Sei sulla pagina 1di 1
Numero V~ Anno, Pagina 2 30 gennaio "07. "~AMPATO IN PROPRIO Isola delle Femmine Adozione Piano Regolatore Generale Continua il confronto in aula fra i gruppi consiliari sulla problematica dell’incompatibilita dei consigliert comunali con riferimento all’ado- Zione del Piano Regolatore Genera- le, Fin dalla prima seduta consiliare il Sindaco prof. G. Portobello ha sollevato il problema dell’incom- patibilita che ha impegnato i lavori consiliari per diverse _sedute. L’Amministrazione, per vere maggiori —chiarimenti—sull’ar- gomento, ha dato incarico all’avv G. Depiiano per un parere pro- veritate, pagando una parcella di € 1.250,00, soldi dei contribuenti Guarda easo il parere_coincideva con la posizione del Sindaco che vuole imporre ai Consiglieri Co- munali la votazione separata 0 spezzettata delle zone, cioé vota- Zione per la zona A, B. BI, C, etc. Il gruppo consiliare INSIEME Iso- la delle Femmine, con i propri sol- di, ha dato incarico all’avy. T. Renda che conferma quanto previ- sto dalla normativa in vigore: “ Il Plano Repolatore Generale € att a ae Latte WASERENDING Diretore Editoriale Giuseppe PIRRELLO Coordinatore ‘Onazio NEVOLOSO ile Economico ‘Stefano TRIBOTO Responsable alla Distribuzione ‘Gino MORENA www.ilnotiziario2004.it articoli@ilnotiziario2004.it it_notiziario2004alibero.it in Redazione Giuseppe BRUNO ‘Roberto CORSO Rosario GRADINO. Antonella MORENA ‘Giuseppe PAGANO ‘Antonino RUBINO Tutti coloro che desiderano frre con “loro imervent spud arricchimen- "0 costrutivo numero @ stato chiuso in tedacione 24 dicembre 2006 manifestazione di volonta a conte- nuto approvativi. non pud esaurirsi in un semplice esame analitico dei singoli punti_ in cui si esprime il disegno pianificatolo, seguito dalla votazione ed approvazione, pari- menti analitica e separata, degli stessi, ma deve necessariamente ccontenere anche una fase conclusi- va, comportante l’esame, la discus- sione ed infine la votazione e Vapprovazione, secondo le regole proprie delle delibere degli organi collegiali, del documento pianifi- catorio nel suo complesso, da parte di tutti i componenti del Consiglio Comunale, ivi compresi i consi glieri che Si sono astenuti sui sin- Zoli punti del disegno pianificatolo per una loro correlazione diretta ed immediata con eli specifici interes- si di questi ultimi, (Emendamen- ti)". La norma sancisce quanto se- gue: “gli amministratori devono astenersi dal_prendere parte alla discussione ed alla votazione di delibere riguardanti interessi propri © di loro parenti 0 affini fino al quarto grado di_parentela, L’obbligo di astensione non si ap- plica ai provvedimenti normativi o di carattere generale, quali i piani urbanistici, se non nei casi in cui sussiste una correlazione immedia- tae diretta fra il contenuto della deliberazione e specifici interessi dell’amministratore 0 di parenti o affini fino al quarto grado di paren- tela”. La norma & molto chiara ed inoltre le precedenti delibere con riferimento al P.R.G. danno con- forto alla posizione del gruppo consiliare INSIEME. Ma_allora qual'é il motivo di questa richiesta del Sindaco? Crediamo che sia in ato il tentativo di frazionare la vo- tazione dello strumento urbanistico per fare emergere, man mano, Pincompatibilita dei singoli consi- alieti i quali si dovrebbero allonta- nare dall’aula facendo venir meno, di volta in volta, il numero legale € quindi Tinevitabile caduta della seduta consiliare. A questo punto la strategia degli scienziati della politica sembra essere svelata in- fatti, il PRG, passerebbe nelle mani di un commissario ad Acta, nomi- UBBLNETWORK EAINNOVATIVA R85 HARADA ait rant nnato dall’Assessorato Regionale, che sostituirebbe lintero Consiglio annullando ’espressione di volont dei consiglieri comunali. Ricordia- mo a tal proposito che il Sindaco, in aveva affermato cche non si doveva ripetere liter che ha portato all’approvazione, da parte del commissario ad Acta, della co- struzione “Calliope”. Crediamo che ior Sindaco abbia imparato benissimo la lezione © voglia ri tersi. La linea politica dell'ammini- strazione, se di linea politica si pud mostra la mancanza. di confronti dei propri con- siglieri di maggioranza. Il Sindaco e il consigliere Cutino visibilmente ccontrariati per il fallimento del pia- no strategico hanno affermato, in modo scomposto: “Ve lo approvate Voi il PRG se avete i numeri!” Si- gnor Sindaco e signor eapogruppo Cutino, riteniamo che ogni ammini- stratore deve essere sempre respon- sabile delle proprie azioni; inoltre come rappresentati dei cittadini ave- te l'obbligo di rispettare il mandato che avete ricevuto, Non & con 'ab- bandono dell’aula ‘che si rispetta il mandato della cittadinanza. La Redazione Informazione I Sindaco continua con determine ha impegnare i capitoli di Bilancio 2007 senza avere rispetto del Con- Siglio Comunale che ancora deve approvare il Bilancio di Previsione anno 2007. Il Sindaco con determina n. 18 del 28.12.2006 ha, prorogato incarico di" Responsabile del 3° Settore all'arch, D°Arpa Sandro sino al giugno 2009, la spesa complessiva annua & stata quantificata in € 50.771,84. IL Sindaco con determina n. 17 del 28.12.2006 ha prorogato Vincarico di" Responsabile del 1° Servizio irbanistica- Edilizia Privata Spor- tello Unico” del 3° Settore “Tecni- co” all’arch. Valguamera Sergio sino al giugno 2009, la spesa com- plessiva annua @ stata quantificata in € 33.060,95. La Redazione