Sei sulla pagina 1di 3

, Giorgio, 235, 251, 252

Restivo, Franco, 110, 155, 156


Reverberi, Emilio, 40
Reza Pahlavi, sci dell'Iran, 76
Ricciardi, Teresa, 95
Rise, Claudio, 113, 119, 120
Riva, Felicino, 91
Royal, Sgolne, 8
Rolandi, Cornelio, 114
Rossanda, Rossana, 111, 262
Rossi, Maria Teresa, 51
Rossi, Paolo, 40
Rostagno, Mauro, 52
Rubin, Jerry, 72
Ruggiu, Luigi, 39
Rumor, Mariano, 103, 171
Rusconi, Marisa, 119
Saltarelli, Gerardo, 157
Saltarelli, Saverio, 26, 154-157, 160, 165, 170, 171, 173
Sangesi, Gaetano, 99
Saracino, Giuseppe, 96
Saragat, Giuseppe, 26, 106, 107, 111, 113
Sarkozy, Nicolas, 7, 8
Savio, Mario, 71
Scaglia, Giovanni Battista, 19
Scalfari, Eugenio, 111, 119, 120, 156
Scalfaro, Oscar Luigi, 173
Scalzone, Oreste, 52
Sceiba, Mario, 59
Schiavinato, Giuseppe, 27, 173, 176, 178, 185
Schillebeeckx, Edward, 38
Scibilia, Giuseppe, 59
Secchia, Pietro, 200
Serra, Bianca Guidetti, 99
Serri, Marino, 40
Servello, Franco, 175, 189
Sessa, Riccardo, 234
Severino, Emanuele, 48, 225
Shalgam, Abdul Rahman, 234, Sigona, Angelo, 59
Smith, Tommie, 88
Smuraglia, Carlo, 99
Spada, Michelangelo, 48
Spadolini, Giovanni, 107, 160, 162, 180, 233, 259
Spazzali, Sergio, 99
Spriano, Paolo, 137
Springer, Axel Csar, 77
Stajano, Corrado, 17, 113, 119, 120, 164, 165
Subrizi, Mauro, 244
Sullo, Fiorentino, 94
Svoboda, Ludvik, 82
Swamp, Jack, 214
Tadodaho, 225
Tambroni, Fernando, 40
Thompson, Loran, 214, 224
Tito, Josip Broz detto, 84
Tobagi, Walter, 193
Tognoli, Carlo, 193
Tondelli, Afro, 40
Tondelli, Pier Vittorio, 21

Torres, Camillo, 86
Toscano, Salvatore (Turi), 60, 96, 112, 116, 122, 152, 156, 157, 176, 178, 179
Trentin, Bruno, 141
Treves, Fabio, 174, 175
Trevisan, Lucio, 96
Trimarchi, Mario, 93
Trimarchi, Pietro, 92-94, 96, 98, 147
Trivella, ingegner, 243
Ugolini, Bruno, 119
Urbisci, Ovilio, 172
Vacca, Giuseppe, 21
Vaccari, Elio, 171-172
Valpreda, Pietro, 26, 114, 122124, 152
Veil, Simone, 203
Verdi, Giuseppe, 63
Vertone, Saverio, 21
Vespa, Bruno, 22
Viale, Guido, 52
Vicari, Angelo, 171
Vincileone, Eliane Corradini, Viola, Guido, 155-156
Vitali, Massimo, 119
Vittoria, vicequestore, 119, 153-154, 164
Washington, George, 211
Dal catalogo Garzanti Michele Ainis STATO MATTO
Michele Ainis documenta una serie di storture, di assurdit e di paradossi del sis
tema politico e istituzionale: il fisco rapace, gli abusi dei partiti, le vessaz
ioni della burocrazia, la voragine informativa della Rai, il collasso della gius
tizia, il trionfo dei parenti sui talenti, quello della deroga sulla regola, le
leggi strombazzate ma impotenti su droga e immigrazione...
Sono gli affanni e i malanni della nostra democrazia, che rendono difficili la ges
tione delle massime istituzioni e soprattutto la nostra vita quotidiana. In 100
voci, Stato matto cataloga un dizionario del nostro scontento, esilarante e deso
lante. Ma indignazione e satira non portano lontano: necessario rimettere in mot
o i meccanismi inceppati, perch il paese riprenda a funzionare.
Michele Ainis indica anche i nodi da sciogliere e la direzione in cui muoversi,
senza imboccare pericolose scorciatoie, per riavvicinare i cittadini a una polit
ica diversa.
Dal catalogo Garzanti Daniel Cohen TRE LEZIONI SULLA SOCIET POSTINDUSTRIALE
La societ industriale collegava un modo di produzione a un sistema di protezione
e di welfare.
La questione economica s'intrecciava con quella sociale, con fortissime implicaz
ioni politiche. La societ postindustriale tende invece a separare queste due sfer
e, segnando cos l'inizio di una nuova era, dove il dominio assoluto del mercato n
on crea pi tra chi vi partecipa una evidente comunit di destini e di interessi, un
orizzonte sociale condiviso.
Con straordinaria capacit di sintesi, Daniel Cohen ricostruisce brillantemente la
rottura che si delineata a partire dagli anni Ottanta del Novecento, identifica
ndo gli snodi pi significativi ed evidenziando le conseguenze di una trasformazio
ne ancora in corso. Sottolineando alla fine l'esigenza di nuove prospettive, che
possano trovare un punto d'equilibrio tra economia, politica e societ.
Dal catalogo Garzanti Daniel Litvin IMPERI DEL PROFITTO
Daniel Litvin ha ricostruito le vicende di una serie di grandi imprese internazi
onali, a cominciare da quelle attive nell'epoca coloniale, come la British East
India Company, per arrivare fino alla United Friut e all'ENl, alla Monsanto (lea
der nel settore degli OGM), alla Royal Dutch/ Sheli (che estrae il petrolio nige
riano) e alla Nike (accusata di sfruttare i minori). L'azione di questi giganti

economici, cos goffi e miopi, ha generato omicidi, colpi di stato, dirottamenti,


sequestri... Quelli documentati negli Imperi del profitto sono casi emblematici,
che non restano confinati nella sfera economica, ma hanno conseguenze sociali,
culturali, politiche, diplomatiche, ambientali. Evitando le condanne ideologiche
, Litvin offre una serie di utili indicazioni. Perch, via via che le maglie della
globalizzazione si fanno sempre pi strette, necessario costruire condizioni che
rendano meno problematico e rischioso l'impatto delle grandi multinazionali su t
erritori, culture e ambienti sociali.