Sei sulla pagina 1di 22

IMPIANTI

INDUSTRIALI

Layout degli impian: industriali
Parte 1 Il problema del layout

Prof. Antonio Calabrese


Dipar;mento di Ingegneria Ges;onale
IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 1

Introduzione al layout
Ricerca di pianicazione e di integrazione dei vari
componen2 che intervengono nella produzione

Si cerca di ssare le pi funzionali ed economiche relazioni
fra gli operatori, le apparecchiature, le varie installazioni e
sopraNuNo di denire, nel modo migliore, i vari ussi dei
materiali e le aPvit dei mezzi produPvi, dal ricevimento
merci delle materie prime aNraverso le varie fasi della
lavorazione, no allimmagazzinamento dei prodoP ni;.

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 2

Introduzione al layout
Per layout di un magazzino, di una fabbrica, o di unarea di
lavoro si intende la dislocazione sica:
dei repar;
delle macchine, dei pos; di lavoro e dei deposi;
dei servizi e dei rela;vi uci aziendali
Questo presuppone anche la scelta e il dimensionamento di
tuP i mezzi di produzione e la valutazione della potenzialit
risultante per lintero sistema.

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 3

Esempi di layout
(bidimensionale)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 4

Esempi di layout
(bidimensionale)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 5

Esempi di layout
(tridimensionale)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 6

Esempi di layout
(tridimensionale)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 7

Esempi di layout
(del posto di lavoro)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 8

Esempi di layout
(del posto di lavoro)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 9

Mo:vazioni di uno studio di layout


PROGETTAZIONE (costruzione)
a) costruzione di un nuovo stabilimento


RIPROGETTAZIONE (miglioramento)
b) modiche parziali al layout esistente
c) trasformazione generale del layout esistente
d) trasferimento degli impian; di uno stabilimento
esistente in un nuovo edicio

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 10

Discipline e aFvit coinvolte


ProgeNazione
PRODOTTO

ProgeNazione
LAYOUT
ProgeNazione
PROCESSO

IMPIANTI INDUSTRIALI

Ges;one
PRODUZIONE

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 11


ProgeNazione
PRODOTTO

RiprogeNazione parziale o totale del prodoNo


Lancio di un nuovo prodoNo
Variazioni nelle quan;t prodoNe


ProgeNazione
PROCESSO

Modiche del processo produPvo



Obsolescenza delle aNrezzature e sos;tuzioni di
par; di impianto

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 12

ProgeNazione
PROCESSO


Introduzione di nuovi standard di sicurezza
Riduzione dei colli di boPglia

Razionalizzazione nelloccupazione delle aree

Razionalizzazione dei ussi di materiale

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 13

Ges;one
PRODUZIONE

Modiche nellorganizzazione del lavoro



Modiche nella programmazione della produzione

Modiche nella ges;one delle scorte

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 14

Nello studio di un layout si cerca di raggiungere


mol; obiePvi
Essi sono per assai numerosi, ed alcuni addiriNura
in contrasto tra loro


Necessit di individuare e analizzare quelli pi
signica6vi e raggiungere un ragionevole
compromesso

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 15

ObieFvi di uno studio di layout


Facilitazione del processo produPvo aNraverso il
coordinamento e loPmizzazione della successione delle
operazioni mediante lesame dei ussi di materiale in
lavorazione e dei materiali ausiliari

Riduzione dei tempi mor; negli immagazzinamen;
intermedi, quindi del tempo di permanenza dei materiali nel
processo, con diminuzione degli immobilizzi di capitale

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 16

ObieFvi di uno studio di layout


Minimizzazione del costo dei traspor;, sempre aNraverso un
aNento esame dei ussi dei materiali e una scelta accurata dei
mezzi des;na; a tale scopo
Mantenimento di una giusta essibilit delle installazioni
tenendo conto sia della necessit di futuri ampliamen;, sia di
modiche nel ciclo di produzione e della gamma di prodoP



IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 17

ObieFvi di uno studio di layout


Riduzione degli inves;men; aNraverso un aNento impiego
e scelta (saturazione) delle varie apparecchiature

Impiego razionale dellarea a disposizione
Razionale organizzazione dellu;lizzo della manodopera
riducendo le operazioni eccessivamente fa;cose, non solo
per ovvi mo;vi sociali di assicurare confortevoli condizioni
di lavoro, ma anche per un maggior sviluppo della
produzione


IMPIANTI INDUSTRIALI
IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 18

ObieFvi di uno studio di layout


Potenziamento, ovunque sia possibile, dellimpiego di
apparecchiature u;lizzando il personale come supervisore

Miglioramento delle condizioni di sicurezza e di comfort con
il miglior isolamento possibile dei lavoratori da faNori nocivi
(rumori, vibrazioni, esalazioni, radiazioni, ecc.)

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 19

Parametri caraLerizzan: un ecace layout


Flusso di materiali pianicato

Percorsi e disposizioni dei pos; di lavoro/repar; razionali e
sucientemente lineari

Edici costrui; rispeNando un piano organico preordinato

Tempo di produzione stabile e facilmente determinabile
RidoNe quan;t di materiale nel ciclo di produzione

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 20

Parametri caraLerizzan: un ecace layout

Piani di ampliamento gi predispos;


Minime distanze di trasporto del materiale in lavorazione
Minimizzazione dei traspor; manuali
Minimizzazione dei traspor; di materiali tra le lavorazioni e
assenza di carichi e scarichi inu;li


Immagazzinamento e trasporto delle merci organizzato, colli
unitarizza;, ecc.

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 21

AspeF dinamici del layout


Il layout di un sistema di produzione deve seguire nel tempo
la domanda di sviluppo dellazienda

La progeNazione deve essere dinamica e non sta;ca come
accade per altri ambi; di progeNazione:
ampliamen;
modiche
essibilit


Necessit di una pianicazione del layout

IMPIANTI INDUSTRIALI

IL PROBLEMA DEL LAYOUT PG. 22