Sei sulla pagina 1di 2

DUECALCICONZANNA: BUONA LA PRIMA, ANZI, OTTIMA!!!

13 luglio 2009: è in questa data che si è concluso il 1° Memorial Matteo Zanoni,


terminato con un avvincente finale, vinta per 3 reti a 2 dalla squadra “IL RITORNO DEI
TIGNIZZI” contro i giovanissimi ragazzi dell’ “INFINITY AVIS”.
Ma riavvolgiamo il nastro e partiamo dall’inizio.
E’ stato un torneo molto lungo, faticoso ma allo stesso tempo divertente e ricco di
soddisfazioni per gli amici e tutti i (davvero tanti) conoscenti di Matteo.
Il pubblico è sempre stato numerosissimo ed il grande lavoro fatto dai volontari che
hanno sacrificato parte del loro tempo libero hanno portato alla realizzazione di un
torneo molto ben organizzato e curato.
La vera festa però, fuori dal campo, è iniziata lunedì 21 giugno: si è infatti tenuta la
cena di raccolta fondi per le associazioni di Campagnola e che ha permesso di
sostenere tutte le spese per la realizzazione del torneo. La giornata sembrava delle
migliori, ma purtroppo ci siamo dovuto presto ricredere: vento, pioggia e freddo hanno
rovinato i nostri piani e la cena prevista presso l’area feste di via Vettigano sembrava
quasi sul punto di saltare: ci sono voluti il grande aiuto dei volontari della “Sala 2000”
e in particolar modo del Presidente Salati (ne approfittiamo per ringraziarlo
sentitamente), che si sono attivati perché potessimo spostare la festa a tempo di
record ed allestire in poco più di due ore la sala e la cucina. Nonostante questa
“pezza” la serata si è svolta in maniera perfetta, i presenti, nonostante il cambio di
location, sono stati più di 150 e lo staff di amici, genitori e parenti, improvvisati per
una sera in camerieri (sotto la sapiente guida di Roberto), cuochi e baristi ha gestito in
maniera impeccabile la serata.
Molto toccante è stata la lettura dedicata a Matteo nel corso della cena, mentre i
Pandamonium con il loro hard rock hanno sicuramente rallegrato i presenti rimasti
anche nel dopocena.
Bilancio della serata quindi non ottimo, di più!
Neanche un giorno di riposo e il torneo parte: per 3 settimane di nuovo tutti
impegnati, chi al bar, chi correndo dietro ad un pallone in campo, chi correndo dietro
ai palloni finiti nei giardini delle case adiacenti al campo…gli scarponi non mancavano
al nostro torneo!!
Probabilmente proprio il fatto di rivedere nostri compaesani che avevano appeso le
scarpette al chiodo da parecchio tempo, magari con qualche chilo di più, ha reso più
divertente ed entusiasmante il torneo: ben 10 squadre iscritte che vedevano schierate
tra le proprie file giovani atletici e tesserati per squadre dilettantistiche di tutta la
provincia, contrapposti alle squadre storiche del “vecchio” torneo Ghidini e del Coppe
e Salami, con ultra quarantenni ma allo stesso tempo veramente molto agguerriti.
Come non citare l’A.C. MICKY capitanata dall’onnipresente Boriello? Ogni anno
invecchiano ma la voglia di vincere non la perdono mai!
Per loro terzo posto nel girone B, conquistato all’ultima partita ultima con una grande
e sudata vittoria contro ELETTROSYSTEM, incredibilmente fuori dalla fase finale; per i
vincitori del “Ghidini” 2007, si è trattata di una vera disfatta. Probabilmente la
defezione di alcuni membri, passati alla squadra avversaria “Il ritorno dei Tignizzi” ha
inciso sulle prestazioni della squadra.
Chi non ha assolutamente ripagato le attese è stata SUEDA CAFE’: capitan Wenz
pensava di allestire una corazzata ipercompetitiva e principale candidata per la
vittoria finale ma i vuoti difensivi di Spallanzani e i rossi di troppo (tra cui quello al
