Sei sulla pagina 1di 21
TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE PROC. N. 1696/09 RELAZIONE CONCLUSIVA E RIEPILOGATIVA DELLA CUSTODIA GIUDIZIARIA DELL’AZIENDA AGILE S.R.L. UNIPERSONALE 1, Vattivita svolta In ottemperanza al provvedimento di codesto Il.mo Tribunale dell’S aprile 2010 ¢ facendo seguito alle precedenti relazioni depositate in data 15 febbraio ¢ 31 marzo wuss. gli scriventi custodi riepilogano di seguito le operazioni compiute e le indagini espletate. Dopo Vaccettazione, avvenuta in data 24 dicembre 2009, la custodia ha effettuato il primo accesso presso lo stabilimento di via Bona in Roma, all'epoca presidiato occupato/ presidiato dai lavoratori. Il primo giorno lavorativo successive (28 dicembre 2009) i custodi si sono recati presso la sede di Pregnana Milanese dove hanno verificato, tra Yaltro, che anche quello stabilimento risultava occupato/presidiato dalla fine del mese di ottobre; la corrispondenza non veniva recapitata e, pertanto, la contabilita risultava essere non aggiornata (non circolavano i documenti contabili ¢ le informazioni amministrative necessaric per monitorare l’incasso dei crediti, Pemissione delle fatture, Tutilizzo dei flussi finanziari, la maturazione dei debiti), cosi come risultava fuori controllo Yattivité di assistenza presso i clienti, gestita a livello personale neli’ambito delle disordinate informazioni che circolavano in ezienda. Al riguardo, e solo a titolo di esempio, si rappresenta che presso la sede di Pregnana sono stati rinvenuti assegni circolari emessi da Poste Italiane S.p.A. ¢ da Unicredit Banca di Roma per rimborsi INAIL di cui uno, scaduto di € 18.509,93; per tale assegno é stata attivata la procedura di riemissione presso Poste Italiane 8.p.A. Le rappresentanze sindacali hanno preliminarmente chiesto la fissazione di un incontro formale per fornire informazioni e chiarimenti, tra Valtro, in merito al pagamento delle retribuzioni arretrate, con particolare riguardo periodo precedente la custodia, durante il quale lo svolgimento dell’attivita lavorativa non era stato regolare. Liincontro istituzionale richiesto @ stato organizzato per il 7 gennaio 2010 presso la sede di Pregnana Milanese e, per consentire la partecipazione senza oneri di trasferta di tutte le rappresentanze sindacali, @ stato riattivato il collegamento con le sedi di Roma e Bari, cosi ripristinando ~ parzialmente- i sistemi di comunicazione. Durante Vincontro i lavoratori hanno chiesto chiarimenti in merito agli ammortizzatori sociali da attivare a loro salvaguardia, tenuto conto che Ja societA aveva gid avviato la procedura di licenziamento collettivo. La custodia ha in quella sede illustrato la portata della misura cautelare adottata dal Tribunale riservandosi di fornire i chiarimenti richiesti all’esito di accertamenti mirati a verificare le commesse in corso, La custodia ha altresi invitato i lavoratori a cessare lo stato di occupazione/presidio si da consentire il ripristino di tutte le funzioni aziendali, con particolare riferimento a quella amministrativa, anche al fine di adempiere, nel termine concesso del 15 febbraio 2010, al deposito della situazione economica, patrimoniale e finanziaria della societa. La ricostruzione degli accadimenti aziendali, dalla data di cessione del ramo di azienda fino alla chiusura dell’esercizio, é stata resa ancor pit difficoltosa dalla gestione separata della contabilita dei due rami di azienda: quello potentino (cd. “Old Agile’) e quello acquisito con la cessione del ramo dazienda del 15 giugno 2009 (ed. “New Agile”) Dette contabilita, oltre che separate, venivano gestite da due software diversi: la “Old Agile” usa 2 il programma “excel” redigendo i partitari con il sistema artigianale dei filtri, mentre la ‘New Agile” utilizzava il programma “INTRA”, di provenienza Eutelia, societa cedente che ha altresi la gestione di tutte le reti di comunicazione di Agile S.r.1. Lo stato di presidio/occupazione promosso dai lavoratori sin dalla fine del mese di