 . 16
2 . 16

3.1

Caratteristiche principali della


macchina e dati tecnici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1
3 . 1DESCRIZIONE DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.2
3 . 1 . 1USO IMPROPRIO DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.2
3 . 2CARATTERISTICHE GEOMETRICHE E CAPACIT
DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.3
3 . 3PROVA DI RUMOROSIT DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . .
3.5
3 . 4PLANIMETRIA DEI COMPONENTI DI SICUREZZA . . . . . . . .
3.6
3 . 5DISPOSITIVI PER LA SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.7
3 . 5 . 1POSIZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA
DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.7
3 . 5 . 1 . 1DENOMINAZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA .
3.8
3 . 6DESCRIZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA . . . . . . . . . .
3.9
3 . 6 . 1PORTE SCORREVOLI FRONTALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.9
3 . 6 . 2PULSANTE DI EMERGENZA (Fungiforme) . . . . . . . . . . . . . . .
3.9
3 . 7POSIZIONE DELLE TARGHETTE DI SICUREZZA E
DI IDENTIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 10
3 . 7 . 1POSIZIONE DELLE TARGHE DI SICUREZZA
SU CARTERATURA E BASE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 10
3 . 7 . 2POSIZIONE DELLE TARGHE DI SICUREZZA
SU PARTE POSTERIORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 11
3 . 8DENOMINAZIONE DELLE TARGHE APPLICATE
ALLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 12
3 . 9ELEMENTI CHE COSTITUISCONO LA MACCHINA . . . . . . . .
3 . 14
3 . 9 . 1ELEMENTI PRINCIPALI DELLA MACCHINA (Vista di fronte) . 3 . 14
3 . 9 . 1 . 1SCATOLA DEI COMANDI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 15
3 . 9 . 1 . 1 . 1DESCRIZIONE DEI SINGOLI COMANDI . . . . . . . . . . .
3 . 15
3 . 9 . 1 . 2 BASAMENTO E TAVOLA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 19
3 . 9 . 1 . 3TESTA PORTAFRESA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 19
3 . 9 . 2ELEMENTI PRINCIPALI DELLA MACCHINA (Vista da dietro) . 3 . 20
3 . 9 . 2 . 1ARMADIO ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 20
3 . 10
CARATTERISTICHE DEGLI UTENSILI UTILIZZABILI . . . . . . .
3 . 10 . 1DISCO FRESA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 . 21

CAPITOLO 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

4.1

CAPITOLO 5 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

5.1

Installazione della macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


5 . 1PULIZIA DELLA MACCHINA. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5 . 2PIANTA DI INSTALLAZIONE DELLA MACCHINA. . . . . . . . . .
5 . 2 . 1PREPARAZIONE ALLINSTALLAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . .
5 . 2 . 1 . 1REQUISITI AMBIENTALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5 . 2 . 1 . 2REQUISITI DI ALIMENTAZIONE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

5.1
5.2
5.2
5.2
5.2
5.4

Trasporto --- Sollevamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


4 . 1GENERALIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4 . 2TRASPORTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4 . 3DISIMBALLO DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4 . 4SOLLEVAMENTO E POSA DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . .

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

III

4.1
4.2
4.2
4.4
4.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

5 . 2 . 1 . 3REQUISITI DI ALIMENTAZIONE ARIA. . . . . . . . . . . . . . .


5.4
5 . 2 . 2LAVORI DI FONDAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.5
5 . 2 . 3LIVELLAZIONE DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.7
5 . 2 . 4 ILLUMINAZIONE NECESSARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.8
5 . 2 . 5SPAZI LIBERI PER CONSENTIRE LUSO, LA MOVIMENTAZIONE
DEI MATERIALI, INTERVENTI DI
MANUTENZIONE REGOLAZIONE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.9
5 . 2 . 5 . 1SPAZI LIBERI PER CONSENTIRE LUSO DELLA
MACCHINA (OPERATORE). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.9
5 . 2 . 5 . 2SPAZI LIBERI PER CONSENTIRE LA MANUTENZIONE
DELLA MACCHINA (MANUTENTORE SPECIALIZZATO). . .
5 . 10

CAPITOLO 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

6.1

Montaggio e smontaggio della


macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6 . 1PERSONALE DA ADIBIRE ALLE OPERAZIONI DI MONTAGGIO
E SMONTAGGIO DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6 . 1 . 1COLLEGAMENTO DELLARMADIO ELETTRICO . . . . . . . .
6 . 1 . 1 . 1COLLEGAMENTO CAVO DI ALIMENTAZIONE ELETTRICA
6 . 1 . 1 . 2MESSA A TERRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6 . 2COLLEGAMENTO FLESSIBILE ARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

6.1
6.2
6.3
6.3
6.5
6.6

CAPITOLO 7 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

7.1

Preparazione della macchina alla lavorazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


7 . 1ATTREZZAGGIO DELLA MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7 . 1 . 1FISSAGGIO DEL PEZZO DA LAVORARE . . . . . . . . . . . . . . . .
7 . 1 . 2PREPARAZIONE DEL DISCO FRESA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7 . 1 . 2 . 1COMPONENTI DELLA CARTUCCIA . . . . . . . . . . . . . . . . .
7 . 1 . 2 . 2MONTAGGIO DELLA CARTUCCIA DALLA FRESA . . . .
7 . 1 . 3SMONTAGGIO DELLA FRESA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7 . 1 . 4MONTAGGIO DEL DISCO FRESA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

7.1
7.2
7.2
7.3
7.4
7.4
7.5
7.7

CAPITOLO 8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

8.1

Programmazione di un ciclo di spianatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


8 . 1OPERAZIONI PRELIMINARI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
8 . 2 IMPOSTAZIONE MANUALE ED ESECUZIONE DI UN CICLO
DI SPIANATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
8 . 3ESECUZIONE DELLO ZERO UTENSILE . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
8 . 3 . 1REGISTRAZIONE DEL TASTATORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
8 . 3 . 2RILIEVO DELLINCLINAZIONE DELLA SUPERFICIE
DA LAVORARE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
8 . 4CONTROLLO PLANARIT SUPERFICIE DA LAVORARE. . . .
8 . 5PAGINA DATI MACCHINA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
8 . 5 . 1ALTRE FUNZIONI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

8.1
8.2

8.4
8 . 14
8 . 20
8 . 22
8 . 25
8 . 27
8 . 29

CAPITOLO 9 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

9 . 30

CAPITOLO 10 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

10 . 1

Manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10 . 1GENERALIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10 . 1 . 1LUBRIFICAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

10 . 1
10 . 2
10 . 3

Richiamo, copia e cancellazione di un ciclo archiviato . . . . . . . . . . . . . . .


9 . 1RICHIAMO DI UN CICLO MEMORIZZATO . . . . . . . . . . . . . . . .
9 . 2 CANCELLAZIONE DI UN PROGRAMMA MEMORIZZATO . .
9 . 3COPIA DI UN CICLO ESISTENTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

IV

9 . 30
9 . 31
9 . 33
9 . 36

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 . 1 . 1VITE A RICIRCOLO TAVOLA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


10 . 3
10 . 1 . 1 . 2 GUIDE SCORRIMENTO E VITE A RICIRCOLO TESTA . . 10 . 3
10 . 1 . 1 . 3GUIDE DI SCORRIMENTO TAVOLA . . . . . . . . . . . . . . . .
10 . 4
10 . 1 . 2CINGHIE DI TRASMISSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10 . 5
10 . 1 . 2 . 1CINGHIA TRASMISSIONE MOVIMENTO TAVOLA . . .
10 . 5
10 . 1 . 2 . 2CINGHIA TRASMISSIONE MOVIMENTO TESTA . . . . .
10 . 7
10 . 1 . 3RECUPERO ASSI DOPO SUPERAMENTO FINECORSA . .
10 . 9
10 . 1 . 4RIPARAZIONE ED ALTRI INTERVENTI . . . . . . . . . . . . . . . .
10 . 11

CAPITOLO 11 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

11 . 1

Figure e sezioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

11 . 1

CAPITOLO 12 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

12 . 1

Elenco dei particolari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

12 . 1

CAPITOLO 13 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

13 . 1

Demolizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
13 . 1
DEMOLIZIONE DELLA MACCHINA E SMALTIMENTO
DEI SUOI COMPONENTI. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

13 . 1
13 . 2

CAPITOLO 14 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

14 . 1

Schema armaidio elettrico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

14 . 1

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 1
Elenco di configurazione
Macchina tipo :
Fornita a :
N. ordine del cliente
Nostro ordine :
AVVISO IMPORTANTE
La conoscenza esatta della macchina e losservanza accurata delle istruzioni contenute
in questo volume sono essenziali per un buon andamento in servizio continuo. Non si
trascuri dunque di leggere queste istruzioni prima di piazzare e di mettere in moto la
macchina
INDISPENSABILE
Nel caso di eventuali richieste oppure di ordinazioni di parti di ricambio, preghiamo il
Cliente di volerci fornire i seguenti dati:

Tipo della macchina :


Numero di matricola :
Apparecchiatura elettrica tipo :

N.Matr.

Per ordinazioni di parti di ricambio inoltre necessario indicare il numero di disegno, che
figura stampigliato su tutti i particolari importanti e su quasi la totalit dei meno importanti, oppure indicare il numero di riferimento e la denominazione riportata in questo manuale.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

1.1

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

SERVIZIO DI ASSISTENZA
1.1

DOMANDE AL SERVIZIO DI ASSISTENZA

Se durante il funzionamento della macchina insorgono problemi, ricercare in primo luogo la soluzione del problema con lausilio del manuale operativo
Se ci non fosse possibile, contattare il centro del servizio di assistenza competente BERCO. Per consentire una comunicazione efficiente procedere come segue:
( 1 ) Tenere pronto il numero di fabbrica (no. di serie) della macchina (vedere la targhetta dei dati della macchina per il punto di localizzazione della targhetta vedere il capitolo ).
La figura a lato mostra un esempio
della targhetta sulla quale sono
stampigliati i dati relativi alla vostra
macchina. I dati che devono essere
annotati sono quelli indicati dalle
freccie.

BERCO S.p.A.
COPPARO (FERRARA) ITALY

TIPO
Type
ANNO
Year

N
MASSA
kg
Mass

( 2 ) Preparare la descrizione esatta del problema con i dati precedenti lo stesso.


( 3 ) Preparare anche la descrizione degli eventuali tentativi di soluzione fatti.
( 4 ) Tenere a portata di mano il manuale operativo.
( 5 ) Preparare informazioni possibilmente esatte concernenti le modalit in cui si verificata lanomalia. Preparare i dati esatti circa il modo di raggiungere la persona chiedente le informazioni (per es. no. di telefono, no. di fax, denominazione dello stabilimento e del reparto). Ci importante per eventuali telefonate di risposta!
Se si presuppone che il problema della macchina abbia a che fare con il comando della stessa, procedere come segue:
( 6 ) Trattenersi presso la macchina con le eventuali domande.
Dopo che avete raccolto tutte queste informazioni, rivolgetevi al punto di assistenza per
voi competente oppore direttamente alla:
BERCO S.p.A
tel.

0532 864 111

fax.

0532 864 259

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

1.2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
1.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

DOCUMENTAZIONE

1.2.1

GENERALIT

Il presente manuale operativo corrisponde alla macchina fornita. Tuttavia non si possono escludere deviazioni dovute allulteriore sviluppo del prodotto. Per questo motivo non
possiamo garantirne la completa corrispondenza. Le necessarie correzioni sono contenute nelledizione successiva.
Per proposte di miglioramento fondate, correzioni o stimolazioni concerneneti il presente manuale, rivolgersi al centro service competente oppure direttamente alla
BERCO S.p.A.
Divisione Macchine Utensili
via I Maggio 237
I - 44034 Copparo (FE)
Tel. +39 0532 864 111
Fax. +39 0532 864 259

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

1.3

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)

CAPITOLO 2
Indicazioni per la sicurezza

2.1

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
Questa documentazione concerne in primo luogo la sicurezza dellutente nellutilizzo della macchina qu descritta.
2.1

RESPONSABILIT

La machina descritta in questo manuale operativo una macchina utensile, denominata


in seguito con il termine macchina costituita dalla macchina stessa, dalle condutture
e dallarmadio elettrico.
La costruzione della macchina conforme alla tecnica odierna ed ai regolamenti di sicurezza in vigore. Il suo impiego pu tuttavia implicare pericoli di ferimento e di morte per
lutente o per altre persone oppure danni alla macchina ed altri danni materiali.
Essa deve venire impiegata soltanto in condizioni di buon funzionamento per luso previsto, consapevoli delle norme di sicurezza e dei pericoli che da essa potrebbero derivare ed in osservanza al manuale operativo. Eliminare immediatamente guasti che
potrebbero compromettere la sicurezza. La dichiarazione del fabbicante allegata alla
macchina fornita certifica losservanza della direttiva CE: 98/37EC del 22/06/1998.
Per la sicurezza della macchina sono state particolarmente applicate le seguenti norme
armonizzate :
EN ISO 12100

parti 1 e 2

EN 60204

parte 1

EN ISO 13128
EN ISO 18350
EN 294
EN 349
Limpianto elettrico della macchina soddisfa inoltre la direttiva CE per la bassa tensione (2006/95/CEE) e la direttiva concernente la compatibilit elettromagnetica
(2004/108/CEE).

2.2

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
D

Impiego adeguato della macchina

La macchina concepita esclusivamente per le condizioni dimpiego indicate nel


capitolo Caratteristiche principali della macchina.
Unimpiego diverso o oltre le capacit della macchina da considerarsi non adeguato. Il costruttore non si assume alcuna responsabilit per i danni che ne
potrebbero derivare. Il rischio va esclusivamente a carico dellutente.
Nellimpiego corretto della macchina rientra anche la costante osservanza di
questo manuale operativo ed in particolare losservanza delle prescrizioni di
manutenzione.
La macchina non si pu mettere in funzione fino a ch non stata accertata la corrispondenza alla direttiva CE 98/37 in materia di sicurezza.
In caso dinosservanza il costruttore non si assume alcuna responsabilit.
Se lutente utilizza parti di attrezzamento e simili non facenti parte della fornitura
della BERCO, la BERCO non si assume alcuna responsabilit per i danni che ne
potrebbero derivare. Il rischio derivante per dette parti (meccaniche, pneumatiche ed elettriche) esclusivamente a carico dellutente.
Il manuale per luso e la manutenzione parte integrante della macchina fornita
dalla BERCO . I numeri di serie (numeri di fabbrica) della macchina, sono registrati nella dichiarazione del fabbricante.

