Sei sulla pagina 1di 1

Osservare le norme e attenersi alle regole

vuol dire legarsi senza una corda.


Agire liberamente e senza freni secondo i propri desideri
vuol dire ci che farebbero gli eretici e i demoni.
Riconoscere la propria mente e purificarla
il falso Zen del sedersi in silenzio.
Dar briglia sciolta a se stessi ignorando le condizioni che si trovano in rapporto reciproco
vuol dire cadere nell'abisso.
Essere vigilanti e mai ambigui
vuol dire portare delle catene e un giogo di ferro.
Pensare al bene e al male
appartiene al paradiso e all'inferno.
Avere una visione del Buddha e una visione del Dharma (il suo insegnamento)
vuol dire essere imprigionati in tra due montagne di ferro.
Chi capisce questo non appena sorge un pensiero,
il pensiero stesso esaurisce subito le proprie energie.
Sedersi privi di espressione nel quietismo,
la pratica dei morti.
Se si procede ci si separer dal principio.
Se ci si ritira si sar contro la verit.
Se non ci si ritira n si procede siamo uomini morti che respirano.
Adesso ditemi:
che farete?
Mumon