ottobre ha reso necessario stimare e valutare il costo del personale con due diversi metodi: uno, pitt prudenziale, a costo pieno, Valtro, considerando Vassenza dal Iuogo di lavoro come permesso non retribuito (c.d. PNR} E’ stato alPuopo redatto un prospetto extra contabile che evidenzia la rettifica da apportare al costo del personale nel caso, meno prudente, di remunerazione del solo servizio effettivamente prestato. Tale rettifica é stata quantificata alla data del 31.12.2009 in complessivi € 1.761.851,68 che, ove considerati, ridurrebbero di pari importo 1a perdita d’esercizio evidenziata nella situazione contabile a costo pieno, pari ad € 40.195.574. La custodia ha inoltre preso immediati contatti con elcuni clienti presso i quali si é dall‘inizio costantemente recata al fine di fornire garanzie sulla regolarita e continuita del servizio reso ed ottenere, nel contempo, i pagamenti che risultavano bloccati Nel corso della custodia si @ appreso che alcuni clienti continuavano a pagare alla cedente Eutelia i crediti derivanti dalle commesse cedute, nonché quelli analiticamente indicati nell’allegato “G” del contratto di cessione del ramo ¢’azienda. IT; invero, tale situazione si era creata anche per incuranza della cessionaria che non aveva presentato la docume: ai fini del riconoscimento dell’atto de quo. Nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, i pagamenti di spettanza di Agile continuavano ad essere efietiuati alla cedente Eutelia in quanto Agile non risultava essere in regola con il DURC e con i] NOS rispettivamente, per Vomesso versamento di contributi previdenziali ¢ per la mancanza dei requisiti soggettivi del precedente amministratore ¢ per lirregolarita delle location (ad es. non piena accessibilita della sede di via Bona). L’assemblea dei soci del 25 gennaio 2010 ha nominato amministratore unico iI Sig. Antonio Salvatore Buongiorno, in sostituzione di Claudio Marcello Massa. ®’ stato aperto il conto corrente n. 7472 intestato alla custodia, presso la filiale di Roma, Vie Parigi, della Banca Intesa San Paolo S.p.A., dove sono stati veicolati gli incassi e la maggior parte delle disponibilita esistenti all'atto della nomina e quelle via via generatesi nel corso dell'incarico. Gli incassi effettuati sono stati utilizzati per il pagamento: a) degli importi delle rateizzazioni ottenute dali’ INPS, INAIL ed Equitalia; b] delle retribuzioni dei dipendenti dimessi e non; c} dei rimborsi spese; d) dei fornitori strategici per il mantenimento delle commesse. In particolare é stato completato il pagamento delle retribuzioni dei mesi di agosto, settembre, ottobre 2009 ed i cinque settimi della tredicesima mensilitA. La percentuale di tredicesima é stata corrisposta in tale misura in quanto i lavoratori interessati sono solo quelli trasferiti con il noto contratto di cessione (la tredicesima dei lavoratori della “Old Agile” era gia stata regolarmente pagata prima della custodia) ed ha coperto esclusivamente il periodo da giugno ad ottobre 2009, rimanendo esclusi dal computo i mesi di novembre ¢ dicembre 2009, periodo di irregolare erogazione della prestazione lavorativa Sono stati inoltre pagati tutti rimborsi spese fino al 31.03.2010 e le retribuzioni del mese di marzo 2010. Si riporta, di seguito e per masse, la tabella riepilogativa degli incassi pagamenti nel periodo della custodia: Disponibilita bancarie all’inizio della custodia 1.608.756,10 Incassi 10.725.961,60 | Pagamenti per emolumenti e rimborsi spese 10.361.213,03 Rateizzazioni INPS, INAIL, Equitalia 1.318.717,28 Pagamenti fornitori 136.947,41 Commissioni e competenze 19.280,87 Altri 338.409,07 | Disponibilita finali al 15/04/2010 460.149,53 Ulteriori disponibilité acereditate ii 16.03.2010 fino alie | 109.421,72 11,00 | TOTALE “| 569.571,25 L a Determinati come segue: INTESA SAN PAOLO C/C 7472, T ‘TOTALE ACCREDITI 11.833.696,64 i cui bonifico a vs.favore con contabile 2.582.978,81 diccui storno serittura 3.251,17 4 dicui versamento a/o comispondenti | 