2.3

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.2

SIMBOLI CONCERNENTI LA SICUREZZA

In questo manuale operativo viene fatto uso dei seguenti simboli riguardanti la sicurezza.
A)

Questo segnale viene usato quando linosservanza oppure losservanza parziale delle istruzioni per luso e la manutenzione pu implicare pericolo a carico delloperatore.
Questo segnale viene usato quando linosservanza oppure losservanza parziale delle istruzioni per luso e la manutenzione pu implicare pericolo a carico delloperatore. Esso significa: AT-

TENZIONE:PERICOLO DI FOLGORAZIONE

Questo segnale significa OBBLIGO GENERICO. Loperatore tenuto ad osservare scrupolosamente tutte le istruzioni riportate al
suo fianco.
Questo segnale viene usato quando necessario che loperatore
usi i sistemi di protezione personale fornitigli dal suo datore di lavoro. Questo segnale significa: OBBLIGO DI USO DELLE CALZATURE
ANTISCHIACCIAMENTO
Questo segnale viene usato quando necessario che loperatore
usi i sistemi di protezione personale fornitigli dal suo datore di lavoro. Questo segnale significa: OBBLIGO DI USO DEGLI OCCHIALI
DI PROTEZIONE
Questo segnale viene usato quando necessario che loperatore
usi i sistemi di protezione personale fornitigli dal suo datore di lavoro. Questo segnale significa: OBBLIGO DI USO DEGLI OCCHIALI
DI PROTEZIONE
Questo segnale viene usato quando necessario rispettare le
norme relative allo smaltimento dei rifiuti. Questo segnale significa: RACCOGLIERE I RIFIUTI NEGLI APPOSITI RACCOGLITORI
Questo segnale viene usato quando necessario rispettare le
norme relative allo smaltimento dei rifiuti. Questo segnale significa: VIETATO DISPERDERE I RIFIUTI NELLAMBIENTE
Questo segnale viene usato quando necessario che larea di manovra, durante le operazioni di sollevamento con paranchi e gru,
sia sgombra dal personale non direttamente coivolto. Questo segnale significa: DIVIETO DI PASSAGGIO E/O SOSTA SOTTO I CARICHI SOSPESI
B)

Questo segnale viene usato quando linosservanza


oppure losservanza parziale delle istruzioni per luso e la
manutenzione pu provocare danni alla macchina.

C) INDICAZIONE:

Questo segnale viene usato quando si vuole attirare lattenzione su di un punto particolare. La sua osservanza significa generalmente facilitare le operazioni di lavoro.

2.4

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.3
2.3.1

SICUREZZA
Regole generali di sicurezza

Per ci che concerne la meccanica e limpianto elettrico della macchina sono state
osservate le norme di sicurezza per le macchine utensili. Le caratteristiche tecniche
sono spiegate dettagliatamente nella relativa specificazione ed in questo manuale.
Tuttavia se usata per impieghi diversi da quelli previsti oppure in
modo tecnicamente inadeguato, si corre il rischio di :
- mettere in pericolo lincolumit e la vita di persone
-- danni alla macchina ed altri beni patrimoniali dellutente
- compromettere lefficienza di lavoro della macchina o dellopera
tore
Per questa ragione questo manuale contiene numerosi avvertimenti di pericolo validi
per le applicazioni ed, in caso dimpiego di accessori e di equipaggiamenti supplementari BERCO, anche per questultimi .
Tutte le persone incaricate per linstallazione, uso, la manutenzione e la riparazione
della macchina, prima dintraprendere detti lavori, devono avere letto attentamente e
compreso questo manuale operativo e soprattutto la documentazione relativa alla sicurezza, ed in modo particolare le parti di testo contrassegnate con simbolo:

------------------------------------------------

sono importantissimi, poich contenTutti i testi contrassegnati con simbolo


gono i procedimenti darresto e altre avvertenze concernenti la sicurezza delloperatore.
Essi dovranno venire particolarmente osservati in tutti i lavori dinstallazione, desercizio, di regolazione, di manutenzione e di riparazione.
Linstallazione, la regolazione, il comando, la manutenzione e le riparazioni devono
essere eseguite, in osservanza delle prescrizioni di questo manuale operativo, soltanto
da personale qualificato e specializzato in materia. Si consiglia lutente di far partecipare
il personale in questione ad un corso di formazione professionale BERCO.
Lutente deve controllare periodicamente il corretto modo di lavorare, ed il rispetto delle
norme di sicurezza da parte del personale.
Lutente deve definire inequivocabilmente le competenze concernenti il comando della
macchina, al fine di escludere problemi di competenza relativi alla sicurezza.

2.5

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.4

Misure di sicurezza particolari per lutente ed operatore


Prima diniziare i lavori di regolazione, manutenzione e riparazione,
disinserire la macchina in osservanza alle prescrizioni di questo
manuale operativo, cio portare linterruttore principale sullarmadio
di comando della macchina nella posizione OFF ed assicurarlo
contro la messa in esercizio da parte di persone non autorizzate.

Non sono permessi lavori compromettenti la sicurezza di funzionamento della macchina e delloperatore.
Lutente e loperatore devono inoltre accertarsi che sulla macchina lavorino soltanto persone autorizzate. Lutente deve definire lentit della responsabilit delloperatore e permettergli di non effettuare operazioni contrarie alle prescrizioni di sicurezza eventualmente richieste da terzi.
E permesso lutilizzo della macchina da parte di personale che si trova in addestramento, apprendisti, o che sta partecipando a corsi di formazione professionale generale, soltanto sotto la costante sorveglianza di una persona esperta in materia.
Lavori allimpianto elettrico della macchina, devono essere eseguiti soltanto da un elettricista specializzato o da persone incaricate sotto la direzione e la sorveglianza di un
elettricista specializzato, in conformit alle norme vigenti.
Lavori al sistema idropneumatico, se esistente, devono essere eseguiti soltanto da personale specializzato ed esperto nei settori idraulico e pneumatico.
Loperatore tenuto a segnalare immediatamente allutente tutti i
cambiamenti avvenuti nella macchina che possano o facciano supporre che potrebbero compromettere la sicurezza.
Lutente deve impegnarsi ad impiegare la macchina soltanto se questa funziona perfettamente.
Lutente deve provvedere alla pulizia e ad una chiara disposizione del posto di lavoro
e delle vicinanze della macchina.

E vietato smontare o mettere fuori servizio i dispositivi di sicurezza.

2.6

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
Se lo smontaggio di dispositivi di sicurezza tuttavia indispensabile in caso di esecuzione di lavori di regolazione e manutanzione si deve arrestare la macchina ed assicurarsi contro il pericolo di messa in funzione accidentale, in conformit alle prescrizioni
e soprattutto in osservanza alle parti di testo contrassegnate con il simbolo:

Al termine dei lavori di sostituzione, regolazione, manutenzione e riparazione, rimontare


immediatamente i dispositivi di sicurezza smontati e controllarne il funzionamento.
Se per i lavori di sostituzione, regolazione, manutenzione e riparazione della macchina, inevitabile sostare nel raggio dazione della
macchina, le misure di sicurezza prese devono comprendere dispositivi quali ad es. interruttore di consenso, che permetta larresto
immediato della macchina.
PUNTI IMPORTANTI DA OSSERVARE:
Se si devono eseguire lavori nella zona di pericolo, la macchina deve
muoversi a velocit ridotta ed azionata manualmente.
Prima dellimminente messa in movimento della macchina informare tutte le persone
interessate.
Possibilmente dovrebbe sostare nella zona di lavoro della macchina una Sola persona
ed una seconda persona dovrebbe trovarsi fuori dalla zona di pericolo, in contatto visivo
con essa e nelle vicinanze di un interruttore darresto demergenza.
Se nella zona di pericolo lavorano pi persone, deve essere assicurato il contatto visivo
tra esse. La competenza per i singoli lavori e le singole persone deve venire definita
chiaramente e in modo inequivocabile.
Incaricare dellesecuzione dei lavori di sostituzione, regolazione, manutenzione e riparazione soltanto personale addestrato.
Nelleserciziocomandatodallasensorica,sidevonoprevederemovimenti inattesi e cambiamenti di traiettoria della macchina, se linterruttore principale sullarmadio di comando della macchina non
stato messo in posizione OFF.
Il movimento delle parti mobili della macchina non deve causare limprigionamento o la
caduta di componenti, utensili ed altri oggetti e nemmeno provocare cortocircuiti.
Evitare movimenti della macchina che possono mettere in pericolo persone ed oggetti.
Fare attenzione ai pericoli derivanti da eventuali equipaggiamenti esterni quali convogliatori, dispositivi di alimentazione, dispositivi di sollevamneto ecc.

2.7

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
Non sono permesse modifiche alla macchina senza esplicita autorizzazione.
E assolutamente vietato limpiego di attrezzature non originali BERCO o comunque non autorizzate dal costruttore.
Osservare gli intervalli di manutenzione indicati in questo manuale.
Questo manuale operativo deve sempre trovarsi a portata di mano nel luogo dimpiego
della macchina (per es. nel cassetto degli attrezzi oppure nellapposito contenitore.) e
ne v garantita lintegrit.
2.5
2.5.1

Dispositivi di sicurezza della macchina


Limitazione della zona di lavoro

La zona di lavoro della macchina limitata da finecorsa software, elettrici e da finecorsa


meccanici con funzione ammortizzatrice.
2.5.2

Limitazione del carico

Tutti gli assi sono dotati di dispositivi di protezione di sovraccarico che disinseriscono
automaticamente la macchina in caso di superamento del limite di assorbimento di corrente ammissibile (protezione di sovraccarico dei motori). Il sovraccarico pu essere
causato da un carico eccessivo o da un errore dellhardware del modulo dellazionamento.
2.5.3

Sistema idropneumatico

Alcuni modelli di macchina sono dotati di sistema idropneumatico.


Eseguendo lavori al sistema idropneumatico, assicurare la parte
della macchina collegata a questo sistema contro la possibilit di
movimentazione propria
2.5.4

Sorveglianza dei motori

I motori possono essere protetti contro il surriscaldamento mediante termosonde installate negli avvolgimenti, oppure possono essere protetti dai sovraccarichi e dai cortocircuiti mediante protettori magnetotermici.
2.5.5

Controllo della tensione

Il modulo azionamento, se presente, viene disattivato se la tensione sul secondario


(duscita) troppo bassa o troppo alta per lamplificatore a transistori.
2.5.6

Controllo della temperatura

Le temperature nellarmadio di comando possono venire sorvegliate. Se le temperature


superano un determinato valore--limite, il comando viene disattivato.
2.5.7

Funzione uomo morto

Tutte le movimentazioni assi si possono eseguire manualmente a velocit ridotta con


il modo Test. Lesecuzione del programma pu avere luogo solo mantenendo premuto
il tasto START. Se il tasto viene lasciato, la macchina sarresta. Il proseguimento possibile soltanto ripremendo il tasto START.

2.8

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.5.8

Altri dispositivi di sicurezza

--Interruttore uomo morto sulla tastiera del pannello di controllo


--Selezione Hardware modo di lavoro
--Connessione per un dispositivo di protezione esterno
--Interruttore a chiave
2.5.9

Funzioni di sicurezza del comando

Queste funzioni di sicurezza si riferiscono a :


--Grandezze di movimento
--Traiettoria, posizione
--Limite campo di lavoro
--Hardware del comando
--Apparecchi periferici e trasmissione di dati ad essi riferiti
--Comando sul pannello di controllo
--Programmazione, organizzazione del programma, svolgimento del programma
--Affidabilit dei parametri macchina e dei dati utente
Per una descrizione pi precisa dei settori menzionati, consultare il manuale operativo.
2.6

Dispositivo di libera movimentazione degli assi manuale.

Con questo dispositivo si possono muovere meccanicamente gli assi della macchina,
in caso di guasto attraverso gli innesti sugli assi e la chiave di corredo. Esso previsto
esclusivamente per casi demergenza.
Luso del dispositivo di libera rotazione degli assi consentito soltanto se linterruttore principale dellarmadio di comando della macchina si trova in posizione OFF ed stato assicurato contro la possibilit dattivazione abusiva o involontaria da parte di terzi.

ATTENZIONE!

Se un asse della macchina stato mosso con il


dispositivo di libera rotazione si devono regolare di
nuovo tutti gli assi (azzeramento assi).

Montando il dispositivo di libera rotazione (leva o con chiave) sullasse della trasmissione (togliere il cappuccio/tappo di protezione!), lasse pu venire azionato. Allo scopo
si deve superare la resistenza del freno meccanico del motore ed eventualmente carichi
supplementari dellasse.
I motori possono raggiungere durante lesercizio temperature che
possono causare bruciature della pelle, prendere perci le misure
protettive del caso .

2.9

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.7

PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE DELLIMPIANTO

Nella progettazione e costruzione dellimpianto osservare le seguenti misure di sicurezza :


2.7.1

Fondazione e sottostruttura

Assicurarsi che le dimensioni e la qualit della fondazione e della sottostruttura soffitto


corrispondano alle specifiche BERCO. Non sono permesse differenze nelle dimensioni
e nello standard di qualit.
2.7.2

Carichi della macchina

Verificare che i momenti, le accelerazioni, i pesi e le sollecitazioni meccaniche oppure


ambientali previste nel campo di applicazione, rimangono nei limiti ammissibili.
2.7.3

Note sulle zone di sicurezza e di lavoro

Limitare al minimo le zone di sicurezza e di lavoro. Le zone di sicurezza devono essere


conformi alle esigenze di sicurezza, cio dovranno escludere assolutamente pericoli di
danni a persone ed allequipaggiamento.
Le zone di pericolo, cio le zone entro le quali si muovono gli assi della macchina e zone
adiacenti alla macchina devono essere chiaramente delimitate.
2.7.4

Cambio degli utensili

Per il cambio degli utensili sono previste posizioni di smontaggio. Dette posizioni
devono essere accessibili alloperatore allesterno della zona di pericolo.
2.7.5

Caratteristiche dellinterfaccia

La tensione ed il carico duscita di tutti i segnali di comando della macchina devono rimanere nel limite dei valori ammissibili.
2.7.6

Circuito darresto demergenza (EN ISO 18350)

E della massima importanza controllare regolarmente i dispositivi darresto demergenza.


2.7.7

Norme di sicurezza

Prima dellinstallazione della macchina verificare lintero impianto per accertarsi che
siano state soddisfatte le prescrizioni di sicurezza dellutente, le regole generali antinfortunistiche e quelle delle associazioni professionali.
Osservare il paragrafo 2 . 8 . 9
2.8

INSTALLAZIONE, ESERCIZIO, ALTRI LAVORI


Protezione personale. Tutte le persone agenti nella zona di pericolo
della macchina devono indossare vestiario di protezione. Particolarmente importanti sono scarpe di sicurezza e indumenti aderenti. Inoltre si devono osservare le regole delle associazioni professionali.
I motori della macchina possono raggiungere temperature desercizio che possono provocare bruciature. E permesso eseguire lavori
in queste parti della macchina soltanto dopo che si sono sufficientemente raffreddate.

2 . 10

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.8.1

Condizioni dallacciamento alla rete

Per lallacciamento alla rete si devono osservare le condizioni indicate nellapposito


paragrafo nel manuale per luso e la manutenzione concernenti i fusibili, la tensione e
la frequenza. Inoltre si devono osservare le regole vigenti dellimpresa erogatrice
dellenergia elettrica competente.
2.8.2

Trasporto

Per il trasporto della macchina si devono osservare le posizioni di trasporto prescritte.


In caso di sostituzione di parti singole e di componenti di grandi dimensioni della macchina, fissarli ed assicurarli accuratamente ai mezzi di sollevamento, in modo da non
incorrere alcun pericolo. E permesso esclusivamente limpiego di mezzi di sollevamento e di imbragatura in perfette condizioni tecniche e di portata sufficiente.

Non intrattenersi o lavorare sotto carichi sospesi.

Incaricare dellimbragatura di carichi e della segnalazione di manovra ai conducenti


della gru, soltanto persone esperte in materia. Il segnalatore deve essere in contatto
visivo ed acustico con loperatore.
2.8.3

Protezione dai raggi UV e dalla sporcizia

ATTENZIONE!

