Sei sulla pagina 1di 1

Tra il giugno e l'agosto del 1944, gli eserciti alleati, composti da oltre un milione di uomini

decisero il destino dellEuropa. Tra gli alti comandi Alleati vi era molta incertezza su dove avrebbe
dovuto aver luogo lo sbarco.La maggior parte dei tedeschi aveva ipotizzato che lo sbarco degli
alleati in Francia sarebbe avvenuto nella regione di Calais, zona della manica pi facile da
percorrere.gli inglesi preferivano la Normandia che -in base alle loro
informazioni- aveva le difese pi deboli.Furono avviate azioni per convincere i tedeschi che lo
sbarco sarebbe avvenuto l dov essi lo aspettavano, nella zona di Calais. I bombardamenti si
infittirono sulla citt e sul territorio circostante. Si giunse al punto che, quando gi la flotta di
invasione navigava verso la Normandia, un'altra flotta "finta", scortata da aerei, si stava dirigendo
verso Calais.L'inganno riusc tanto bene che i tedeschi continuarono a credere che lo sbarco in
Normandia fosse soltanto una finta e che la vera invasione avrebbe avuto luogo a
Calais, dove essi continuarono ostinatamente a mantenere il grosso delle forze.La preparazione allo
sbarco stata accurata fino alle minuzie.La battaglia di Normandia inizi nella notte del 6 giugno
1944,il cosiddetto D-Day ( il giorno pi lungo della battaglia) quando le prime truppe inglesi ed
americane si paracadutarono sul suolo francese. Nel cuore della notte laviazione cominci a
bombardare le difese tedesche nellarea dello sbarco.Maggiori difficolt ebbero gli americani nella
spiegai ribattezzata in codice OHAMA, dove le truppe tedesche riuscirono a sostenere la battaglia
per diverso tempo, sino poi alla sconfitta nel tardo pomeriggio. Dopo lo sbarco la battaglia di
normandia prosegu fino alla fine di Agosto, quando i tedeschi non furono pi in grado di fermare
lattacco nemico.
DWIGHT EISENHOWER (Comandante supremo delle forze Alleate)
GERD VON RUNDSTEDT (Feldmaresciallo tedesco, comandante supremo del fronte occidentale)
ERWIN ROMMEL (Feldmaresciallo tedesco)