7.472,81 di cui giroconto da Intesa San Paolo 3887 340,000,00 : licui giroconto da MPS6030.93, "7.120.000,00/ — : di cui giroconto da unicredit 77933 7.380,000,00 | di cui versamenti [____499.983.85) TOTALE ADDEBIT! | 11695-89595 di cui cessione dei 5* | 19.758,90 diccui deleghe fisco inps region! [__908.313,26| [__~410,404,02 I di cui Eguitalia Gerit S.p.A. Seis di cui operazioni stornate E 2.084,41 dicuipagamentidiettiS E 25,00| di cui quota associtaiva fondo pensione— a 300,00} di cui anticipi dipencenti i Z | 1.436.064,99 i cui rimborsi spese custodi i | 18.131,61 di cui spese bancarie - commissioni_ a 2.157,41 dtcul stipend [5.888.656,35 [Sabo 137,600,69| UNICREDIT BANCA C/C 500077934 TOTALE ACCREDITI 7.794.539,32 di cui saldo iniziale 423.437,58 di cui accrediti vari ripristino scrittura da Unicredit 1,503.569,05 ai cui incassi clienti 5.842.732,69 i cui storni 24.800,00 TOTALE ADDEBITI 7.882.095,61 di cui fornitori 132.649,34| di cui giroconti a conto San Paolo 7472 7.380.000,00 di cui giroconto a ¢/¢ San Paolo 1000/79 50,00| di cui rid american express 1.267,20 di cui anticipi a dipendenti 19.866,00 di cui spese, commissioni, interessi ¢ competenze __ 16.837,38! di cui stipendi [ 6.625,69 di cui storni C 24.800,00| SALDO 212.443,71, MPS6030.93 TOTALE ACCREDITI 1,182.878,49 i cui incasso 26.152,52 di cui saldo iniziale 1,156.725,97 'TOTALE ADDEBITI 1.124.419,01 di cui giraconti a San Paolo 7472 1,120.000,00 di cui spese bancarie - commissioni [ 120,94 i cui fornitori | ___4.298,07 SALDO 58.459,48 | BPM 18756 TOTALE ACCREDITI _ 23.870,02 | di cui incasso 4.378.860) di cui saldo i 18.991,22| TOTALE ADDERYT - di cui spese bancarie - commissioni SALDO SAN PAOLO 3887 TOTALE ACCREDITI 268.283,89 ‘cui incassi 98.682,56 i cui saldo iniziale_ 9,601,383 ‘TOTALE ADDEBITI 240,185,821) di cui spese 142,69 di cui giroconti a San Paolo 7472 240.000,00 SALDO 28,098.08 | Avendo accertato la sproporzione tra le commesse in portafoglio ed il personale occupato e dopo aver preventivamente interpellato il Ministero del Lavoro, in data 4 febbraio 2010 gli scriventi custodi hanno chiesto a codesto Ecc.mo Tribunale |’ autorizzazione allespletamento della procedura di cassa integrazione per crisi, comunicando, nel contempo, Vavvenuta nomina del prof. Antonio Vallebona e del dott. Enzo De Fusco quali consulenti, rispettivamente, per la procedura di CIGS e per l’ottenimento ed il mantenimento del DURC. Ottenuta la richiesta autorizzazione, lo stesso 4 febbraio 2010 é stata inoltrata al Ministero del Lavoro la comunicazione per lapertura della procedura di Cassa. In data 15 febbraio 2010, giorno del deposito in Tribunale della richiesta relazione comprendente, tra Valtro, la situazione contabile della societa al 31.12.2009, si é tenuta la prima riunione presso il Ministero del Lavoro, alla presenza delle OO.SS., nella quale la custodia ha comunicato lintenzione di procedere alla sospensione din, 1089 lavoratori in esubero, consegnando altresi documento riepilogativo delle posizioni in rotazione. 11 16 febbraio 2010 sono state spedite le raccomandate di comunicazione della sospensione € la lettera alle 00.88 contenente: a) Velenco di sintesi dei dipendenti, con l'indicazione delle posizioni utili, suddivise per sede ¢ funzione, con evidenza delle posizioni rotabili; b) Telenco delle 141 posizioni, suddivise per sede, funzione e divisione, considerate rotabil ©) Yelenco di sintesi di tutto il personale suddiviso per funzione, con evidenza delle posizioni rotabili sok. Attesa linfruttuosita dell’esame congiunto tenutosi il 4 marzo 2010, il Ministero del Lavoro ha disposto il rinvio al 15 marzo 2010, Nelle more, la custodia ha convocato la riunione informale con le OO.SS peri giorni 12 e 13 marzo 2010: nessuno si é presentato. 11 15 marzo 2010 la procedura si é conchisa con mancato accordo ed é stato sottoscritto presso il competente Ministero il verbale di esperita procedura. La custodia ha ritenuto necessario procedere al licenziamento di alcuni dirigenti, previa autorizzazione dell’lll.mo Tribunale: sono state inoltrate lettere di licenziamento ad 11 dirigenti. 