2.8.4

Durante linstallazione del comando della macchina non


devono avere luogo lavori di saldatura nelle immediate
vicinanze dellarmadio di comando aperto, poich i raggi
ultravioletti potrebbero danneggiare lapparecchiatura
elettrica. Si deve assolutamente evitare la penetrazione
di trucioli, acqua, polvere nellarmadio di comando. Controllare periodicamente i filtri di depurazione dellaria
posti sullarmadio elettrico.

Messa in servizio

Prima di mettere in servizio la macchina verificare che tutti i dispositivi di protezione, i


finecorsa e tutti gli altri equipaggiamenti di protezione siano stati installati e funzionino
correttamente. Controllare tutti gli elementi del sistema (macchina ed apparecchiatura
elettrica) per accertarsi dellassenza di eventuali corpi estranei. Durante la messa in servizio della macchina nessuna persona o nessun oggetto deve trovarsi nella zona di pericolo (zona di lavoro della macchina). Alla prima messa in servizio, accertarsi che siano
stati introdotti i correnti parametri di macchina.
2.8.5

Sotfware (se presente)

ATTENZIONE!

Per il calcolatore del comando stato sviluppato un software speciale. Il software rileva la maggior parte di errori
dimmissione e di comando. Per il resto consultare la
documentazione del manuale duso.

2 . 11

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.8.6

Esercizio

Durante il funzionamento della macchina, si devono osservare tutte le regole di sicurezza. Non permesso modificare i dispositivi di sicurezza ed effettuare cambiamenti
delle misure di protezione. In caso di guasti arrestare immediatamente la macchina e
riavviarla soltanto dopo leliminazione del guasto. Inoltre chiudere a chiave la macchina
per impedirne lavvio da parte di persone non autorizzate e prevenire tutti i pericoli possibili per persone e danni per lequipaggiamento. Notare ogni guasto e ricercarne lorigine.
Verificare almeno ogni turno di lavoro se la macchina presenta danni o difetti visibili.
Segnalare immediatamente agli uffici o alle persone competenti qualsiasi cambiamento
anche desercizio, avvenuto nel sistema della macchina. Arrestare immediatamente la
macchina ed impedirne lavvio da parte di persone non autorizzate.
2.8.7

Messa fuori servizio della macchina

Prima di eseguire i lavori di sostituzione, regolazione, manutenzione e riparazione, mettere sempre la macchina fuori servizio ed assicurarla contro la possibilit di avvio da
parte di persone non autorizzate (lucchetti, interruttori a chiave). Se per determinati
lavori assolutamente necessario che la macchina esegua movimenti, osservare particolarmente quanto citato nel paragrafo 2 . 4di questo manuale.
2.8.8

Diverse

Riavvitare strettamente in conformit alle prescrizioni tutte le viti svitate per lesecuzione
di lavori di manutenzione e riparazione.
Se si devono eseguire ad altezza superiore a quella del proprio corpo, fare uso di mezzi
di salita e di piattaforme di lavoro sicure. E vietato usare la macchina e larmadio di
comando come mezzo di salita.
Provvedere allo smaltimento sicuro e conforme alla protezione dellambiente di mezzi
diesercizio e materiali ausiliari nonch di parti sostituite.
2.8.9

Istruzioni di sicurezza

Il personale incaricato dei lavori di installazione, sostituzione, regolazione, comando,


manutenzione e riparazione, prima dellinizio dei lavori deve ricevere istruzioni concernente il genere e lentit dei lavori da eseguire nonch i possibili pericoli. Il contenuto
e lentit delle istruzioni impartite, devono venire registrati.
Il personale menzionato deve ricevere ogni sei mesi oralmente ed ogni due per iscritto,
istruzioni concernenti losservanza dei regolamenti e delle precauzioni di sicurezza.
Queste istruzioni possono essere impartite dagli addetti alla sicurezza (utente) e/oppure nellambito di un corso di formazione professionale tenuto dalla BERCO. Istruzioni
devono inoltre venire impartite dopo avvenimenti particolari e modifiche tecniche.

2 . 12

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2.9

CONTRASSEGNI DI SICUREZZA

2.9.1

Generalit

Sulla macchina sullarmadio di comando e dentro di esso sono apposti la targhetta dati
macchina, indicazioni di pericolo e simboli concernenti la sicurezza. I cavi di collegamento tra la macchina e larmadio di comando sono dotati di targhette didentificazione
ed, in parte anche di contrassegni di posizione.
Tutte le targhette, le indicazioni, i simboli e i contrassegni sono parte della macchina,
rilevanti per la sicurezza. Essi devono rimanere ben visibili e ben fissati, nel punto prestabilito per tutta la durata di vita della rispettiva macchina e dellarmadio di comando.
E vietato rimuovere, coprire con adesivi, verniciare oppure rendere
irriconoscibili in un altro modo,
targhette dati macchina,
indicazioni di pericolo,
simboli di sicurezza,
targhette di identificazione e contrassegni dei cavi.
2.9.2

Macchina

Vedere capitolo Installazione della macchina


2.9.3

Armadio di comando

Cartelli e indicazioni applicati sullarmadio e dentro larmadio, vedere capitolo Installazione della macchina.
Attenzione al simbolo
Conduttore di messa a terra
Sigla PE
2 . 10

RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI DA OSSERVARE NELLE DIVERSE


FASI DI UTILIZZO DELLA MACCHINA AI FINI DELLA SICUREZZA

La sicurezza sul lavoro di vitale importanza ed occorre valutare con la massima attenzione gli effetti positivi che ne derivano in rapporto allinvestimento effettuato .
Per far si che un programma di sicurezza sia coronato da successo tutti gli enti competenti, management, personale di manutenzione, preparatori e operatori devono collaborare. Ognuno deve avere come obiettivo la prevenzione degli infortuni, indipendentemente dalla posizione o dalla competenza.
Lavoro sicuro significa lavoro economico. Un sistema di sicurezza seguito in modo conseguente aiuta evitare lesioni al personale tecnico ed inoltre contribuisce a proteggere
costose attrezzature di macchine.
Le condizioni di lavoro, per quanto riguarda la sicurezza, vanno verificate periodicamente, tenendo anche conto che tali condizioni possono mutare nel tempo ed occorre
quindi ripristinarle nel momento in cui vengono a mancare.
Va intrapreso ogni sforzo per mantenere in condizioni di massima sicurezza possibile
la vostra macchina BERCO
Unattenzione del tutto particolare dovrebbe essere data alle coperture di sicurezza.

2 . 13

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
Le istruzioni che seguono vanno considerate come direttive generali per uso e manutenzione sicure. Dovrebbero essere prese in considerazione e seguite anche le relative
direttive di sicurezza.
2 . 11

SICUREZZA DURANTE LA PREPARAZIONE E LUSO

Gli utilizzatori giornalieri della macchina devono essere addestrati allutilizzo degli elementi di manovra, dei dispositivi di sicurezza ed all uso generale. Le direttive di sicurezza che seguono valgono per la preparazione e luso della macchina BERCO. Queste
istruzioni dovrebbero essere integrate dalle prescrizioni generali di sicurezza obbligatorie in officina dellutilizzatore.
Ci significa che la macchina deve essere preparata, utilizzata e sottoposta a
manutenzione solo da personale addestrato .
2 . 12

PRIMA DELLA MESSA IN FUNZIONE

a ) Le istruzioni sulluso dovrebbero essere lette con cura prima di preparare o mettere
in funzione la macchina, La mancata osservazione del modo di procedere indicato
pu avere come conseguenza lesioni del personale di servizio e/o grave danneggiamento della macchina .
b ) Non tentare mai di far funzionare o regolare la macchina senza cognizioni od istruzioni precise.
c ) Assicurarsi che tutte le protezioni e dispositivi di protezione siano funzionanti e siano
correttamente posizionati .
d ) Togliere tutti gli utensili, scale od apparecchi ausiliari che vengono utilizzati dal personale di manutenzione.
e ) Assicurarsi che non siano stati dimenticati sulla macchina utensili, dadi e viti od altri
particolari.
f ) Assicurarsi che tutte le superfici della macchina siano esenti da liquidi infiammabili.
2 . 13

PREPARAZIONE DELLA MACCHINA

a ) Durante la preparazione pu accadere che sia necessario aprire dispositivi di sicurezza. In questo caso occorre la massima attenzione nelluso di utensili od altri particolari mobili.
b ) Assicurarsi che tutti i dispositivi di sicurezza al termine della preparazione siano stati
correttamente riposizionati e funzionanti.
c ) In nessun caso posare utensili e chiavi nella zona di lavoro o nel raggio di azione di
parti rotanti.
d ) Prima di effettuare il cambio degli utensili, degli organi di presa e del pezzo in lavorazione, assicurarsi che tutte le parti rotanti siano ferme.
e ) Non usare mai il fine corsa di emergenza come limitazione del lavoro.
f ) Durante la sostituzione degli utensili e degli organi di presa, verificarne la pulizia .
g ) Non effettuare mai operazioni di controllo sui pezzi in lavorazione automatica.

2 . 14

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2 . 14

SICUREZZA DEL LAVORO

a ) Non togliere dalla macchina alcuna targhetta di istruzioni o di avviso di pericolo.


b ) Non utilizzare la macchina con protezioni e/o dispositivi di sicurezza rimossi .
c ) In caso di arresto della macchina a causa del sovraccarico eliminare prima della
rimessa in funzione la causa dellarresto.
d ) Rumorosit anormali della macchina possono essere indice di mal funzionamento.
Occorre intervenire immediatamente per eliminare il difetto .
e ) Usare prudenza nel manipolare pezzi, le lavorazioni possono produrre spigoli estremamente taglienti e possono sviluppare calore.
f ) Non frenare mai con le mani parti di macchina rotanti.
g ) Non portare monili, scialli od abbigliamento non aderente.
h ) In ogni caso utilizzare i mezzi di protezione individuale (es. occhiali, guanti, scarpe,
etc. ).
2 . 15

MANUTENZIONE

Una perfetta manutenzione, effettuata in modo regolare, importante per un perfetto


programma di sicurezza. Prima che vengano effettuati i lavori di manutenzione Voi
dovreste conoscere in modo perfetto la macchina BERCO sotto tutti i punti di vista
(dispositivi di comando, dispositivi di sicurezza e modalit di impiego) . Poich i lavori
di manutenzione spesso vengono effettuati senza dispositivi di sicurezza e coperture
di protezione, questo lavoro deve essere eseguito in ogni caso con cura e prudenza da
personale qualificato .
2 . 16

MACCHINA

a ) Utilizzare per uneventuale riparazione solo pezzi di ricambio BERCO originali.


Lomissione pu creare condizioni di lavoro non sicure e rendere inefficace la garanzia.
b ) Disinserire e bloccare lerogazione denergia elettrica prima che vengano eseguiti
i lavori di manutenzione.Assicurarsi che nessuno possa inserire involontariamente
la linea per lerogazione denergia elettrica. Segnalare che la macchina in manutenzione .
c ) Durante i lavori di manutenzione accade che devono essere tolti dispositivi di sicurezza e lamiere di protezione. Assicurarsi che tutti i dispositivi di sicurezza vengano
nuovamente montati correttamente !
d ) Non usare utensili a mano usurati o difettosi, o comunque non idonei al lavoro da
eseguire .
e ) Durante i lavori di manutenzione sulla macchina occorre assicurarsi che non penetri
sporcizia allinterno della macchina.
f ) Tutti gli apparecchi di sollevamento devono essere in buono stato di conservazione.
g ) Non sovraccaricare gru ed apparecchi di sollevamento. Fissare correttamente funi
o catene al gancio della gru. Assicurarsi che non vi siano persone sotto carichi
sospesi.
h ) Non impiegare aria compressa per la pulizia della macchina. Utilizzare un aspirapolvere industriale.

2 . 15

BERCO S.p.A

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA

COPPARO (FERRARA)
2 . 17

SISTEMA ELETTRICO

Lapertura di un impianto elettrico (scatola, apertura di porte, asportazione di


coperchi, sportellini e simili) tramite chiave od utensile permessa solo a personale specializzato nel settore.
a ) Disinserire e bloccare lerogazione denergia elettrica prima che vengano eseguiti
lavori di manutenzione.
b ) Permettere solo ad elettricisti qualificati laccesso allimpianto elettrico della macchina od al comando.
c ) Ogni aggiunta o variazione non autorizzate sullimpianto della macchina pu rendere
non valida la garanzia ed avere come risultato impreviste commutazioni errate.

DA OSSERVARE IN MODO FONDAMENTALE!


Non modificare i parametri di funzionamento della macchina .
2 . 18

RIMESSA IN FUNZIONE DOPO MANUTENZIONE,RIPARAZIONE ECC.

a ) Togliere dalla macchina tutti gli utensili, nonch dispositivi ausiliari e di riparazione.
b ) Assicurarsi che tutte le viti e parti di fissaggio siano state serrate.
c ) Assicurarsi che tutte le linee di alimentazione siano collegate e gli utensili siano stati
tolti dagli armadi dellimpianto elettrico.
d ) Verificare il corretto posizionamento e funzionamento di tutti i dispositivi di sicurezza.
e ) Verificare il livello dellolio dellimpianto di lubrificazione, del gruppo idraulico ecc.
f ) Assicurarsi che nessuna persona si trovi nel campo di lavoro della macchina, prima
che la stessa venga avviata.
g ) Effettuare preventivamente i movimenti fondamentali della macchina in modo da
verificare che non vi siano ostacoli .
h ) Osservare per un periodo sufficientemente lungo le operazioni della macchina, in
modo da essere sicuri che la stessa nonch i dispositivi ausiliari funzionino in modo
perfetto.
i ) Pulire dal grasso e dall olio la macchina e lambiente circostante .

2 . 16

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 3
Caratteristiche principali della
macchina e dati tecnici

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

DESCRIZIONE DELLA MACCHINA

La macchina SM2000 una spianatrice per teste e blocchi cilindri motore.


La spianatrice SM2000 stata espressamente progettata e disegnata per eseguire
esclusivamente le operazioni di spianatura di monoblocchi, teste cilindri nonch dei particolari indicati negli esempi riportati nel capitolo Indice delle figure.
La macchina pu essere utilizzata esclusivamente per la lavorazione di asportazione
di truciolo mediante luso di utensili appositamente disegnati dal costruttore. Le caratteristiche di questi ultimi sono indicati nel paragrafo 3 . 10a pag. 3 . 21 CARATTERISTICHE DEGLI UTENSILI UTILIZZABILI.
Luso della macchina per lesecuzione di lavorazioni diverse da quelle descritte in questo paragrafo sono da considerarsi USO IMPROPRIO DELLA MACCHINA
3.1.1

USO IMPROPRIO DELLA MACCHINA

Vengono considerate USO IMPROPRIO DELLA MACCHINA tutte le operazioni descritte qui di seguito:
S

Uso della macchina allaperto e alle intemperie, in luoghi umidi, polverosi e senza
ricambio daria;

Esclusione, con qualsiasi mezzo, delle sicurezze che disabilitano le protezioni.

Spianatura di particolari tenuti in mano

Spianatura di particolari fissati con dispositivi non in dotazione alla macchina.

Spianatura di particolari fissati con dispositivi che non siano quelli consigliati dal costruttore.

Uso di utensili differenti da quelli prescritti dal costruttore (es. alesatori, punte per forare, frese non in dotazione...)

Lavorazione di particolari di materiale diverso da ghisa e/o acciaio o alluminio (rame


e sue leghe, leghe al magnesio, materie plastiche, ecc....)