portiere, che probabilmente a compromesso la partita decisiva, nonostante un’eccelsa
prestazione di Gualtieri) hanno compromesso i loro sogni di gloria.
Come da pronostico invece il primo posto del girone è andato a MENOZZI ANSELMO,
detentore del “Ghidini” dell’anno scorso e principale indiziata per il titolo: tutto come
da copione fino alle semifinali, valanghe di goal e bel calcio, finché cadono nella
trappola INFINITY AVIS, proveniente dal girone A: i “monelli” (come vengono
etichettati dai frequentatori del famosissimo forum online del torneo) hanno giocato
un torneo in crescendo, raggiungendo la finalissima ai supplementari, lasciando
attoniti e sorpresi un po’ tutti tra il pubblico e i giocatori, con molta amarezza nella
compagine Menozzi Anselmo.
A completare il girone c’era appunto IL RITORNO DEI TIGNIZZI, vincitrice del torneo:
nonostante abbiano rischiato un po’ troppo, si aspettava la loro vittoria da parcchi anni
ormai; i singoli giocatori sono molto dotati sul piano tecnico e vantano un ottimo gioco
di squadra. Da segnalare la grande prestazione di Oubaida, capocannoniere del torneo
con 8 reti e piacevole sorpresa. Si confermerà anche nelle prossime edizioni.
Il girone A invece sulla carta sembrava un po’ più equilibrato: infatti molti erano i
dubbi e le scommesse su chi avesse passato il turno.
Al primo posto si piazza CANTINE RIUNITE, con un organico completamente
ringiovanito, con alcuni membri alla prima esperienza nel nostro torneo cittadino. La
parte del matador l’ha fatta Casali, secondo in classifica marcatori e vincitore del
premio come miglior giocatore. Daranno anche del filo da torcere in semifinale a quelli
de “ Il ritorno dei Tignizzi”.
Gli AMICI DI WELDEN erano i più accreditati per il passaggio del turno, ma un
comportamento non proprio esemplare, che li ha portati a non presentarsi in campo
per ben 2 volte, li ha tenuti fuori dai giochi.
Ed ora veniamo alle due squadre che più delle altre hanno emozionato, fatto ridere e
arrabbiare il pubblico.
Una è ANTICALCIO, che è riuscita nell’intento di non piazzarsi all’ultimo posto del
girone: vuoi per le prodezze del portiere, per l’ottima visione di gioco del fantasista
Saccani o le pesanti e spettacolari reti di Venosa, ha consentito di raggiungere un
insperato successo (almeno dal punto di vista morale), in particolar modo brillando
nella partita d’esordio contro il BARCELLANO. Nonostante qualche innesto, gli idoli
della curva hanno raccolto ben poche soddisfazioni in questa edizione. Vuoi la
mancata presenza del bomber Fedda (c’è chi sosteneva fosse una bufala), un po’
troppo nervosismo in campo e alcune pesanti disattenzioni, non sono riusciti a portare
a casa nient’altro che il premio “Andate a Zappare”, destinato alla squadra che ha
subito più goal nel torneo. Potrebbe essere quasi un successo…!
Cosa dire nel complesso? Una fantastica esperienza, 20 giorni faticosi ma appaganti e
divertenti, se poi lo si fa per ricordare il nostro amico Zanna, beh…credo che non
servano altre parole.
Io e tutto lo staff stiamo già pensando al prossimo anno: abbiamo l’obiettivo di
migliorarci e portare qualche nuova idea per arricchire il torneo e la festa.
Ne approfitto per ringraziare, a nome di tutti quanti, coloro che si sono adoperati per
la buona riuscita della manifestazione; non faccio nomi, sapete chi siete e sapete di
quanto vi sono (e vi siamo) grati.
Ci saranno novità nei prossimi mesi, di cui vi terremo certamente aggiornati. Se volete
essere dei nostri, sapete dove trovarci…sarà un piacere ritrovarci con qualche faccia
nuova!

Andrea Melegari