Sei sulla pagina 1di 1

Martin Luther

(1483-1546)

Martin Lutero al principe Joachim di Anhalt, 23 maggio 1534


Serenissimo Principe, Grazioso Signore! [Un amico comune] mi ha detto che Vostra Grazia stata
poco bene, ma adesso grazie a Dio di nuovo in buone condizioni.
Penso spesso che, siccome Vostra Grazia conduce una vita tranquilla, la malinconia e i tristi
pensieri possano essere la causa di tale indisposizione; perci consiglio a Vostra Grazia che,
essendo un uomo giovane, stia allegro [frlich], vada a cavallo, a caccia, e si tenga in buona
compagnia. La solitudine e la tristezza infatti sono semplicemente veleno e morte, soprattutto in un
giovane [...] Nessuno sa quanto faccia male a un giovane evitare la gioia [Freude] e coltivare la
solitudine e la malinconia [...] Una gioia onorevole e un buon onore dignitoso sono la miglior
medicina per un giovane, e per tutti gli uomini. Io, che ho passato finora la vita nel dolore e nella
tristezza, ora accetto la gioia ogni volta che riesco a trovarla. Grazie a Dio, noi adesso sappiamo che
possiamo essere felici in buona coscienza e usare i doni di Dio con gratitudine, nella misura in cui
Egli li ha fatti per noi e si compiace che noi li usiamo.
Se non ho indovinato la causa dellindisposizione di Vostra Grazia e le ho quindi fatto un torto,
Vostra Grazia perdoner generosamente il mio errore. Perch in verit temevo che Vostra Grazia
potesse stupidamente ritenere la gioia un peccato, come io ho spesso fatto e come spesso faccio
ancora [...] Vostra Grazia dovrebbe essere sempre allegro, interiormente in Cristo ed esteriormente
nei doni di Dio; Egli ce li d perch godiamo di essi e lo ringraziamo per loro.

Martin Lutero al principe Joachim di Anhalt, 12 giugno 1534


A volte dobbiamo bere di pi, dedicarci a divertimenti e ricreazioni, e perfino peccare un poco per
sconfiggere il diavolo, per non lasciarli spazio per turbare la nostra coscienza... Perch mai pensate
che io beva tanti alcolici, parlando cos liberamente e scherzando spesso, se non perch voglio
prendere in giro e maltrattare il diavolo che tenta di prendere in giro e di maltrattare me?

Martin Lutero, Discorsi a tavola, 1, numero 122


Tutti i dispiaceri, le malattie e la malinconia vengono da Satana.

Calvino, Istituzioni, libro 3, cap. 8


Se la lode e il ringraziamento al Signore possono venire solo da un cuore allegro e gioioso e nulla
dovrebbe reprimere queste emozioni in noi chiaro quanto sia necessario temperare lamarezza
della croce con la gioia dello spirito.
D. Martin Luthers Werke: Kritische Gesamtausgabe, 69 voll., Hermann Bhlan, Weimar 1883