1116 marzo 2010 la Questura di Roma, su delega del Giudice per le indagini Preliminari, all’uopo informato dal sostituto inquirente dott. Santoni, ha notificato alla scrivente custodia il sequestro preventivo dell’immobile di via Bona di proprieta Eutelia, su richiesta della proprictaria denunciante, In data 2 aprile 2010 la polizia giudiziaria delegata ha effettuato la ricognizione dello stato dell’immobile, alla presenza della custodia, rilevando Passenza di danni allo stabile ed alle apparecchiature, nonché Yavvenuta liberazione dal presidio. : Successivamente Eutelia, nel dare atto dell’avvenuta cessazione dello stato di oceupazione/presidio, ha richiesto la liberazione integrale dellimmobile di sua propricta Nel corso della custodia sono stati predisposti gli inventari delle varie sedi resi difficoltosi, in taluni casi, dalla coabitazione di lavoratori Agile ed Butelia, nonché dalla mancata iscrizione nel libro cespiti emmortizzabili dei beni di propriet& acquisiti in occasione della cessione. Non é stato possibile inventariare i beni delle sedi di Rende (per mancanza di personale in servizio alluopo dedicato) e di Napoli (per chiusura della sede} Nel corso della custodia sono state anche ripetutamente visitate le varie sedi/unita operative al fine di fronteggiare le problematiche specifiche locali, incontrando lavoratori ed organizzazioni sindacali. I custodi si sono recati anche presso clienti esterni ove sono distaccati dipendenti Agile al fine di rassicurare i committenti sulla continuita del servizio ¢ delle prestazioni lavorative rese. ‘Tra le varie problematiche emerse nel corso del mandato, deve segnalarsi la criticita dei rapporti con il fornitore Vodafone nei confronti del quale risulta maturato un debito considerevole, scaduto e non pagato. 11 fornitore ha limitato l'utilizzabilita delle SIM, riducendo il traffico dati ¢ la possibilita di uso “esterno” delle linee. Considerato il danno che avrebbe comportato linterruzione delPutenza, i custodi si sono attivati ed hanno ottenuto la rinuncia temporanea alla sospensione delle utenze. Ad oggi il fornitore Vodafone non é stato pagato neanche parzialmente. Enel ha acconsentito a continuare Verogazione di energia in assenza dei pagamenti e nonostante i minacciati distacchi. Il giorno 26 febbraio 2010 i custodi si sono recati presso la sede di Arezzo di Eutelia ove era stata convocata Vassemblea ordinaria della partecipata Eunics Lab S.r, avente ad ordine del giorno la sostituzione dell’organo amministrativo per dimissioni, a seguito delle note iniziative giudiziarie della Procura di Arezzo, In quella sede la custodia ha richiesto ed ottenuto la situazione contabile della partecipata alla data del 31 dicembre 2009, seppure prowisoria, dalla quale si é avuta conferma dellavvenuta restituzione ai soci del capitale sociale ridotto da € 2.648.000 ad € 100.000, restituzione eseguita successivamente alla cessione del ramo di azienda nei confronti della cedente, anche per la quota del socio subentrato Agile S.r1 10 (40%), il tutto alla presenza del silente Collegio sindacale. Si segnala che, ad oggi, non risulta ancora convocata Yassemblea per Vapprovazione del bilancio e che é stata inutilmente richiesta ad Eunics Lab copia del Libro soci per accertare la data di annotazione del trasferimento della partecipazione ad Agile. In data 1 aprile 2010 si é tenuto l'incontro congiunto con rappresentanti di RAI ¢ il Presidente di Butelia per dirimere le controversie conseguenti al mancato riconoscimento di Agile. Rai ha fornito una bozza di accordo, che si @ dichiarata disposta a sottoscrivere con Agile/Eutelia, che comporta il pagamento ad Agile delle fatture pregresse, previa liberazione nei confronti delle societa Global Consulting s.r.l. ¢ Teleion s.r.l. In data 9 aprile 2010 la custodia si é muovamente recata a Pregnana Milanese al fine di attivare le procedure per il