Lavorazione di rettifica mediante mole.

Uso di olio intero per la lubrorefrigerazione del pezzo. La macchina NON DOTATA
DI DISPOSITIVO ANTINCENDIO.

Uso di qualsiasi lubrorefrigerante.

Utilizzo della macchina in ambiente esplosivo. Verificare a tal riguardo la normativa


riguardo gli ambienti del tipo sopracitato. Se il proprio ambiente di lavoro rientra nella
categoria con pericolo di esplosione NON INSTALLARVI ASSOLUTAMENTE LA
MACCHINA.

IL COSTRUTTORE DECLINA OGNI RESPONSABILIT PER I


DANNI SUBITI DALLA MACCHINA O DALLOPERATORE, SE
DOVUTI A NEGLIGENZA O ALLUSO IMPROPRIO DELLA
MACCHINA.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.2

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
3.2

CARATTERISTICHE GEOMETRICHE E CAPACIT DELLA MACCHINA


DATI TECNICI

UNIT

VALORE

Corsa max. automatica della tavola

mm

2000

Corsa verticale della testa

mm

1000

Larghezza max. rettificabile

mm

450

Lunghezza max. rettificabile (largh. piano 350mm)

mm

1900

Superficie utile del piano della tavola

mm

1880x406

Distanza min./max. fra piano tavola e fresa.

mm

0980

Distanza fra colonna e centro tavola

mm

420

Diametro fresa.

mm

406

Velocit di rotazione mandrino.

giri/min

7001400

Velocit di avanzamento rapido della testa

mm/min

650

Velocit min./max. di avanzamento della tavola

mm/min

04000

Velocit di avanzamento rapido della tavola

mm/min

3000

Motore comando albero mandrino

kW

11

Motore comando avanzamento testa

kW

0,24

Motore comando avanzamento tavola

kW

0,24

CAPACIT DI LAVORO

CARATTERISTICHE GEOMETRICHE

VELOCIT ED AVANZAMENTI

POTENZE MOTORI (*)

La macchina deve essere alimentata alla tensione e frequenza stampate sulla targhetta
posta sul quadro di controllo.
1.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.3

mm
mm
kg
kg

Altezza

larghezza accesso alla tavola (con porte completamente aperte)

Peso approssimato, senza imballo

Peso approssimato, con imballo marittimo

Da matricola n. 101B

A10A46901 Rev.00 0409

3.4

NB:Misure, pesi ed esecuzioni senza impegno, con riserva di modifiche. I dati relativi alla potenza dei motori si intendono per frequenza di 50 Hz.

mm

Profondit

UNIT
mm

DIMENSIONI E PESI

DATI TECNICI

5110

2256

SM 2000A -- SPIANATRICE PER TESTATE


E GRUPPI CILINDRI

ISTRUZIONI PER LUSO

Lunghezza (con porte aperte)

1022

COPPARO (FERRARA)

BERCO S.p.A

3450

2820

2256

2640

1022

5110

VALORE

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
3.3

PROVA DI RUMOROSIT DELLA MACCHINA

stata eseguita la prova di rumorosit della macchina a vuoto, nelle condizioni descritte
qui di seguito:
Ai sensi dellarticolo 1.7.4, comma f della direttiva macchine 98/37 (Paragrafo 6.5.1 punto c della EN ISO 12100-- 2), vengono indicate nella tabella sottostante i livelli di rumore
aereo prodotto dalla macchina. Il fonometro stato posto ad una distanza di 1 m dalla
macchina ed ad unaltezza da terra di 1,60m.
FONOMETRIA
Apparecchio di misura

Brel & Kjr 2238


+ microfono 4188

Spazio utilizzato

m3

--

Rumore di fondo

dB

58,5

Altezza da terra

mm

1600

C
D

A
Posizione fonometro

Valore misurato

A
B
C
D
TABELLA VALORI MISURATI
NOTA: Essendo i valori misurati inferiori a 75 db (A) non sono indispensabili i dispositivi di protezione individuali (cuffie); tuttavia si consiglia di misurare le
emissioni di rumore delle eventuali macchine poste nelle vicinanze, o del rumore
di fondo dellofficina, e di adottare quindi tutte le misure necessarie alla salvaguardia della salute del personale. Lutilizzatore NON ESENTATO dalla misurazione del rumore aereo prodotto dalla macchina nelle sue reali condizioni di utilizzo. Il costruttore NON RISPONDE di eventuali pendenze legali dovute alla
inadempienza dellutilizzatore in materia di leggi locali sulla salvaguardia della
salute del personale sul posto di lavoro
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

3.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.4

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

PLANIMETRIA DEI COMPONENTI DI SICUREZZA

Gli obbiettivi di sicurezza sono stati raggiunti dal costruttore della macchina tramite:
S

provvedimenti costruttivi

istruzione del personale utilizzatore sotto forma di avvertimenti su targhette e cartelli


applicati alla macchina

In planimetria sono rappresentati tutti i dispositivi di protezione e gli avvertimenti applicati alla macchina.
La macchina pu essere messa in funzione solamente se vengono soddisfatte le seguenti condizioni:
S

il personale utilizzatore deve essere addestrato e deve aver letto almeno una volta
il manuale duso della macchina ed in particolare il capitolo INDICAZIONI PER LA
SICUREZZA

i dispositivi di sicurezza devono essere montati e devono essere in grado di compiere ampiamente le loro funzioni.

i cartelli davvertimento devono essere montati sulla macchina e devono essere ben
leggibili

tutti i cartelli e le targhette di avvertimento, se logorati, devono essere immediatamente sostituiti. La richiesta di cartelli nuovi deve essere inoltrata al costruttore indicando il numero di identificazione illustrato nelle figure del paragrafo POSIZIONE
DELLE TARGHETTE DI SICUREZZA E DI IDENTIFICAZIONE

LEGGERE IL MANUALE DI ISTRUZIONI


DELLA MACCHINA PRIMA DELLA MESSA
IN FUNZIONE DELLA STESSA. LEGGERE
ATTENTAMENTE IL CAPITOLO: INDICAZIONI PER LA SICUREZZA
Prestare la massima attenzione ai cartelli dei dispositivi di sicurezza.
NON SMONTARE ASSOLUTAMENTE ALCUN CARTELLO O TARGHETTA DALLA MACCHINA.
CONTROLLARE PERIODICAMENTE ED EVENTUALMENTE RIPARARE I SISTEMI DI SICUREZZA DELLA MACCHINA. ESSI DEVONO ESSERE SEMPRE EFFICIENTI ED IN FUNZIONE.

CARTELLI DAVVERTIMENTO LOGORATI E/O ILLEGGIBILI DEVONO


ESSERE IMMEDIATAMENTE SOSTITUITI.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.5

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

DISPOSITIVI PER LA SICUREZZA

La macchina dotata di dispositivi di sicurezza atti a proteggere loperatore e la macchina stessa.


Tali dispositivi comprendono interblocchi di sicurezza e interruttori di sicurezza, nonch
di sportelli di protezione.
3.5.1

POSIZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA DELLA MACCHINA

02
01

03
04
severamente vietato rimuovere le protezioni ed i dispositivi di sicurezza. Ogni manomissione che abbia come scopo leliminazione totale o anche parziale dei dispositivi di sicurezza comporta la piena responsabilit civile e penale per i danni provocati alle persone e/o alle
cose in caso di guasto o rottura degli utensili.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 . 5 . 1 . 1 DENOMINAZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA


N.

Denominazione

Funzione

01 Sportelli di protezione fron- Queste porte proteggono loperatore dalla possibile proietali
zione di frammenti di mola, di utensile o del pezzo in lavorazione e da spruzzi di lubrorefrigerante.
02 Interblocco porte scorrevoli Questo interblocco impedisce lapertura delle porte scorfrontali.
revoli anteriori quando la mola in rotazione.
03 Spia consenso apertura Questa spia si accende solamente dopo il comleto arresto
porte scorrevoli frontali
della rotazione della fresa, consentendo quindi lapertura
delle porte scorrevoli frontali.
04 Pulsante di emergenza

l pulsante di emergenza (vedi figura a lato) consente in caso di guasti, rottura di utensili, collisioni ecc.. di bloccare le
funzioni della macchina.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.8

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.6

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

DESCRIZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA

3.6.1

PORTE SCORREVOLI FRONTALI

La macchina provvista di protezioni costituite da due porte scorrevoli dotate di dispositivo di interblocco. Quando lalbero mandrino ruota, esse vengono bloccate impedendo
cos qualsiasi operazione di apertura accidentale. Sulla macchina stato installato un
temporizzatore che, dopo il comando di arresto della rotazione del mandrino, consente
lapertura delle porte solamente a mola ferma.

3.6.2

PULSANTE DI EMERGENZA (Fungiforme)

l pulsante di emergenza (vedi figura


a lato) consente in caso di guasti,
rottura di utensili, collisioni ecc.. di
bloccare le funzioni della macchina.
Per riavviare questultima necessario disarmare il fungo di emergenza e ripetere la lavorazione in corso.

ATTENZIONE!

I pulsante di emergenza deve essere premuto anche durante le fasi di attrezzaggio della macchina nonch durante le operazioni di fissaggio del pezzo da lavorare alla
tavola.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3.9

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
3.7

POSIZIONE DELLE TARGHETTE DI SICUREZZA E DI IDENTIFICAZIONE

3.7.1

POSIZIONE DELLE TARGHE DI SICUREZZA SU CARTERATURA E BASE

03

04

02
01

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 10

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.7.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

POSIZIONE DELLE TARGHE DI SICUREZZA SU PARTE POSTERIORE

05

06
07

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 11

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
3.8

DENOMINAZIONE DELLE TARGHE APPLICATE ALLA MACCHINA

N.

Figura

Descrizione

01
BERCO S.p.A.
COPPARO (FERRARA) ITALY

TIPO
Type
ANNO
Year

Questa targa riporta i datimacchina: nome, numero di matricola,


anno di costruzione, massa.

N
MASSA
Mass

Targa IDENTIFICAZIONE della


macchina.

kg

02

Targa UCIMU.
Questa targa indica lappartenenza della azienda costruttrice
allUnione Italiana Costruttori
Macchine Utensili.

03

-- Targa con marchio di fabbrica

04

Targa di AVVERTENZE generali

AVVERTENZE
LEGGERE ATTENTAMENTE IL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE PRIMA DI METTERE IN
FUNZIONE LA MACCHINA
NON LAVORARE CON SCHERMI E/O DISPOSITIVI RIMOSSI
ASSICURARSI DEL COLLEGAMENTO ELETTRICO A TERRA
USARE INDUMENTI STRETTI AI POLSI E PRIVI DI PARTI NON CONFINATE: NON INDOSSARE
ANELLI, OROLOGI, BRACCIALETTI, ECC.

Targa che indica l principali punti


da seguire per la conduzione
della macchina in sicurezza

USARE VISIERA O OCCHIALI DI PROTEZIONE


NON INTERVENIRE SU ORGANI IN MOTO PER OPERAZIONI DI REGISTRAZIONE O RIPARAZIONE
PRIMA DI EFFETTUARE LA PULIZIA NELLA ZONA DI LAVORO, FERMARE LA MACCHINA.
TENERE IL PAVIMENTO ATTORNO ALLA MACCHINA LIBERO DA OSTACOLI E PULITO DA
OLII, GRASSI E RESIDUI DI LAVORAZIONE, PER EVITARE RISCHI DI SCIVOLAMENTO.
ASSICURARSI CHE IL PEZZO IN LAVORO SIA ACCURATAMENTE BLOCCATO PRIMA DI
INIZIARE QUALUNQUE LAVORAZIONE

05

Targa identificazione
elettrico.

armadio

Questa targa contiene le informazioni relative al codice dellimpianto e dellarmadio elettrico.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 12

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
N.

Figura

Descrizione

06

Targa PERICOLO FOLGORAZIONE

Targa che indica alloperatore la


presenza di tensione sulle parti
elettriche della macchina.

Hz

07

Targa ATTENZIONE presenza


tensione nellarmadio elettrico.
ATTENZIONE

Questa targa avverte loperatore


del pericolo di folgorazione in
caso di intervento sulle parti elettriche della macchina se non vengono rispettate le condizioni di
sicurezza

E VIETATO ESEGUIRE LAVORI SU


APPARECCHIATURE ELETTRICHE SOTTO TENSIONE
EVENTUALI DEROGHE DEVONO ESSERE AUTORIZZATE DAL
CAPO RESPONSABILE
IN CONDIZIONI DI PARTICOLARE PERICOLO DEVE ESSERE
PRESENTE UNALTRA PERSONA
INIZIARE I LAVORI SOLO DA AVVENUTA
ATTUAZIONE DELLE MISURE DI SICUREZZA
in ottemperanza al D.P.R. 547 relativo alla prevenzione infortuni

severamente vietato rimuovere le protezioni, le targhe ed i dispositivi di sicurezza. Ogni manomissione che abbia come scopo leliminazione totale o anche parziale dei dispositivi di sicurezza comporta
la piena responsabilit civile e penale per i danni provocati alle persone e/o alle cose in caso di guasto o rottura degli utensili.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 13

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.9

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

ELEMENTI CHE COSTITUISCONO LA MACCHINA

Questo paragrafo indica la denominazione, le funzioni e lubicazione dei principali componenti della macchina.
3.9.1

ELEMENTI PRINCIPALI DELLA MACCHINA (Vista di fronte)

La figura seguente indica la posizione dei principali componenti nella vista frontale della
macchina.
03

01
02
N.

Denominazione

01 Scatola dei comandi

N.

02 Basamento e tavola

03 Testa portafresa

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

Denominazione

3 . 14

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 . 9 . 1 . 1 SCATOLA DEI COMANDI

La scatola dei comandi costituita


da una consolle sulla quale fissato
il pannello dei comandi--

3 . 9 . 1 . 1 . 1 DESCRIZIONE DEI SINGOLI COMANDI


Il pannello dei comandi della SM1000/1300A illustrato nella figura sotto:

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 15

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
S

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

DESCRIZIONE DEI SINGOLI COMANDI

Fungo di emergenza: dispositivo elettromeccanico a


norma EN 60204-- 1 per la segnalazione dello stato di
emergenza. Quando il fungo premuto, viene sezionato
il collegamento di potenza allalimentatore degli azionamenti, mentre gli stessi vengono posti nello stato di emergenza.

Spia presenza rete. Se accesa, indica che c tensione


sugli azionementi della macchina.

Selettore luminoso verde per lavvio e larresto della


rotazione testa portadisco portasegmenti: Questo selettore permette di avviare o arrestare la rotazione della testa portadisco portasegmenti. Se ruotato in posizione I la
rotazione viene avviata, se invece ruotato in posizione
0 la rotazione viene arrestata.

Spia avvertimento protezioni aperte. Questa spia (gialla) si accende quando possibile aprire la protezione frontale. Questo per consentire larresto della rotazione del disco portasegmenti.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 16

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Pannellino per la programmazione. Mediante questo pannello possibile programmare i cicli di spianatura.

tasti funzionali (F1 .. F5): il loro significato cambia a seconda della pagina visualizzata, in base alla descrizione
testuale ad essi associata;
Tasti movimento manuale asse X: spostano lasse X in direzione positiva, o con una velocit continua (rapido o lento), o di un incremento prefissato (0.01 o 0.1 mm), a seconda della modalit impostata con i tasti funzionali (jog lento, jog rapido, incr. 0.01 o incr. 0.10).

