Sei sulla pagina 1di 9

Fenomeni di locking

Lapproccio agli spostamenti generalizza lidea della modellazione cinematica


alla base delle classiche teorie strutturali, pervenendo ad una formulazione
estremamente versatile. Oltre a conservare molti dei vantaggi delle teorie strutturali,
il metodo degli EF agli spostamenti ne eredita anche gli inconvenienti.
ECCESSO DI RIGIDEZZA
legato ai vincoli cinematici

ESEMPI
lastra piana a flessione pura
piastra di Mindlin
trave di Timoshenko

Problema piano: elemento quadrilatero a 4 nodi


v3

v4
u4

u3

GDL = 8

u1

v1

v2

u2

1
1
4
1
N 2 1
4
1
N 3 1
4
1
N 4 1
4
N1

1
1
1
1

Elemento sottoposto ad un modo deformativo flessionale

u( , ) N( , )u e N1u1 N 2 u 2 N 3 u 3 N 4 u 4

N1 N 2 N 3 N 4 u u

u

u

u

u

deformazioni a taglio
con variazione lineare,
nulle solo nel centro dellEF

Problema piano: elemento quadrilatero a 4 nodi

GDL = 8

Modi deformativi generalizzati: gradi di libert totali spostamenti rigidi

q1

q2

(x) D(x)u D(x)N(x)ue B(x)u e b(x) e


e Deu e

u e S e e

b(x) B(x)S e

q3

q4

q5

q1

x
1 0 0 0 q 2


(x) y 0 1 0 0 q 3

0 0 1 q 4
xy

q 5

I due modi a clessidra associano lo scorrimento angolare alle elongazioni. In caso di flessione pura, nascono
deformazioni spurie che generano il fenomeno del LOCKING.

ELEMENTI DI LASTRA PIANA


Energia Potenziale Elastica: contibuto flessionale + contributo a taglio

E pe

1
1
1
1
1 eT e e
2
2

dV

dV

dV

dV

u Ku
x
x
xy
xy
x
xy
2 V
2 V
2 V
2 V
2

energia di deformazione a taglio

se lelemento strutturale molto rigido a taglio, la deformazione bloccata

ELEMENTI DI PIASTRA DI MINDLIN


Energia Potenziale Elastica: contibuto flessionale + contributo a taglio

energia di deformazione a taglio

Integrazione selettiva

4 punti di Gauss

wD/(Pa2)

1 punto di Gauss

Mindlin

Kirchoff
a

Integrazione
selettiva

Integrazione esatta
h/a

Modello di trave di Timoshenko: mensola caricata allestremo libero

F
L
Calcolo della soluzione esatta

FL3
FL
FL3
3EI
FL3
v

1 3
1 2

3EI GA* 3EI
L GA* 3EI
con

EI
bh 3
5
2
; I
; A* bh
12
6
L GA*

Trave di Eulero-Bernoulli

FL3
v
3EI

Modello agli EF di trave di Timoshenko


vi

vj

v(x)
1

L
(x)

u(x)

(x)
s(x)
(x)

vi

Lx
0
x 0 i
e
v N(x)u

0
L x 0 x j
j

v
i

d

0

i
v
0
1
0
1
dx 1

v

d
1
L

x
1
x
L

j

1

dx

0 0

L
EI 0 1
T
e
K s k s s dx L 0 0
0

0 1

s(x)ue

0 0
L/ 2
1
L/2
1
0 1 GA* L / 2 L2
L / 2 L2

K eb K e s
0 0
1
L / 2
L 1 L / 2

2
2
0 1
L
/
2

L
/
2

Osservazione:
Keb integrata esattamente;
se Kes integrata esattamente =1/3 , =1/6,
se si usa lintegrazione ridotta (1 punto di Gauss al centro) =1/4 , =1/4.

Mensola caricata allestremo libero: soluzione agli EF


F
L
qp

EI 0 0 GA * 1
L / 2

L 0 1
L L / 2 L2

vj F

j 0

GA *
L
L vj 2 j F

vj
EI

GA * L v EI L2 0 v j

j
j
j
L 2 j GA *
2 L L2 GA *
2 L

Risolvendo il sistema si ottiene:

FL3 4
v vj
EI 4 1

FL2
2
; j
EI 4 1

Se si utilizza lintegrazione esatta, =1/3:

Se si utilizza lintegrazione ridotta, =1/4:


v

FL3 1 4
EI
4

; se 0 v

FL3
4EI

Problemi vincolati

Lelemento di trave di Timoshenko costituisce un esempio di problema vincolato,


caratterizzato dalla presenza di un legame, indotto dal modello di spostamento,
tra diverse componenti di deformazione.
Al crescere della snellezza della trave:

vi
L

i 0 , j i 0 0

Un elemento di trave lineare non quindi in grado di deformarsi flessionalmente in assenza di


deformazioni taglianti, dando luogo al fenomeno del LOCKING.