pagamento dei rimborsi ¢ della mensilita di marzo. La custodia ha inoltre eppurato che il Ministero Affari Esteri ha pagato ad Eutelia la fattura n’ 3386 del 28.11.2008 di € 33.912 inclusa nel trasferimento di ramo d'azienda. Tale pagamento non é stato inserito da Eutelia nel riepilogo inviato alla societa In data 13 aprile 2010 Eutelia ha comunicato ad Agile che avrebbe versato “entro la settimana’ i crediti di Agile incassati dalla Provincia di Milano pari ad € 228.407,64 € i crediti incassati dalla ASL 4 TO, per i quali avrebbe in corso verifiche “in quanto lincasso si riferisce sia a fatture per ‘conto Eutelia" sia a fatture "per conto Agile’. 11 14.04.2010 la custodia ha ricevuto copia dell’ordine di bonifico disposto da Eutelia per Euro 228.407,64 ek In data 13 aprile 2010 una delegazione di lavoratori della sede di Roma si é recata presso lo studio di uno dei custodi per richiedere chiarimenti sulla situazione aziendale. Sempre il 13 aprile 2010: - la custodia é tornata nella sede di Torino dove, in una situazione di rilevante tensione, i dipendenti hanno nuovamente stabilito il presidio/occupazione della sede. Si é provveduto ad illustrare la situazione dellazienda, rassicurando i lavoratori anche sulla avvenuta presentazione della dormanda di accesso alla Cigs; = Il Ministero del Lavoro ha comunicato l'avvio dell’esame della richiesta di cassa, all'uopo indicando i soggetti affidatari dell’istruttoria. Nel corso della custodia la sede di Perugia é stata restituita dai dipendenti a seguito di richiesta della proprieta dell’immobile [attualmente sul territorio i lavoratori sono tutti sospesi] 11 14 aprile 2010 la custodia si é recata presso la Prefettura di Napoli dove ha incontrato i rappresentanti delle Istituzioni e delle OO.SS. locali anche al fine di risolvere il problema della liberazione della sede di proprieté di CM2, restituita da Eutelia nel dicembre del 2009 (prima della nomina della custodia] ¢ non ancora liberata degli effetti personali dei dipendenti ¢ del materiale di proprieté di Agile. 2, i contenziosi attivi passivi. 2.1 Con riferimento alle azioni nei confronti di Eutelia, gia riportate nella informativa del 31 marzo u.s., si fornisce il seguente aggiornamento: > recupero del credito di € 8.536,46 (Fastweb) e di € 8.992.000,80 {orediti Agile incassati da Eutelia fino al 23.10.2009) - legale Avy. Cecilia Rizzica, arbitro Prof. Enrico Gabrielli, oe yv Nell'atto di nomina di arbitro e di comunicazione ¢ invito ai sensi dell’art. 810 c.p.c., notificato ad Eutelia, é stata richiesta la condanna di quest'ultima al pagamento di crediti per € 9.000.537,20 oltre interessi dai singoli pagamenti e spese di giudizio. Il ricorso ex art. 671 c.p.c. é stato iscritto al N.R.G. 18863/2010 del ‘Tribunale di Roma, G. rel. Dott.ssa M. G. Marcello, ltadienza per la discussione é stata fissata per il 4 maggio 2010 p.v.; recupero del credito di € 589.598,24 (crediti Agile incassati da Eutelia dopo il 23.10.2009) e di € 82.104,00 (crediti Agile nei confronti del Ministero della Giustizia incassati da Eutelia) - legale Av. Luigi Amerigo Bottai, arbitro Prof. Vittorio Santoro, In data 29 marzo 2010 Vatto di nomina di arbitro con la richiesta di condanna delle somme sopra indicate é stato passato per la notifica. 11 12 aprile 2010 si @ tenuta l'udienza del giudizio cautelare, pendente dinanzi al Tribunale di Roma, sez. III, dott.ssa A. Dell’Orfano, NRG 19813/2010; Butelia si @ costituita eccependo l'incompetenza del ‘Tribunale di Roma in favore di quello di Siena e chiedendo un breve rinvio; i] Giudice ha concesso 7 giorni per il deposito di memorie illustrative e documenti e ulteriori 4 giorni per le repliche, riservandosi di decidere all'udienza del 27 aprile p.v.; nelle more la societé ha acquisito copia del pagamento effettuato dal Ministero ad Eutelia di € 82.104,00; recupero del credito di € 7.380,94 (crediti Agile nei confronti della Camera dei Deputati incassati da Eutelia), di € 1.053.301,92 (crediti Agile nei confronti