Tasti movimento asse X: come sopra, ma per lasse Z.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 17

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Memorizzazione delle quote di inizio ciclo, rispettivamente


per asse X e Z. Una volta premuto uno dei due tasti, per 1.5
secondi viene visualizzato un messaggio di conferma di
avvenuta memorizzazione.

Azzeramento assi: dapprima lasse Z sale fino al raggiungimento della camma di zero, poi lasse X (tavola) si sposta
verso sinistra fino a premere la camma relativa.
Start rotazione mandrino. Il mandrino parte solo a protezioni chiuse.
Stop rotazione mandrino. A mandrino fermo, si accende la
lampada di protezioni sbloccate. Nelle fasi di immissione
dati, espleta la funzione del tasto -- (meno).
Pulsante di start ciclo: se premuto a macchina ferma, fa avviare il ciclo per il numero di ripetizioni impostate. Se premuto dopo interruzione del ciclo automatico in corso, fa ripartire il ciclo dalla ripetizione successiva a quella in cui il
ciclo era stato interrotto.
Pulsante di stop ciclo: arresta immediatamente il ciclo in
corso, ed effettua il reset di tutte le memorie interne al controllo numerico. Fa arrestare il mandrino e riporta la macchina in modo manuale.
Pulsante di interruzione ciclo: se premuto a ciclo in corso,
fa sollevare la testa, riporta la tavola alla quota di disimpegno, e ferma il mandrino. Al termine di questa sequenza le
protezioni possono esser aperte, gli assi possono esser
mossi in modo manuale, e viene visualizzata, nel riquadro
in alto a destra della pagina di programmazione ciclo, lindicazione interr., ossia ciclo interrotto.
Pulsante di restart ciclo: attivo solo a ciclo interrotto. Fa ripartire il ciclo, dalla quota X di iniziociclo, ripetendo la passata che era stata interrotta.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 18

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 . 9 . 1 . 2 BASAMENTO E TAVOLA
Il basamento della macchina ha le
guide, una piana e laltra prismatica,
lubrificate a rullini per Io scorrimento
della tavola che, a sua volta, offre il
piano di appoggio per il piazzamento
del pezzo da lavorare.
Questo,a seconda delle dimensioni
o forma, potr essere fissato direttamente al piano tavola o su spessori
paralleli, forniti di corredo, oppure
bloccato da piattaforme magnetiche
o piazzamenti speciali che possono
venire forniti a richiesta. Lo spostamento della tavola meccanico ed
ottenuto attraverso il motore 211
(figura a lato)

211

Lampiezza della corsa della tavola


determinata dal valore programmato mediante il pannello di controllo
entro i limiti definiti nel paragrafo
3 . 2 a pagina 3 . 3 Caratteristiche
geometriche e capacit della macchina.
3 . 9 . 1 . 3 TESTA PORTAFRESA

La testa porta fresa mobile sulle


guide della colonna e pu ricevere il
movimento nei due sensi mediante i
pulsanti posti sul pannello di controllo (vedi paragrafo)

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 19

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
3.9.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

ELEMENTI PRINCIPALI DELLA MACCHINA (Vista da dietro)

04

N.

Denominazione

N.

04 Armadio elettrico
3 . 9 . 2 . 1 ARMADIO ELETTRICO

Larmadio elettrico sistemato nella


sezione posteriore della macchina.
Esso comprende i componenti che
costituisco il nucleo elettrico della
macchina.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 20

Denominazione

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 . 10 CARATTERISTICHE DEGLI UTENSILI UTILIZZABILI


Luso di utensili diversi da quelli descritti qui di seguito da considerarsi USO IMPROPRIO DELLA MACCHINA e pertanto tutti i rischi derivanti sono a completo carico dellutilizzatore.
3 . 10 . 1 DISCO FRESA
La macchina viene fornita di una fresa con utensile monotagliente, come illustrato nella
figura sotto:

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

3 . 21

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 4
Trasporto - Sollevamento

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
4.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

GENERALIT

Si raccomanda che queste istruzioni vengano lette attentamente prima del piazzamento
e delluso della macchina.
La conoscenza delle seguenti istruzioni fondamentale
per eseguire correttamente, ed in sicurezza, la posa della
spianatrice STC461.
4.2

TRASPORTO

Usare due fasce della stessa lunghezza, omologate e certificate, che


soddisfino i requisiti di sicurezza, regolati dalle leggi vigenti nel paese di
utilizzazione. Queste fasce NON
fanno parte del corredo della macchina e lutilizzatore si deve quindi
far carico della loro corretta scelta.

LEGGERE ATTENTAMENTE SULLIMBALLO IL VALORE DEL PESO


COMPLESSIVO ED USARE CORDE ED ORGANI DI SOLLEVAMENTO
ADEGUATI.
TUTTE LE OPERAZIONI DI IMBRAGO, SOLLEVAMENTO, TRASPORTO E POSA DELLA MACCHINA DEVONO ESSERE ESEGUITE DA
PERSONALE ESPERTO

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

NON SOSTARE E/O TRANSITARE


SOTTO I CARICHI SOSPESI. DURANTE LE OPERAZIONI DI SOLLEVAMENTO, LA ZONA DI MANOVRA DEVE ESSERE LIBERA DAL
PERSONALE NON STRETTAMENTE COINVOLTO ALLOPERAZIONE SOPRACITATA. ALLOCCORRENZA LOPERAZIONE DI MANOVRA DEVE ESSERE ESEGUITA
DA UNA SECONDA O PI PERSONE, LE QUALI DEVONO FACILITARE LE OPERAZIONI DI MANOVRA, COPRENDO LE ZONE NON
VISIBILI AL MANOVRATORE.

NON ISPEZIONARE LIMBALLO


DURANTE LE OPERAZIONI DI
SOLLEVAMENTO.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.3

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
4.3

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

DISIMBALLO DELLA MACCHINA

Limballo con cui stata protetta la macchina, per assicurarne il trasporto senza danni,
deve essere tolto con cura facendo attenzione a non provocare deformazioni ed ammaccature che possano danneggiare la carrozzeria o addirittura pregiudicare il suo funzionamento. Togliere i blocchi di legno che fissano la macchina alla base dellimballo.
Loperazione di disimballo deve essere eseguita nel rispetto delle norme di sicurezza. Chi esegue queste operazioni deve proteggersi le mani indossando i guanti.

Fare attenzione a non provocare danni, durante loperazione di rimozione dei blocchi di legno che fissano la macchina alla base dellimballo.
Controllare eventuali danni subiti dalla macchina durante il trasporto
e movimentazione e segnalarli immediatamente al costruttore. Il controllo deve essere eseguito anche sulle apparecchiature ausiliarie

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.4

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
4.4

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

SOLLEVAMENTO E POSA DELLA MACCHINA

ATTENZIONE!

loperazione di sollevamento deve essere eseguita dopo


aver aperto completamente le porte scorrevoli frontali.
Lacquisto ed il calcolo delle barre di sollevamento sono
a carico dellutente.

Per poter aprire le porte frontali a


macchina spenta, togliere i tappi posti sulle porte stesse e, con un cacciavite, sbloccare gli interblocchi. A
operazione di posa conclusa, chiudere le porte e ribloccare gli interblocchi.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Sul basamento e sulla colonna della macchina sono state ricavate delle cavit, nelle
quali devono essere inserite due barre piene di acciaio bonificato di diametro minimo
di 68 mm, munite di fermi di sicurezza anti sfilamento alle estremit, che devono sporgere anteriormente dalla sagoma del basamento per un massimo di 500mm per lato.
A queste barre devono essere agganciate quattro fasce di portata sufficiente a sollevare
la macchina. Queste fasce devono infine essere agganciate al gancio di un carroponte
di portata adeguata al peso della macchina.
Le fasce di sollevamento devono infine essere agganciate al gancio di un carroponte
di portata adeguata al peso della macchina
Verificare sulle targhette di identificazione delle funi la loro portata in
riferimento alla combinazione di imbrago. La portata totale minima
non deve essere inferiore al peso della macchina. Le operazioni di
imbrago nonch quelle di sollevamento. trasporto e posa della macchina devono essere eseguite da personale competente (gruisti,
carrellisti). Il costruttore declina ogni responsabilit su danni arrecati a persone o cose, dovuti ad operazioni eseguite da personale incompetente.

ATTENZIONE!

Per evitare di danneggiare la macchina proteggere le zone di contatto tra la fascia e la macchina stessa.
NON SOSTARE assolutamente sotto
i carichi sospesi. Accertarsi che, durante le operazioni di manovra per la
posa della macchina, nessuno si trovi nellimmediata vicinanza della
stessa. Usare guanti di protezione e
calzature di sicurezza per evitare ferite e schiacciamento dei piedi.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Se necessario, loperazione di manovra per la posa della macchina deve essere


seguita da una seconda persona, la quale ha il compito di coprire le zone non visibili al manovratore e dargli le indicazioni corrette.
La figura sotto mostra gli ingombri della macchina in fase di sollevamento.

1022

5110

510
1300

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

4.7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 5
Installazione della macchina

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.1

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
5.1

PULIZIA DELLA MACCHINA.

ATTENZIONE!

Controllare eventuali danni subiti dalla macchina durante il trasporto e movimentazione e segnalarli immediatamente al costruttore. Il controllo deve essere eseguito
anche sulle apparecchiature ausiliarie (Impianto lubrorefrigerante (solo versione G)

Rimuovere gli eventuali elementi dellimballo non ancora rimossi.


DURANTE LE OPERAZIONI DI RIMOZIONE
DELLIMBALLO, INDOSSARE GUANTI ED OCCHIALI.
5.2

PIANTA DI INSTALLAZIONE DELLA MACCHINA.

5.2.1

PREPARAZIONE ALLINSTALLAZIONE

5 . 2 . 1 . 1 REQUISITI AMBIENTALI
1 ) Macchina
Evitare linstallazione della macchina in luoghi particolarmente controindicati, tra i quali:
S

Luoghi esposti alla luce diretta del sole, in prossimit di fonti di calore o soggetti ad
eccessivi sbalzi di temperatura;

Luoghi con elevata umidit;

Luoghi in prossimit di attrezzature che generano vibrazioni;

Terreni a bassa resistenza.

ATTENZIONE!

Se la macchina deve essere comunque installata in prossimit di attrezzature che generano vibrazioni, realizzare
attorno alla base della macchina una fossa di isolamento
dalle vibrazioni.

2 ) Pannello di controllo
Il pannello di controllo costituita da unit elettronica con display a cristalli liquidi e da
una tastiera. Essa necessita perci di condizioni ambientali che garantiscano la sua integrit. Sono elencate quindi qui sotto le condizioni sopraccitate :
a ) Temperatura ambiente
--Gamma di temperatura ambiente ammessa durante il funzionamento della macchina:
0 40 C.
b ) Umidit
--Umidit massima ammessa: inferiore al 75%.

ATTENZIONE!

La presenza di umidit eccessiva compromette lisolamento ed inoltre accelera il deterioramento dei componenti elettrici.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.2

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

La macchina non deve essere sottoposta in alcun modo a vibrazioni. Sono elencati qui
sotto i valori massimi ammissibili delle vibrazioni a cui la macchina pu essere sottoposta:
c ) Vibrazioni
--Durante il funzionamento:

0.5 G

--Durante il trasporto:

1,5 G

ATTENZIONE!

Se la macchina deve essere comunque installata in prossimit di attrezzature che generano vibrazioni, realizzare
attorno alla base della macchina una fossa di isolamento
dalle vibrazioni.

d ) Atmosfera
Se la macchina deve essere installata in ambienti polverosi o nei quali siano presenti
elevate concentrazioni di gas organici o corrosivi, rivolgersi alla Berco per le opportune
misure da adottare.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.3

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

5 . 2 . 1 . 2 REQUISITI DI ALIMENTAZIONE.
Per il collegamento dei cavi di alimentazione, prevedere un collegamento a massa di classe 3 o superiore.

AVVERTENZA!

Classe 3: resistenza a massa 100 max.

ATTENZIONE!

Il pannello di controllo dotato di un batteria tampone che


consente di conservare i dati memorizzati anche dopo il
disinserimento dellalimentazione. Tuttavia, poich i dati di backup possono comunque andare perduti a seguito dello scaricamento della batteria, di un errore o di una
avaria imprevista, si raccomanda di registrare i dati importanti su di un dispositivo esterno.

3 ) Alimentazione
Oscillazione di tensione ammessa
4 ) Frequenza

: 10%.

:50/60 Hz 1%

5 ) Requisiti di alimentazione e dimensionamento dei cavi di alimentazione lato primario


Elemento
Motori principali

Descrizione
Motore rotazione disco fresa

0,13 kW

Motore asse X (asse traslazione tavola)

0,13 kW
Secondo richiesta

5 . 2 . 1 . 3 REQUISITI DI ALIMENTAZIONE ARIA.


6 ) Alimentazione aria
Pressione soffiaggio:5 6 bar,
Pressione tastatore: 0,8bar max
500 Nl/min.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

11 kW

Motore asse Z (asse traslazione testa)


Tensione di alimentazione

Portata:

Valore

5.4

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
5.2.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

LAVORI DI FONDAZIONE

La macchina deve essere posta su salde fondamenta. Piazzare la macchina su un pavimento poco solido vuoI dire esporla alle vibrazioni che, a loro volta, provocano una poco
accurata finitura del lavoro. Nel caso quindi che lo spessore e la solidit del pavimento
non permettano di appoggiare direttamente la macchina su di esso, si dovr procedere
alla esecuzione del piano di fondazione come indicato nella figura seguente.

Questa sar norma assoluta quando, per la vicinanza di altre macchine utensili, specialmente se a moto alternativo, si tema la propagazione di vibrazioni attraverso il pavimento stesso.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

5.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

La macchina deve essere poi piazzata in modo da consentire interventi di manutenzione ed evitare danni alle persone. In luogo angusto o troppo vicino ad altre macchine,
il movimento alternativo della tavola pu essere causa di infortuni. Le figure sotto mostrano la distanza minima dagli ostacoli a cui la macchina deve essere piazzata.

1m(40)

1m(40)

1m(40)

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
5.2.3

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

LIVELLAZIONE DELLA MACCHINA

buona norma livellare bene la macchina prima di procedere alla messa in funzione della macchina stessa. Il livellamento si ottiene agendo sulle viti A fino alla perfetta planarit delle guide del basamento; a quel punto si consolider il livellamento con
i bulloni di ancoraggio B. Lorizzontalit delle guide del basamento va controllata, prima in senso longitudinale e poi in senso trasversale, per mezzo di una livella a bolla
daria che abbia per ogni linea, una precisione di 0,02 + 0,05 mm per 1000 mm di lunghezza.

ATTENZIONE!

