Sei sulla pagina 1di 1
La Fata Morgana, sentendola scappare, s'affacci® alla finestra, - Fornaia che spazzi il forno con Je mani, ferma quella bambina, fermalal = Fossi mata! Dopo tanti anni che fatico, mi ha dato le scope per spazzate il forno! = Ciabattino che cuci le scarpe con la barba ¢ i capel- it Ferma quella bambina, fermala! = Fossi matto! Dopo tanti anni che fatico, m’ha dato lesina e spago! = Cani che vi mordete! Fermate quella barbina! = Fossimo matti! Ci ha dato un pane per uno! = Porta che sbatti! Ferma quella bembina! = Fossi matta! M’ha unta da capo a piedi! E Prezemolina passd. Appena fu in salvo, si doman- dd; « Cosa ci sard in questa scatola de! Bel-Giullare? » € non seppe resistere alla tentazione d'apritia, Ne saltd fuori tutto un corteo d’omini piccini piccini, tun cortco con Ia banda, che andava avanti a suon di musica e non si fermava pid. Prezzemolina voleva far- Ii tomare nella scatola, ma ne prendeva uno e gliene scappavano dieci. Scoppid in singhiozi, e proptio in ‘quel momento artivd Memé. ~ Curiosaccia! - disse. - Vedi quel che hai combi- ato? = Ob, volevo solo vedere... = Adesso non c’é pit rimedio, Me se tu mi dai un ba- cio, io rimedierb. E lei: Preferisco dalle Fate esser mangiata Pluttosio che da un uomo esser baciata 38 = Lthai detto cost per benino che rimedietd io lo stes- so ~. Batté In bacchetta magica e tutti gli omini tor- narono nella scatola del Bel-Giullare. Le Fate, quando sentirono Prezzemolina picchiare al- Puscio, ci restarono male. ~ Come mai la Fata Morga- na non se 1’ mangiata? ~ Felice giorno, ~ disse lei, - Ecco la scatola, = Ah, brava.. E cosa t/ha detto la Fata Morgana? = Miha detto di farvi tanti saluti = Abbiamo capito! ~ dissero le Fate tra loro, ~ Dob- biamo mangiarcela noi -. Alla sera, venne a trovarle ‘Memé. ~ Sai, Memé? ~ gli dissero, ~ La Fata Morgana non s'@ mangiata Prezemolina, Dobbiamo mangiarcela noi. = Oh, bene! ~ fece Memé. - Oh, bene! = Domani, quando avra fatto tutte le faccende di casa, Je faremo mettere al fooco una caldaia di quelle gran- i da bucato, E quando bollira-le prenderemo ¢ Ja but- teremo dentro. ~ Ei, e sf, ~ disse lui, - resta inteso cost, & una buo- na idea. Quando le Fate furono uscite, Memé andd da Prezze- tmolina. - Sai, Prezzemolina? Ti vogliono buttare nella caldaia, quando bolle. Ma tu devi dire che manca la egna ¢ che vai in cantina 2 prenderla, Poi verrd io. Cosi le Fate dissero 2 Prezzemolina che bisognava fate i bucato, ¢ che mettesse la caldaia al fuoco, Lei accese il fuoco, poi disse: - Ma non c quasi pit legna. = Val a ptenderla in cantin Prezzemolina scese, e sentf: - Sono qua io, Prezzemo- lina. Cera Memé che la prese per mano. 39