della British Telecom compensati da Eutelia) e di € 197.357,40 (crediti Agile nei confronti di Fastweb compensati da Butelia) - legale Avy. Ale sandro Ferretti, arbitro Prof. Berardino Libonati ok, Con Vatto di nomina di arbitro notificato ad Eutelia é stata richiesta la condanna della medesima al pagamento di € 1.258.040,26, oltre interessi e spese: Il sequestro é stato iscritto al n. 19460/10 ed assegnato alla II Sezione del Tribunale Civile di Roma, Dott. Cardinali; > recupero del credito di € 102.997,00 [crediti Agile nei confronti di Poste Italiane incassati da Butelia) e di fatture da emettere di € 55.567,00 (crediti Agile per fatture da emettere, al netto delle note di credito da emetiere, fatturati ed incassati da Butelia) - legale Avv. Giovanni Izzo, arbitro Prof. Stefania Pacchi Ludienze per il sequestro, proposto dinanzi al Tribunele civile di Roma ed iscritto al NRG n. 19896/10, Sez. III, G. Rel. Dott.ssa M.R. Covelli, € stata fissata per il 24 maggio 2010; > riconoscimento dei crediti per prestazioni lavorative per € 2.310,694,92 — legale Prof. Bruno Sassani. II giudizio pende dinanzi al Tribunale di Milano (N. R.G. 24929/2010). Se ne attende Yassegnazione; v ripetizione dell'indebito di € 319.000,00 pagato da Agile per conto Eutelia, sulla base di atto di accollo del 28.06.2009, dichiarato inefficace - legale Avv. Giovanni Izzo; > azione di condanna all’adempimento delle prestazioni di cui alle fatture n, 1024 © 854 del 2009, per complessivi € 11.102,36.- legale Avy. Avy Luigi Amerigo Bottai. Il ricorso é stato iscritto al N RG. 19804/2010 del] Tribunele di Roma. EY stato incaricato Avv. Tommaso Manferoce per richiedere la condanna all’'adempimento nei confronti del Comune Roma e la ripetizione nei confronti di Butelia per € 2.219.256,61, nonché per richiedere la condanne alladempimento nei confronti di Eunics Lab S.r.1. ¢ la ripetizione nei 4 confronti di Eutelia per € 1.434.800,00 pari al 40% del rimborso del capitale sociale eseguito dalla partecipata in epoca successive alla cessione. 2.2 Per quanto conceme gli ulteriori giudizi pervenuti alla custodia in data successiva al 31 marzo 2010 si rinvia all’elenco contenuto nell’ allegato 1 Si segnala, in particolare, che CEVA Logistic ha notificato ad Agile in data 6 aprile 2010 atto di pignoramento presso terzi per la somma di € 215.376,77 aumentata della meta ex art. 146 cod. proc. civ., fissando in citazione Tudienza dinanzi al Tribunale di Milano per il 20 aprile 2010 La custodia he scritto ai terzi (come pure negli altri casi di pignoramenti presso terzi notificati alla custodia in data successiva al decreto del ‘Tribunale di Roma del 23 dicembre 2010) rilevando Vinopponibilité. del pignoramento in quanto trattasi di attivita gia sottoposte sotto sequestro dal ‘Tribunale e, pertanto, indisponibili. Sempre per quanto riguarda il depositario CEVA, in aggiunta a quanto dedotto nell'ultima informativa del 31.03.2010, la custodia ha richiesto a codesto Ecc.mo Tribunale Vautorizzezione a consentire al depositario di sottoporre a diritto di ritenzione beni di proprieta Agile in sostituzione a beni di terzi, questi ultimi necessari al fine di mantenere le commesse in corso. La. questione dell’ammontare del credito vantato dal depositario va valutata in relazione allinefficacia dell’atto di accollo Agile/Eutelia del 28 giugno 2009. 3, Le commesse. L’approccio seguito, ai fini di massimizzare I'efficacia dei tentativi volti a mantenere le commesse, é consistito nel formare un gruppo di lavoro dipendenti Agile, tanto commerciali quanto tecnici, coordinato dalla custodia. L’obiettivo é stato quello di analizzare congiuntamente tutte le principali commesse, concretando i risultati dell’analisi in schede ue 7 riepilogative, per i clienti pil importanti ¢ pit a rischio, contenenti i dati rilevanti per una immediata valutazione delle singole situazioni e la decisione delle strategie di intervento pit opportune . Sono stati cosi individuati circa 40 clienti primari, Si rimanda alle precedenti relazioni per una disamina completa degli interventi pit salienti effettuati; di seguito si provvede ad integrare le informazioni in base alle pit recenti evoluzioni. 