I bulloni B DEVONO ESSERE ACCOSTATI E NON SERRATI. Un eccessivo valore della coppia di serraggio provocherebbe la deformazione del basamento della macchina con conseguenti malfunzionamenti e imprecisioni
nelle lavorazioni

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Ottenuta la livellazione ed il bloccaggio della macchina, per rendere pi stabile il piazzamento sar conveniente sostenere perimetralmente il basamento anche con piastrine
e cunei di ferro disposti circa a met della distanza esistente tra un tirante e laltro del
piano di fondazione. Infine tra il piano di fondazione ed il basamento dovr essere colata
una malta di cemento e sabbia di fluidit sufficiente a chiudere la fessura ed a fissare
stabilmente i cunei e le piastrine di sostegno (vedi figura precedente)
5.2.4

ILLUMINAZIONE NECESSARIA

Se possibile, piazzare la macchina in un luogo dotato di illuminazione abbondante. Nel


lavoro una buona illuminazione aiuter ad evitare errori. Limpianto di illuminazione
delle macchine utensili deve essere conforme alla norma EN 1837. La macchina dotata di illuminazione propria secondo la norma sopra riportata.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.8

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
5.2.5

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

SPAZI LIBERI PER CONSENTIRE LUSO, LA MOVIMENTAZIONE DEI MATERIALI, INTERVENTI DI MANUTENZIONE REGOLAZIONE.

5 . 2 . 5 . 1 SPAZI LIBERI PER CONSENTIRE LUSO DELLA MACCHINA (OPERATORE).


Gli spazi liberi per consentire luso della macchina sono:
S

Fronte macchina. La zona frontale della macchina, in corrispondenza degli sportelli


frontali, da considerarsi come la zona dove loperatore normalmente esegue le attivit legate alla lavorazione del pezzo quali: programmazione del ciclo di lavoro e inserimento parametri tecnologici della lavorazione; attrezzaggio; carico scarico
pezzo; controlli della lavorazione e dimensionali.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5.9

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

5 . 2 . 5 . 2 SPAZI LIBERI PER CONSENTIRE LA MANUTENZIONE DELLA MACCHINA (MANUTENTORE SPECIALIZZATO).


Gli spazi liberi per consentire la manutenzione della macchina sono:
S

Fronte macchina. La zona frontale della macchina, in corrispondenza degli sportelli


frontali, da considerarsi come la zona dove la persona specializzata addetta alla
manutenzione della macchina esegue le attivit legate alla manutenzione , regolazione e riparazione della macchina e delle sue parti.

Sportello armadio elettrico. La zona di accesso in corrispondenza dello sportello posteriore armadio elettrico da considerarsi come la zona dove la persona specializzata addetta alla manutenzione esegue le attivit legate alla manutenzione e riparazione della macchina e delle sue parti (es. Componentistica elettrica e elettronica,
verifica led moduli PLC)

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

5 . 10

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 6
Montaggio e smontaggio della
macchina

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

6.1

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

LE ISTRUZIONI RIPORTATE QUI DI SEGUITO DEVONO ESSERE LETTE ATTENTAMENTE E SEGUITE SCRUPOLOSAMENTE, SE SI VUOLE
ESEGUIRE LOPERAZIONE DI MONTAGGIO/SMONTAGGIO DELLA
MACCHINA IN COMPLETA SICUREZZA
6.1

PERSONALE DA ADIBIRE ALLE OPERAZIONI DI MONTAGGIO E SMONTAGGIO DELLA MACCHINA

Loperazione di montaggio e smontaggio della macchina una fase estremamente delicata. Limperizia e la non osservanza delle norme di sicurezza potrebbero portare ad
eseguire operazioni che potrebbero compromettere il funzionamento della macchina
nonch provocare guasti che richiedono lintervento del fabbricante.
IL PERSONALE ADIBITO ALLE OPERAZIONI DI MONTAGGIO E
SMONTAGGIO DELLA MACCHINA DEVE ESSERE SPECIFICATAMENTE ISTRUITO E COMPETENTE NELLE MATERIE QUI SOTTO RIPORTATE:
S

Meccanica generale

Elettrotecnica/elettronica

Idraulica

Pneumatica

Tecniche di refrigerazione

Movimentazione dei carichi (gruisti/carrellisti)

ATTENZIONE!

Il destinatario ha la responsabilit di affidare luso della


macchina solo al personale qualificato e, se necessario,
istruirlo e dargli una formazione supplementare.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

6.2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
6.1.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COLLEGAMENTO DELLARMADIO ELETTRICO


Il collegamento e la messa in funzione della macchina, pu essere
eseguita solamente da personale specializzato che stato qualificato ed istruito nel settore elettrico/elettronico

Lattivit di collegamento elettrico dellarmadio elettrico prevede il collegamento del cavo di alimentazione ai morsetti posti sullinterruttore generale.
Lo schema elettrico, allegato, riporta tutte le informazioni relative al corretto collegamento elettrico dellarmadio indicando la posizione e la relativa numerazione dei cavi.
6 . 1 . 1 . 1 COLLEGAMENTO CAVO DI ALIMENTAZIONE ELETTRICA
Prima di effettuare qualsiasi intervento di manutenzione sulla macchina staccare il collegamento della macchina dalla la rete di alimentazione
Collegare il cavo dellalimentazione alla centralina elettrica dellofficina solo dopo aver completato tutte le operazioni di installazione/montaggio.

Piazzata la macchina, occorre allacciarla alla linea di distribuzione


dellenergia elettrica. A tale scopo
previsto un pressacavo per lentrata
del cavo di alimentazione, da col legarsi ai morsetti L1 -- L2 -- L3 della
centralina in figura a lato. Collegare
il cavo di messa a terra al morsetto
PE.
Per sicurezza comunque opportuno controllare che il collegamento
sul primario del trasformatore ausiliario corrisponda alla effettiva tensione di alimentazione. Controllare il
senso di rotazione del mandrino che
deve essere orario.
Verificare la conformit alle norme di sicurezza della rete
elettrica onde evitare possibili danneggiamenti alle apparecchiature elettriche della macchina e soprattutto garantire le condizioni di sicurezza delloperatore.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

6.3

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

Per garantire la sicurezza delloperatore da pericoli da folgorazione, necessario che limpianto di messa a terra del
locale di installazione sia conforme alla normativa
IEC--364--4--41 (CEI-- 64-- 8/4) come prescritto da CEI-- EN-- 60204-- 1 par.6.3.1. Si consiglia comunque luso del nostro interruttore differenziale (indicato sul catalogo) sulla
linea di alimentazione della macchina.
Accertata la conformit dellimpianto sopra citato indispensabile, ai fini della sicurezza, che il cavo di collegamento tra la rete di distribuzione e la macchina sia dotato
di FILO DI MESSA A TERRA (giallo-- verde), che detto filo
sia collegato al morsetto di messa a terra (sempre giallo-- verde) posto a fianco dei morsetti relativi alle tre fasi (L1,
L2, L3).
La macchina deve essere alimentata alla tensione e frequenza stampate sulla targhetta
posta sul quadro di controllo.
2.

Controllo delle fasi


Il controllo delle fasi deve essere eseguito da personale
esperto ed istruito nel settore elettrotecnico.
La verifica della corretta sequenza pu essere eseguita con il fasometro come illustrato
nella figura seguente ; ovvero collegando i terminali L1--L2--L3 del trasformatore ai rispettivi terminali R,S.T del fasometro, quindi collegare la alimentazione di rete, in modo
che lindicatore del fasometro ruoti in senso orario.
FASOMETRO

TRASFORMATORE

T
L1

L2

L3

GND

Oppure, in mancanza del fasometro verificare ,una volta premuto il pulsante di alimentazione della pompa lubrificazione delle guide posta sul pannello di controllo (vedi manuale di programmazione),che il manometro posto sul dispositivo lubrificazione guide lineari volventi posto allinterno dellarmadio pneumatico segnali pressione in linea.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

6.4

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
6 . 1 . 1 . 2 MESSA A TERRA
S

Tutti i dispositivi elettrici devono essere collegati a massa per garantire la protezione
del personale e delle macchine da eventuali scariche elettriche. Eseguire il collegamento a massa dopo linstallazione in conformit alle normative per i dispositivi elettrici.

Il punto pi idoneo per il collegamento a massa nelle immediate vicinanze della


macchina

Gli interventi di messa a terra deve essere eseguiti da personale qualificato che, a
seconda delle dimensioni dellazienda, potr essere il responsabile tecnico o altro
addetto specializzato in impianti elettrici. Tali lavori devono essere effettuati conformemente alle prescrizioni di massa della classe 3.
Verificare, prima di eseguire qualsiasi collegamento, che
limpianto di messa a terra sia conforme alle normative del
paese di installazione. Nel caso che questo sia inesistente, o inadeguato, o non vi sia una normativa locale specifica, riportiamo qui di seguito i valori caratteristici dellimpianto di messa a terra adeguato per la macchina.

Indicazioni pratiche, da verificare in fase di esecuzione dellimpianto stesso dal


personale specializzati.
--Resistenza di messa a terra: 100 max.
--Sezione trasversale dei cavi: perlomeno superiore alla met di quella del cavo di alimentazione
--Strumento di misurazione: megaohmmetro tipo megger da 500 V

AVVERTENZA!
S

Il collegamento di messa a terra deve essere affidato


ad un tecnico qualificato, per evitare rischi di lesioni
personali anche mortali o di danni alla macchina.

Eseguire il collegamento di messa a terra delle macchine come indicato di seguito:

a ) Collegamenti indipendenti
MACCHINA

MACCHINA

MACCHINA

MACCHINA

MACCHINA

b ) Collegamenti comune
MACCHINA

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

6.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

c ) NON eseguire mai il collegamento a massa nel modo illustrato in figura


MACCHINA

AVVERTENZA!

6.2

MACCHINA

Durante gli interventi di messa a terra, non collegare


mai ad un unico terminale pi di un cavo, per evitare
il, verificarsi di incidenti gravi. Se, ad esempio, il collegamento eseguito nel modo illustrato in figura (c),
pu verificarsi leventualit che il collegamento difettoso in corrispondenza di un terminale provochi il ritorno alla macchina della corrente cortocircuitata di
un altro terminale, con pericolose conseguenze.

COLLEGAMENTO FLESSIBILE ARIA

Collegare il tubo flessibile di alimentazione dellaria allapposito raccordo ubicato sulla parte posteriore destra della macchina vista frontalmente.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

MACCHINA

6.6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 7
Preparazione della macchina alla lavorazione

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
7.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

ATTREZZAGGIO DELLA MACCHINA

7.1.1

FISSAGGIO DEL PEZZO DA LAVORARE

I pezzi da lavorare devono essere


fissati mediante i dispositivi da noi
forniti e presenti nel nostro catalogo.
Le viti di fissaggio non devono mai
essere serrate eccessivamente. Un
eccessivo serraggio pu provocare
deformazioni della tavola della macchina o del pezzo e pregiudicare
quindi la precisione della lavorazione. Un esempio di piazzamento per
testate rappresentato nella figura a
lato.
Per ottenere un buon piazzamento necessario:
1 ) Pulire con cura i piani di appoggio
del gruppo cilindri o della testa
per far s che questi possano
aderire perfettamente ai piani
paralleli;

PEZZO DA LAVORARE

SI

2 ) Posizionare i piani paralleli o i


dispositivi di piazzamento in
corrispondenza della sezione pi
resistente dei particolari da
spianare;

PIANI PARALLELI

3 ) Sistemare le staffe e NON


serrare eccessivamente le viti
bloccaggio in modo da non
causare
deformazioni
che
verrebbero poi riscontrate in
senso
inverso
una
volta
smontato il pezzo;

DA

NO
PIANI PARALLELI

NO

4 ) Non lavorare pezzi a sbalzo.

PEZZO DA LAVORARE

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.2

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

Ricordarsi che molto importante, soprattutto quando si lavora con elementi abrasivi,
il buon raffreddamento della zona di lavoro. Questo si ottiene con luso di abbondante
refrigerante. Adottare dei parametri di lavorazione (velocit di taglio e profondit di passata) compatibili con:
1 ) Il materiale da lavorare;
2 ) La precisione che si vuole ottenere (lavorazione di sgrossatura o finitura).
Luso di dispositivi di fissaggio non compresi nei corredi, normale ed
opzionale, della macchina pu creare condizioni di pericolo. Un dispositivo inadatto o costruito in base a valutazioni errate pu essere
causa di danni alla macchina ed alloperatore.
7.1.2

PREPARAZIONE DEL DISCO FRESA


Questa operazione deve essere svolta da personale istruito nel campo delle lavorazioni meccaniche con particolare riferimento alla preparazione degli utensili.

--A seconda del materiale da lavorare (ghisa, alluminio, acciaio, acciaio--alluminio ...)
scegliere il tipo di cartuccia ad inserti pi adatta;

Contrappeso

Cartuccia

ATTENZIONE!

MONTARE SUL DISCO FRESA UNA SOLA CARTUCCIA.


MONTARE NELLA SEDE OPPOSTA ALLA CARTUCCIA IL
CONTRAPPESO IN DOTAZIONE.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.3

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

7 . 1 . 2 . 1 COMPONENTI DELLA CARTUCCIA


D
A
La cartuccia composta dai seguenti componenti:

C
B

A. Corpo cartuccia;
B. Inserto;
C. Morsetto blocca inserto;
D. Vite fissaggio morsetto.

7 . 1 . 2 . 2 MONTAGGIO DELLA CARTUCCIA DALLA FRESA

Mettere in appoggio la cartuccia nella sede (vedi figura a lato) e fissarla


con la vite in dotazione.

ATTENZIONE!

NON necessario smontare la fresa dalla macchina per


sostituire la cartuccia.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.4

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
7.1.3

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

SMONTAGGIO DELLA FRESA


PER ESEGUIRE LOPERAZIONE DI MONTAGGIO/SMONTAGGIO DELLA FRESA INDOSSARE
GUANTI ED OCCHIALI DI PROTEZIONE.

ATTENZIONE!

NON SMONTARE LA FRESA DAL MOZZO SE NON


STRETTAMENTE NECESSARIO

1 ) Allentare i dadi 129 e liberare


cos la fresa;

129

2 ) Ruotare il disco fresa in modo da


sganciarlo;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 ) Sfilare il disco fresa.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
7.1.4

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

MONTAGGIO DEL DISCO FRESA


PER ESEGUIRE LOPERAZIONE DI MONTAGGIO/SMONTAGGIO DELLA FRESA INDOSSARE
GUANTI ED OCCHIALI DI PROTEZIONE.

129

1 ) Svitare i quattro dadi 129 con


una chiave 17 A Pipa;

Chiave 17 a Pipa

ATTENZIONE!

Il prigioniero sul quale sono stati avvitati i dadi stato acciaccato alla sua estremit pertanto i dadi non si sfilano
completamente dal prigioniero stesso.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

2 ) Far combaciare lasola ricavata sul disco fresa , indicata nel dettaglio A nella figura
sotto, con la spina di riferimento indicata nel dettaglio B.

Dettaglio B

Dettaglio A

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.8

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 ) Infilare le asole del disco fresa


nei prigionieri 50 del disco portasegmenti come indicato nella
figura a lato;

50
129

4 ) Ruotare il disco fresa in modo da


agganciarlo;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7.9

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

5 ) Serrare i dadi 129 e fissare cos


la fresa;

129

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

7 . 10

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 8
Programmazione di un ciclo di spianatura

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

OPERAZIONI PRELIMINARI

Allatto dellaccensione della macchina, viene visualizzata la pagina illustrata qui sotto.

6 ) Premere F1 per passare alla pagina di programmazione manuale del ciclo;

Il controllo visualizza il messaggio assi non referenziati). Prima di iniziare un ciclo di


spianatura, se non gi stato fatto, necessario eseguire loperazione di azzeramento
assi.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

8.2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

7 ) Chiudere le porte frontali;

DURANTE LOPERAZIONE DI AZZERAMENTO ASSI LA TAVOLA SI


MUOVE. NESSUNA PERSONA, ECCETTO LOPERATORE, DEVONO
TROVARSI IN VICINANZA DELLA MACCHINA.