1. Lottomatica: dopo aver verbalmente preannunciato la disdetta del contratto, non ha proceduto formalmente. Il mantenimento del cliente dipende dal livello di garanzie che Agile sara in grado di fornire a valle della sentenza di codesto Tribunale; 2. IperMontebello: si é riusciti a mantenere in essere provvisoriamente il cliente, tollerando che lo stesso si rivolga direttamente al subfornitore EMC2 (con il quale Agile é in forte debito) in caso di malfunzioni. In tali casi il cliente riaddebita ad Agile le fatture EMC2; 3. Inpdap: il 14 aprile il cliente ha disdetto il contratto. Cid @ stato determinato dall'impossibilita di Agile di trovare un subfornitore (indispensabile per questa commessa) che accettasse di essere partner di Agile, stante la problematica situazione in corso; 4. Ministero degli Interni: la proroga scadra il 30 aprile p.v.; una rap: conclusione della attuale fase di transitorieta nella gestione di Agile potrebbe favorire un rasserenamento della situazione. Sembra peraltro aver ripreso vigore la possibilité di formalizzare a breve Liter contrattuale con Malta, per il sistema Schengen. Il 1 aprile la custodia ha avuto un‘ulteriore riunione presso il Ministero degli Interni nel corso della quale @ stata espressa la massima preoccupazione dovuta allo sciopero del giorno precedente e la volonta di non proseguire il rapparto in caso di ulteriori eventi analoghi. La custodia ha rappresentato ai sindacati la necessitA di garantire il servizio: in mancanza, potrebbe verificarsi la immediata sostituzione ci Agile nel agek i " @ contratto gid prorogato € potrebbe risultare compromessa la possibilita di sottoscrivere i contratti Schengen, in particolare di Malta e della Romania. Ad oggi il servizio continua; 5. sono stati rinnovati da Intesa San Paolo, negli ultimi giorni, due contratti di manutenzione ed altri tre rinnovi sono in arrivo. Cid permette di nutrire qualche speranza anche su una recente offerta presentata da Agile relativa ad un nuovo accordo quadro che potrebbe procurare fatturati significativi; 6. e’ stato rinnovato un contratto di manutenzione con il cliente Groupama; 7. @ stata presentata un’offerta per il rinnovo del contratto con SKY. I posizionamento economico sembra essere interessante per il cliente, ma grava anche in questo caso l’incertezza sulle sorti di Agile; 8. Vazione esercitata su Estav sud-ovest, ente di coordinamento informatico di alcune Asl toscane clienti di Agile, sembra aver condotto all’ottenimento di un rinnovo di contratto biennale, a fronte di una accettazione di Agile della clausola di risoluzione, ove il livello del servizio non raggiunga gli standard contrattualmente previsti; 9. Ja Provincia di Monza ¢ Brianza ha proposto la sottoscrizione di un contratto di quattro mesi, in autonomia rispetto alla Provincia di Milano. La custodia ha richiesto una definizione congiunta con la Provincia di Milano’al fine di mantenere la durata contrattuale prevista nel contratto originario stipulate con quest'ultima; 10. lattivita con il Comune di Milano é tuttora in corso in attesa di formalizzazione. Per il prosieguo il Comune attende di conoscere lesito della procedura in corso; 11. la custodia ha richiesto a Telecom Italia la formalizzazione di un ordine di acquisto per attivita in corso; 12. € stato superato positivamente il collaudo di wna fornitura di sistemi di sicurezza telematica presso l’Autorita del Porto di Ancona. VR La custodia si é recata, ove ritenuto necessario, anche pit volte, presso i seguenti Enti: Ministero degli Interni, Ministero dell’Ambiente, INPS, INAIL, Ministero di Giustizia, Regione Campania, Regione Toscana, ASL Grosseto, Lottomatica, Status, Servizi Informatici, Bankitalia, Provincia di Milano, Comune di Milano, Provincia di Brescia, Sky, Istituto San Paolo di Torino, ULSS17, Regione Basilicata, Regione Puglia, Fastweb, Consip, Comunita Montana dei Monti Dauni, ASP Potenza, Azienda Sanitaria San Carlo di Potenza, ISVAP, Ipermontebello, Estav (Siena), Poste, RAI, Editrice La Stampa. Banca diltalia ha comunicato alla custodia che l'Agenzia delle Entrate di Firenze ha disposto fermo amministrativo a carico di Eutelia per crediti erariali. Tale circostanza non ha consentito di dare esecuzione agli accordi intervenuti con la custodia, ai sensi dei quali, in attesa del riconoscimento di Agile, le prestazioni rese da quest'ultima venivano fatturate da Eutelia (e ad essa rifatturate da Agile) con richiesta di pagamento diretto sul conto intestato alla custodia. . La sede di Napoli La custodia ha richiesto ripetutamente ai dipendenti e ai Sindacati la Liberazione della sede di Napoli, rilasciata da Eutelia alla propricta sin dal dicembre 2009 La custodia ha raggiunto accordo verbale con il legale della proprict& sensi del quale, a fronte della liberazione dei locali da beni di Agile ¢ de! dipendenti delia medesima, Ja CM2 si impegnaya a rilasciare dichiarazione liberatoria per il periodo dell’occupazione/presidio, sia nei confronti delia societa, che nei confronti dei dipendenti che ne hanno impedito il rilascio. In base al citato accord la proprieta si impegnava a fornire ad Agile copia dell’atto transattivo stipulato con Butelia, nel quale quest’ultima si era i impegnata al rilascio dellimmobile senza minimamente dar conto del’esistenza dei beni di Agile e dei suoi dipendenti. Si segnala che, a detta del legale della proprieta (avy. Barbagallo di Napoli), anche per motivi di ordine pubblico, la proprieté aveva concesso per una decina di giorni ai dipendenti la possibilita di accedere in sede anche al fine di prelevare beni personali. I dipendenti ¢ le RSU hanno negato che cid sia accaduto. La liberazione concordata con Ja societa proprietaria non ha avuto buon fine per motivi di ordine pubblico (i dipendenti di Agile hanno impedito l'ngresso nell'immobile) Il 14 aprile 2010 si é tenuta presso la Prefettura di Napoli la riunione con Je istituzioni locali, richiesta dalla custodia e prontamente ottenuta, nel corso della quale é stata ribadita la necesita di liberare l'immobile de quo, atteso che i dipendenti, con il loro comportamento, stanno causando danni ingiustificati a terzi; @ stata rinnovata la richiesta di una sede prowvisoria per i dipendenti, senza costi per Agile. La custodia ha inoltre sollecitato un intervento in merito (i) all’apertura del procedimento teso alla dichiarazione di decadenza del RTI per l’appalto - concorso per la realizzazione del centro servizi tecnologici per le imprese agroalimentari della Campania (anticipato alla custodia dalla Protom Group s.r, societA facente parte del rageruppamento), [ii) alla richiesta di Sinergis di subentro ad Agile nel contratto di appalto n. 14140 del 27 novembre 2008 ¢ {iii) alla ulteriore richiesta di detta Sinergis di estromissione di Agile dall’ATI costituita per il contratto di appalto n. 77 del 18/3/2009 nei confronti della Provincia di Avellino, I dipendenti di Napoli, con Comunicato del 15 aprile 2010, hai nuovamente richiesto unicamente la sede senza minimamente riscontrare la richiesta di liberazione dell’immobile. er Il comportamento dilatorio dei lavoratori ha fatto altresi decadere la proposta della proprieta dellimmobile di mettere a disposizione un magazzino per il deposito delle apparecchiature allo stato non necessarie per lo svolgimento dell’attivita. Roma, li 16 aprile 2010 Ing. Giuliano Schjope ape fener ethos f oozes oroze0z roped oped ovozyar0e odou ourgone seaman ovoziroree atozmeore onai90 oooor ware seswez svar > wows ovuce a swore awopre9 oouosz 9 nzwese owerres zor ervsoe9 overt > sezze29 szorez a sviewr> ov'giee ov'oue's 9 z'oz9 oreaee wou zneuesi2> sso10'b> zo's0s 6 3 auuos oweuobea ea ug exey/ipaPuryouRiny ip eunuieg,ieas oveose arene oveose oveose STON ‘que on ‘990° ply YE 39 053098) wusSao vay psifor 2x29 L 199 oxi ‘16s ojos