8 ) Premere il tasto illustrato a lato

La testa si muove verso lalto e raggiunge la camma di finecorsa asse Z, la tavola si sposta verso sinistra e raggiunge la camma di finecorsa asse X.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.3

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

IMPOSTAZIONE MANUALE ED ESECUZIONE DI UN CICLO DI SPIANATURA

A questo punto possibile muovere gli assi in rapido ,in modalit lento o con incrementi
fissi di 0,01o 0,1mm.
1 ) Per selezionale una delle quattro modalit, premere
F1. La selezione visualizzata nella pagina illustrata
qui sotto (in questo caso manuale lento).;

ATTENZIONE!

ATTENZIONE ALLE COLLISIONI FRA TESTA E PEZZO


DA LAVORARE!

2 ) Portare il pezzo sotto la testa (vedi figura a lato);

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.4

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 ) Avviare la rotazione mandrino;

4 ) Selezionare la modalit di spostamento incrementale


(0,01mm);

5 ) Abbassare la testa fino sfiorare la


parte superiore del pezzo da
spianare;

6 ) Portare la testa fuori dalla sagoma del pezzo;

7 ) Memorizzare la posizione 0 dellasse Z;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

8 ) Memorizzare la posizione 0 dellasse X;

9 ) Arrestare la rotazione del mandrino;

ATTENZIONE!

VERIFICARE CHE NON SIA STATO PREMUTO IL TASTO


SHIFT

10 ) Premere 1 per impostare la profondit di passata;

11 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere il valore della profondit di


passate;

12 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

13 ) Premere 2 per impostare il numero di passate;

14 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere il numero di passate;

15 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

16 ) Premere 3 per immettere il valore della velocit di rotazione in giri/min, secondo la formula:

rpm =

(1000 * Vt)
( * d )

dove Vt la velocit di taglio consigliata dal costruttore degli inserti e d il diametro


della fresa
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

8.7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

17 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere il numero di giri mandrino;

18 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

19 ) Premere 4 per immettere il valore della velocit di


avanzamento della tavola, espresso in mm/min;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.8

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

20 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere il valore della velocit;

21 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

22 ) Premere 5 per immettere il valore della corsa totale


della tavola, espresso in mm;
23 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere il valore totale della corsa;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8.9

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Se allatto del fissaggio del pezzo alla tavola, e nel caso di ricondizionatura di un monoblocco, stata verificata una differenza di quota fra il punto pi a destra del pezzo e il
punto pi a sinistra, possibile programmare loperazione di spianatura inclinata.
Per procedere premere 6 per immettere il valore della differenza di quota in Z fra il punto pi a sinistra ed il punto pi
a destra della superficie da lavorare (Dz);
In caso di valore negativo, il tasto STOP Mandrino funge
da tasto --.
NOTA:Il valore negativo minimo programmabile limitato a - 0,05mm
24 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere la differenza di quota;

25 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

26 ) Premere 7 per definire se si tratta di un ciclo di spianatura con fresa o con segmenti abrasivi;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 10

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

27 ) Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere 1 o 0;

Immettere il valore desiderato 1 se con segmenti abrasivi, 0 se con fresa.

ATTENZIONE!

SE IL VALORE IMMESSO 1, IL PARAMETRO Dz VIENE


AUTOMATICAMENTE POSTO A 0.

A questo punto possibile procedere col loperazione di spianatura semplice.

Premere il pulsante di start ciclo.

Viene avviato il ciclo di spianatura con i valori appena impostati.

ATTENZIONE!

NEL CASO DI USO DI SEGMENTI ABRASIVI VIENE AVVIATA AUTOMATICAMENTE LA POMPA DEL LUBROREFRIGERANTE
PORRE ATTENZIONE AGLI EVENTUALI SCHIZZI DI LUBROREFRIGERANTE. INDOSSARE GLI
OCCHIALI DI PROTEZIONE.

Pu accadere che durante loperazione di spianatura con segmenti abrasivi, questi non
riescano ad asportare completamente il materiale perch troppo caricati.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 11

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

28 ) in questo caso, premere F2 (d=0)

29 ) Il controllo blocca lincremento alle successive passate di andata e ritorno. Ripremendo F2, lincremento programmato viene riattivato

ATTENZIONE!

NELLA FASE DI RETTIFICA (USO CON SEGMENTI ABRASIVI) IL MASSIMO VALORE DI INCREMENTO PROGRAMMABILE VIENE LIMITATO A 0,02mm.

30 ) Premere il tato F4 se si vuole memorizzare il ciclo


appena impostato;
31 ) Il controllo chiede di immettere un numero di tre cifre;

32 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

Il controllo chiede di immettere una descrizione del ciclo;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 12

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

33 ) Premere SHIFT e da tastiera inserire la descrizione


del ciclo da memorizzare;

34 ) Premere Enter per confermare.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 13

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.3

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

ESECUZIONE DELLO ZERO UTENSILE

Questa operazione necessaria se si vuole utilizzare il tastatore durante la fase di azzeramento lungo lasse Z. Per eseguire lo zero utensile, indispensabile conoscere lesatto valore della distanza in Z fra la punta del tastatore e la punta dellutensile stesso.
1 ) Premere 6 per impostare Dz = 0 ed eseguire un ciclo
di spianatura come descritto al paragrafo 8 . 2;

2 ) Premere F5 per passare alla pagina successiva (figura sotto);

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 14

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 ) Portare il pezzo sotto la testa (vedi figura a lato);

4 ) Premere F1 (aria). Il tastatore tutto fuori;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 15

COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 -- 4 mm

BERCO S.p.A

5 ) Abbassare la testa fino ad una distanza di almeno 34mm tra la


punta del tastatore e la superficie
da lavorare:

6 ) Premere F1 (aria). Il tastatore rientra;

7 ) Premere F2 e avviare il ciclo di azzeramento;

8 ) Il tastatore scende, fino ad 1 millimetro sopra la quota di spianatura, tocca la superficie lavorata e misura la distanza tra tastatore e utensile.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 16

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

9 ) Questa quota viene visualizzata nel campo Distanza probe utensile;

ATTENZIONE!

SE LA DISTANZA PROBE--UTENSILE INFERIORE A


3mm O SUPERIORE A 4mm, NECESSARIO REGISTRARE IL TASTATORE COME AL PAR. 8 . 3 . 1 A PAG. 8 . 20

A questo punto opportuno verificare la correttezza delloperazione di zero.

10 ) Premere due volte F5 per passare alla pagina dati;

manuale lento

11 ) Leggere nel campo quote inizio ciclo il valore della posizione dellasse Z.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

8 . 17

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

12 ) Premere tre volte ESC per ritornare alla pagina di


programmazione ciclo:

13 ) Leggere il valore Z nel campo pos. corr;


Se c differenza fra il valore letto al punto 11 ) e quello letto al punto 13 ) , necessario
correggere il valore Distanza probe--utensile.
14 ) Ricavare il valore di correzione deve essere ricavato dalla formula:

x = (Quota.inizio.ciclo.Z ) ( pos.corr.Z )

15 ) Premere F5 per passare alla pagina successiva;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 18

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

16 ) Premere 5 per correggere manualmente il valore


precedentemente memorizzato.
Il valore da immettere, deve essere ricavato dalla seguente somma algebrica:

Y = Distanza_probe_utensile X
Es:

X=--0,02; Distanza_probe_utensile=3,52
Y = 3, 52 ( 0, 02) = 3, 54

ATTENZIONE!

SE LA DISTANZA PROBE--UTENSILE INFERIORE A


3mm O SUPERIORE A 4mm, NECESSARIO REGISTRARE IL TASTATORE.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 19

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.3.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

REGISTRAZIONE DEL TASTATORE

Per registrare il tastatore, operare come segue:

Allentare le viti indicate nella figura a


lato;

Abbassare la matita di una quantit


sufficiente a far rientrare il valore Distanza Probe--Utensile compreso
fra 34mm;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 20

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Serrare le viti indicate nella figura a


lato;

A questo punto necessario ripetere loperazione ZERO descritta al paragrafo 8 . 3


a pagina 8 . 14.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 21

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.3.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

RILIEVO DELLINCLINAZIONE DELLA SUPERFICIE DA LAVORARE

Per eseguire il programma Touch, necessario definire la distanza fra due punti che
verranno toccati dal tastatore (Parametro Dx);

ATTENZIONE!

IL VALORE Dx DEVE ESSERE INFERIORE AL VALORE


DELLA LUNGHEZZA DEL BLOCCO DA SPIANARE

ATTENZIONE!

PRIMA DI ESEGUIRE IL RILIEVO DELLINCLINAZIONE


DELLA SUPERFICIE DA LAVORARE, ESEGUIRE IL PROGRAMMA ZERO.

1 ) Portare la parte sinistra del pezzo


sotto il tastatore (vedi figura a lato) e la testa ad una distanza minima non inferiore a 10mm dal
pezzo.

2 ) Misurare la lunghezza del pezzo;

3 ) Premere 2 per inserire il valore della corsa Dx;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 22

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

Il cursore lampeggia nel campo selezionato. Immettere la differenza di quota;

4 ) Premere Enter per confermare il valore immesso;

5 ) Premere F3;

La testa :
6 ) si abbassa fino a toccare la superficie del pezzo da lavorare e rileva la prima quota;
7 ) si alza a quota di disimpegno;
8 ) Si sposta in X della quantit Dx;
9 ) si abbassa nuovamente e rileva la seconda quota in Z

ATTENZIONE!

In fase di collaudo sono stati fissati i valori Max.DZ e


Min.Dz. SI SCONSIGLIA DI MODIFICARE QUESTI VALORI
PER EVITARE DANNI ALLUTENSILE ED ALLA MACCHINA.

Se in fase di rilievo dellinclinazione della superficie da lavorare vengono riscontrati valori eccedenti a quelli impostati, il controllo automaticamente li limita al valore massimo
o minimo impostato.
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

8 . 23

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Il valore rilevato viene visualizzato nel campo Dz rilevato (Vedi figura sotto) ed automaticamente impostato nella pagina di programmazione ciclo nel campo Dz;

10 ) Premere START per avviare il ciclo di spianatura con


i parametri impostati al paragrafo 8 . 2 dal punto 10 )
al punto 23 ) .
11 ) Se si vuole memorizzare il ciclo appena programmato, premere ESC;
12 ) Premere F4;
13 ) Immettere un numero di tre cifre;

14 ) Premere ENTER per confermare;

15 ) Premere SHIFT e da tastiera inserire la descrizione


del ciclo da memorizzare;

16 ) Premere Enter per confermare.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 24

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.4

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CONTROLLO PLANARIT SUPERFICIE DA LAVORARE.

ATTENZIONE!

PER POTER UTILIZZARE QUESTA FUNZIONE NECESSARIO AVER PRIMA ESEGUITO IL CICLO DI ZERO DESCRITTO AL PARAGRAFO 8 . 3 ALLA PAGINA 8 . 14.

possibile controllare lo stato della planarit della superficie da lavorare prima di programmare un ciclo di spianatura.

1 ) Dalla pagina Ciclo, premere due volte F5. Viene visualizzata la pagina che segue:

2 ) Portare il pezzo alla sinistra , sotto la testa e la testa ad una distanza minima non inferiore a 10mm
dal pezzo.;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 25

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 ) Premere F2 (mis.);

4 ) La testa si abbassa fino a rilevare il valore della posizione in Z del primo punto e si
disimpegna;

5 ) Spostare il pezzo verso destra


della quantit desiderata;

6 ) Premere nuovamente F2 (mis.);


7 ) Ripetere le operazioni descritte dal punto 3 ) al punto 5 ) per un numero di volte sufficiente a rilevare lo stato del pezzo.

ATTENZIONE!

Il numero massimo di rilievi di 6. Se si prosegue vengono sovrascritti i valori gi visualizzati. I VALORI RILEVATI
NON SONO MEMORIZZABILI PER LESECUZIONE DI ALCUN CICLO DI SPIANATURA.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 26

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)
8.5

PAGINA DATI MACCHINA

1 ) Partendo dalla pagina Ciclo (figura sotto), premere


tre volte F5;

2 ) Viene visualizzata la pagina illustrata qui sotto;

manuale lento

possibile quindi modificare alcuni dei parametri:

ATTENZIONE!

VERIFICARE CHE NON SIA STATO PREMUTO IL TASTO


SHIFT

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 27

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

3 ) Premendo 1 possibile modificare la quota di disimpegno in X;

4 ) Premendo 2 possibile modificare la quota di disimpegno in X;


5 ) Premendo 4 possibile modificare il parametro ritardo freno. Questo parametro rappresenta il ritardo, in
millisecondi, con cui il freno viene sbloccato rispetto
allattivazione del controllo di posizione degli assi, nel
caso di accensione o ripristino della macchina.
La macchina pu essere dotata di gruppo lubrificazione delle guide
6 ) Premendo 5 possibile impostare il tempo per il quale
viene attivata la lubrificazione

7 ) Premendo 6 possibile impostare il tempo per il quale


la lubrificazione viene disattivata.

I PARAMETRI 3 E 4 POSSONO ESSERE MODIFICATI SOLAMENTE IN CASO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA MACCHINA. PRIMA DI MODIFICARE I PARAMETRI SUDDETTI, CONTATTARE
IL CENTRO DI ASSISTENZA BERCO.

8 ) Ogni modifica ai parametri sopraccitati deve essere


confermata con ENTER.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 28

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
8.5.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

ALTRE FUNZIONI

1 ) Questa funzione riservata ai manutentori BERCO

2 ) Premendo F2 possibile attivare/disattivare lavvio


automatico della pompa del lubrorefrigerante. Questa
funzione attiva solo nel caso di ciclo di rettifica.

3 ) Questa funzione riservata ai manutentori BERCO

4 ) Questa funzione riservata ai manutentori BERCO


5 ) possibile, a fungo di emergenza premuto, forzare lo
sblocco del freno dellasse Z. Premendo una volta F5
il freno viene sbloccato; premendolo una seconda volta
il freno viene nuovamente bloccato. Riabilitando gli assi
(con la pressione del tasto power on), lasse Z torna ad
essere gestito dal controllo numerico

SBLOCCARE IL FRENO SOLAMENTE IN CONDIZIONE DI SICUREZZA

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

8 . 29

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 9
Richiamo, copia e cancellazione di un
ciclo archiviato

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 30

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
9.1

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

RICHIAMO DI UN CICLO MEMORIZZATO

Dalla pagina di programmazione ciclo (Vedi figura sopra),


premere F3. Appare la pagina lista programmi. Il cursore
lampeggia vicino al numero di identificazione del ciclo 1;

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 31

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Scorrere la lista dei programmi con


i tasti freccia fino a portare il cursore
vicino al numero di ciclo da richiamare;

Per scorrere velocemente le pagine,


premere F1 (successivo)

Premere F3 (carica)

Il programma pronto per lesecuzione.

ATTENZIONE!

VERIFICARE CHE LE DIMENSIONI DEL PEZZO DA LAVORARE SIANO LE STESSE DEL PEZZO PER IL QUALE
STATO MEMORIZZATO IL PROGRAMMA.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 32

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
9.2

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CANCELLAZIONE DI UN PROGRAMMA MEMORIZZATO

Dalla pagina di programmazione ciclo (Vedi figura sopra),


premere F3. Appare la pagina lista programmi.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 33

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Scorrere la lista dei programmi con


i tasti freccia fino a portare il cursore
vicino al numero di ciclo da cancellare;

Per scorrere velocemente le pagine,


premere F1 (successivo)

Premere F4 (cancella)

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 34

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Il sistema chiede la conferma per la cancellazione;

Premere F2 se si desidera proseguire;

Premere F4 per annullare loperazione;

Premere ESC per tornare alla pagina di programmazione


ciclo

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 35

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
9.3

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPIA DI UN CICLO ESISTENTE

Dalla pagina di programmazione ciclo (Vedi figura sopra),


premere F3. Appare la pagina lista programmi.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 36

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Scorrere la lista dei programmi con


i tasti freccia fino a portare il cursore
vicino al numero di ciclo da copiare;

Per scorrere velocemente le pagine,


premere F1 (successivo)

Premere F2 (nuovo)

Il controllo torna alla pagina di programmazione ciclo con i dati del ciclo copiato.
A questo punto possibile salvare il ciclo appena copiato,
premendo F4 (salva)

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

9 . 37

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 10
Manutenzione

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 GENERALIT
Le operazioni di manutenzione devono essere eseguite da
personale specializzato ed istruito nei campi relativi ai tipi
di intervento. Questi campi si possono cos suddividere:
S

Interventi sulla centralina e limpianto elettrico:


-- Personale specializzato ed istruito nel campo elettrico, elettrotecnico;

Interventi meccanici
Personale istruito e specializzato nel campo meccanico
Gli interventi eseguiti da personale NON SPECIALIZZATO possono
generare condizioni di PERICOLO per LOPERATORE. Il costruttore
non si assume responsabilit per interventi eseguiti da personale
inesperto o che modificano la natura della macchina.

Il presente capitolo contiene le indicazioni relative agli interventi di lubrificazione, e agli


interventi da eseguire in caso di malfunzionamento della macchina.

Prima di eseguire qualsiasi intervento premere il Fungo di Emergenza

1 ) Portare linterruttore generale in


posizione 0 (Zero) e spegnere
cos la macchina.
2 ) Bloccare linterruttore generale
in posizione mediante un lucchetto.

ATTENZIONE!

Il lucchetto non fa parte della dotazione della macchina


ed il suo acquisto quini a carico dellutilizzatore

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 . 1 LUBRIFICAZIONE
Gli olii sono tossici al contatto. Durante gli interventi di lubrificazione indossare guanti idonei alla loro manipolazione ed occhiali di protezione
10 . 1 . 1 . 1 VITE A RICIRCOLO TAVOLA
Eseguire loperazione di ingrassaggio ogni 12 mesi (ogni 6 mesi se la macchina lavora
su pi turni).

1 ) Mediante una chiave maschio 5


ISO 2936 smontare il coperchio
dal basamento;
2 ) Immettere 1,4 grammi di grasso
NLGI 2 (Podotto consigliato Mobilux EP 2) attraverso lingrassatore indicato dalla freccia nella figura a lato;
3 ) Fissare il coperchio sul basamento.

10 . 1 . 1 . 2 GUIDE SCORRIMENTO E VITE A RICIRCOLO TESTA

Controllare ad ogni inizio turno il livello dellolio nel serbatoio della


pompa a mano indicata nella figura
a lato e, se necessario, rabboccare
con olio ISO--L G220. (prodotto consigliato Mobil Vactra N.4)

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 3

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 . 1 . 3 GUIDE DI SCORRIMENTO TAVOLA

1 ) Mediante una chiave esagonale


maschio ISO 2936, smontare i
soffietti di protezione;
2 ) Immettere olio ISO--L G68 nelle
vaschette sottostanti fino a livello
(prodotto consigliato Mobil Vactra N.2);
3 ) Riavvitarele viti di fissaggio dei
soffietti
4 ) Eseguire le operazioni appena
descritte su ambo i lati della macchina.

Controllare il livello settimanalmente

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 4

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 . 2 CINGHIE DI TRASMISSIONE
10 . 1 . 2 . 1 CINGHIA TRASMISSIONE MOVIMENTO TAVOLA

Controllare almeno ogni tre mesi lo


stato di usura e di tensione della cinghia di trasmissione. Smontare il coperchio posto sul lato destro della
macchina (macchina vista di fronte)
con una chiave maschio 5 ISO
2936.

Controllare il tensionamento della


cinghia mediante una leggera pressione[ 0,4N (circa 0,4kg)]. La freccia
massima non deve superare il valore
di 3mm.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 5

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Se questo valore superiore, allentare le viti che fissano la piastra motore al basamento della macchina
con una chiave maschio 5 ISO
2936.
Tensionare la cinghia con la vite indicata nella figura a lato con una chiave maschio 4 ISO 2936.
Fissare la piastra motore in posizione.

Riporre il coperchio e fissarlo saldamente con le proprie viti al basamento della macchina

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 . 2 . 2 CINGHIA TRASMISSIONE MOVIMENTO TESTA

Controllare almeno ogni tre mesi lo


stato di tensionamento della cinghia.
Togliere il coperchio posto sulla
sommit della colonna con una chiave esagonale maschio 3 ISO 2936.

Controllare il tensionamento della


cinghia mediante una leggera pressione[ 0,4N (circa 0,4kg)]. La freccia
massima non deve superare il valore
di 3mm.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Se questo valore superiore, allentare le viti che fissano la piastra motore al basamento della macchina
con una chiave maschio 6 ISO
2936.
Tensionare la cinghia mediante la vite indicata nella figura a lato con una
chiave maschio 3 ISO 2936.
Fissare la piastra motore in posizione.

Riporre il coperchio e fissarlo saldamente con le proprie viti al basamento della macchina

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 8

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

10 . 1 . 3 RECUPERO ASSI DOPO SUPERAMENTO FINECORSA


Le operazioni descritte in questo paragrafo devono essere
eseguite a macchina spenta.
Nel caso di superamento accidentale dei finecorsa, il controllo segnala un errore e la
macchina si blocca. necessario perci ripristinare le condizioni di normale funzionamento. Operare quindi come segue:

Premere il Fungo di Emergenza

1 ) Portare linterruttore generale in


posizione 0 (Zero) e spegnere
cos la macchina.
2 ) Bloccare linterruttore generale
in posizione mediante un lucchetto.

ATTENZIONE!

Il lucchetto non fa parte della dotazione della macchina


ed il suo acquisto quini a carico dellutilizzatore

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 9

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

1 ) Rimuovere i tappi posti sul coperchio superiore della testa e sul coperchio della cinghia di trasmissione del movimento della tavola. Questi coperchi sono descritti ai paragrafi 10 . 1 . 2 . 1 a pag. 10 . 5 e 10 . 1 . 2 . 2 a pag. 10 . 7;

2 ) Mediante la chiave quadra 13, fornita in dotazione, riportare la testa e la tavola circa
a met della loro corsa;

3 ) Reinserire i tappi in sede;


4 ) Accendere la macchina ed eseguire lacquisizione assi come descritto nel paragrafo
8 . 1 a pag. 8 . 2.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 10

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

10 . 1 . 4 RIPARAZIONE ED ALTRI INTERVENTI


TUTTI GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE, NONCH QUELLI DI
RIPARAZIONE, NON DESCRITTI IN QUESTO CAPITOLO, DEVONO
ESSERE ESEGUITI DAL NOSTRO PERSONALE O DA PERSONALE
DA NOI AUTORIZZATO.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

10 . 11

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 11
Figure e sezioni

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

11 . 1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI
LISTA DELLE FIGURE

Figura

Descrizione

Pagina

Fig. 1

SOLLEVAMENTO

11 . 3

Fig. 2

INGOMBRI DI SOLLEVAMENTO

11 . 4

Fig. 3

FONDAZIONI

11 . 5

Fig. 4

VISTA GENERALE FRONTALE

11 . 6

Fig. 5

VISTA GENERALE POSTERIORE

11 . 8

Fig. 6

PARTICOLARE DELLA TESTA

11 . 10

Fig. 7

INGOMBRI

11 . 12

Fig. 8

TRASMISSIONE MOVIMENTO MANDRINO E TESTA

11 . 13

Fig. 9

TRASMISSIONE MOVIMENTO TAVOLA

11 . 15

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

11 . 2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Fig. 1 SOLLEVAMENTO
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

11 . 3

BERCO S.p.A

510

1300

1022

5110

COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Fig. 2 INGOMBRI DI SOLLEVAMENTO


A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

11 . 4

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Fig. 3 FONDAZIONI
A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

11 . 5

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

1
2

Fig. 4 VISTA GENERALE FRONTALE


A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

11 . 6

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
Part.

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI
Descrizione

--1--

Pompa manuale

--2--

Testa

--3--

Porte scorrevoli frontali

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

11 . 7

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Fig. 5 VISTA GENERALE POSTERIORE


A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

11 . 8

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
Part.
--4--

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI
Descrizione

Armadio elettrico

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

11 . 9

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

Fig. 6 PARTICOLARE DELLA TESTA


A10A46901 Rev.00 0409
Da matricola n. 101B

11 . 10

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
Part.
--5--

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI
Descrizione

Tastatore

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

11 . 11

Da matricola n. 101B

A10A46901 Rev.00 0409

1022

COPPARO (FERRARA)

BERCO S.p.A

Fig. 7 INGOMBRI

5110

2256

11 . 12

SM 2000A -- SPIANATRICE PER TESTATE


E GRUPPI CILINDRI

ISTRUZIONI PER LUSO

22

18

27

22

24

23

21

20

19

17

Da matricola n. 101B

A10A46901 Rev.00 0409

29

10

25

09

26

08

43

07

45

06

COPPARO (FERRARA)

16
15
14
13
12

BERCO S.p.A
ISTRUZIONI PER LUSO
SM 2000A -- SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

33

32

11 . 13

Fig. 8 TRASMISSIONE MOVIMENTO MANDRINO E TESTA (Sezioni)

34

31

17
11

30

28

Cuscinetto

Molle

Motore

Cuscinetto

Protezione

Albero mandrino

Rondella

Vite

Vite

Linguetta

Soffietto

Catena portacavi

Puleggia

Linguetta

Ghiera

Cuscinetto

Anello

Anello

Linguetta

Puleggia

Cinghia

Motore

Encoder

Chiocciola

Vite a ricircolo

Catena

Contrappeso

Cuscinetto

Vite

Rondella

--7--

--8--

--9--

--10--

--11--

--12--

--13--

--14--

--15--

--16--

--17--

--18--

--19--

--20--

--21--

--22--

--23--

--24--

--25--

--26--

--27--

--28--

--29--

--30--

--31--

--32--

--33--

--34--

--43--

--45--

Da matricola n. 101B

A10A46901 Rev.00 0409

Ghiera

--6--

Part.

COPPARO (FERRARA)

BERCO S.p.A

Descrizione

11 . 14

SM 2000A -- SPIANATRICE PER TESTATE


E GRUPPI CILINDRI

ISTRUZIONI PER LUSO

Da matricola n. 101B

A10A46901 Rev.00 0409

38

COPPARO (FERRARA)

BERCO S.p.A

35

37

38

11 . 15

Fig. 9 TRASMISSIONE MOVIMENTO TAVOLA (Sezioni)

36

39

40

SM 2000A -- SPIANATRICE PER TESTATE


E GRUPPI CILINDRI

ISTRUZIONI PER LUSO

26

47

46

19

44

45

43

42

41

Chiocciola

Vite a ricircolo

Soffietto

Cuscinetto

Linguetta

Puleggia

Ghiera

Cinghia

Vite

Rondella

Linguetta

Puleggia

Motore

Encoder

--36--

--37--

--38--

--39--

--40--

--26--

--41--

--42--

--43--

--44--

--45--

--19--

--46--

--47--

Da matricola n. 101B

A10A46901 Rev.00 0409

Cuscinetto

--35--

Part.

COPPARO (FERRARA)

BERCO S.p.A

Descrizione

11 . 16

SM 2000A -- SPIANATRICE PER TESTATE


E GRUPPI CILINDRI

ISTRUZIONI PER LUSO

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 12
Elenco dei particolari

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

12 . 1

BERCO S.p.A

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

COPPARO (FERRARA)

ELENCO DEI PARTICOLARI


Part.

Descrizione

Figura

--1--

Pompa manuale

Fig. 4

--2--

Testa

Fig. 4

--3--

Porte scorrevoli frontali

Fig. 4

--4--

Armadio elettrico

Fig. 5

--5--

Tastatore

Fig. 6

--6--

Ghiera

Fig. 8

--7--

Cuscinetto

Fig. 8

--8--

Molle

Fig. 8

--9--

Motore

Fig. 8

--10--

Cuscinetto

Fig. 8

--11--

Protezione

Fig. 8

--12--

Albero mandrino

Fig. 8

--13--

Rondella

Fig. 8

--14--

Vite

Fig. 8

--15--

Vite

Fig. 8

--16--

Linguetta

Fig. 8

--17--

Soffietto

Fig. 8

--18--

Carena portacavi

Fig. 8

--19--

Puleggia

Fig. 8

--20--

Linguetta

Fig. 8

--21--

Ghiera

Fig. 8

--22--

Cuscinetto

Fig. 8

--23--

Anello

Fig. 8

--24--

Anello

Fig. 8

--25--

Linguetta

Fig. 8

--26--

Puleggia

Fig. 8

--27--

Cinghia

Fig. 8

--28--

Motore

Fig. 8

--29--

Encoder

Fig. 8

--30--

Chiocciola

Fig. 8

--31--

Vite a ricircolo

Fig. 8

--32--

Catena

Fig. 8

--33--

Contrappeso

Fig. 8

--34--

Cuscinetto

Fig. 8

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

12 . 2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)
Part.

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI
Descrizione

Figura

--35--

Cuscinetto

Fig. 9

--36--

Chiocciola

Fig. 9

--37--

Vite a ricircolo

Fig. 9

--38--

Soffietto

Fig. 9

--39--

Cuscinetto

Fig. 9

--40--

Linguetta

Fig. 9

--41--

Ghiera

Fig. 9

--42--

Cinghia

Fig. 9

--43--

Vite

Fig. 9

--44--

Linguetta

Fig. 9

--45--

Rondella

Fig. 9

--46--

Motore

Fig. 9

--47--

Encoder

Fig. 9

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

12 . 3

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 13
Demolizione

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

13 . 1

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

13 . 1 DEMOLIZIONE DELLA MACCHINA E SMALTIMENTO DEI SUOI COMPONENTI.


La macchina deve essere smontata ed i suoi componenti devono essere divisi per tipo
di materiale. Esempio:
-- Basamento (ghisa)
-- Organi meccanici (acciaio)
-- Materiale elettrico (rame)
-- Lubrificanti (olii e grasso)
Delegare le operazioni di demolizione e smaltimento della macchina a ditte specializzate ed autorizzate. Si consiglia altres di verificare che queste siano veramente autorizzate e dispongano dei certificati di abilitazione a tali operazioni.
La macchina DEVE ESSERE SMALTITA NEL RISPETTO
DELLE DISPOSIZIONI DELLO STATO DI UTILIZZO in materia di SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI E TOSSICI.

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

13 . 2

BERCO S.p.A
COPPARO (FERRARA)

ISTRUZIONI PER LUSO


SM 2000A - SPIANATRICE PER TESTATE
E GRUPPI CILINDRI

CAPITOLO 14
Schema armaidio elettrico

A10A46901 Rev.00 0409


Da matricola n. 101B

14 . 1